Pedofilia e omosessualità

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Pedofilia e omosessualità

Messaggio Da Ospite il Gio 15 Apr - 7:48

"Pedofilia-omosessualità", scontro Bertone-gay
Scritte oscene
sulla casa natale del Papa




Dal Cile il
segretario di Stato della Santa Sede ricorre a un parallelismo che
provoca subito critiche. Padre Lombardi: "Il Pontefice disposto a
incontrare vittime ma lontano dai media"



ROMA - Ieri, parlando dal Cile, il segretario di
Stato vaticano Tarcisio Bertone non ha solo annunciato nuovi
provvedimenti anti-abusi dei sacerdoti. Ha anche pronunciato una
frase che ha fatto insorgere le comunità gay, sia quelle locali che
quelle italiane. Dopo aver detto che non c'è alcun collegamento tra
la pedofilia e il celibato a cui sono sottoposti i preti, ha
sostenuto che questo tipo di patologie ha invece un legame con
l'omosessualità. Ed è bufera. Nello stesso giorno in cui, dalla
Germania, arriva la notizia di scritte oscene trovate sulla casa
natale di Benedetto XVI, in Baviera.

Le parole di Bertone. "Molti sociologi, molti
psichiatri hanno dimostrato che non c'è relazione tra celibato e
pedofilia - ha dichiarato il segretario di Stato - e invece molti
altri hanno dimostrato, me lo hanno detto recentemente, che c'è una
relazione tra omosessualità e pedofilia. Si tratta di una patologia
che interessa tutte le categorie sociali, e preti in minor grado in
termini percentuali". Il segretario di Stato di Benedetto XVI ha
comunque ammesso che "il comportamento dei preti in questo caso, il
comportamento negativo, è molto grave, è scandaloso". Bertone, che
ha visitato le zone più colpite dal terremoto dello scorso 27
febbraio in Cile, ha anche insistito nel sostenere che la Chiesa
non ha mai tentato di nascondere i casi di abusi o di frenare le
indagini; e ha ricordato che papa Benedetto XVI ha incontrato
alcune vittime, ha chiesto perdono "in ripetute occasioni" ed è
disposto a continuare a farlo.

Le reazioni. Il Movimento cileno per le minoranze
sessuali (Movikh) ha subito criticato le parole sull'omosessualità:
"Bertone mente in modo palese ed inumano quando sostiene che ci
sono studi che dimostrato l'esistenza di relazioni tra
l'omosessualità e la pedofilia". Qui in Italia, il leader storico
di Arcigay Aurelio Mancuso ha detto che "come sempre i cardinali
stravolgono la realtà". ranco Grillini, esponente dell'Idv e leader
di Gaynet, ha definito "gravissime" le affermazioni del numero due
della Santa Sede. La deputata Pd Paola Concia ha espresso
"indignazione: è davvero sconfortante che ancora oggi eminenti
rappresentanti della Chiesa cattolica si lascino andare ad analisi
così grossolane". Ancora più dura Gaylib, l'associazione omosex di
centrodestra: "Il Vaticano dovrebbe chiedere perdono al mondo e
alla storia presso l'assemblea generale dell'Onu". Infine i
radicali, secondo cui il cardinale è stato "volgare e
maldestro".

Il Papa e le vittime. Oggi il Vaticano fa sapere
che Benedetto XVI è disposto ad incontrare le vittime degli abusi
sessuali da parte di religiosi, ma "in un clima di raccoglimento e
riflessione, non sotto una pressione di carattere mediatico". Lo ha
detto il direttore della sala stampa vaticana, padre Federico
Lombardi, illustrando il programma del viaggio del Papa a Malta,
sabato e domenica prossimi.

Le scritte oscene. Dalla Germania arriva la
notizia che scritte oscene a sfondo sessuale "così offensive da non
poter essere riportate" sono state trovate sui muri della casa
natale di papa Benedetto XVI, nella cittadina bavarese di Marktl am
Inn. Le scritte sono state fatte la notte scorsa con una bomboletta
spray e sono state scoperte, secondo la polizia, da un passante
alle sei di stamane. L'atto di vandalismo precede di soli tre
giorni l'ottantatreesimo compleanno del Pontefice.
------------------------------------------------------------------------------

dal sito: http://www.repubblica.it/esteri/2010/04/13/news/bertone_pedofili-3317578/
-----------------------------------
ieri questa notizia, ha fatto il giro dei tg e appena l'ho sentita, non sapevo se ridere o piangere.
dite la vostra e poi esprimo il mio pensiero.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Pedofilia e omosessualità

Messaggio Da Ospite il Gio 15 Apr - 7:52

.... ovviamente, le replice a quelle parole ci sono state.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Pedofilia e omosessualità

Messaggio Da Phoenix il Gio 15 Apr - 9:24

Bell' argomento Lisa,

ho proprio pensato sta' mattina (diversamente dal Papa) al motivo della pedofilia ecclesiastica cosi concentrato sui maschietti.

Il primo motivo è sicuramente la sessualità soppressa non vissuta in maniera sana..ma poi devo dirti che ho un sospetto ben più grave, che secondo me si avvicina molto di più alla realtà.
Già nel medioevo i preti avevano contatti pedofili con maschietti e non con femmine per un semplice motivo:Il maschietto era puro, la ragazza invece impura e peccaminosa . I preti si sentivano meno peccatori quando violentavano i maschietti. Visto che la chiesa è ferma nel medioevo, possiamo tranquillamente considerare anche questa possibilità

avatar
Phoenix
-----------
-----------

Femminile Numero di messaggi : 2058
Età : 46
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 13.01.10

https://twitter.com/PhoenixEclipse1

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pedofilia e omosessualità

Messaggio Da Ospite il Gio 15 Apr - 11:31

grandi bambine! piccole e toste femministe crescono! anche Lisa Simpson è una femminista! non a caso, tra gli altri motivi, ho scelto questo nick.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Pedofilia e omosessualità

Messaggio Da Phoenix il Gio 15 Apr - 11:39

ehh vedi, come fa un prete ad abbusare di questi piccoli mostri?? Li ci vuole un tenero e innocente chierichetto
avatar
Phoenix
-----------
-----------

Femminile Numero di messaggi : 2058
Età : 46
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 13.01.10

https://twitter.com/PhoenixEclipse1

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pedofilia e omosessualità

Messaggio Da Gian dei Brughi il Gio 15 Apr - 12:46

A me quella foto non piace proprio per niente... a proposito di strumentalizzazioni diffidente
avatar
Gian dei Brughi
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 693
SCALA DI DAWKINS :
66 / 7066 / 70

Data d'iscrizione : 16.10.09

http://www.voki.com/php/viewmessage/?chsm=3bd2a5fdf25e9ddf482aa5

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pedofilia e omosessualità

Messaggio Da *Valerio* il Gio 15 Apr - 19:27

Ho sviluppato una convinzione in merito a questo tema,e credo che bertone non abbia tutti i torti,il problema puo' essere ricercato nell'omosessualita'.
Pero' attenzione lui distorce la realta' a suo piacimento ed io non vorrei assolutamente essere accostato al suo pensiero che condivido solo in minima parte.
E' impossibile avere dati statistici che possano darci un'idea anche grossolana di quanti preti siano omosessuali pero' io credo siano molti,tanti, e piu' si arretra negli anni piu' le percentuali potrebbero essere elevate.
Scoprirsi omosessuale in piena adolescenza e avere la sfiga (ma era la norma) di vivere in societa' profondamente religiose e arretrate sia socialmente che culturalmente puo' essere stato un trampolino di lancio per un candidato futuro religioso pedofilo,fattori che a mio avviso possono aver spinto queste persone a scelte drastiche.
Scegliere una vita monastica o decidere di prendere i voti,puo' attenuare i sensi di colpa generati dalla scoperta di questa condizione,puo' essere che per poter reprimere i propri istinti sessuali si opti per scelte di vita di questo tipo,visto che il mondo esterno ma anche i piu' stretti familiari mai e poi mai avrebbero potuto digerire le inclinazioni considerate "perverse".
La norma sarebbe stata additare ed emarginare,ed il soggetto ne e' pienamente consapevole,tutti noi sappiamo o possiamo immaginare come andavano le cose anche solo trenta o quaranta anni fa.
E fino qua spezzo una lancia se si vuole definirla cosi' a favore di questi poveri "cristi",perche' probabilmente fino a qui sono loro le vittime,i cosiddetti "perversi" che in realta' sono le prime vittime di un sistema perverso!
Ma il guaio arriva quando la vocazione autoforzata e l'incapacita' di dominare le proprie pulsioni li portano alla ricerca di facili prede in grado di soddisfare bisogni repressi per tantissimo tempo.
Con questo non voglio giustificare nessuno,ne tantomeno accusare i gay...sia chiaro
Condividete?

*Valerio*
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6950
Età : 44
Località : Bologna
Occupazione/Hobby : Pc-barbecue-divano-gnocca
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 15.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pedofilia e omosessualità

Messaggio Da ipazia il Gio 15 Apr - 20:40

*Valerio* ha scritto:Ho sviluppato una convinzione in merito a questo tema,e credo che bertone non abbia tutti i torti,il problema puo' essere ricercato nell'omosessualita'.
...
Con questo non voglio giustificare nessuno,ne tantomeno accusare i gay...sia chiaro
Condividete?

Ma è anche plausibile che questa omosessualità si sia sviluppata nel contesto di strutture coattivamente monosessuali che sono tipiche delle organizzazioni religiose: scuole, collegi, seminari, conventi. Strutture che chi "ha la vocazione", frequenta fin dalla più tenera età. Un po' come in carcere. L'obbligo alla castità li costringe ad evitare contatti di genere e quindi, quando la natura impone le sue leggi, a dover cercare soddisfazione solo in componenti del proprio sesso.
avatar
ipazia
-------------
-------------

Numero di messaggi : 69
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 16.03.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pedofilia e omosessualità

Messaggio Da Rasputin il Gio 15 Apr - 20:45

ipazia ha scritto:
*Valerio* ha scritto:Ho sviluppato una convinzione in merito a questo tema,e credo che bertone non abbia tutti i torti,il problema puo' essere ricercato nell'omosessualita'.
...
Con questo non voglio giustificare nessuno,ne tantomeno accusare i gay...sia chiaro
Condividete?

Ma è anche plausibile che questa omosessualità si sia sviluppata nel contesto di strutture coattivamente monosessuali che sono tipiche delle organizzazioni religiose: scuole, collegi, seminari, conventi. Strutture che chi "ha la vocazione", frequenta fin dalla più tenera età. Un po' come in carcere. L'obbligo alla castità li costringe ad evitare contatti di genere e quindi, quando la natura impone le sue leggi, a dover cercare soddisfazione solo in componenti del proprio sesso.

Quoto. Tecnicamente si chiama "Omosessualità coatta".

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 50060
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pedofilia e omosessualità

Messaggio Da Giovanni 4-23 il Gio 15 Apr - 21:26

mavalà ha scritto:Bell' argomento Lisa,

Lisa

Mi hai invitato a scrivere di qua, e non saprei proprio cosa dire.

Soprattutto non saprei cosa dire che non suoni come un "troppo poco"

Facciamo così se mai dovessi leggere un vostro commento che non condivido, cosa di cui dubito, considerate quotato ogni vostro intervento.

Come minimo.
avatar
Giovanni 4-23
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 555
Età : 39
SCALA DI DAWKINS :
1 / 701 / 70

Data d'iscrizione : 14.09.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pedofilia e omosessualità

Messaggio Da *Valerio* il Gio 15 Apr - 21:55

Blush response ha scritto:
ipazia ha scritto:
*Valerio* ha scritto:Ho sviluppato una convinzione in merito a questo tema,e credo che bertone non abbia tutti i torti,il problema puo' essere ricercato nell'omosessualita'.
...
Con questo non voglio giustificare nessuno,ne tantomeno accusare i gay...sia chiaro
Condividete?

Ma è anche plausibile che questa omosessualità si sia sviluppata nel contesto di strutture coattivamente monosessuali che sono tipiche delle organizzazioni religiose: scuole, collegi, seminari, conventi. Strutture che chi "ha la vocazione", frequenta fin dalla più tenera età. Un po' come in carcere. L'obbligo alla castità li costringe ad evitare contatti di genere e quindi, quando la natura impone le sue leggi, a dover cercare soddisfazione solo in componenti del proprio sesso.

Quoto. Tecnicamente si chiama "Omosessualità coatta".

Fondamentalmente quoto anch'io,ritengo molto valida la spiegazione di Ipazia,probabilmente va a mettere dentro una certa percentuale di casi,io pero' parto dal presupposto che la gran parte dell'omosessualita' sia innata,da qui il ragionamento prima esposto.
E' indiscutibile che ci si possa diventare,indubbiamente certi ambienti la possono favorire.

*Valerio*
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6950
Età : 44
Località : Bologna
Occupazione/Hobby : Pc-barbecue-divano-gnocca
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 15.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pedofilia e omosessualità

Messaggio Da Ospite il Ven 16 Apr - 8:57

ipazia ha scritto:
*Valerio* ha scritto:Ho sviluppato una convinzione in merito a questo tema,e credo che bertone non abbia tutti i torti,il problema puo' essere ricercato nell'omosessualita'.
...
Con questo non voglio giustificare nessuno,ne tantomeno accusare i gay...sia chiaro
Condividete?

Ma è anche plausibile che questa omosessualità si sia sviluppata nel contesto di strutture coattivamente monosessuali che sono tipiche delle organizzazioni religiose: scuole, collegi, seminari, conventi. Strutture che chi "ha la vocazione", frequenta fin dalla più tenera età. Un po' come in carcere. L'obbligo alla castità li costringe ad evitare contatti di genere e quindi, quando la natura impone le sue leggi, a dover cercare soddisfazione solo in componenti del proprio sesso.

quoto anche io Ipazia.
poi, secondo me, aggiungo che non si tratta mai di un solo fattore, secondo me alcuni casi sono dovuti agli elementi spiegati da mavalà, altre volte ancora, magari si tratta di fattori spiegati da Valerio, ecc ecc.

in questo caso, la cosa che mi disgusta è che il fattore dell'omosessualità, mi sembra che venga usata come capro espiatorio. forse mi sbaglio è, ma se non fossi cosi, allora non ci sarebbero state repliche da parte degli omosessuali e invece, ci sono state.....! quindi un motivo c'è.

e non dimentichiamoci, dei preti che abusano delle ragazze e donne adulte. non sono pedofili, ma qualcosa che non va c'è, eccome!

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Pedofilia e omosessualità

Messaggio Da Rasputin il Ven 16 Apr - 9:00

*Valerio* ha scritto:
Fondamentalmente quoto anch'io,ritengo molto valida la spiegazione di Ipazia,probabilmente va a mettere dentro una certa percentuale di casi,io pero' parto dal presupposto che la gran parte dell'omosessualita' sia innata,da qui il ragionamento prima esposto.
E' indiscutibile che ci si possa diventare,indubbiamente certi ambienti la possono favorire.

L'esempio più tipico è quello delle carceri, nelle quali viene negato il sesso ai detenuti a causa dell'errore di concetto "Sesso = piacere". In realtà si tratta di una necessità psicofisiologica (Spero di non equivocarmi sul termine) che quando viene negata prende la prima strada possibile. Il celibato del clero non ne è che una variante, con la differenza, ahimé, che le strade a disposizione sono varie (Bambini, bambine, ecc) e non una sola (Il culo del compagno di cella, spesso per fortuna almeno quello consenziente).

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 50060
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pedofilia e omosessualità

Messaggio Da Giovanni 4-23 il Ven 16 Apr - 10:38

Blush response ha scritto:
L'esempio più tipico è quello delle carceri, nelle quali viene negato il sesso ai detenuti a causa dell'errore di concetto "Sesso = piacere". In realtà si tratta di una necessità psicofisiologica (Spero di non equivocarmi sul termine) che quando viene negata prende la prima strada possibile. Il celibato del clero non ne è che una variante, con la differenza, ahimé, che le strade a disposizione sono varie (Bambini, bambine, ecc) e non una sola (Il culo del compagno di cella, spesso per fortuna almeno quello consenziente).

Quoto ( non ci fare l'abitudine )

Sarebbe anche il caso di proporre una indagine seria sull'argomento per giudicare se non sia il caso d contrastare il diffondersi di dottrine che predicano il celbato
avatar
Giovanni 4-23
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 555
Età : 39
SCALA DI DAWKINS :
1 / 701 / 70

Data d'iscrizione : 14.09.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pedofilia e omosessualità

Messaggio Da Rasputin il Ven 16 Apr - 11:28

Giovanni 4-23 ha scritto:
Blush response ha scritto:
L'esempio più tipico è quello delle carceri, nelle quali viene negato il sesso ai detenuti a causa dell'errore di concetto "Sesso = piacere". In realtà si tratta di una necessità psicofisiologica (Spero di non equivocarmi sul termine) che quando viene negata prende la prima strada possibile. Il celibato del clero non ne è che una variante, con la differenza, ahimé, che le strade a disposizione sono varie (Bambini, bambine, ecc) e non una sola (Il culo del compagno di cella, spesso per fortuna almeno quello consenziente).

Quoto ( non ci fare l'abitudine )

Sarebbe anche il caso di proporre una indagine seria sull'argomento per giudicare se non sia il caso d contrastare il diffondersi di dottrine che predicano il celbato

Vedi, l'idea in sè non è sbagliata, tanto che ci sono varianti, anche della religione cristiana, che consentono il matrimonio del clero. Il celibato però, nelle chiese che non lo consentono, è uno strumento di controllo troppo importante e non credo lo molleranno mai noo

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 50060
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pedofilia e omosessualità

Messaggio Da ipazia il Ven 16 Apr - 15:39

Il problema, per le gerarchie cattoliche, non è di facile soluzione.

Da un lato il "celibato è uno strumento di controllo troppo importante e non credo lo molleranno mai" ed è anche un modo per riaffermare la natura peccaminosa del corpo, della sessualità e di tutte quelle espressioni vitali che contrastano con una visione trascendentale del mondo. Però nell'islam, certamente non meno sessuofobico del mondo cristiano, i preti si sposano e spesso sono poligami.

D'altro canto c'è il problema del calo di vocazioni e della devianza sessuale dei religiosi che si rivolge alle vittime più indifese che garantiscono rischi minori per il violentatore. Soprattutto rischi non immediati, in quanto il violentato si rende conto di essere tale e di poter avere giustizia spesso a distanza di molti anni da quando si sono verificati i fatti. O diventa lui stesso parte di quel meccanismo perverso. Questo secondo aspetto del problema, spinge la parte meno oscura della gerarchia cattolica a rivedere l'obbligo del celibato.

Non so quale dei due aspetti prevarrà, ma certamente la castità è una imposizione contronatura che produce gravi guasti in chi la pratica e in chi ne subisce le conseguenze fisiche e psicologiche. E' ridicolo che da quella stessa fonte si facciano campagne contro gli omosessuali, accusandoli di comportamenti contronatura.
avatar
ipazia
-------------
-------------

Numero di messaggi : 69
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 16.03.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pedofilia e omosessualità

Messaggio Da Bluntman il Ven 16 Apr - 17:27

Io non vedrei così di buon occhio il fatto che i preti comincino a fornicare, comporterebbe che inizino a riprodursi.
Ammettiamo che la CCAR rompa i vincoli del celibato per i sacerdoti. Io non penso che questi comincino ad andare in giro a zompar su tutto ciò che si muove e respira. Farebbero comunque delle scelte legate ai loro valori (formare una coppia - chi se li piglia?-) ed è probabile che, sotto le coperte, la longa manus vaticana si faccia comunque sentire sotto forma di precetti (niente preservativo, niente sbrodolata di sperma fuori delle grandi labbra, così sì, così no,...). Facile quindi aspettarsi che lo scopo del coito resti la riproduzione, indi un'armata di nuovi piccoli cattolici. Uno scenario tutt'altro che allettante.
E forse non risolverebbe il problema visto che, ma qui, come del resto per quanto sopra, entra in gioco la disciplina personale e di coppia, i rapporti sessuali probabilmente non sarebbero molto frequenti...


Il vero problema per la Chiesa, invece, sarebbe la perdita di carisma dei sacerdoti (in quanto ruolo) vis-à-vis del pubblico... ehm, del gregge. Il valore del dio esaltato del sacerdote è più credibile se, pur di stare in contatto con tale dio, il sacerdote è discosto a rinunciare al sesso e all'amore carnale. Supporta l'idea per cui "se rinunciano a tali delizie, ci deve pur essere qualcosa di vero".
avatar
Bluntman
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 239
Età : 34
Località : Fribourg
Occupazione/Hobby : rappero
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 03.12.08

http://www.myspace.com/labatoir

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pedofilia e omosessualità

Messaggio Da ipazia il Ven 16 Apr - 18:52

Bluntman ha scritto:Io non vedrei così di buon occhio il fatto che i preti comincino a fornicare, comporterebbe che inizino a riprodursi.
Ammettiamo che la CCAR rompa i vincoli del celibato per i sacerdoti. Io non penso che questi comincino ad andare in giro a zompar su tutto ciò che si muove e respira. Farebbero comunque delle scelte legate ai loro valori (formare una coppia - chi se li piglia?-) ed è probabile che, sotto le coperte, la longa manus vaticana si faccia comunque sentire sotto forma di precetti (niente preservativo, niente sbrodolata di sperma fuori delle grandi labbra, così sì, così no,...). Facile quindi aspettarsi che lo scopo del coito resti la riproduzione, indi un'armata di nuovi piccoli cattolici. Uno scenario tutt'altro che allettante.

Non credo che le loro mogli si sobbarcheranno dozzine di gravidanze. Io penso che dopo la sesta gravidanza indesiderata dovuta ad errori di calcolo sul ciclo mestruale, cominceranno ad insorgere ed anche la posizione della CCAR sulla contraccezione dovrà avvicinarsi a quella dei loro cugini luterani. Il che, vivendo in un paese dove comandano loro, andrà a vantaggio di tutte le altre donne.
avatar
ipazia
-------------
-------------

Numero di messaggi : 69
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 16.03.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pedofilia e omosessualità

Messaggio Da Bluntman il Lun 19 Apr - 17:47

ipazia ha scritto:
Non credo che le loro mogli si sobbarcheranno dozzine di gravidanze. Io penso che dopo la sesta gravidanza indesiderata dovuta ad errori di calcolo sul ciclo mestruale, cominceranno ad insorgere ed anche la posizione della CCAR sulla contraccezione dovrà avvicinarsi a quella dei loro cugini luterani. Il che, vivendo in un paese dove comandano loro, andrà a vantaggio di tutte le altre donne.

Speriamo tu abbia ragione e che non sia invece così:





Abbandonando per un attimo i toni faceti (in un thread intitolato pedofilia&omosessualità dovrebbero invece essere la prassi), non dobbiamo confondere la repressione della sessualità con la repressione dei modelli di sessualità. Anche aprendosi a certi modelli di sessualità -coppia eterosessuale-, come volevo far intendere nel mio post precedente, la morale sessuale (e la morale sulla sessualità) della CCAR rimarrebbe pressoché invariata; nella stessa misura in cui una persona, per fede o traumi minori, accetta di non fare e non farsi sesso, potrebbe benissimo accettare di farlo con le limitazioni consigliate dagli esperti in materia vaticani, colpevolizzando, ad esempio, se stessi per il piacere provato.
Il fatto che i preti possano sposarsi inoltre, non sarebbe un criterio valido per stabilire o meno se, effettivamente, la questione della repressione della sessualità sia risolta o meno.
Per chi diventa prete, sapendo quali sono le conseguenze pratiche della propria scelta, l'eventuale problema legato alla sessualità è probabile derivi da esperienze precedenti l'imporsi un crocefisso al posto dei genitali: nel corso della crescita, in un modo o nell'altro, il pre-prete è stato reso predisposto a compiere la propria scelta di vita. Sarebbe interessante poter stabilire un legame necessario tra l'educazione cattolica e i traumi sessuali, ma personalmente ritengo vi siano molte altre varianti da considerare, soprattutto nei casi in cui la repressione sessuale (posto che sia questo il problema) sfocia in atti di pedofilia.
avatar
Bluntman
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 239
Età : 34
Località : Fribourg
Occupazione/Hobby : rappero
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 03.12.08

http://www.myspace.com/labatoir

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pedofilia e omosessualità

Messaggio Da lupetta il Ven 27 Nov - 15:18

a proposito di omosessualità e pedofili, uno studio ha dimostrato che la maggioranza degli uomini che molestano i ragazzi (70 percento) ha prevalenza eterosessuale.
bisognerebbe dirlo alle sentinelle in piedi, a quelle sdraiate e ai preti! dobbiamo combattere l'eterosessualità!
avatar
lupetta
-------------
-------------

Femminile Numero di messaggi : 9606
Età : 42
Località : Roma
Occupazione/Hobby : Dubitare
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 11.11.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pedofilia e omosessualità

Messaggio Da Aetius il Ven 27 Nov - 16:18

Gli omosessuali sono una grossa minoranza però, devi tener conto di questo.
Se tra tutti i pedofili maschi il 30% sono omosessuali, questa sono abbastanza sicuro è una percentuale molto maggiore rispetto alla percentuale di omosessuali in generale tra gli uomini.
avatar
Aetius
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 123
Località : Italia
SCALA DI DAWKINS :
50 / 7050 / 70

Data d'iscrizione : 15.11.15

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pedofilia e omosessualità

Messaggio Da Justine il Ven 27 Nov - 16:21

lupetta ha scritto:a proposito di omosessualità e pedofili, uno studio ha dimostrato che la maggioranza degli uomini che molestano i ragazzi (70 percento) ha prevalenza eterosessuale.
bisognerebbe dirlo alle sentinelle in piedi, a quelle sdraiate e ai preti! dobbiamo combattere l'eterosessualità!

Si potrebbe risolvere tanto semplicemente...

https://it.wikipedia.org/wiki/Pansessualit%C3%A0

Invece ancora tutti lì a distinguere tra buchi e buche, come se giocassero a golf, anziché trattando con persone
avatar
Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15568
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pedofilia e omosessualità

Messaggio Da lupetta il Dom 29 Nov - 14:59

hai ragione....
avatar
lupetta
-------------
-------------

Femminile Numero di messaggi : 9606
Età : 42
Località : Roma
Occupazione/Hobby : Dubitare
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 11.11.10

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum