Parliamo di Dawkins?

Pagina 10 di 13 Precedente  1, 2, 3 ... 9, 10, 11, 12, 13  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Parliamo di Dawkins?

Messaggio Da mix il Ven 27 Set - 22:39

delfi68 ha scritto:
E come la verifichi, se per ipotesi l'universo creato da questa divinità è indistinguibile da un universo nato spontaneamente?
Alle volte un artista lo si riconosce da una sola e singola pennellata..
quoto.. quoto..
delfi68, hai notato anche tu che il giovine negli ultimi giorni è di una efficacia ammirabile?
devo cominciare a esprimere la mia gioia nel leggere alcune sue cose.
mi ha anche fregato una battuta sulla luce e l'elettricista. secondo me l'ha fatto pure apposta. ok 
avatar
mix
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6583
Località : .
Occupazione/Hobby : .
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parliamo di Dawkins?

Messaggio Da Fux89 il Sab 28 Set - 0:11

imbarazzo.. 
mix ha scritto:mi ha anche fregato una battuta sulla luce e l'elettricista. secondo me l'ha fatto pure apposta.  ok 
Dove? Non me la ricordo. lookaround

Fux89
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 16173
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 20.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parliamo di Dawkins?

Messaggio Da Ludwig von Drake il Sab 28 Set - 4:18

Rasputin ha scritto:
Ludwig von Drake ha scritto:
Masada78 ha scritto:Ciao Lud!
Bello rileggerti.
Spero di aver tempo per partecipare anche io a qualche dibattito e gustarmi le tue risposte.
A presto.
Embarassed
Beh non ti stupire che Masada ti conceda la sua stima.

Lui ha anche la mia mgreen 
Ehm, non per replicare sempre, ma non era stupore, quanto imbarazzo per un apprezzamento che non credo di meritare.
avatar
Ludwig von Drake
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4723
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 19.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parliamo di Dawkins?

Messaggio Da mix il Sab 28 Set - 4:59

Fux89 ha scritto:imbarazzo.. 
mix ha scritto:mi ha anche fregato una battuta sulla luce e l'elettricista. secondo me l'ha fatto pure apposta.  ok 
Dove? Non me la ricordo. lookaround
avevo pensato, più o meno nello stesso modo:

se poi la luce non arriva oppure va via, chiamate l'elettricista.
è molto più efficace che pregare.


ma quando sono andato per rispondere ho visto che già lo spunto era stato sfruttato altrettanto abilmente, se non di più.   ok






l'ho scritto per sbaglio nel 3D "Domande ai cristiani..." dove c'era la tua battuta, Fux89.
ho fatto un po' di confusione. ora vedo se riesco a recuperare.
altrimenti puoi sistemare tu (o chi per te) la cosa, per favore?
sono preso male con i tempi adesso.
avatar
mix
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6583
Località : .
Occupazione/Hobby : .
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parliamo di Dawkins?

Messaggio Da Fux89 il Sab 28 Set - 7:56

mix ha scritto:altrimenti puoi sistemare tu (o chi per te) la cosa, per favore?
ok 

Fux89
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 16173
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 20.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parliamo di Dawkins?

Messaggio Da mix il Sab 28 Set - 8:24

g r a z i e
mio grande sottrattore di battute ok 
avatar
mix
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6583
Località : .
Occupazione/Hobby : .
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parliamo di Dawkins?

Messaggio Da Lyallii il Sab 28 Set - 9:06

Fux è indubbiamente migliorato molto da quando mi conosce.
Direi che è merito mio.






lookaround 







ahahahahahah hysterical 


avatar
Lyallii
-------------
-------------

Femminile Numero di messaggi : 4703
Età : 33
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 19.02.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parliamo di Dawkins?

Messaggio Da Fux89 il Sab 28 Set - 9:25

mgreen :*

Fux89
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 16173
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 20.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parliamo di Dawkins?

Messaggio Da mix il Sab 28 Set - 9:58

Lyallii ha scritto:Fux è indubbiamente migliorato molto da quando mi conosce.
Direi che è.  erito mio.

lookaround 

ahahahahahah hysterical 
tu ci metti emoticons sorridenti ma potresti non avere proprio tutti i torti    ok 

non sottovalutare l'effetto delle donne sui giovani uomini.
avatar
mix
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6583
Località : .
Occupazione/Hobby : .
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parliamo di Dawkins?

Messaggio Da Fux89 il Sab 28 Set - 10:00

mix ha scritto:tu ci metti emoticons sorridenti ma potresti non avere proprio tutti i torti    ok 
:si si: 

Fux89
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 16173
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 20.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parliamo di Dawkins?

Messaggio Da Lyallii il Sab 28 Set - 10:23

Mix... Non sottovalutare l effetto degli uomini sulle giovani donne ...
Dovrei mettere una faccina sexy ma non ce ne sono :)
avatar
Lyallii
-------------
-------------

Femminile Numero di messaggi : 4703
Età : 33
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 19.02.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parliamo di Dawkins?

Messaggio Da Ludwig von Drake il Sab 28 Set - 10:27

Ehm, siamo un pochettino fuori tema o il buon Dawkins si è espresso anche sui rapporti di genere?
>.<
avatar
Ludwig von Drake
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4723
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 19.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parliamo di Dawkins?

Messaggio Da Fux89 il Sab 28 Set - 10:34

Lya è la regina degli OT. ahahahahahah 

Lya bacio 

Fux89
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 16173
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 20.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parliamo di Dawkins?

Messaggio Da Comunistaguevara il Sab 28 Set - 13:15

Ludwig von Drake ha scritto:Caro Comunistaguevara, alla mia domanda “in che modo il mio essere o meno ateo abbia impatto sulla nostra discussione attuale?” tu mi rispondi che hai “notato la scala di Dawkins, ma sapendo l' incoerenza di molti utenti (te compreso)atei che vogliono "azzerarla" (come dicono loro) […]”.
Ora, a parte l’avermi assegnato un pensiero altrui (se non inserisco un punteggio in quel simpatico e semplicistico giochetto che é la scala di Dawkins, lo faccio per motivi miei), mi sembra che tu non faccia altro che confermare che la tua domanda non ha nulla a che fare con l’oggetto della discussione. Il tuo secondo punto, concernente l’ateo devoto, appare altrettanto slegato da questa discussione e mi fa sorgere il dubbio che tu intenda focalizzarti su qualcosa che é estraneo e parallelo all’argomento.
Proseguo augurandomi che gli argumentum ad personam possano finire qui e ci si possa concentrare sul topic.
Certo che chiederti se sei ateo o no, non ha niente a che vedere con la discuccione. Infatti come avevo scritto era solo una curiosità che volevo appagare.
Non voglio andare OT su quello di cui si discute.
Quindi smettiamo di parlare della scala di Dawkins (che non è assolutamente un gioco semplicistico) e del tuo rapporto con l' ateismo!
Tu dici: “Il Dio crea il nostro universo in modo che poi dasse origine all' evoluzione, ma anche all' esistenza di una farfalla con quelle caratteristiche che non si sia originata grazie all' evoluzione”. Eppure, prima avevi parlato di Disegno Intelligente. Dovresti decidere se la farfalla sia venuta fuori grazie al processo evolutivo (divinamente progettato) o sia stata messa insieme direttamente dalla divinità stessa.
Ma l' ho gia spiegato!
La farfalla non si origina grazie all' evoluzione divinamente progettata. La divinità deista crea l' universo, facendo in modo che si origini quest' ultima.
Magari fa in modo che dopo miliardi di anni delle particelle si fondano in modo apparentemente casuale (ma era tutto studiato) da dare origine alla farfalla.
Oppure Dio potrebbe creare l' universo e la farfalla distintamente.
Secondo te “la scienza sicuramente dice la verità”. È sempre interessante quando le persone decidono di far proprio un ideale, ma mi preoccupa un po’ quando non queste persone pur di affermarlo distorcono i fatti o li ignorano volutamente. Mi hai chiesto di chiarire meglio cosa intendo con le mie affermazione sulla scala della verità, ti ho già proposto un articolo che ho citato, breve da leggere (e facilmente comprensibile) ma lungo da copiare in un forum:
http://martinedentree.wordpress.com/2011/03/15/la-relativita-del-torto-isaac-asimov/
Sperando tu abbia voglia di leggerlo, devo però dubitare della tua attenzione nella lettura, quando in risposta alla mia citazione
Bah, mi sembra una buffonata.
Mi verrebbero in mente parecchie domande (tipo: perchè fidarsi della medicina allora?), ma penso che alla fine l' articolo non dica davvero che la scienza non dice la verità (comunque mi par di capire che sia una personalissima opinione di qualcuno quello che dice il link).
Però l' ultima parola spetta all' articolo che non ho letto. Ne riparleremo quando avrò letto.
“http://it.wikipedia.org/wiki/Storiografia#Metodologie_storiografiche” dici:
“Hai notato che anche Wikipedia dice che l'indagine storica è scienza? Proprio all' inizio”.
Wiki non dice che la storia è scienza, né che la storiografia adotta il metodo scientifico (potrai notare che si parla di metodologia storiografica); quello che dice è:
“Tra le discipline scientifiche e letterarie, la storiografia è forse quella più ostica da definire, poiché il tentativo di scoprire e conoscere gli eventi accaduti nel passato, formulandone un resoconto (logos) intelligibile, implica necessariamente l'uso e l'influsso di numerose discipline ausiliarie.”
Rileggendo con un minimo di attenzione ti accorgerai dalla differenza tra quanto c’è scritto e quanto tu sostieni.
Sicuro?
Allora analizziamo l' affermazione:
"Tra le discipline scientifiche e letterarie, la storiografia è forse quella più ostica da definire, poiché il tentativo di scoprire e conoscere gli eventi accaduti nel passato, formulandone un resoconto (logos) intelligibile, implica necessariamente l'uso e l'influsso di numerose discipline ausiliarie"
Dice che la storiografia è una disciplina scientifica, e lettararia - termine usato per indicare la ricerca scientifica all' interna della letteratura, che viene vista come una possibile fornitura di prove (testimonianze ecc.) - ed è difficile da definire dato che la scopertà della verità necessita dell' utilizzo di altre discipline (scientifiche) usiliari (infatti nella ricerche storiche spesso si usa paleontologia, biologia ecc. in particolare le scienza della terra).
E' vero si parla di Metodologie storiografiche. Esse vengono definite così:
[ltr]"Le metodologie storiografiche sono costituite dai metodi di indagine, di interpretazione e di esposizione delle ricerche storiche. Le grandi discriminanti sono il rapporto con le fonti e il loro uso. Alcuni storici se ne avvalgono in maniera diretta e pertanto sono più attendibili; altri preferiscono disquisire sulle interpretazioni dei loro colleghi conferendo maggior peso al proprio pensiero"[/ltr]
[ltr]Non vedo dove si vada contro il metodo scientifico.[/ltr]
[ltr]Dice solo che le fonti vengono spesso interpretate in maniera diversa (data l' ampia gamma delle possibilità esistenti per determinare la verità di un evento in ambito storico), non dice che se le prove sono certe vengono discusse.[/ltr]
[ltr]Ora, se tu sai qualcosa di metodo scientifico capisci bene che è il mezzo migliore (e unico) per stabilire cosa vero e cosa è falso. Cosa c' è di meglio dell' usare al ragione e frenare le sue affermazioni solo dalle evidenze dei fatti?[/ltr]
Ancora, io non credo di poter essere definite presuntuoso sulla base della mia affermazione: “Se affermi di essere l’unico ad aver capito la differenza tra scienza e logica, credo che tu denoti una certa presunzione infondata”. Francamente, la tua risposta “Se fosse vero lo saresti anche tu se mi dici che non lo ho capito, pensando l' opposto di te” mi dà l’impressione dello “specchio riflesso” (non trovi che sia un argomento un po’ infantile?).
[ltr]Insomma se io ti dico che sei presuntuoso, perchè pensi di sapere qualcosa che io non so, faccio il gioco dello "specchio riflesso". Ma se tu lo dici a me hai ragione. Assurdo.[/ltr]
Poi, io ho detto: “Mi chiedi quali difetti abbia il tuo discorso quando li ho scritti un paio di linee più in basso” e tu mi rispondi “E io ti ho risposto”. Ti rendi conto di quanto sia assurdo ciò? Tu rispondi ad un mio post unico, in cui io dicevo “ci sono dei difetti nel tuo discorso, che sono” e tu mi rispondi tagliando la frase come segue:
Ludwig: “ci sono dei difetti nel tuo discorso”
C.G.: “e quail sono?”
Ludwig: “che sono…”
C.G.: “blablabla”
Sul serio, non ti rendi conto di quanto sia assurdo questo modo di discutere?
[ltr]Forse non ci eravamo capiti. Ciò non toglie che ti avevo risposto.[/ltr]
Termino, facendoti notare che alla mia domanda “Che fondatezza scientifico-statistica ha l’analogia del tornado?” tu mi rispondi:
“Era una mio risposta al tuo "improbabile non vuol dire impossibile" che comunque accetto. la farfalla non nasce dal nulla, è vero. Chi ha mai detto l' opposto?”

Ti sei accorto, rileggendoti, che non é una risposta alla mia domanda, giusto?
E' scientifico che è molto improbabile che se un uragano soffiasse su un deposito di rottami possa originare un carrarmato.
[ltr]Questo per spiegare perchè avevo scartato con quasi assoluta certezza la possibilità che la farfalla fosse stata originata dal caso.[/ltr]
avatar
Comunistaguevara
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 694
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 05.03.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parliamo di Dawkins?

Messaggio Da Comunistaguevara il Sab 28 Set - 13:53

Fux89 ha scritto:
Comunistaguevara ha scritto:1. Per ipotesi facciamo che sappiamo che è davvero irriducibilmente complessa. Così come sappiamo che lo è una trappola per topi.
2. Avevo già messo per ipotesi che sia stata accertata l' inesistenza di forme di vita più o ugualmente inteligenti alla nostra specie nell' universo.
1) Se per ipotesi escludi tutte le altre possibili spiegazioni, l'argomento diventa tautologico. In ogni caso, concludere che esiste una divinità perché non abbiamo un'altra spiegazione non è un argomento scientifico, è un argomento filosofico, per di più poco convincente.
Un divinità deista crea un universo che è uguale a uno che si è originato in modo naturale (apparte per come ha avuto inizio).
Quindi la divinità ha lasciato una traccia nella realtà che è l' esistenza del suo universo.
Questa traccia è simile a quella lasciata con la farfalla, somo tutte e due traccie scientifiche. Quindi in entrambi i casi possiamo analizzare scientificamente  l' esistenza di dio.
2) Riproviamo: se l'universo in questione è indistinguibile da un universo nato spontaneamente attraverso un qualche meccanismo a noi sconosciuto, come fai testare scientificamente l'ipotesi che esso sia creato da una divinità?
Se noi vogliamo sapere se qualcosa esiste o no, bisogna per ipotesi postulare la sua esistenza e poi verificare se l' ipotesi è vera falsa.
3)thinkthank

Osservo che esistono architetti di soggetti (per esempio un muratore), ed esiste l'universo. Mi chiedo se esiste un architeto per il nostro universo. Postulo che quindi che l' architetto debba aver originato il nostro universo nel caso esista. Posso quindi analizzare sei Dio ha creato o no questo universo. Verifico la teoria.
4) E come la verifichi, se per ipotesi l'universo creato da questa divinità è indistinguibile da un universo nato spontaneamente?
1) Postulare quello che ho ipotizzato non è tatuologia.
Inoltre nell' affermare la possibilità dell' esistenza della divinità partendo da certe ipotesi ho fatto un ragionamento scientifico con ragione, prove (la farfalla) e conclusioni. Altro che filosofia.
E' scientifico prendere in considerazione l' ipotesi di Dio.
Se poi le altre alternative vengono provate come fallaci ne rimane solo una razionalmente/scientificamente concepibile.
L' escludere le altre possibilità non è tatuologia. E anche se tutte le possibilità non venissero eliminate il motivo per cui prendiamo in considerazione Dio è scienza.

2) 3) 4)
Se io voglio sapere se una cosa esiste o no, è chiaro che devo postulare nel caso che esista che esista, appunto!
Quindi se volgio sapere se Dio esiste devo postulare che nel caso esistesse abbia creato questo universo. Dopo aver analizzato scientificamente la questione (e posso farlo perchè Dio ha fatto una questione scientifica, ovvero la creazione dell' univero) faccio le mie conclusioni.

Che argomento trovare se anche posso analizzare scientificamente la sua esistenza i due universi (apparte per l' inizio) sono uguali?
Il più convincente è lo scientifico argomento delle probabilità.
In breve quell' argomento è questo:
Dio è improbabile perchè viene tolto da rasoio di occam. Per risolvere il problema dell' improbabilità originare qualcosa di ancora più improbabile dell' oggetto che creerebbe non fa altro che ingigantire il problema.
Se poi aggiungiamo che le caratteristiche (inteligenza ecc.) di dio lo rendono improbabile per ipotesi...
Insomma dio è molto improbabile, ed è quasi certo che non esiste.
avatar
Comunistaguevara
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 694
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 05.03.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parliamo di Dawkins?

Messaggio Da Masada il Sab 28 Set - 13:57

Comunistaguevara ha scritto:
Ora, se tu sai qualcosa di metodo scientifico capisci bene che è il mezzo migliore (e unico) per stabilire cosa vero e cosa è falso. Cosa c' è di meglio dell' usare al ragione e frenare le sue affermazioni solo dalle evidenze dei fatti?
basta questa frase a evidenziare quanto non riesci proprio a capire i vari punti essenziali che diversi utenti da un po' stanno cercando di spiegarti, e fra l'altro molto bene e con pazienza.

scientifico è sempre razionale, ma razionale non è sempre scientifico...

e come fai a parlare di evidenza dei fatti quando la storia è ermeneutica, interpretazione?
non sai che la storia la scrivono i vincitori?


queste cose le dovresti capire.
leggi i link se vuoi dibattere ma prima non illuderti di sapere già tutto.
altrimenti non li leggi... e così fraintendi la metà dei ragionamenti un po' più elevati che alcuni cercano di portare avanti.

butto lì due cose trovate quasi a caso (scusa, poco tempo...) sul tema in internet:
"Nella riflessione sullo statuto epistemologico della scienza (da Mach a Lakatos) è presente — ad esempio nella formulazione dei “criteri di rilevanza”, nelle nozioni di “schemi concettuali”, “tradizioni di ricerca”, “paradigmi”, “metafisiche influenti”, ecc. — l’assunto fondamentale dell’ermeneutica, ossia che ogni progetto cognitivo è orientato da una precomprensione. Non solo non vi è conoscenza di tipo filosofico, ma non vi è nemmeno scienza senza presupposti e senza pregiudizi. La possibilità di comprendere l’ambito soggetto all’analisi scientifica (o anche linguistica) è soggetto a sua volta alla comprensione di quell’ambito pre-analitico che sta alla base dell’analisi stessa, che ne determina il progetto cognitivo, e costituisce in tal modo la condizione della stessa ricerca scientifica."

oppure, la prima parte di questo link che spiega un po' del dibattito della metodologia delle scienze umane, o molli, o sociali... e un esempio di applicazione del metodo ermeneutico, che è razionale, ma resta solo filosofico e mai sarà, per sua natura, scientifico nel senso stretto del termine:
http://www.swif.uniba.it/lei/scuola/insegnanti/Il%20discorso%20sul%20metodo_%20ermeneutico.pdf

se poi quello che tu sostieni, ma con termini impropri, è più o meno quel discorso sull'unificazione del metodo che propone antiseri,... beh... ci sta... ma da come spieghi tu sembra che ancora non ti è chiaro cosa sia scientifico e cosa solo razionale...
questo link mette in sequenze i contenuti che dovresti conoscere se sostieni questa tesi:
http://docenti.luiss.it/antiseri/metodologia-delle-scienze-sociali/

controlla e se qualcosa non lo hai mai sentito significa che forse non sostieni nessuna tesi, ma solo tanta confusione...

considerando poi che un po' di post fa mi hai dato, se non ricordo male, del "missionario nichilista", immagino che non hai capito proprio nulla di me e quello che sostengo.

avatar
Masada
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1559
Occupazione/Hobby : havanagloria e refusismo
SCALA DI DAWKINS :
36 / 7036 / 70

Data d'iscrizione : 17.05.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parliamo di Dawkins?

Messaggio Da Ludwig von Drake il Sab 28 Set - 14:32

Caro Comunistaguevara, ripartiamo da quando affermi “la farfalla non si origina grazie all' evoluzione divinamente progettata […] Oppure Dio potrebbe creare l' universo e la farfalla distintamente”. Con queste due proposizioni non fai altro che confermare quanto ti dicevo (che non hai chiare quelle che sono le tue stesse ipotesi) – nota, inoltre, che le due richiedono ragionamenti e conclusioni completamente diversi tra di loro.
Passando al secondo paragrafo, trovo interessante che “la relatività del torto” sia per te una buffonata. Secondo te, poiché sostengo che sia sbagliato affermare “la scienza sicuramente dice la verità” non dovrei “fidarmi della medicina”. Al riguardo, hai mai parlato con la medicina? La medicina ti ha mai detto qualcosa o prescritto una ricetta? Direi di no. Pertanto, di chi ci si fida? Del medico, degli studi di medicina che ha condotto e di tutte le sperimentazioni che dovrebbero essere alla base di quanto ha studiato e che riducono la probabilità statistica che quanto il medico ti prescriva sia qualcosa di sbagliato.
Passando, ora, alla storia, ti invito a leggere nuovamente il paragrafo di wikipedia. Sai che esiste una differenza tra il dire che una disciplina è scientifica (cosa che non si può affermare con piena certezza per quanto concerne la storia, rileggi quanto da te proposto per l’ennesima volta, please: "Tra le discipline scientifiche e letterarie, la storiografia è forse quella più ostica da definire, poiché il tentativo di scoprire e conoscere gli eventi accaduti nel passato, formulandone un resoconto (logos) intelligibile, implica necessariamente l'uso e l'influsso di numerose discipline ausiliarie") e il dire che è la scienza?
Tu mi dici che il metodo storiografico non va contro il metodo scientifico. Sono contento che tu ammetta finalmente l’esistenza di due metodi diversi, ma non comprendo perché ti aspettassi che fossero in contrasto tra di loro. Anche il “doppio cieco” che non è il “metodo scientifico” non va in contrasto con lo stesso, ma rimane qualcosa di parallelo e applicabile a una disciplina che è decisamente scientifica, sebbene non sia la scienza. Chiaro?
Ancora, tu mi dici: “E' scientifico che è molto improbabile che se un uragano soffiasse su un deposito di rottami possa originare un carrarmato”. Posto il metodo scientifico che, a quanto affermi, conosci, presentami questa proposizione seguendo tale metodo. Anche se sono ridondante, perché tu ben conosci tale metodo, riporto qui di seguito quello induttivo per tua comodità (se poi preferisci rifarti al deduttivo, fai pure): Osservazione -> Esperimento -> Correlazione fra le misure -> Definizione di un modello fisico -> Elaborazione di un modello matematico -> Formalizzazione della teoria. Ovviamente, essendo in un forum, mi basterebbe anche solo osservazione (diretta o indiretta ovvero di fatti correlati da cui si può dedurre il fatto che tu supponi) -> esperimento o modello statistico/matematico relativo. A questo ti chiederei di aggiungere la tua definizione, scientifica, di caso.
Infine, ti consiglio di lasciar perdere giudizi sull’assurdità delle proposizioni altrui o sulla conoscenza degli altri del metodo logico, rischi di far risultare le tue affermazioni ridicole.

@ Masada, chi cita Lakatos e non lo fa a casaccio merita decisamente un verde.
avatar
Ludwig von Drake
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4723
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 19.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parliamo di Dawkins?

Messaggio Da mix il Sab 28 Set - 15:27

è davvero triste quando nessuno ti capisce   Sad   pianto2
avatar
mix
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6583
Località : .
Occupazione/Hobby : .
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parliamo di Dawkins?

Messaggio Da Ludwig von Drake il Sab 28 Set - 15:43

mix ha scritto:è davvero triste quando nessuno ti capisce   Sad   pianto2
Non è detto che sia come pensi tu.
avatar
Ludwig von Drake
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4723
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 19.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parliamo di Dawkins?

Messaggio Da mix il Sab 28 Set - 15:50

Ludwig von Drake ha scritto:
mix ha scritto:è davvero triste quando nessuno ti capisce   Sad   pianto2
Non è detto che sia come pensi tu.
e ci mancherebbe.
che sarei altrimenti? il genio della lampada?
però in generale quando una persona non viene capita da nessuno la situazione è oggettivamente triste.
se poi pensi che non sia il caso di qualcuno qui dentro è una tua opinione che si differenzia dalla mia.
non ci vedo nulla di strano, di negativo, di male. tanto il soggetto su cui abbiamo opinioni diverse non è assolutamente importante.   carneval   mgreen


Ultima modifica di mix il Sab 28 Set - 16:02, modificato 1 volta
avatar
mix
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6583
Località : .
Occupazione/Hobby : .
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parliamo di Dawkins?

Messaggio Da Ludwig von Drake il Sab 28 Set - 15:58

mix ha scritto:
Ludwig von Drake ha scritto:
mix ha scritto:è davvero triste quando nessuno ti capisce   Sad   pianto2
Non è detto che sia come pensi tu.
e ci mancherebbe.
che sarei altrimenti? il genio della lampada?
però in generale quando una persona non viene capito da nessuno la situazione è oggettivamente triste.
se poi pensi che non sia il caso di qualcuno qui dentro è una tua opinione che si differenzia dalla mia.
non ci vedo nulla di strano, di negativo, di male. tanto il soggetto su cui abbiamo opinioni diverse non è assolutamente importante.   carneval   mgreen 
Ehm, sembra una commedia dell'equivoco...
Intendevo che non e' detto che sia come pensi tu sul fatto che nessuno ti capisca...
;-)
avatar
Ludwig von Drake
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4723
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 19.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parliamo di Dawkins?

Messaggio Da mix il Sab 28 Set - 16:09

Ludwig von Drake ha scritto:
mix ha scritto:
Ludwig von Drake ha scritto:
mix ha scritto:è davvero triste quando nessuno ti capisce   Sad   pianto2
Non è detto che sia come pensi tu.
e ci mancherebbe.
che sarei altrimenti? il genio della lampada?
però in generale quando una persona non viene capito da nessuno la situazione è oggettivamente triste.
se poi pensi che non sia il caso di qualcuno qui dentro è una tua opinione che si differenzia dalla mia.
non ci vedo nulla di strano, di negativo, di male. tanto il soggetto su cui abbiamo opinioni diverse non è assolutamente importante.   carneval   mgreen 
Ehm, sembra una commedia dell'equivoco...
Intendevo che non e' detto che sia come pensi tu sul fatto che nessuno ti capisca...
;-)
 ahahahahahah   ahahahahahah   ahahahahahah   ahahahahahah   ahahahahahah 
BUONA! questa
era una battuta!!!
molto carina ok 
forse ci volevano un paio di emoticons per non farmi cadere in errore.

non riesco proprio a preoccuparmi che nessuno mi capisca qui dentro.
ho molti esempi concreti che mi dicono il contrario.
non vale certo la pena che se ne preoccupi nessuno, quindi. va tutto benissimo.  ok
avatar
mix
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6583
Località : .
Occupazione/Hobby : .
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parliamo di Dawkins?

Messaggio Da Masada il Sab 28 Set - 19:05

Ludwig von Drake ha scritto: A questo ti chiederei di aggiungere la tua definizione, scientifica, di caso.
I
questo a me interessa moltissimo perchè ho strane idee e diversi buchi e una visione decisamente troppo semplicistica del caso.
già una volta, mi pare assenzio, me lo aveva fatto notare.

se ti va apri un 3d sul tema che secondo me ci sta proprio bene e credo tu intuisca perchè, sempre nell'ambito del dibattito fra credenti, agnostici e non credenti.

spesso pare che invece di avere il coraggio di dire "non so" alcuni conino il concetto vago di dio, e altri quello comunque vago di caso.
entrambi a me paiono, a volte, ciucci placa dubbi.
se c'è una risposta... non c'è più bisogno di scandagliare meglio la domanda...

strano animale l'uomo: "non so" è ignoranza, non risposta, mentre "dio" e "caso" paiono per alcuni già risposte soddisfacenti.
a volte basta inventarsi un nome e associargli una immagine, un modello intellegibile, e per molti il gioco è fatto: hanno una certezza da stringere fra i neuroni e da sfoggiare con orgoglio, fino a farci guerre.

ovviamente la provocazione è voluta, così magari ti stimolo a una reazione e mi apri davvero il 3d, tempo e voglia permettendo.

ciao.
avatar
Masada
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1559
Occupazione/Hobby : havanagloria e refusismo
SCALA DI DAWKINS :
36 / 7036 / 70

Data d'iscrizione : 17.05.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parliamo di Dawkins?

Messaggio Da Masada il Sab 28 Set - 19:15

mix ha scritto:è davvero triste quando nessuno ti capisce   Sad   pianto2
avatar
Masada
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1559
Occupazione/Hobby : havanagloria e refusismo
SCALA DI DAWKINS :
36 / 7036 / 70

Data d'iscrizione : 17.05.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parliamo di Dawkins?

Messaggio Da Ludwig von Drake il Sab 28 Set - 19:15

Per ora ti do un verde per questa frase, che non so quanto sia giusta, ma mi piace moltissimo: 


strano animale l'uomo: "non so" è ignoranza, non risposta, mentre "dio" e "caso" paiono per alcuni già risposte soddisfacenti.
avatar
Ludwig von Drake
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4723
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 19.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 10 di 13 Precedente  1, 2, 3 ... 9, 10, 11, 12, 13  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum