Bannato da Cattolici Romani

Pagina 3 di 13 Precedente  1, 2, 3, 4 ... 11, 12, 13  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Bannato da Cattolici Romani

Messaggio Da carletto il Gio 10 Mar - 21:48

Riguardo alla Chiesa cattolica odierna bisogna avere le idee chiare, che solo una prospettiva storica puo' dare in dettaglio.
Il lungo ed estenuante combattimento all'interno del Cattolicesimo, ha portato il Cristianesimo occidentale ad essere praticamente clericale.

Questa non è una cosa da poco perché ogni possibile "riforma", come si sà, nasce sempre dalla base ed è difficile che domani si svegli un alto papavero e purifichi un poco le cose.

Il clericalismo, dunque, è la vera identità del mondo cattolico, cosa che non esisteva nella chiesa medioevale e, tanto meno, nella chiesa antica.

Clericalismo significa una "cupola" di chierici che si chiudono a chiave nella stanza dei bottoni e decidono per tutti chiedendo a tutti una obbedienza passiva (cosa che non era concepibile anticamente).

Il "mistero dell'iniquità" è tale che questo "monstrum" ecclesiologico continua a vivere e non colassa.

Alla fine di un incontro ecumenico tenuto in vaticano, Giovanni Paolo II chiese personalmente a dei dignitari ortodossi: "Ma insomma, alla fine dove sono i problemi per un'unione tra di noi?". Essi ebbero sufficienti palle per rispondergli: "Il problema è rappresentato da lei, santità". Ovviamente in Vaticano stettero ben attenti a non divulgare questo commento che si è risaputo solo per altre vie.

Il "monstrum" è rappresentato da questa autoreferenzialità stretta (ad es. il papa è sufficiente a se stesso, non ha bisogno di nessuno nel suo ufficio), da questo clericalismo che, alla fine, è lo stampo e il modello delle mafie e degli autoritarismi.

Mi spiace apparire duro e ingeneroso ma la realtà è questa e da qui non si sfugge. Il clericalsimo è un cancro nella chiesa e riduce le sue membra a pure appendici.

La soluzione sarebbe il suo ridimensionamento ma, oggi, invece, avviene l'esatto opposto. "Misterium iniquitatis" mascherato abilmente da angelo di luce.... Questo, ovviamente, rende la Chiesa luogo di inciampo e di morte, luogo in cui si possono partorire atei ribelli (non a caso i più grandi atei escono da collegi clericali), luogo di contraddizione, sale non salato e chi più ne ha più ne metta.

Nonostante ciò, vivono in essa molte persone di retta e nobile intenzione.

La luce del sole, quando giunge a terra, puo' essere intorbidita e disturbata da molti fattori. Nel caso di un'eclisse, addirittura, viene nascosta quasi totalmente.

Similmente, l'uomo puo' interporsi a quanto può essere ritenuto meglio (non solo a Dio) e vendere il tutto come "immagine pura". Lascio a voi giudicare se mai questo puo' vero. Quest'interposizione non è cosa che riguarda solo il fenomeno religioso, ovviamente, ma ogni valore positivo e civile del nostro mondo.

carletto
------------
------------

Numero di messaggi : 16
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Bannato da Cattolici Romani

Messaggio Da Werewolf il Gio 10 Mar - 22:05

Non posso che concordare.
Solo qui, se permetti(noticina da pignolo appassionato di storia)
Il clericalismo, dunque, è la vera identità del mondo cattolico, cosa che non esisteva nella chiesa medioevale e, tanto meno, nella chiesa antica.
dissento. Che la chiesa primitiva fosse priva di clericalismo, concordo: del resto doveva ancora formarsi un istituzione chiesa, e una religione ha 'preti' solo quando si istituzionalizza in qualche modo. Ma a mio avviso è già con i primi concili, Nicea e seguenti, che la 'piaga' del clericalismo entra nella chiesa: gente che, come dici tu, si chiude nella stanza dei bottoni e decide per tutti chiedendo obbedienza passiva. Non per niente, sintomo di mondanità della chiesa sarà infatti il fatto che, al crollo dell'Impero Romano, sarà lei a prendere il controllo. Del resto, poi, è proprio il Medioevo il momento di maggior 'gloria' dell'istituzione papale e della chiesa in quanto inserita nella politica.
avatar
Werewolf
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 3357
Età : 28
Località : Vicenza
Occupazione/Hobby : Studente a vita.. c'è sempre da imparare no?
SCALA DI DAWKINS :
68 / 7068 / 70

Data d'iscrizione : 24.03.10

http://werewolf-wolfsden.blogspot.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Bannato da Cattolici Romani

Messaggio Da carletto il Gio 10 Mar - 22:19

Non è esattamente così.
Il clericalismo si autoglorifica e non ha bisogno di nessuno.
Se i vescovi fanno un concilio lo impongono all'obbedienza e nessuno può contestarlo.
In antico, nel primo millennio, non era così al punto che i laici potevano ribellarsi e il concilio cadeva nel nulla.
Lo stesso dicasi per i vescovi. Un vescovo che, anticamente, non era accolto dai laici se ne doveva tornare a casa sua.
Te lo immagini se oggi succede una cosa del genere?
Non è neppure concepibile perché l'autorità è divenuta automaticamente autoritarismo.

carletto
------------
------------

Numero di messaggi : 16
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Bannato da Cattolici Romani

Messaggio Da carletto il Gio 10 Mar - 22:29

In altre parole, non si tratta di un passaggio avvenuto come l'acceso-spento di un interruttore. E' stato un passaggio graduale e lento nel tempo dove alla fine il clericalismo è emerso nella sua forma più virulenta.
Se pensate che "solo" nel periodo avignonese il papa rivendica a sé la nomina dei vescovi cattolici, questo vi da' l'idea di quanto lento sia stato il processo di clericalismo nel mondo cattolico.

carletto
------------
------------

Numero di messaggi : 16
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Bannato da Cattolici Romani

Messaggio Da Werewolf il Gio 10 Mar - 22:30

In antico, nel primo millennio, non era così al punto che i laici potevano ribellarsi e il concilio cadeva nel nulla.
Ripeto, concordo con te se mi arrivi fino al 400-500, massimo 800. Ma non è un mistero che, per quel che riguarda dogmi di fede, od il modo di approcciarsi all'autorità ecclesiale, già fra 300 e 400 ci sia un crescente clericalismo(non per niente l'inclusione definitiva delle lettere cattoliche più clericali nel canone neotestamentario avviene in questo periodo), che diventerà sempre più evidente, fino ad arrivare all'alba secondo millennio che vedrà papi ed antipapi, lotte per le investiture e quant'altro. E siamo ancora in pieno Medioevo. Ripeto, è più una fisima mia di precisione storica che effettivamente una cosa importante, tanto che il resto della tua analisi lo condivido al 100%.

P.S. Devo lasciare per 'stasera. Buonanotte a tutti bye
avatar
Werewolf
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 3357
Età : 28
Località : Vicenza
Occupazione/Hobby : Studente a vita.. c'è sempre da imparare no?
SCALA DI DAWKINS :
68 / 7068 / 70

Data d'iscrizione : 24.03.10

http://werewolf-wolfsden.blogspot.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Bannato da Cattolici Romani

Messaggio Da davide il Gio 10 Mar - 23:20

carletto ha scritto:Un cuore buono (per fortuna ci sono anche questi nella storia dell'umanità), umile, pacifico, non potrà che vedere Dio in questa maniera: somma bontà, pacificità, umiltà.
Un crociato medioevale, viceversa, non potrà che vederlo come vendicativo, assetato di giustizia, sterminatore...
Corretto. In pratica, ognuno dice di dio esattamente ciò che preferisce, l'unico limite è la fantasia.

carletto ha scritto:...
Ripartire da zero per un'istituzione così non è possibile. Ripartire da ciò che ha di autentico, invece, sì. Ma l'autentico, che corrisponde a ciò che disse e fece Gesù Cristo,....
Ah beh, se questo è l'"autentico" di cui dispongono, son messi bene... Un po' come comprare la fontana di Trevi da Totò.

davide
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11205
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 14.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Bannato da Cattolici Romani

Messaggio Da carletto il Ven 11 Mar - 4:15

Anche i miti, in quanto esortativi verso il bene, hanno una loro "autenticità", se intendiamo per autentico quanto è meglio.
Non entro sulla questione della storicità della figura di Cristo, sulla quale il precedente intervento, evidentemente allude.
Ma quando Cristo nei vangeli esorta ad essere misericordiosi (tanto per fare un solo esempio) mi sembra che questo sia molto buono no? A prescindere da tutto, direi. Quindi che essere più umani si possa paragonare alla fontana di Trevi venduta da Totò.... no non mi pare proprio!

carletto
------------
------------

Numero di messaggi : 16
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Bannato da Cattolici Romani

Messaggio Da Rasputin il Ven 11 Mar - 9:45

Facciamo a citazioni dei Vangeli, tra l'altro uno solo dei quali mi pare è stato scritto da qualcuno che aveva (Diceva di avere) conosciuto Joshua rabbi? Faccimo un'analisi comparativa dei Vangeli, con le loro innumerevoli contraddizioni tra di loro? Io non sono preparatissimo in materia e dovrei fare delle ricerche, ma ti assicuro che qui c'è gente che lo è.

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 50060
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Bannato da Cattolici Romani

Messaggio Da carletto il Ven 11 Mar - 11:15

Rasputin ha scritto:Facciamo a citazioni dei Vangeli, tra l'altro uno solo dei quali mi pare è stato scritto da qualcuno che aveva (Diceva di avere) conosciuto Joshua rabbi? Faccimo un'analisi comparativa dei Vangeli, con le loro innumerevoli contraddizioni tra di loro? Io non sono preparatissimo in materia e dovrei fare delle ricerche, ma ti assicuro che qui c'è gente che lo è.

Non m'interessa scendere su questo piano anche perché, molto velocemente, mi sembra di scendere nella consueta gara degli opposti che mi snerva, dove uno dice una cosa e l'altro necessariamente il suo contrario.
In questa "gara degli opposti" si ama fare partiti e costruirsi nemici mentali; essa non caratterizza solo le questioni religiose (queste non sono che il piatto prelibato per chi si lascia andare a questo sport). Caratterizza molte altre cose, essendo un bisogno tutto occidentale di procedere (per poi arrivare a cosa?). Ve le ricordate le correnti letterarie dove si opponevano naturalismo e romanticismo? Siamo sempre lì, fatte le differenze del caso. E questo nn è che un altro esempio della stessa mentalità...

carletto
------------
------------

Numero di messaggi : 16
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Bannato da Cattolici Romani

Messaggio Da Rasputin il Ven 11 Mar - 11:28

Non divaghiamo. Il fatto è che "Cristo" (Sic!) oltre ad esortare ad "Essere misericordiosi", esorta anche ad un sacco di altre cose molto meno umane. Poi cos'è il "Bisogno tutto occidentale", sei per caso cinese?

Mi risparmio la fatica di citare io stesso e ti rimando qui:

http://atei.forumitalian.com/t2531-storicita-del-vangelo

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 50060
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Bannato da Cattolici Romani

Messaggio Da carletto il Ven 11 Mar - 12:35

Rasputin ha scritto:Non divaghiamo. Il fatto è che "Cristo" (Sic!) oltre ad esortare ad "Essere misericordiosi", esorta anche ad un sacco di altre cose molto meno umane. Poi cos'è il "Bisogno tutto occidentale", sei per caso cinese?

Mi risparmio la fatica di citare io stesso e ti rimando qui:

[url=http://atei.forumitalian.com/t2531-storicita-del-vangelo
http://atei.forumitalian.com/t2531-storicita-del-vangelo[/quote[/url]]

Ho avuto la fortuna di stare in una altra cultura per cui non mi interessano queste diatribe di bassa lega. Scusami.
Ho scritto solo per rispondere al ragazzo che era bannato dal forum "cattolici-romani" non per fare discussioni sulla storicità dei vangeli, di Cristo o cose affini.
Ti auguro buona giornata!

carletto
------------
------------

Numero di messaggi : 16
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Bannato da Cattolici Romani

Messaggio Da Werewolf il Ven 11 Mar - 12:46

Ho avuto la fortuna di stare in una altra cultura per cui non mi interessano queste diatribe di bassa lega. Scusami.
Se è di bassa lega cercare di capire la verità, i fatti che stanno dietro a certe affermazioni, allora tutto il resto è di infima lega. Fuggire la discussione semplicemente dicendo che è sterile vuol dire semplicemente che non si è in grado di argomentare le proprie posizioni.
avatar
Werewolf
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 3357
Età : 28
Località : Vicenza
Occupazione/Hobby : Studente a vita.. c'è sempre da imparare no?
SCALA DI DAWKINS :
68 / 7068 / 70

Data d'iscrizione : 24.03.10

http://werewolf-wolfsden.blogspot.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Bannato da Cattolici Romani

Messaggio Da Rasputin il Ven 11 Mar - 12:49

Mi sembra strano che uno che, o almeno pare credere, nella parola di Gesù Cristo, consideri "Diatribe di bassa lega" una discussione sulla storicità e veridicità della stessa. Comunque nessuno ti obbliga a stare qui, già una volta ti ho chiesto cosa ci sei venuto a fare se non ti interessano le discussioni, che qui chiamiamo "Confronto" e sei venuto solo per rispondere al ragazzo che era bannato dal forum "cattolici-romani", 15 interventi mi sembrano molti.

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 50060
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Bannato da Cattolici Romani

Messaggio Da Muriel il Ven 11 Mar - 12:51

Werewolf ha scritto:
Ho avuto la fortuna di stare in una altra cultura per cui non mi interessano queste diatribe di bassa lega. Scusami.
Se è di bassa lega cercare di capire la verità, i fatti che stanno dietro a certe affermazioni, allora tutto il resto è di infima lega. Fuggire la discussione semplicemente dicendo che è sterile vuol dire semplicemente che non si è in grado di argomentare le proprie posizioni.


troppo facile snobbare le discussioni dicendo che non intressano o che sono "di bassa lega". trucchetti vecchi e logori.

Muriel
-----------
-----------

Femminile Numero di messaggi : 1760
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 30.12.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Bannato da Cattolici Romani

Messaggio Da carletto il Ven 11 Mar - 15:44

Ho postato una risposta ma non la trovo più. Spero che non sia stata bannata....
Riscrivo.
Non mi si può accusare di snobbare una discussione fuori argomento perché a me non interessa entrare in merito alla questione della STORICITA' dei Vangeli e di Cristo.
Se interessa voi è affare vostro non mio.
L'argomento di questa discussione è "bannato da Cattolici Romani", non è vero????? Io sono intervenuto dando una mia opinione su quel forum e sulla mentalità che li spinge a bannare.
Tutto qui.
Il resto è decisamente fuori argomento e fuori dal mio interesse.
Prego pertanto di essere escluso da questo forum.

carletto
------------
------------

Numero di messaggi : 16
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Bannato da Cattolici Romani

Messaggio Da Fux89 il Ven 11 Mar - 15:46

carletto ha scritto:Prego pertanto di essere escluso da questo forum.
Basta non fare più il login... Rolling Eyes

Fux89
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 16173
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 20.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Bannato da Cattolici Romani

Messaggio Da Werewolf il Ven 11 Mar - 17:52

Libero di fare come vuoi. Comunque, se avrai voglia di metterti in gioco, siamo qui pronti ad accoglierti a braccia aperte.
avatar
Werewolf
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 3357
Età : 28
Località : Vicenza
Occupazione/Hobby : Studente a vita.. c'è sempre da imparare no?
SCALA DI DAWKINS :
68 / 7068 / 70

Data d'iscrizione : 24.03.10

http://werewolf-wolfsden.blogspot.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Bannato da Cattolici Romani

Messaggio Da Multiverso il Ven 11 Mar - 18:46

carletto ha scritto:Riguardo alla Chiesa cattolica odierna bisogna avere le idee chiare, che solo una prospettiva storica puo' dare in dettaglio.
Il lungo ed estenuante combattimento all'interno del Cattolicesimo, ha portato il Cristianesimo occidentale ad essere praticamente clericale.

Questa non è una cosa da poco perché ogni possibile "riforma", come si sà, nasce sempre dalla base ed è difficile che domani si svegli un alto papavero e purifichi un poco le cose.

Il clericalismo, dunque, è la vera identità del mondo cattolico, cosa che non esisteva nella chiesa medioevale e, tanto meno, nella chiesa antica.

Clericalismo significa una "cupola" di chierici che si chiudono a chiave nella stanza dei bottoni e decidono per tutti chiedendo a tutti una obbedienza passiva (cosa che non era concepibile anticamente).

Il "mistero dell'iniquità" è tale che questo "monstrum" ecclesiologico continua a vivere e non colassa.

Alla fine di un incontro ecumenico tenuto in vaticano, Giovanni Paolo II chiese personalmente a dei dignitari ortodossi: "Ma insomma, alla fine dove sono i problemi per un'unione tra di noi?". Essi ebbero sufficienti palle per rispondergli: "Il problema è rappresentato da lei, santità". Ovviamente in Vaticano stettero ben attenti a non divulgare questo commento che si è risaputo solo per altre vie.

Il "monstrum" è rappresentato da questa autoreferenzialità stretta (ad es. il papa è sufficiente a se stesso, non ha bisogno di nessuno nel suo ufficio), da questo clericalismo che, alla fine, è lo stampo e il modello delle mafie e degli autoritarismi.

Mi spiace apparire duro e ingeneroso ma la realtà è questa e da qui non si sfugge. Il clericalsimo è un cancro nella chiesa e riduce le sue membra a pure appendici.

La soluzione sarebbe il suo ridimensionamento ma, oggi, invece, avviene l'esatto opposto. "Misterium iniquitatis" mascherato abilmente da angelo di luce.... Questo, ovviamente, rende la Chiesa luogo di inciampo e di morte, luogo in cui si possono partorire atei ribelli (non a caso i più grandi atei escono da collegi clericali), luogo di contraddizione, sale non salato e chi più ne ha più ne metta.

Nonostante ciò, vivono in essa molte persone di retta e nobile intenzione.

La luce del sole, quando giunge a terra, puo' essere intorbidita e disturbata da molti fattori. Nel caso di un'eclisse, addirittura, viene nascosta quasi totalmente.

Similmente, l'uomo puo' interporsi a quanto può essere ritenuto meglio (non solo a Dio) e vendere il tutto come "immagine pura". Lascio a voi giudicare se mai questo puo' vero. Quest'interposizione non è cosa che riguarda solo il fenomeno religioso, ovviamente, ma ogni valore positivo e civile del nostro mondo.

Ciao Carletto, ti do anche io il benvenuto e spero di non doverti dare contemporaneamente il benandato.

Le tue considerazioni sulla Chiesa Cattolica sono sicuramente interessanti, ma credo che, al di là degli inevitabili particolarismi che contraddistinguono ogni aggregazione istituzionalizzata, esista un comune denominatore che esce dalla sfera delle singole vicende storiche e sociali, per approdare a quelle che sono le conseguenze di una forma di governo denominata monarchia.
Laddove il potere supremo è nelle mani di un singolo o di una risicata oligarchia, le conseguenze sul piano pratico sono quelle che tutti conosciamo.
Il clericalismo della Chiesa a mio avviso è figlio soltanto della sua struttura piramidale e fortemente verticistica, in cui il "popolo di Dio" è soltanto un'etichetta conciliare priva di ogni forma di intervento nella composizione della casta.

La Chiesa è una monarchia che sta in piedi da duemila anni, ed è inevitabile che sia partita in maniera più democatica per poi radicalizzarsi e fortificarsi sempre di più nella sua struttura di potere fortemente centralizzata. Le stesse lotte intestine nel corso della sua storia le hanno strappato brandelli di carne ma non sono riuscite a ledere organi vitali, perchè la sua incrollabile supremazia si fonda su due fattori determinanti:

il primo è la percezione collettiva che la Chiesa costituisca l'unico, vero regno di Dio voluto direttamente da quest'ultimo sulla Terra.
Chi nasce in un paese cattolico è subito indottrinato a verità che difficilmente riuscirà a scrollarsi di dosso per tutto il resto della sua vita, in un ambiente sociale subliminale e fortemente permeato di cultura cattolica.

Il secondo è la paura, fattore psicologico di natura istintiva che spinge la razza umana ad abbracciare la stessa idea di Dio, ed è il motivo che giustifica l'anomala longevità di un impero come quello cattolico. Se un popolo patisce eccessivamete la fame e il despota di turno che governa tira troppo la corda, il popolo si ribella e caccia il tiranno infame.
All'interno della Chiesa è avvenuto anche di peggio: nepotismo, corruzione, scandali, pedofilia, ricchezza smisurata di chi predica dall'ambone la povertà (degli altri), eresie, roghi, crociate, conversioni forzate, mercimoni, connivenze con criminali che poi si ritrovano sepolti nelle cripte basilicali, priviliegi di ogni tipo e nefandezze multicolor. Eppure nessuna rivoluzione verso chi appare agli occhi delle masse beote come l'emissario di Dio sulla Terra, eletto da chi è stato ispirato da una colomba bianca e che, a sua volta, si ritroverebbe a ricoprire quel ruolo sacro per una divina vocazione che proverrebbe direttamente dall'alto dei cieli.

L'attuale potere della Chiesa, a mio parere, deriva da quella delle origini che si è imposta subito come la vera Chiesa, la comunità con i suoi vertici che, agli occhi degli adepti, è stata investita direttamente dal figlio di Dio, e su questo ha campato di rendita resistendo ad ogni sorta di deflagrazione.
Non solo ha resistito, ma ha mantenuto per venti secoli il primato numerico nel panorama cristiano, per lo stesso motivo per cui la Nutella è la più venduta rispetto ad ogni altra crema spalmabile alla nocciola.
avatar
Multiverso
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1413
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 15.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Bannato da Cattolici Romani

Messaggio Da davide il Ven 11 Mar - 23:03

carletto ha scritto:Anche i miti, in quanto esortativi verso il bene, hanno una loro "autenticità", se intendiamo per autentico quanto è meglio.
Non sono laureato in lettere, ma a quanto ne so io "autentico" è sinonimo di "vero", non di "meglio" o "migliore". Detto questo, quel che è "meglio" per te, può non esserlo affatto per me.
carletto ha scritto:
Non entro sulla questione della storicità della figura di Cristo, sulla quale il precedente intervento, evidentemente allude.
Ma quando Cristo nei vangeli esorta ad essere misericordiosi (tanto per fare un solo esempio) mi sembra che questo sia molto buono no? A prescindere da tutto, direi. Quindi che essere più umani si possa paragonare alla fontana di Trevi venduta da Totò.... no non mi pare proprio!
Al personaggio di nome Gesù e di cognome Cristo, nei vangeli, fanno dire di tutto e di più.
Decidi tu per me cosa sia "meglio" (che nel tuo personale linguaggio significa anche "autentico")?

davide
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11205
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 14.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Bannato da Cattolici Romani

Messaggio Da Muriel il Mer 16 Mar - 15:36

guitargeo ha scritto:L'altro ieri mi ero iscritto a quel sito con lo
scopo di divertirmi un po' e magari far riflettere qualcuno...ma sono
stato bannato 2 minuti dopo aver postato il seguente scritto.
Sono proprio degli intolleranti, anche quando si forniscono elementi per discutere tratti dalla bibbia stessa.
io mi ero iscritta a tradizione.biz, che penso tutti ben conosciamo, per divertirmi un po' e interpretare una ragazzina timorata di dio, come suggerisce il metodo stanislavskji. avevo seguito pedissequamente le regole, e avevo anche fatto amicizia nel forum e partecipato a parecchie discussioni raccogliendo molti consensi con acume e discrezione, mai recitando sopra le righe o facendo l'esaltata (segno che conosco bene i miei polli ahah).
sai perchè sono stata bannata un'ora dopo e senza possibilità di replica? perchè avevo scritto di avere 19 anni, ma avevo fornito una mail creata tempo addietro per un account fasullo su facebook in cui compariva il numero 81 (che non è nemmeno l'anno della mia vera nascita ma semplicemente un numero messo lì a caso), il che dimostrava palesemente, secondo l'admin, che non era vero che avevo 19 anni. insomma, tutto il divertimento è morto sul nascere così, perchè l'admin di quel forum è un paranoico.
pensa se a farlo fosse stata una ragazza davvero credente... questi si tagliano i coglioni da soli anche a prescindere dall'essere religiosi.


Ultima modifica di Muriel il Mer 16 Mar - 15:41, modificato 1 volta

Muriel
-----------
-----------

Femminile Numero di messaggi : 1760
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 30.12.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Bannato da Cattolici Romani

Messaggio Da Werewolf il Mer 16 Mar - 15:39

vevo scritto di avere 19 anni, ma avevo fornito una mail creata tempo addietro per un account fasullo su facebook in cui compariva il numero 81 (che non è nemmeno l'anno della mia vera nascita ma semplicemente un numero messo lì a caso), il che dimostrava palesemente, secondo l'admin, che non era vero che avevo 19 anni.

Io sulla mia mail ho scritto 27... pazzo!
avatar
Werewolf
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 3357
Età : 28
Località : Vicenza
Occupazione/Hobby : Studente a vita.. c'è sempre da imparare no?
SCALA DI DAWKINS :
68 / 7068 / 70

Data d'iscrizione : 24.03.10

http://werewolf-wolfsden.blogspot.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Bannato da Cattolici Romani

Messaggio Da Muriel il Mer 16 Mar - 15:43

Werewolf ha scritto:
vevo scritto di avere 19 anni, ma avevo fornito una mail creata tempo addietro per un account fasullo su facebook in cui compariva il numero 81 (che non è nemmeno l'anno della mia vera nascita ma semplicemente un numero messo lì a caso), il che dimostrava palesemente, secondo l'admin, che non era vero che avevo 19 anni.

Io sulla mia mail ho scritto 27...

quindi o hai 27 anni o sei vecchio come il cucco

Muriel
-----------
-----------

Femminile Numero di messaggi : 1760
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 30.12.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Bannato da Cattolici Romani

Messaggio Da davide il Mer 16 Mar - 22:22

Vabbé Muriel, che tu ti metta a criticare l'acume di quelli di tradizione.biz.... È come criticare un nano per la sua altezza...

davide
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11205
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 14.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Bannato da Cattolici Romani

Messaggio Da Muriel il Gio 17 Mar - 0:01

effettivamente...
però è interessante notare come i denominatori comuni degli utenti di questi forum siano l'ottusità da una parte e la fede nella religione dall'altra, no? cyclops

Muriel
-----------
-----------

Femminile Numero di messaggi : 1760
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 30.12.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Bannato da Cattolici Romani

Messaggio Da Harvey il Dom 10 Apr - 12:36

Ciao a tutti

Sono ormai tre settimane che mi sono iscritto a Cattolici Romani. Il motivo era unicamente quello di poter approfondire un aspetto dell'evoluzione con l'utente badger, biologo ateo. Volevo mandargli con un messaggio privato un quesito. Ho atteso, fino a che qualche giorno fa finalmente mi è stato confermato che il mio account era stato attivato. Purtroppo ho subito notato che non potevo mandare alcun messaggio privato ad alcun chi. Una nota mi indicava infatti che dovevo raggiungere la quota minima di 30 post pubblici prima di poter attivare l'opzione messaggistica privata. Non avendo nulla da scrivere in pubblico, ho mandato lo stesso messaggio privato ad un amministratore e a un moderatore, chiedendo se era possibile fare un'eccezione e attivarmi anche solo temporaneamente l'opzione mp. Non ho ancora ricevuto alcuna risposta. Qualche ora fa ho poi scritto ad un moderatore qui del forum, Davide, che però ancora non mi ha risposto.
Ora, in parte per impazienza, in parte anche per il fatto che è quasi un mese che attendo di poter comunicare con badger, vi domando a tutti voi del forum: c'è qualche utente di qui che bazzica su cattolici romani? Se si, mi farebbe il gentile favore di esporre in privato a Badger il mio quesito e riferirmi la sua risposta? Ne sarei molto grato ;)

Harvey
------------
------------

Maschile Numero di messaggi : 8
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 29.11.10

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 3 di 13 Precedente  1, 2, 3, 4 ... 11, 12, 13  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum