Tecnica e materiali

Pagina 2 di 3 Precedente  1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Tecnica e materiali

Messaggio Da Rasputin il Gio 19 Ago - 7:38

Ludwig von Drake ha scritto:Ma no, caro Rasp, non è così che funziona.
La capacità di guidare un mezzo, il livello di guida, non si valuta solo in base alle vittorie, ma al modo in cui fai andare la moto.

Invece funziona proprio così: i suddetti parametri sono soggettivi, io infatti non ho menzionato nè capacità di guida, nè vittorie, tantomeno per Schwantz, dal cui numero di vittorie (Mondiale o gran premi? A cosa ti riferisci?) prescindevo esplicitamente fin dall'inizio. Il modo in cui uno fa andare la moto, qualunque cosa tu intenda con quello, porta dei risultati: veloce senza cadute = vittoria. Ho semplicemente detto, cito testualmente, "per me il migliore di tutti i tempi, evidente che quando dico "Migliore" prescindo dai risultati". Anche questa è un'affermazione soggettiva, quindi mi sembra inutile confutarla visto che già di per sè non è basata su dati oggettivi. Qui

http://atei.forumitalian.com/caro-missionario-f14/caro-missionario-t1457.htm

al punto 5, capoverso 5 dall'alto, dice: "prima di confutare un argomento, ti devi accertare che il tuo interlocutore effettivamente lo sostenga" mgreen


Ludwig von Drake ha scritto:Tener botta significa prenderti il secondo posto e far punti classifica, quando ti rendi conto che il mezzo non va e che un’ulteriore forzatura rischia di farti cadere. In quei casi, secondo me, si distingue il campione (capacità psicologica di valutare rischi – possibilità) dal mito (che si butta alla morte, in ogni caso).

Esatto. Quindi chi tiene botta evita i rischi per fare punti = vince il campionato, alla fine siamo sempre lì: mi dici che "La capacità di guidare un mezzo, il livello di guida, non si valuta solo in base alle vittorie, ma al modo in cui fai andare la moto" poi descrivi come, facendo andare bene la moto, si vince. Personalmente (Ripeto, personalmente) mi stanno più simpatici i miti, meglio Villeneuve di Prost, ecc.

Ludwig von Drake ha scritto:In ogni caso, l’ho detto, alla fine è una questione personale.

Esattissimo. L'hai detto ma razzoli diversamente, vedi qui sopra, prime tre righe in alto wink..

Ludwig von Drake ha scritto:A me Valentino piace perché ha uno stile di guida fantastico (su diversi registri), quando vuole sa prendere rischi non da poco, è forte psicologicamente ed è un grande sviluppatore.

Quoto, ed aggiungo che a me Rossi sta simpaticissimo, è anche l'unico a cui ho visto fare qualcosa di simile a Schwantz (Contro Stoner, Laguna Seca mi pare 2009).

Ludwig von Drake ha scritto:Stasera, se riesco, vi posto un video del numero 1 dello sport più bello del mondo.

A soggettivare continui a riuscirci poco eh carneval

Comunque quanto a numeri, qui un altro che mi è piaciuto molto:


_________________
Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)



Daremo fuoco a queste stanze prima che sia Natale

Demokratie hat nichts mit Freiheit, Menschenrechten oder Meinungsfreiheit zu tun. Es ist einfach nur die Herrschaft der Mehrheit.
avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 51153
Età : 57
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante-libido post eroina amplificata da alcol e anfetamine
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Tecnica e materiali

Messaggio Da holubice il Sab 11 Set - 11:53

Sta a sentire Rusp, ho visto che indicavi come 'settare' le scarpe da corsa per migliorare la resa e ridurre l'usura. Il dottore m'ha detto che ho uno 'sperone', ovvero mi si è calcificata la cartilagine nel tallone e, a giorni alterni, mi da parecchio fastidio. Non so se questo possa avere a che fare con le mie corse in riva al mare comunque il dott. mi ha detto che ci sono solette fatte a posta per contenere i fastidi. Sai di qualche rimedio ulteriore?
avatar
holubice
-------------
-------------

Numero di messaggi : 6287
Età : 115
Località : 43°91′45″N 12°91′91″E
Occupazione/Hobby : Novello Disoccupato
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 28.07.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Tecnica e materiali

Messaggio Da Rasputin il Sab 11 Set - 12:20

holubice ha scritto:Sta a sentire Rusp, ho visto che indicavi come 'settare' le scarpe da corsa per migliorare la resa e ridurre l'usura. Il dottore m'ha detto che ho uno 'sperone', ovvero mi si è calcificata la cartilagine nel tallone e, a giorni alterni, mi da parecchio fastidio. Non so se questo possa avere a che fare con le mie corse in riva al mare comunque il dott. mi ha detto che ci sono solette fatte a posta per contenere i fastidi. Sai di qualche rimedio ulteriore?

Conosco il problema, certo che ha a che fare con le tue corse in riva al mare. Qui lo chiamano lo sperone del podista. È una merda, se con le solette (Immagino voglia dire "Plantari") va meglio, stai così. Ho fatto una piccola ricerca, e pare che in caso di persistenza e/o acutizzazione non rimanga che la rimozione chirurgica.

qui un paio di plantari appositi

http://www.fersensporn.info/cgi-bin/mshop.pl?aktion=zeigeProdukt&kategorie=home&ref=google&key=fersensporn

http://www.fersensporn-einlagen-info.de/

in tedesco, ma ci sono illustrazioni.

Chiedi al tuo ortopedico se consiglia dei plantari su misura fatti con il calco del piede.

_________________
Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)



Daremo fuoco a queste stanze prima che sia Natale

Demokratie hat nichts mit Freiheit, Menschenrechten oder Meinungsfreiheit zu tun. Es ist einfach nur die Herrschaft der Mehrheit.
avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 51153
Età : 57
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante-libido post eroina amplificata da alcol e anfetamine
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Tecnica e materiali

Messaggio Da holubice il Sab 11 Set - 12:47

Rasputin ha scritto:
Conosco il problema, certo che ha a che fare con le tue corse in riva al mare. Qui lo chiamano lo sperone del podista. È una merda, se con le solette (Immagino voglia dire "Plantari") va meglio, stai così. Ho fatto una piccola ricerca, e pare che in caso di persistenza e/o acutizzazione non rimanga che la rimozione chirurgica.
Eppure, t'assicuro che a cavallo non ci sono mai andato....
Spero di non arrivare alla sala operatoria, mi suona una cosa delicata. Il problema si inacutisce quando sto parecchio tempo senza appoggiare il piede tipo, ad esempio, quando mi alzo al mattino, o se sto molto tempo seduto ad una scrivania.
avatar
holubice
-------------
-------------

Numero di messaggi : 6287
Età : 115
Località : 43°91′45″N 12°91′91″E
Occupazione/Hobby : Novello Disoccupato
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 28.07.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Tecnica e materiali

Messaggio Da Rasputin il Sab 11 Set - 12:52

L'operazione è semplice e non presenta rischi, ma ovviamente si cerca di farne a meno finché si può. Se hai/avrai dei plantari che ti alleviano e ti permettono di correre, 2 paia: un paio sempre, ed un paio solo per correre. Ma queste cose dovrebbe dirtele anche il medico. Auguri e fammi sapere!

_________________
Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)



Daremo fuoco a queste stanze prima che sia Natale

Demokratie hat nichts mit Freiheit, Menschenrechten oder Meinungsfreiheit zu tun. Es ist einfach nur die Herrschaft der Mehrheit.
avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 51153
Età : 57
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante-libido post eroina amplificata da alcol e anfetamine
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Tecnica e materiali

Messaggio Da The Undertaker il Ven 1 Ott - 11:25

Rasputin, con questa bici potresti battere il tuo record?


The Undertaker
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 139
Età : 35
Località : toscana
Occupazione/Hobby : studio,motori,musica
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 02.07.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Tecnica e materiali

Messaggio Da Rasputin il Ven 1 Ott - 19:09

The Undertaker ha scritto:Rasputin, con questa bici potresti battere il tuo record?

Di cosa? carneval

_________________
Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)



Daremo fuoco a queste stanze prima che sia Natale

Demokratie hat nichts mit Freiheit, Menschenrechten oder Meinungsfreiheit zu tun. Es ist einfach nur die Herrschaft der Mehrheit.
avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 51153
Età : 57
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante-libido post eroina amplificata da alcol e anfetamine
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Tecnica e materiali

Messaggio Da The Undertaker il Ven 1 Ott - 20:01

m'hai fregato, lo ammetto!

The Undertaker
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 139
Età : 35
Località : toscana
Occupazione/Hobby : studio,motori,musica
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 02.07.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Tecnica e materiali

Messaggio Da The Undertaker il Ven 19 Nov - 13:04

scrivo qui una mia perplessità.
questo è il grande Javier Sotomayor nel salto record da 2,45:



e questi sono alcuni ginnasti che con apparente estrema facilità fanno altrettanto:




è una tecnica non prevista dal regolamento,credo..però mi vien da pensare dove arriverebbe Sotomayor con questa tecnica!

The Undertaker
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 139
Età : 35
Località : toscana
Occupazione/Hobby : studio,motori,musica
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 02.07.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Tecnica e materiali

Messaggio Da SergioAD il Ven 19 Nov - 13:45

Città del Messico, 20 ottobre 1968, Un ragazzo che si chiama Dick Fosbury vinse l'oro saltando di schiena, da quel giorno sarà il "salto alla Fosbury".

Prima di allora si usava lo stile ventrale, scavallamento ventrale con le gambe a forbice per darsi lo slancio.

Ah ah se quelli della ginnastica stanno dimostrando qualcosa!

SergioAD
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6602
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 30.01.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Tecnica e materiali

Messaggio Da Rasputin il Ven 19 Nov - 15:12

SergioAD ha scritto:Città del Messico, 20 ottobre 1968, Un ragazzo che si chiama Dick Fosbury vinse l'oro saltando di schiena, da quel giorno sarà il "salto alla Fosbury".

Prima di allora si usava lo stile ventrale, scavallamento ventrale con le gambe a forbice per darsi lo slancio.

Ah ah se quelli della ginnastica stanno dimostrando qualcosa!

Si chiamava Brumel, dal saltatore russo che lo aveva inventato...Non conosco le regole del salto in alto, questi comunque saltano 2,46 senza alcun aiuto, per me dovrebbe valere. Con tutto il rispetto che ho per la farmacia più agile del mondo (Sotomayor), dubito che sia in grado di impiegare la nuova tecnica, bisogna essere ottimi ginnasti.

_________________
Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)



Daremo fuoco a queste stanze prima che sia Natale

Demokratie hat nichts mit Freiheit, Menschenrechten oder Meinungsfreiheit zu tun. Es ist einfach nur die Herrschaft der Mehrheit.
avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 51153
Età : 57
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante-libido post eroina amplificata da alcol e anfetamine
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Tecnica e materiali

Messaggio Da The Undertaker il Ven 19 Nov - 15:24

di educazione fisica ne so meno di zero. quindi mi rimetto alla clemenza della corte. :D

bè adesso Sotomayor immagino sia un "ex atleta",però se il suo record tiene duro un motivo ci sarà (ed io lo ignoro,sia chiaro!).
in effetti è vero che il salto dei ginnasti è "regolare", non c'è alcun aiuto! forse il battere il record di Sotomayor richiedeva una tecnica diversa visto che lui era arrivato al limite di quella tecnica stessa?

The Undertaker
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 139
Età : 35
Località : toscana
Occupazione/Hobby : studio,motori,musica
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 02.07.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Tecnica e materiali

Messaggio Da davide il Ven 19 Nov - 22:11

Ve lo dico io perchè non vale, al di là del fatto che le loro performance avvengono su una pedana: staccano a 2 piedi, mentre mi pare che una delle poche regole del salto in alto sia che si deve staccare con un piede solo.

Edit: esatto, ho controllato, devono staccare con un piede solo, quindi non c'è nessuna "nuova tecnica"

davide
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11205
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 14.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Tecnica e materiali

Messaggio Da Rasputin il Sab 20 Nov - 5:25

davide ha scritto:Ve lo dico io perchè non vale, al di là del fatto che le loro performance avvengono su una pedana: staccano a 2 piedi, mentre mi pare che una delle poche regole del salto in alto sia che si deve staccare con un piede solo.

Edit: esatto, ho controllato, devono staccare con un piede solo, quindi non c'è nessuna "nuova tecnica"

Cavoli, lo sapevo ma non me lo ricordavo. Occhio però, vengono addotte delle ragioni? Perché un salto in alto è un salto in alto eh

EDIT nel video non vedo pedane domanda..

_________________
Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)



Daremo fuoco a queste stanze prima che sia Natale

Demokratie hat nichts mit Freiheit, Menschenrechten oder Meinungsfreiheit zu tun. Es ist einfach nur die Herrschaft der Mehrheit.
avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 51153
Età : 57
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante-libido post eroina amplificata da alcol e anfetamine
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Tecnica e materiali

Messaggio Da davide il Sab 20 Nov - 10:50

Come non vedi pedane? Tutto il "terreno" su cui evoluiscono i ginnasti è una pedana (non elastica eh).
Quali ragioni devono essere addotte? Nel salto in alto si stacca con un piede solo, se stacchi con 2 il salto è nullo, punto. Quello del filmato può essere il record del mondo di salto della quaglia, non di salto in alto. A meno che qualcuno non decida di cambiare le regole, ma li vorrei vedere a fare quel numero sul tartan... Royales
Insomma, più che reclamare un record inesistente, dovrebbero andare al circo, insieme agli altri acrobati.

davide
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11205
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 14.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Tecnica e materiali

Messaggio Da Rasputin il Sab 20 Nov - 11:40

davide ha scritto:Come non vedi pedane? Tutto il "terreno" su cui evoluiscono i ginnasti è una pedana (non elastica eh).
Quali ragioni devono essere addotte? Nel salto in alto si stacca con un piede solo, se stacchi con 2 il salto è nullo, punto. Quello del filmato può essere il record del mondo di salto della quaglia, non di salto in alto. A meno che qualcuno non decida di cambiare le regole, ma li vorrei vedere a fare quel numero sul tartan... Royales
Insomma, più che reclamare un record inesistente, dovrebbero andare al circo, insieme agli altri acrobati.

Allora, vado per punti: innanzitutto quella che tu chiami "Pedana" non è altro che un tappeto, simile o probabilmente identico, a quello sul quale i ginnasti eseguono i loro esercizi anche in competizione. Giusto, non è elastico, serve a ridurre il rischio di lesioni in caso di cadute e da ex ginnasta io stesso (Ma probabilmente hai avuto occasione di constatarlo anche tu) ti posso dire che non aiuta affatto a saltare più in alto, anzi ammortizza parecchio.

Regole: in genere, e non solo nello sport, hanno una ragione di esistere, anche se dai politici barbogi del CIO mi aspetto di tutto.

Fare quel numero sul tartan non sarebbe probabilmente permesso per ragioni di sicurezza, anche se poi gli acrobati (Nota: acrobati, non ginnasti) fanno numeri simili su superfici anche più dure, palchi in legno ecc. Si noti che il tartan darebbe probabilmente risultati ancora migliori, la sua introduzione ha causato a suo tempo un crollo generale di quasi tutti i record sullo sprint date appunto le caratteristiche del materiale, le quali non si limitano ad una superficie ideale per la presa delle scarpette chiodate, ma consistono anche di una risposta elastica (Si chiama così, come quella ad es. degli archi da tiro) che sulla terra rossa non esisteva.

Quello del filmato è palesemente "Un" record di salto in alto, senza alcun aiuto artificiale l'atleta passa, con tutto il corpo, al di sopra di un'asticella piazzata a 2,46m da terra, punto. Non sappiamo se mondiale o meno perché, non essendo riconosciuto, potrebbero da qualche altra parte esserci altri ginnasti in grado di saltare ancora più in alto. Quello di Sotomayor è il record mondiale di salto in alto riconosciuto secondo le regole internazionali dell'atletica leggera.

Non so se reclamino un qualche record, quello che hanno comunque dimostrato è che è relativamente facile saltare più in alto del record del mondo utilizzando un'altra tecnica.

Concludo ribadendo la differenza tra acrobati e ginnasti: i primi, i quali comunque provengono dalla ginnastica artistica (Si chiama così, comprende corpo libero e attrezzi), in genere finiscono al circo perchè non hanno sfondato nello sport. I secondi hanno le loro competizioni a vari livelli come tutti gli altri sport.

_________________
Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)



Daremo fuoco a queste stanze prima che sia Natale

Demokratie hat nichts mit Freiheit, Menschenrechten oder Meinungsfreiheit zu tun. Es ist einfach nur die Herrschaft der Mehrheit.
avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 51153
Età : 57
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante-libido post eroina amplificata da alcol e anfetamine
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Tecnica e materiali

Messaggio Da davide il Sab 20 Nov - 16:10

So che il tartan ha una risposta elastica ottima, continuo tuttavia credere che non sia la piattaforma ottimale per acrobazie di quel tipo. Ad ogni modo non è questo il punto fondamentale. Non è corretto parlare di "un" "salto in alto" (virgolettati separati apposta), secondo questo criterio anche il salto con l'asta è "un salto in alto". Reclamano il record del mondo perchè il filmato così si chiama, ma è una baggianata. A meno che non riescano a staccare con un piede solo dopo tutte quelle piroette, cosa di cui dubito.

davide
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11205
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 14.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Tecnica e materiali

Messaggio Da Rasputin il Sab 20 Nov - 17:00

davide ha scritto:So che il tartan ha una risposta elastica ottima, continuo tuttavia credere che non sia la piattaforma ottimale per acrobazie di quel tipo. Ad ogni modo non è questo il punto fondamentale. Non è corretto parlare di "un" "salto in alto" (virgolettati separati apposta), secondo questo criterio anche il salto con l'asta è "un salto in alto". Reclamano il record del mondo perchè il filmato così si chiama, ma è una baggianata. A meno che non riescano a staccare con un piede solo dopo tutte quelle piroette, cosa di cui dubito.

A prescindere dalla regolarità o meno della tecnica, il denominatore comune è che il salto viene effettuato, esattamente come quello consentito dalle regole, senza alcun aiuto artificiale quale ad esempio l'asta, quindi secondo me il paragone non regge. Ripeto, non discuto sulla regolarità o meno della tecnica, ma mi pare che le regole siano l'unica cosa che non rende valido il salto, non viene impiegato alcun attrezzo. Il salto con l'asta è un salto in alto con regole diverse, che consentono l'uso di un attrezzo anch'esso ben regolamentato, lunghezza, peso, e credo perfino il raggio di flessione in rapporto al peso dell'atleta (Andrò a verificare se la discussione lo dovesse rendere opportuno).

Rasputin ha scritto:Direi di no. Il doping fa parte dello sport, non ci son cazzi da appendere. "Diffuso" mi pare un eufemismo, come dire che Vallanzasca era un po' discolo.

The Undertaker ha scritto:bè se la metti così, io ti dico che per quanto mi riguarda si potrebbe anche liberalizzare,visto che:
- i valori massimali di prestazione che può fornire un corpo umano "al naturale" sono stati raggiunti
-gli effetti deleteri per la salute sono ben noti ai profani, figuriamoci agli atleti.

Sei ottimista...sapessi quanti atleti non hanno idea nemmeno di che cosa si mettono in corpo...

The Undertaker ha scritto:questo a patto che l'atleta decida per l'assunzione di determinate sostanze di sua spontanea volontà.

lo so che la visione è molto semplicistica, però da una parte crollerebbe il mercato nero e dall'altra ci sarebbe,dopo un' iniziale fase di abuso collettivo,un paradossale ritorno al "salutismo" dopo aver visto gli effetti collaterali delle sostanze dopanti.

Quoto, anche se spesso con questa opinione che condivido pienamente con te mi trovo di fronte ad alzate di scudi da parte di moralisti e cacciatori di streghe. Informazione, ci vuole, sopratutto per gli atleti, e questa informazione la possono ricevere affidabilmente solo se le sostanze proibite vengono liberalizzate.

_________________
Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)



Daremo fuoco a queste stanze prima che sia Natale

Demokratie hat nichts mit Freiheit, Menschenrechten oder Meinungsfreiheit zu tun. Es ist einfach nur die Herrschaft der Mehrheit.
avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 51153
Età : 57
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante-libido post eroina amplificata da alcol e anfetamine
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Tecnica e materiali

Messaggio Da davide il Sab 20 Nov - 22:16

No Rasp, il salto non avviene "esattamente come consentito dalle regole", perché staccano a 2 piedi e non a uno. Non è un dettaglio, è tutta la differenza del mondo, nel salto in alto, così come nel salto con l'asta l'attrezzo deve avere determinate caratteristiche. Quello sarà un salto valido se e quando cambieranno le regole. Viceversa rimane un numero da circo e stop.

davide
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11205
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 14.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Tecnica e materiali

Messaggio Da Rasputin il Dom 21 Nov - 9:12

davide ha scritto:No Rasp, il salto non avviene "esattamente come consentito dalle regole", perché staccano a 2 piedi e non a uno. Non è un dettaglio, è tutta la differenza del mondo, nel salto in alto, così come nel salto con l'asta l'attrezzo deve avere determinate caratteristiche. Quello sarà un salto valido se e quando cambieranno le regole. Viceversa rimane un numero da circo e stop.

Siamo alla solita battaglia tra teste dure eh. Per cominciare, non ho mai scritto che il salto avviene "esattamente come consentito dalle regole", bensì che, se risali e lo leggi, "A prescindere dalla regolarità o meno della tecnica, il denominatore comune è che il salto viene effettuato, esattamente come quello consentito dalle regole, senza alcun aiuto artificiale". Tantomeno ho mai scritto che si tratti di un dettaglio, anzi i fatti paiono dimostrare si tratti di una differenza sostanziale. Per me, e sottolineo, per me, il salto in alto dovrebbe consistere nello scavalcare con l'intero corpo e con il solo aiuto delle proprie forze (Quindi niente pedane, stivaletti di Paperinik o quant'altro), un'asticella posta ad una determinata altezza. Non ho ancora capito (Ma ricercherò) i motivi della regola che prescrive lo stacco ad un solo piede, ma a questo punto sono sfiorato dal sospetto che uno di quelli possa proprio essere per evitare che gli atleti saltino con tecniche fantasiose (Scrivo fantasiose per bontà nei confronti dell'interlocutore, io le chiamerei "Innovative"), con la conseguenza che per un po' i ginnasti farebbero fare figure barbine ai saltatori, poi questi ultimi imparerebbero anche loro a saltare con rondata, flic flac e salto teso indietro raggiungendo altezze finora impensabili e secondo me ravvivando anche l'interesse (E migliorando lo spettacolo) per la disciplina. Ma sarebbe una rivoluzione difficile da gestire, ed i barbogi del CIO, pigri come tutti i legislatori e giudici, non ne vogliono sapere. Una considerazione che ti vorrei fare presente è inoltre che i record del salto in alto, insieme con altre specialità come il lungo, triplo, ecc. tendono a stagnare per decenni proprio per questa loro caratteristica di non prevedere l'uso di alcun attrezzo ausiliario tecnicamente migliorabile, quindi hanno, in una certa misura, un limite umano che se viene ulteriormente circoscritto limitando l'impiego di nuove tecniche non fa che ridurre il margine, già limitato. Mi ricollego inoltre qui al discorso del doping, che a questo punto è l'unica scelta lasciata agli atleti come possibilità di miglioramento. Nelle specialità (Rimango nell'ambito dell'atletica leggera) che coinvolgono l'uso di un attrezzo invece si assiste a vere e proprie rivoluzioni: per rimanere all'esempio citato, non credo occorra ricordarti l'ondata di primati causata dall'avvento della fibra di carbonio nel salto con l'asta (Poi è arrivato Bubka ed ha messo tutti a tacere, va be' è questione di tempo visto che se lui in allenamento ha saltato oltre 6,40 prima o poi ci riesce anche qualcun altro). A volte i barbogi del CIO vengono spiazzati e devono correre ai ripari: nel 1984, Uwe Hohn per la prima volta nella storia (E finora credo l'unica) scagliò il giavellotto ad oltre 100m, costringendo, date le dimensioni insufficienti degli stadi, ad una modifica delle regole riguardo non il peso come molti comunemente credono, bensí riguardo il baricentro dell'asticella, che venne spostato in avanti in modo da favorire una ricaduta anticipata dell'attrezzo. Il risultato è, a tutt'oggi, che ci sono due record mondiali: quello di Uwe, oltre 104m, che essendo stato ottenuto secondo le regole allora in vigore rimane e deve rimanere valido, e quello attuale mi pare di un ceco con 98m e qualcosa (Vado a memoria poi se mai controllo). Non è escluso che un giorno arrivi un altro come Uwe (Che era un vero animale, quasi 2m di statura per oltre 110 kg se non ricordo male) e rifaccia il numero, costringendo i barbogi a fare un altro pezzetto di marcia indietro proprio come la religione di fronte alle nuove scoperte della scienza. Concludo ribadendo la differenza tra i numeri da circo, eseguiti dagli acrobati nei circhi con tecnica inferiore e meno pulita, e gli esercizi di ginnastica artistica, anche se come nel caso in questione applicati ad un'altra specialità, eseguiti da ginnasti, eccellenti atleti che mi pare riduttivo derubricare (Gli esercizi, non gli atleti) a "Numeri da circo". Questi i fatti. La mia opinione: quei ragazzi hanno dimostrato che il record di Sotomayor non è affatto difficile da battere se solo si ammettono nuove regole, cosa che, sempre opinione mia, è sempre consigliabile ogni qualvolta permette di ravvivare una qualsiasi disciplina i cui record ristagnano troppo.

Ho scritto molto, lo so ma l'argomento si sa che mi interessa ed ho cercato di rendere interessante un'eventuale lettura fornendo al contempo ulteriori spunti di discussione wink..

EDIT Ho trovato un'interessante informazione: la tecnica Fosbury (Fosbury flop) è stata la conseguenza di un cambio nelle regole. Prima era prescritto che la prima parte del corpo a scavalcare l'asticella doveva essere un piede, tolta quella agli atleti veniva permessa qualsiasi tecnica anche a tuffo, ossia scavalcando l'asticella per primo con la testa. Curioso come questo sia un denominatore comune tra la tecnica Fosbury e quella dei nostri amici ginnasti Royales


Ultima modifica di Rasputin il Dom 21 Nov - 12:05, modificato 1 volta

_________________
Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)



Daremo fuoco a queste stanze prima che sia Natale

Demokratie hat nichts mit Freiheit, Menschenrechten oder Meinungsfreiheit zu tun. Es ist einfach nur die Herrschaft der Mehrheit.
avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 51153
Età : 57
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante-libido post eroina amplificata da alcol e anfetamine
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Tecnica e materiali

Messaggio Da davide il Dom 21 Nov - 10:27

Ti sorprenderà forse, ma sono perfettamente d'accordo con te.

davide
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11205
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 14.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Tecnica e materiali

Messaggio Da Rasputin il Dom 21 Nov - 10:40

davide ha scritto:Ti sorprenderà forse, ma sono perfettamente d'accordo con te.

Infatti mi ero accorto che in parte stavamo dicendo le stesse cose articolando in modo diverso, però così non c'è gusto eh carneval

EDIT ho trovato un paio di informazioni, pare proprio che la regola dello stacco ad un piede sia fatta per "Togliere di mezzo" i ginnasti:

http://www.time.com/time/magazine/article/0,9171,823250,00.html

http://ask.metafilter.com/81807/Rules-of-High-Jump

C'è da dire, per rimanere su un punto di vista neutrale, che permettere lo stacco a due piedi potrebbe causare complicazioni agli atleti che partecipano nelle discipline combinate consistenti di varie specialità che includono il salto in alto, come il pentathlon e il decathlon. D'altro canto, se la tecnica viene permessa, sarebbero anche cazzi loro, la dovrebbero imparare.

_________________
Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)



Daremo fuoco a queste stanze prima che sia Natale

Demokratie hat nichts mit Freiheit, Menschenrechten oder Meinungsfreiheit zu tun. Es ist einfach nur die Herrschaft der Mehrheit.
avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 51153
Età : 57
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante-libido post eroina amplificata da alcol e anfetamine
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Tecnica e materiali

Messaggio Da davide il Dom 21 Nov - 16:20

I ginnasti saltano più in alto perchè non prendono la rincorsa solo di gambe, ma con tutto il corpo: tutto un altro livello di energia cinetica...

davide
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11205
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 14.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Tecnica e materiali

Messaggio Da Rasputin il Dom 21 Nov - 16:22

davide ha scritto:I ginnasti saltano più in alto perchè non prendono la rincorsa solo di gambe, ma con tutto il corpo: tutto un altro livello di energia cinetica...

Ah su questo non ci piove, resta il fatto che lo fanno esclusivamente con le loro forze wink..

_________________
Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)



Daremo fuoco a queste stanze prima che sia Natale

Demokratie hat nichts mit Freiheit, Menschenrechten oder Meinungsfreiheit zu tun. Es ist einfach nur die Herrschaft der Mehrheit.
avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 51153
Età : 57
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante-libido post eroina amplificata da alcol e anfetamine
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Tecnica e materiali

Messaggio Da The Undertaker il Dom 21 Nov - 16:52

non pensavo di tirar su una discussione così articolata! :D

certo è che se se certe acrobazie venissero consentite si assisterebbe al crollo di record ultradecennali,e sono sicuro che la disciplina ne acquisterebe sia per quanto riguarda il seguito che per quanto riguarda il numero di praticanti. forse i 3 metri non sarebbero poi così lontani..

quella del giavellotto non la sapevo! interessante..ma quando qualcuno tornerà a fare lanci troppo lunghi che faranno? cambieranno la location delle gare o torneranno ad espedienti come la modifica del giavellotto?

The Undertaker
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 139
Età : 35
Località : toscana
Occupazione/Hobby : studio,motori,musica
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 02.07.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Tecnica e materiali

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 3 Precedente  1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum