Sulla Dichiarazione dei Diritti dell'Uomo

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Sulla Dichiarazione dei Diritti dell'Uomo

Messaggio Da Ospite il Gio 11 Dic - 9:11

...
Riporto, come faccio spesso, un titolo dall'ANSA di oggi:


» 2008-12-11 08:25
PAPA: DIRITTI UMANI FRAGILI SE NON FONDATI SU DIO

ROMA - Nel giorno del sessantesimo anniversario della Dichiarazione universale dei diritti umani, adottata dall'Assemblea Generale dell'Onu il 10 dicembre 1948, un leit motiv ha caratterizzato le tante celebrazioni e iniziative svoltesi in Italia: quanto finora fatto non è abbastanza; le violazioni sono ancora tante ed ovunque.

Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano...
[...]
Papa Benedetto XVI ha detto che i diritti umani vanno promossi ma anche ridefiniti ed ha chiesto che si intensifichi lo sforzo per garantirne il rispetto."I diritti umani sono fragili se non sono fondati su Dio" ha rilevato il Papa, secondo il quale "un lungo cammino è stato già percorso, ma ne resta ancora un lungo tratto da completare", perché a "centinaia di milioni di persone" non sono ancora garantite "vita, libertà, sicurezza", non sempre "é rispettata l'uguaglianza tra tutti, né la dignità di ciascuno, mentre nuove barriere sono innalzate per motivi legati alla razza, alla religione, alle opinioni politiche o ad altre convinzioni".

Il pontefice ha parlato durante l'incontro in Vaticano per celebrare la ricorrenza, concluso da un concerto cui ha assistito il capo dello stato Napolitano...

...
A parte la solita stonata e tardiva rivendicazione sui contenuti di tale documento -che secondo il Papa va correlato e riferito ai valori religiosi del cristianesimo-, nel far ipocritamente sua la campagna promossa dall'ONU, come se fosse una sua precisa emanazione politica e morale, sua santità "dimentica" che proprio il Vaticano è stato uno dei Paesi NON firmatari del documento!...
I "perché" di questa miope decisione sono da riferirsi, probabilmente, al fatto solito che non si è fatto riferimento alla religione cristiana, o -cosa assai più grave!- che ci si sia riferiti invece allo spauracchio di sempre nei confronti della Santa Sede: il retaggio ormai incancellabile della Rivoluzione Francese.
Rivoluzione che per prima sancì ufficialmente quei valori morali, politici, filosofici e di diritto civile tanto invisi alla visione della Chiesa e dei papi di tutti i tempi!...
Sono gli stessi "valori" che -opportunamente aggiornati e riqualificati- sono anche serviti di riferimento alla Carta dei Diritti Fondamentali dell'Unione Europea (vedi anche: Wikipedia, su Dichiarazione Universale dei Diritti dell'Uomo).
E poteva il Vaticano avallare proprio quei documenti ufficiali dei tanti stati che se ne infischiano delle ipocrite prese di posizione di quella prepotente espressione di Chiesa prevaricatrice di popoli?... di coercitiva oppressione millenaria di quegli stessi popoli?...
Poteva accettare di sottoscrivere un documento che riconosceva indirettamente il venefico e controproducente operato della religione cristiana nei confronti delle masse plagiate?
Poteva riconoscere la legittimità di quelle masse di rivoltosi che mandarono alla ghigliottina un immenso stuolo di togati mangiapane a tradimento?... di servi corrotti dei potenti?... di tronfi e blateranti razzolatori?
Certo che no.
Però, come al solito -e a tempo ormai scaduto!-, ecco la solita Chiesa mistificatrice ed ipocrita farsi avanti, a reclamare un ruolo che da sé stessa si è preclusa, a sventolare ai quattroventi -come fosse una sua emanazione!- quello che lei stessa non ha voluto condividere e che ha sempre ostacolato!
"...Un lungo cammino è stato già percorso..." Grazie, Santità, ma continueremo da soli a fare il tratto che ancora manca, e senza il suo aiuto, possibilmente!...
...


Ultima modifica di pischello il Gio 11 Dic - 10:51, modificato 1 volta

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Sulla Dichiarazione dei Diritti dell'Uomo

Messaggio Da Libero il Gio 11 Dic - 10:21

E' incredibile, almeno avessero l' onestà di ammettere un loro errore,uno solo, li guarderei sicuramente in modo diverso. In ogni caso, la storia è scritta sui libri, possono mistificare quello che vogliono, i fatti rimangono fatti. ok

Libero
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 168
Età : 38
Località : Livorno
SCALA DI DAWKINS :
67 / 7067 / 70

Data d'iscrizione : 17.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sulla Dichiarazione dei Diritti dell'Uomo

Messaggio Da Ratio il Ven 12 Dic - 16:30

Libero ha scritto:E' incredibile, almeno avessero l' onestà di ammettere un loro errore,uno solo, li guarderei sicuramente in modo diverso. In ogni caso, la storia è scritta sui libri, possono mistificare quello che vogliono, i fatti rimangono fatti. ok

Forse, dico forse, l'unico ad ammettere alcuni errori, più o meno velatamente, è stato Woytila.
Morto lui....è ripreso il solito can-can.....

Ratio
------------
------------

Maschile Numero di messaggi : 32
SCALA DI DAWKINS :
36 / 7036 / 70

Data d'iscrizione : 28.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sulla Dichiarazione dei Diritti dell'Uomo

Messaggio Da Helgi il Lun 15 Dic - 22:35

[quote="Ratio
Forse, dico forse, l'unico ad ammettere alcuni errori, più o meno velatamente, è stato Woytila.
Morto lui....è ripreso il solito can-can.....[/quote]

Forse. Ma per me l' ammissione di quegli errori é stata solo carità pelosa. Ammettessero gli errori del nostro tempo, non solo quelli de bei temp andati. Ma non c'é da sperarci.

Helgi
-------------
-------------

Numero di messaggi : 125
Età : 38
Località : Catania
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 07.12.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sulla Dichiarazione dei Diritti dell'Uomo

Messaggio Da Ospite il Mar 16 Dic - 10:09

Helgi ha scritto:[quote="Ratio
Forse, dico forse, l'unico ad ammettere alcuni errori, più o meno velatamente, è stato Woytila.
Morto lui....è ripreso il solito can-can....
.

Forse. Ma per me l' ammissione di quegli errori é stata solo carità pelosa. Ammettessero gli errori del nostro tempo, non solo quelli de bei temp andati. Ma non c'é da sperarci.[/quote]
...
Sono perfettamente daccordo con Helgi.
A parte la forte personalità di Wojtyla, per cui tutte le sue iniziative sembravano più pesanti e ponderate (vi ho già detto che io l'ho conosciuto personalmente, mi pare...) la sostanza resta però sempre la stessa: se qualche "svista" è stata fatta, dalla Chiesa, è sempre stato fatto per più lungimiranti motivi e -magari- se ne possono riconoscere le "sbavature" (eh eh...) solo con molta parsimonia e quando ormai gli avvenimenti hanno reso anacronistico parlare ancora di certe tematiche...
Mai che la Chiesa o i papi abbiano saputo prendere il toro per le corna!
...

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Sulla Dichiarazione dei Diritti dell'Uomo

Messaggio Da senofane il Mer 17 Dic - 21:57

certo che qui di sicuro non siete marxisti...
perché mai il vaticano doveva riconoscere una carta che è la summa dell'ideologia borghese?

senofane
------------
------------

Numero di messaggi : 45
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 17.12.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sulla Dichiarazione dei Diritti dell'Uomo

Messaggio Da Ospite il Mer 17 Dic - 22:32

senofane ha scritto:certo che qui di sicuro non siete marxisti...
perché mai il vaticano doveva riconoscere una carta che è la summa dell'ideologia borghese?
...
Nessuno dice infatti che questo forum sia marxista.
Tra di noi ci sono rappresentanti di tutte le ideologìe politiche e filosofiche.
L'unico riferimento più consistente è quello dell'essere alquanto... atei. mgreen Come si evince dal nome del forum... evillll
La Carta dei Diritti dell'Uomo per te è solo una summa dell'ideologìa borghese? Va bene. Ognuno ha i suoi punti di vista...
...

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Sulla Dichiarazione dei Diritti dell'Uomo

Messaggio Da davide il Mer 17 Dic - 23:15

senofane ha scritto:certo che qui di sicuro non siete marxisti...
perché mai il vaticano doveva riconoscere una carta che è la summa dell'ideologia borghese?
E perchè mai qui dovremmo essere tutti marxisti o fascisti o che so io?? ehhhhhhh??

davide
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11205
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 14.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sulla Dichiarazione dei Diritti dell'Uomo

Messaggio Da senofane il Gio 18 Dic - 10:33

no, ero ironico. dicevo che se c'era qualche marxista d'altri tempi avrebbe certo condiviso la posizione del papa...

senofane
------------
------------

Numero di messaggi : 45
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 17.12.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sulla Dichiarazione dei Diritti dell'Uomo

Messaggio Da senofane il Gio 18 Dic - 10:36

pischello ha scritto:La Carta dei Diritti dell'Uomo per te è [i]solo una summa dell'ideologìa borghese? Va bene. Ognuno ha i suoi punti di vista...
...

per me ma anche per il 90% di storici, filosofi, ecc., anche non di sinistra. insomma, pensavo che questo fosse acquisito...

senofane
------------
------------

Numero di messaggi : 45
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 17.12.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sulla Dichiarazione dei Diritti dell'Uomo

Messaggio Da Ospite il Gio 18 Dic - 11:53

senofone ha scritto:
per me ma anche per il 90% di storici, filosofi, ecc., anche non di sinistra. insomma, pensavo che questo fosse acquisito...
...
Questa... statistica l'hai letta da qualche parte?
Io ci starei un po' più attento con le esemplificazioni a tutti i costi...
...

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Sulla Dichiarazione dei Diritti dell'Uomo

Messaggio Da senofane il Gio 18 Dic - 22:55

vabbé come vuoi non è ideologia borghese. sarà ideologia di qualche altra cosa, ma non borghese. che poi non capisco perché un borghese debba offendersi se gli si dice che è borghese...
se poi il problema è l'universalità, da buon ateo dovresti sapere che non c'è nulla di universale su questa terra

senofane
------------
------------

Numero di messaggi : 45
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 17.12.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sulla Dichiarazione dei Diritti dell'Uomo

Messaggio Da lordtom24 il Ven 19 Dic - 2:07

Solo uno studioso marxista definirebbe un'ideologia in base ad una classe sociale. E non sono il 90%...

lordtom24
-------------
-------------

Numero di messaggi : 593
SCALA DI DAWKINS :
35 / 7035 / 70

Data d'iscrizione : 26.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sulla Dichiarazione dei Diritti dell'Uomo

Messaggio Da Ospite il Ven 19 Dic - 8:09

ERRI8013 ha scritto:
senofane ha scritto:...
vabbé come vuoi non è ideologia borghese. sarà ideologia di qualche altra cosa, ma non borghese. che poi non capisco perché un borghese debba offendersi se gli si dice che è borghese...
se poi il problema è l'universalità, da buon ateo dovresti sapere che non c'è nulla di universale su questa terra

Ripeto, le provocazioni possono essere interessanti e intelligenti, le tue risultano banali e ridicole.
...
Quoto.
...

lordtom24 ha scritto:
Solo uno studioso marxista definirebbe un'ideologia in base ad una classe sociale. E non sono il 90%...
Chi è più stolto?
Colui che afferma cretinate o colui che aggiunge stupidaggini alle cretinate?
...

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Sulla Dichiarazione dei Diritti dell'Uomo

Messaggio Da senofane il Ven 19 Dic - 10:43

[quote="ERRI8013"]
senofane ha scritto:(...) dicevo che se c'era qualche marxista d'altri tempi avrebbe certo condiviso la posizione del papa...
Certo! Come no! Un marxista avrebbe di certo appoggiato una posizione come quella del Papa:

Papa ha scritto:I diritti umani sono fragili se non sono fondati su Dio"


La posizione sarebbe stata la stessa, le ragioni differenti. Il papa non nega i diritti umani come tali, ma solo in quanto si vuol togliere loro il fondamento religioso. Il marxista invece li nega (o almeno dovrebbe) in quanto prodotto dell'ideologia borghese funzionale alla schiavitù delle masse proletarie (che bisogna tener buona con belle dichiarazioni e poi sfruttare a più non posso)

senofane
------------
------------

Numero di messaggi : 45
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 17.12.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sulla Dichiarazione dei Diritti dell'Uomo

Messaggio Da perfinstals il Lun 29 Dic - 16:46

io ho un pregiudizio ... quando sento parlare un credente so per certo che non sta descrivendo un' evento a cui i cinque sensi sono stati testimoni e cerca di riportare quei 5 sensi e anche il sentimento va ...non descrive ma usa la parola un poco come si fa con il cane a cui dice a cuccia,con ciò voglio dire che serve per far avere una reazione magari aspettata ad altrui come fosse uno strumento e poi tutto il resto non è osservazioni ma rappresentazioni ,ogni cosa può rappresentare se non un segno di dio un'opportunità e nel caso il diritto umano può rappresentare dio ,ma sarebbe meglio che nella chiesa vi fosse più diritto per ugual pensiero,
... ora potente anche non seguire il filo dl discorso ma ricordate questo :
sarebbe meglio che nella chiesa vi fosse più diritto ,criterio e meno opportunismo !
avatar
perfinstals
------------
------------

Maschile Numero di messaggi : 36
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 16.11.08

http://digilander.libero.it/Perfinstals/

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum