Considerazioni sulla Bibbia

Pagina 6 di 19 Precedente  1 ... 5, 6, 7 ... 12 ... 19  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Considerazioni sulla Bibbia

Messaggio Da davide il Dom 24 Ott - 22:28

Arcadio, devi avere una bella confusione in testa se basterà un post del pur ottimo Multiverso a farti fare apostasia... bye

davide
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11205
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 14.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Considerazioni sulla Bibbia

Messaggio Da Multiverso il Lun 25 Ott - 11:32

arcadio ha scritto:ciao multiverso .
i tuoi discorsi sono più tosto ragionevoli e forse anche io se non avessi letto la bibbia sarei della stessa idea .

Ciao Arcadio,
proprio perchè ho letto la Bibbia con spirito critico i miei discorsi sono piuttosto ragionevoli. Viceversa, se non l'avessi letta o mi fossi limitato a leggerla partendo da posizioni preconcette (= quella che sto leggendo è la parola di Dio e tutto è giustificabile in tale ottica), i miei discorsi sarebbero puramente fideistici e come tali facilmente smontabili in quanto insensati.

arcadio ha scritto:
neanche a farti la domanda che per te la bibbia è falsa ,ma una spiegazione al fatto che è stata scritta da più scrittori nel corso dei millenni ,ogni profeta ha scritto il suo libro e tutti i libri insieme hanno un collegamento cronologico,
che ne parlano della venuta di cristo ancora prima che nascessi,e che formano un solo libro che parla dello stesso Dio ,tu l'avresti??
se mi dai una risposta soddisfacente (convincente) ,da questa sera sono ateo

Non credo affatto che le mie parole possano far compiere alla tua mente un salto di sponda, perchè il tuo cervello è completamente plagiato, in questo caso dai Testimoni di Geova. La tua mente è imbevuta delle loro "verità" a seguito di martellamenti costanti e continui, però è già un dato positivo il fatto che continui a frequentare (sicuramente di nascosto) questo forum perchè, evidentemente, dentro di te qualche vocina ti dice di svegliarti, non secondo lo slogan proclamato dalla tua setta.
Quello che tu domandi è stato trattato esaurientemente in tanti post passati, e per risponderti ci vorrebbero intere pagine. Posso soltanto dirti che, da quello che scrivi, o la Bibbia tu non l'hai mai letta, fidandoti soltanto di quello che ti viene detto attraverso l'uso di passi estrapolati dal contesto generale, oppure l'hai letta sempre attraverso il filtro che la tua setta ti ha costretto ad usare. Conclusione: ignoranza biblica e una gran disordine mentale, come ti ha fatto notare Davide.
La mia risposta alla tua domanda è molto semplice e sicuramente per te non sarà convincente: le profezie contenute nell'Antico Testamento che, secondo gli scrittori del Nuovo Testamento, si sono avverate nella persona e nelle azioni di Gesù Cristo, in realtà non si sono mai avverate perchè non si riferivano a Gesù. La risposta è tanto semplice quanto vera.
Adesso rivolgo io a te una domanda: credi davvero che si sia verificato il diluvio universale, o che Adamo ed Eva siano stati cacciati dall'eden, così come raccontato nella Genesi?
E ricordati che, come disse un reverendo Lutererano, la Bibbia è il libro più venduto, meno letto e meno capito al mondo.






Multiverso
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1413
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 15.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Considerazioni sulla Bibbia

Messaggio Da *Valerio* il Lun 25 Ott - 18:08

@Multi,non cambia la sostanza,ma forse ti sei perso questo:

*Valerio* ha scritto:
arcadio ha scritto:
*Valerio* ha scritto:
elio ha scritto:
*Valerio* ha scritto:
TdG

una novità caro valerio ,
tdg non più ma sempre credente

Maddai hai cambiato casacca?
Se non sono indiscreto,per quale fazione parteggi ora? E cosa ti ha portato a questa decisione?

ciao valerio ,
la decisione è scaturita dalla scoperta di alcune falsità operandi dentro l'organizzazione ,
non di grave entità ,ma dal fatto che si danno degli unici a professare la verità (che verità non è) mi sono detto che anche questo è un partito che regola un programma a suo interessa di organizzazione usando le scritture sacre .
Non faccio parte di nessuna casacca, come dici tu, appunto perche li ho paragonati tutti organizzazioni come partiti politici, di quale stà al libero cittadino scegliere di quale farne parte ,a secondo di dove si trova meglio

Beh,non so se sia un salto di qualita' o un salto dalla padella alla brace...

Pero' io vedo che e' mentalmente piu' aperto rispetto ad altri suoi colleghi,come dice Davide e' sicuramente incasinato un bel po' in testa,ma non sordo a certi imput che riceve frequentandoci.

@Arcadio
Stavi usando un sistema operativo mentale TdG 2.0 shareware e quanto ti e' costato lo sai solo tu.
Adesso ne stai provando uno "nuovo" in versione trial,ma sara' la stessa pasta!
Proprio non ce la fai a fare un format come si deve e reinstallare tutto da capo mettendone su uno opensource?
Spero ci siamo capiti

*Valerio*
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6950
Età : 43
Località : Bologna
Occupazione/Hobby : Pc-barbecue-divano-gnocca
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 15.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Considerazioni sulla Bibbia

Messaggio Da Cosworth117 il Lun 25 Ott - 18:20

Valerio mi sembra azzeccatissimo l'accostamento di software proprietario al pensiero religioso e opensource per il pensiero libero, ateo.

_________________
There's always a plane B!

Meglio due mani operose, che cento bocche che pregano.

Chi conosce, sceglie. Chi crede di conoscere, crede di scegliere.

Cosworth117
------------
------------

Maschile Numero di messaggi : 9087
Età : 24
Località : Dove se magna
Occupazione/Hobby : Manager NWO
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 04.09.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Considerazioni sulla Bibbia

Messaggio Da *Valerio* il Lun 25 Ott - 18:28

Cosworth117 ha scritto:Valerio mi sembra azzeccatissimo l'accostamento di software proprietario al pensiero religioso e opensource per il pensiero libero, ateo.

Grazie,era proprio questo che intendevo

*Valerio*
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6950
Età : 43
Località : Bologna
Occupazione/Hobby : Pc-barbecue-divano-gnocca
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 15.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Considerazioni sulla Bibbia

Messaggio Da renus il Lun 25 Ott - 20:08

arcadio ha scritto:ciao multiverso .
i tuoi discorsi sono più tosto ragionevoli e forse anche io se non avessi letto la bibbia sarei della stessa idea .
neanche a farti la domanda che per te la bibbia è falsa ,ma una spiegazione al fatto che è stata scritta da più scrittori nel corso dei millenni ,ogni profeta ha scritto il suo libro e tutti i libri insieme hanno un collegamento cronologico,
che ne parlano della venuta di cristo ancora prima che nascessi,e che formano un solo libro che parla dello stesso Dio ,tu l'avresti??
se mi dai una risposta soddisfacente (convincente) ,da questa sera sono ateo
probabilmente basterebbe un primo salto verso la comprensione del linguaggio, in modo da poter provare a capire anche quello che si legge e successivamente anche quelo che si scrive.

un passo alla volta.

renus
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1642
Località : Venezia
Occupazione/Hobby : musicista-audio/video editor
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.09

http://www.nossaalma.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Considerazioni sulla Bibbia

Messaggio Da Multiverso il Mar 26 Ott - 10:22

*Valerio* ha scritto:
Pero' io vedo che e' mentalmente piu' aperto rispetto ad altri suoi colleghi,come dice Davide e' sicuramente incasinato un bel po' in testa,ma non sordo a certi imput che riceve frequentandoci.


Se effettivamente ha abbandonato i TdG è già un passo importante, adesso spero incominci ad usare la propria testa per comprendere dov'è la verità che non può essere un piatto precotto e servito al tavolo da altri, ma un percorso di maturazione interiore. ok

Multiverso
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1413
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 15.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Considerazioni sulla Bibbia

Messaggio Da renus il Mar 26 Ott - 10:50

Multiverso ha scritto:
*Valerio* ha scritto:
Pero' io vedo che e' mentalmente piu' aperto rispetto ad altri suoi colleghi,come dice Davide e' sicuramente incasinato un bel po' in testa,ma non sordo a certi imput che riceve frequentandoci.


Se effettivamente ha abbandonato i TdG è già un passo importante, adesso spero incominci ad usare la propria testa per comprendere dov'è la verità che non può essere un piatto precotto e servito al tavolo da altri, ma un percorso di maturazione interiore.
basta che non cambi fast food.

renus
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1642
Località : Venezia
Occupazione/Hobby : musicista-audio/video editor
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.09

http://www.nossaalma.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Considerazioni sulla Bibbia

Messaggio Da Phoenix il Mar 26 Ott - 12:34

arcadio ha scritto:ciao multiverso .
i tuoi discorsi sono più tosto ragionevoli e forse anche io se non avessi letto la bibbia sarei della stessa idea .
neanche a farti la domanda che per te la bibbia è falsa ,ma una spiegazione al fatto che è stata scritta da più scrittori nel corso dei millenni ,ogni profeta ha scritto il suo libro e tutti i libri insieme hanno un collegamento cronologico,
che ne parlano della venuta di cristo ancora prima che nascessi,e che formano un solo libro che parla dello stesso Dio ,tu l'avresti??
se mi dai una risposta soddisfacente (convincente) ,da questa sera sono ateo

Il vecchio testamento non è stato scritto da profeti ma copiato/rubato dal epopea di Gilgamesh (storia ben più antica e bella) .
Il resto è frutto dei furbetti che hanno sfruttato la speranza di chi aspettava un salvatore. Il mondo era piena di delinquenti che giocava con l'ignoranza della gente. Lo fanno ancora oggi.

Phoenix
-----------
-----------

Femminile Numero di messaggi : 2058
Età : 45
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 13.01.10

https://twitter.com/PhoenixEclipse1

Tornare in alto Andare in basso

Re: Considerazioni sulla Bibbia

Messaggio Da Phoenix il Mar 26 Ott - 12:36

renus ha scritto:
Multiverso ha scritto:
*Valerio* ha scritto:
Pero' io vedo che e' mentalmente piu' aperto rispetto ad altri suoi colleghi,come dice Davide e' sicuramente incasinato un bel po' in testa,ma non sordo a certi imput che riceve frequentandoci.


Se effettivamente ha abbandonato i TdG è già un passo importante, adesso spero incominci ad usare la propria testa per comprendere dov'è la verità che non può essere un piatto precotto e servito al tavolo da altri, ma un percorso di maturazione interiore.
basta che non cambi fast food.

proprio cosi..la scelta fraTdG e cattolici e come quella fra Cola e Pepsi. Entrambi fanno male mgreen

Phoenix
-----------
-----------

Femminile Numero di messaggi : 2058
Età : 45
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 13.01.10

https://twitter.com/PhoenixEclipse1

Tornare in alto Andare in basso

Re: Considerazioni sulla Bibbia

Messaggio Da renus il Mar 26 Ott - 18:01

mavalà ha scritto:
renus ha scritto:
Multiverso ha scritto:
*Valerio* ha scritto:
Pero' io vedo che e' mentalmente piu' aperto rispetto ad altri suoi colleghi,come dice Davide e' sicuramente incasinato un bel po' in testa,ma non sordo a certi imput che riceve frequentandoci.


Se effettivamente ha abbandonato i TdG è già un passo importante, adesso spero incominci ad usare la propria testa per comprendere dov'è la verità che non può essere un piatto precotto e servito al tavolo da altri, ma un percorso di maturazione interiore.
basta che non cambi fast food.

proprio cosi..la scelta fraTdG e cattolici e come quella fra Cola e Pepsi. Entrambi fanno male
e me lo dici ora???

renus
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1642
Località : Venezia
Occupazione/Hobby : musicista-audio/video editor
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.09

http://www.nossaalma.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Considerazioni sulla Bibbia

Messaggio Da lupetta il Dom 8 Gen - 23:26

stavo leggendo una cosa:
Per la Chiesa cattolica, la Bibbia è considerata senza errore solo circa le verità fondamentali del messaggio teologico;[2] gli errori e le discordanze presenti sono legati al contesto culturale nel quale vivevano i diversi autori [3], oppure dovuti allo sviluppo redazionale[4] o all'evoluzione morale (per esempio, sterminio per i nemici nell'Antico Testamento, amore per i nemici nel Nuovo Testamento). Alcune chiese protestanti e i Testimoni di Geova sostengono l'infallibilità della Bibbia,
la quale è da considerarsi vera in qualunque affermazione: le apparenti
discordanze o errori si mostrebbero, ad un esame attento,
inconsistenti.
http://it.wikipedia.org/wiki/Errori_attribuiti_alla_Bibbia
gli autori della bibbia????
evoluzione morale????
paradossalmente trovo più giuste le considerazioni fatte dai TDG

lupetta
-------------
-------------

Femminile Numero di messaggi : 9602
Età : 41
Località : Roma
Occupazione/Hobby : Dubitare
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 11.11.10

Tornare in alto Andare in basso

DIO

Messaggio Da Virtra il Mar 10 Gen - 15:40

Rasputin ha scritto:Sono curioso di vedere se ti risponde qualcuno, buona fortuna

Come "Bibbia" viene inteso l'insieme dei libri che compongono il vecchio testamento + quelli del nuovo testamento. Gesù infatti è nel nuovo testamento e lui è la seconda persona della Trinità (DIO) cioè il figlio. Ai tempi del levitico Gesù non era ancora nato qui sul nostro pianeta e la "parte di dio" vigente era quindi il cosiddetto Dio di abramo (la genesì parla dello stesso dio ma in forme diverse) e non era certo così buono come ce se lo potrebbe immaginare. Basta pensare che quella parte di DIO, NON era misericordiosa! GESU' era misericordia! Il fatto comunque è che se l'umanita di quei tempi seguiva alla lettera quello che DIO gli diceva di certo non avremmo avuto bisogno di GESU'! Ma non è facile capire DIO... la realtà è che DIO è in tutto e tutti anche nei più "bastardi" degli uomini... e nelle cose e negli animali... non è semplice fare un suo sunto e tutto il male che DIO permette,può essere usato anche a fini di bene

Virtra
------------
------------

Maschile Numero di messaggi : 46
Età : 39
Località : Pordenone
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.01.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Considerazioni sulla Bibbia

Messaggio Da BestBeast il Mar 10 Gen - 16:13

Virtra ha scritto:
Rasputin ha scritto:Sono curioso di vedere se ti risponde qualcuno, buona fortuna

Come "Bibbia" viene inteso l'insieme dei libri che compongono il vecchio testamento + quelli del nuovo testamento. Gesù infatti è nel nuovo testamento e lui è la seconda persona della Trinità (DIO) cioè il figlio. Ai tempi del levitico Gesù non era ancora nato qui sul nostro pianeta e la "parte di dio" vigente era quindi il cosiddetto Dio di abramo (la genesì parla dello stesso dio ma in forme diverse) e non era certo così buono come ce se lo potrebbe immaginare. Basta pensare che quella parte di DIO, NON era misericordiosa! GESU' era misericordia! Il fatto comunque è che se l'umanita di quei tempi seguiva alla lettera quello che DIO gli diceva di certo non avremmo avuto bisogno di GESU'! Ma non è facile capire DIO... la realtà è che DIO è in tutto e tutti anche nei più "bastardi" degli uomini... e nelle cose e negli animali... non è semplice fare un suo sunto e tutto il male che DIO permette,può essere usato anche a fini di bene

1) La parte di dio vigente in quel momento? Ti rendi conto di quello che dici?
2) Dio, essendo tutto, è, ed è sempre stato anche misericordia.
3) Gesù esiste da sempre, essendo dio da sempre uno e trino, quindi da sempre è misericordioso. Che si sia manifestato 2011 anni fa non cambia la sua sostanza.
4) Quei bastardi degli uomini li ha voluti esattamente così, il tuo amico dio.
5) Dio è in tutto, anche negli animali? Pensa che a me che hanno sempre detto che erano bestemmie! ahahahahahah ahahahahahah

Dai tuoi personali e fantasiosi racconti si evince che la bibbia non sai nemmeno come sia fatta. Ti consiglio di leggerla, insieme al "caro missionario" che ti posto qui:
http://atei.forumitalian.com/t1457-caro-missionario e poi di presentarti nell'apposita sezione. Sarà un piacere.

BestBeast
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 2930
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Considerazioni sulla Bibbia

Messaggio Da Rasputin il Mar 10 Gen - 18:43

BestBeast ha scritto:
Dai tuoi personali e fantasiosi racconti si evince che la bibbia non sai nemmeno come sia fatta.

Non solo, ma anche che probabilmente non ha letto oltre il secondo intervento, ad esempio qui

http://atei.forumitalian.com/t1689p90-considerazioni-sulla-bibbia#38306

_________________
Too late to debate, too bad to ignore,
quiet rebellion leads to open war

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49506
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Considerazioni sulla Bibbia

Messaggio Da Virtra il Mer 11 Gen - 11:56

BestBeast ha scritto:
Virtra ha scritto:
Rasputin ha scritto:Sono curioso di vedere se ti risponde qualcuno, buona fortuna

Come "Bibbia" viene inteso l'insieme dei libri che compongono il vecchio testamento + quelli del nuovo testamento. Gesù infatti è nel nuovo testamento e lui è la seconda persona della Trinità (DIO) cioè il figlio. Ai tempi del levitico Gesù non era ancora nato qui sul nostro pianeta e la "parte di dio" vigente era quindi il cosiddetto Dio di abramo (la genesì parla dello stesso dio ma in forme diverse) e non era certo così buono come ce se lo potrebbe immaginare. Basta pensare che quella parte di DIO, NON era misericordiosa! GESU' era misericordia! Il fatto comunque è che se l'umanita di quei tempi seguiva alla lettera quello che DIO gli diceva di certo non avremmo avuto bisogno di GESU'! Ma non è facile capire DIO... la realtà è che DIO è in tutto e tutti anche nei più "bastardi" degli uomini... e nelle cose e negli animali... non è semplice fare un suo sunto e tutto il male che DIO permette,può essere usato anche a fini di bene

1) La parte di dio vigente in quel momento? Ti rendi conto di quello che dici?
2) Dio, essendo tutto, è, ed è sempre stato anche misericordia.
3) Gesù esiste da sempre, essendo dio da sempre uno e trino, quindi da sempre è misericordioso. Che si sia manifestato 2011 anni fa non cambia la sua sostanza.
4) Quei bastardi degli uomini li ha voluti esattamente così, il tuo amico dio.
5) Dio è in tutto, anche negli animali? Pensa che a me che hanno sempre detto che erano bestemmie!

Dai tuoi personali e fantasiosi racconti si evince che la bibbia non sai nemmeno come sia fatta. Ti consiglio di leggerla, insieme al "caro missionario" che ti posto qui:
http://atei.forumitalian.com/t1457-caro-missionario e poi di presentarti nell'apposita sezione. Sarà un piacere.

Non vorrei far credere ai già credenti di essere un eretico, ma la Bibbia la ho letta attentamente (ancora non tutta) e stò continuando a leggerla e parlando anche con molti sacerdoti cristiani cattolici di alcune argomentazioni che riguardano le parti del vecchio testamento sono arrivato alle conclusioni del mio precedente post anche da loro accettate. Quindi vorrei rispondere ai punti citanti le domande e alcune affermazioni.

1) e 3) Come posso spiegare con la parte di DIO vigente... riprovo.. in altre parole DIO è trino ed uno. Quindi trè parti per farne una sola. Una parte,Gesù, non era ancora sceso sulla terra incarnandosi anche se già esisteva, ma un'altra parte invece lo era e parlava al mondo per mezzo di prodigi e dei Profeti

2) DIO è sempre stato anche Misericordia, ma non solo Misericordia! La parte di DIO al 100% Misericordia era il suo dilettissimo figlio Gesù che ha mandato a far immolare da noi per la sua Misericordia! DIO nella sua totalità è anche giusto giudice!

4) DIO è anche tuo amico e non è vero che ha voluto alcuni uomini bastardi! Provo a spiegare... nella sua Misericordia ha creato l'universo intero che non cesserà all'infinito i suoi cicli, ha creato, ed è anche in esso. Facendo ciò in esso ci sono anche esseri di puro spirito gli angeli e sempre per la sua Misericordia e non per "dittatura" nei confronti della sua creazione ha dato la libertà di vivere l'eternità come pare a chiunque, angeli compresi, alcuni hanno voluto mettersi al suo posto peccando di Invidia chè è l'origine di tutti i peccati e così il primo a fare ciò fu l'angelo "Lucifero" o come lo si voglia chiamare... poi per causa di quest'ultimo nell'uomo è iniziata la sua corruzzione e quindi chi gli "dà corda" può se non si pente (perchè DIO perdona se veramente ti converti a lui) essere un "bastardo" (bastardo in effetti nel nostro linguaggio, significa essere un mix, quindi buono, ma diventato un p'ò seguace del male). Il fatto che dimostra di aver dato segni, prodigi e mandato il suo dilettissimo figlio Gesù trà noi è già questa stessa una dimostrazione che non è contento della "bastardaggine" di alcuni uomini!

5) DIO è in tutto e anche negli animali! Quest'ultimi li ha creati prima dell'essere umano ed esistono trè classificazioni di anima: la prima è l'anima di tutta la flora dell'universo senza la nostra stessa consapevolezza e ragione, la seconda è l'anima di tutta la fauna dell'universo sempre senza la nostra consapevolezza e la ragione, e il terzo tipo è l'anima con consapevolezza di DIO e con la ragione il capolavoro di DIO fatto a sua immagine e somiglianza. Di questo terzo tipo appartiene l'essere umano, che sia ateo o meno è un discorso secondario da non trattare in questa discussione

Comunque le cose che ho detto non sono in contrasto, come mi è stato detto, con altri preti o istituzioni Cattolico Cristiane, poi ogni persona che sia prete o meno può insegnare che gli animali non hanno l'anima, ma non è vero, è solo un tipo di anima diversa dalla nostra è un'anima istintiva di sopravvivenza e basta, ma è sempre DIO che la ha voluta così per "compagnia" all'uomo e per la continuazione della vita secondo i suoi piani.

Virtra
------------
------------

Maschile Numero di messaggi : 46
Età : 39
Località : Pordenone
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.01.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Considerazioni sulla Bibbia

Messaggio Da Fux89 il Mer 11 Gen - 12:01

Virtra ha scritto:ogni persona che sia prete o meno può insegnare che gli animali non hanno l'anima, ma non è vero
Quando si parla di favolette inventate, ognuno può inventarsi quelle che preferisce, e nessuna è più vera delle altre. Anzi, sono tutte false allo stesso modo. Alcune potranno essere più belle di altre, ma questa è solo una questione di gusti personali.

Fux89
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 16173
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 20.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Considerazioni sulla Bibbia

Messaggio Da Rasputin il Mer 11 Gen - 12:08

Fux89 ha scritto:
Virtra ha scritto:ogni persona che sia prete o meno può insegnare che gli animali non hanno l'anima, ma non è vero
Quando si parla di favolette inventate, ognuno può inventarsi quelle che preferisce, e nessuna è più vera delle altre. Anzi, sono tutte false allo stesso modo. Alcune potranno essere più belle di altre, ma questa è solo una questione di gusti personali.

Io aspetto solo che Wolf veda le ultime farneticazioni Royales

_________________
Too late to debate, too bad to ignore,
quiet rebellion leads to open war

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49506
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Considerazioni sulla Bibbia

Messaggio Da delfi68 il Mer 11 Gen - 12:19

ma la Bibbia la ho letta attentamente (ancora non tutta) e stò
continuando a leggerla e parlando anche con molti sacerdoti cristiani
cattolici di alcune argomentazioni che riguardano le parti del vecchio
testamento sono arrivato alle conclusioni del mio precedente post anche
da loro accettate.

Peccato che la bibbia e' un'entita' letteraria talmente volatile, mutevole e pregna di modificazioni che non ha senso dire che "sto leggendo la bibbia"

Diciamo che stai leggendo (probabilmente) la bibbia edizione CEI
, magari l'ultima revisione.

Gia' tale Mills scopriva che le bibbie latine del tardo 1700 avevano piu' variazioni importanti,rispetto a quelle di solo due secoli prima, tra loro e tra le versioni greche, che le parole in essa contenute.

Mills stese una relazione su 30.000 variazioni importanti, si fermo' per non imbarazzare oltre il suo credo..
Ma dalle Versioni Copte, greche, latine e poi recenti, emergono complessivamente piu' di 400.000 variazioni testuali (Ehrmann ed Altri).

Quindi e' perlomeno presuntuoso dire di se, che si sta leggendo La bibbia..

Quello che leggi e' un'ifiocchettatura di molte revisioni e trasformazioni di un insieme di manoscritti, che mai, nemmeno in origine, concordavano tra loro.
Un insieme di divagazioni sul tema redatte dalle diverse centinaia di sette cristiane protortodosse..
Le versioni post Nicea, anche loro molto diverse tra loro, hanno solo in comune di essere state piu' o meno accettate dalla chiesa cattolica romana..poi ci furono i vari scismi..ma e' un'altra storia.

Quindi caro Virta..magari leggeti un due o trecento versioni, cosi poi magari avrai le idee piu' chiare sul cos'e'la bibbia...

delfi68
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11250
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Considerazioni sulla Bibbia

Messaggio Da BestBeast il Mer 11 Gen - 13:39

Anche se Delfi è stato chiarissimo, anzi di più (e l'ho verdato):

Punto 1-2: Hanno come premessa una stortura delle razionalità, una illogicità.
Ogni discorso scaturito da una falsa premessa, anche se apparentemente sembra logico, contiene un errore di fondo e si invalida da se.
Non significa niente infatti essere "uno e trino". Se poi, ti sforzi di fargli assumere un significato, puoi continuare a vomitare qualunque altra illazione.

Se assumi come dogma che una scarpa è anche pettine e rasoio, puoi facilmente affermare che ti pettini con una nike taglia 44 e ti fai la barba con una timberland scamosciata, e potresti perfino credere che sia un ragionamento logico.
Se ti accorgi che il dogma in questione (come quello precedente) non ha senso, decade anche il discorso che ne scaturisce.

Punto 4: L'invidia l'ha creata dio. Essendo onnipotente poteva concepire esseri che non la provassero. Ed essendo onnisciente, sapeva che un giorno lucifero (che ha sempre creato lui) l'avrebbe provata, rovinando l'umanità. E' complice.
Dei segni di cui parli non c'è traccia, tranne che nella bibbia, che essendo parola di dio, ti indirizza dritto dritto in un bel girotondo logico.

Punto 5: Non so che genere di prete zen frequenti, ma si è cucito, e ti ha cucito addosso una sua particolare visione della religione e dell'anima.
La religione cattolica prevede che l'anima l'abbiano solo gli uomini.
Come sappiamo, ognuno si crea la religione che preferisce, probabilmente sei amante degli animali e non volevi "lasciarli fuori" dal paradiso (qui non possiamo entrare, arf arf). Fossi stato un pilota di F1, ti saresti auto-convinto (o lasciato convincere da un altro prete pilota) che anche le macchine hanno un anima.

Come puoi dire che quello che hai detto non è in contrasto? L'onniscienza e l'onnipotenza non sono in contrasto? L'onnipotenza e il male nel mondo non sono in contrasto? Prima cerca di dare una risposta tu, poi se non riesci, prova a chiederglielo al prete della LIPU che conosci, almeno ti farà compagnia nel non saper dare una risposta dettata da ragione.

Poi perchè scrivi DIO? Per adularlo e fargli vedere quanto lo rispetti? Guarda che lo sa già, eh? E' onnisciente, ricordi? Secondo me poi, non fai altro che farlo infuriare! Mi sembra di sentirlo: "Ma come?! Io, eterno creatore dell'universo, e non usa neanche il grassetto sottolineato?!! FUULMINIIII!!!

BestBeast
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 2930
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Considerazioni sulla Bibbia

Messaggio Da alberto il Mer 11 Gen - 15:06

Io continuo a vedere pedissequamente applicato il metodo del doppio standard.
Se la discussione va in un senso, si dice che la bibbia è la parola di dio.
se la discussione va in un altro, si dice che va interpretata.
se i profeti ci azzeccano, ecco la prova che dio esiste.
quando dicono cazzate devo fare IO un'esegesi e studiare a fondo perché IO devo "capire" (e tra l'altro senza fede non posso farlo... non vi ricorda l'"amico" fissato con le sedute spiritiche che ti dice che quando ci sei tu non riescono perché se non ci credi non c'è l'energia giusta?).

ma perché vi fate prendere in giro così? non vi sentite umiliati nella vostra intelligenza?

ma vorrei provare ad andare un passo più indietro.
Insomma: io (dio) creo un UNIVERSO INTERO per l'uomo, perché lui possa gloriarsi di me e venerarmi, poi però lo metto alla prova, lo faccio vivere un mio battito di ciglia (rispetto all'eternità), e in quell'unico momento sto lì a guardare se si fa una sega, se tromba con la cugina, se ruba una mela e a seconda dei casi lo condanno per l'eternità o gli dono la vita eterna (durante la quale, a occhio, ci si fanno un paio di coglioni grossi come una casa).

ma dico io PERCHE'???????

si annoiava?

perché non nasciamo e viviamo IN LUI, nelle CONOSCENZA di LUI, perché questo giochetto del cazzo della fede, del libero arbitrio...?

io non mi sento meno libero sapendo di essere soggetto alla legge di gravità. dio potrebbe essere (è onnipotente giusto?) una legge come tante altre, termodinamiche, gravitazionali... vivremmo tutti nella sua legge, incapaci di fare il male (così come oggi siamo incapaci di volare da soli), non ci sarebbero guerre sopraffazioni soprusi malvagità...

riassumendo: io proprio non capisco IL PROGETTO CHE STA A MONTE!!

ciò che sta a valle di questo ragionamento appare allora per quello che è, un gioco subdolo e meschino, o al massimo una (lo dico per far rabbia a uno cattotroll che girava da queste parti) favoletta per ignoranti o per lavati di cervello.




alberto
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 2604
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 26.12.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Considerazioni sulla Bibbia

Messaggio Da delfi68 il Mer 11 Gen - 15:30

Io vi quoto entrambi..

delfi68
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11250
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Considerazioni sulla Bibbia

Messaggio Da Minsky il Mer 11 Gen - 20:50

È interessante quello che afferma Virtra, specie se davvero le sue conclusioni sono accettate da "molti sacerdoti cristiani cattolici".

Da tempo scorgo segni sempre più evidenti che l'enorme castello di sabbia, costruito sulla sabbia, della teologia cristiana inizia a sgretolarsi. La chiesa proclama che i suoi dogmi siano "verità sigillate", ma in realtà si tratta di trappole ontologiche da cui non sa più come uscire, da qui l'invenzione di esegesi sempre più stravaganti.

Ricordo che pochi post più in là, il buon Don Alberto ha persino negato il "peccato originale"... fosse pure che quella volta aveva celebrato messa con un intero fiasco di Recioto, resta una presa di posizione assai sorprendente. Eliminare il p.o. significa cancellare buona parte del catechismo cattolico. È un po' come il classico caso del boscaiolo che taglia il ramo su cui sta seduto...

Personalmente, questi segnali mi confortano. Eppoi io voterò DA! (Scusate l'OT)

P.S.: Virtra, se hai un po' di tempo considererei un onore una tua recensione di questo lavoro: link

_________________

Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 13986
Età : 62
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Considerazioni sulla Bibbia

Messaggio Da Werewolf il Gio 12 Gen - 17:28

Rasputin ha scritto:
Fux89 ha scritto:
Virtra ha scritto:ogni persona che sia prete o meno può insegnare che gli animali non hanno l'anima, ma non è vero
Quando si parla di favolette inventate, ognuno può inventarsi quelle che preferisce, e nessuna è più vera delle altre. Anzi, sono tutte false allo stesso modo. Alcune potranno essere più belle di altre, ma questa è solo una questione di gusti personali.

Io aspetto solo che Wolf veda le ultime farneticazioni Royales
pazzo!

Sarò breve e conciso...

1-2-3)Se Dio è uno e trino, ma sempre uno, nel momento in cui Dio diceva a Mosé di mettere a ferro e fuoco le città nemiche e a Giosué idem, allora anche Il Figlio(o Gesù che dir si voglia) lo stava facendo. Idem quando mandava il diluvio universale. E su questo punto la teologia cattolica è estremamente chiara.

Con tanti saluti alla misericordia.

4)Dio è per definizione onnisciente, ergo sa già chi è dannato e chi no, e non impedisce in alcun modo ai malvagi di agire, pur sapendo che essi non saranno redenti e, cosa ancora peggiore, non aiuta i buoni(che sa già esserlo, e sa già che meritano la salvezza anche senza metterli alla prova) contro i malvagi. Se ne deduce che a Dio, se è onnisciente ed onnipotente(e ti sfido a negargli questi due attributi), fondamentalmente piace che la gente soffra, e permette senza alcun problema che soffra a causa di persone malvagie(in ultima analisi, a causa di Dio stesso, ma lasciamo per un attimo perdere questo dettaglio). Ergo, fondamentalmente Dio gode della sofferenza delle sue creature.

5)Eviterei di usare categorie aristoteliche per definire l'anima secondo il cattolicesimo, non foss'altro che perché la stessa anima è stata esplicitamente negata agli animali e addirittura, per un periodo, ai 'selvaggi' del Nuovo Mondo. In ogni caso, quello di cui tu stai parlando è panenteismo, che è molto, ma molto, distante dalla teologia cattolica. Quanto a quel che t dicono i preti, specialmente i curati di paese, ci starei bene attento, perché spesso e volentieri sono molto distanti, quando non collidono, con le direttive della Chiesa Cattolica Romana(ovvero, la gerarchia ecclesiastica di cardinali e vescovi con potere effettivo a Roma).

Rimane che l'antropocentrismo di questo passaggio
Comunque le cose che ho detto non sono in contrasto, come mi è stato detto, con altri preti o istituzioni Cattolico Cristiane, poi ogni persona che sia prete o meno può insegnare che gli animali non hanno l'anima, ma non è vero, è solo un tipo di anima diversa dalla nostra è un'anima istintiva di sopravvivenza e basta, ma è sempre DIO che la ha voluta così per "compagnia" all'uomo e per la continuazione della vita secondo i suoi piani.
è assolutamente ributtante ed antiscientifico, perché, come ti direbbe qualsiasi persona abbia un minimo di nozioni di biologia, noi siamo animali esattamente come gli altri.

Werewolf
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 3357
Età : 27
Località : Vicenza
Occupazione/Hobby : Studente a vita.. c'è sempre da imparare no?
SCALA DI DAWKINS :
68 / 7068 / 70

Data d'iscrizione : 24.03.10

http://werewolf-wolfsden.blogspot.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Considerazioni sulla Bibbia

Messaggio Da Tomhet il Gio 12 Gen - 18:15

Se creassi un mio universo in miniatura in effetti potrei provare piacere a vedere le mie creature bruciare, morire sfracellate da qualche macchina, ecc... invece che passarci il tempo facendo il dio buono.

Logicamente(logica teologica aka fuffologia) mi sembra più ragionevole un dio del genere, insomma, che divertimento c'è a fare il dio buono per l'eternità, almeno ogni tanto mostrerei il mio lato perfido e farei qualche casino.

Tomhet
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 2672
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 30.08.11

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 6 di 19 Precedente  1 ... 5, 6, 7 ... 12 ... 19  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum