Il vaticano ridistrubuisce la richezza che possiede o no ?

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Il vaticano ridistrubuisce la richezza che possiede o no ?

Messaggio Da Libero il Sab 6 Dic - 0:47

Mi rimetto a pischello se questo non fosse il luogo piu adatto dove postare tale discussione.

Scusatemi per la mia ignoranza, ma è un' argomento al quale tengo e che mi lascia in dubbio da sempre, sò che molti fondi che la santa sede "guadagna" vengono rimpegnati in missioni di "pace". O meglio vengono indirizzati la dove ce ne sia bisogno. Meglio ancora, in quei paesi dove la totale mancanza di moralità è assente. Perdonatemi la generalizzazione ma non trovo esempi convinecenti a quest' ora.
Sono informazioni del tutto sbagliate o qualcosa viene relamente fato ? E se tali affermazioni sono vere, secondo voi viene fatto solo ed esclusivamente per trovare nuovi "sostenitori"?, O c'è un vero e proprio interesse nel distribuire congetture per una pace comune ?

Libero
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 168
Età : 37
Località : Livorno
SCALA DI DAWKINS :
67 / 7067 / 70

Data d'iscrizione : 17.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il vaticano ridistrubuisce la richezza che possiede o no ?

Messaggio Da Ospite il Sab 6 Dic - 9:39

Libero ha scritto:Mi rimetto a pischello se questo non fosse il luogo piu adatto dove postare tale discussione.

Scusatemi per la mia ignoranza, ma è un' argomento al quale tengo e che mi lascia in dubbio da sempre, sò che molti fondi che la santa sede "guadagna" vengono rimpegnati in missioni di "pace". O meglio vengono indirizzati la dove ce ne sia bisogno. Meglio ancora, in quei paesi dove la totale mancanza di moralità è assente. Perdonatemi la generalizzazione ma non trovo esempi convinecenti a quest' ora.
Sono informazioni del tutto sbagliate o qualcosa viene relamente fato ? E se tali affermazioni sono vere, secondo voi viene fatto solo ed esclusivamente per trovare nuovi "sostenitori"?, O c'è un vero e proprio interesse nel distribuire congetture per una pace comune ?
...
Non ti preoccupare: il post è stato posto nella sezione giusta ed il tema è veramente caldo...

Per poter tentare di dare una risposta valida al tuo interrogativo occorre innanzi tutto stabilire quanto sia grande l'entità delle "entrate" del Vaticano. Il che è già di per sé difficilissimo.
Le entrate sono estremamente differenziate: si va dalle percentuali dell'entrate sul fisco italiano (l'8x1000 + 5x1000), alle donazioni, alle entrate dei vari Istituti (Musei, Scuole, ecc. ecc.).

Vediamo, ad es., come funzionano le cose per quanto riguarda il gettito fiscale dato dall'Italia al Vaticano (le cifre sono riportate da svariate fonti, tra cui alcuni economisti famosi, come U. Cipriani). Consultare anche il sito http://criminievaticano.wordpress.com/tag/cei
Il tutto a latere di un patrimonio consolidato complessivo stimato attorno ai 5 milardi di Euro (Wikipedia).

Il meccanismo del finanziamento è furbescamente truffaldino. Solo un terzo degli italiani sceglie infatti a chi devolvere l’8 per mille del proprio reddito: se allo Stato, alla Chiesa Cattolica o ad altre confessioni religiose (non sono contemplate organizzazioni umanitarie o scientifiche). Ma l’articolo 37 della legge di attuazione recita: « In caso di scelte non espresse da parte dei contribuenti, la destinazione si stabilisce in proporzione alle scelte espresse ». E poiché, nella minoranza che sceglie, la maggioranza opta a favore della Chiesa Cattolica, questa ottiene la maggioranza (circa l’85 per cento) dell’intero gettito.
Al miliardo di euro dell’8 per mille dei contribuenti, va aggiunta ogni anno una cifra dello stesso ordine di grandezza sborsata dal solo Stato (senza contare regioni, province e comuni) nei modi più disparati: nel 2004, ad esempio, sono stati elargiti 478 milioni di euro per gli stipendi degli insegnanti di religione, 258 milioni per i finanziamenti alle scuole cattoliche, 44 milioni per le cinque università cattoliche, 25 milioni per la fornitura dei servizi idrici alla Città del Vaticano [sic], 20 milioni per l’Università Campus Biomedico dell’Opus Dei, 19 milioni per l’assunzione in ruolo degli insegnanti di religione, 18 milioni per i buoni scuola degli studenti delle scuole cattoliche, 9 milioni per il fondo di sicurezza sociale dei dipendenti vaticani e dei loro familiari, 9 milioni per la ristrutturazione di edifici religiosi, 8 milioni per gli stipendi dei cappellani militari, 7 milioni per il fondo di previdenza del clero, 5 milioni per l’Ospedale di Padre Pio a San Giovanni Rotondo, 2 milioni e mezzo per il finanziamento degli oratori, 2 milioni per la Costruzione di edifici di culto, e cosi via.
Aggiungendo a tutto ciò una buona fetta del miliardo e mezzo di finanziamenti pubblici alla sanità, molta della quale è gestita da istituzioni cattoliche, si arriva facilmente a una cifra complessiva annua di almeno tre miliardi di euro, cioè 6000 miliardi di vecchie lire. Ma non è finita, perché a queste riuscite uscite vanno naturalmente aggiunte le mancate entrate per lo Stato dovute a esenzioni fiscali di ogni genere alla Chiesa, valutate attorno ad altri sei miliardi di euro, cioè 12.000 miliardi di vecchie lire. Gli enti ecclesiastici sono infatti circa 59.000 e posseggono circa 90.000 immobili, adibiti agli scopi più vari: parrocchie, oratori, conventi, seminari, case generalizie, missioni, scuole, collegi, istituti, case di cura, ospedali, ospizi, e così sia. Il loro valore ammonta ad almeno 30 miliardi di euro, ma essi sono esenti dalle imposte sui fabbricati, sui terreni, sul reddito delle persone giuridiche, sulle compravendite e sul valore aggiunto (IvA). Per capire l’entità di questa enorme cifra complessiva di nove miliardi di euro, cioè 18.000 miliardi di vecchie lire, basta notare che si tratta del 45 per cento della manovra economica per la Finanziaria del 2006, che è stata di 20 miliardi: ovvero, senza la Chiesa, o almeno senza i suoi privilegi economici, lo Stato potrebbe praticamente dimezzare le tasse a tutti i suoi cittadini!

Insomma, si parla veramente di cifre da capogiro: 8/9 miliardi di Euro ottenuti solo così, senza contare le ulteriori esenzioni in sede locale (Regione e provincia), e senza contare le entrate dovute ai lasciti, alle donazioni private, ai guadagni sulle scuole cattoliche, ai biglietti d'ingresso dei musei, ecc. ecc. ecc....
Ora cerchiamo di capire che quota di questo immenso patrimonio viene effettivamente ridistribuito:
Purtroppo anche qui i dati sono alquanto nebulosi -anzi, lo sono ancor di più!- perché la Santa Sede non deve fare rendiconto a nessuno, ma comunque, secondo le stime più rosee, solo meno del 20 % viene ridistribuito in "opere pie" (ed in questa categoria vengon fatte rientrare anche tutte le iniziative filantropiche nei paesi poveri, le scuole cattoliche all'estero in Paesi del terzo mondo, le missioni, gli ospedali affidati ai religiosi, il sostentamento del personale in quelle zone, ecc. ecc.). I dati a disposizione degli analisti sono molto pochi ed incerti, sulle cifre... Né vengono chiarite dal Vaticano con dati consultabili...

Ciò che è venuto invece almeno parzialmente alla luce sono gli immensi scandali dello IOR (Istituto Opere Religiose) -a tal fine potete consultare anche la stessa Wikipedia o qualsiasi altro motore di ricerca- in cui emergono corruttele di tutti i tipi, collusioni con la malavita organizzata, riciclaggio di denaro sporco, destabilizzazione politica di interi stati sovrani, omicidi di banchieri e personaggi equivoci, e chi più ne ha più ne metta!... Ma questo è un altro discorso.
Chi ha dati migliori, più aggiornati e controllabili, può farsi avanti, citando come è doveroso le fonti d'informazione....

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Il vaticano ridistrubuisce la richezza che possiede o no ?

Messaggio Da davide il Dom 7 Dic - 20:38

Quanto scritto da pischello è fondamentalmente corretto. Puoi trovare stime divergenti (Odifreddi stima i mancati introiti delle tasse in 9 mld di euro, Curzio Maltese ne "la questua" ne stima -con la collaborazione di 2 fiscalisti- la metà, ma si parla cmq di cifre enormi e il succo non cambia). Sempre nello stesso libro, Maltese -usando i dati forniti dallo stesso vaticano- ci fa sapere che nel 2005 lo stato-parassita spese 9 (nove) milioni di euro per la campagna pubblicitaria della raccolta 8x1000 (a cura della Saatchi&Saatchi, mica cotiche). Era quella che "sfruttava" la tragedia del Natale 2004 a Sumatra. Bene, per i popoli disastrati di quella regione il vaticano spese 3 (tre) milioni di euro Royales Puoi facilmente valutare quali siano le priorità di quegli avvoltoi. Le comunità ebraiche (giusto per fare un paragone) spesero 600.000 euro (in una zona del mondo dove di ebrei non ce n´è nemmeno l´ombra): il 20% del loro 8x1000. Il vaticano 3 milioni a fronte di 1 miliardo.... Ci furono star di Hollywood che da sole donarono più dei pretacci....

davide
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11205
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 14.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il vaticano ridistrubuisce la richezza che possiede o no ?

Messaggio Da Libero il Lun 8 Dic - 11:32

Impressionante. Grazie di avermi dato una visione migliore di come stanno le cose e un punto dal quale partire.

Libero
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 168
Età : 37
Località : Livorno
SCALA DI DAWKINS :
67 / 7067 / 70

Data d'iscrizione : 17.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il vaticano ridistrubuisce la richezza che possiede o no ?

Messaggio Da Ospite il Mar 30 Dic - 15:57

Ma ci sono anche preti missionari e suore missionarie che si fanno il mazzo nei paesi poveri. Sinceramente non ho molta fiducia nell'ottopermille, perché non si ha un vero controllo del denaro speso. Molto meglio fare le proprie donazioni ad associazioni, anche cattoliche, che si conoscono personalmente.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Il vaticano ridistrubuisce la richezza che possiede o no ?

Messaggio Da Ospite il Mar 30 Dic - 16:14

ateainpacecolmondo ha scritto:Ma ci sono anche preti missionari e suore missionarie che si fanno il mazzo nei paesi poveri. Sinceramente non ho molta fiducia nell'ottopermille, perché non si ha un vero controllo del denaro speso. Molto meglio fare le proprie donazioni ad associazioni, anche cattoliche, che si conoscono personalmente.
...
Sono solo gocce in un oceano.
Gocce di cui il Vaticano si serve per farne fiori all'occhiello.
Solo che il mazzo lo fanno gli altri, ed il Vaticano ed i suoi accoliti ne acquisiscono i meriti. Mille volte dovrebbe vergognarsi per il suo dare con il contagocce, a fronte di un mare di entrate, di donazioni, di lasciti...
Ma ormai siamo tutti consapevoli della sua ipocrita quanto pelosa "carità cristiana".
Mille volte più saggio fare quel poco che si può fare di persona, senza squallidi intermediari in tonaca nera.
...

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Il vaticano ridistrubuisce la richezza che possiede o no ?

Messaggio Da davide il Mar 30 Dic - 19:18

ateainpacecolmondo ha scritto:Ma ci sono anche preti missionari e suore missionarie che si fanno il mazzo nei paesi poveri. Sinceramente non ho molta fiducia nell'ottopermille, perché non si ha un vero controllo del denaro speso. Molto meglio fare le proprie donazioni ad associazioni, anche cattoliche, che si conoscono personalmente.
Permettimi di dissentire: la chiesa controlla benissimo il denaro che riceve e poi spende cwm23
In realtà, credo di aver capito cosa vuoi dire, ma una volta che si dona l'8x1000 ai parassiti, se ne perde in effetti la proprietà, e poi loro se lo gestiscono come meglio credono (in gran parte, per i cavolacci loro, altro che carità)...

davide
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11205
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 14.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il vaticano ridistrubuisce la richezza che possiede o no ?

Messaggio Da Fux89 il Mar 30 Dic - 19:56

ateainpacecolmondo ha scritto:Ma ci sono anche preti missionari e suore missionarie che si fanno il mazzo nei paesi poveri. Sinceramente non ho molta fiducia nell'ottopermille, perché non si ha un vero controllo del denaro speso. Molto meglio fare le proprie donazioni ad associazioni, anche cattoliche, che si conoscono personalmente.

Io ho l'impressione che l'esistenza di questi missionari che, effettivamente, aiutano chi ne ha bisogno, serva più che altro come pubblicità positiva ad un'associazione criminale...

Un'altra considerazione che mi viene in mente è che spesso questi missionari hanno un altro scopo, oltre a quello di aiutare il prossimo, ovvero quello di evangelizzare. Si sa che dove ci sono povertà e sofferenza il morbo della fede si diffonde con maggior facilità.

Un'ultima cosa da dire è che, in certe situazioni, il fatto di seguire la dottrina della Chiesa impedisce a certi missionari di fare effettivamente del bene. Mi viene in mente, ad esempio, il caso dei missionari che "aiutano" i malati di AIDS in Africa, che però non distribuiscono i preservativi, che sarebbero il miglior modo per prevenire il contagio.

Fux89
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 16173
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 20.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il vaticano ridistrubuisce la richezza che possiede o no ?

Messaggio Da Ospite il Mar 30 Dic - 23:44

L'evangelizzazione è un compito di qualsiasi prete, mica solo dei missionari. Siccome conosco personalmente diversi missionari posso dirti che, pubblicità o non pubblicità, queste persone sono fortemente motivate nel fare quello che fanno. In quanto ai preservativi, perdonami, ma non è compito della chiesa distribuirli. È lo stato che dovrebbe porsi il problema dell'educazione sessuale, e non sto parlando di Africa ma di Italia.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Il vaticano ridistrubuisce la richezza che possiede o no ?

Messaggio Da Ospite il Mer 31 Dic - 0:02

davide ha scritto:
ateainpacecolmondo ha scritto:Ma ci sono anche preti missionari e suore missionarie che si fanno il mazzo nei paesi poveri. Sinceramente non ho molta fiducia nell'ottopermille, perché non si ha un vero controllo del denaro speso. Molto meglio fare le proprie donazioni ad associazioni, anche cattoliche, che si conoscono personalmente.
Permettimi di dissentire: la chiesa controlla benissimo il denaro che riceve e poi spende cwm23
In realtà, credo di aver capito cosa vuoi dire, ma una volta che si dona l'8x1000 ai parassiti, se ne perde in effetti la proprietà, e poi loro se lo gestiscono come meglio credono (in gran parte, per i cavolacci loro, altro che carità)...
Ma è proprio quello che volevo dire. Uno dona, si fa per dire, l'ottopermille, ma poi non è in grado di sapere cosa viene fatto con quei soldi. È un meccanismo perverso perché non riguarda solo la chiesa ma anche l'elefantiaco sistema fiscale italico. Perché diciamoci la verità, i cittadini italiani non sanno come il proprio stato utilizza le tasse, figuriamoci se possono sapere come utilizza le tasse uno stato terzo.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Il vaticano ridistrubuisce la richezza che possiede o no ?

Messaggio Da davide il Mer 31 Dic - 0:06

Ah beh se è per questo Curzio Maltese ne ha fatto un libro, che spiega molto eloquentemente come vengono utilizzate le montagne di soldi che il vaticano incamera con l'8x1000. Chissà come mai il libro non è stato molto pubblicizzato...

davide
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11205
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 14.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il vaticano ridistrubuisce la richezza che possiede o no ?

Messaggio Da Fux89 il Mer 31 Dic - 0:11

ateainpacecolmondo ha scritto:In quanto ai preservativi, perdonami, ma non è compito della chiesa distribuirli. È lo stato che dovrebbe porsi il problema dell'educazione sessuale, e non sto parlando di Africa ma di Italia.

Io mi riferivo ai missionari. Se il missionario ha come scopo quello di aiutare le popolazioni colpite dall'AIDS, non può non dare importanza alla prevenzione. E "prevenzione", parlando di AIDS, vuol dire "preservativo". Il fatto che i missionari cattolici, che seguono i dettami della Chiesa, scoraggino l'uso del preservativo in quei luoghi dove l'AIDS è un problema gravissimo, io lo trovo un crimine contro l'umanità.

Fux89
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 16173
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 20.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il vaticano ridistrubuisce la richezza che possiede o no ?

Messaggio Da Ospite il Mer 31 Dic - 0:12

Bene, spero che qualcuno faccia un libro su come lo stato italiano spende il restante novecentonovantaduepermille.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Il vaticano ridistrubuisce la richezza che possiede o no ?

Messaggio Da Ospite il Mer 31 Dic - 0:19

DF1989 ha scritto:
ateainpacecolmondo ha scritto:In quanto ai preservativi, perdonami, ma non è compito della chiesa distribuirli. È lo stato che dovrebbe porsi il problema dell'educazione sessuale, e non sto parlando di Africa ma di Italia.

Io mi riferivo ai missionari. Se il missionario ha come scopo quello di aiutare le popolazioni colpite dall'AIDS, non può non dare importanza alla prevenzione. E "prevenzione", parlando di AIDS, vuol dire "preservativo". Il fatto che i missionari cattolici, che seguono i dettami della Chiesa, scoraggino l'uso del preservativo in quei luoghi dove l'AIDS è un problema gravissimo, io lo trovo un crimine contro l'umanità.
E chi ti dice che lo scoraggino? Un conto sono i proclami vaticani, un conto sono i singoli preti, che di fatto hanno posizioni diverse tra di loro. Comunque a volte ho la sensazione che la chiesa sia presa come capro espiatorio di tutti i mali. Certo non è innocente, ma neanche l'unica colpevole.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Il vaticano ridistrubuisce la richezza che possiede o no ?

Messaggio Da Fux89 il Mer 31 Dic - 8:27

ateainpacecolmondo ha scritto:E chi ti dice che lo scoraggino? Un conto sono i proclami vaticani, un conto sono i singoli preti, che di fatto hanno posizioni diverse tra di loro. Comunque a volte ho la sensazione che la chiesa sia presa come capro espiatorio di tutti i mali. Certo non è innocente, ma neanche l'unica colpevole.

Infatti non ho detto che tutti i missionari sedicenti cattolici si rifiutino di distribuire preservativi. Ci sono quelli, però, che essendo ultra-cattolici seguono la dottrina perversa della Chiesa e contribuiscono alla diffusione della malattia.

Fux89
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 16173
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 20.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il vaticano ridistrubuisce la richezza che possiede o no ?

Messaggio Da giulio76 il Mer 31 Dic - 9:48

Leggo qui un bel post sui soldi incassati dal Vaticano, io vorrei capire una cosa. Ammettiamo che al Vaticano entrino quei buon 9-10 mld all'anno come scritto (corregetemi se sbaglio ma non ho letto tutto), che uso ne fa il Vaticano di questo denaro? Prima di tutto non penso che li spenda per costruire ordigni bellici (non ho mai visto un caccia bombardiere con il logo del papa), forse in donne e festini? non ho mai visto il papa fare vita mondana, almeno in tunica bianca. Forse li spende per comprare della cocaina e rivenderla alla malavita? farebbe affari d'oro. Un altra domanda mi sorge spontanea, chi usufruisce di questo patrimonio, voglio dire se il papa è il re dell'impero Vaticano, sarà lui che si dovrebbe comprare mega ferrari e ville di lusso, tipo in Sardegna. Non mi pare che il papa giri in ferrari o abbia ville lussuose.
Forse la maggior parte dei soldi va ridistribuita ai tutti preti italiani che sono normalmente stipendiati (circa 1000 euro al mese), e sono tanti i sacerdoti che svolgono attività in italia, si potrebbe discutere se tutti fanno bene il loro lavoro, ma si sa ci sono i dottori bravi e quelli fannulloni. E una parte viene finanziato per le missioni estere e le missioni costano tanto. Una parte viene utilizzato per costruire o restaurare nuove chiese, così quando lo straniero viene a visitare l'italia oltre a lasciare i piccioli al Vaticano li lascia anche agli italiani. Ricordo che 8x1000 alla chiesa cattolica non è obligatorio.

giulio76
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1440
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 19.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il vaticano ridistrubuisce la richezza che possiede o no ?

Messaggio Da Ospite il Mer 31 Dic - 10:42

Intanto la chiesa potrebbe essere più trasparente.
Secondo, i preti li dovrebbero sostenere i fedeli con le offerte, così come (utopia, utopia) i partiti li dovrebbero sostenere i cittadini, i giornali i lettori ecc, ecc ecc...(in parole semplici niente contributi statali).
Terzo, il restauro delle chiese è a carico dello stato o delle regioni, i finanziamenti non vengono presi dall'ottopermille (come è giusto che sia).

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Il vaticano ridistrubuisce la richezza che possiede o no ?

Messaggio Da Guin il Mer 31 Dic - 11:11

giulio76 ha scritto:Leggo qui un bel post sui soldi
incassati dal Vaticano, io vorrei capire una cosa. Ammettiamo che al Vaticano
entrino quei buon 9-10 mld all'anno come scritto (corregetemi se sbaglio ma non
ho letto tutto), che uso ne fa il Vaticano di questo denaro?

Dai dati pare che la stragrande maggioranza li usi per far
propaganda.

giulio76 ha scritto: Forse li spende per comprare
della cocaina e rivenderla alla malavita?

Non tocchiamo l’argomento Vaticano-malavita

giulio76 ha scritto: Non mi pare che il papa giri in
ferrari o abbia ville lussuose.

Ti pare male, le ha e come. La più nota è la residenza di Castelgandolfo, dove il papa si reca in estate: un umilissima “catapecchia” con tanto di osservatorio astronomico.

giulio76 ha scritto: Una parte viene utilizzato per
costruire o restaurare nuove chiese, così quando lo straniero viene a visitare
l'italia oltre a lasciare i piccioli al Vaticano li lascia anche agli italiani

E no, dell’eventuale restauro delle chiese se ne occupa invece lo stato italiano, e lo fa sborsando di tasca propria, mentre i soldi per le visite dei turisti se li piglia in maggioranza la chiesa.

giulio76 ha scritto: Ricordo che 8x1000 alla chiesa
cattolica non è obligatorio.

Vero, peccato che però funziona a maggioranza. Nel senso che
io posso anche decidere di destinarlo a qualcun altro, ma se la maggioranza lo dona alla chiesa cattolica anche la mia parte va a lei. Per questo sprecano tutti quei soldi in propaganda, per assicurarsi che la maggioranza delle persone scelga di darlo a loro.

Guin
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 958
Località : Asgard
Occupazione/Hobby : Fancazzista
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 30.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il vaticano ridistrubuisce la richezza che possiede o no ?

Messaggio Da giulio76 il Mer 31 Dic - 11:50

1)Castel Gandolfo è stata costruita con i soldi dell'8x1000 non mi pare:

Castelgandolfo e la comunità relativa, a meno di brevi periodi nei quali subisce saccheggio o passa sotto il controllo di altre famiglie, rimane feudo dei Savelli fino al 1597, quando viene ceduto con vendita forzata alla Camera Apostolica. Più tardi, nel 1608, viene dichiarato proprietà inalienabile della Santa Sede. Decisivi furono gli interventi di Maffeo Barberini che, divenuto Pontefice col nome di Urbano VIII, trasformò l'antica Rocca dei Savelli, il cui progetto fu affidato a Carlo Maderno. Contemporaneamente avviene l'ampliamento del piccolo borgo addossato all'antica Rocca. Con Urbano VIII si espande il predominio dei Barberini che acquistarono i terreni e i vigneti nell'area della Villa di Domiziano e su questi edificarono la loro nuova villa. Anche sotto il Pontificato di Alessandro VII prosegue consistente l’ attivati edilizia attraverso l'ampliamento nel 1660 sia del Palazzo Pontifico che delle mura esterne. In questo periodo Bernini progettò la Chiesa di San Tommaso di Villanova e la piazza antistante il Palazzo Pontificio. A partire dall'inizio del secolo XVIII il nucleo abitato si ampliò considerevolmente poiché Castelgandolfo fu luogo di soggiorno di parecchie famiglie romane: è da ricordare Villa Torlonia che sorse su progetto di Valadier oppure la Villa del Cardinale Cybo. Dal periodo dell'invasione delle truppe francesi inizia una fase di lento degrado dell'abitato e soprattutto delle proprietà della Santa Sede, che si accentua nel periodo compreso tra il 1870 ed il 1926, quando furono firmati i Patti Lateranensi, tra l'altro la Villa Barberini diviene di proprietà della Santa Sede. A partire dal Pontificato di Pio XI si avviano lavori di restauro sulle proprietà pontificie.

2)Per quel che riguarda la costruzione di nuove chiese e conventi non sono proprio sicuro che siano finanziati dalle sole regioni.

3)Per accusare eventuali corrispondenze tra malavita e Vaticano porta degli argomenti più solidi di semplici illazioni, ma non entro nel merito c'è un organo indipendente e ufficiale in Italia che si chiama magistratura.

giulio76
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1440
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 19.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il vaticano ridistrubuisce la richezza che possiede o no ?

Messaggio Da Ospite il Mer 31 Dic - 12:16

...
A me, quello che fa inc***are di più, a dirla tutta, caro Giulio, è che ammetti candidamente di non aver nemmeno letto tutto il post d'apertura e le relative risposte.
Questo è l'atteggiamento tipico di chi vuol pararsi il c**o e nello stesso tempo giustificare certe enormità: è un atteggiamento PRECONCETTO, quindi!!!
Allora, se permetti, LEGGITI prima tutto il 3D, anche laddove si denuncia COME e QUANDO il vaticano sostenga QUALI spese, con CHE mezzi lo faccia, a CHI vadano gli utili, CHI debba sostenerne gli oneri... e poi, alla fine -non prima!- dì la tua!
Guarda che mi sono scocciato di ripetere SEMPRE gli stessi concetti, mio caro: la difesa d'ufficio valla a fare da un'altra parte! Qui puoi solo portare fatti, non chiacchiere, è chiaro? Cerca di capire alla svelta, perché ormai i tempi sono maturi!...
...

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Il vaticano ridistrubuisce la richezza che possiede o no ?

Messaggio Da Guin il Mer 31 Dic - 12:19

giulio76 ha scritto:1)Castel Gandolfo è stata costruita con i soldi dell'8x1000 non mi pare:

Ed infatti non ho detto che Castelgandolfo è stata costruita con l’8X1000, ti ho solo dimostrato che il papa ha delle ville lussuosissime, e chissà con quali soldi le mantiene? Oh a proposito ora che mi ricordo, dovrebbe avere anche una residenza invernale in Valle D’Aosta, e siamo già a 2.

giulio76 ha scritto:2)Per quel che riguarda la costruzione di nuove chiese e conventi non sono proprio sicuro che siano finanziati dalle sole regioni.

Non so per quanto riguarda la costruzione delle chiese nuove, ma per il restauro e il mantenimento di quelle vecchie se ne occupa il ministero dei beni culturali, in quanto si tratta di patrimonio storico culturale, anche se poi si tratta di possedimenti della chiesa.

giulio76 ha scritto:3)Per accusare eventuali corrispondenze tra malavita e Vaticano porta degli argomenti più solidi di semplici illazioni, ma non entro nel merito c'è un organo indipendente e ufficiale in Italia che si chiama magistratura.

Dai suvvia Giulio, non farmi perdere tempo a fare ricerche che poi ci fai una figuraccia. Sai benissimo quanto me che il vaticano e alcuni suoi membri hanno ben più di uno scheletro nell’armadio, è che purtroppo in Italia vige la regola “Scherza con i fanti ma lascia stare i santi”.

Guin
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 958
Località : Asgard
Occupazione/Hobby : Fancazzista
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 30.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il vaticano ridistrubuisce la richezza che possiede o no ?

Messaggio Da *Valerio* il Mer 31 Dic - 13:31

Mah,mi sono sempre chiesto come il vaticano potesse conciliare la tanto predicata etica della moderazione se non della mortificazione, con l'evidente contraddizzione che si evidenzia nell'opulenza delle sue proprieta' immobiliari,negli arredi e nei tesori.
Come si suol dire predicare bene e razzolare male.

Vabbe' dai niente di nuovo! Aggiungo solo che (per chi come me l'ha scoperto da poco) tra le innumerevoli entrate dei panciapiena esiste anche il cosiddetto "obolo di s.pietro",che nel 2002 ha raccolto la bellezza di 52.836.693,50 dollari.
FONTE http://beta.vita.it/news/view/28049/

*Valerio*
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6950
Età : 43
Località : Bologna
Occupazione/Hobby : Pc-barbecue-divano-gnocca
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 15.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il vaticano ridistrubuisce la richezza che possiede o no ?

Messaggio Da davide il Mer 31 Dic - 17:24

giulio76 ha scritto:Leggo qui un bel post sui soldi incassati dal Vaticano, io vorrei capire una cosa. Ammettiamo che al Vaticano entrino quei buon 9-10 mld all'anno come scritto (corregetemi se sbaglio ma non ho letto tutto), che uso ne fa il Vaticano di questo denaro? Prima di tutto non penso che li spenda per costruire ordigni bellici (non ho mai visto un caccia bombardiere con il logo del papa), forse in donne e festini? non ho mai visto il papa fare vita mondana, almeno in tunica bianca. Forse li spende per comprare della cocaina e rivenderla alla malavita? farebbe affari d'oro. Un altra domanda mi sorge spontanea, chi usufruisce di questo patrimonio, voglio dire se il papa è il re dell'impero Vaticano, sarà lui che si dovrebbe comprare mega ferrari e ville di lusso, tipo in Sardegna. Non mi pare che il papa giri in ferrari o abbia ville lussuose.
Forse la maggior parte dei soldi va ridistribuita ai tutti preti italiani che sono normalmente stipendiati (circa 1000 euro al mese), e sono tanti i sacerdoti che svolgono attività in italia, si potrebbe discutere se tutti fanno bene il loro lavoro, ma si sa ci sono i dottori bravi e quelli fannulloni. E una parte viene finanziato per le missioni estere e le missioni costano tanto. Una parte viene utilizzato per costruire o restaurare nuove chiese, così quando lo straniero viene a visitare l'italia oltre a lasciare i piccioli al Vaticano li lascia anche agli italiani. Ricordo che 8x1000 alla chiesa cattolica non è obligatorio.
Mi sono un po' stufato di risponderti. Non ti curi nemmeno di leggere i post prima di replicare, dimostrando che lo fai per partito preso e basta. Vuoi sapere come il vaticano (tramite la CEI) impiega l'8x1000? Leggiti "la Questua" di Curzio Maltese: lì viene spiegato tutto, utilizzando solo ed esclusivamente i dati forniti dal vaticano stesso. Altri credenti con cui ho parlato, una volta mostratigli QUEI dati, si sono indignati per l'uso che la chiesa ne fa (e ti assicuro che non sono anticlericali).
Infine, ti sei reso ridicolo per l'ennesima volta, difendendo lo "stile di vita" dei maggiorenti vaticani, quando è chiaro a tutti che il lusso e lo sfarzo sono l'ultima cosa che manca, al di là del Tevere.
Pischello ti ha già avvisato, occhio perchè questo tuo comportamento non arricchisce il dibattito qui dentro, date le premesse. Mi sembra chiaro che se non cambi atteggiamento avrai vita breve qui.

davide
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11205
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 14.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il vaticano ridistrubuisce la richezza che possiede o no ?

Messaggio Da guitargeo il Mar 13 Gen - 23:43

giulio76 ha scritto:
3)Per accusare eventuali corrispondenze tra malavita e Vaticano porta degli argomenti più solidi di semplici illazioni, ma non entro nel merito c'è un organo indipendente e ufficiale in Italia che si chiama magistratura.

Vuoi un argomento solidissimo???? Bene, basta chiedere, eccoti subito servito:
Informati su quale benefattore è tuttora sepolto dentro la Basilica di Sant'Apollinare in Roma.....................
Poi facci sapere!

guitargeo
-------------
-------------

Numero di messaggi : 64
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 19.12.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il vaticano ridistrubuisce la richezza che possiede o no ?

Messaggio Da SlyK il Mer 14 Gen - 1:08

Loki ha scritto:
giulio76 ha scritto:2)Per quel che riguarda la costruzione di nuove chiese e conventi non sono proprio sicuro che siano finanziati dalle sole regioni.

Non so per quanto riguarda la costruzione delle chiese nuove, ma per il restauro e il mantenimento di quelle vecchie se ne occupa il ministero dei beni culturali, in quanto si tratta di patrimonio storico culturale, anche se poi si tratta di possedimenti della chiesa.
La scusa ufficiale è che "i luoghi di culto vanno restaurati perché contengono opere d'arte". Peccato che il restauro è finanziato in toto dallo Stato, mentre i proventi delle entrate del turismo vengono divisi tra Chiesa e Stato; inoltre, ci tengo a ricordare che l'utilizzo materiale dell'edificio è spesso limitato al solo culto, rendendo di fatto l'utilizzo dell'edificio un monopolio della Chiesa.

Loki ha scritto:
giulio76 ha scritto:3)Per accusare eventuali corrispondenze tra malavita e Vaticano porta degli argomenti più solidi di semplici illazioni, ma non entro nel merito c'è un organo indipendente e ufficiale in Italia che si chiama magistratura.

Dai suvvia Giulio, non farmi perdere tempo a fare ricerche che poi ci fai una figuraccia. Sai benissimo quanto me che il vaticano e alcuni suoi membri hanno ben più di uno scheletro nell’armadio, è che purtroppo in Italia vige la regola “Scherza con i fanti ma lascia stare i santi”.
Mah, ricordiamo, tanto per iniziare, la questione dei preti pedofili, che nel 2006 ha pesato economicamente una cifra pari a 600milioni di dollari in risarcimenti alle vittime statunitensi. In più, pochi mesi fa (mi pare a ottobre) la Corte di Giustizia di Austin ha riaperto il caso che vedeva Ratzinger come imputato per aver coperto la fuga di alcuni preti pedofili, dirigendoli al Vaticano; dico "riaperto", perché il caso era stato archiviato quando, da Prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede (il Sant'Uffizio), Ratzinger diventò Papa, e Bush firmò l'atto di immunità diplomatica per capo di stato estero.
Continuo citando Wikipedia:
Nel 1993, negli anni di Tangentopoli, il giudice Borrelli del pool di Mani pulite appurò il transito nelle casse dello IOR di 108 miliardi di lire in certificati del Tesoro destinati a quello che fu conosciuto come scandalo Enimont. Anche in questo caso l'extraterritorialità assicurò l'impunità del presidente dello IOR Angelo Caloia.
Il 10 luglio 2007, uno dei "furbetti del quartierino" Giampiero Fiorani rivelò ai magistrati milanesi la presenza, nella BSI svizzera, di tre conti della Santa Sede da «due o tre miliardi di euro» e di aver versato in nero nelle casse dell'APSA (la Banca centrale vaticana) oltre 15 milioni di euro.
Lo scandalo più recente è quello di Calciopoli, in quanto è risultato ai magistrati che i fondi neri della Gea World di Alessandro Moggi sarebbero depositati allo IOR, così come altri 150 milioni di euro circa, frutto delle intermediazioni calcistiche del padre, Luciano Moggi.

Bastano come "eventuali corrispondenze" tra Vaticano e malavita?

SlyK
------------
------------

Maschile Numero di messaggi : 30
Età : 27
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 11.01.09

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum