Ma noi... siamo Dio?...

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Ma noi... siamo Dio?...

Messaggio Da Ospite il Sab 10 Gen - 19:32

...
Questa è una domanda solo apparentemente sciocca.
Infatti, sia chiaro che non intendo riferirmi ad un dio sovrannaturale o con la barba bianca ed un triangolo fosforescente in testa, ma...
Voglio toccare un punto sul quale si sono versati fiumi d'inchiostro, senza mai pervenire ad una risposta certa...
Intendo dire: L'INTELLETTO, O LA MENTE UMANA che dir si voglia, ha davvero proprietà ancora non rilevate? Potrebbe avere quei poteri di cui molti parlano?
E non mi riferisco ancora al "paranormale", ma a vere e proprie capacità (creative?) che ancora non abbiamo messo bene a fuoco...
E' un interrogativo inquietante, e di proposito non vorrei fornire traccia iniziale, per far sì che ognuno risponda o dica la sua liberamente, secondo le proprie esperienze personali e la propria sensibilità...
...

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Ma noi... siamo Dio?...

Messaggio Da Libero il Dom 11 Gen - 10:53

Su queste cose ho una posizione sospesa. Cioè in mancanza di prove in un senso o nell' altro preferisco non pormi il problema. O cmq non mi ci fascio la testa. Anche se sono propenso a credere che qualcosina ci sia.

Ad esempio vi è mai capitato di pensare intensamente a qualcosa e l' altra persona indovina a cosa state pensando ? A me è capitato, ma di rado e non credo sia possibile definire se è una coincidenza o se sia telepatia o se ancora dipenda dal fatto che la persona con cui parli ti conosce a fondo.

Altra cosa della quale invece sono quasi certo perchè mi capita spesso è l' empatia. Indovinare cosa provano gli altri in pratica.

la chiaroveggenza, qua sono completamente all' oscuro in fatto di esperienze personali ma non la escludo a priori, in un universo che ubbidisce a regole determinate e precise anche se con milioni e milioni di variabili non mi sento di escluderla. Cio significherebbe che il nostro cervello ha capacità di calcolo superiori a quelle dei piu moderni computer.

Libero
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 168
Età : 37
Località : Livorno
SCALA DI DAWKINS :
67 / 7067 / 70

Data d'iscrizione : 17.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ma noi... siamo Dio?...

Messaggio Da capricorno il Dom 11 Gen - 11:16

pischello ha scritto:...
Questa è una domanda solo apparentemente sciocca.
Infatti, sia chiaro che non intendo riferirmi ad un dio sovrannaturale o con la barba bianca ed un triangolo fosforescente in testa, ma...
Voglio toccare un punto sul quale si sono versati fiumi d'inchiostro, senza mai pervenire ad una risposta certa...
Intendo dire: L'INTELLETTO, O LA MENTE UMANA che dir si voglia, ha davvero proprietà ancora non rilevate? Potrebbe avere quei poteri di cui molti parlano?
E non mi riferisco ancora al "paranormale", ma a vere e proprie capacità (creative?) che ancora non abbiamo messo bene a fuoco...
E' un interrogativo inquietante, e di proposito non vorrei fornire traccia iniziale, per far sì che ognuno risponda o dica la sua liberamente, secondo le proprie esperienze personali e la propria sensibilità...
...
La tua è una bella domanda, ti chiedi se l'intelletto abbia proprietà ancora non rilevate, se pensiamo che si conosce meno del 10% della funzionalità del cervello umano io penso proprio di si. Riallanciandoci al discorso fatto da ros79 e me sulle stigmate di padre pio (dal quale penso tu abbia preso giustamente spunto), e cioè sull'eventuale condizionamento psicosomatico della mente sul corpo del frate, penso che in determinate persone questi aspetti siano più marcati che in altri tali da dare adito a fenomeni che io non definisco ne paranormali ne miracolistici, ma che abbiano una spiegazione logica, magari col tempo con studi più avanzati nel settore si potrà risalire alle potenzialità della mente e ne potremo beneficiare, penso ad esempio a quelle rare persone, alla Mozart per esempio, capaci di memorizzare interi brani senza sforzarsi di ricordare, il citato musicista era un fenomeno perchè era capace di memorizzare un intero spartito di 15 minuti, un'impresa colossale! Questi esempi mi fanno pensare che la nostra mente abbia davvero delle potenzialità impressionanti.
avatar
capricorno
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 529
Età : 48
Località : Saponara (ME)
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 14.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ma noi... siamo Dio?...

Messaggio Da Bard il Dom 11 Gen - 14:41

E' la scienza a confermare ciò.
Mi riferisco alla fisica quantistica. E' stato evidenziato che mentre nel mondo che percepiamo con i sensi valgono le leggi di Newton, nel mondo delle particelle subatomiche regnano leggi diverse . E' il mondo delle probabilità.
se si riesce a governare queste leggi strane dove il futuro si intreccia con il passato e il nulla genera nuove particelle che oscillano, si ha un potenziale creativo che può incidere sul mondo sensibile.
Al Cern si studia anche questo.
magari un domani la scienza coinciderà con una nuova teologia dove Il Creatore è la coscienza che risiede in qualche parte inesplorata della mente
avatar
Bard
------------
------------

Maschile Numero di messaggi : 16
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 15.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ma noi... siamo Dio?...

Messaggio Da ros79 il Lun 12 Gen - 13:22

io non ho nessuna base scientifica per dirlo,ma il discorso di bard è interessante. e comunque alla mia ignoranza supplisce la mia intuizione che mi fa dire:si,credo proprio che il nostro cervello abbia delle potenzialità non ancora esplorate. ovvio è tutto un discorso materialista,nel senso che si esclude quel misticismo basato sul nulla.però credo che l'uomo abbia "inventato" (favole) troppo e che forse c'è un punto in cui si sconfina dal materialismo più puro per toccare qualcosa di ancora non scoperto che purtroppo molti farebbero cadere nel misticismo più stupido, ma alla fine è l'uomo che ha stabilito cosa è vero e cosa no in base ai propri sensi...che si scopra un "altro" senso che ci permetta di interpretare la realtà in maniera differente da questa? spero di non aver fatto troppo contorsionismo,ma mi è difficile da spiegare forse quello che intendo,comunque è sempre sulla lunghezza d'onda del post di Pischello.
avatar
ros79
---------------------
---------------------

Femminile Numero di messaggi : 1139
Età : 37
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 12.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ma noi... siamo Dio?...

Messaggio Da darik il Lun 12 Gen - 21:16

Libero ha scritto:Su queste cose ho una posizione sospesa. Cioè in mancanza di prove in un senso o nell' altro preferisco non pormi il problema. O cmq non mi ci fascio la testa. Anche se sono propenso a credere che qualcosina ci sia.

questa è pure la mia convinzione...

Libero ha scritto:Ad esempio vi è mai capitato di pensare intensamente a qualcosa e l' altra persona indovina a cosa state pensando ? A me è capitato, ma di rado e non credo sia possibile definire se è una coincidenza o se sia telepatia o se ancora dipenda dal fatto che la persona con cui parli ti conosce a fondo.

a me invece è sempre successo; non spesso, ma nemmeno di rado:
da ragazzino quando uscivo con l'amico, fino ad ora con la mia compagna.
per questo, in un analogo topic sul forum uaar, ho trovato molto scetticismo
e tentativi di "smontare" gli avvenimenti citati. io però resto sulle mie convinzioni.

Libero ha scritto:Altra cosa della quale invece sono quasi certo perchè mi capita spesso è l' empatia. Indovinare cosa provano gli altri in pratica.

la chiaroveggenza, qua sono completamente all' oscuro in fatto di esperienze personali ma non la escludo a priori, in un universo che ubbidisce a regole determinate e precise anche se con milioni e milioni di variabili non mi sento di escluderla. Cio significherebbe che il nostro cervello ha capacità di calcolo superiori a quelle dei piu moderni computer.

ho inoltre la sensazione, come bene dici tu, ke qualcosa ci sia; e la scienza, pur facendo enormi progressi, arriverà a risultati impensabili
oggi, ma ke tuttavia lasceranno sempre aperta la porta dell'inconoscibile.
darik
avatar
darik
------------
------------

Maschile Numero di messaggi : 48
Età : 83
Località : pontassieve
SCALA DI DAWKINS :
59 / 7059 / 70

Data d'iscrizione : 14.12.08

http://www.facebook.com/home.php

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ma noi... siamo Dio?...

Messaggio Da darik il Lun 12 Gen - 21:32

Bard ha scritto:E' la scienza a confermare ciò.
Mi riferisco alla fisica quantistica. E' stato evidenziato che mentre nel mondo che percepiamo con i sensi valgono le leggi di Newton, nel mondo delle particelle subatomiche regnano leggi diverse . E' il mondo delle probabilità.
se si riesce a governare queste leggi strane dove il futuro si intreccia con il passato e il nulla genera nuove particelle che oscillano, si ha un potenziale creativo che può incidere sul mondo sensibile.
Al Cern si studia anche questo.
magari un domani la scienza coinciderà con una nuova teologia dove Il Creatore è la coscienza che risiede in qualche parte inesplorata della mente

esplorata o inesplorata, finkè facciamo coincidere la mente di un uomo col proprio cervello, con la dissoluzione naturale, finisce tutto; mente e cervello.
potrà la fisica quantistica elaborare (e provare ) teorie ke sovvertano questo
esito inevitabile?
non sarà cosa facile.
darik
avatar
darik
------------
------------

Maschile Numero di messaggi : 48
Età : 83
Località : pontassieve
SCALA DI DAWKINS :
59 / 7059 / 70

Data d'iscrizione : 14.12.08

http://www.facebook.com/home.php

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ma noi... siamo Dio?...

Messaggio Da Libero il Mar 13 Gen - 12:09

a me invece è sempre successo; non spesso, ma nemmeno di rado:
da ragazzino quando uscivo con l'amico, fino ad ora con la mia compagna.

Darik una domanda per pura curiosità. Ti capita in momennti di forte emozione o cmq di stress ? Te lo chiedo perchè per me è cosi.

Libero
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 168
Età : 37
Località : Livorno
SCALA DI DAWKINS :
67 / 7067 / 70

Data d'iscrizione : 17.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ma noi... siamo Dio?...

Messaggio Da darik il Mar 13 Gen - 13:13

Libero ha scritto:
Darik una domanda per pura curiosità. Ti capita in momennti di forte emozione o cmq di stress ? Te lo chiedo perchè per me è cosi.

ormai ho raggiunto un'età in cui le forti emozioni e lo stress, cosiccome quasi ogni altra facoltà fisico-psikica, si vanno attenuando; però anni fa, dopo la morte della mamma (ancora non ero del tutto non credente) sperimentai
qualke cosa ke; allora, identificai come "segni" e ke tuttora, malgrado abbia
acquisito in razionalismo, non posso non considerare "strani".
coincidenze, dicono gli amici ultrarazionalisti.........vedremo?! ;-)
darik
avatar
darik
------------
------------

Maschile Numero di messaggi : 48
Età : 83
Località : pontassieve
SCALA DI DAWKINS :
59 / 7059 / 70

Data d'iscrizione : 14.12.08

http://www.facebook.com/home.php

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ma noi... siamo Dio?...

Messaggio Da giamba il Mar 13 Gen - 15:24

Beh, la "mente umana" è ancora lungi dall'essere spiegata seguendo i canoni classici. Il discorso che la razionalità o presunta tale sia un epifenomeno, continuo a dire, porta al paradosso che "un epifenomeno spiega cosa è un epifenomeno", come se un burattino capisse che è manovrato da fili.

Altro problema nasce da come sono immagazzinati i dati mnemonici (e noi viviamo continuamente di memoria, a meno che non si cambi la visione del tempo che trascorre, tutto ciò che percepiamo lo percepiamo in ritardo rispetto ad un presente ipotetico), e quindi il presente si distingue dal passato solo per l'area di memoria in cui è immagazzinato. Prersente=memoria a breve termine, passato=memoria a lungo termine. E sto semplificando moltissimo.

Bene, a sorpresa, la memoria non stocca dati in maniera seriale ma è un mistero il modo in cui lo fa, tant'è che una cosa così strana come la teria di Pribram di una memoria olografica tiene testa a tutte le teorie più "materialiste".

I conti tornano per il momento se ci affidiamo ad un idea malsana e pericolosa, che la mente sia un ricevitore di entità, di quanti di verità, che alberganio in ogni cosa.
Insomma questo socchiude un pò la porta a teorie panteiste, ovvero, che il tutto, noi e tutto, siamo dio, e gradi di coscienza inesplorati lo sanno.

Scusate la misticità ma la fretta non mi rende scrupoloso, tornerò sull'argomento con calma
avatar
giamba
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 78
Età : 53
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 18.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ma noi... siamo Dio?...

Messaggio Da darik il Mar 13 Gen - 17:30

più ke il termine "dio" mi piace "il tutto" ....
quindi più ke essere tutti dio siamo frazioni di un intero.
comunque ha ragione giamba: per affrontare argomenti simili
occorre molto tempo; molta cautela....e, come risultato, aspettarsi molto poco ;-)

darik

;-) sono stato ateo fino a quando non ho scoperto di essere dio ahahahahahah
avatar
darik
------------
------------

Maschile Numero di messaggi : 48
Età : 83
Località : pontassieve
SCALA DI DAWKINS :
59 / 7059 / 70

Data d'iscrizione : 14.12.08

http://www.facebook.com/home.php

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ma noi... siamo Dio?...

Messaggio Da giamba il Mar 13 Gen - 20:30

Si, anchio "il tutto" lo preferisco a "dio"
avatar
giamba
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 78
Età : 53
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 18.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ma noi... siamo Dio?...

Messaggio Da maxsar il Mer 14 Gen - 20:43

Ad esempio vi è mai capitato di pensare intensamente a qualcosa e l' altra persona indovina a cosa state pensando ? A me è capitato, ma di rado e non credo sia possibile definire se è una coincidenza o se sia telepatia o se ancora dipenda dal fatto che la persona con cui parli ti conosce a fondo.

Ti do la mia opinione (supportate da alcuni studi che se vuoi linko), in genere si tende a ricordare le volte che si è avuto successo rispetto a quelle che non è successo nulla.
Se ci fai caso quando suona il telefono tendiamo a ricordarci maggiormente le volte che abbiamo indovinato la persona che stava chiamando e dimenticarci di tutti gli errori.
E' un normale processo mentale, come i momenti di noia della vita vengono compressi, rispetto a quelli vissuti intensamente.
Sull'empatia, da quel che ne so è una reazione psicofisiologica di cui siamo dotati grazie a specifici neuroni, i neuroni a specchio.
Questo ci permette di calarci nei panni dell'altro, in pratica la necessità di vivere in comunità ha probabilmente generato in milioni di evoluzione questa parte ultraspecializzato dell'area di brocca/parietale (anche se poi ci sarebe da fare un discorso culturale, per esempio donne + empatogene, ma genere o cultura? personalmente ritengo la 2).
E' vero comunque che noi potremo fare molto di più (a mio parere), probabilmente non siamo ancora in grado di stimolare in maniera perfetta quella struttura meravigliosa che è il cervello nel suo percorso di accrescimento.
Sul fatto che esistano facoltà paranormali sono estremamente critico, non sono mai state notate, e mai uno studio serio ha dimostrato risultato concreti.
Sul fatto che si potrebbe arrivare a livelli ben più alti sono perfettamente d'accordo, sicuramente con i giusti stimoli è possibile fare tantissimo.
Esistono persone in grado di ricordarsi a memoria centinaia di libri e facoltà fuori dal ordinario (mi ricordo questa che ho letto in reparto parecchio divertente, di un uomo capace guardando un 33 giri di capire a che sonata si riferiva, ciò avveniva soltanto con la musica classica di cui era un accanito intenditore).
In genere però clinicamente queste facoltà vanno a correlate (facendo i debiti distinguo, però statisticamente è indubbio) a sindrome autistiche e di Aspergeer (autismo meno grave, doctor house per intenderci, mettendola terra-terra).
In effetti la necessità di avere un canale informativo con l'ambiente esterno, "spreca" molte capactà cognitive, le quali se rivolte soltanto verso un aspetto possono arrivare a vette inspirate (è una teoria, ma mi sembra plausibile personalmente).
Comunque magari ci potrebbe essere anche qualcosa, in neuroscienza ci si sta prendendo a calci per dimostrare la possibilità di processi quantici nella mente umana.
Se esistessero si potrebbero aprire interessanti vie specualtive.
Comunque sono come San Tommaso (scusate l'inciso clericale, non sono una spia di CR mexican), finchè non viene dimostrata una cosa, non ci credo
1 POST

ok
avatar
maxsar
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1342
Età : 32
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 13.01.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ma noi... siamo Dio?...

Messaggio Da Libero il Gio 15 Gen - 1:20

Per Maxasar :

Sull' Empatia : Ti ringrazio per l' informazione mi documenterò.

Sulla "Telepatia" : E' una spiegazione che mi ha incuriosito. Anche se e ripeto se esistesse non la considererei una cosa paranormale, ma una pura capacità del nostro cervello ancora inesplorata. Per questo l' ho aggiunta qui. Cmq se puoi linkarmi gli studi di cui parlavi te ne sarei molto grato.

Sul discorso della memoria. mi ricordo di aver in TV una persona che tramite un metodo di "immagazinamento" riusciva a ricordarsi centinaia di libri. Ma non mi ricordo altro.

Libero
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 168
Età : 37
Località : Livorno
SCALA DI DAWKINS :
67 / 7067 / 70

Data d'iscrizione : 17.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ma noi... siamo Dio?...

Messaggio Da maxsar il Gio 15 Gen - 23:05

Ciao!
Scusa il ritardo, ma sono sotto esame ho guardato solo ora il forum.
Allora per il discorso dei neuroni a specchio puoi dare un occhio a questo studio, http://www.edge.org/3rd_culture/ramachandran/ramachandran_p1.html , fatto bene e non troppo specialistico.
Per la storia della telepatia, non ho trovato i link, però se vuoi ti posso scannerizzare gli articoli che ho in clinica.
Comunque ho seguito come biografia questi autori: Alcock, 1981; Marks & Kammann, 1980; Neher, 1980; Reed, 1972; Zusne & Jones, 1982; Harbert et all 2004; Phoster et Vomson 2005.
Effettivamente alcuni di questi lavori non sono aggiornatissimi, ma sono stati condotti bene e data la materia si possono considerare ancora attuali.
Comunque rimango scettico con la telepatia in quanto prove laboratoristiche hanno sempre dati risultati negativi.
Se ragioniamo in termini fisici per mandare un mezzo serve un’antenna, una canale, un codice e un ricevitore parlando fisicamente.
Diamo per scontato che ricevitore ed emettitore siano i due utenti fra cui avviene la comunicazione telepatica, mi domando dov’è l’antenna?
Tutte le prove di neuroimmagine non hanno trovato alcun che, ora decifrare l’encefalo è un delirio, però siamo ragionevolmente avanti da riuscire a mappare più o meno grossolanamente le varie aree cerebrali (zone deputate ad uno specifico compito, sensitiva, motoria, ecc.).
Quindi se facciamo una RMI ha una persona che sta cercando di comunicare telepaticamente dovremo vedere queste aree accendersi come delle lampadine (come succede quando muovi o pensi di muovere un braccio),
Questo non succede, ed il messaggio in laboratorio non è mai stato inviato o ricevuto.
Poi anche il mezzo cosa potrebbe essere?
Onde elettromagnetiche? Non penso con il casino che c’è nelle radiofrequenze .-), e poi subiscono troppo l’effetto della distanza.
Forse un effetto quantistico, come quando le particelle sono intrecciate e tecnicamente a distanza infinita si ha un teletrasporto quantico….è molto, molto campata come “ipotesi”, ma forse è la più plausibile, SE esistessero fenomeni quantici nell’encefalo.
A onor del vero avevo letto che gli sciamani Apache erano in grado di inviare un messaggio ad altri sciamani solo pensandolo ed anche che monaci nel medioevo erano in grado di spedire messaggi soltanto pensandoli.
Lo messa li come curiosità, sinceramente pensò che hai tempi le cose fossero molto, molto romanzate però è interessate il parallelismo.
Comunque per concludere secondo me è dura da spiegare perché:
1) Sul piano anatomico fisiologico non esiste nessuna area deputata a ciò (sarebbe inoltre inutile evolutivamente mantenere una struttura e non utilizzarla, forse un organo vestigiale?naa, inoltre chi fosse in grado di avere questa capacità mettiamo per un polimorfismo genico avrebbe avuto un indubbio vantaggio evolutivo e dovremmo essere tutti telepatici).
2) Sul piano sperimentale, non è mai stata verificata.
3) Sul piano fisico è difficile conciliarla con l’attuale teoria dei segnali.
Secondo me queste supposte facoltà sono mal interpretazioni dell’enorme potenziale del cervello umano, mi spiego meglio, anche guardando il comportamento di una persona capiamo moltissime cose.
Una tipa che si mette una mano fra i capelli e tende ad assumere la tua postura segnala inequivocabilmente interesse, a livello conscio il messaggio difficilmente passa, ma a livello inconscio viene decodificato, riformulato e magari arriva la folgorazione telepatica probabilemente basata sull’analisi di fatti reali di cui non ci rendiamo neanche conto.
I cervello è una fantastica macchina, pensa che alcuni ciechi riescono a percepire gli ostacoli.
Sembra assurdo, ma riescono a percepire la diffrazione dei suoni nell’ambiente e mettere in campo una specie di primitivo sonar (ovviamente inconsciamente, quando si avvicinano a un ostacolo sento una specie di “ragnatela in faccia”).
Sembra impossibile, ma né fisiologicamente, né scientificamente lo è; l’encefalo è estremamente plasmabile.
Uno studio danese aveva messo 20 persone con immagini talmente veloci da risultare impercettibili; dopo 30 giorni 9 di loro erano in grado di notare (seppur confusamente le immagini).
Per la memorizzazione di interi libri, alcuni usano metodi figurativi arrivando a buoni risultati (come alcuni matematici che on vedono i numeri linearmente ma in una rete in cui ognuno ha una sua personalità); in altri soggetti con studi RMI si è notato conformazione diverse nella conformazione cerebrale.
Una tipa americana (il cui nome è segreto per motivi di privacy, ma ti cercherò gli studi) è in grado di ricordarsi esattamente ogni giorno della sua vita, gli chiedi che ha fatto il 3 02 1996 e te lo dice, realmente verificato più e più volte.
Però la sua memoria, come l’intendiamo noi è addirittura sotto la media, probabilmente questo caso, come confermano le RMI, è un alterazione cerebrale successiva a qualche trauma o polimorfismo o un insieme dei due.
Resta indubbio che con metodo-impegno si può fare tantissimo.
Ti faccio un esempio, io fino alla 2 elementare ero mancino; dalla 2 mi sono preso una maestra prossima alla pensione vecchio stile: niente mano sinistra figlio di satana!
Bene, fatica boia (provo ancora fastidio per quegli anni, ma letteralmente, quando passo davanti ad una scuola elementare ho quasi un brivido), sgridate e stress allucinante, ma arrivo a scrivere con la destra.
Subito scrivevo con tutte e due, poi per pressioni sono passato alla destra fino all’anno scorso quando facendo snow mi sono rotto il polso destro.
Per esami e metodo di studio (scrivo molto, schematizzo se no non memorizzo) ho dovuto rispolverare la sinistra.
Subito una faticacia nera, ma dopo due settimane scrivevo perfettamente (ovvio la resistenza anche per una questione muscolare era molto minore), questo è per spiegare l’incredibile plasticità dell’encefalo, secondo me concludendo molte supposte parafacoltà sono i derivati di questa enormi capacità che ci riserva la mente umana.
Scusa la lunghezza, ma è che come avrai capito le neuroscienze mi hanno sempre interessato, quindi mi sembrava giusto dare il mio punto di vista senza essere polemico.
Ciao a tutti e buona serata!
avatar
maxsar
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1342
Età : 32
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 13.01.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ma noi... siamo Dio?...

Messaggio Da Libero il Ven 16 Gen - 17:02

maxsar ha scritto:Ciao!
Scusa il ritardo, ma sono sotto esame ho guardato solo ora il forum.
Allora per il discorso dei neuroni a specchio puoi dare un occhio a questo studio, http://www.edge.org/3rd_culture/ramachandran/ramachandran_p1.html , fatto bene e non troppo specialistico.
Per la storia della telepatia, non ho trovato i link, però se vuoi ti posso scannerizzare gli articoli che ho in clinica.
Comunque ho seguito come biografia questi autori: Alcock, 1981; Marks & Kammann, 1980; Neher, 1980; Reed, 1972; Zusne & Jones, 1982; Harbert et all 2004; Phoster et Vomson 2005.
Effettivamente alcuni di questi lavori non sono aggiornatissimi, ma sono stati condotti bene e data la materia si possono considerare ancora attuali.
Comunque rimango scettico con la telepatia in quanto prove laboratoristiche hanno sempre dati risultati negativi.
Se ragioniamo in termini fisici per mandare un mezzo serve un’antenna, una canale, un codice e un ricevitore parlando fisicamente.
Diamo per scontato che ricevitore ed emettitore siano i due utenti fra cui avviene la comunicazione telepatica, mi domando dov’è l’antenna?
Tutte le prove di neuroimmagine non hanno trovato alcun che, ora decifrare l’encefalo è un delirio, però siamo ragionevolmente avanti da riuscire a mappare più o meno grossolanamente le varie aree cerebrali (zone deputate ad uno specifico compito, sensitiva, motoria, ecc.).
Quindi se facciamo una RMI ha una persona che sta cercando di comunicare telepaticamente dovremo vedere queste aree accendersi come delle lampadine (come succede quando muovi o pensi di muovere un braccio),
Questo non succede, ed il messaggio in laboratorio non è mai stato inviato o ricevuto.
Poi anche il mezzo cosa potrebbe essere?
Onde elettromagnetiche? Non penso con il casino che c’è nelle radiofrequenze .-), e poi subiscono troppo l’effetto della distanza.
Forse un effetto quantistico, come quando le particelle sono intrecciate e tecnicamente a distanza infinita si ha un teletrasporto quantico….è molto, molto campata come “ipotesi”, ma forse è la più plausibile, SE esistessero fenomeni quantici nell’encefalo.
A onor del vero avevo letto che gli sciamani Apache erano in grado di inviare un messaggio ad altri sciamani solo pensandolo ed anche che monaci nel medioevo erano in grado di spedire messaggi soltanto pensandoli.
Lo messa li come curiosità, sinceramente pensò che hai tempi le cose fossero molto, molto romanzate però è interessate il parallelismo.
Comunque per concludere secondo me è dura da spiegare perché:
1) Sul piano anatomico fisiologico non esiste nessuna area deputata a ciò (sarebbe inoltre inutile evolutivamente mantenere una struttura e non utilizzarla, forse un organo vestigiale?naa, inoltre chi fosse in grado di avere questa capacità mettiamo per un polimorfismo genico avrebbe avuto un indubbio vantaggio evolutivo e dovremmo essere tutti telepatici).
2) Sul piano sperimentale, non è mai stata verificata.
3) Sul piano fisico è difficile conciliarla con l’attuale teoria dei segnali.
Secondo me queste supposte facoltà sono mal interpretazioni dell’enorme potenziale del cervello umano, mi spiego meglio, anche guardando il comportamento di una persona capiamo moltissime cose.
Una tipa che si mette una mano fra i capelli e tende ad assumere la tua postura segnala inequivocabilmente interesse, a livello conscio il messaggio difficilmente passa, ma a livello inconscio viene decodificato, riformulato e magari arriva la folgorazione telepatica probabilemente basata sull’analisi di fatti reali di cui non ci rendiamo neanche conto.
I cervello è una fantastica macchina, pensa che alcuni ciechi riescono a percepire gli ostacoli.
Sembra assurdo, ma riescono a percepire la diffrazione dei suoni nell’ambiente e mettere in campo una specie di primitivo sonar (ovviamente inconsciamente, quando si avvicinano a un ostacolo sento una specie di “ragnatela in faccia”).
Sembra impossibile, ma né fisiologicamente, né scientificamente lo è; l’encefalo è estremamente plasmabile.
Uno studio danese aveva messo 20 persone con immagini talmente veloci da risultare impercettibili; dopo 30 giorni 9 di loro erano in grado di notare (seppur confusamente le immagini).
Per la memorizzazione di interi libri, alcuni usano metodi figurativi arrivando a buoni risultati (come alcuni matematici che on vedono i numeri linearmente ma in una rete in cui ognuno ha una sua personalità); in altri soggetti con studi RMI si è notato conformazione diverse nella conformazione cerebrale.
Una tipa americana (il cui nome è segreto per motivi di privacy, ma ti cercherò gli studi) è in grado di ricordarsi esattamente ogni giorno della sua vita, gli chiedi che ha fatto il 3 02 1996 e te lo dice, realmente verificato più e più volte.
Però la sua memoria, come l’intendiamo noi è addirittura sotto la media, probabilmente questo caso, come confermano le RMI, è un alterazione cerebrale successiva a qualche trauma o polimorfismo o un insieme dei due.
Resta indubbio che con metodo-impegno si può fare tantissimo.
Ti faccio un esempio, io fino alla 2 elementare ero mancino; dalla 2 mi sono preso una maestra prossima alla pensione vecchio stile: niente mano sinistra figlio di satana!
Bene, fatica boia (provo ancora fastidio per quegli anni, ma letteralmente, quando passo davanti ad una scuola elementare ho quasi un brivido), sgridate e stress allucinante, ma arrivo a scrivere con la destra.
Subito scrivevo con tutte e due, poi per pressioni sono passato alla destra fino all’anno scorso quando facendo snow mi sono rotto il polso destro.
Per esami e metodo di studio (scrivo molto, schematizzo se no non memorizzo) ho dovuto rispolverare la sinistra.
Subito una faticacia nera, ma dopo due settimane scrivevo perfettamente (ovvio la resistenza anche per una questione muscolare era molto minore), questo è per spiegare l’incredibile plasticità dell’encefalo, secondo me concludendo molte supposte parafacoltà sono i derivati di questa enormi capacità che ci riserva la mente umana.
Scusa la lunghezza, ma è che come avrai capito le neuroscienze mi hanno sempre interessato, quindi mi sembrava giusto dare il mio punto di vista senza essere polemico.
Ciao a tutti e buona serata!

Bellissimo post molto interessante ok

Libero
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 168
Età : 37
Località : Livorno
SCALA DI DAWKINS :
67 / 7067 / 70

Data d'iscrizione : 17.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ma noi... siamo Dio?...

Messaggio Da Multiverso il Lun 19 Gen - 20:22

Salve a tutti e un abbraccio ai vecchi amici (in particolare a Pischello).
Non ho fatto in tempo a leggere tutti i post ma voglio esprimere il mio punto di vista in maniera sintetica.
Noi siamo sicuramente Dio in quanto siamo in grado di compiere miracoli! Cerco di spiegarmi meglio. I cosiddetti miracoli, cioè tutto ciò che la scienza non è ancora riuscita a spiegare e che l'uomo quindi attribuisce alla sfera del sovrannaturale, sono un dato di fatto. C'è gente che pregando o andando a Lourdes è guarita da malattie incurabili, così come c'è gente che è guarita senza rivolgersi ad alcuna presunta entità superiore (la quale, se esistesse, compirebbe gravi preferenze nello scegliere chi guarire e chi lasciar morire). Naturalmente i casi di regressione spontanera di una malattia o di guarigione "istantanea" non sono assolutamente da attribuirsi ad un capriccioso quanto volubile Dio, bensì alla stessa mente umana, la quale, evidentemente, in situazioni particolari (quale potrebbe essere la preghiera) è in grado di innescare peculiari meccanismi a noi oggi conosciuti solo negli effetti ma non ancora nelle cause, e quindi incontrollabili e non prevedibili. Questo è un dato di fatto incontrovertibile. A ciò potrebbero aggiungersi potenzialità latenti in grado di compiere ulteriori e mirabolanti "miracoli" oggi non ancora immaginabili dall'uomo, in situazioni di ulteriore funzionamento e futuro sviluppo della nostra materia grigia. Una cosa è certa: i "miracoli" li compie la nostra mente e quindi noi non possiamo che essere Dio, naturalmente in un'accezione molto ampia, variegata e faceta dello stesso termine.
avatar
Multiverso
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1413
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 15.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ma noi... siamo Dio?...

Messaggio Da Ospite il Lun 19 Gen - 20:39

Multiverso ha scritto:Salve a tutti e un abbraccio ai vecchi amici (in particolare a Pischello).
Non ho fatto in tempo a leggere tutti i post ma voglio esprimere il mio punto di vista in maniera sintetica.
Noi siamo sicuramente Dio in quanto siamo in grado di compiere miracoli! Cerco di spiegarmi meglio. I cosiddetti miracoli, cioè tutto ciò che la scienza non è ancora riuscita a spiegare e che l'uomo quindi attribuisce alla sfera del sovrannaturale, sono un dato di fatto. C'è gente che pregando o andando a Lourdes è guarita da malattie incurabili, così come c'è gente che è guarita senza rivolgersi ad alcuna presunta entità superiore (la quale, se esistesse, compirebbe gravi preferenze nello scegliere chi guarire e chi lasciar morire). Naturalmente i casi di regressione spontanera di una malattia o di guarigione "istantanea" non sono assolutamente da attribuirsi ad un capriccioso quanto volubile Dio, bensì alla stessa mente umana, la quale, evidentemente, in situazioni particolari (quale potrebbe essere la preghiera) è in grado di innescare peculiari meccanismi a noi oggi conosciuti solo negli effetti ma non ancora nelle cause, e quindi incontrollabili e non prevedibili. Questo è un dato di fatto incontrovertibile. A ciò potrebbero aggiungersi potenzialità latenti in grado di compiere ulteriori e mirabolanti "miracoli" oggi non ancora immaginabili dall'uomo, in situazioni di ulteriore funzionamento e futuro sviluppo della nostra materia grigia. Una cosa è certa: i "miracoli" li compie la nostra mente e quindi noi non possiamo che essere Dio, naturalmente in un'accezione molto ampia, variegata e faceta dello stesso termine
.
...
Scusate, ma permettetimi di rivolgere un calorosissimo plauso all'amico Multiverso. Con il suo rientro il forum ha compiuto sicuramente un altro bel passo avanti!
Scusate il brevissimo OT.
...

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Ma noi... siamo Dio?...

Messaggio Da davide il Lun 19 Gen - 22:21

Multiverso ha scritto:Salve a tutti e un abbraccio ai vecchi amici (in particolare a Pischello).
Non ho fatto in tempo a leggere tutti i post ma voglio esprimere il mio punto di vista in maniera sintetica.
Noi siamo sicuramente Dio in quanto siamo in grado di compiere miracoli! Cerco di spiegarmi meglio. I cosiddetti miracoli, cioè tutto ciò che la scienza non è ancora riuscita a spiegare e che l'uomo quindi attribuisce alla sfera del sovrannaturale, sono un dato di fatto. C'è gente che pregando o andando a Lourdes è guarita da malattie incurabili, così come c'è gente che è guarita senza rivolgersi ad alcuna presunta entità superiore (la quale, se esistesse, compirebbe gravi preferenze nello scegliere chi guarire e chi lasciar morire). Naturalmente i casi di regressione spontanera di una malattia o di guarigione "istantanea" non sono assolutamente da attribuirsi ad un capriccioso quanto volubile Dio, bensì alla stessa mente umana, la quale, evidentemente, in situazioni particolari (quale potrebbe essere la preghiera) è in grado di innescare peculiari meccanismi a noi oggi conosciuti solo negli effetti ma non ancora nelle cause, e quindi incontrollabili e non prevedibili. Questo è un dato di fatto incontrovertibile. A ciò potrebbero aggiungersi potenzialità latenti in grado di compiere ulteriori e mirabolanti "miracoli" oggi non ancora immaginabili dall'uomo, in situazioni di ulteriore funzionamento e futuro sviluppo della nostra materia grigia. Una cosa è certa: i "miracoli" li compie la nostra mente e quindi noi non possiamo che essere Dio, naturalmente in un'accezione molto ampia, variegata e faceta dello stesso termine.
Era ora che ti facessi vivo! ok

davide
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11205
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 14.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ma noi... siamo Dio?...

Messaggio Da capricorno il Mar 20 Gen - 10:47

pischello ha scritto:
Multiverso ha scritto:Salve a tutti e un abbraccio ai vecchi amici (in particolare a Pischello).
Non ho fatto in tempo a leggere tutti i post ma voglio esprimere il mio punto di vista in maniera sintetica.
Noi siamo sicuramente Dio in quanto siamo in grado di compiere miracoli! Cerco di spiegarmi meglio. I cosiddetti miracoli, cioè tutto ciò che la scienza non è ancora riuscita a spiegare e che l'uomo quindi attribuisce alla sfera del sovrannaturale, sono un dato di fatto. C'è gente che pregando o andando a Lourdes è guarita da malattie incurabili, così come c'è gente che è guarita senza rivolgersi ad alcuna presunta entità superiore (la quale, se esistesse, compirebbe gravi preferenze nello scegliere chi guarire e chi lasciar morire). Naturalmente i casi di regressione spontanera di una malattia o di guarigione "istantanea" non sono assolutamente da attribuirsi ad un capriccioso quanto volubile Dio, bensì alla stessa mente umana, la quale, evidentemente, in situazioni particolari (quale potrebbe essere la preghiera) è in grado di innescare peculiari meccanismi a noi oggi conosciuti solo negli effetti ma non ancora nelle cause, e quindi incontrollabili e non prevedibili. Questo è un dato di fatto incontrovertibile. A ciò potrebbero aggiungersi potenzialità latenti in grado di compiere ulteriori e mirabolanti "miracoli" oggi non ancora immaginabili dall'uomo, in situazioni di ulteriore funzionamento e futuro sviluppo della nostra materia grigia. Una cosa è certa: i "miracoli" li compie la nostra mente e quindi noi non possiamo che essere Dio, naturalmente in un'accezione molto ampia, variegata e faceta dello stesso termine
.
...
Scusate, ma permettetimi di rivolgere un calorosissimo plauso all'amico Multiverso. Con il suo rientro il forum ha compiuto sicuramente un altro bel passo avanti!
Scusate il brevissimo OT.
...
Mi associo, sia per l'ottimo post dell'amico multiverso, sia per un calorosissimo bentornato da parte mia.
avatar
capricorno
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 529
Età : 48
Località : Saponara (ME)
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 14.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ma noi... siamo Dio?...

Messaggio Da maxsar il Mer 21 Gen - 12:21

Sono del medesimo parere di multiverso, in medicina è possibile una regressione spontanea di alcune neoplasie metastatiche pesantemente infiltrate (per fare un esempio)
Qual'è il motivo?
Ora non lo sappiamo, a mio parere (e secondo alcune metanalisi) probabilmente esiste una componente genetica (un polimorfismo, presente soltanto in una certa percentuale della popolazione) che in determinate condizione se opportunamente stimolata permette di ottenere una regressione spontanea.
Non è cosi eretica come teoria; perchè ad alcuni tabagisti si ritrovano con una massa neoplastica a piccole cellule e altri no? E tutto dovuto probabilmente al CYP 450, lo spazzino del nostro corpo, le cui differenze genotipiche generano queste differenze).
Ovviamente una volta queste cose non si sapevano e la pesta od il vaiolo erano scacciati dalla mano providenziale di qualche santo, e gli immuni erano benedetti da qualche dio.
Secondo me sarebbe comunque interessante compiere un'analisi genica di persone che hanno ottenuto queste guarigione scientificamente "inspiegabili", scommettiamo che si trova qualche elemento comune?
avatar
maxsar
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1342
Età : 32
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 13.01.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ma noi... siamo Dio?...

Messaggio Da capricorno il Mer 21 Gen - 15:54

maxsar ha scritto:Sono del medesimo parere di multiverso, in medicina è possibile una regressione spontanea di alcune neoplasie metastatiche pesantemente infiltrate (per fare un esempio)
Qual'è il motivo?
Ora non lo sappiamo, a mio parere (e secondo alcune metanalisi) probabilmente esiste una componente genetica (un polimorfismo, presente soltanto in una certa percentuale della popolazione) che in determinate condizione se opportunamente stimolata permette di ottenere una regressione spontanea.
Non è cosi eretica come teoria; perchè ad alcuni tabagisti si ritrovano con una massa neoplastica a piccole cellule e altri no? E tutto dovuto probabilmente al CYP 450, lo spazzino del nostro corpo, le cui differenze genotipiche generano queste differenze).
Ovviamente una volta queste cose non si sapevano e la pesta od il vaiolo erano scacciati dalla mano providenziale di qualche santo, e gli immuni erano benedetti da qualche dio.
Secondo me sarebbe comunque interessante compiere un'analisi genica di persone che hanno ottenuto queste guarigione scientificamente "inspiegabili", scommettiamo che si trova qualche elemento comune?
Sono d'accordo con il tuo post, lo trovo interessante e praticabile in futuro, per me infatti tutto ha una spiegazione logica, è solo questione di tempo capire come si attuano certi meccanismi di regressione spontanea, altro che miracoli.
avatar
capricorno
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 529
Età : 48
Località : Saponara (ME)
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 14.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ma noi... siamo Dio?...

Messaggio Da tano890 il Gio 12 Feb - 6:27

Bella questa domanda ,ma scusa non eri ateo ? e allora perchè ti chiedi se siamo Dio visto che non esiste ? certo siete propri buffi voi atei.
cmq da cristiano ti rispondo si noi siamo come Dio perchè l'amore di Dio (il suo spirito) e' dentro di noi (o almeno nei veri cristiani )

Il problema di voi atei e' che non capite l'amore di Dio .
All'amore si risponde con amore ignoranti . Invece di credere nell'amore di Gesù credete nella chiesa ladrona. Vergogna!
avatar
tano890
------------
------------

Numero di messaggi : 38
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 11.02.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ma noi... siamo Dio?...

Messaggio Da claudio285 il Gio 12 Feb - 15:51

tano890 ha scritto:Bella questa domanda ,ma scusa non eri ateo ? e allora perchè ti chiedi se siamo Dio visto che non esiste ? certo siete propri buffi voi atei.
cmq da cristiano ti rispondo si noi siamo come Dio perchè l'amore di Dio (il suo spirito) e' dentro di noi (o almeno nei veri cristiani )

Il problema di voi atei e' che non capite l'amore di Dio .
All'amore si risponde con amore ignoranti . Invece di credere nell'amore di Gesù credete nella chiesa ladrona. Vergogna!

appunto, siamo atei, e duqnue non siamo tenuti al comandamento dell'amore, nè al porgere l'altra guancia. Perciò al tuo "vergogna", rispondo con un bel "fottiti".
avatar
claudio285
-------------
-------------

Numero di messaggi : 430
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 19.12.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ma noi... siamo Dio?...

Messaggio Da capricorno il Gio 12 Feb - 15:54

[quote="tano890"]
Bella questa domanda ,ma scusa non eri ateo ? e allora perchè ti chiedi se siamo Dio visto che non esiste ? certo siete propri buffi voi atei.
Sei più buffo tu che non hai nemmeno compreso il senso della domanda se è per questo, noi non ci chiediamo certo se siamo "dio", ma se abbiamo delle facoltà mentali che ci avvicinino non alla divinità ma alla conoscenza totale delle cose.
cmq da cristiano ti rispondo si noi siamo come Dio perchè l'amore di Dio (il suo spirito) e' dentro di noi (o almeno nei veri cristiani )
siamo contenti per voi..
Il problema di voi atei e' che non capite l'amore di Dio .
Per il semplice motivo che non crediano a ciò che non si può mai manifestare.

All'amore si risponde con amore ignoranti . Invece di credere nell'amore di Gesù credete nella chiesa ladrona. Vergogna![/quote
Credo non sia il caso di chiamarci ignoranti, sicuramente non lo siamo più di te che credi alle favole, eppoi perchè dici che crediamo alla chiesa ladrona, è vero che è ladra lo sanno tutti, ma non ci crediamo affatto. Cerca di essere meno arrogante quando ti presenti a dialogare con persone che nemmeno conosci, il tuo non è il migliore degli atteggiamenti, poi mi spieghi perchè sei aumentato di cilindrata da 250 a 890..
avatar
capricorno
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 529
Età : 48
Località : Saponara (ME)
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 14.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum