Atei, deisti e teisti

Pagina 1 di 5 1, 2, 3, 4, 5  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Atei, deisti e teisti

Messaggio Da Cosworth117 il Lun 18 Ott - 18:05

Salve ragazzi! Sto leggendo "L'illusione di Dio" di Dawkins, e ad un certo punto parla di Voltaire e Diderot, e li cita come Deisti. Subito dopo ho cercato la definizione di Deisti, e effettivamente i deisti credono in un'entità soprannaturale, solo che a differenza dei teisti non interviene nelle questioni umane, quindi l'entità deista si limita a gestire le regole dell'universo. Adesso la mia domanda è: "Perchè personaggi come Voltaire e Diderot vengono sempre citati da noi come atei se effettivamente erano Deisti, e inoltre, criticavano l'ateismo in quanto incapace di spiegare l'origine dell'universo?". Proseguo con la lettura del libro e attendo risposta

_________________
There's always a plane B!
avatar
Cosworth117
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 9090
Età : 24
Località : Dove se magna
Occupazione/Hobby : Manager NWO
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 04.09.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Atei, deisti e teisti

Messaggio Da Cosworth117 il Mar 19 Ott - 9:25

Ragazzi c'è una spiegazione?

_________________
There's always a plane B!
avatar
Cosworth117
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 9090
Età : 24
Località : Dove se magna
Occupazione/Hobby : Manager NWO
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 04.09.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Atei, deisti e teisti

Messaggio Da Feynman il Mar 19 Ott - 10:08

Spiegazione? Mmmh.

Confronta il periodo storico dei due esimi personaggi con quello attuale.
Rispetto a quell'epoca le conoscenze attuali sono a dir poco stupefacenti, basti pensare al relativismo Einsteiniano, al Darwinismo o al principio di indeterminazione che ha contribuito a dare inizio a quella branca della fisica definita meccanica quantistica... Concetti ignoti alle epoca.

L'avanzamento scientifico ha permesso di teorizzare nuovi scenari in cui la presenza di un ente creatore appare superflua; Voltaire e Diderot non avrebbero ma potuto concepire simili scenari con la conoscenza dell'epoca, per questo, molto probabilmente scelsero la via deista.

Sono soltanto mie considerazioni personali e, benchè verosimili, lasciano il tempo che trovano.


Ultima modifica di Feynman il Mar 19 Ott - 10:09, modificato 1 volta
avatar
Feynman
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 956
Età : 42
Località : Settore galattico ZZ9 Plurale Z Alfa
Occupazione/Hobby : Musicante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 30.09.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Atei, deisti e teisti

Messaggio Da jessica il Mar 19 Ott - 10:09

beh se vuoi posso provare... ma non ho le competenze adeguate per farlo.

non so bene a cosa tu tiriferisca quando dici "citati come nomi atei" . in realtà dipende... come tutti, nel corso della vita le idee si cambiano! diderot diventa assolutamente ateo e scrive anche sull'evoluzione, contro la religione ecc...
voltaire ri-diventa addirittura cattolico... quindi ...

questi tizi vengono semplicemente usati come esponenti dell'illuminismo, che non è di per sè contro la religione (almeno fino ad un certo punto) ma, in soldoni, per la libertè (libertè di usare la ragione e di non sottostare a religioni calate dall'alto)
poi inevitabilmente qualcuno li tirerà dalla sua parte dentro i suoi discorsi sull'ateismo per dimostrare la validità della sua posizione, ma insomma... anche razzingher ha tirato in ballo la relatività di einstein per dimostrare che belleramino aveva ragione e galileo torto...
avatar
jessica
---------------------
---------------------

Numero di messaggi : 6698
Occupazione/Hobby : alta sacerdotessa della GVR, non collezionatrice di francobolli
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 23.06.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Atei, deisti e teisti

Messaggio Da Cosworth117 il Mar 19 Ott - 10:28

jessica ha scritto:beh se vuoi posso provare... ma non ho le competenze adeguate per farlo.

non so bene a cosa tu tiriferisca quando dici "citati come nomi atei" . in realtà dipende... come tutti, nel corso della vita le idee si cambiano! diderot diventa assolutamente ateo e scrive anche sull'evoluzione, contro la religione ecc...

Nel senso che dappertutto sono citati come atei, mentre adesso vengo a sapere che non lo erano, ma erano deisti. Comunque la spiegazione di Feynman credo sia condivisibile, esauriente.. grazie . Voltaire dice:

"Ogni volta che guardo il cielo stellato, non posso non pensare che, se esiste un così perfetto orologio, esista un orologiaio"

Ma basta leggere qui: http://it.wikipedia.org/wiki/Richard_Dawkins#L.27orologiaio_cieco_.281986.29 che può essere applicata anche alla nascita dell'universo.

Morale della favola: A quei tempi la scienza non era ancora in grado spiegare molte cose, giustamente la teoria dell'orologiaio di Voltaire, seppur sbagliata, era comprensibile a quei tempi.

jessica ha scritto:voltaire ri-diventa addirittura cattolico... quindi ...

Guarda Qui.


Ultima modifica di Cosworth117 il Mar 19 Ott - 10:30, modificato 1 volta

_________________
There's always a plane B!
avatar
Cosworth117
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 9090
Età : 24
Località : Dove se magna
Occupazione/Hobby : Manager NWO
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 04.09.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Atei, deisti e teisti

Messaggio Da holubice il Mar 19 Ott - 10:29

"Ogni uomo è colpevole di tutto il bene che non ha fatto." Questa è una frase di Voltaire. "Non si è mai disputato se c'è luce a mezzogiorno." Anche questa è un'altra frase di Voltaire. E ti fa capire perchè era, tutto sommato, un credente anticlericale.
avatar
holubice
-------------
-------------

Numero di messaggi : 6227
Età : 115
Località : 43°91′45″N 12°91′91″E
Occupazione/Hobby : Novello Disoccupato
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 28.07.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Atei, deisti e teisti

Messaggio Da Rasputin il Mar 19 Ott - 10:32

holubice ha scritto:"Ogni uomo è colpevole di tutto il bene che non ha fatto." Questa è una frase di Voltaire. "Non si è mai disputato se c'è luce a mezzogiorno." Anche questa è un'altra frase di Voltaire. E ti fa capire perchè era, tutto sommato, un credente anticlericale.

Eh? eeeeeeek Secondo quale logica?

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 50143
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Atei, deisti e teisti

Messaggio Da Cosworth117 il Mar 19 Ott - 10:36

holubice ha scritto:"Ogni uomo è colpevole di tutto il bene che non ha fatto." Questa è una frase di Voltaire. "Non si è mai disputato se c'è luce a mezzogiorno." Anche questa è un'altra frase di Voltaire. E ti fa capire perchè era, tutto sommato, un credente anticlericale.

Perchè? E' un ateo, inevitabilmente Deista per la scarsa conoscienza di allora che a volte non bastava a spiegare l'universo. C'era chi ci riusciva però. Non un teista.

_________________
There's always a plane B!
avatar
Cosworth117
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 9090
Età : 24
Località : Dove se magna
Occupazione/Hobby : Manager NWO
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 04.09.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Atei, deisti e teisti

Messaggio Da jessica il Mar 19 Ott - 10:46

Cosworth117 ha scritto:


Guarda Qui.
eh, e non è quello che ho detto?
avatar
jessica
---------------------
---------------------

Numero di messaggi : 6698
Occupazione/Hobby : alta sacerdotessa della GVR, non collezionatrice di francobolli
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 23.06.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Atei, deisti e teisti

Messaggio Da Cosworth117 il Mar 19 Ott - 10:52

jessica ha scritto:
Cosworth117 ha scritto:

Guarda Qui.
eh, e non è quello che ho detto?

Alcune delle fonti non sono attendibili. E se leggi bene Voltaire si convertì all'ultimo secondo, sempre se è vero, per Comodità.

_________________
There's always a plane B!
avatar
Cosworth117
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 9090
Età : 24
Località : Dove se magna
Occupazione/Hobby : Manager NWO
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 04.09.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Atei, deisti e teisti

Messaggio Da jessica il Mar 19 Ott - 14:22

Cosworth117 ha scritto:
Alcune delle fonti non sono attendibili. E se leggi bene Voltaire si convertì all'ultimo secondo, sempre se è vero, per Comodità.
boh, non vedo esattamente cosa cambi, ad ogni modo come ritieni poco attendibili le fonti che lo danno per convertito, dovresti fare altrattanto con quelle che lo danno per ateo sfegatato...
rimane valido il senso del mio primo intervento comunque
avatar
jessica
---------------------
---------------------

Numero di messaggi : 6698
Occupazione/Hobby : alta sacerdotessa della GVR, non collezionatrice di francobolli
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 23.06.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Atei, deisti e teisti

Messaggio Da Rasputin il Mar 19 Ott - 17:07

jessica ha scritto:
rimane valido il senso del mio primo intervento comunque

Solo per quelli che sono d'accordo. Io, per esempio, non lo sono (Sono del parere che si tratta del solito paragone ad uso e consumo).

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 50143
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Atei, deisti e teisti

Messaggio Da jessica il Mar 19 Ott - 23:25

Rasputin ha scritto:
jessica ha scritto:
rimane valido il senso del mio primo intervento comunque

Solo per quelli che sono d'accordo. Io, per esempio, non lo sono (Sono del parere che si tratta del solito paragone ad uso e consumo).
probabile, intendevo rimane valido il senso per me, anche se voltaire fosse stato ateo e comunista...

quale paragone scusa?
avatar
jessica
---------------------
---------------------

Numero di messaggi : 6698
Occupazione/Hobby : alta sacerdotessa della GVR, non collezionatrice di francobolli
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 23.06.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Atei, deisti e teisti

Messaggio Da Rasputin il Mer 20 Ott - 8:09

jessica ha scritto:beh se vuoi posso provare... ma non ho le competenze adeguate per farlo.

non so bene a cosa tu tiriferisca quando dici "citati come nomi atei" . in realtà dipende... come tutti, nel corso della vita le idee si cambiano! diderot diventa assolutamente ateo e scrive anche sull'evoluzione, contro la religione ecc...
voltaire ri-diventa addirittura cattolico... quindi ...

questi tizi vengono semplicemente usati come esponenti dell'illuminismo, che non è di per sè contro la religione (almeno fino ad un certo punto) ma, in soldoni, per la libertè (libertè di usare la ragione e di non sottostare a religioni calate dall'alto)
poi inevitabilmente qualcuno li tirerà dalla sua parte dentro i suoi discorsi sull'ateismo per dimostrare la validità della sua posizione, ma insomma... anche razzingher ha tirato in ballo la relatività di einstein per dimostrare che belleramino aveva ragione e galileo torto...

Il paragone questo

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 50143
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Atei, deisti e teisti

Messaggio Da jessica il Mer 20 Ott - 9:11

ahhhhh
e cosa vorrebbe dire ad uso e consumo?
avatar
jessica
---------------------
---------------------

Numero di messaggi : 6698
Occupazione/Hobby : alta sacerdotessa della GVR, non collezionatrice di francobolli
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 23.06.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Atei, deisti e teisti

Messaggio Da renus il Mer 20 Ott - 10:09

scusate ma il fatto che alcuni/molti/ tutti credano alle stronzate, rende le stronzate reali?
avatar
renus
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1642
Località : Venezia
Occupazione/Hobby : musicista-audio/video editor
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.09

http://www.nossaalma.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Atei, deisti e teisti

Messaggio Da jessica il Mer 20 Ott - 10:14

renus ha scritto:scusate ma il fatto che alcuni/molti/ tutti credano alle stronzate, rende le stronzate reali?
magari la stronzata in sè no, ma tutto quello che il sapere che la stronzata sia vera comporta, direi di si...
avatar
jessica
---------------------
---------------------

Numero di messaggi : 6698
Occupazione/Hobby : alta sacerdotessa della GVR, non collezionatrice di francobolli
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 23.06.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Atei, deisti e teisti

Messaggio Da Rasputin il Mer 20 Ott - 10:20

jessica ha scritto:
renus ha scritto:scusate ma il fatto che alcuni/molti/ tutti credano alle stronzate, rende le stronzate reali?
magari la stronzata in sè no, ma tutto quello che il sapere che la stronzata sia vera comporta, direi di si...

Vuoi dire il credere che la stronzata sia vera, suppongo.

Ad uso e consumo = per sostenere i propri argomenti

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 50143
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Atei, deisti e teisti

Messaggio Da jessica il Mer 20 Ott - 10:28

la supposta è giusta.
io sarò anche logorroica, ma tu riesci a scrivere due righe in più? quali sarebbero questi miei argomenti che cerco di sostenere con paragoni impropri?
avatar
jessica
---------------------
---------------------

Numero di messaggi : 6698
Occupazione/Hobby : alta sacerdotessa della GVR, non collezionatrice di francobolli
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 23.06.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Atei, deisti e teisti

Messaggio Da renus il Mer 20 Ott - 10:30

jessica ha scritto:
renus ha scritto:scusate ma il fatto che alcuni/molti/ tutti credano alle stronzate, rende le stronzate reali?
magari la stronzata in sè no, ma tutto quello che il sapere che la stronzata sia vera comporta, direi di si...

ecco, quello grassettato è l'obiettivo della cosiddetta battaglia laicista.

la parola "sapere" è sbagliata, va sostituita con "credere".

Detto questo non siamo ancora davanti al dominio monoreligioso, quindi quella stessa credenza potrà assumere diversi connotati e cambiare il profilo del sistema che si basa su queste storielle.

ma il punto nella discussione è che se una cosa la si mette in bocca a zichichi vale "x", mentre se pronunciata da Heistein vale x per un milione.
il punto è che si tratta di pura esegesi, anche quando i concetti sono espressi chiaramente, anche solo per il semplice fatto che uno dritto potrebbe anche pensare di fare il burlone (iperbole), ma anche solo ragionare per assurdo o nella più probabile delle ipotesi rincoglionirsi.

e questa ultima tesi conferma il fatto che la nostra coscienza che tanto decantiamo è una pura funzione cerebrale... se si fotte il cervello resta solo la carcassa.
avatar
renus
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1642
Località : Venezia
Occupazione/Hobby : musicista-audio/video editor
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.09

http://www.nossaalma.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Atei, deisti e teisti

Messaggio Da Rasputin il Mer 20 Ott - 10:32

jessica ha scritto:la supposta è giusta.
io sarò anche logorroica, ma tu riesci a scrivere due righe in più? quali sarebbero questi miei argomenti che cerco di sostenere con paragoni impropri?

6 interventi più sopra

scrivo poco perché ogni tanto devo anche lavorare eh

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 50143
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Atei, deisti e teisti

Messaggio Da jessica il Mer 20 Ott - 10:50

renus ha scritto:
ecco, quello grassettato è l'obiettivo della cosiddetta battaglia laicista.

la parola "sapere" è sbagliata, va sostituita con "credere".

Detto questo non siamo ancora davanti al dominio monoreligioso, quindi quella stessa credenza potrà assumere diversi connotati e cambiare il profilo del sistema che si basa su queste storielle.

ma il punto nella discussione è che se una cosa la si mette in bocca a zichichi vale "x", mentre se pronunciata da Heistein vale x per un milione.
il punto è che si tratta di pura esegesi, anche quando i concetti sono espressi chiaramente, anche solo per il semplice fatto che uno dritto potrebbe anche pensare di fare il burlone (iperbole), ma anche solo ragionare per assurdo o nella più probabile delle ipotesi rincoglionirsi.


e questa ultima tesi conferma il fatto che la nostra coscienza che tanto decantiamo è una pura funzione cerebrale... se si fotte il cervello resta solo la carcassa.
aimsorri ma sinceramente non ci ho capito granchè della parte grassettata...
rimane il fatto che non è così facile distinguere chi crede di sapere che la stronzata è una stronzata e chi crede alla stronzata...
---
rasp: se uno tira dentro l'autorità di un deista per supportare il suo ateismo per me lo sta tirando dentro per i capelli (come razzi con einstein), poi fa tu...
avatar
jessica
---------------------
---------------------

Numero di messaggi : 6698
Occupazione/Hobby : alta sacerdotessa della GVR, non collezionatrice di francobolli
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 23.06.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Atei, deisti e teisti

Messaggio Da renus il Mer 20 Ott - 10:55

jessica ha scritto:
renus ha scritto:
ecco, quello grassettato è l'obiettivo della cosiddetta battaglia laicista.

la parola "sapere" è sbagliata, va sostituita con "credere".

Detto questo non siamo ancora davanti al dominio monoreligioso, quindi quella stessa credenza potrà assumere diversi connotati e cambiare il profilo del sistema che si basa su queste storielle.

ma il punto nella discussione è che se una cosa la si mette in bocca a zichichi vale "x", mentre se pronunciata da Heistein vale x per un milione.
il punto è che si tratta di pura esegesi, anche quando i concetti sono espressi chiaramente, anche solo per il semplice fatto che uno dritto potrebbe anche pensare di fare il burlone (iperbole), ma anche solo ragionare per assurdo o nella più probabile delle ipotesi rincoglionirsi.


e questa ultima tesi conferma il fatto che la nostra coscienza che tanto decantiamo è una pura funzione cerebrale... se si fotte il cervello resta solo la carcassa.
aimsorri ma sinceramente non ci ho capito granchè della parte grassettata...
rimane il fatto che non è così facile distinguere chi crede di sapere che la stronzata è una stronzata e chi crede alla stronzata...
---
rasp: se uno tira dentro l'autorità di un deista per supportare il suo ateismo per me lo sta tirando dentro per i capelli (come razzi con einstein), poi fa tu...

non mi sembra così complicato come discorso.

per la domanda restante di dico: definisci e descrivi quello in cui decidi di credere, se regge alla descrizione sei sulla buona strada. più accuratamente puoi definirlo più strumenti hai per verificarne la veridicità.

vale per l'atomo come per le divinità, è che nel secondo caso si entra automaticamente nell'assurdo e contraddittorio.

se vuoi fare una prova inventa o prendi un dio a caso, descrivilo, e hai subito un quadro chiaro della situazione.
avatar
renus
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1642
Località : Venezia
Occupazione/Hobby : musicista-audio/video editor
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.09

http://www.nossaalma.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Atei, deisti e teisti

Messaggio Da jessica il Mer 20 Ott - 11:00

renus ha scritto:

non mi sembra così complicato come discorso.

probabile che non lo sia, ma io comunque non ho capito. riesci a rifolmularlo per dull-forumists?
avatar
jessica
---------------------
---------------------

Numero di messaggi : 6698
Occupazione/Hobby : alta sacerdotessa della GVR, non collezionatrice di francobolli
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 23.06.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Atei, deisti e teisti

Messaggio Da renus il Mer 20 Ott - 11:09

Cosworth117 ha scritto:Salve ragazzi! Sto leggendo "L'illusione di Dio" di Dawkins, e ad un certo punto parla di Voltaire e Diderot, e li cita come Deisti. Subito dopo ho cercato la definizione di Deisti, e effettivamente i deisti credono in un'entità soprannaturale, solo che a differenza dei teisti non interviene nelle questioni umane, quindi l'entità deista si limita a gestire le regole dell'universo. Adesso la mia domanda è: "Perchè personaggi come Voltaire e Diderot vengono sempre citati da noi come atei se effettivamente erano Deisti, e inoltre, criticavano l'ateismo in quanto incapace di spiegare l'origine dell'universo?". Proseguo con la lettura del libro e attendo risposta
questo aspetto, indica il fatto che ci si serva di dichiarazioni di terze persone per avvalorare le tesi lo trovo superfluo, e ho aggiunto la considerazione che chiunque può rincoglionirsi e poi affermare l'esatto contrario (da quanto detto precedentemente).

quindi il principio di autorità non ha alcun valore per assunto. poi se si vuole si prendono le tesi interessanti e si analizzano per bene.

è più chiaro così?
avatar
renus
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1642
Località : Venezia
Occupazione/Hobby : musicista-audio/video editor
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.09

http://www.nossaalma.it

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 5 1, 2, 3, 4, 5  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum