Miracoli

Pagina 15 di 17 Precedente  1 ... 9 ... 14, 15, 16, 17  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Miracoli

Messaggio Da Armok il Dom 22 Nov - 1:44

Del treno magari si capisce ad occhio anche se non ne hai mai visto uno, ma sono sicuro che gli Aztechi prima di vedere il primo fucile sparare erano abbastanza scettici sulle potenzialità di quei strani cilindri cavi senza punta, se capisci cosa intendo.


Anche dopo che il primo guerriero azteco è crollato a terra con un cratere nel petto zampillando sangue? :/


 Non per altro, ma non ho visto grosse discussioni ultimamente sull'argomento religione/ateismo, mi sembra che l'ambiente sia piuttosto stabilito e consolidato.

Domani, se l'influenza novembrina che mi ha ridotto ai minimi termini non mi uccide nottetempo, penso che aprirò un topic sulla questione "potevano gli apostoli mentire sulla resurrezione". Così ci divertiamo un po'. Io sicuramente.
avatar
Armok
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 610
Età : 31
Località : Veneto
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 27.06.15

Tornare in alto Andare in basso

Re: Miracoli

Messaggio Da Justine il Dom 22 Nov - 5:35

Secondo me, ragazzi, a voler prescindere da volate filosofiche di qualsivoglia consistenza, Aetius sta esprimendo un principio abbastanza corretto, se ne ho inteso bene le basi.

Sostanzialmente, quello che sta cercando di dire è che a volte anche l'ovvio (empiricamente testabile, in grado di eliminare ogni prova contraria all'evidenza semplicemente con un test diretto) necessita di essere sperimentato.

Un esempio? Il bambino che non capisce che il fuoco scotta, non prima di aver visto coetanei o un adulto urlare o piangere dopo essersi beccati la fiamma addosso. Per quel che ne sappiamo, nella sua tenera mente "fuoco" potrebbe essere associato, prima dell'onere della prova, a uno "spiritello magico" (e qui iniziano le prime attinenze con le religioni) che una volta toccato ti rivela altro.

Poi il bambino se lo becca in mano o in faccia, e per il resto della vita (salvo traumi cerebrali successivi) è avvertito: fuoco = dolore, ustione. Nondimeno, ci sono bambini che continuano a giocar col fuoco (anche in senso figurato) dopo questo avvertimento, ma qui scivoliamo in altre considerazioni.

Probabilmente quello che intendeva dire è che l'associazione tra pericolosità o innocenza di qualcosa a volte viene fatta a posteriori; e ciò che alla nostra età pare ovvio non necessitare di spiegazioni perché sta proprio alla luce del sole, prima non lo era: abbiamo anche noi dovuto fare le nostre prove per capire che qualcosa è doloroso, ad esempio.

La concezione del mondo che ricaviamo qui sul pianeta Terra è sicuramente diversa da quella che potremmo avere trovandoci su un pianeta in cui la gravità permette alle rocce, invece di caderci in testa, di galleggiare in aria. Anche le cose più ovvie hanno a volte bisogno di sperimentazioni per essere capite, penso volesse intendere questo, anche al netto di Hume e quant'altro...

_________________
Smettetela di bistrattare e misinterpretare la Scienza per fingere di dare plausibilità alle vostre troiate
Grazie
avatar
Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15568
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Miracoli

Messaggio Da paolo1951 il Dom 22 Nov - 11:57

Armok ha scritto:A dispetto di quanto può pensare, sostenere e scrivere Hume, la quasi totalità delle persone traccia istintivamente e con assoluta certezza la correlazione tra l'essere investito da un treno in corsa e il ritrovarsi a terra ridotti a un mucchio di frattaglie - e cerca di non trovarsi sui binari mentre passa.

Sono pippe epistemologicontologiche come queste che mi hanno indotto ad abbandonare schifato la facoltà di filosofia.
Forse hai abbandonato troppo presto la facoltà di filosofia... se ne sapresti che Hume era perfettamente d'accordo con questa tua affermazione.
Ma appunto perché c'è moltissima gente investita dai treni, mentre sono relativamente pochi i miracolati e molto meno ancora i casi in cui i miracoli non sono palesemente bufale.
avatar
paolo1951
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 5278
Età : 66
Località : Ovada (AL)
Occupazione/Hobby : imprenditore/viaggi, storia, filosofia, subacquea, fotografia
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 09.12.08

http://www.benazzo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Miracoli

Messaggio Da Rasputin il Dom 22 Nov - 12:23

Jus tu - o anche gli aztechi se per questo - avete dovuto fare delle prove per sapere che saltando da un precipizio o, rispettivamente, dal sesto piano, ci si sfracella?
No perché qui ormai siamo all'assurdo

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 50524
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Miracoli

Messaggio Da Justine il Dom 22 Nov - 12:29

Ci sono stati casi di bambini che per emulare i Pokemon si sono lanciati dalla finestra senza remore:

http://archiviostorico.corriere.it/2000/ottobre/10/Giu_dal_balcone_per_imitare_co_0_0010103996.shtml

evidentemente per sapere certe cose è necessario apprendere da altre fonti che ci si fa male, per esperienza diretta o indiretta.

Inoltre il mondo è governato dai bias innati del cervello, per la massima parte... Purtroppo come sappiamo è una macchina tutt'altro che perfetta

_________________
Smettetela di bistrattare e misinterpretare la Scienza per fingere di dare plausibilità alle vostre troiate
Grazie
avatar
Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15568
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Miracoli

Messaggio Da Justine il Dom 22 Nov - 12:32

Per quanto riguarda gli adulti, tutt'altro che immuni a certi meccanismi, c'è il sempre valido

http://www.darwinawards.com/

_________________
Smettetela di bistrattare e misinterpretare la Scienza per fingere di dare plausibilità alle vostre troiate
Grazie
avatar
Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15568
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Miracoli

Messaggio Da SpaceGodzilla il Dom 22 Nov - 13:18

Tornando in simil tema, visto che ne sapete di più a merito, sapreste dare qualche confuta questo articolo a favore della Nuova Merd-icina Germanica? https://blogtre.wordpress.com/2013/01/08/dr-hamer-la-disinformazione-di-wikipedia/
Già il fatto che negli "studi" linkati esso valga al 100% quando poi per altri casi di cancro, dove dovrebbe funzionare a dovere, questa cura viene sputtanata, è qualcosa di no-sense.
avatar
SpaceGodzilla
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 271
Età : 19
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 09.07.15

Tornare in alto Andare in basso

Re: Miracoli

Messaggio Da Justine il Dom 22 Nov - 13:24

In un blog in cui erroneamente si citano già biologia e psicologia come soluti non miscibili (quando lo sono perfettamente per ovvie ragioni d'influenza della prima sulla seconda), cosa dobbiamo confutare...? ._. Mi pare che lo scoperchiamento avvenga da sé

_________________
Smettetela di bistrattare e misinterpretare la Scienza per fingere di dare plausibilità alle vostre troiate
Grazie
avatar
Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15568
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Miracoli

Messaggio Da SpaceGodzilla il Dom 22 Nov - 13:27

Justine ha scritto:In un blog in cui erroneamente si citano già biologia e psicologia come soluti non miscibili (quando lo sono perfettamente per ovvie ragioni d'influenza della prima sulla seconda), cosa dobbiamo confutare...? ._. Mi pare che lo scoperchiamento avvenga da sé
Dico anche riguardo agli studi che confermerebbero la NMG: su DossierHamer ho letto che già uno di essi non abbia valore.
avatar
SpaceGodzilla
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 271
Età : 19
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 09.07.15

Tornare in alto Andare in basso

Re: Miracoli

Messaggio Da Rasputin il Dom 22 Nov - 16:15

Aetius ha scritto:
Rasputin ha scritto:
Aetius ha scritto:
Armok ha scritto:A dispetto di quanto può pensare, sostenere e scrivere Hume, la quasi totalità delle persone traccia istintivamente e con assoluta certezza la correlazione tra l'essere investito da un treno in corsa e il ritrovarsi a terra ridotti a un mucchio di frattaglie - e cerca di non trovarsi sui binari mentre passa.

Sono pippe epistemologicontologiche come queste che mi hanno indotto ad abbandonare schifato la facoltà di filosofia.
Statisticamente parlando la quasi totalità delle persone crede in dio, non mi pare che questo sia un buon argomento per la sua esistenza, no? Trattasi di argumentum ad populum.
Scartare un gigante come Hume perché suona da pippaiolo(opinione personale) non è molto diverso da un credente che scarta la scienza quando non è propriamente allineata alla sua visione prestabilita dalla bibbia.

Statisticamente parlando, la maggioranza delle persone che finisce sotto un treno finisce in frattaglie, non è che credono di finirci.

La tua disonestà mi pare evidente e Hume te lo puoi infilare nel culo di traverso.
Omino di paglia, metti il carro davanti ai buoi. Ciò che è in discussione è l'esistenza oggettiva del meccanismo causale per il cui una persona decide o meno, a priori, di buttarsi sotto un treno. Non l'esistenza di persone sfracellate sotto i treni.

Completamente fuori strada. In discussione (Se di discussione si può parlare, anziché di ovvietà) è il grassettato.

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 50524
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Miracoli

Messaggio Da Rasputin il Dom 22 Nov - 16:24

Justine ha scritto:Ci sono stati casi di bambini che per emulare i Pokemon si sono lanciati dalla finestra senza remore:

http://archiviostorico.corriere.it/2000/ottobre/10/Giu_dal_balcone_per_imitare_co_0_0010103996.shtml

evidentemente per sapere certe cose è necessario apprendere da altre fonti che ci si fa male, per esperienza diretta o indiretta.

Inoltre il mondo è governato dai bias innati del cervello, per la massima parte... Purtroppo come sappiamo è una macchina tutt'altro che perfetta

Justine ha scritto:Per quanto riguarda gli adulti, tutt'altro che immuni a certi meccanismi, c'è il sempre valido

http://www.darwinawards.com/

Ma certo, però mi pare scorretto attacarsi a casi isolati per sostenere l'insostenibile. Una cosa è "...dire che a volte anche l'ovvio (empiricamente testabile, in grado di eliminare ogni prova contraria all'evidenza semplicemente con un test diretto) necessita di essere sperimentato", un'altra è paragonare il bambino ed il fuoco (E comunque son certo che esistono adulti i quali non si sono mai scottati, nemmeno da bambini) col finire sotto un treno.

Su dai

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 50524
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Miracoli

Messaggio Da Aetius il Dom 22 Nov - 16:38

Rasputin ha scritto:
Aetius ha scritto:
Rasputin ha scritto:
Aetius ha scritto:
Armok ha scritto:A dispetto di quanto può pensare, sostenere e scrivere Hume, la quasi totalità delle persone traccia istintivamente e con assoluta certezza la correlazione tra l'essere investito da un treno in corsa e il ritrovarsi a terra ridotti a un mucchio di frattaglie - e cerca di non trovarsi sui binari mentre passa.

Sono pippe epistemologicontologiche come queste che mi hanno indotto ad abbandonare schifato la facoltà di filosofia.
Statisticamente parlando la quasi totalità delle persone crede in dio, non mi pare che questo sia un buon argomento per la sua esistenza, no? Trattasi di argumentum ad populum.
Scartare un gigante come Hume perché suona da pippaiolo(opinione personale) non è molto diverso da un credente che scarta la scienza quando non è propriamente allineata alla sua visione prestabilita dalla bibbia.

Statisticamente parlando, la maggioranza delle persone che finisce sotto un treno finisce in frattaglie, non è che credono di finirci.

La tua disonestà mi pare evidente e Hume te lo puoi infilare nel culo di traverso.
Omino di paglia, metti il carro davanti ai buoi. Ciò che è in discussione è l'esistenza oggettiva del meccanismo causale per il cui una persona decide o meno, a priori, di buttarsi sotto un treno. Non l'esistenza di persone sfracellate sotto i treni.

Completamente fuori strada. In discussione (Se di discussione si può parlare, anziché di ovvietà) è il grassettato.
Ho già spiegato cosa è in discussione, e non è il grassettato, che è appunto un fatto.
Ciò che è in discussione è la giustificazione razionale per questo processo, il processo per cui associamo un a priori ad un a posteriori in base all'esperienza.
Che il nostro cervello animale tema istintivamente l'idea di mettersi davanti a grossi e pesanti oggetti che si muovono ad alta velocità non cambia le cose. Siccome siamo più che animali, potrebbe essere interessante indagare la relazione logica tra osservare un qualcosa ripetersi e dedurre che, poiché si è ripetuto(induzione), necessariamente si ripeterà in futuro.

Hai ragione che il treno può essere una cosa istintiva, così come un predatore che ti corre incontro, però gran parte delle cose più complesse che studiamo non ha meccanismi causali così istintivi(una persona nata e cresciuta in una caverna ci metterà qualche giorno o magari una settimana per iniziare a convincersi che il sole sorge sempre(induzione) ad est e tramonta sempre ad ovest).
E' logicamente giustificato questo processo? O lo diamo per buono perché, circolarmente, sembra che funzioni sempre?

P.S Mi sa che siamo OT da un bel pò. Rolling Eyes Rolling Eyes
avatar
Aetius
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 123
Località : Italia
SCALA DI DAWKINS :
50 / 7050 / 70

Data d'iscrizione : 15.11.15

Tornare in alto Andare in basso

Re: Miracoli

Messaggio Da Rasputin il Dom 22 Nov - 16:51

Sí e no. Se riesco a farti capire che

- non decidi tu che cosa è in discussione ma il corso della stessa

- esistono valori oggettivi oltre che soggettivi

rientriamo brillantemente IT wink..

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 50524
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Miracoli

Messaggio Da Justine il Dom 22 Nov - 17:10

Rasputin ha scritto:
Ma certo, però mi pare scorretto attacarsi a casi isolati per sostenere l'insostenibile. Una cosa è "...dire che a volte anche l'ovvio (empiricamente testabile, in grado di eliminare ogni prova contraria all'evidenza semplicemente con un test diretto) necessita di essere sperimentato", un'altra è paragonare il bambino ed il fuoco (E comunque son certo che esistono adulti i quali non si sono mai scottati, nemmeno da bambini) col finire sotto un treno.

Su dai

Sì, ma teniamo conto che di questi casi se ne sono verificati (e verificano, per rimpolpare le statistiche del tragicamente buffo) a fiotti, diffusamente in tutto il mondo, in modo da confermare l'universalità del fenomeno. Penso che il concetto relativo alla "fiamma scottante" non sia innato, magari alcuni possono essere più accorti fin da piccoli e prestare più attenzione perché più vispi e svegli nel percepire il calore fastidioso nelle prossimità, ma per l'appunto occorre aver avuto esperienza del fenomeno "fuoco" per categorizzarlo come quel che è per i nostri poveri recettori...
In quanto al treno, ce ne sono di bambini che sfuggono al controllo genitoriale e vanno deliberatamente a piazzarsi in mezzo a situazioni di portata simile... Anche svincoli stradali, volendo, ovunque ci siano possibilità di morire ammazzati, più o meno. Probabilmente, nella loro psiche, credono che i veicoli si fermeranno magicamente o non avranno possibilità alcuna di ridurli a piadine. Non sottovaluterei l'importanza dell'esperienza, o una maturazione delle percezioni, anche in questi casi
avatar
Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15568
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Miracoli

Messaggio Da Rasputin il Dom 22 Nov - 17:19

Justine ha scritto:
Rasputin ha scritto:
Ma certo, però mi pare scorretto attacarsi a casi isolati per sostenere l'insostenibile. Una cosa è "...dire che a volte anche l'ovvio (empiricamente testabile, in grado di eliminare ogni prova contraria all'evidenza semplicemente con un test diretto) necessita di essere sperimentato", un'altra è paragonare il bambino ed il fuoco (E comunque son certo che esistono adulti i quali non si sono mai scottati, nemmeno da bambini) col finire sotto un treno.

Su dai

Sì, ma teniamo conto che di questi casi se ne sono verificati (e verificano, per rimpolpare le statistiche del tragicamente buffo) a fiotti, diffusamente in tutto il mondo, in modo da confermare l'universalità del fenomeno. Penso che il concetto relativo alla "fiamma scottante" non sia innato, magari alcuni possono essere più accorti fin da piccoli e prestare più attenzione perché più vispi e svegli nel percepire il calore fastidioso nelle prossimità, ma per l'appunto occorre aver avuto esperienza del fenomeno "fuoco" per categorizzarlo come quel che è per i nostri poveri recettori...

Va bene, e se è per quello nemmeno il concetto di "Treno in arrivo a 140" è innato, ed il fatto che alcuni da piccoli non si scottino è molto probabilmente da ricondurre all'opera preventiva dei genitori più che all'accortezza del bambino, ma si era partiti da una questione di semplice logica (Forse male articolata), questa

http://atei.forumitalian.com/t1365p300-miracoli#350377

dalla quale è stata fatta arbitrariamente (O travisando) una questione di argomento ad populum.

Si parlava di correlazione causa>effetto più o meno arbitraria, causata da una domanda IT di un utente, questa e non di tutto il polpettone (Si genera sempre in presenza di filosofi) che ne è seguito.

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 50524
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Miracoli

Messaggio Da Aetius il Dom 22 Nov - 17:25

Rasputin ha scritto:Sí e no. Se riesco a farti capire che

- non decidi tu che cosa è in discussione ma il corso della stessa

- esistono valori oggettivi oltre che soggettivi

rientriamo brillantemente IT wink..
Bah, allora ci saremo capiti male. L'affermazione di Armok non è sbagliata di per se, semplicemente non rende ciò che racconta Hume meno valido. Buona parte delle persone, me compreso, funzionano nella vita di tutti i giorni senza doversi domandare se tutto ciò che fanno ha una giustificazione razionale fondamentale, si va per inerzia e per abitudine quando non si filosofizza.
Chiamale sterili pippe da nerd, però vedi che ad esempio, visto che il thread riguarda i miracoli, un credente potrebbe usare questa questione per giustificare la possibilità che i miracoli possano accadere, o, per dirla in termini di tacchino induttivo, che il loro dio ogni tanto possa cucinare il tacchino.
Della serie, potrebbe utilizzare il fallimento nel giustificare razionalmente l'induzione come un segno che questa possa non essere valida e che quindi, dopo tutto, cose che sembrano accadere o non accadere regolarmente possono non accadere o accadere.
avatar
Aetius
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 123
Località : Italia
SCALA DI DAWKINS :
50 / 7050 / 70

Data d'iscrizione : 15.11.15

Tornare in alto Andare in basso

Re: Miracoli

Messaggio Da Rasputin il Dom 22 Nov - 17:31

Aetius ha scritto:
Rasputin ha scritto:Sí e no. Se riesco a farti capire che

- non decidi tu che cosa è in discussione ma il corso della stessa

- esistono valori oggettivi oltre che soggettivi

rientriamo brillantemente IT wink..
Bah, allora ci saremo capiti male. L'affermazione di Armok non è sbagliata di per se, semplicemente non rende ciò che racconta Hume meno valido. Buona parte delle persone, me compreso, funzionano nella vita di tutti i giorni senza doversi domandare se tutto ciò che fanno ha una giustificazione razionale fondamentale, si va per inerzia e per abitudine quando non si filosofizza.
Chiamale sterili pippe da nerd, però vedi che ad esempio, visto che il thread riguarda i miracoli, un credente potrebbe usare questa questione per giustificare la possibilità che i miracoli possano accadere, o, per dirla in termini di tacchino induttivo, che il loro dio ogni tanto possa cucinare il tacchino.
Della serie, potrebbe utilizzare il fallimento nel giustificare razionalmente l'induzione come un segno che questa possa non essere valida e che quindi, dopo tutto, cose che sembrano accadere o non accadere regolarmente possono non accadere o accadere.

Continuo a capire poco, sarà limite mio, però se leggi qui sopra la mia risposta a Justine vedi da dove è partito il tutto, ossia che sempre quando qualcuno grida al miracolo o non sussiste l'evento o la causa viene arbitrariamente correlata.

Dissento fortemente con chiunque sostenga che "In fondo ogni correlazione è arbitraria",

http://atei.forumitalian.com/t1365p290-miracoli#350345

a me pare un sofisma scemo come quelli di Zenone...

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 50524
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Miracoli

Messaggio Da Aetius il Dom 22 Nov - 18:13

Rasputin ha scritto:
Aetius ha scritto:
Rasputin ha scritto:Sí e no. Se riesco a farti capire che

- non decidi tu che cosa è in discussione ma il corso della stessa

- esistono valori oggettivi oltre che soggettivi

rientriamo brillantemente IT wink..
Bah, allora ci saremo capiti male. L'affermazione di Armok non è sbagliata di per se, semplicemente non rende ciò che racconta Hume meno valido. Buona parte delle persone, me compreso, funzionano nella vita di tutti i giorni senza doversi domandare se tutto ciò che fanno ha una giustificazione razionale fondamentale, si va per inerzia e per abitudine quando non si filosofizza.
Chiamale sterili pippe da nerd, però vedi che ad esempio, visto che il thread riguarda i miracoli, un credente potrebbe usare questa questione per giustificare la possibilità che i miracoli possano accadere, o, per dirla in termini di tacchino induttivo, che il loro dio ogni tanto possa cucinare il tacchino.
Della serie, potrebbe utilizzare il fallimento nel giustificare razionalmente l'induzione come un segno che questa possa non essere valida e che quindi, dopo tutto, cose che sembrano accadere o non accadere regolarmente possono non accadere o accadere.

Continuo a capire poco, sarà limite mio, però se leggi qui sopra la mia risposta a Justine vedi da dove è partito il tutto, ossia che sempre quando qualcuno grida al miracolo o non sussiste l'evento o la causa viene arbitrariamente correlata.

Dissento fortemente con chiunque sostenga che "In fondo ogni correlazione è arbitraria",

http://atei.forumitalian.com/t1365p290-miracoli#350345

a me pare un sofisma scemo come quelli di Zenone...
Dissento fortemente con chiunque sostenga che "In fondo ogni correlazione è arbitraria",
"In fondo" penso sia la parola chiave. In pratica ci sono sì correlazioni "migliori" di altre, e la scienza in particolare ci aiuta a determinare quelle migliori, al punto da riuscire quasi effettivamente a prevedere il futuro, in quanto sì, l'universo sembra effettivamente funzionare con una certa regolarità quando analizzato precisamente.
Però, col rischio di ripetermi alla nausea, la questione è filosofica. Se non credi in dio il modello funziona in maniera piuttosto liscia in effetti, che io sappia la questione non ha ricadute pratiche, però un credente come ho detto sopra potrebbe magari usare la questione per giustificare un dio interventista.
"Conosci il tuo nemico" cit.
avatar
Aetius
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 123
Località : Italia
SCALA DI DAWKINS :
50 / 7050 / 70

Data d'iscrizione : 15.11.15

Tornare in alto Andare in basso

Re: Miracoli

Messaggio Da Rasputin il Dom 22 Nov - 18:22

Aetius ha scritto:
"In fondo" penso sia la parola chiave. In pratica ci sono sì correlazioni "migliori" di altre, e la scienza in particolare ci aiuta a determinare quelle migliori, al punto da riuscire quasi effettivamente a prevedere il futuro, in quanto sì, l'universo sembra effettivamente funzionare con una certa regolarità quando analizzato precisamente.
Però, col rischio di ripetermi alla nausea, la questione è filosofica. Se non credi in dio il modello funziona in maniera piuttosto liscia in effetti, che io sappia la questione non ha ricadute pratiche, però un credente come ho detto sopra potrebbe magari usare la questione per giustificare un dio interventista.
"Conosci il tuo nemico" cit.

Forse - dico forse - abbiamo ridotto la questione ai minimi termini.

Ho grassettato quanto su cui dissento, se hai voglia magari puoi argomentare, ma ti pregherei (Come avrai notato, sono abbastanza scottato da parolai pseudofilosofomaieuticisalcazz) di essere il più sintetico possibile...purtroppo su questi argomenti ho la pazienza corta

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 50524
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Miracoli

Messaggio Da Minsky il Dom 22 Nov - 18:32

L'obiezione che occorre essere investiti da un treno (o che qualcuno sia investito da un treno) per capire che l'impatto avrà esiti fatali è semplicemente assurda. La fisica classica predice in modo accurato gli effetti dell'investimento di una persona da parte di un treno in corsa, bastando come parametro la velocità del treno. Non c'è bisogno di invocare ulteriori livelli di approfondimento. Una persona o un animale è un essere biologico macroscopico, non è un elettrone che può attraversare una barriera di potenziale per effetto tunnel o un neutrino che può "bucare" un pianeta attraversandolo da parte a parte senza interagire con i suoi atomi. L'essere macroscopico obbedisce alle leggi della fisica classica, punto e basta. E le stesse leggi stabiliscono che i "miracoli" non sono possibili, senza bisogno di altre spiegazioni. Le pippe filosofiche stanno a zero al riguardo, teologia in primis.

_________________
avatar
Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 15453
Età : 63
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Miracoli

Messaggio Da Rasputin il Dom 22 Nov - 18:40

Minsky ha scritto:L'obiezione che occorre essere investiti da un treno (o che qualcuno sia investito da un treno) per capire che l'impatto avrà esiti fatali è semplicemente assurda. La fisica classica predice in modo accurato gli effetti dell'investimento di una persona da parte di un treno in corsa, bastando come parametro la velocità del treno. Non c'è bisogno di invocare ulteriori livelli di approfondimento. Una persona o un animale è un essere biologico macroscopico, non è un elettrone che può attraversare una barriera di potenziale per effetto tunnel o un neutrino che può "bucare" un pianeta attraversandolo da parte a parte senza interagire con i suoi atomi. L'essere macroscopico obbedisce alle leggi della fisica classica, punto e basta. E le stesse leggi stabiliscono che i "miracoli" non sono possibili, senza bisogno di altre spiegazioni. Le pippe filosofiche stanno a zero al riguardo, teologia in primis.

Dioboia ho già finito i verdi di oggi

comunque il punto secondo me è lo stesso delle discussioni coi credenti: la spostano su un altro piano.

Né un treno in corsa né un cazzo in culo hanno a che vedere con la filosofia.

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 50524
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Miracoli

Messaggio Da Aetius il Dom 22 Nov - 19:16

Minsky ha scritto:L'obiezione che occorre essere investiti da un treno (o che qualcuno sia investito da un treno) per capire che l'impatto avrà esiti fatali è semplicemente assurda. La fisica classica predice in modo accurato gli effetti dell'investimento di una persona da parte di un treno in corsa, bastando come parametro la velocità del treno. Non c'è bisogno di invocare ulteriori livelli di approfondimento. Una persona o un animale è un essere biologico macroscopico, non è un elettrone che può attraversare una barriera di potenziale per effetto tunnel o un neutrino che può "bucare" un pianeta attraversandolo da parte a parte senza interagire con i suoi atomi. L'essere macroscopico obbedisce alle leggi della fisica classica, punto e basta. E le stesse leggi stabiliscono che i "miracoli" non sono possibili, senza bisogno di altre spiegazioni. Le pippe filosofiche stanno a zero al riguardo, teologia in primis.
Ma la fisica classica stessa è fisica perché appunto alla verifica sperimentale non è mai stata falsificata nelle situazioni di tutti i giorni a livello macroscopico e a velocità comuni, perciò sposti semplicemente il problema dell'induzione alla fisica classica invece che alla verifica diretta tramite esperimento estremo.
Il problema rimane alla radice, hai semplicemente ridotto la questione in termini di costituenti più fondamentali, ovvero il comportamento di corpi generici sotto l'impatto generico di altri corpi.
Se la fisica classica tiene al prossimo esperimento, allora deduci gli effetti sul corpo nel caso particolare in cui quel corpo è una persona. Ma la tenuta della fisica classica al prossimo esperimento è basata essa stessa sull'induzione.
Il problema è fondamentale, lo si può ridurre nel dettaglio ma è parte integrante di ciò che la scienza può dirci.
E non è poco quello che ci dice, anzi, ai fini pratici l'effetto del possedere una teoria difficile da falsificare è enorme, e al di fuori dell'esperienza personale, trovo sia la strada pratica più opportuna per capire l'evolversi delle cose. Per questo alla fine sono ateo pure io in pratica.

Dunque anche per me, ateo, quando sento parlare di un miracolo, sono più spinto a ridurre il problema alle teorie scientifiche più accreditate e stabili. Ma una persona convinta che dio esiste, potrebbe effettivamente rifiutare l'induzione come universale, in quanto il suo dio, essendo di una certa potenza, potrebbe effettivamente intervenire e falsificare la scienza utilizzata per predire la prossima mossa dell'universo. Della serie, la meccanica classica tiene solitamente quando si tratta di situazioni non spirituali, però quando c'è il mio dio coinvolto, è possibile assistere a delle violazioni, violazioni che non sappiamo come replicare per confermare l'invalidità delle leggi utilizzate per fare le predizioni del caso.
E' un pò una manovra scorretta in un certo senso, perché una violazione di certe leggi da parte di dio non permette di ripetere l'esperimento in condizioni controllate e verificare che effettivamente è stata trovata una falla. Un criterio di falsificabilità esistente ma divino e inarrivabile per una creatura finita.  mgreen
Anche uno scienziato credente in un dio interventista forse potrebbe condividere queste idee e sostanzialmente non essere logicamente in contraddizione. Un pochetto ipocrita forse.
avatar
Aetius
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 123
Località : Italia
SCALA DI DAWKINS :
50 / 7050 / 70

Data d'iscrizione : 15.11.15

Tornare in alto Andare in basso

Re: Miracoli

Messaggio Da Minsky il Dom 22 Nov - 19:26

Aetius ha scritto:Opinione, idea, ideologia, visione delle cose, chiamale come ti pare. Ogni filosofo porta in tavola il suo. Noi, in quanto eredi di ciò che hanno pensato, ne traiamo le conclusioni che riteniamo opportune, possibilmente difendendole con argomentazioni misurate.
"Vuoto pneumatico" è un opinione abbastanza semplice da lanciare, magari non tanto semplice da giustificare. E che sarà mai, ognuno ha le proprie in ogni caso.
Ah, bhé, se siamo al "chiamale come ti pare" allora rinunciamo ad una qualsiasi semantica comune, e ognuno blatera per conto suo.

_________________
avatar
Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 15453
Età : 63
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Miracoli

Messaggio Da Minsky il Dom 22 Nov - 19:28

Aetius ha scritto:
Minsky ha scritto:L'obiezione che occorre essere investiti da un treno (o che qualcuno sia investito da un treno) per capire che l'impatto avrà esiti fatali è semplicemente assurda. La fisica classica predice in modo accurato gli effetti dell'investimento di una persona da parte di un treno in corsa, bastando come parametro la velocità del treno. Non c'è bisogno di invocare ulteriori livelli di approfondimento. Una persona o un animale è un essere biologico macroscopico, non è un elettrone che può attraversare una barriera di potenziale per effetto tunnel o un neutrino che può "bucare" un pianeta attraversandolo da parte a parte senza interagire con i suoi atomi. L'essere macroscopico obbedisce alle leggi della fisica classica, punto e basta. E le stesse leggi stabiliscono che i "miracoli" non sono possibili, senza bisogno di altre spiegazioni. Le pippe filosofiche stanno a zero al riguardo, teologia in primis.
Ma la fisica classica stessa è fisica perché appunto alla verifica sperimentale non è mai stata falsificata nelle situazioni di tutti i giorni a livello macroscopico e a velocità comuni, perciò sposti semplicemente il problema dell'induzione alla fisica classica invece che alla verifica diretta tramite esperimento estremo.
Il problema rimane alla radice, hai semplicemente ridotto la questione in termini di costituenti più fondamentali, ovvero il comportamento di corpi generici sotto l'impatto generico di altri corpi.
Se la fisica classica tiene al prossimo esperimento, allora deduci gli effetti sul corpo nel caso particolare in cui quel corpo è una persona. Ma la tenuta della fisica classica al prossimo esperimento è basata essa stessa sull'induzione.
Il problema è fondamentale, lo si può ridurre nel dettaglio ma è parte integrante di ciò che la scienza può dirci.
E non è poco quello che ci dice, anzi, ai fini pratici l'effetto del possedere una teoria difficile da falsificare è enorme, e al di fuori dell'esperienza personale, trovo sia la strada pratica più opportuna per capire l'evolversi delle cose. Per questo alla fine sono ateo pure io in pratica.

Dunque anche per me, ateo, quando sento parlare di un miracolo, sono più spinto a ridurre il problema alle teorie scientifiche più accreditate e stabili. Ma una persona convinta che dio esiste, potrebbe effettivamente rifiutare l'induzione come universale, in quanto il suo dio, essendo di una certa potenza, potrebbe effettivamente intervenire e falsificare la scienza utilizzata per predire la prossima mossa dell'universo. Della serie, la meccanica classica tiene solitamente quando si tratta di situazioni non spirituali, però quando c'è il mio dio coinvolto, è possibile assistere a delle violazioni, violazioni che non sappiamo come replicare per confermare l'invalidità delle leggi utilizzate per fare le predizioni del caso.
E' un pò una manovra scorretta in un certo senso, perché una violazione di certe leggi da parte di dio non permette di ripetere l'esperimento in condizioni controllate e verificare che effettivamente è stata trovata una falla. Un criterio di falsificabilità esistente ma divino e inarrivabile per una creatura finita.  mgreen
Anche uno scienziato credente in un dio interventista forse potrebbe condividere queste idee e sostanzialmente non essere logicamente in contraddizione. Un pochetto ipocrita forse.
Lo faccio fuori in due parole il credente del tuo esempio: «definisci "dio"».

_________________
avatar
Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 15453
Età : 63
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Miracoli

Messaggio Da Rasputin il Dom 22 Nov - 19:43

Aetius ha scritto:
Ma la fisica classica stessa è fisica perché appunto alla verifica sperimentale non è mai stata falsificata nelle situazioni di tutti i giorni a livello macroscopico e a velocità comuni,

Cosa vuol dire? boxed

Aetius ha scritto:perciò sposti semplicemente il problema dell'induzione alla fisica classica invece che alla verifica diretta tramite esperimento estremo.

Cosa vuol dire? boxed

Aetius ha scritto:Il problema rimane alla radice, hai semplicemente ridotto la questione in termini di costituenti più fondamentali, ovvero il comportamento di corpi generici sotto l'impatto generico di altri corpi.

Grassetti 1, 2, e 3: cosa sono?

Aetius ha scritto:Se la fisica classica tiene al prossimo esperimento, allora deduci gli effetti sul corpo nel caso particolare in cui quel corpo è una persona. Ma la tenuta della fisica classica al prossimo esperimento è basata essa stessa sull'induzione.

Cosa significa/prego fornire riferimenti

Aetius ha scritto:Il problema è fondamentale, lo si può ridurre nel dettaglio ma è parte integrante di ciò che la scienza può dirci.
E non è poco quello che ci dice, anzi, ai fini pratici l'effetto del possedere una teoria difficile da falsificare è enorme, e al di fuori dell'esperienza personale, trovo sia la strada pratica più opportuna per capire l'evolversi delle cose. Per questo alla fine sono ateo pure io in pratica.

Dunque anche per me, ateo, quando sento parlare di un miracolo, sono più spinto a ridurre il problema alle teorie scientifiche più accreditate e stabili. Ma una persona convinta che dio esiste, potrebbe effettivamente rifiutare l'induzione come universale, in quanto il suo dio, essendo di una certa potenza, potrebbe effettivamente intervenire e falsificare la scienza utilizzata per predire la prossima mossa dell'universo. Della serie, la meccanica classica tiene solitamente quando si tratta di situazioni non spirituali, però quando c'è il mio dio coinvolto, è possibile assistere a delle violazioni, violazioni che non sappiamo come replicare per confermare l'invalidità delle leggi utilizzate per fare le predizioni del caso.

Me ne citeresti una (Grassetto) magari se hai un video o delle foto non sarebbe male

Aetius ha scritto:E' un pò una manovra scorretta in un certo senso, perché una violazione di certe leggi da parte di dio non permette di ripetere l'esperimento in condizioni controllate e verificare che effettivamente è stata trovata una falla. Un criterio di falsificabilità esistente ma divino e inarrivabile per una creatura finita.  mgreen
Anche uno scienziato credente in un dio interventista forse potrebbe condividere queste idee e sostanzialmente non essere logicamente in contraddizione. Un pochetto ipocrita forse.

Ah, solo un po' eh wall2

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 50524
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 15 di 17 Precedente  1 ... 9 ... 14, 15, 16, 17  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum