Beppino Englaro: “L’Italia è un paese senza civiltà”

Pagina 1 di 3 1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Beppino Englaro: “L’Italia è un paese senza civiltà”

Messaggio Da capricorno il Mar 13 Gen - 10:56

Beppino Englaro: “L’Italia è un paese senza civiltà”
“In un Paese come l’Italia arrivo a pensare che non ci sia un minimo di civiltà, poichè non lasciare attuare sentenze passate in giudicato è veramente preoccupante per una nazione”. Lo ha affermato Beppino Englaro, tutore e padre di Eluana, alla trasmissione di Fabio Fazio su Raitre Che tempo che fa.

Un verso di Ceronetti parla di Eluana Englaro come «priva di morte e orfana di vita». China la testa papà Beppino Englaro: sì anche lui la vede così, questa sua figlia assente e presente, per cui sta combattendo come un leone, anche se gli costa sempre più fatica. E ieri lo si è visto, a «Chetempochefa. Ci sarebbe dovuto andare lo scorso ottobre, ma le condizioni cliniche di sua figlia peggiorarono improvvisamente e altrettanto improvvisamente migliorarono. Ha riaccettato l´invito di presentarsi davanti alle telecamere perché «per Eluana hanno deciso gli altri e ci creano continuamente delle cose paradossali». Non ci sta, questo genitore: «Viene da pensare - così dice davanti al pubblico attento - che in un paese come l´Italia non ci sia un minimo di civiltà. Perché non lasciare attuare le sentenze passate in giudicato è preoccupante per la nazione, è un fatto che ci riguarda tutti e chiamarsi fuori da situazioni del genere è pericoloso».

<!–
OAS_RICH(’Middle’);
//–>

È stata un´intervista in cui Fabio Fazio tentava di avere qualche racconto sentimentale, ma Englaro se n´è ben guardato. Ha risposto citando sentenze e leggi, non emozioni e persone. Sul tema della vita e della morte «noi - sono le sue parole - abbiamo fatto un approfondimento nella famiglia. Nella società lo stiamo facendo ora. In futuro nessuno potrà dire di non conoscere a che cosa si va incontro». E cioè che la rianimazione forzata può avere come conseguenza lo stato vegetativo a vita: mentre Eluana, anche se giovane, non era leggera, ci aveva pensato bene, ed era per «la libertà di vivere, non per la condanna a vivere». Ma «a 6.203 giorni dall´incidente» eccola sempre come al primo giorno, scollegata dal mondo esterno e nutrita attraverso il sondino, una terapia inevitabile, che «non ha nulla a che vedere con la naturalità… Sono deliri», si limita a dire questo padre sulle invenzioni sanitarie comparse in queste settimane, secondo cui «Eluana deglutisce».

Non un medico serio, al mondo, ritiene si possa imboccare chi è in stato vegetativo da quasi diciassette anni, questo papà Beppino lo sa bene. Di stare ancora a spiegare questa storia però non se l´immaginava: «C´è stata la sentenza, ci siamo attivati da subito per dare attuazione al decreto del 9 luglio, nei vari aspetti, poi un atto del ministro Sacconi che ha convinto la Casa di cura di Udine a una serie di approfondimenti giuridici su aspetti tecnici e amministrativi. Siamo qua, aspettiamo». Ma, spiega, «se quando sono vivo posso rifiutare le cure, come mai non posso rifiutarle quando non sono capace di intendere e volere?».

da www.repubblica.it

Come dargli torto! i politici si mobilitano affinchè una sentenza non venga messa in atto, solo per fare uno squallido favore ai pazzi del vaticano, eppoi mi si parla di rapporti diplomatici tra vaticano e stato italiano..
avatar
capricorno
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 529
Età : 48
Località : Saponara (ME)
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 14.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Beppino Englaro: “L’Italia è un paese senza civiltà”

Messaggio Da guitargeo il Mar 13 Gen - 22:48

In questa vicenda abbiamo assistito ad un festival della mediocrità più volgare degli ultimi ventenni. E' stato un palcoscenico dove sciacalli senza alcun rispetto per la sofferenza altrui si sono esibiti nel loro "miglior" repertorio teso solo ad ottenere quattro righe di spazio nei sistemi di comunicazione. Dal grassone redattore, ai soliti cardinali, fino ad associazioni di finti buoni che in Italia trovano sempre il terreno adatto per sbizzarrirsi in ogni sorta di vigliaccheria travestita da azione eroica. Tutti si sono riservati il diritto di esprimere la propria sciocca opinione. Non c'è nulla di sbagliato in questo, se non fosse che i mass-media hanno messo nello stesso piatto della bilancia opinioni illustri come quelle dei medici e del padre (chi meglio di lui?) con quelle di personaggi che rasentano il ridicolo..
Già per tutto questo che è accaduto mi vergogno di essere italiano... la non applicazione della sentenza poi rasenta l'inimmaginabile..
Siamo messi davvero male...

guitargeo
-------------
-------------

Numero di messaggi : 64
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 19.12.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Beppino Englaro: “L’Italia è un paese senza civiltà”

Messaggio Da Ratio il Dom 25 Gen - 21:55

Personalmente mi vergogno che un Ministro della Repubblica ricatti più o meno velatamente una struttura sanitaria che si dichiara disponibile perchè Eluana "possa", non "debba", non essere più alimentata e idratata, dando seguito alla sua volontà, in virtù di sentenza definitiva.
E' uno schifo, ci stiamo abbassando al livello dell'Iran.. mad..

Ratio
------------
------------

Maschile Numero di messaggi : 32
SCALA DI DAWKINS :
36 / 7036 / 70

Data d'iscrizione : 28.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Beppino Englaro: “L’Italia è un paese senza civiltà”

Messaggio Da Ospite il Lun 26 Gen - 17:24

Ratio ha scritto:Personalmente mi vergogno che un Ministro della Repubblica ricatti più o meno velatamente una struttura sanitaria che si dichiara disponibile perchè Eluana "possa", non "debba", non essere più alimentata e idratata, dando seguito alla sua volontà, in virtù di sentenza definitiva.
E' uno schifo, ci stiamo abbassando al livello dell'Iran..
mad..
...
Ha ragione il padre di Eluana e mi associo a ratio nella sua visione delle cose.
Che civiltà dimostra di avere una nazione in cui una sentenza emessa dalla Magistratura (a nome e per conto del POPOLO ITALIANO) non viene attuata per i ricatti infami di un pugno di clericali appartenenti ad un altro stato o per i ripensamenti (pieni di retorica demagogia, dico io!) di un ministro della Repubblica?
Una simile efferatezza, oltre tutto, crea un precedente giuridico che sarà ben difficile giustificare, agli occhi della storia.
...

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Beppino Englaro: “L’Italia è un paese senza civiltà”

Messaggio Da maxsar il Lun 26 Gen - 18:08

Io non ho più parole per questa vicenda e per l'ottusità della nostra classe politica.
Come è possibile che un ministro ponga in essere condizioni di restrizioni ad una sentenza della magistratura?
Penso che il suo comportamento sia passibile di denuncia penale, ma ormai non mi sorprendo più di niente.
Lo scandalo mi sembra questo, non quello che tutti i giornali filo cattolici si mettono a gridare come la prima condanna a morte della repubblica italiana.
LA cosa che mi fa incazz*** è che questa gente non ha la minima competenza medica è si mette a parlare sostenendo concetti fuori dal mondo.
Ho letto ieri però che alcuni Medici (fortunatamente) sarebbero disposti a mettere in atto questo gesto di pietà, il problema è che serve una struttura ospedaliera e se non si ha una strutttura ospedaliera tecnciamente non si potrebbero porre in atto prestazioni specialistiche (bella gabola).
Un bel casino!
Sarebbe più facile andando in Svizzera, ma visto che (forse) questo stato non è il vaticano è anche eticamente giusto impuntarsi per ottenere ciò che è sancito nonchè garantito dalla legge.
avatar
maxsar
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1342
Età : 32
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 13.01.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Beppino Englaro: “L’Italia è un paese senza civiltà”

Messaggio Da maxsar il Lun 26 Gen - 19:17

Bhe, un migliormaneto c'è stato.
HO sentito ora al tg che il tar ha accolto il ricorso del padre di Eluana, anche se Sacconi ha annunciato il ricorso al Consiglio di Stato.
avatar
maxsar
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1342
Età : 32
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 13.01.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Beppino Englaro: “L’Italia è un paese senza civiltà”

Messaggio Da capricorno il Lun 26 Gen - 20:32

maxsar ha scritto:Bhe, un migliormaneto c'è stato.
HO sentito ora al tg che il tar ha accolto il ricorso del padre di Eluana, anche se Sacconi ha annunciato il ricorso al Consiglio di Stato.

Alla fine la perderanno questa finta battaglia, come ha già dimostrato Obama il mondo vuole andare avanti, vuole progredire sia con la ricerca scientifica, leggi cellule embrionali staminali, sia con i diritti civili che sono in antitesi ai dettami religiosi di qualiasi tipo e confessione.
avatar
capricorno
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 529
Età : 48
Località : Saponara (ME)
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 14.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Beppino Englaro: “L’Italia è un paese senza civiltà”

Messaggio Da ros79 il Ven 6 Feb - 20:05

maxsar ha scritto:Bhe, un migliormaneto c'è stato.
HO sentito ora al tg che il tar ha accolto il ricorso del padre di Eluana, anche se Sacconi ha annunciato il ricorso al Consiglio di Stato.
ed infatti eccolo qua..un bel decreto legge...fortunatamente non varato ma comunque ci stanno provando in tutti i modi,hanno già messo in atto il disegno di legge.
io non so più come mi sento...sono triste,non voglio nemmeno immaginare come possa stare la famiglia di Eluana vedendo questo accanimento.
io capisco che legalmente è dura, in italia non è prevista l'eutanasia, ma qui si sta marciando volutamente su una questione solo ed essenzialmente per mantenere voti cattolici...e che non me lo vengano a dire.

_________________
"Che cos'ho in comune con gli ebrei? Non ho neppure niente in comune con me stesso"

F.Kafka
avatar
ros79
---------------------
---------------------

Femminile Numero di messaggi : 1139
Età : 37
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 12.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Beppino Englaro: “L’Italia è un paese senza civiltà”

Messaggio Da maxsar il Ven 6 Feb - 20:56

ed infatti eccolo qua..un bel decreto legge...fortunatamente non varato ma comunque ci stanno provando in tutti i modi,hanno già messo in atto il disegno di legge.
E' allucinante, non so dove stiamo arrivando.
Si governa a colpi di decreto legge, infischinadosene della bioetica e delle posizioni della magistratura.
Anche per me oggi, seppur era nell'aria da un po', è stata una bella salacatta.
questo accanimento.
Non è latro che accanimento; lei è morta 17 anni fa è soltanto perchè un infinitesima parte delle strutture nervose funziona non è possibile refertare la morte cerebrale.
Quella povera ragazza si trova in una situazione giuridica allucinante; il "cervello" che da luogo ai processi cognitivi (corteccia cerebrale) è STATO COMPLETAMENTE disintegrato.
Le affermazioni che sente, si gira, trema, guarda ed impolra sono allucinanti; non può sentire, provare assolutamente nulla.
PEr sua sfortuna una minuscola parte del sistema nervoso (tronco encefalico) continua a far battere cuore e ventilare i polmoni; a causa di ciò l'eccg non è piatto.
In America e UK, dove la bioetica è un filo più avanti non si sarebbe neanche posti il problema.
non è prevista l'eutanasia
Non è eutanasia, questo caso; basterebbe soltanto un po' di buon senso.
Comunque, dopo il parere di una commissione medica, e con determianti requisiti sono favorevole all'eutanasia e non vedo dove sia il problema per i cattolici.
I cattolici non la chiederanno, no?
Un cittadino italiano, una volta appurato che la sua condizione sia senza ritorno; che nessuan cura sia efficace, che diritto abbiamo noi di non aiutarlo?
Secondo me è anche un dovere del medico accompagnare il suo paziente nell'ultimo passaggio, sostenendolo e mettendo in atto le sue richieste (ovvio, ammetto l'obiezione, ma non capisco perchè qeusto diritto deve essere negato).
E' cosi scandoloso dare al cittadino, nel pieno possesso delle sue capacità cognitive, il diritto di morire, se la vita che conduce è diventata oggettivamente senza dignità e senza speranza?
Ipocriticamente si hanno molte scappatoie......ma è necessaria una legge per porre fine a queste ambiguità e mettere in atto un commitato di bioetica per vlautare questi casi.
si sta marciando volutamente su una questione solo ed essenzialmente per mantenere voti cattolici...e che non me lo vengano a dire.
Perfettamente d'accordo con te; per questo che la politica mi fa schifo.
MA ache i cattolici non connettono l'encefalo?
Tutto quello che dice la santa sede è legge?
Eppure non era contro l'accanimento terapeutico?
Mah, ho provato (in un'ottica clinica) a far vedere le ipotesi di neurofisiologia che ipotizzavano (su CR) su quali basi poggiavano e puf, 10 miinuti e tutti post cancellati.
@ Pisch/ros o admin: Ci sono problemi con il mio account?
Oggi provavo a scrivere ma non mi accettava, questo è il 5 post che scrivo.
avatar
maxsar
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1342
Età : 32
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 13.01.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Beppino Englaro: “L’Italia è un paese senza civiltà”

Messaggio Da Admin il Ven 6 Feb - 21:19

maxsar ha scritto:
@ Pisch/ros o admin: Ci sono problemi con il mio account?
Oggi provavo a scrivere ma non mi accettava, questo è il 5 post che scrivo.

Assolutamente no..
avatar
Admin
----------
----------

Numero di messaggi : 2635
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 11.11.08

http://atei.forumitalian.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Beppino Englaro: “L’Italia è un paese senza civiltà”

Messaggio Da ros79 il Sab 7 Feb - 7:46

[quote="maxsar"]

non è prevista l'eutanasia
Non è eutanasia, questo caso; basterebbe soltanto un po' di buon senso.
Comunque, dopo il parere di una commissione medica, e con determianti requisiti sono favorevole all'eutanasia e non vedo dove sia il problema per i cattolici.
I cattolici non la chiederanno, no?
Un cittadino italiano, una volta appurato che la sua condizione sia senza ritorno; che nessuan cura sia efficace, che diritto abbiamo noi di non aiutarlo?
Secondo me è anche un dovere del medico accompagnare il suo paziente nell'ultimo passaggio, sostenendolo e mettendo in atto le sue richieste (ovvio, ammetto l'obiezione, ma non capisco perchè qeusto diritto deve essere negato).
E' cosi scandoloso dare al cittadino, nel pieno possesso delle sue capacità cognitive, il diritto di morire, se la vita che conduce è diventata oggettivamente senza dignità e senza speranza?
Ipocriticamente si hanno molte scappatoie......ma è necessaria una legge per porre fine a queste ambiguità e mettere in atto un commitato di bioetica per vlautare questi casi.

sono totalmente d'accordo ed esiste una contraddizione evidente ad esempio come nel caso di Welby che era LUI a voler morire e si è fatta una lotta di nuovo. capisco che per Eluana ci siano dei problemi di confine di legittimità(anche se ripeto l'abuso che se ne sta facendo per meschini fini ed interessi personali) ma in quel caso, nel caso di una persona che non può farlo da sè e lo chiede è davvero una vergogna ancora maggiore. se avesse potuto alzarsi e buttarsi dalla finestra l'avrebbe fatto. gli avevano tolto l'ultimo briciolo di dignità al quale rimaneva aggrappato. e tutto questo perchè? perchè la vita è bella ,sempre e comunque? perchè è un dono?ma lasciamo perdere...che sennò mi infervoro troppo già di primo mattino.

_________________
"Che cos'ho in comune con gli ebrei? Non ho neppure niente in comune con me stesso"

F.Kafka
avatar
ros79
---------------------
---------------------

Femminile Numero di messaggi : 1139
Età : 37
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 12.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Beppino Englaro: “L’Italia è un paese senza civiltà”

Messaggio Da davide il Sab 7 Feb - 7:50

maxsar ha scritto:
ed infatti eccolo qua..un bel decreto legge...fortunatamente non varato ma comunque ci stanno provando in tutti i modi,hanno già messo in atto il disegno di legge.
E' allucinante, non so dove stiamo arrivando.
Si governa a colpi di decreto legge, infischinadosene della bioetica e delle posizioni della magistratura.
Anche per me oggi, seppur era nell'aria da un po', è stata una bella salacatta.
questo accanimento.
Non è latro che accanimento; lei è morta 17 anni fa è soltanto perchè un infinitesima parte delle strutture nervose funziona non è possibile refertare la morte cerebrale.
Quella povera ragazza si trova in una situazione giuridica allucinante; il "cervello" che da luogo ai processi cognitivi (corteccia cerebrale) è STATO COMPLETAMENTE disintegrato.
Le affermazioni che sente, si gira, trema, guarda ed impolra sono allucinanti; non può sentire, provare assolutamente nulla.
PEr sua sfortuna una minuscola parte del sistema nervoso (tronco encefalico) continua a far battere cuore e ventilare i polmoni; a causa di ciò l'eccg non è piatto.
In America e UK, dove la bioetica è un filo più avanti non si sarebbe neanche posti il problema.
non è prevista l'eutanasia
Non è eutanasia, questo caso; basterebbe soltanto un po' di buon senso.
Comunque, dopo il parere di una commissione medica, e con determianti requisiti sono favorevole all'eutanasia e non vedo dove sia il problema per i cattolici.
I cattolici non la chiederanno, no?
Un cittadino italiano, una volta appurato che la sua condizione sia senza ritorno; che nessuan cura sia efficace, che diritto abbiamo noi di non aiutarlo?
Secondo me è anche un dovere del medico accompagnare il suo paziente nell'ultimo passaggio, sostenendolo e mettendo in atto le sue richieste (ovvio, ammetto l'obiezione, ma non capisco perchè qeusto diritto deve essere negato).
E' cosi scandoloso dare al cittadino, nel pieno possesso delle sue capacità cognitive, il diritto di morire, se la vita che conduce è diventata oggettivamente senza dignità e senza speranza?
Ipocriticamente si hanno molte scappatoie......ma è necessaria una legge per porre fine a queste ambiguità e mettere in atto un commitato di bioetica per vlautare questi casi.
si sta marciando volutamente su una questione solo ed essenzialmente per mantenere voti cattolici...e che non me lo vengano a dire.
Perfettamente d'accordo con te; per questo che la politica mi fa schifo.
MA ache i cattolici non connettono l'encefalo?
Tutto quello che dice la santa sede è legge?
Eppure non era contro l'accanimento terapeutico?
Mah, ho provato (in un'ottica clinica) a far vedere le ipotesi di neurofisiologia che ipotizzavano (su CR) su quali basi poggiavano e puf, 10 miinuti e tutti post cancellati.
@ Pisch/ros o admin: Ci sono problemi con il mio account?
Oggi provavo a scrivere ma non mi accettava, questo è il 5 post che scrivo.
Tu stai vaneggiando. E' assolutamente necessario soffrire, e lo dobbiamo fare tutti, perchè la sofferenza è catartica: soffrendo ci miglioriamo. Se soffrissimo tutti come bestie al macello avremmo ancora più opere d'arte, non lo sai? Saremmo veramente un popolo eletto da dio! Invece guarda che sconcezze, tutte queste medicine, questi trattamenti. La terapia del dolore ci fa abbrutire, solo soffrendo potremo esprimere veramente la nostra umanità. Dovremmo tutti ringraziare il vaticano che cerca continuamente di aprirci gli occhi, dovremmo fare penitenza e flagellarci, solo così potremo migliorare.

davide
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11205
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 14.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Beppino Englaro: “L’Italia è un paese senza civiltà”

Messaggio Da capricorno il Sab 7 Feb - 8:44

Il nostro presidente del consiglio ha detto che Eluana può avere figli! non aggiungo altro........
avatar
capricorno
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 529
Età : 48
Località : Saponara (ME)
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 14.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Beppino Englaro: “L’Italia è un paese senza civiltà”

Messaggio Da ros79 il Sab 7 Feb - 9:57

capricorno ha scritto:Il nostro presidente del consiglio ha detto che Eluana può avere figli! non aggiungo altro........
si nemmeno io aggiungo altro.

_________________
"Che cos'ho in comune con gli ebrei? Non ho neppure niente in comune con me stesso"

F.Kafka
avatar
ros79
---------------------
---------------------

Femminile Numero di messaggi : 1139
Età : 37
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 12.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Beppino Englaro: “L’Italia è un paese senza civiltà”

Messaggio Da maxsar il Sab 7 Feb - 10:05

Tu stai vaneggiando. E' assolutamente necessario soffrire, e lo dobbiamo fare tutti, perchè la sofferenza è catartica: soffrendo ci miglioriamo. Se soffrissimo tutti come bestie al macello avremmo ancora più opere d'arte, non lo sai? Saremmo veramente un popolo eletto da dio! Invece guarda che sconcezze, tutte queste medicine, questi trattamenti. La terapia del dolore ci fa abbrutire, solo soffrendo potremo esprimere veramente la nostra umanità. Dovremmo tutti ringraziare il vaticano che cerca continuamente di aprirci gli occhi, dovremmo fare penitenza e flagellarci, solo così potremo migliorare.
Si, scusate ragazzi ho compreso ora le mie enormi colpe e penso che andrò ad espiare i miei peccati in qualche monastero dopo aver abiurato ogni forma di etica laica. carneval
Dopo mi compro anche un bel cilicio.
Comunque effettivamente è vero; la sofferenza santifica l'uomo, quidni la medicina è satanica.
E' sotto gli occhi di tutti; il caduceo, i serpenti, il volere levare la sofferenza, quando questa santifica.
La medicina è d'applicare (sempre sotto la guida dell'ìimperatore galtt, ehm il santo padre) soltanto al clero, il quale avendo il nobile compito di guidare il gregge deve stare bene.carneval
Comunque la cosa allucinante è che quando ho provato a parlare su un forum di cattolici (in un punto di vista tecnico-clinico gentilmente) sulla situazione neurofisiologica (dopo aver letto interventi ben oltre l'assurdo); le risposte erano simile a queste qua (ovvio, non cosi estreme), poi comunque sono stato messo a tacere.
[quoteIl nostro presidente del consiglio ha detto che Eluana può avere figli! non aggiungo altro........[/quote]
A parte che in clinica sono stati documentati casi di donne tecnicamente tenute in vita (ma morte cerebralmente) per portare termine la gravidanza.
Comunque queste affermazioni sono assurde; ma i politici dove li trovano certe affermazioni? Secondo me parlano completamente a caso, ma nel vero senso della parla; discorso filocattolico-sparate di fisiologia ben oltre la fantascienza- fine discorso sulla cattiveria degli uomini.
Bello eh?


Ultima modifica di maxsar il Sab 7 Feb - 10:15, modificato 1 volta
avatar
maxsar
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1342
Età : 32
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 13.01.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Beppino Englaro: “L’Italia è un paese senza civiltà”

Messaggio Da ros79 il Sab 7 Feb - 10:08

[quote="maxsar"]
ma i politici dove li trovano certe affermazioni?
Bello eh?

permettimi un errata corrige... i c@@@@@@i....


comunque non è possibile uno scambio di vedute tra persone dogmatiche fortemente come possono essere alcuni cattolici (ma anche alcuni atei s'intende) e a quanto pare nel forum dei cattolici romani il dogma è d'obbligo.non c'è spazio, inutile.

_________________
"Che cos'ho in comune con gli ebrei? Non ho neppure niente in comune con me stesso"

F.Kafka
avatar
ros79
---------------------
---------------------

Femminile Numero di messaggi : 1139
Età : 37
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 12.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Beppino Englaro: “L’Italia è un paese senza civiltà”

Messaggio Da munsignurMarcinkus il Sab 7 Feb - 17:47

son veramente avvilito di tutta questa vicenda! Siamo in un paese quasi teocratico!!
avatar
munsignurMarcinkus
------------
------------

Maschile Numero di messaggi : 14
Località : Monte Athos
SCALA DI DAWKINS :
40 / 7040 / 70

Data d'iscrizione : 27.12.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Beppino Englaro: “L’Italia è un paese senza civiltà”

Messaggio Da ros79 il Sab 7 Feb - 17:48

munsignurMarcinkus ha scritto:son veramente avvilito di tutta questa vicenda! Siamo in un paese quasi teocratico!!
leva il quasi...

_________________
"Che cos'ho in comune con gli ebrei? Non ho neppure niente in comune con me stesso"

F.Kafka
avatar
ros79
---------------------
---------------------

Femminile Numero di messaggi : 1139
Età : 37
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 12.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Beppino Englaro: “L’Italia è un paese senza civiltà”

Messaggio Da munsignurMarcinkus il Sab 7 Feb - 17:52

si hai (quasi) ragione!!
avatar
munsignurMarcinkus
------------
------------

Maschile Numero di messaggi : 14
Località : Monte Athos
SCALA DI DAWKINS :
40 / 7040 / 70

Data d'iscrizione : 27.12.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Beppino Englaro: “L’Italia è un paese senza civiltà”

Messaggio Da ros79 il Sab 7 Feb - 17:52

munsignurMarcinkus ha scritto:si hai (quasi) ragione!!
mgreen

_________________
"Che cos'ho in comune con gli ebrei? Non ho neppure niente in comune con me stesso"

F.Kafka
avatar
ros79
---------------------
---------------------

Femminile Numero di messaggi : 1139
Età : 37
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 12.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Beppino Englaro: “L’Italia è un paese senza civiltà”

Messaggio Da davide il Sab 7 Feb - 18:12

maxsar ha scritto:
Si, scusate ragazzi ho compreso ora le mie enormi colpe e penso che andrò ad espiare i miei peccati in qualche monastero dopo aver abiurato ogni forma di etica laica. carneval
Dopo mi compro anche un bel cilicio.
Comunque effettivamente è vero; la sofferenza santifica l'uomo, quidni la medicina è satanica.
E' sotto gli occhi di tutti; il caduceo, i serpenti, il volere levare la sofferenza, quando questa santifica.
La medicina è d'applicare (sempre sotto la guida dell'ìimperatore galtt, ehm il santo padre) soltanto al clero, il quale avendo il nobile compito di guidare il gregge deve stare bene.carneval
...
Non ti permetto di fare della facile ironia su questioni così importanti. La sofferenza ci eleva, quindi, tutti giù a soffrire come bestie. Se vuoi ironizzare, fallo sulle quisquilie e pinzillacchere come la libertà di coscienza, quella sì, una cosa ridicola.

davide
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11205
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 14.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Beppino Englaro: “L’Italia è un paese senza civiltà”

Messaggio Da maxsar il Sab 7 Feb - 19:21

Non ti permetto di fare della facile ironia su questioni così importanti.
D'accordissimo con te.
LA sofferenza eleva; altro che terapia antalgica e cavolate simili.
Effettivamente la libertà di coscienza è un abominio, quando si è già nel giusto, che bisogno c'è di tollerare altre opinioni?
Sono sicuramente errate.
avatar
maxsar
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1342
Età : 32
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 13.01.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Beppino Englaro: “L’Italia è un paese senza civiltà”

Messaggio Da ros79 il Gio 12 Feb - 7:10

per che avesse avuto ancora qualche dubbio...
http://tv.repubblica.it/dossier/eluana/non-era-piu-eluana/29266?video
questa non è sofferenza che nobilita (per quanto per me questo concetto sia assurdo a priori).

_________________
"Che cos'ho in comune con gli ebrei? Non ho neppure niente in comune con me stesso"

F.Kafka
avatar
ros79
---------------------
---------------------

Femminile Numero di messaggi : 1139
Età : 37
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 12.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Beppino Englaro: “L’Italia è un paese senza civiltà”

Messaggio Da lordtom24 il Gio 12 Feb - 8:48

davide ha scritto:
maxsar ha scritto:
Si, scusate ragazzi ho compreso ora le mie enormi colpe e penso che andrò ad espiare i miei peccati in qualche monastero dopo aver abiurato ogni forma di etica laica. carneval
Dopo mi compro anche un bel cilicio.
Comunque effettivamente è vero; la sofferenza santifica l'uomo, quidni la medicina è satanica.
E' sotto gli occhi di tutti; il caduceo, i serpenti, il volere levare la sofferenza, quando questa santifica.
La medicina è d'applicare (sempre sotto la guida dell'ìimperatore galtt, ehm il santo padre) soltanto al clero, il quale avendo il nobile compito di guidare il gregge deve stare bene.carneval
...
Non ti permetto di fare della facile ironia su questioni così importanti. La sofferenza ci eleva, quindi, tutti giù a soffrire come bestie. Se vuoi ironizzare, fallo sulle quisquilie e pinzillacchere come la libertà di coscienza, quella sì, una cosa ridicola.

Per il sig. Davide,

il cui senso dell'umorismo e' senza dubbio superiore alle capacita dialettiche. Visto che si diverte a fare riferimenti ad altre conversazioni, mi permetto di mettergli nero su bianco quello che gli e' palesemente sfuggito nell'altra conversazione. Il sig. Davide non riuscira' a trovare un singolo post in cui io parlo di legge ne di come andrebbe fatta una buona legge in materia. Questo e' perche' io mi muovo puramente a livello morale. Se mi viene citata la liberta' di coscienza, dico che e' un'argomento deboluccio, perche' e' una soluzione legale ad un problema morale. Per essere chiari: va bene la liberta' di coscienza, ma non c'entra niente con i temi del discorso. Anzi-in certi casi- e' proprio un modo per non discutere. Saro' ancora piu' chiaro: possiamo fare una legge in base al principio della liberta' di coscienza, benissimo. Ma non ci aiutera' a dialogare sui contenuti del tema. Per questo che il post del sig. Davide e' stato descritto come vuoto di ogni contenuto. Succede, quando all'ideologia si mischia la convinzione errata di avere qualcosa di piu' articolato di un semplice pregiudizio.

E gia' che ci siamo, trovo molto interessante la domanda di maxsar. Perche' bisogna tollerare quando si e' nel giusto? Sarebbe simpatico avere una risposta.. magari si riesce ad articolare di piu'.

Buona giornata

lordtom24
-------------
-------------

Numero di messaggi : 593
SCALA DI DAWKINS :
35 / 7035 / 70

Data d'iscrizione : 26.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Beppino Englaro: “L’Italia è un paese senza civiltà”

Messaggio Da maxsar il Gio 12 Feb - 12:38

che' bisogna tollerare quando si e' nel giusto? Sarebbe simpatico avere una risposta.. magari si riesce ad articolare di piu'.

Cos'è il giusto? A parte che era una provocazione ironica, comunque, anche se come approccio mi fa un po' paura (anche i nazisti erano convinti di essere nel giusto e coerentemente non tolleravano la razza ebraica portatrici di pericolosi geni capaci di minare la salute della razza ariana)l provo a risponderti.
E' difficile da definire, a mio parere impossibile.
In una società laica, quale dovrebbe essere l'Italia, non comprendo qual'è sarebbe il problema morale a cui fai riferimento.
LA libertà di coscienza non mi sembra assolutamente una cosa deboluccia, anzi....
La costituzione sancisce il diritto di rifiutare un trattamento sanitario, nel rapporto medico-paziente ciò è imprescindibile ergo se in condizioni cliniche senza possibilità di miglioramento nonchè disperate bisognerebbe tenere conto della volontà di un paziente.
Non ci vorrebbe tanto, una commissione di bioetica formata da un fisiologo, un rianimatore, uno psichiatria in grado di valutare le condizioni cliniche/psichice del paziente e nel contempo dare un giudizio sull'ammissibilità della sua richiesta.
Ti garantisco che il dolore non santifica ne crea opere d'arte, anzi, a colpa di queste impostazioni la classe medica è cosi restia a prescrivere oppiodi a malati terminali (insieme ai papiri burocratici).
In un impostazione religiosa ci sta che l'eutanasia non sia accettata, ma in uno stato laico non vedo dove sia il problema.
Se esiste dio il paziente ne risponderà davanti a lui ed il medico anche; di li non si scappa, ma non si può a limitare le basi della libertà di coscienza sulle convizioni altrui.
Allora in base al credo dei testimoni di geova dovremmo lanciare molotov sui servizi di emotrasfusione; per loro sarebbe giusto e facendo cosi magari, vorrebbero salvare la nostra anima, vedendoci come degli ingenui non capaci di comprendere un peccatto cosi grave.
Sinteticamente a mio parere la mia libertà finisce dove inizia la tua, uno può disporre della sua vita come meglio ritiene con qualche discrimine (ovvio, una ventenne che si vuole buttare da un ponte, partirei dalla presunzione che sia depressa ed in quel caso un ricovero psichiatrico ci starebbe; se a livello clinico rampasse fuori che magari a delle metastasi a tutto il pancreas-scheletro o corea di hungington, fosse pienamente cosciente; interpreterei la sua volontà di andarsene come un diritto inalienabile della persona).
avatar
maxsar
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1342
Età : 32
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 13.01.09

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 3 1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum