Papa: nuova generazione di cattolici in politica

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Papa: nuova generazione di cattolici in politica

Messaggio Da Cosworth117 il Gio 14 Ott - 18:57

Il Papa 'benedice' l'avvento di una "nuova generazione di cattolici" che si misuri, "senza complessi d'inferiorità", nella scena politica italiana.Il richiamo di Benedetto XVI, insieme a un vademecum quanto mai esplicito sui temi sociali e politici nazionali che richiedono l'impegno dei cattolici, e' contenuto nel messaggio inviato al presidente della Cei, cardinale Angelo Bagnasco, per la 46esima Settimana sociale apertasi oggi a Reggio Calabria.Col beneplacito diretto di Ratzinger, la Settimana sociale dei cattolici italiani segna cosi', nella visione della Santa Sede e della Cei, un vero punto di partenza, un 'nuovo inizio' nella partecipazione dei cristiani alla vita politica. "Rinnovo l'appello perche' sorga una nuova generazione di cattolici, persone interiormente rinnovate che si impegnino nell'attivita' politica senza complessi d'inferiorita"', ha detto il Papa in un passo del suo messaggio, letto nell'assise di Reggio Calabria dal nunzio in Italia, mons. Giuseppe Bertello.Tale presenza, pero', "non s'improvvisa". Anzi, richiede da parte della Chiesa "un cammino di formazione intellettuale e morale" che "offra criteri di giudizio e principi etici per interpretare il bene di tutti e di ciascuno". Occorre formare, secondo il Pontefice, "coscienze cristiane mature, cioe' aliene dall'egoismo, dalla cupidigia dei beni e dalla bramosia di carriera e, invece, coerenti con la fede professata, conoscitrici delle dinamiche culturali e sociali di questo tempo e capaci di assumere responsabilita' pubbliche con competenza professionale e spirito di servizio". L'impegno socio-politico, insomma, per Ratzinger "rimane una vocazione alta, a cui la Chiesa invita a rispondere con umilta' e determinazione".Ma il Papa, nel suo documento, prende di petto temi cruciali nell'attuale dibattito. Come quello dell'immigrazione, dicendosi in favore "di strategie e di regole che favoriscano l'inclusione delle nuove presenze", promuovendo "le condizioni di un inserimento nelle nostre terre di quanti intendono, con il loro lavoro e il patrimonio della loro tradizione contribuire alla costruzione di una societa' migliore di quella che hanno lasciato". O come quello della crisi economica, che ha diffuso "disoccupazione e precarieta"', e di fronte alla quale "i soggetti istituzionali e sociali" devono "assicurare alla famiglia efficaci misure di sostegno, dotandola di risorse adeguate e permettendo una giusta conciliazione con i tempi del lavoro". Riguardo poi alla difesa di valori come quelli della vita e della famiglia, come pure della dignita' della persona, dell'ambiente e della pace, tutti i cattolici devono "assumersi le proprie responsabilita"', senza "delegare la ricerca di soluzioni soltanto alle pubbliche autorita"'.Non manca un richiamo a 150 anni dell'Unita' d'Italia, con l'auspicio che da Reggio Calabria emerga "un comune sentire, frutto di un'interpretazione credente della situazione del Paese". Ma il monito di fondo e' che i politici devono "uscire dalla ricerca del proprio interesse esclusivo, per perseguire insieme il bene del Paese e dell'intera famiglia umana".Alla precisa agenda dettata da Ratzinger ha fatto eco, aprendo i quattro giorni di lavori a Reggio Calabria, il card. Bagnasco, secondo cui chiedere il silenzio dei cattolici in politica significherebbe "tradire il Vangelo e quindi Dio e l'uomo". Inoltre, per il presidente della Cei, vita, famiglia fondata sul matrimonio tra uomo e donna, liberta' religiosa, i cosiddetti valori "non negoziabili" per la Chiesa, "non sono divisivi, ma unitivi ed e' precisamente questo il terreno dell'unita' politica dei cattolici".

Fonte: Rainews24

Si immagino le loro riforme. Condanniamo divorzio, aborto e cellule staminali. Viva la vita! Per la ricerca ci pensano gli altri Ignoranti.. Ci mancano ancora altri cattolici in politica! A me hanno rotto le balle, sopratutto i politici del pubblico (Casini, Bindi, ecc..) che ascoltavano le parole del cardinale. Una volta la costituzione diceva che stato e chiesa erano separati, non so..

_________________
There's always a plane B!

Meglio due mani operose, che cento bocche che pregano.

Chi conosce, sceglie. Chi crede di conoscere, crede di scegliere.

Cosworth117
------------
------------

Maschile Numero di messaggi : 9076
Età : 24
Località : Dove se magna
Occupazione/Hobby : Manager NWO
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 04.09.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Papa: nuova generazione di cattolici in politica

Messaggio Da Rasputin il Gio 14 Ott - 19:49

Cosworth117 ha scritto: Una volta la costituzione diceva che stato e chiesa erano separati, non so..

Erano bei tempi...

_________________
Mi dissocio espressamente da tutte le dichiatrazioni da me rilasciate a partire da un'ora fa.
Qualunque somiglianza con la realtà è puramente casuale ed involontaria.
La pena di morte andrebbe applicata immediatamente e senza processo a chiunque, anche in tenera età, esprimesse il mero desiderio di diventare giudice o funzionario di qualsiasi categoria.

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49146
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Papa: nuova generazione di cattolici in politica

Messaggio Da mecca domenico il Gio 14 Ott - 20:05

Quanti di questi nuovi cattolici verranno imposti al governo italiano per le assunzioni?
Le studiano proprio tutte sti lazzaroni.

mecca domenico
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1796
Età : 69
Località : Avigliano (PZ)
Occupazione/Hobby : fai da te di tutto di più
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 31.05.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Papa: nuova generazione di cattolici in politica

Messaggio Da BelzeBoss il Gio 14 Ott - 22:48

Cosworth117 ha scritto:Il Papa 'benedice' l'avvento di una "nuova generazione di cattolici" che si misuri, "senza complessi d'inferiorità"

questa mi spaventa...

BelzeBoss
------------
------------

Numero di messaggi : 18
SCALA DI DAWKINS :
65 / 7065 / 70

Data d'iscrizione : 14.10.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Papa: nuova generazione di cattolici in politica

Messaggio Da Lilians. il Ven 15 Ott - 1:53

non riesco a capire dov'è la difficoltà nel capire il concetto 'la religione non centra un fico secco con la politica. la religione è qualcosa di personale, quindi una persona può benissimo essere religiosa di sua scelta, ma può anche saper dividere le sue credenze dal suo lavoro, anche quello politico'
Rasputin ha scritto:
Cosworth117 ha scritto: Una volta la costituzione diceva che stato e chiesa erano separati, non so..

Erano bei tempi...
ecco, infatti.
mi viene sempre più il dubbio che il papa non sappia davvero cosa sia o cosa comporti la religione cristiana..

Lilians.
------------
------------

Femminile Numero di messaggi : 35
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 07.10.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Papa: nuova generazione di cattolici in politica

Messaggio Da Werewolf il Ven 15 Ott - 11:54

Purtroppo, Lilians, se un cristiano vuole essere coerente con se stesso, non può far altro che avvallare leggi basate su presupposti religiosi, una volta entrato in politica. Certo, può essere incoerente e dividere credenze e lavoro, ma sono casi rari, e l'unico attualmente esistente è Ignazio Marino che, pure cattolico, si è sempre dimostrato contrario a leggi clericali. Ma è una perla bianca nel mare nero della nostra politica.

Werewolf
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 3357
Età : 27
Località : Vicenza
Occupazione/Hobby : Studente a vita.. c'è sempre da imparare no?
SCALA DI DAWKINS :
68 / 7068 / 70

Data d'iscrizione : 24.03.10

http://werewolf-wolfsden.blogspot.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Papa: nuova generazione di cattolici in politica

Messaggio Da holubice il Ven 15 Ott - 14:03

Werewolf ha scritto:Purtroppo, Lilians, se un cristiano vuole essere coerente con se stesso, non può far altro che avvallare leggi basate su presupposti religiosi, una volta entrato in politica. Certo, può essere incoerente e dividere credenze e lavoro, ma sono casi rari, e l'unico attualmente esistente è Ignazio Marino che, pure cattolico, si è sempre dimostrato contrario a leggi clericali. Ma è una perla bianca nel mare nero della nostra politica.
Ignazio Marino, apprezzato chirurgo italiano con esperienza internazionale, è un marziano della politica. E come tale è stato e sarà sempre trattato. Se avessero posto lui a capo del PD avrei battuto il paese palmo a palmo col megafono per aiutarlo. Qui dentro c'è l'intercettazione dello scherzetto fattogli dai suoi compari di partito quando tentò la corsa alle primarie:

Corriere: boicottagio Marino a Bologna
Repubblica: boicottaggio Ignazio Marino a Bologna

"Se in Italia vuoi fare politica devi essere ricattabile perché nell'ambiente politico devono sapere qual è il tuo prezzo e quant'è lungo il guinzaglio. Se non sei ricattabile, non sei controllabile e quindi non ti vogliono" (Giuliano Ferrara)

holubice
-------------
-------------

Numero di messaggi : 6103
Età : 114
Località : 43°91′45″N 12°91′91″E
Occupazione/Hobby : Novello Disoccupato
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 28.07.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Papa: nuova generazione di cattolici in politica

Messaggio Da Feynman il Ven 15 Ott - 15:11

Lilians. ha scritto:non riesco a capire dov'è la difficoltà nel capire il concetto 'la religione non centra un fico secco con la politica. la religione è qualcosa di personale, quindi una persona può benissimo essere religiosa di sua scelta, ma può anche saper dividere le sue credenze dal suo lavoro, anche quello politico'
Che la religione non debba c'entrare nulla con la politica o altro che non sia affari dello spirito sono d'accordo. Purtroppo la chiesa cattolica è un istituzione e fa capo allo stato del Vaticano... Più politicizzato di così!
Il Papa oltre che capo spirituale e anche capo di stato, uno stato che per gran parte è mantenuto dalla repubblica italiana. Aboliamo i patti lateranensi! Dichiariamo guerra al Vaticano! carneval

Feynman
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 956
Età : 41
Località : Settore galattico ZZ9 Plurale Z Alfa
Occupazione/Hobby : Musicante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 30.09.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Papa: nuova generazione di cattolici in politica

Messaggio Da *Valerio* il Ven 15 Ott - 16:07

Non ricordo dove l'avevo letta ma qualcuno defini' il papa piu' o meno in questi termini,

Il papa e':
Un politico quando gli fa comodo.
Un capo di stato quando deve andare a fare il gradasso in qualche paese estero.
Un religioso quando deve chiedere qualcosa allo stato italiano.
Un cittadino del vaticano quando deve pagare le bollette delle forniture di acqua, gas, elettricità...

*Valerio*
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6950
Età : 43
Località : Bologna
Occupazione/Hobby : Pc-barbecue-divano-gnocca
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 15.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Papa: nuova generazione di cattolici in politica

Messaggio Da Lilians. il Ven 15 Ott - 19:42

Feynman ha scritto: Purtroppo la chiesa cattolica è un istituzione e fa capo allo stato del Vaticano... Più politicizzato di così!
appunto. Stato del Vaticano, non stato italiano. -.-
Feynman ha scritto:Il Papa oltre che capo spirituale e anche capo di stato, uno stato che per gran parte è mantenuto dalla repubblica italiana. Aboliamo i patti lateranensi!
potrebbe essere una bella idea...

[quote=*Valerio*]
Non ricordo dove l'avevo letta ma qualcuno defini' il papa piu' o meno in questi termini,

Il papa e':
Un politico quando gli fa comodo.
Un capo di stato quando deve andare a fare il gradasso in qualche paese estero.
Un religioso quando deve chiedere qualcosa allo stato italiano.
Un cittadino del vaticano quando deve pagare le bollette delle forniture di acqua, gas, elettricità...[/quote]

chissà se un giorno qualcuno potrà vedere un papa che svolga il ruolo da vero papa..

Lilians.
------------
------------

Femminile Numero di messaggi : 35
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 07.10.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Papa: nuova generazione di cattolici in politica

Messaggio Da Rasputin il Ven 15 Ott - 19:55

Lilians. ha scritto:
chissà se un giorno qualcuno potrà vedere un papa che svolga il ruolo da vero papa..

Ehm, quale sarebbe questo ruolo?

_________________
Mi dissocio espressamente da tutte le dichiatrazioni da me rilasciate a partire da un'ora fa.
Qualunque somiglianza con la realtà è puramente casuale ed involontaria.
La pena di morte andrebbe applicata immediatamente e senza processo a chiunque, anche in tenera età, esprimesse il mero desiderio di diventare giudice o funzionario di qualsiasi categoria.

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49146
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Papa: nuova generazione di cattolici in politica

Messaggio Da *Valerio* il Ven 15 Ott - 20:12

Rasputin ha scritto:
Lilians. ha scritto:
chissà se un giorno qualcuno potrà vedere un papa che svolga il ruolo da vero papa..

Ehm, quale sarebbe questo ruolo?

Ehm,piacerebbe anche a me saperlo,
che si stesse riferendo a questo?


*Valerio*
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6950
Età : 43
Località : Bologna
Occupazione/Hobby : Pc-barbecue-divano-gnocca
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 15.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Papa: nuova generazione di cattolici in politica

Messaggio Da Lilians. il Ven 15 Ott - 20:24

beh tanto per cominciare potrebbe adeguarsi alla figura di un religioso cristiano (figura che mi riconduce a san francesco). se è vero che gesù chiese ai suoi apostoli di lasciare tutto e seguirlo per predicare la sua parola al mondo, e se è vero che insegnava ad amare il prossimo come fosse un fratello, magari mi dà un po' fastidio pensare che lui se ne va in giro con chissà quali ricchezze quando parte del mondo muore di fame malattie e altro. la figura che mi immagino io magari è un po' troppo idilliaca ma sinceramente vedere un papa viaggiare e camminare fra queste popolazioni portando speranze alla povera gente (perchè anche se uno non ci crede obiettivamente il cristianesimo dovrebbe conferire la speranza di una vita migliore dopo la morte) mi sembra un po' migliore diciamo di un papa che se ne sta nel suo paese ad intromettersi in faccende politiche di cui nemmeno dovrebbe interessarsi. e quindi in poche parole di un papa che non sembra fare molto..
quindi come ragazza quasi non credente diciamo che mi viene più da rispettare una persona come madre teresa di calcutta che una persona come il papa.
poi magari sbaglio, ma per adesso mi viene da pensarla così.

Lilians.
------------
------------

Femminile Numero di messaggi : 35
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 07.10.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Papa: nuova generazione di cattolici in politica

Messaggio Da Rasputin il Ven 15 Ott - 20:28

Lilians. ha scritto:
quindi come ragazza quasi non credente diciamo che mi viene più da rispettare una persona come madre teresa di calcutta che una persona come il papa.
poi magari sbaglio, ma per adesso mi viene da pensarla così.

Sbagli.


_________________
Mi dissocio espressamente da tutte le dichiatrazioni da me rilasciate a partire da un'ora fa.
Qualunque somiglianza con la realtà è puramente casuale ed involontaria.
La pena di morte andrebbe applicata immediatamente e senza processo a chiunque, anche in tenera età, esprimesse il mero desiderio di diventare giudice o funzionario di qualsiasi categoria.

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49146
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Papa: nuova generazione di cattolici in politica

Messaggio Da Lilians. il Ven 15 Ott - 20:44

Rasputin ha scritto:
Lilians. ha scritto:
quindi come ragazza quasi non credente diciamo che mi viene più da rispettare una persona come madre teresa di calcutta che una persona come il papa.
poi magari sbaglio, ma per adesso mi viene da pensarla così.

Sbagli.

ok, mi hai messo KO, lo ammetto.
no sul serio.
non me l'aspettavo...grazie per avermelo postato.
e cmq quello che intendevo l'ho scritto prima...

Lilians.
------------
------------

Femminile Numero di messaggi : 35
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 07.10.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Papa: nuova generazione di cattolici in politica

Messaggio Da Valenkhs il Ven 15 Ott - 20:53

Se accetti la sofferenza e la offri a Dio, ti darà gioia. La sofferenza è un grande dono di Dio.

Beh, allora basta spararsi ad un ginocchio per guadagnare la vita eterna!
Dal suo punto di vista i chirurghi sarebbero dei fuoriligge perchè impediscono di ricevere il dono di Dio?

Valenkhs
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 73
Età : 26
Località : Napoli
SCALA DI DAWKINS :
65 / 7065 / 70

Data d'iscrizione : 26.09.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Papa: nuova generazione di cattolici in politica

Messaggio Da davide il Ven 15 Ott - 22:35

Lilians. ha scritto:...mi viene più da rispettare una persona come madre teresa di calcutta che una persona come il papa.
poi magari sbaglio, ma per adesso mi viene da pensarla così.
Ecco, stavo per preannunciare che ti avrebbero massacrato su questo punto, ma vedo che sono stati buoni con te

davide
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11205
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 14.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Papa: nuova generazione di cattolici in politica

Messaggio Da BelzeBoss il Ven 15 Ott - 22:43

Purtroppo siamo uno stato laico un po' atipico, dove esiste una religione di serie A e le altre di serie B... io sono dell'idea che sono i movimenti religiosi a doversi adattare alla legislazione dello stato e non viceversa...
e che a loro (cattolici) per poter mantenere il potere non gli resta che aggrapparsi al concetto di "tradizione", lo sappiamo che la maggior parte dei credenti lo sono più per tradizione che per fede, se a questi credenti moderati permetti di vivere in un contesto sociale in cui, la religione cattolica viene trattata esattamente alla pari delle altre, in uno stato veramente laico, che rispetta le scelte personali come omosessualità, aborto, eutanasia senza demonizzarla, magari smetterebbero di essere credenti, o comunque sarebbero più liberi di farsi un idea di fronte a certe tematiche... non a caso per difendere la presenza del loro simbolo religioso nelle aule scolastiche, si aggrappano alla tradizione, alle radici cristiane della nostra società ecc ecc... che poi sopratutto da parte loro è un discorso ipocrita, perchè si sono diffusi senza preoccuparsi molto della distruzione di tradizioni precedenti, lo stesso Cristo appare più come un riformatore che un conservatore... ma oltre che ipocrita è anche un discorso poco intelligente, perchè le abitudini e le tradizioni si evolvono e cambiano nel tempo... ma è un discorso che fa sempre presa sulla gente, perchè da sicurezza e senso di appartenenza... dovrebbero essere i politici laici a non dover avere complessi di inferiorità piuttosto che loro...

BelzeBoss
------------
------------

Numero di messaggi : 18
SCALA DI DAWKINS :
65 / 7065 / 70

Data d'iscrizione : 14.10.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Papa: nuova generazione di cattolici in politica

Messaggio Da holubice il Ven 15 Ott - 22:56

Rasputin ha scritto:
Lilians. ha scritto:
quindi come ragazza quasi non credente diciamo che mi viene più da rispettare una persona come madre teresa di calcutta che una persona come il papa.
poi magari sbaglio, ma per adesso mi viene da pensarla così.
Sbagli.

Ma!... A me è capitato di avere a che fare con alcune missionarie, gente che torna dall'Africa e dal Sud America e che viene parcheggiata temporaneamente in Caritas. Una stava in un posto sempre a rischio del macete dell'etnia vicina e l'altra dentro una scuola in una grossa favelas vicino Rio (uno di quei posti in cui se fanno volare Babbo Natale con un elicottero i narcos lo scambiano per la polizia e lo tirano giù coi mitra). Ma tu pensi che una persona che vada a prendersi delle beghe del genere non sia mossa dai migliori sentimenti? Certi ambienti andrebbero frequentati, per farsi un idea di come realmente funzionino. Magari potrebbero funzionare meglio. Ma anche funzionando male qualcosa fanno. Che è sempre meglio di non fare niente.

holubice
-------------
-------------

Numero di messaggi : 6103
Età : 114
Località : 43°91′45″N 12°91′91″E
Occupazione/Hobby : Novello Disoccupato
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 28.07.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Papa: nuova generazione di cattolici in politica

Messaggio Da Rasputin il Sab 16 Ott - 8:12

holubice ha scritto:
Ma!... A me è capitato di avere a che fare con alcune missionarie, gente che torna dall'Africa e dal Sud America e che viene parcheggiata temporaneamente in Caritas. Una stava in un posto sempre a rischio del macete dell'etnia vicina e l'altra dentro una scuola in una grossa favelas vicino Rio (uno di quei posti in cui se fanno volare Babbo Natale con un elicottero i narcos lo scambiano per la polizia e lo tirano giù coi mitra). Ma tu pensi che una persona che vada a prendersi delle beghe del genere non sia mossa dai migliori sentimenti? Certi ambienti andrebbero frequentati, per farsi un idea di come realmente funzionino. Magari potrebbero funzionare meglio. Ma anche funzionando male qualcosa fanno. Che è sempre meglio di non fare niente.

Questo si chiama sviare. Io mi sono riferito esclusivamente al mostro di Calcutta. Oltre a ricordarti che lo scopo primario, anche se ben mascherato (Carità pelosa) delle missioni non è aiutare il prossimo ma fare proselitismo (Lo chiamano "Evangelizzazione), sulle ultime tre frasi ti rispondo: anche Hitler ha fatto costruire delle autostrade.

_________________
Mi dissocio espressamente da tutte le dichiatrazioni da me rilasciate a partire da un'ora fa.
Qualunque somiglianza con la realtà è puramente casuale ed involontaria.
La pena di morte andrebbe applicata immediatamente e senza processo a chiunque, anche in tenera età, esprimesse il mero desiderio di diventare giudice o funzionario di qualsiasi categoria.

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49146
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Papa: nuova generazione di cattolici in politica

Messaggio Da holubice il Sab 16 Ott - 8:43

Rasputin ha scritto:
Questo si chiama sviare. Io mi sono riferito esclusivamente al mostro di Calcutta. Oltre a ricordarti che lo scopo primario, anche se ben mascherato (Carità pelosa) delle missioni non è aiutare il prossimo ma fare proselitismo (Lo chiamano "Evangelizzazione), sulle ultime tre frasi ti rispondo: anche Hitler ha fatto costruire delle autostrade.
La piattaforma programmatica dello Straccione prevedeva diversi punti. Tra cui l'aiuto e la beneficenza a chi è nel bisogno e quello che tu chiami proselitismo. D'altronde, che cosa pensi debba fare una suora missionaria? Insegnare la termodinamica? L'accostamento, per vago che sia, tra Maria Teresa ed Hitler mi sembra piuttosto ridicolo.
Potremmo disquisire su quanti dei denari che i religiosi ricevano divengano poi aiuti umanitari. Questo sì. Io in una struttura del genere ci vado, a me pare che paghi quasi tutto la diocesi. Poi, se mi va di scucire un bollettino, lo indirizzo a Medici Senza Frontiere (che tu sai essere un'organizzazione molto eterogenea, a volte in contrasto aperto con la chiesa sul controllo delle nascite nel terzo mondo). A proposito, m'ha chiamato ieri la Daniela, la signora che fa i turni alla mensa, sono a corto di gente per la sera, io per 3 messi non posso per via del pupo appena nato, qualcuno si offre?

holubice
-------------
-------------

Numero di messaggi : 6103
Età : 114
Località : 43°91′45″N 12°91′91″E
Occupazione/Hobby : Novello Disoccupato
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 28.07.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Papa: nuova generazione di cattolici in politica

Messaggio Da Rasputin il Sab 16 Ott - 9:20

holubice ha scritto:
La piattaforma programmatica dello Straccione prevedeva diversi punti. Tra cui l'aiuto e la beneficenza a chi è nel bisogno e quello che tu chiami proselitismo.

E tu come lo chiami?

holubice ha scritto:D'altronde, che cosa pensi debba fare una suora missionaria? Insegnare la termodinamica? L'accostamento, per vago che sia, tra Maria Teresa ed Hitler mi sembra piuttosto ridicolo.

Non mi pare di avere fatto un simile accostamento, il concetto che volevo esprimere è che "Ma anche funzionando male qualcosa fanno" mi pare errato. Se funzionando male (Come nel caso del mostro di Calcutta, per il quale "Funzionando male" è solo un eufemismo) si fanno più danni che bene, allora è meglio non fare niente. Ti ricordo inoltre che uno dei compiti delle suore "Caritatevoli" (Non mi riferisco ora necessariamente alle suore missionarie) è quello di divoratrici di cadaveri. Scroccare eredità a favore della chiesa alle persone morenti.

holubice ha scritto:Potremmo disquisire su quanti dei denari che i religiosi ricevano divengano poi aiuti umanitari. Questo sì. Io in una struttura del genere ci vado, a me pare che paghi quasi tutto la diocesi. Poi, se mi va di scucire un bollettino, lo indirizzo a Medici Senza Frontiere (che tu sai essere un'organizzazione molto eterogenea, a volte in contrasto aperto con la chiesa sul controllo delle nascite nel terzo mondo). A proposito, m'ha chiamato ieri la Daniela, la signora che fa i turni alla mensa, sono a corto di gente per la sera, io per 3 messi non posso per via del pupo appena nato, qualcuno si offre?

MSF è un'organizzazione squisitamente laica, ed infatti non fanno proselitismo. Aiutano i loro simili in maniera disinteressata. Per la mensa mi offro senza pagamento, basta che mi paghino le spese di viaggio e di soggiorno, possibilmente con i soldi dell'8 per mille, ah ah

_________________
Mi dissocio espressamente da tutte le dichiatrazioni da me rilasciate a partire da un'ora fa.
Qualunque somiglianza con la realtà è puramente casuale ed involontaria.
La pena di morte andrebbe applicata immediatamente e senza processo a chiunque, anche in tenera età, esprimesse il mero desiderio di diventare giudice o funzionario di qualsiasi categoria.

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49146
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Papa: nuova generazione di cattolici in politica

Messaggio Da Rasputin il Sab 16 Ott - 9:27

Lilians. ha scritto:
ok, mi hai messo KO, lo ammetto.
no sul serio.
non me l'aspettavo...grazie per avermelo postato.
e cmq quello che intendevo l'ho scritto prima...

Beh lo scopo non è di mettere KO nessuno, purtroppo la propaganda ecclesiastica riesce ancora, come hai potuto constatare tu stessa, a deformare le informazioni. Io ho semplicemente provvisto un'informazione alternativa, non dico sia la verità assoluta (Che mi guardo bene dal dichiarare di possedere) ma un attimino più attendibile, questo sì, mi pare lo sia. wink..

_________________
Mi dissocio espressamente da tutte le dichiatrazioni da me rilasciate a partire da un'ora fa.
Qualunque somiglianza con la realtà è puramente casuale ed involontaria.
La pena di morte andrebbe applicata immediatamente e senza processo a chiunque, anche in tenera età, esprimesse il mero desiderio di diventare giudice o funzionario di qualsiasi categoria.

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49146
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Papa: nuova generazione di cattolici in politica

Messaggio Da Cosworth117 il Sab 16 Ott - 13:00

Rasputin ha scritto:


Piccola parentesi. Credete davvero che fosse atea sta **tt***?

_________________
There's always a plane B!

Meglio due mani operose, che cento bocche che pregano.

Chi conosce, sceglie. Chi crede di conoscere, crede di scegliere.

Cosworth117
------------
------------

Maschile Numero di messaggi : 9076
Età : 24
Località : Dove se magna
Occupazione/Hobby : Manager NWO
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 04.09.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Papa: nuova generazione di cattolici in politica

Messaggio Da Rasputin il Sab 16 Ott - 16:41

Cosworth117 ha scritto:
Rasputin ha scritto:


Piccola parentesi. Credete davvero che fosse atea sta **tt***?

Guarda, nel caso specifico è difficile da dire. Se vuoi la mia opinione, uno dei paesi al mondo con la maggioranza di atei è il vaticazzo

_________________
Mi dissocio espressamente da tutte le dichiatrazioni da me rilasciate a partire da un'ora fa.
Qualunque somiglianza con la realtà è puramente casuale ed involontaria.
La pena di morte andrebbe applicata immediatamente e senza processo a chiunque, anche in tenera età, esprimesse il mero desiderio di diventare giudice o funzionario di qualsiasi categoria.

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49146
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum