Considerazioni sulla Bibbia

Pagina 4 di 19 Precedente  1, 2, 3, 4, 5 ... 11 ... 19  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Considerazioni sulla Bibbia

Messaggio Da Marco_1983 il Lun 5 Lug - 13:37

Ludwig von Drake ha scritto:Spero ci siano ben poche persone disposte a sottomettere il proprio intelletto. Tu stai parlando di disposizione al lavaggio del cervello.


Però è proprio quello che devi fare per accostarti alle questioni religiose. L'intelletto guida, dopo l'accettazione fatta per fede, sul comportamento pratico da tenere di conseguenza.

Marco_1983
-------------
-------------

Numero di messaggi : 352
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 03.07.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Considerazioni sulla Bibbia

Messaggio Da Marco_1983 il Lun 5 Lug - 13:42

Multiverso ha scritto:
Marco_1983 ha scritto: la storia è stata ampiamente modificata e strumentalizzata.

D'accordo, ma le crociate, i conquistadores, la santa inquisizione e i roghi contro gli eretici non credo rientrino tra le strumentalizzazioni o modifiche ad usum delphini della storia.


Certo sono tutti fatti accaduti veramente. E' più che altro l'interpretazione che si da di essi che è parecchio spinta deliberatamente a sfavore della chiesa cattolica. Non intendo assolutamente affermare che i preti non si siano mai macchiati di colpe eh! Bada bene. Però, ad esempio nel caso delle crociate, in nessun testo di storia viene sottlineato abbastanza che il loro intento era in realtà pacifico. Queste spedizioni dovevano essere condotte soltanto per liberare il territorio di Gerusalemme dalla dominazione dei Turchi per consentire ai fedeli di venerare il luogo natio di Gesù. Purtroppo un gruppo di persone (i cosiddetti rosacrociati, i cavalieri templari e compagnia bella le cui tradizioni permangono ancor oggi in massoneria, che proprio non c'azzecca nulla con la chiesa cattolica) ha strumentalizzato queste spedizioni per acquisire potere distruggendo ed ammazzando. Ti dirò di più... questa stessa categoria di mele marce fu quella che intendeva mettere in discussione i dogmi della chiesa a seguito di scavi effettuati sul territorio ed è per questo che addirittura furono perseguitati dal papa stesso al loro ritorno.

Marco_1983
-------------
-------------

Numero di messaggi : 352
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 03.07.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Considerazioni sulla Bibbia

Messaggio Da Marco_1983 il Lun 5 Lug - 13:51

Ludwig von Drake ha scritto:
Marco_1983 ha scritto:
Ludwig von Drake ha scritto:Spero ci siano ben poche persone disposte a sottomettere il proprio intelletto. Tu stai parlando di disposizione al lavaggio del cervello.
Però è proprio quello che devi fare per accostarti alle questioni religiose. L'intelletto guida, dopo l'accettazione fatta per fede, sul comportamento pratico da tenere di conseguenza.
Per la seconda volta, non è affatto così.

Ci si può avvicinare alle questioni religiose senza fede. L'unica analisi delle religioni corretta è quella effettuata senza fede.


No non ci si può accostare senza fede. L'approccio, in quel caso sarebbe epistemologicamente sbagliato già in partenza. Sarebbe come pretendere in campo scientifico di aver scoperto una legge (galileianamente intesa) senza aver applicato il metodo scientifico galileiano. Capisci?

Marco_1983
-------------
-------------

Numero di messaggi : 352
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 03.07.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Considerazioni sulla Bibbia

Messaggio Da Ospite il Lun 5 Lug - 14:18

Marco_1983 ha scritto:Queste spedizioni dovevano essere condotte soltanto per liberare il territorio di Gerusalemme dalla dominazione dei Turchi per consentire ai fedeli di venerare il luogo natio di Gesù. Purtroppo un gruppo di persone (i cosiddetti rosacrociati, i cavalieri templari e compagnia bella le cui tradizioni permangono ancor oggi in massoneria, che proprio non c'azzecca nulla con la chiesa cattolica) ha strumentalizzato queste spedizioni per acquisire potere distruggendo ed ammazzando.


Questa è fantastica. Cioè, secondo te qual era la loro intenzione, andare lì e dire ai Turchi: "scusate, non è che ve ne potreste pacificamente andare, che noi vorremmo venerare il luogo natio di Gesù?"

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Considerazioni sulla Bibbia

Messaggio Da Marco_1983 il Lun 5 Lug - 14:19

Ludwig von Drake ha scritto:Capisco, caro Marco, capisco fin troppo bene.

E' ovvio che, per pregare Dio come un cattolico credente, si debba avere fede nel medesimo Dio.

Eppure, analizzare qualcosa dal suo interno non è sempre il metodo migliore per approcciarsi alla stessa. In cambio, quando si vuole avere una visione oggettiva delle cose, è il caso di analizzarle dall'esterno. Per questo ci si può approcciare alle religioni senza avere fede, poichè per studiarle meglio è consigliabile guardarle da un punto di vista esterno. Questo, ovviamente, se e solo se si vuole attuare un'analisi con un approccio corretto.

In cambio, se la nostra non vuole essere un'analisi, ma un coinvolgimento, è evidente che il percorso debba essere differente. Scegliendo il percorso differente, tuttavia, si deve essere consci di stare abbandonando il campo dell'analisi razionale e oggettiva.


Si esatto vedo che ora ti sono chiari i due possibili approcci, anche se io non avrei la presunzione di dire che uno è più "corretto" dell'altro proprio perchè ci manca un parametro "superiore" per così dire rispetto al quale fare questa valutazione. Sono due approcci diversi, punto e basta.

Marco_1983
-------------
-------------

Numero di messaggi : 352
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 03.07.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Considerazioni sulla Bibbia

Messaggio Da Marco_1983 il Lun 5 Lug - 14:22

Fux89 ha scritto:
Marco_1983 ha scritto:Queste spedizioni dovevano essere condotte soltanto per liberare il territorio di Gerusalemme dalla dominazione dei Turchi per consentire ai fedeli di venerare il luogo natio di Gesù. Purtroppo un gruppo di persone (i cosiddetti rosacrociati, i cavalieri templari e compagnia bella le cui tradizioni permangono ancor oggi in massoneria, che proprio non c'azzecca nulla con la chiesa cattolica) ha strumentalizzato queste spedizioni per acquisire potere distruggendo ed ammazzando.


Questa è fantastica. Cioè, secondo te qual era la loro intenzione, andare lì e dire ai Turchi: "scusate, non è che ve ne potreste pacificamente andare, che noi vorremmo venerare il luogo natio di Gesù?"


Certo il papa esattamente con questo spirito indisse le crociate. D'altronde non c'erano motivazioni reali per condurre guerre contro un popolo che non faceva nulla di male se non occupare un territorio di pertinenza dei cattolici visti i fatti accaduti lì.

Marco_1983
-------------
-------------

Numero di messaggi : 352
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 03.07.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Considerazioni sulla Bibbia

Messaggio Da Ospite il Lun 5 Lug - 14:33

Marco_1983 ha scritto:Certo il papa esattamente con questo spirito indisse le crociate. D'altronde non c'erano motivazioni reali per condurre guerre contro un popolo che non faceva nulla di male se non occupare un territorio di pertinenza dei cattolici visti i fatti accaduti lì.
Certo, e naturalmente pensavano che i Turchi se ne sarebbero gentilmente andati, commossi per l'amore che i cristiani avevano per il loro Dio.

Be', evidentemente il papa di allora era davvero un coglione, se pensava una cosa del genere.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Considerazioni sulla Bibbia

Messaggio Da Marco_1983 il Lun 5 Lug - 14:43

Ludwig von Drake ha scritto:Marco, a me sono chiari da un paio di decenni, dunque ti prego di evitare questo atteggiamento.

La mia analisi non è fondata sulla presunzione, ma sui fatti.

Io non ho parlato di superiorità, poichè tale termine sarebbe stato semplicistico e superficiale (come tu utilizzandolo, evidentemente, vuoi fare apparire il mio).

Le analisi vanno fatte da un punto di vista esterno poichè l'analisi effettuata facendosi coinvolgere viene inevitabilmente influenzata dal coinvolgimento stesso. Questo è un fatto testimoniato e verificabile: "quando si vuole avere una visione oggettiva delle cose, è il caso di analizzarle dall'esterno. Per questo ci si può approcciare alle religioni senza avere fede, poichè per studiarle meglio è consigliabile guardarle da un punto di vista esterno".

Anche se correrai a smentirti, accettando quanto da me detto hai appena ammesso che parte di quanto dicevi fino ad un post fa era sbagliato, ovvero "non ci si può approcciare alla religione senza fede".


Certo se vuoi analizzare le cose da un punto di vista oggettivo l'approccio corretto è quello esterno da te espresso. Ok, ovvio... puoi tenere questo atteggiamento anche per accostarti alla religione ma devi essere conscio del fatto che non la stai "vivendo". Qualora si decida di fare ciò è chiaro che a quel punto devi usare la fede come ti ho detto io. Non c'è nessuna contraddizione nelle affermazioni da me fatte in precedenza poichè dipende dai punti di vista. L'importante è comprendere bene il legame esistente fra le affermazioni fatte in un certo ambito e i punti di vista da cui si è partiti per farle.

Marco_1983
-------------
-------------

Numero di messaggi : 352
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 03.07.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Considerazioni sulla Bibbia

Messaggio Da Marco_1983 il Lun 5 Lug - 14:55

Ludwig von Drake ha scritto:Non c'è contraddizione?

Prima dici che non ci si può approcciare alla religione senza fede, poi che si può fare. Questa si chiama contraddizione, ma probabilmente sarà dovuta anch'essa ad una seconda alleanza.

L'importante è comprendere il significato delle parole che si utilizzano e non variarlo a piacere.


Ecco appunto... spero che, al di là delle imprecisioni che inevitabilmente commetto nell'esprimermi non essendo Dio, abbia capito il senso di ciò che ti dico.

Marco_1983
-------------
-------------

Numero di messaggi : 352
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 03.07.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Considerazioni sulla Bibbia

Messaggio Da Rasputin il Lun 5 Lug - 17:57

Non mi è sfuggito il piccolo dettaglio nel quale il nostro Marco sostiene che "La Chiesa Cattolica che proprio non c'azzecca nulla con rosacrociati, i cavalieri templari e compagnia bella le cui tradizioni permangono ancor oggi in massoneria" e gli segnalo un simpatico elencuccio di 112 iscritti alla loggia massonica, comparso il 12 settembre 1978 sui numeri 21-22 del settimanale "OP", diretto da Mino Pecorelli, ucciso a Roma il 20 marzo 1979. Tra i giovialoni si trovano tra gli altri un tal Ablondi Alberto, vescovo di Livorno, Abrech Pio, aiutante di studio Congregazione dei Vescovi, Aquaviva Sabino, docente di sociologia religiosa all'università di Padova, Angelini Fiorenzo, monsignore,

solo solo alla lettera "A"

Basta la mia parola che sono quasi tutti non solo cattolici, ma esponenti dell'omonima chiesa, o devo proseguire?

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 50760
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Considerazioni sulla Bibbia

Messaggio Da Marco_1983 il Lun 5 Lug - 18:05

Rasputin ha scritto:Non mi è sfuggito il piccolo dettaglio nel quale il nostro Marco sostiene che "La Chiesa Cattolica che proprio non c'azzecca nulla con rosacrociati, i cavalieri templari e compagnia bella le cui tradizioni permangono ancor oggi in massoneria" e gli segnalo un simpatico elencuccio di 112 iscritti alla loggia massonica, comparso il 12 settembre 1978 sui numeri 21-22 del settimanale "OP", diretto da Mino Pecorelli, ucciso a Roma il 20 marzo 1979. Tra i giovialoni si trovano tra gli altri un tal Ablondi Alberto, vescovo di Livorno, Abrech Pio, aiutante di studio Congregazione dei Vescovi, Aquaviva Sabino, docente di sociologia religiosa all'università di Padova, Angelini Fiorenzo, monsignore,

solo solo alla lettera "A"

Basta la mia parola che sono quasi tutti non solo cattolici, ma esponenti dell'omonima chiesa, o devo proseguire?


Puoi continuare a stilare l'elenco fino a dopodomani!!! Chiesa cattolica e massoneria sono due cose diverse! Anche se il papa fosse iscritto alla loggia non c'entrerebbe nulla questo! Peraltro il tono polemico chiaramente da me assunto non era rivolto alla massoneria come istituzione in sè, ma alla parte deviata.

Marco_1983
-------------
-------------

Numero di messaggi : 352
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 03.07.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Considerazioni sulla Bibbia

Messaggio Da Rasputin il Lun 5 Lug - 18:14

Marco_1983 ha scritto:
Rasputin ha scritto:Non mi è sfuggito il piccolo dettaglio nel quale il nostro Marco sostiene che "La Chiesa Cattolica che proprio non c'azzecca nulla con rosacrociati, i cavalieri templari e compagnia bella le cui tradizioni permangono ancor oggi in massoneria" e gli segnalo un simpatico elencuccio di 112 iscritti alla loggia massonica, comparso il 12 settembre 1978 sui numeri 21-22 del settimanale "OP", diretto da Mino Pecorelli, ucciso a Roma il 20 marzo 1979. Tra i giovialoni si trovano tra gli altri un tal Ablondi Alberto, vescovo di Livorno, Abrech Pio, aiutante di studio Congregazione dei Vescovi, Aquaviva Sabino, docente di sociologia religiosa all'università di Padova, Angelini Fiorenzo, monsignore,

solo solo alla lettera "A"

Basta la mia parola che sono quasi tutti non solo cattolici, ma esponenti dell'omonima chiesa, o devo proseguire?


Puoi continuare a stilare l'elenco fino a dopodomani!!! Chiesa cattolica e massoneria sono due cose diverse! Anche se il papa fosse iscritto alla loggia non c'entrerebbe nulla questo! Peraltro il tono polemico chiaramente da me assunto non era rivolto alla massoneria come istituzione in sè, ma alla parte deviata.

Proprio perché sono due cose non solo diverse, ma che non ci azzeccano nulla l'una con l'altra, mi spieghi che cavolo ci fanno mosignori e vescovi iscritti? Insieme a mafiosi come Giulio Andreotti?

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 50760
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Considerazioni sulla Bibbia

Messaggio Da Marco_1983 il Lun 5 Lug - 18:17

Rasputin ha scritto:
Marco_1983 ha scritto:
Rasputin ha scritto:Non mi è sfuggito il piccolo dettaglio nel quale il nostro Marco sostiene che "La Chiesa Cattolica che proprio non c'azzecca nulla con rosacrociati, i cavalieri templari e compagnia bella le cui tradizioni permangono ancor oggi in massoneria" e gli segnalo un simpatico elencuccio di 112 iscritti alla loggia massonica, comparso il 12 settembre 1978 sui numeri 21-22 del settimanale "OP", diretto da Mino Pecorelli, ucciso a Roma il 20 marzo 1979. Tra i giovialoni si trovano tra gli altri un tal Ablondi Alberto, vescovo di Livorno, Abrech Pio, aiutante di studio Congregazione dei Vescovi, Aquaviva Sabino, docente di sociologia religiosa all'università di Padova, Angelini Fiorenzo, monsignore,

solo solo alla lettera "A"

Basta la mia parola che sono quasi tutti non solo cattolici, ma esponenti dell'omonima chiesa, o devo proseguire?


Puoi continuare a stilare l'elenco fino a dopodomani!!! Chiesa cattolica e massoneria sono due cose diverse! Anche se il papa fosse iscritto alla loggia non c'entrerebbe nulla questo! Peraltro il tono polemico chiaramente da me assunto non era rivolto alla massoneria come istituzione in sè, ma alla parte deviata.

Proprio perché sono due cose non solo diverse, ma che non ci azzeccano nulla l'una con l'altra, mi spieghi che cavolo ci fanno mosignori e vescovi iscritti? Insieme a mafiosi come Giulio Andreotti?


La massoneria è un'istituzione per il perfezionamento personale nella crescita delle virtù. E' un luogo di incontro con persone di altre culture per aumentare la coesione del popolo universale. Se non ci sono secondi fini loschi dietro direi anzi che un vescovo è proprio una delle persone più adatte per entrarci.

Marco_1983
-------------
-------------

Numero di messaggi : 352
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 03.07.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Considerazioni sulla Bibbia

Messaggio Da maxsar il Lun 5 Lug - 18:35

Se non ci sono secondi fini loschi dietro direi anzi che un vescovo è proprio una delle persone più adatte per entrarci.

Canone 2335.
Nomen dantes sectae massonicae aliisve eiusdem generis associationibus quae contra Ecclesiam vel legitimas civiles potestates machinantur, contrahunt ipso facto excommunicationem Sedi Apostolicae simpliciter reservatam.

Seppur sia stato probabilmente tacitamente abrogato (ma vi è incertezza anche fra gli studiosi di diritto canonico).
l 26 novembre 1983 è stata resa nota la Dichiarazione della congregazione per la Dottrina della Fede in cui :“rimane immutato il giudizio della chiesa nei riguardi delle associazioni massoniche, poichè i loro principi sono sempre stati considerati inconciliabili con la dottrina della chiesa e perciò l’iscrizione ad esse rimane proibita”.
avatar
maxsar
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1342
Età : 32
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 13.01.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Considerazioni sulla Bibbia

Messaggio Da Marco_1983 il Lun 5 Lug - 18:43

maxsar ha scritto:
Se non ci sono secondi fini loschi dietro direi anzi che un vescovo è proprio una delle persone più adatte per entrarci.

Canone 2335.
Nomen dantes sectae massonicae aliisve eiusdem generis associationibus quae contra Ecclesiam vel legitimas civiles potestates machinantur, contrahunt ipso facto excommunicationem Sedi Apostolicae simpliciter reservatam.

Seppur sia stato probabilmente tacitamente abrogato (ma vi è incertezza anche fra gli studiosi di diritto canonico).
l 26 novembre 1983 è stata resa nota la Dichiarazione della congregazione per la Dottrina della Fede in cui :“rimane immutato il giudizio della chiesa nei riguardi delle associazioni massoniche, poichè i loro principi sono sempre stati considerati inconciliabili con la dottrina della chiesa e perciò l’iscrizione ad esse rimane proibita”.


Ora non so dal punto di vista del codice canonico i preti li dentro come sono messi. Fatto sta che se vogliono cristianizzare il mondo i vescovi hanno nella massoneria un ottimo trampolino di lancio.

Marco_1983
-------------
-------------

Numero di messaggi : 352
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 03.07.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Considerazioni sulla Bibbia

Messaggio Da maxsar il Lun 5 Lug - 19:02

All'interno della massoneria è specificamente vietato discorsi intorno alla religione; inoltre i vescovi che ne fanno parte, secondo il diritto canonico (di origine umana e divina secondo i vostri amici) si pongono come minimo in una condizione di peccato grave, per le linee guida di B16 addiritura verso una scomunica ipso facto.
avatar
maxsar
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1342
Età : 32
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 13.01.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Considerazioni sulla Bibbia

Messaggio Da Rasputin il Lun 5 Lug - 20:27

Marco_1983 ha scritto:
La massoneria è un'istituzione per il perfezionamento personale nella crescita delle virtù. E' un luogo di incontro con persone di altre culture per aumentare la coesione del popolo universale. Se non ci sono secondi fini loschi dietro direi anzi che un vescovo è proprio una delle persone più adatte per entrarci.

Io direi che se ci sono secondi fini loschi dietro un vescovo è proprio una delle persone più adatte per entrarci.

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 50760
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Considerazioni sulla Bibbia

Messaggio Da davide il Lun 5 Lug - 22:32

Marco_1983 ha scritto:
Per rispondere a questa domanda è necessario chiarire bene quale deve essere l'approccio alla religione. In un altro post ho discusso (spero il più chiaramente possibile) la differenza tra "fede" e "fiducia". La prima si distingue in quanto è piena sottomissione del proprio intelletto in ciò che, l'autorità della chiesa, ci propone di credere. Posto questo ora, diventa inutile scavare nel passato per trovare argomentazioni a favore o contro la chiesa di oggi proprio perchè l'adesione alle sue verità deve provenire dalla fede e non deve essere il frutto di ragionamenti personali (che peraltro potrebbero essere pure errati dato che, e questo è sicuro, la storia è stata ampiamente modificata e strumentalizzata).
Marco, smettila di girare intorno alle questioni al solo scopo di cambiare discorso. Io ti ho riportato il pensiero di uno dei padri e dottori della chiesa, figura centralissima del cristianesimo, riguardo agli ebrei. Ti ho dimostrato come la moralità della chiesa muti al mutare dei tempi (seppure in modo estremamente lento), smentendo quanto da te affermato. Tu mi rispondi parlando di fede e fiducia, per poi concludere che la storia è stata modificata e strumentalizzata.

Prendo atto che l'idea che tu sia un troll è confermata dalle risposte che dai, dal tuo ripetere insensatamente dei tormentoni (salvo poi chiedere scusa per i tuoi "errori" o "imprecisioni" - ho perso il conto delle volte che hai tirato fuori questa manfrina) e pertanto ti avviso formalmente che ogni tua risposta sarà vagliata attentamente dalla moderazione del forum per le eventuali sanzioni disciplinari. Questo a meno che tu non decida di cambiare registro, cosa di cui dubito.

davide
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11205
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 14.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Considerazioni sulla Bibbia

Messaggio Da darwin74 il Mar 6 Lug - 10:10

Voglio ricordare che la Bibbia è stata per secoli consultata dai soli Vescovi e Papi, i manoscritti erano molto costosi per permetterselo i più poveri. Era scritta in lingua aramaica e poi tradotta in latino e dunque comprensibile solo a chi aveva avuto degli studi classici. La sua traduzione in lingua volgare è stato per lungo tempo vietata dalla Chiesa (chissà per quale motivo) e dunque il suo messaggio giungeve ai più deboli solo attraverso le macchinose interpretazioni dei Papi del periodo cambiando spesso le carte in tavola. Anche dopo la traduzione in lingua volgare questo testo non è mai stato letto dal popolo, in italia il tasso di analfabetismo prima degli anni 50 era elevatissimo e qualsiasi "cazzata" che un prete diceve riguardo la bibbia era presa come vera. Solo con i tempi moderni la lettura di questo testo "sacro" si è ampiamente diffuso e ne ha conseguito un più ampio giudizio critico anche da parte di quelle persone che non hanno mai avuto secondi fini di interpretazione portando alla luce le enormi contraddizioni che si scontrano incompatibilmente con le conoscenze scientifiche attuali.
Io penso che chi nega queste evidenze è solo perchè non razionalizza nella sua mente e si comporta come facevano i credenti dei secoli passati che si fidavano dei loro preti senza fare delle loro critiche personali.
avatar
darwin74
------------
------------

Maschile Numero di messaggi : 37
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 31.03.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Considerazioni sulla Bibbia

Messaggio Da darwin74 il Mar 6 Lug - 10:14

darwin74 ha scritto:... e si comporta come facevano i credenti dei secoli passati che si fidavano dei loro preti senza fare delle loro critiche personali.

Ricollegandomi con la discussione di Fede e fiducia:
Fede significa credere senza razionalità, fidarsi significa farselo mettere nel culo dai preti senza domandarsi il perchè.
avatar
darwin74
------------
------------

Maschile Numero di messaggi : 37
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 31.03.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Considerazioni sulla Bibbia

Messaggio Da ivano il Gio 8 Lug - 13:58

Multiverso ha scritto:
ivano ha scritto:Si fa fatica a far comprendere che l'evoluzione non è una "teoria", è un FATTO, dimostrato innumerevoli volte continua a procedere anche adesso. E' difficile far capire a chi crede che l'uomo sia in qualche modo centrale rispetto alla natura che tra qualche milione di anni ci sarà più ed al suo posto esisteranno delle forme di vita completamente diverse ed adattate all'ambiente esistente. Non ci si rende conto che mille o diecimila anni non sono che una parentesi trascurabile nella storia della terra. Come sempre si pensa di essere eterni e con la verità assoluta in tasca...

Ciao Ivano e benvenuto.
Hai esordito con una sacrosanta verità, dimostrata, che solo le menti ottuse non riescono o non vogliono comprendere. ok

Salve a tutti, grazie (in ritardo) per l'accoglienza del mio post sul vostro forum a cui mi ero iscritto qualche tempo fa. Purtroppo non sono sempre collegato e posso seguire i vostri interessanti argomenti solo a singhiozzo. A presto per qualche altra riflessione ')" target="_blank" rel="nofollow">

ivano

Numero di messaggi : 2
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 05.04.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Considerazioni sulla Bibbia

Messaggio Da *Valerio* il Dom 10 Ott - 8:42

Tirosu' per copincollare una presunta lettera recapitata a Fanzaga.

(ad alcuni di voi sara' gia' nota)






Caro sacerdote, le scrivo per ringraziarla del suo lavoroeducativo sulle leggi del Signore.

Ho imparato davvero molto dal suo programma, e ho cercato di condividere taleconoscenza con più persone possibile. Adesso, quando qualcuno tenta didifendere lo stile di vita omosessuale, gli ricordo semplicemente che nelLevitico 18:22 si afferma che ciò è un abominio. Fine della discussione.

Però, avrei bisogno di alcun consigli da lei, a riguardo di altre leggispecifiche e come applicarle.

- Vorrei vendere mia figlia come schiava, come prevede Esodo 21:7. Quale pensasarebbe un buon prezzo di vendita?

- Quando do fuoco ad un toro sull’altare sacrificale, so dalle scritture checiò produce un piacevole profumo per il Signore (Levitico 1.9). Il problema ècon i miei vicini. Quei blasfemi sostengono che l’ odore non è piacevole perloro. Devo forse percuoterli?

- So che posso avere contatti con una donna quando non ha le mestruazioni(Levitico 15:19-24). Il problema è: come faccio a chiederle se ce le ha oppureno? Molte donne s’offendono.

- Levitico 25:44 afferma che potrei possedere degli schiavi, sia maschi chefemmine, a patto che essi siano acquistati in nazioni straniere. Un mio amicoafferma che questo si può fare con i filippini, ma non con i francesi. Puòfarmi capire meglio? Perché non posso possedere schiavi francesi?

- Un mio vicino insiste per lavorare di sabato. Esodo 35:2 dice chiaramente chedovrebbe essere messo a morte. Sono moralmente obbligato ad ucciderlopersonalmente?

- Un mio amico ha la sensazione che anche se mangiare crostacei è un abominio(Levitico 11:10), lo è meno dell’omosessualità. Non sono d’accordo. Puòilluminarci sulla questione?

- Levitico 21:20 afferma che non posso avvicinarmi all’ altare di Dio se hodifetti di vista. Devo effettivamente ammettere che uso occhiali per leggere …La mia vista deve per forza essere 10 decimi o c’è qualche scappatoia allaquestione?

- Molti dei miei amici maschi usano rasarsi i capelli, compresi quelli vicinoalle tempie, anche se questo è espressamente vietato dalla Bibbia (Levitico19:27). In che modo devono esser messi a morte?

- In Levitico 11:6-8 viene detto che toccare la pelle di maiale morto rendeimpuri. Per giocare a pallone debbo quindi indossare dei guanti?

- Mio zio possiede una fattoria. E’ andato contro Levitico 19:19, poiché hapiantato due diversi tipi di ortaggi nello stesso campo; anche sua moglie haviolato lo stesso passo, perché usa indossare vesti di due tipi diversi ditessuto (cotone/acrilico). Non solo: mio zio bestemmia a tutto andare. Èproprio necessario che mi prenda la briga di radunare tutti gli abitanti dellacittà per lapidarli come prescrivono le scritture? Non potrei, piùsemplicemente, dargli fuoco mentre dormono, come simpaticamente consigliaLevitico 20:14 per le persone che giacciono con consanguinei?

So che Lei ha studiato approfonditamente questi argomenti, per cui sono sicuroche potrà rispondermi a queste semplici domande.

Nell’occasione, la ringrazio ancora per ricordare a tutti noi che i comandamentisono eterni e immutabili.

Sempre suo ammiratore devoto.”

*Valerio*
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6950
Età : 44
Località : Bologna
Occupazione/Hobby : Pc-barbecue-divano-gnocca
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 15.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Considerazioni sulla Bibbia

Messaggio Da delfi68 il Dom 10 Ott - 8:53

ahahahahahah ahahahahahah
avatar
delfi68
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11250
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Considerazioni sulla Bibbia

Messaggio Da Rasputin il Dom 10 Ott - 9:30

delfi68 ha scritto: ahahahahahah ahahahahahah

Non la conoscevi? Simpatica wink..

Un grazie comunque a Valerio per averla inserita, mancava alla mia collezione di perle

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 50760
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Considerazioni sulla Bibbia

Messaggio Da delfi68 il Dom 10 Ott - 9:37

..ne avevo letta una citazione ma poi mi dimenticai di cercarla..STRE-PI-TO-SA... ahahahahahah
avatar
delfi68
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11250
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 4 di 19 Precedente  1, 2, 3, 4, 5 ... 11 ... 19  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum