Crocifisso: sentenza

Pagina 3 di 16 Precedente  1, 2, 3, 4 ... 9 ... 16  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Crocifisso: sentenza

Messaggio Da oddvod56 il Dom 20 Mar - 15:02

Werewolf nella storia non c'è una persona che non possa essere chiamato assassino.
costa allora tu sei un assassino dell' intelligenza
avatar
oddvod56
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1725
Età : 21
Località : salerno
Occupazione/Hobby : computer
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 13.01.11

http://pcworlditalian.blogspot.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Crocifisso: sentenza

Messaggio Da Muriel il Dom 20 Mar - 15:13

@ates: muchas gracias niño per il tuo consenso

@davide: avrei dovuto intuirlo da subito, che fossi un simpatizzante dei radicali

Rasputin ha scritto:Ottimo, concordo. Allora è ancora corretto dire che non è importante?
ripeto, battaglia sacrosanta (se mi passi il termine) che condivido anch'io. ma secondo me dovrebbe essere l'ultima rivendicazione, quella finale. ovvio, per come stanno le cose è l'unica che ci resta da combattere, ma secondo me senza il resto rischia di svuotarsi di significato.


Costantino ha scritto:Esattamente. Per noi è importante, quasi come non dovrebbe esserlo per voi atei, che avete scelto di essere senza Dio, non contro Dio. Ma poi la realtà è ben diversa.
queste stesse parole le disse una volta sgarbi in un programma di bassa lega, dimostrando per l'ennesima volta la sua arrogante e presuntuosa ignoranza, oltre che sul resto, sul concetto di ateismo. nessun ateo è contro dio (impossibile, dato che non esiste), ma contro le imposizioni in nome di un'idea, quella di dio appunto, in cui è lecito non credere.
a questo proposito ti faccio un breve esmpio: quattro persone vivono in affitto nella stessa casa e hanno un unico televisore, in cucina. alle 2 pranzano tutti insieme: peppe vuole vedere il telegiornale, marco i simpson, chiara beautiful e nicoletta non sopporta la televisione quando si mangia, e vorrebbe tenerla spenta. che si fa? si accende la televisione sul canale del più prepotente? si spacca la televisione? si fa a turno ogni giorno? o forse, non sarebbe più logico che ognuno nella sua stanza personale mettesse una tivvù dove può guardare quello che vuole senza rompere l'anima agli altri e senza imporre niente a nessuno quando si è insieme a pranzo nella cucina, che invece è un luogo pubblico?

Costantino ha scritto:Niente di più falso. Riflette il sentimento religioso dei cristiani di qualsiasi denominazione, quindi non si traduce in un’imposizione e non ha valore di esclusione, ma esprime una tradizione che tutti, o in ogni caso la maggior parte degli italiani, conoscono e riconoscono nel suo alto valore spirituale, e come segno di «un’identità aperta al dialogo con ogni uomo di buona volontà, di sostegno a favore dei bisognosi e dei sofferenti, senza distinzione di fede, etnia o nazionalità», per dirla come G. Galeazzi.
la maggiorparte non sono tutti, il che rende la cosa automaticamente un'imposizione incostituzionale, per chi non è un cattolico: l'italia è uno stato laico, non teocratico, quali che siano le sue radici religiose.
non mi stanco mai di ripeterlo, se l'occidente si deve considerare evoluto è grazie a quell'epoca bellissima chiamata "illuminismo", non ad una qualche religione che si finge tollerante e che invece mina il progresso intellettuale e intellettivo dell'uomo.

Costantino ha scritto:Ed è una stupida ripicca antireligiosa, e non atea, che non riflette nessuna necessità reale, concreta e urgente. Che la corte dei diritti dell'uomo si occupi delle scuole che cadono a pezzi, dei professori che non insegnano nulla, dei ragazzini costretti (questa volta realmente) a portare zaini più grandi di loro e pesantissimi e di dover imparare in luoghi angusti e mal organizzati dove il più delle volte avere una mezza palestra sul cemento è un sogno, la biblioteca un utopia, una sala computer, come potrebbe essere una di scienze, di fisica, di tecnica, ecc... una barzelletta.
questo sì che è benaltrismo, allo stato puro. elenchi dei problemi che con la questione dell'imposizione religiosa non c'entrano una benemerita cippa. quelli inerenti e più importanti del crocifisso, senza i quali questa rischierebbe di essere una battaglia sterile, le ho elencate nel primo post che ho scritto. qui ci sono in ballo le libere scelte individuali e di pensiero, altro che zainetti pesanti e sale computer. mi dici a che serve un computer ad un ragazzino in una società in cui non vengono tutelati i suoi indiscutibili diritti di individuo libero?

Allo stesso modo ci si potrebbe lamentare della maglia azzurra della nazionale che è così proprio perchè riflette il sentimento religioso dei cristiani nazionali in onore della madonna (anche se questo non sarebbe così di cattivo gusto come infierire su una figura di un uomo attaccato ad una croce), o delle numerose croci, prima di essere opere d'arte, esposte nei luoghi pubblici nel passato in segno di adorazione (anche questo sarebbe troppo poco). O opere d'arte portatrici di messaggi cattolici: la Divina Commedia di Dante, le opere di Michelangelo, di Botticelli. Anche loro potrebbero essere pericolosi.
un'opera d'arte è comunque un'opera d'arte come lo è un palazzo ducale o il quadro che rappresenta un motivo laico, non è solo una croce, un trittico, una chiesa, una moschea o una sinagoga, ed è considerata come tale in rapporto al proprio valore storico-artistico, non religioso. detto tra noi, vorrei sapere quanti di quelli che portano avanti questa misera argomentazione con tanta faciloneria sono davvero in grado di apprezzarlo, l'incommensurabile valore delle migliaia di opere commissionate dalle varie chiese nei secoli.
e comunque è vero, un uomo appeso ad una croce è davvero di cattivo gusto, anche per quello che quella croce in passato ha rappresentato e per tutti quelli morti in suo nome.

Costantino ha scritto:E questo perchè? Per il moderno concetto di laicità, che non ha niente ne di laicità ne di ateismo ma solo di anticlericalità violenta.
In più se il crocifisso è simbolo di tante cose cattive (solo per chi non conosce la storia, o fa finta di non conoscerla), perchè ancora oggi qualche partito sfoggia nei loro manifesti falci e martelli, che in passato sono stati causa di omicidi, gulag, deportazione e morte?
falce e martello non sono un simbolo di morte come la croce cristiana, bensì di lotta e di uguaglianza sociale (cosa che ai rappresentanti della cristianità non è mai piaciuta, vero?). erano la falce del contadino e il martello dell'operaio che rivendicavano i loro sacrosanti diritti di fronte alla miseria e all'ingiustizia, ma questo è un discorso politico e non è questo il thread in cui trattarlo. inoltre, il tuo discorso vale anche per i partiti politici scudocrociati che fanno della religione un pretesto politico.
la violenza non è certo mi stata propria delle idee atee, semmai è propria di chi tenta di violentare la libertà di pensiero imponendo a tutti i costi i propri personali credo.
chi è che non conosce la storia, o meglio, fa finta di non conoscerla? Rolling Eyes

Muriel
-----------
-----------

Femminile Numero di messaggi : 1760
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 30.12.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Crocifisso: sentenza

Messaggio Da Costantino il Dom 20 Mar - 17:31

Loro mica le paragonano a opere d'arte dei grandi maestri. Ah, non metto le faccine per niente.

Come al solito non ti sforzi di comprendere. Al di là della battuta, dove la prossima volta vedrò di aggiungere un "bazinga" finale per rendertela più di facile comprensione. Se il cristianesimo e la religione sono così negative e pericolose, perchè non eliminare anche le opere d'arte che si fanno portatori di tali ideologie?

teoricamente le persone cristiane(che sono la maggior parte, almeno così si dice), durante i periodi di Natale, Pasqua, ecc, sono impossibilitate a lavorare o a studiare in quanto dovrebbero attendere alle funzioni religiose: ergo per non creare conflitto fra le due 'necessità' lo stato proclama tali giorni come festivi. Ma questo per un motivo socio-economico

Questo è una motivazione esclusivamente economica che hai inventato tu e che non ha niente a che vedere con la realtà. Vai a parlare con il direttore credente della fabbrica, il direttore di scuola che aveva ripreso a riappendere i crocifissi anche dopo il "no ai crocifissi" ecc e poi mi dirai se la motivazione della festa il 25 dicembre è il Santo Natale o il fatto che la maggior parte di quei creduloni di operai (o di scolari) non vengono a lavorare (o a scuola). Questa è una frase talmente idiota che punisce da sola chi l'ha detta. Ed è un invenzione dell'anticlericalismo violento e dilagante di quest'ultimo periodo storico.

Ma accusare l'umanità intera, e quindi anche tutti gli utenti di questo forum, di essere degli assassini, non è contro il regolamento?

Ho avuto un flash. Ho immediatamente compreso il perchè non riuscite a comprendere le Scritture. Nella storia non c'è una persona che non possa essere chiamato assassino vuol dire: prendi una figura come William Wallace, esistito o meno, è comunque un assassino, ma rimane un uomo giusto. Giulio Cesare un gran figo e un assassino. Che Guevara uguale. E si può continuare con buona parte dei personaggi storici.

...accusare l'umanità intera, e quindi anche tutti gli utenti di questo forum...ma come si fa?!

ma contro le imposizioni in nome di un'idea, quella di dio appunto, in cui è lecito non credere.

Imposizioni? La vista di un legno a forma di T che era lì ben prima di me e di te. Eh si ragazzi bisogna stare attenti. Tra un pò vi ritroverete con un pigiama a righe, un tatuaggio sul braccio e costretti ad andare ad ogni adorazione Eucaristica. Ribellatevi.


stessa casa e hanno un unico televisore, in cucina. alle 2 pranzano tutti insieme: peppe vuole vedere il telegiornale, marco i simpson, chiara beautiful e nicoletta non sopporta la televisione quando si mangia, e vorrebbe tenerla spenta. che si fa? si accende la televisione sul canale del più prepotente? si spacca la televisione? si fa a turno ogni giorno? o forse, non sarebbe più logico che ognuno nella sua stanza personale mettesse una tivvù dove può guardare quello che vuole senza rompere l'anima agli altri e senza imporre niente a nessuno quando si è insieme a pranzo nella cucina, che invece è un luogo pubblico?

Certo e ora ti faccio io una domanda: Cento persone vivono in affitto nella stessa casa dove da 2000 anni si guarda il telegiornale alle 2 e c'è un unico televisore, in cucina. alle 2 pranzano tutti insieme: secondo l'ultima votazione che ho sentito il 70%, composto da gente che abita li da una vita, vuole continuare a vedere il telegiornale mentre il 30%, composto da gente arrivata da un mese e dalla Finlandia, beautiful. A questo punto che si fa? si accende la televisione sul canale del più prepotente? si spacca la televisione? si fa a turno ogni giorno? o forse, non sarebbe più logico che se il 70% (non 51% o 55%) vuole vedere il telegiornale si continui a vedere il telegiornale. Soprattutto se si conta il fatto che a quel 30% dei simpson non dovrebbe fregare nulla visto che per loro non dovrebbero essere neanche in programmazione?

la maggiorparte non sono tutti, il che rende la cosa automaticamente un'imposizione incostituzionale, per chi non è un cattolico: l'italia è uno stato laico, non teocratico, quali che siano le sue radici religiose.

Si ma l'Italia è anche un paese democratico, e in democrazia si vota, e ogni tanto ci si deve accontentare di un politico che non piace, di un organizzazione che non piace, di una legge che non piace, e anche di un pezzo di legno a forma di T. In più se foste davvero atei non dovrebbe esserci nessun problema perchè per voi quel pezzo di legno non è altro che un pezzo di legno. Ma logicamente non è così.

un'opera d'arte è comunque un'opera d'arte come lo è un palazzo ducale o il quadro che rappresenta un motivo laico, non è solo una croce, un trittico, una chiesa, una moschea o una sinagoga, ed è considerata come tale in rapporto al proprio valore storico-artistico, non religioso. detto tra noi, vorrei sapere quanti di quelli che portano avanti questa misera argomentazione con tanta faciloneria sono davvero in grado di apprezzarlo, l'incommensurabile valore delle migliaia di opere commissionate dalle varie chiese nei secoli.

Ma una croce in una piazza è stata messa in onore di un ideologia prima di fare arte. E' un luogo pubblico anche quello, perchè non levarla?

e comunque è vero, un uomo appeso ad una croce è davvero di cattivo gusto, anche per quello che quella croce in passato ha rappresentato e per tutti quelli morti in suo nome.

E delle opere buone in suo nome ne sai niente? Ci sei mai stata in Ecuador? Bolivia? Perù? Venezuela? Paraguay? Chad? Eritrea? Etiopia? Congo? Senegal? Tunisia? India? Cina? e se continuo arrivo all'80% del pianeta. O hai preferito stare davanti al tuo pc su youtube a farti imboccare la fantasia dell'8 per 1000? Sei mai andata a fare volontariato in ospedali e ospizi a svuotare le vaschette di piscio e confortare i malati insieme a tanti cattolici e preti? O hai preferito stare davanti al tuo pc mentre ti imboccavano i documentari della ricchezza della chiesa? Perchè io qualcuna di queste realtà la conosco e se vuoi ne possiamo parlare.

falce e martello non sono un simbolo di morte come la croce cristiana, bensì di lotta e di uguaglianza sociale (cosa che ai rappresentanti della cristianità non è mai piaciuta, vero?). erano la falce del contadino e il martello dell'operaio che rivendicavano i loro sacrosanti diritti di fronte alla miseria e all'ingiustizia

A dire il vero è la croce cristiana a non essere mai piaciuta alla falce del contadino e il martello dell'operaio. Mentre i valori di uguaglianza e di giustizia erano proprio del cristianesimo.

Poi dipende dal tipo di uguaglianza.



Di giustizia.



E logicamente non sono un simbolo di morte.



E soprattutto contro ogni forma di violenza.



Insieme a tutte le altre forme di anticlericalismo.




Ma durante l'ora di storia cercavi di centrare il crocifisso con le palline di carta? Bazinga. O hai imparato(imboccato) tutto su youtube?
A proposito chissà se qualcuno conosce l'ultimo fatto. Anche se OT.
avatar
Costantino
-------------
-------------

Numero di messaggi : 155
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 28.01.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Crocifisso: sentenza

Messaggio Da Cosworth117 il Dom 20 Mar - 18:06

Costantino ha scritto:Dovremmo "essere lasciati tutti liberi" per dirla come la signorina di Democrazia Atea. Potremmo cominciare togliendo anche il Natale e la Pasqua, il presepe o Halloween che tanto sta prendendo piede. In Italia mica ci vive gente solo cristiana. E ci manca solo eliminare le tradizioni visto che per come siamo messi bene ora l'identità culturale italiana serve solo per spennare qualche euro in più ai turisti.

Allora da oggi in poi, per halloween, addobbo tutti gli edifici pubblici che incontro. Cosa la zucca volante sarà contenta.

P.S Bella la battuta del viaggio, chissà quanti in questo forum ci avranno creduto.

_________________
There's always a plane B!
avatar
Cosworth117
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 9090
Età : 24
Località : Dove se magna
Occupazione/Hobby : Manager NWO
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 04.09.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Crocifisso: sentenza

Messaggio Da uoz il Dom 20 Mar - 18:09

E questo perchè? Per il moderno concetto di laicità, che non ha niente
ne di laicità ne di ateismo ma solo di anticlericalità violenta.
In
più se il crocifisso è simbolo di tante cose cattive (solo per chi non
conosce la storia, o fa finta di non conoscerla), perchè ancora oggi
qualche partito sfoggia nei loro manifesti falci e martelli, che in
passato sono stati causa di omicidi, gulag, deportazione e morte?
Sticazzi, siete tutti fatti con lo stampo! Con questa mentalità Mastellian-Berlusconiana Jack lo squartatore sarebbe ancora libero perchè Hitler ha fatto più morti di lui...
avatar
uoz
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 777
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 07.01.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Crocifisso: sentenza

Messaggio Da Werewolf il Dom 20 Mar - 19:04

Come al solito non ti sforzi di comprendere.

Il bue che dice cornuto all'asino

Se il cristianesimo e la religione sono così negative e pericolose, perchè non eliminare anche le opere d'arte che si fanno portatori di tali ideologie?

Perché la scelta di un ideologia è una questione personale, finché questa scelta non si traduce in una prevaricazione nei confronti degli altri. A casa puoi fare quel che vuoi: essere cristiano, flagellarti, sbattere la testa al muro. Sono emeriti fatti tuoi. Ma negli edifici pubblici gli affari sono di tutti, ergo il crocifisso(la falce e il martello, la mezzaluna, la menorah) non ci sta.

Questo è una motivazione esclusivamente economica che hai inventato tu e che non ha niente a che vedere con la realtà. Vai a parlare con il direttore credente della fabbrica, il direttore di scuola che aveva ripreso a riappendere i crocifissi anche dopo il "no ai crocifissi" ecc e poi mi dirai se la motivazione della festa il 25 dicembre è il Santo Natale o il fatto che la maggior parte di quei creduloni di operai (o di scolari) non vengono a lavorare (o a scuola). Questa è una frase talmente idiota che punisce da sola chi l'ha detta. Ed è un invenzione dell'anticlericalismo violento e dilagante di quest'ultimo periodo storico.

Anticlericalismo violento e dilagante! Cioè scusa, vincete una battaglia assurda sul crocifisso nei confronti dei non credenti, e mi parli di anticlericalismo dilagante? Ma sei siicuro di riuscire a fare 2+2?
E la mia non è una frase idiota, è una semplice constatazione. E quella sui giorni festivi non è certo l'unica legge italiana 'vecchia', adatta a tempi molto diversi da quelli attuali(mi viene in mente quella in base alla quale, anche se divorziati, il marito deve sostentare sempre e comunque la moglie). Convengo che la maggior parte degli italiani delle funzioni religiose se ne sbatte altamente, ma a questo punto come puoi venirmi a dire che i cattolici sono la maggioranza degli italiani?

Imposizioni? La vista di un legno a forma di T che era lì ben prima di me e di te. Eh si ragazzi bisogna stare attenti. Tra un pò vi ritroverete con un pigiama a righe, un tatuaggio sul braccio e costretti ad andare ad ogni adorazione Eucaristica. Ribellatevi.

Anche i templi pagani erano lì ben prima del cristianesimo. Non mi pare che i cristiani si siano fatti tanti scrupoli a distruggere qualsiasi cosa di pagano capitasse loro a tiro. La tradizione, ripeto, non giustifica nulla, altrimenti saremmo ancora all'Inquisizione. Ah sì, giusto tu sei un fan dei fanatici assassini alla Torquemada.

Certo e ora ti faccio io una domanda: Cento persone vivono in affitto nella stessa casa dove da 2000 anni si guarda il telegiornale alle 2 e c'è un unico televisore, in cucina. alle 2 pranzano tutti insieme: secondo l'ultima votazione che ho sentito il 70%, composto da gente che abita li da una vita, vuole continuare a vedere il telegiornale mentre il 30%, composto da gente arrivata da un mese e dalla Finlandia, beautiful. A questo punto che si fa? si accende la televisione sul canale del più prepotente? si spacca la televisione? si fa a turno ogni giorno? o forse, non sarebbe più logico che se il 70% (non 51% o 55%) vuole vedere il telegiornale si continui a vedere il telegiornale. Soprattutto se si conta il fatto che a quel 30% dei simpson non dovrebbe fregare nulla visto che per loro non dovrebbero essere neanche in programmazione?

La signora ha cittadinanza italiana, paga le tassse come te e me. Non giocare con le frecciatine, non ti riesce bene. Ah, la tradizione non giustifica nulla. Quanto al 70%, sarebbe molto da valutare, visto il discorso che hai fatto qui sopra. Il 70% non ha il diritto di imporre la propria scelta la 30%, qualsiasi essa sia. Specialmente senza interpellarla. Sai, si chiama dittatura dela maggioranza. Leggiti Thoreau, è interessante.

Si ma l'Italia è anche un paese democratico, e in democrazia si vota, e ogni tanto ci si deve accontentare di un politico che non piace, di un organizzazione che non piace, di una legge che non piace, e anche di un pezzo di legno a forma di T. In più se foste davvero atei non dovrebbe esserci nessun problema perchè per voi quel pezzo di legno non è altro che un pezzo di legno. Ma logicamente non è così.

Non ci si accontenta di nessuna di queste cose. E ripeto, nessun politico può calpestare i diritti costituzionali delle persone, a prescindere dalla parte politica. Mai sentito parlare di articolo 3? Leggiti anche la costituzione, anche quella fa bene. E anche magari la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani. Ah, giusto, la chiesa non li ha mai sottoscritti. Interessano i Diritti umani alla Chiesa, sì, sì.

No, comunque, non è soltanto un pezzo di legno. E il simbolo di un'organizzazione di parte, per quanto maggioritaria. Come non si vogliono pagare le moschee con i soldi pubblici, così non si vogliono pagare le pisciate per il controllo del territorio del Vaticane. Perché quei soldi sono anche nostri, e vengono utilizzati per qualcosa che riteniamo deplorevole. E protestiamo per questo, come per altre moltissime cose.

E delle opere buone in suo nome ne sai niente? Ci sei mai stata in Ecuador? Bolivia? Perù? Venezuela? Paraguay? Chad? Eritrea? Etiopia? Congo? Senegal? Tunisia? India? Cina? e se continuo arrivo all'80% del pianeta. O hai preferito stare davanti al tuo pc su youtube a farti imboccare la fantasia dell'8 per 1000? Sei mai andata a fare volontariato in ospedali e ospizi a svuotare le vaschette di piscio e confortare i malati insieme a tanti cattolici e preti? O hai preferito stare davanti al tuo pc mentre ti imboccavano i documentari della ricchezza della chiesa? Perchè io qualcuna di queste realtà la conosco e se vuoi ne possiamo parlare.
E certo, adesso si scopre che la bontà è esclusivo appannaggio del cristianesimo! Certo, medici senza frontiere è un organizzazione di malvagi filibustieri. E' il minimo che i cristiani raccolgano le vaschette di piscio, dopo i genocidi di milioni di persone e la distruzione di culture che hanno compiuto in nome del loro Dio. Nessuno sta dicendo che i cristiani facciano solo il male, ma che ne abbiano fatto tanto, sì.
E quanto usa del proprio denaro per far del bene la Chiesa? Se fa come per l'8 x mille(ovvero il 20%, e lo dice lei) allora stiamo freschi.

Quanto al caro elencuccio di foto, ero qua che l'aspettavo. Volevo addirittura avvertire Muriel su quale sarebbe stata la tua prossima battuta, ma mi sono trattenuto. Vuoi giocare? Giochiamo? Da cosa partiamo?
Dalle crociate? Dalle crociate compiute contro altri cristiani(oh, ci è sfuggito che è Costantinopoli e non un avamposto islamico...). Dalla crociata contro gli albigesi? Andiamo più indietro, se vuoi, alle persecuzioni antigiudaiche, e ai ghetti, cominciate già in alto medioevo . Alla cacciata di marrani e moriscos. Alle migliaia di donne uccise dall'Inquisizione, allo spopolamento violento e alla deportazione e schiavizzazione di intere popolazioni, la distruzione sistematica di tutta la cultura pagana precedente al cristianesimo... Al favoreggiamento di regimi come quelli sudamericani, o quello di Franco o Mussolini, o sì, anche quello hitleriano. Fino alla più recente scrollata di spalle quando si parlava della pena di morte per Sakineh in Iran. Se vuoi giocare giochiamo, ma ho un asso nella manica, Costantino. Mentre io depreco, senza esitazione, quelli che tu definisci 'regimi atei', tu non puoi e non vuoi deprecare gli atti della Chiesa Cattolica, per quanto sbagliati possano essere. Io non ho una tesi da difendere. Tu sì. Lo Spirito Santo guida della Chiesa. Che bel Spirito Santo. Santo proprio.

Ah, stiamo ancora aspettando il nome dello storico contemporaneo di Gesù, sai?
avatar
Werewolf
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 3357
Età : 28
Località : Vicenza
Occupazione/Hobby : Studente a vita.. c'è sempre da imparare no?
SCALA DI DAWKINS :
68 / 7068 / 70

Data d'iscrizione : 24.03.10

http://werewolf-wolfsden.blogspot.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Crocifisso: sentenza

Messaggio Da Costantino il Dom 20 Mar - 20:21

Ma negli edifici pubblici gli affari sono di tutti, ergo il crocifisso(la falce e il martello, la mezzaluna, la menorah) non ci sta.

E la scuola non è un edificio pubblico? Non si insegna Dante, Manzoni e storia dell'arte? Allora in quest'ottica non sia mai che un solo bambino venga indottrinato con simili opere portatori di ideologie pericolose. Perchè non vi battete contro la Divina Commedia? O il sacrificio di Isacco di Michelangelo? Sono tutte scene orribili di morte e pericolose.

Convengo che la maggior parte degli italiani delle funzioni religiose se ne sbatte altamente, ma a questo punto come puoi venirmi a dire che i cattolici sono la maggioranza degli italiani?

Intanto per Si al crocifisso nelle scuole eravamo 70% contro 30% e non penso siano stati contati per bene. Poi se avessere proposto un referendum mi sarebbe stato anche bene toglierlo. Ma sicuramente no perchè una finlandese vuole dettare legge solo perchè gli sta sul culo la religione cattolica, ed ha anche la faccia così da culo da volerlo far passare anche per libertà religiosa. Si questo è anticlericalismo.

Anche i templi pagani erano lì ben prima del cristianesimo. Non mi pare che i cristiani si siano fatti tanti scrupoli a distruggere qualsiasi cosa di pagano capitasse loro a tiro. La tradizione, ripeto, non giustifica nulla, altrimenti saremmo ancora all'Inquisizione. Ah sì, giusto tu sei un fan dei fanatici assassini alla Torquemada.

E te invece sei l'espero delle conversioni. L'hai letto "gli atte degli apostoli"? Hai idea di chi fosse S. Pietro o S. Paolo? Ti risulta che andassero a prendere a pietrate i templi pagani? Allora non scrivere frasi tanto per mantenere allenate le dita. Certo che sono un fan della Santa Inquisizione e giusto per sgranchirmi le dita anche io. La Santa Inquisizione utilizzava in prestito tribunali e strumenti che venivano messi a disposizione dai laici utilizzando i metodi dell'epoca, e spesso anche rifiutandosi di torturare in favore di processi. Ma questo un'appassionato della storia sbagliata mica lo può sapere.

Sai, si chiama dittatura dela maggioranza.

Mio caro purtroppo è uno dei difetti della democrazia, hai proposte migliori? Facciamo tabula rasa di tutto perchè tu e la finlandese non siete daccordo? Fino a quando faranno votare chi ha raggiunto almeno il livello 80 sull'intelligentometro la situazione mi sa che rimane questa. A mio avviso non aspetto altro.

Mai sentito parlare di articolo 3?
E tu hai mai sento parlare dell'articolo 8? Perchè non organizzi un articolo sulla non-religione. Anche perchè gli atei non dovrebbero contare tra le leggi sulla religione visto che a sentire loro, che poi è tutto da vedere, l'ateismo è una questione personale e non una religione.

Ah, giusto, la chiesa non li ha mai sottoscritti.

La chiesa o la Chiesa? Questo perchè la Chiesa sono anche io. In ogni caso alla Chiesa cattolica di firmare un foglio con l'articolo 18 che dice : ogni individuo ha diritto alla libertà di pensiero, di coscienza e di religione tale diritto include la libertà di cambiare di religione o di credo, e la libertà di manifestare isolatamente o in comune, e sia in pubblico che in privato, la propria religione o il proprio credo nell'insegnamento, nelle pratiche, nel culto e nell'osservanza dei riti. Cosa se ne frega? Questo va bene in uno stato laico non nel Vaticano dove c'è la monarchia portata avanti dal papa, che è vescovo di Roma, patriarca della Chiesa latina, sommo pontefice della Chiesa cattolica. Mi sembra abbastanza un controsenso e un argomento cretino da tirare in ballo. Sgranchisci sgranchisci.
Anzi giusto che parliamo di diritti, perchè la finlandese non si è occupata per esempio dei diritti dei lavoratori? Dove ci hanno inculato tutti con tutta quella serie di contratti studiati apposta per mantenere precaria e stressante la situazione di poveri stronzi? Ah giusto, il crocifisso in confronto è pericolosissimo!

No, comunque, non è soltanto un pezzo di legno. E il simbolo di un'organizzazione di parte, per quanto maggioritaria. Come non si vogliono pagare le moschee con i soldi pubblici, così non si vogliono pagare le pisciate per il controllo del territorio del Vaticane. Perché quei soldi sono anche nostri, e vengono utilizzati per qualcosa che riteniamo deplorevole. E protestiamo per questo, come per altre moltissime cose.

E pensi che quando usano soldi pubblici per qualcosa che non mi piace io faccio i salti di gioia? Democrazia mi caro, democrazia. La nostra arma? Cambiare politico o puoi sempre tirar fuori un idea migliore. Sempre che tu non sia offuscato e confuso dalla vista di qualche crocifisso.

E certo, adesso si scopre che la bontà è esclusivo appannaggio del cristianesimo! Certo, medici senza frontiere è un organizzazione di malvagi filibustieri. E' il minimo che i cristiani raccolgano le vaschette di piscio, dopo i genocidi di milioni di persone e la distruzione di culture che hanno compiuto in nome del loro Dio. Nessuno sta dicendo che i cristiani facciano solo il male, ma che ne abbiano fatto tanto, sì.
E quanto usa del proprio denaro per far del bene la Chiesa? Se fa come per l'8 x mille(ovvero il 20%, e lo dice lei) allora stiamo freschi.

Ho detto che la bontà è esclusivo appannaggio del cristianesimo? Ho fatto una domanda precisa: E delle opere buone in suo nome ne sai niente? Ci sei mai stata in Ecuador? Bolivia? Perù? Venezuela? Paraguay? Chad? Eritrea? Etiopia? Congo? Senegal? Tunisia? India? Cina? e se continuo arrivo all'80% del pianeta. O hai preferito stare davanti al tuo pc su youtube a farti imboccare la fantasia dell'8 per 1000? Sei mai andata a fare volontariato in ospedali e ospizi a svuotare le vaschette di piscio e confortare i malati insieme a tanti cattolici e preti? O hai preferito stare davanti al tuo pc mentre ti imboccavano i documentari della ricchezza della chiesa?
Perchè da questi attrezzi balordi che sono i media, escono solo parole per preti pedofili e ricchezze dei preti.

Quanto al caro elencuccio di foto, ero qua che la'aspettavo. Volevo addirittura avvertire Muriel su quale sarebbe stata la tua prossima battuta, ma mi sono trattenuto. Vuoi giocare? Giochiamo? Da cosa partiamo?

L'elencuccio era inevitabile quando di storia si conosce solo quello che passa qualche sporadico blog ateo gestito da qualche 15enne. O qualche librucolo fornito da qualche istituzione come l'uaar.

Dalle crociate?

Ma tu lo sai che se non c'erano le crociate a quest'ora ti avevano già tagliato le palle anche solo per aver pensato di togliere la scritta "Allah" dalle scuole? Anche perchè a questo punto non sono più così sicuro che sappiate il perchè ci sono state le crociate. Cercalo su wikipedia o meglio ci sono tanto libri.

Al favoreggiamento di regimi come quelli sudamericani, o quello di Franco o Mussolini, o sì, anche quello hitleriano.

Hitleriano? Ecco ora ne sono sicuro. Ma queste minkiate chi le ha dette? No perchè bisogna deunciarlo per diffamazione e spaccio di minkiate. Hitleriano? O Dio santo. A questo punto lo voglio sapere, chi le dice queste minkiate? Dammi qualche fonte ti prego. Perchè una fonte c'è? O le cacci dal cilindro queste idee?

Pace all'anima di San Massimiliano Kolbe che in questo momento in cielo si starà strappando quei pochi capelli per la disperazione. No ragazzi, irrecuperabili. Pace all'anima sua.
avatar
Costantino
-------------
-------------

Numero di messaggi : 155
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 28.01.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Crocifisso: sentenza

Messaggio Da Fux89 il Dom 20 Mar - 20:43

Costantino ha scritto:E la scuola non è un edificio pubblico? Non si insegna Dante, Manzoni e storia dell'arte?


Quando uno non vuole capire, non c'è proprio nulla da fare...

EDIT:
Questa non posso lasciarla passare così:
Sai, si chiama dittatura dela maggioranza.

Mio caro purtroppo è uno dei difetti della democrazia, hai proposte migliori?
Cioè, fammi capire, la dittatura della maggioranza sarebbe uno dei difetti della democrazia? Ma scherzi? La dittatura della maggioranza non è un difetto della democrazia, ma la negazione della democrazia!


Ultima modifica di Fux89 il Dom 20 Mar - 20:46, modificato 1 volta

Fux89
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 16173
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 20.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Crocifisso: sentenza

Messaggio Da Rasputin il Dom 20 Mar - 20:43

Costantino ha scritto:Dammi qualche fonte ti prego.



Occhio che ho la pazienza corta.

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49985
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Crocifisso: sentenza

Messaggio Da Muriel il Dom 20 Mar - 21:10

innanzitutto quoto tutto quello che ha scritto il nostro caro neo-moderatore, e mi accingo a passare in rassegna le varie argomentazioni del nostro amico credente per rispondere eventualmente anche io punto per punto, qualora ce ne fosse ancora bisogno. dunque:

Costantino ha scritto:Se il cristianesimo e la religione sono così negative e pericolose, perchè non eliminare anche le opere d'arte che si fanno portatori di tali ideologie?
per cominciare questa è particolarmente e reiteratamente idiota, per altro ho già risposto in precedenza ma, come si suol dire, repetita iuvant (di solito): sul valore delle opere d'arte non penso si possa discutere, sono tutte patrimonio culturale artistico e solo un demente la prenderebbe come argomentazione valida per la sua personale crociata evangelizzatrice. lo so bene che voi credenti invece brucereste volentieri tutti i libri di valore storico, culturale e letterario che non si allineano ai vostri diktat religiosi, non sarebbero certo i roghi più gravi della storia del cristianesimo, comunque. Rolling Eyes

Questo è una motivazione esclusivamente economica che hai inventato tu e che non ha niente a che vedere con la realtà. Vai a parlare con il direttore credente della fabbrica, il direttore di scuola che aveva ripreso a riappendere i crocifissi anche dopo il "no ai crocifissi" ecc e poi mi dirai se la motivazione della festa il 25 dicembre è il Santo Natale o il fatto che la maggior parte di quei creduloni di operai (o di scolari) non vengono a lavorare (o a scuola). Questa è una frase talmente idiota che punisce da sola chi l'ha detta. Ed è un invenzione dell'anticlericalismo violento e dilagante di quest'ultimo periodo storico.
questa invece è proprio priva di senso ed incomprensibile, passo la mano a chi è in grado di decifrarla. Question Question Question

Imposizioni? La vista di un legno a forma di T che era lì ben prima di me e di te. Eh si ragazzi bisogna stare attenti. Tra un pò vi ritroverete con un pigiama a righe, un tatuaggio sul braccio e costretti ad andare ad ogni adorazione Eucaristica. Ribellatevi.
benaltrismo, ancora del benaltrismo. che noia.
allora facciamo così: attacchiamo un bel manifesto di karl marx in tutte le aule scolastiche e gli uffici pubblici, del resto perchè dovrebbe infastidirti, mica ti mando a lavorare in miniera, no? Rolling Eyes

Certo e ora ti faccio io una domanda: Cento persone vivono in affitto nella stessa casa dove da 2000 anni si guarda il telegiornale alle 2 e c'è un unico televisore, in cucina. alle 2 pranzano tutti insieme: secondo l'ultima votazione che ho sentito il 70%, composto da gente che abita li da una vita, vuole continuare a vedere il telegiornale mentre il 30%, composto da gente arrivata da un mese e dalla Finlandia, beautiful. A questo punto che si fa? si accende la televisione sul canale del più prepotente? si spacca la televisione? si fa a turno ogni giorno? o forse, non sarebbe più logico che se il 70% (non 51% o 55%) vuole vedere il telegiornale si continui a vedere il telegiornale. Soprattutto se si conta il fatto che a quel 30% dei simpson non dovrebbe fregare nulla visto che per loro non dovrebbero essere neanche in programmazione?
con questo bel ragionamento da premio nobel per la statistica (dovrebbero inventarlo e dartelo, possibilmente in testa) non fai che confermare ciò che ho detto io: si guarda il canale del più prepotente, che se ne sbatte dei diritti degli altri che pagano l'affitto esattamente come lui, il quale però crede di essere il più importante solo perchè abita lì da più tempo. alla faccia dell'amore e del rispetto per il prossimo (come sempre... che masnada di ipocriti).

Si ma l'Italia è anche un paese democratico, e in democrazia si vota, e ogni tanto ci si deve accontentare di un politico che non piace, di un organizzazione che non piace, di una legge che non piace, e anche di un pezzo di legno a forma di T. In più se foste davvero atei non dovrebbe esserci nessun problema perchè per voi quel pezzo di legno non è altro che un pezzo di legno. Ma logicamente non è così.
che artista della menzogna. i governanti dello stato sono stati eletti dal popolo secondo regolari elezioni, i rappresentanti della religione no nè mai succederà, non hanno nessun diritto di imporsi nella pubblica sfera di un paese LAICO, che è solo per tradizione a maggioranza cattolico. ma le tradizioni non hanno alcuna valenza legale nè tantomeno giuridica, sennò si dovrebbe appendere accanto al crocifisso anche la maschera di pulcinella.

Ma una croce in una piazza è stata messa in onore di un ideologia prima di fare arte. E' un luogo pubblico anche quello, perchè non levarla?
ribadisco quello che ho detto prima. quest'argomentazione comincia a fare la muffa.

E delle opere buone in suo nome ne sai niente? Ci sei mai stata in Ecuador? Bolivia? Perù? Venezuela? Paraguay? Chad? Eritrea? Etiopia? Congo? Senegal? Tunisia? India? Cina? e se continuo arrivo all'80% del pianeta. O hai preferito stare davanti al tuo pc su youtube a farti imboccare la fantasia dell'8 per 1000? Sei mai andata a fare volontariato in ospedali e ospizi a svuotare le vaschette di piscio e confortare i malati insieme a tanti cattolici e preti? O hai preferito stare davanti al tuo pc mentre ti imboccavano i documentari della ricchezza della chiesa? Perchè io qualcuna di queste realtà la conosco e se vuoi ne possiamo parlare.
io, probabilmente al contrario di te, per informarmi leggo libri, giornali e siti internet attendibili, e youtube la utilizzo giusto per vedere i filmati di magnotta e mosconi che dicono porcodio, cristaccio maledetto e mannaggia alla madonna.
la chiesa, caro il mio genio della retorica ad minchiam, non ha il monopolio della bontà nè è l'unica associazione benefica che aiuta i poveri nel mondo, ma questo una persona informata come tesicuramente lo sa già. anzi, a dirla tutta la carità pelosa del vaticano che impiega parte dei soldi devoluti alle missioni per costruire chiese invece che strutture davvero utili alle popolazioni mi fa solo schifo, anche se ha l'ipocrita approvazione delle varie istituzioni (e della gente ignorante e pecorona).
Spoiler:
e comunque se proprio vuoi saperlo il volontariato me lo sono fatto sì, in mezzo ai vecchi dell'ospizio con l'alzheimer completamente abbandonati a se stessi, sono stata a contatto con delle realtà davvero deprimenti ma non ho avuto bisogno della tua religione da ipocrita per confortare quelle persone, quindi puoi prendere la tua prosopopea da stronzetto che crede di essere l'unico ad aver aiutato gli orfanelli e mettertela nel c**o, invece di parlare a vanvera come fai senza sapere un cazzo. la differenza tra quelli come me e quelli come te è che io non ho bisogno di andare a vantarmene in un forum per mettere in imbarazzo chi cerca di esprimere obiettivamente un giudizio su una cosa che non va bene. metticelo questo, nel tuo canale di youtube.

A dire il vero è la croce cristiana a non essere mai piaciuta alla falce del contadino e il martello dell'operaio. Mentre i valori di uguaglianza e di giustizia erano proprio del cristianesimo.

Poi dipende dal tipo di uguaglianza.

Ma durante l'ora di storia cercavi di centrare il crocifisso con le palline di carta? Bazinga. O hai imparato(imboccato) tutto su youtube?
alle religioni, specie quella cattolica, non è mai piaciuta la gente che ribella per i propri diritti, vuole tutti sottomessi e prostrati, per questo ha combattuto il comunismo con tutte le sue forze. non l'odio. non la criminalità. non le sopraffazioni. semplicemente una teoria politica di uguaglianza sociale, checchè tu ne dica. quali sono invece i valori di uguaglianza e giustizia promossi dal cristianesimo? non pronunciare il nome di dio invano? porgi l'altra guancia? ma fammi il piacere. almeno leggiteli, i testi sacri della tua religione, visto che ti piace tanto.
ora: vuoi che elenchi tutti i morti per cause combattute in nome di dio fin dall'alba dei tempi? vuoi sapere quanti mafiosi carnefici di povera gente ha protetto (e ancora protegge) la santa romana chiesa? vuoi sapere quanti morti hanno causato le politiche sostenute o comunque non osteggiate dal clero - al contrario del comunismo - primo fra tutti il fascismo? vuoi che ti dica di quali abietti dittatori era amico, tanto per fare un esempio di illustre e stimatissimo cattolico, giovanni paolo II? oppure non hai tempo perchè devi tornare a fare le playlist dei discorsi di sgarbi sul tuo canale di youtube?
e comunque anche qui, a differenza di te, non ho il cattivo gusto di pubblicare gratuitamente foto di quel tipo, perchè non ce n'è bisogno: i fatti parlano ugualmente.
Spoiler:
ma perchè non te ne torni nella sagrestia da cui sei uscito e vedi se per caso, tra gli scaffali polverosi del parroco, c'è qualche libro in più dove poter imparare tu un po' di storia e di concetti che vadano oltre a quelli della bibbia e dello scarapsus?


Ultima modifica di Muriel il Lun 21 Mar - 18:16, modificato 3 volte

Muriel
-----------
-----------

Femminile Numero di messaggi : 1760
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 30.12.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Crocifisso: sentenza

Messaggio Da Guin il Dom 20 Mar - 21:12

I documenti ci sono e sono anche abbastanza eloquenti:




Ce ne sono tanti altri basta cercarli.
...Ah dimenticavo: wink..
avatar
Guin
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 958
Località : Asgard
Occupazione/Hobby : Fancazzista
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 30.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Crocifisso: sentenza

Messaggio Da Rasputin il Dom 20 Mar - 21:16

Muriel, ti capisco ma per favore oggettivizza, grazie

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49985
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Crocifisso: sentenza

Messaggio Da Werewolf il Dom 20 Mar - 21:28

Ringrazio intanto Muriel per il supporto, e la esorto anch'io ad evitare l'attacco diretto. E' più elegante prendersela con le idee, una volta smontatele.

E ora, Costa

E la scuola non è un edificio pubblico? Non si insegna Dante, Manzoni e storia dell'arte? Allora in quest'ottica non sia mai che un solo bambino venga indottrinato con simili opere portatori di ideologie pericolose. Perchè non vi battete contro la Divina Commedia? O il sacrificio di Isacco di Michelangelo? Sono tutte scene orribili di morte e pericolose.
Si insegna arte e letteratura, non si fa indottrinamento. Peraltro, si insegna anche la Riforma protestante, o la storia e l'arte dell'Islam. Noon mi pare che tu abbia chiesto la presenza della mezzaluna islamica o della croce 'nuda' alla luterana, oltre al tuo caro crocifisso. Se stai ancora giocando invece con gli omini di paglia, ti avverto subito, stai sbagliando bersaglio: sono il primo a volere che a scuola si insegni storia delle religioni, magari sostituendola a quell'obbrobrio che viene chiamato insegnamento della religione cattolica. Ah, insegnamento, non indottrinamento.

Ma sicuramente no perchè una finlandese vuole dettare legge solo perchè gli sta sul culo la religione cattolica, ed ha anche la faccia così da culo da volerlo far passare anche per libertà religiosa. Si questo è anticlericalismo.
Non mi pare che sia andata in giro bruciare le chiese, ha legittimamente chiesto che, poiché le sta sul culo la religione cattolica, e non è l'unica a cui la religione cattolica stia lì, i soldi dello Stato, che sono anche suoi e di quel 30%, non vengano utilizzati per pagare crocifissi da mettere in luoghi che sono anche suoi, in quanto pubblici. Non è anticlericalismo, è laicità. Anticlericalismo è dire che tutti i preti sono idioti, e che dovrebbero essere puniti solo per il fatto di essere preti. Ma lei non ha detto questo. Ha difeso la laicità, la neutralità dello Stato. E non mi dire che se i cattolici non fossero la maggioranza non lotterebbero per il crocifisso , perché sarebbe solo l'ennesima idiozia.

E te invece sei l'espero delle conversioni. L'hai letto "gli atte degli apostoli"? Hai idea di chi fosse S. Pietro o S. Paolo? Ti risulta che andassero a prendere a pietrate i templi pagani? Allora non scrivere frasi tanto per mantenere allenate le dita. Certo che sono un fan della Santa Inquisizione e giusto per sgranchirmi le dita anche io. La Santa Inquisizione utilizzava in prestito tribunali e strumenti che venivano messi a disposizione dai laici utilizzando i metodi dell'epoca, e spesso anche rifiutandosi di torturare in favore di processi. Ma questo un'appassionato della storia sbagliata mica lo può sapere.

Mi basta un nome. Giordano Bruno. Ne vuoi altri? L'elenco è lungo, molto lungo.
S. Pietro e S. Paolo non l'hanno fatto, mica erano scemi, ma l'hanno fatto i vari Sant'Ambrogio, San Cirillo e vari altri. Studiati la storia, è interessante. Ah , giusto per dirtelo: gli Atti degli Apostoli, come i vangeli, sono documenti storici estremamente dubbi.

Mio caro purtroppo è uno dei difetti della democrazia, hai proposte migliori? Facciamo tabula rasa di tutto perchè tu e la finlandese non siete daccordo? Fino a quando faranno votare chi ha raggiunto almeno il livello 80 sull'intelligentometro la situazione mi sa che rimane questa. A mio avviso non aspetto altro.

No, la dittatura della maggioranza si ha quando la maggioranza prevarica le proprie competenze imponendo le proprie scelte alle minoranze. Non è democrazia, e difatti, in ogni democrazia ci sono gli strumenti e le garanzie perché non si presenti tale dittatura.

E tu hai mai sento parlare dell'articolo 8? Perchè non organizzi un articolo sulla non-religione. Anche perchè gli atei non dovrebbero contare tra le leggi sulla religione visto che a sentire loro, che poi è tutto da vedere, l'ateismo è una questione personale e non una religione.

Questo articolo 8?

Spoiler:
Tutte le confessioni religiose sono egualmente libere davanti alla legge.

Le confessioni religiose diverse dalla cattolica hanno diritto di organizzarsi secondo i propri statuti, in quanto non contrastino con l'ordinamento giuridico italiano.

I loro rapporti con lo Stato sono regolati per legge sulla base di intese con le relative rappresentanze.

Dove parla di crocifissi?

E poi, mi spieghi da dove ancora trai l'assurda tesi per cui io vorrei distruggere le religioni? Non mi pare di aver mai detto niente del genere. Ho soltanto affermato che non devono reclamare spazi pubblici pagati dallo Stato. Punto. Vuoi essere cattolico? E sia. Voui essere musulmano? Felice per te. Vuoi essere induista? Ottimo. Ma rispetti la neutralità dello Stato. Vuoi farti il tempio? Felicissimo, ma con i tuoi soldi. Vuoi dipingere in onore del tuo Dio? Bellissimo, ma con i tuoi soldi e i tuoi spazi, e se avrai fatto un capolavoro sarò il primo a congratularmi con te. Ma non prenderti i miei soldi. I soldi che lo Stato e le Regioni sprecano per i vostri pezzi di legno fatti in fabbrica, potrebbe utilizzarli per sistemare le scuole, per finanziare gli ospedali, per rendere più efficiente la burocrazia. Ma no, vengono sprecati per comprare delle figurine di plastica e legno!

La chiesa o la Chiesa? Questo perchè la Chiesa sono anche io. In ogni caso alla Chiesa cattolica di firmare un foglio con l'articolo 18 che dice : ogni individuo ha diritto alla libertà di pensiero, di coscienza e di religione tale diritto include la libertà di cambiare di religione o di credo, e la libertà di manifestare isolatamente o in comune, e sia in pubblico che in privato, la propria religione o il proprio credo nell'insegnamento, nelle pratiche, nel culto e nell'osservanza dei riti. Cosa se ne frega?
Cosa se ne frega?? Pontifica(te) ogni giorno sui diritti umani, sul valore della vita, sul diritto naturale, va a dire agli stati quel che devono fare, e non firma la Dichiarazione? L'ipocrisia fatta istituzione. E la difendi anche. Non esplico un giudizio sulla tua persona perché mi trattengo, ma penso tu abbia capito cos'ho in mente..

Questo va bene in uno stato laico non nel Vaticano dove c'è la monarchia portata avanti dal papa, che è vescovo di Roma, patriarca della Chiesa latina, sommo pontefice della Chiesa cattolica
Mi stai dicendo che in pratica le guardie svizzere hanno e dovrebbero avere il potere di incarcerarmi se affermo di essere ateo(o buddhista, o qualsiasi altra cosa), all'interno dello Stato Vaticano. Bello, il cattolicesimo è la vera dottrina dell'amore.

Anzi giusto che parliamo di diritti, perchè la finlandese non si è occupata per esempio dei diritti dei lavoratori? Dove ci hanno inculato tutti con tutta quella serie di contratti studiati apposta per mantenere precaria e stressante la situazione di poveri stronzi? Ah giusto, il crocifisso in confronto è pericolosissimo!
Mai sentito parlare di questioni di principio, immagino. Ma d'altronde, se l'ipocrisia è una virtù, il voler perseguire un principio è sicuramente un grave difetto, no peggio, un peccato.

E pensi che quando usano soldi pubblici per qualcosa che non mi piace io faccio i salti di gioia? Democrazia mi caro, democrazia. La nostra arma? Cambiare politico o puoi sempre tirar fuori un idea migliore. Sempre che tu non sia offuscato e confuso dalla vista di qualche crocifisso.
No, ci sono anche altri sistemi: per esempio, rifarsi ad autorità superiori rispetto al politico in questione, quali TAR, Corte Costituzionale, Corte Europea o, se necessario, ONU. E ripeto, davvero se ci fosse un governo che decidesse di rimuovere i crocifissi dalle scuole, tu te ne staresti zitto zitto, buono bouno, e accetteresti il verdetto della democrazia? Suvvia

Perchè da questi attrezzi balordi che sono i media, escono solo parole per preti pedofili e ricchezze dei preti.
Sì, in America forse. In Italia invece siamo sommersi di programmi quali 'a sua immagine', messe su tre canali la domenica mattina, e ogni dichiarazione papale portata fra le prime pagine ed i primi servizi. Negare l'evidenza non è un buon modo per dimostrare onestà intellettuale.

L'elencuccio era inevitabile quando di storia si conosce solo quello che passa qualche sporadico blog ateo gestito da qualche 15enne. O qualche librucolo fornito da qualche istituzione come l'uaar.
Guarda, le mie fonti sono libri delle superiori sai:
Cantarella, Guidorizzi: Storia anitica e medievale
Sabatucci, Vidotto: Profilli storici in 3 volumi
non mi serve altro per controbattere alle tue miserrime affermazioni. Quanto all'Inquisizione, la mia fonte primaria è "Il libro nero dell'Inquisizione", scritto da un insegnante di religione che, come sai, viene scelto dal vescovo. Non mi pare proprio una fonte 'atea' di parte.

Ma tu lo sai che se non c'erano le crociate a quest'ora ti avevano già tagliato le palle anche solo per aver pensato di togliere la scritta "Allah" dalle scuole? Anche perchè a questo punto non sono più così sicuro che sappiate il perchè ci sono state le crociate. Cercalo su wikipedia o meglio ci sono tanto libri.
Riconquistare il santo sepolcro e non perdere il lucroso giro d'affari dei pellegrinaggi. Sì lo sappiamo. Non certo per fermare la malvagia avanzata islamica in Europa, che era già stata fermata, con i francesi a controllare i Pirenei e l'Impero d'Oriente a controllare le coste orientali. Studiati la storia, è interessante.

Hitleriano? Ecco ora ne sono sicuro. Ma queste minkiate chi le ha dette? No perchè bisogna deunciarlo per diffamazione e spaccio di minkiate. Hitleriano? O Dio santo. A questo punto lo voglio sapere, chi le dice queste minkiate? Dammi qualche fonte ti prego. Perchè una fonte c'è? O le cacci dal cilindro queste idee?

Pace all'anima di San Massimiliano Kolbe che in questo momento in cielo si starà strappando quei pochi capelli per la disperazione. No ragazzi, irrecuperabili. Pace all'anima sua.
http://it.wikipedia.org/wiki/Reichskonkordat
Sotto ci sono tutti link che vuoi, con anche una breve bibliografia. Consiglio anche di leggere la pagina inglese, più completa, e se mastichi il tedesco, pure quella. Ma so già che griderai alla falsificazione, o all'enciclica, peraltro tardiva.
avatar
Werewolf
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 3357
Età : 28
Località : Vicenza
Occupazione/Hobby : Studente a vita.. c'è sempre da imparare no?
SCALA DI DAWKINS :
68 / 7068 / 70

Data d'iscrizione : 24.03.10

http://werewolf-wolfsden.blogspot.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Crocifisso: sentenza

Messaggio Da Ates il Dom 20 Mar - 23:26

Avete scritto molte cose ma secondo me la vera verità è che i fanatici del crocifisso sono loro stessi consapevoli che non c'è nulla che li lega alla loro fede se non un oggetto promemoria. Se dio fosse nella loro anima allora saprebbero che nulla potrebbe mai minacciare la loro religione. Il problema è che non esiste né anima né dio e loro in fondo lo sanno, perché non li sentono, altrimenti non si spiegherebbe questo attaccamento ad un oggetto materiale e insignificante. Ciò che importa è lo status simbol col quale identificano la propria identità spirituale che è molto povera al contrario di quanto sono convinti, perché sono incapaci di guardarsi dentro e trovare il vero sé. E' molto più comodo usufruire di un credo distribuito in franchising piuttosto che cercare di vestire degli ideali propri.
Insomma si rendono conto che senza un post it qualunque, che sia il crocifisso, il rito della messa domenicale, la preghierina serale, ecc, la loro fede svanirebbe in fretta. Il rito e il simbolo sono utili solo se tramandati e costanti altrimenti la catena si spezza e tutto finisce nel dimenticatoio e non torna mai più a galla. Perso il supporto di memoria, persi i dati. Puff! Tocca rifare tutto da capo e sulla falsa riga, come è sempre successo. Con la differenza che questo tipo di usanze può svanire solo se scompare tutta la gente che li porta con sé, mentre ciò che accade nella realtà è che di tanto in tanto le carte si rimescolano e vengono fuori nuovi ricordi.

Mah, è colpa della stanchezza, mi sembra di scrivere come la meteora turchina, le si sarà rotto il caps lock
avatar
Ates
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1374
Località : Laurasia
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 31.12.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Crocifisso: sentenza

Messaggio Da alberto il Lun 21 Mar - 10:10

ho provato altre volte a interloquire con Costantino. Non trovo utile né a me né a lui continuare. Apprezzerei il contraddittorio, ma detesto la malafede, il partito preso, la pappina riscaldata, il tormentone ripetuto alla cieca. per me è un "ignora".

cerco quindi di spostare il focus.

qui trovate la sentenza integrale in inglese
http://www.echr.coe.int/echr/resources/hudoc/lautsi_and_others_v__italy.pdf

e qui un estratto in italiano
http://www.echr.coe.int/echr/resources/hudoc/Lautsi_PR_IT.pdf

questo invece è un articolo di Luzzatto su MicroMega che ho trovato assai condivisibile.
http://temi.repubblica.it/micromega-online/crocifisso-tutte-le-insidie-della-sentenza-di-strasburgo/


alberto
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 2604
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 26.12.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Crocifisso: sentenza

Messaggio Da Muriel il Lun 21 Mar - 15:33

@ragazzi moderatori, avete ragione, ho editato il mio post (ho trasformato in spoiler le risposte alle gratuità sul piano personale da parte del mio interlocutore, che è stato il primo ad utilizzare questi mezzi retorici quando invece la mia intenzione iniziale era proprio quella di essere il più possibile oggettiva e neutrale. mi spiace sinceramente di essere scesa ai suoi stessi livelli).
chiedo anche scusa per aver usato un linguaggio un po' forte.

Muriel
-----------
-----------

Femminile Numero di messaggi : 1760
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 30.12.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Crocifisso: sentenza

Messaggio Da Rasputin il Lun 21 Mar - 17:29

Grazie Muriel, il resto te l'ho comunicato in pvt ok

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49985
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Crocifisso: sentenza

Messaggio Da Ludwig von Drake il Lun 21 Mar - 18:46

Purtroppo, ci sono sempre grossi problemi nel confrontarsi con i credenti su questo punto. Io ho l'impressione che loro vedano questa rimozione come un'invasione di quella che sentono come casa loro.

E' evidente e logico che in uno stato laico (equidistante da tutte le religioni) o si appendono negli edifici tutti i simboli religiosi (impossibile) o non se ne appende nessuno, nel rispetto di tutti.

Come detto altrove, mi piacerebbe molto che i credenti decidessero di rimuovere i crocefissi e i diversamente credenti gli concedessero di mantenerli.

Ciò, purtroppo, non è possibile. Mi chiedo quanto sia fondamentale, tuttavia, combattere questa battaglia. Sinceramente, come per lo "sbattezzo" è una guerra che non sento mia, anche se mi paiono ovvie e motivate le ragioni per la rimozione.
avatar
Ludwig von Drake
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4723
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 19.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Crocifisso: sentenza

Messaggio Da cartman666 il Lun 21 Mar - 21:56

che bel tipo sto Costantino, ha la testa dura come il marmo.
avatar
cartman666
-------------
-------------

Numero di messaggi : 66
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 13.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Crocifisso: sentenza

Messaggio Da Costantino il Mar 22 Mar - 10:57

Cioè, fammi capire, la dittatura della maggioranza sarebbe uno dei difetti della democrazia? Ma scherzi? La dittatura della maggioranza non è un difetto della democrazia, ma la negazione della democrazia!

No, la dittatura della maggioranza si ha quando la maggioranza prevarica le proprie competenze imponendo le proprie scelte alle minoranze. Non è democrazia, e difatti, in ogni democrazia ci sono gli strumenti e le garanzie perché non si presenti tale dittatura.

Ah si? E spiegami come si sceglie in democrazia, spiegami come si prendono le decisioni.

sul valore delle opere d'arte non penso si possa discutere, sono tutte patrimonio culturale artistico e solo un demente la prenderebbe come argomentazione valida per la sua personale crociata evangelizzatrice.

E poi, mi spieghi da dove ancora trai l'assurda tesi per cui io vorrei distruggere le religioni? Non mi pare di aver mai detto niente del genere. Ho soltanto affermato che non devono reclamare spazi pubblici pagati dallo Stato. Punto.

E' evidente e logico che in uno stato laico (equidistante da tutte le religioni) o si appendono negli edifici tutti i simboli religiosi (impossibile) o non se ne appende nessuno, nel rispetto di tutti.

Le croci in piazza non sono forse simboli cristiani in spazi pubblici?





Sono o non sono simboli di una determinata religione in spazi adibiti anche per persone di altra religione?

che artista della menzogna. i governanti dello stato sono stati eletti dal popolo secondo regolari elezioni, i rappresentanti della religione no nè mai succederà, non hanno nessun diritto di imporsi nella pubblica sfera di un paese LAICO, che è solo per tradizione a maggioranza cattolico.

Infatti io ho proposto un referendum secondo regolari votazioni, voi l'obbligo di toglierlo. E non si sta parlando di rappresentanti di religione ma di un imposizione.

cristaccio maledetto e mannaggia alla madonna.

Questo per la moderazione non è offensivo e gratuito no?

il mio genio della retorica ad minchiam

Neanche?

non ha il monopolio della bontà nè è l'unica associazione benefica che aiuta i poveri nel mondo, ma questo una persona informata come tesicuramente lo sa già

Infatti io non ho detto che è l'unica fonte di bene a differenza tua che hai detto che è solo fonte di male. artista della menzogna.

parte dei soldi devoluti alle missioni per costruire chiese invece che strutture davvero utili alle popolazioni mi fa solo schifo

Magari a te ma non a me. E visto che TU puoi benissimo non darglieli questi soldi devi stare zitta. E che non ti venga neanche l'idea di mettere 1 euro nelle offerte tanto le opere d'arte dentro te le vai a vedere gratis e nessuno ti dice niente. Tanto chi è che le ristruttura? I poveri stronzi che stranamente sbagliano a barrare l'8x1000.

puoi prendere la tua prosopopea da stronzetto che crede di essere l'unico ad aver aiutato gli orfanelli e mettertela nel c**o

Tranquilla tanto i ban finiscono solo ai credenti.

alle religioni, specie quella cattolica, non è mai piaciuta la gente che ribella per i propri diritti, vuole tutti sottomessi e prostrati, per questo ha combattuto il comunismo con tutte le sue forze. non l'odio. non la criminalità. non le sopraffazioni. semplicemente una teoria politica di uguaglianza sociale, checchè tu ne dica.

Veramente i comunisti in Polonia tempo fa cercavano di ammazzare i preti perchè dicevano che la religione faceva riflettere le persone mentre loro volevano una massa di capre, J. Popiełuszko lo conosci? Si vabbè! E questo lo so perchè in Polonia ci sono stato. Te ci sei stata? Allora se ti piace tanto il comunismo perchè non esci di casa e chiedi a qualcuno come si viveva a quei tempi? Vedi quanti schiaffoni prendi. Te lo sai che la mia fidanzata (polacca) quando vede i manifesti di RC le viene paura? Lo sai che sua madre quando era incinta di lei e insieme a tutti gli altri andava a manifestare contro quello che tu chiami "una teoria politica di uguaglianza sociale", loro gli sparavano contro uccidendo studenti e operai a gratis? La rivolta di Poznan la conosci? Si vabbè. Lo sai che sua nonna non poteva uscire di casa perchè l'esercito sovietico violentava chi trovava per strada, tanto erano così uguali che nessuno poteva lamentarsi? Lo sai che suo padre è stato preso a forza dalla campagna dove abitava perchè dovevano stare tutti rinchiusi in prefabbricati di merda come polli di allevamento per essere controllati nelle città? Sai che lei e il padre si dovevano sposare di nascosto in qualche campagna sperduta perchè i difensori di "una teoria politica di uguaglianza sociale" venivano a sequestrarti tutto, e ti schiaffavano in prigione (se non ti fucilavano prima) perchè se c'era un gruppo di persone erano considerati come cospiratori? Sai che sua zia ha paura dei cani perchè quei bastardi hanno detto al figlio soldato catturato durante la guerra: "va scappa, ti lasciamo libero" e subito dopo gli hanno lanciato 3 cani contro per farlo sbranare a lui e altre persone? E questo solo qualche fatto, ma basterebbe andare a Smolensk per sapere qualcosa di più sul massacro di Katyn, o in Russia, Cecoslovacchia, Ungheria, Polonia, Mongolia per trovare qualcuno che aveva un parente sbattuto in qualche Gulag, o in Siberia a vederne uno dal vivo, o in Cina dove non si possono neanche tenere alcuni libriguida turistici (tipo lonelyplanet, una delle più famose al mondo, perchè non autorizzati dal governo), o meglio ancora nel sud-est asiatico dove dal Vietnam, al Tibet alla Cambogia col S21 di tracce ce ne sono fin troppe. Allora vai in Polonia, che è qui vicino, e grida "io amo il comunismo" che se trovi qualcuno che l'ha vissuto ti stringe la mano e ti offre una tazza di the. Cazzo c'è cosa più odiosa dell'ignoranza?

vuoi che elenchi tutti i morti per cause combattute in nome di dio fin dall'alba dei tempi?

Mi basta un nome. Giordano Bruno. Ne vuoi altri? L'elenco è lungo, molto lungo.

Sai che la nostra "civilissima" democrazia fu introdotta tagliando teste in piazza, che fra i "piccoli inconvenienti" dell'Unità d'Italia ci fu il massacro di Bronte,o le uccisioni dei "briganti" nel sud Italia che servivano per spargere un pò di ricchezza, che nel tentativo (fallito) di creare un regime di uguaglianza ed equità fra ricchi e poveri si ammazzarono circa 80 milioni di persone, che per costruire le tanto ammirate monumentali opere delle civiltà pagane morirono migliaia e migliaia di operai. Se vuoi fare polemica spicciola e gratuita, nonchè stupida posso elencarti tutti i morti per cause combattute non in nome di Dio o contro I credenti in Dio stesso fin dall'alba dei tempi. Servirebbe a qualcosa? Eliminiamo tutto quello che è stato causa di violenza e vediamo cosa resta?

http://it.wikipedia.org/wiki/Reichskonkordat
Sotto ci sono tutti link che vuoi, con anche una breve bibliografia. Consiglio anche di leggere la pagina inglese, più completa, e se mastichi il tedesco, pure quella. Ma so già che griderai alla falsificazione, o all'enciclica, peraltro tardiva.

No, ti invito a leggere "Termini e violazioni" che indica esplicitamente che i preti avevano il sacrosanto diritto di violentare gli ebrei, massacrare civili, uccidere e mangiare bambini, bere il sangue delle vergini e ben più grave, insegnare la religione cattolica. Magari non ti è venuto in mente che in quella situazione era giusto fare così e scendere a compromessi per continuare ad insegnare e predicare? Certo che no, per te la predicazione è inutile e ben più grave non riesci neanche ad immaginare che per qualcuno non lo è. E finisco di scrivere sotto

I documenti ci sono e sono anche abbastanza eloquenti:

Le foto di Hitler che esce da una chiesa E dei preti che fanno il saluto romano? Documento? La scritta sulla cintura? Un documento?

A questo punto potevate aggiungere questa



O questa



O questa



La cintura. Ma ci credete veramente in quello che scrivete?

A questo punto tanto vale dire Bill Hicks, Woody Allen, James D. Watson e tutti gli altri sono credenti visto che ogni giorno fa la spesa con degli oggetti con su scritto





O tanto vale arrestare subito per prostituzione la madre di chi qualche anno fa usciva col casco o con la maglietta con su scritto: De puta madre.



E non vi chiedo nemmeno a questo punto cosa pensiate succedesse a chi non faceva quel saluto a quel tempo visto che la storia è un optional.
Tornando a noi e parlando di argomentazioni serie. Lo sapete cos'è il Mein Kampf? Non sforzatevi di ricordare, leggetevi la prima riga di Wikipedia.

Ah , giusto per dirtelo: gli Atti degli Apostoli, come i vangeli, sono documenti storici estremamente dubbi.

Che pensassi anche questo non avevo dubbi. Fosse per I vostri ragionamenti non esisterebbe neanche il pane. L' ho già detto, tutto si può mettere in dubbio, è molto più facile di quello che pensi. Potrei dirti che la tua vita è un’illusoria realtà simulata costruita sul mondo del 2011, sviluppata dalle macchine per poter controllare la popolazione umana. E fidati sarebbe anche difficile da smentire. O potrei dirti che in realtà, come alcuni atei che seguono il profeta Rael credono, gli alieni ci faranno resuscitare clonandoci dato che hanno memorizzato nel loro megacomputer il nostro DNA e pensieri. Ognuno crede in quello che vuole e dice quello che vuole, poi la realtà è ben altra.

Cosa se ne frega?? Pontifica(te) ogni giorno sui diritti umani, sul valore della vita, sul diritto naturale, va a dire agli stati quel che devono fare, e non firma la Dichiarazione? L'ipocrisia fatta istituzione. E la difendi anche. Non esplico un giudizio sulla tua persona perché mi trattengo, ma penso tu abbia capito cos'ho in mente..

Ogni giorno l'istituzione da una sua opinione esattamente come lo fai tu. Si può fare o non si può fare in democrazia?
Non farmelo ripetere, se lo Stato vaticano che rappresenta la religione cattolica firmasse una carta con su scritto che si può essere di ogni religione e si può abbandonare la religione quando si vuole sarebbe una cosa abbastanza cretina, poi questo non vuol dire che in quello stato vengano fatte le tratte degli schiavi e cose così. E' solo un cavillo stupido su cui fare una stupida leva senza senso e non ha bisogno di queste cose laiche visto che non gli appartengono. Chiaro il concetto? Lo stato del Monte Athos l'ha firmata per caso?

Mi stai dicendo che in pratica le guardie svizzere hanno e dovrebbero avere il potere di incarcerarmi se affermo di essere ateo(o buddhista, o qualsiasi altra cosa), all'interno dello Stato Vaticano. Bello, il cattolicesimo è la vera dottrina dell'amore.

Lo fanno? Allora vedi che non c'è bisogno di firmarlo?
Poi mi spiegherai dove l'hai capito dal mio discorso questa cosa......Si l'ateismo è la vera dottrina dell'idiozia. Più la conosco e più me ne convinco.

Avete scritto molte cose ma secondo me la vera verità è che i fanatici del crocifisso sono loro stessi consapevoli che non c'è nulla che li lega alla loro fede se non un oggetto promemoria. Se dio fosse nella loro anima allora saprebbero che nulla potrebbe mai minacciare la loro religione

Mai sentito parlare di questioni di principio, immagino
.

Appunto, tutta questa questione è in realtà una puerile e stupida RIPICCA (ritorsione, dispetto fatto per orgoglio), un chiaro attacco alla religione cattolica da bravi anticlericali, inutile da tutti i punti di vista, visto che si potrebbe usare energie per migliorare qualcosa di più concreto, qualche problematica vera e un pò più seria; e la cosa che mi fa più innervosire è che vuole passare (ma solo come scusante) per un gran favore a tutte le religioni. Questo lo fa Berlusconi. Berlusconi parla di leggi a favore dei cattolici per prendere voti dei cattolici, ma poi in realtà dei cattolici non gliene frega nulla. E voi idem, parlate di gran libertà per tutte le religioni che non devono sentirsi oppresse da una sola (che poi è quella nazionale) e in fin dei conti è proprio delle religioni che non ve ne frega niente. Un patetico sistema per ricevere consensi. Perchè non vi siete occupata per esempio dei diritti dei lavoratori? Dove ci hanno inculato tutti con tutta quella serie di contratti studiati apposta per mantenere precaria e stressante la situazione di poveri stronzi? O delle scuole che cadono a pezzi e malorganizzate? Mi sembrano cose più serie e utili delle ripicche. O no?

No, ci sono anche altri sistemi: per esempio, rifarsi ad autorità superiori rispetto al politico in questione, quali TAR, Corte Costituzionale, Corte Europea o, se necessario, ONU. E ripeto, davvero se ci fosse un governo che decidesse di rimuovere i crocifissi dalle scuole, tu te ne staresti zitto zitto, buono bouno, e accetteresti il verdetto della democrazia? Suvvia

Sarei pronto a scatenare una guerra.

In Italia invece siamo sommersi di programmi quali 'a sua immagine', messe su tre canali la domenica mattina, e ogni dichiarazione papale portata fra le prime pagine ed i primi servizi. Negare l'evidenza non è un buon modo per dimostrare onestà intellettuale.

Non guardo la televisione. Ma sarà per compensare tutte le boiate che escono dall'uaar, da youtube ecc. Negare l'evidenza non è un buon modo per dimostrare onestà intellettuale. L'altro giorno vicino casa mia hanno fatto lo "zeitgeist day". Quattro imbecilli ignoranti a fogarsi di cazzate.

Riconquistare il santo sepolcro e non perdere il lucroso giro d'affari dei pellegrinaggi. Sì lo sappiamo. Non certo per fermare la malvagia avanzata islamica in Europa, che era già stata fermata, con i francesi a controllare i Pirenei e l'Impero d'Oriente a controllare le coste orientali. Studiati la storia, è interessante.

Ma ce le spendono 2 righe su papa Urbano II o al-Ḥākim bi-amri llāh Cantarella e Guidorizzi? Sui diversi re e nobili che vendevano e perdevano tutto pur di partecipare a questo "lucroso giro d'affari"? E sull'espansione islamica dagli albori fino a quel periodo? E sui metodi usati? E sul fatto che volevano cancellare anche solo il ricordo del cristianesimo? E sul fatto che non riuscendo a conquistare Costantinopoli si rifacessero sui pellegrini inermi per ripicca?
Perchè se studi sul libro da colorare di pimpa che l'uaar dice essere un libro di storia possiamo anche chiudere qui. Ignorante.

ho provato altre volte a interloquire con Costantino. Non trovo utile né a me né a lui continuare. Apprezzerei il contraddittorio, ma detesto la malafede, il partito preso, la pappina riscaldata, il tormentone ripetuto alla cieca. per me è un "ignora".

Alla prima parte è inutile rispondere. Ma dimmi te, come tutti, non hai scelto e non difendi "il partito preso"? Non usi anche tu come tutti "la pappina riscaldata"? "il tormentone ripetuto alla cieca"? Allora Alberto le cose scritte tanto per scrivere non servono ne a me ne a te.

Mi chiedo quanto sia fondamentale, tuttavia, combattere questa battaglia. Sinceramente, come per lo "sbattezzo" è una guerra che non sento mia, anche se mi paiono ovvie e motivate le ragioni per la rimozione.

Ma lo "sbattezzo" a cosa serve? C'è qualcuno "sbattezzato"?
Perchè se io fossi ateo (dal greco atheos, composto da α-, «senza», e θεός, «dio», cioè letteralmente «senzadio»), che rifiuto di credere in questa o quella divinità. Per me il battesimo dovrebbe teoricamente essere una qualsivoglia tradizione da me non voluta o confermata, che piace a mia madre e che consiste in una sciacquata di fronte. O è l'ennesima ripicca κατὰ-θεός giusto per fogare qualche piccolo eletto, e soprattuto per dimostrare l'appartenenza al gruppo dei κατὰ-θεός, con la scusa di andare contro la Chiesa (Chiesa che spesso non si sa neanche cosa sia)? Chissà che poi queste dottrine κατὰ-θεός non chiedano il 5x1000 con la scusa.
avatar
Costantino
-------------
-------------

Numero di messaggi : 155
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 28.01.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Crocifisso: sentenza

Messaggio Da Ludwig von Drake il Mar 22 Mar - 11:26

Ludwig von Drake ha scritto:Purtroppo, ci sono sempre grossi problemi nel confrontarsi con i credenti su questo punto. Io ho l'impressione che loro vedano questa rimozione come un'invasione di quella che sentono come casa loro.

E' evidente e logico che in uno stato laico (equidistante da tutte le religioni) o si appendono negli edifici tutti i simboli religiosi (impossibile) o non se ne appende nessuno, nel rispetto di tutti.

Come detto altrove, mi piacerebbe molto che i credenti decidessero di rimuovere i crocefissi e i diversamente credenti gli concedessero di mantenerli.

Ciò, purtroppo, non è possibile. Mi chiedo quanto sia fondamentale, tuttavia, combattere questa battaglia. Sinceramente, come per lo "sbattezzo" è una guerra che non sento mia, anche se mi paiono ovvie e motivate le ragioni per la rimozione.
Pedonatemi, ma sento l'esigenza di riportare il mio post. Spiego perchè: il buon Costantino, su un intero messaggio dedicato all'argomento, ha ritenuto opportuno estrapolare un piccolo riferimento a un fatto estraneo all'argomento, sviando totalmente il senso di quanto scritto.

In ogni caso, aprirò un 3d apposito per quanto detto da Costantino sullo sbattezzo e spero che questo non porti la discussione OT.

Sarebbe anche da chiarire a Costantino che la democrazia non ha potere assoluto e questo la differenzia dalla dittatura della maggioranza. La democrazia nei paesi civili è "costituzionale", ciò significa che il popolo esercita il suo potere nelle forme e nei limiti della Costituzione.
avatar
Ludwig von Drake
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4723
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 19.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Crocifisso: sentenza

Messaggio Da Guin il Mar 22 Mar - 11:46

Costantino ha scritto:
Le foto di Hitler che esce da una chiesa E dei preti che fanno il saluto romano? Documento? La scritta sulla cintura? Un documento?
Dizionario Zingarelli ha scritto:
Documento:1) Scrittura, atto che costituisce una prova. 2) Testimonianza di interesse storico. 3) Qualsiasi cosa che costituisca materiale d'informazione.
Si quelli sono documenti.
Costantino ha scritto: A questo punto potevate aggiungere questa...
Sapevo che saresti andato a parare li, ma peccato che le foto che ho postato non erano ne fotomontaggi ne foto ritagliate (Photoshop ancora non esisteva al periodo), e lo sai benissimo anche tu solo che fai lo gnorri. Se comunque non non ti vanno bene le foto esistono anche tanti bei filmati dell'epoca e come ti ho detto basta cercarli e si trovano tranquillamente...Ah no è vero sono falsi i filmati delle autopsie degli alieni quindi lo sono sicuramente anche quelli: dopotutto Ratzi ha detto che quei cattivoni dei nazisti erano tutti atei quindi non può essere altrimenti.ahahahahahah
avatar
Guin
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 958
Località : Asgard
Occupazione/Hobby : Fancazzista
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 30.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Crocifisso: sentenza

Messaggio Da Costantino il Mar 22 Mar - 11:48

Volevo fare un EDIT ma rispondo qui così rispondo anche a Ludwig.

Perchè non ho risposto integralmente:
Io ho l'impressione che loro vedano questa rimozione come un'invasione di quella che sentono come casa loro.
E' un impressione, devo rispondere? Sicuramente è un attacco stupido e inutile.

Come detto altrove, mi piacerebbe molto che i credenti decidessero di rimuovere i crocefissi e i diversamente credenti gli concedessero di mantenerli.
Anche questo è un pensiero personale. Serebbe un bellissimo gesto di rispetto se la croce fosse solo un pezzo di legno a forma di T la cui sola funzione è dare fastidio agli atei, ma la croce è ben altro, l'ho già detto prima dell'ultimo post.

Non prendertela se non rispondo a tutto, ma non posso rispondere a tutte le impressioni personali e gli attacchi gratuiti altrimenti risponderei in 4 giorni. Quindi cerco di puntare sull'argomento concreto. Pensa che la risposta l'avevo cominciata ieri sera e l'ho finita stamattina dividendola in 2. Qui io scrivo una cosa e mi rispondono in 8, e di perdere tempo con frasi tipo "che bel tipo sto Costantino, ha la testa dura come il marmo." o "ho provato altre volte a interloquire con Costantino. Non trovo utile né a me né a lui continuare." non ne ho proprio. Poi hai fatto bene a farlo notare se pensi sia giusto.

Sarebbe anche da chiarire a Costantino che la democrazia non ha potere assoluto e questo la differenzia dalla dittatura della maggioranza. La democrazia nei paesi civili è "costituzionale", ciò significa che il popolo esercita il suo potere nelle forme e nei limiti della Costituzione.

E' giusto, ma come vengono fatte le scelte nella democrazia?

EDIT (sulla parte del comunismo). E' appena arrivato il tizio di lotta comunista per vendermi quella vergogna di rivista. Mi ha detto che in Cina, in Russia ecc ecc ecc non erano comunisti. Allora si.
avatar
Costantino
-------------
-------------

Numero di messaggi : 155
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 28.01.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Crocifisso: sentenza

Messaggio Da Costantino il Mar 22 Mar - 11:51

E la foto di un qualcuno che da la mano al Furer è una prova? Allora anche le foto di Corona in cella sono la prova che è un duro. O quelle di Berlusconi che da la mano al papa, vuol dire che lui è un gran cattolico o che il papa vota Berlusconi?

Te le porto io le argomentazioni. Rispondi alla mia domanda, cos'è il mein kampf?
avatar
Costantino
-------------
-------------

Numero di messaggi : 155
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 28.01.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Crocifisso: sentenza

Messaggio Da Guin il Mar 22 Mar - 12:24

Costantino ha scritto: E la foto di un qualcuno rappresentante della chiesa cattolica che da la mano al Furer è una prova?
Si è una prova che la chiesa non solo non ostacolò il nazismo come vorrebbero far credere ai poveri boccaloni come te, ma che addirittura i suoi rappresentanti erano conniventi.
Costantino ha scritto:Allora anche le foto di Corona in cella sono la prova che è un duro.
È la prova che ha infranto la legge.
Costantino ha scritto: O quelle di Berlusconi che da la mano al papa, vuol dire che lui è un gran cattolico o che il papa vota Berlusconi?
È la prova che sono entrambi degli ipocriti che si appoggiano a vicenda.
Costantino ha scritto:
Te le porto io le argomentazioni. Rispondi alla mia domanda, cos'è il mein kampf?
Libro in cui Adolf Hitler espose il proprio pensiero che più avanti sfocerà nel nazismo. Royales
avatar
Guin
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 958
Località : Asgard
Occupazione/Hobby : Fancazzista
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 30.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 3 di 16 Precedente  1, 2, 3, 4 ... 9 ... 16  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum