il simbolo degli atei

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

il simbolo degli atei

Messaggio Da oddvod56 il Dom 27 Mar - 13:32

raga curiosando per il web ho scoperto che molte persone dicono che esiste un simbolo degli atei, ce ne sono molti per il web ma qual' è quello diciamo......... ufficiale?
avatar
oddvod56
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1725
Età : 21
Località : salerno
Occupazione/Hobby : computer
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 13.01.11

http://pcworlditalian.blogspot.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: il simbolo degli atei

Messaggio Da oddvod56 il Dom 27 Mar - 13:35

ecco alcuni esempi trovati su internet


avatar
oddvod56
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1725
Età : 21
Località : salerno
Occupazione/Hobby : computer
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 13.01.11

http://pcworlditalian.blogspot.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: il simbolo degli atei

Messaggio Da Rasputin il Dom 27 Mar - 14:29

Secondo me ciascuno è ateo a modo suo e si può prendere il simbolo che vuole wink..

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49876
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: il simbolo degli atei

Messaggio Da ros79 il Dom 27 Mar - 15:03

perchè ti serve un simbolo? wink..
già di per sè sarebbe sbagliato definirsi ateo, è come se ogni volta che necessita in una situazione io debba dire. "io sono a-asini che volano", ma non è necessario perchè nessuno ha mai visto un asino volare.
purtroppo si deve specificare perchè proprio chi crede ha creato qualcosa di così tangibile ( convinzione) che ti porta a doverti opporre, ma in qualche modo si snatura il pensiero di fondo che appartiene a chi non crede.

_________________
"Che cos'ho in comune con gli ebrei? Non ho neppure niente in comune con me stesso"

F.Kafka
avatar
ros79
---------------------
---------------------

Femminile Numero di messaggi : 1139
Età : 37
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 12.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: il simbolo degli atei

Messaggio Da Multiverso il Dom 27 Mar - 15:26

ros79 ha scritto:perchè ti serve un simbolo? wink..
già di per sè sarebbe sbagliato definirsi ateo, è come se ogni volta che necessita in una situazione io debba dire. "io sono a-asini che volano", ma non è necessario perchè nessuno ha mai visto un asino volare.
purtroppo si deve specificare perchè proprio chi crede ha creato qualcosa di così tangibile ( convinzione) che ti porta a doverti opporre, ma in qualche modo si snatura il pensiero di fondo che appartiene a chi non crede.

Esatto, condivido quanto scritto da Ros.
Non esiste la categoria istituzionalizzata di coloro i quali non credono negli elfi, nei draghi o negli gnomi semplicemente perchè ognuno è libero di credere in qualsiasi cosa di indimostrabile e di invisibile, ma non per questo è necessaria una controcorrente che si definisca a-elfi, a-draghi o a-gnomi.
Del resto farebbe anche ridere e sarebbe assolutamente inutile l'associazione nazionale a-cavalli alati, perchè tutti sanno che Pegaso non esiste, mentre nel caso di dio, nei fatti identico a Pegaso, moltissimi sono convinti che esista e siffatta credenza ha finito per uscire dalla loro sfera privata, permeando la vita sociale, economica e politica di intere nazioni. Ecco perchè, a differenza del cavallo alato, si è creata la corrente di coloro i quali non solo non credono in dio-Pegaso, ma si oppongono anche a tutte le imposizioni e ricadute reali che tale credenza genera (vedi crocifisso nelle scuole).
avatar
Multiverso
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1413
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 15.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: il simbolo degli atei

Messaggio Da oddvod56 il Dom 27 Mar - 15:40

non è che mi serve è pura curiosità giovanile mgreen
concordo in pieno con voi
avatar
oddvod56
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1725
Età : 21
Località : salerno
Occupazione/Hobby : computer
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 13.01.11

http://pcworlditalian.blogspot.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: il simbolo degli atei

Messaggio Da holubice il Dom 27 Mar - 15:58

oddvod56 ha scritto:non è che mi serve è pura curiosità giovanile
concordo in pieno con voi
Io, ai tuoi tempi, ce n'avevo altre... di curiosità... stai troppo davanti al p.c. figlio mio... guardati intorno.



Ma non fornicare...
avatar
holubice
-------------
-------------

Numero di messaggi : 6214
Età : 115
Località : 43°91′45″N 12°91′91″E
Occupazione/Hobby : Novello Disoccupato
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 28.07.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: il simbolo degli atei

Messaggio Da alberto il Dom 27 Mar - 16:10

Multiverso ha scritto:
Del resto farebbe anche ridere e sarebbe assolutamente inutile l'associazione nazionale a-cavalli alati, perchè tutti sanno che Pegaso non esiste, mentre nel caso di dio, nei fatti identico a Pegaso, moltissimi sono convinti che esista e siffatta credenza ha finito per uscire dalla loro sfera privata, permeando la vita sociale, economica e politica di intere nazioni. Ecco perchè, a differenza del cavallo alato, si è creata la corrente di coloro i quali non solo non credono in dio-Pegaso, ma si oppongono anche a tutte le imposizioni e ricadute reali che tale credenza genera (vedi crocifisso nelle scuole).

Non fate i furbetti, sta qui il punto.
io sono a-pegasico, ma c'è un motivo per cui non tendo ad associarmi con gli altri a-pegasici: perché nessun pegasico (che io sappia!) è vicepresidente del CNR sindaco di Milano presidente del senato ecc ecc. per non parlare di iran pakistan india cazzi e mazzi.
stante il fatto che costoro, nei loro ambiti istituzionali, operano in nome e per conto di una confessione religiosa e tramite essa compiono atti che oggettivamente bloccano lo sviluppo sociale dell'uomo, credo che la ricerca di sinergie e di opere comuni allo scopo di affermare l'approccio laico e razionale e bloccare questi comportamenti sia più che giustificato e vada ben al di là delle singolarità che, seppur rispettabilissime, non sono in grado di incidere collettivamente (mentre chiaramente in un microclima basta una scurreggina per cambiare il meteo! lol) e da sempre bloccano l'affermarsi di concezioni davvero progressiste della società.
Va da sé che in parte questa difficoltà è fisiologica, si parte da un desiderio di libertà individuale quindi è opportuno e salutare che questa sia difesa: ma non solo per restare tale e quale, ma anche per fondersi e interagire con le libertà individuali degli altri.
Ho usato un sacco di termini del k@§§o (progressista, concezione, laico, collettivo...) e me ne scuso, era per fare più in fretta.

alberto
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 2604
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 26.12.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: il simbolo degli atei

Messaggio Da Fux89 il Dom 27 Mar - 20:40

holubice ha scritto:
Ma non fornicare...
E perché? Se ne ha la possibilità, quale modo migliore di passare il tempo?

Tornando in topa... ehm... in topic, quoto ros e Multiverso.

Fux89
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 16173
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 20.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: il simbolo degli atei

Messaggio Da Multiverso il Dom 27 Mar - 22:05

alberto ha scritto:
Multiverso ha scritto:
Del resto farebbe anche ridere e sarebbe assolutamente inutile l'associazione nazionale a-cavalli alati, perchè tutti sanno che Pegaso non esiste, mentre nel caso di dio, nei fatti identico a Pegaso, moltissimi sono convinti che esista e siffatta credenza ha finito per uscire dalla loro sfera privata, permeando la vita sociale, economica e politica di intere nazioni. Ecco perchè, a differenza del cavallo alato, si è creata la corrente di coloro i quali non solo non credono in dio-Pegaso, ma si oppongono anche a tutte le imposizioni e ricadute reali che tale credenza genera (vedi crocifisso nelle scuole).

Non fate i furbetti, sta qui il punto.
io sono a-pegasico, ma c'è un motivo per cui non tendo ad associarmi con gli altri a-pegasici: perché nessun pegasico (che io sappia!) è vicepresidente del CNR sindaco di Milano presidente del senato ecc ecc. per non parlare di iran pakistan india cazzi e mazzi.
stante il fatto che costoro, nei loro ambiti istituzionali, operano in nome e per conto di una confessione religiosa e tramite essa compiono atti che oggettivamente bloccano lo sviluppo sociale dell'uomo, credo che la ricerca di sinergie e di opere comuni allo scopo di affermare l'approccio laico e razionale e bloccare questi comportamenti sia più che giustificato e vada ben al di là delle singolarità che, seppur rispettabilissime, non sono in grado di incidere collettivamente (mentre chiaramente in un microclima basta una scurreggina per cambiare il meteo! lol) e da sempre bloccano l'affermarsi di concezioni davvero progressiste della società.
Va da sé che in parte questa difficoltà è fisiologica, si parte da un desiderio di libertà individuale quindi è opportuno e salutare che questa sia difesa: ma non solo per restare tale e quale, ma anche per fondersi e interagire con le libertà individuali degli altri.
Ho usato un sacco di termini del k@§§o (progressista, concezione, laico, collettivo...) e me ne scuso, era per fare più in fretta.

Infatti hai ribadito quello che più o meno ho detto io. Chi crede negli gnomi non dà fastidio ad alcuno e la sua credenza non incide minimamente nella vita reale, la credenza in dio, invece, ha ricadute pesanti nella vita economica, sociale, scientifica, culturale, ecc. Ecco perchè esistono gli atei. Se Dio e Pegaso fossero identici anche e soprattutto nelle conseguenze tangibili, e non soltanto ideali, io per primo non perderei tempo a scrivere in un forum di atei, così come non lo perdo in forum di apegasici, ammesso che ne esista uno.
avatar
Multiverso
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1413
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 15.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: il simbolo degli atei

Messaggio Da Multiverso il Dom 27 Mar - 22:08

holubice ha scritto:Io, ai tuoi tempi, ce n'avevo altre... di curiosità... stai troppo davanti al p.c. figlio mio... guardati intorno.



Ma non fornicare...

Invidiosetto! ahahahahahah
avatar
Multiverso
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1413
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 15.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: il simbolo degli atei

Messaggio Da uoz il Lun 28 Mar - 10:06

Quoto e voto don alberto.
In realtà l'esistenza di parole come ateo mi pare anche più semplice di quanto la facciate; servono ad identificare un certo tipo di persone in base a caratteristiche che non sono automaticamente date per scontate.
Per come stanno le cose oggi (e ancor di più storicamente), pigliata a caso una persona per strada, è più facile che sia credente (magari non nel dio di Razzy) che non credente ed in particolar modo atea.
Così come si chiama acefalo uno che nasce senza testa perchè si ritiene "normale" che la testa ci sia, o esistono sia le parole complottista che anticomplottista, a-critico, a-gnostico, a-nale...
avatar
uoz
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 777
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 07.01.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: il simbolo degli atei

Messaggio Da Multiverso il Lun 28 Mar - 10:31

uoz ha scritto:Quoto e voto don alberto.
In realtà l'esistenza di parole come ateo mi pare anche più semplice di quanto la facciate; servono ad identificare un certo tipo di persone in base a caratteristiche che non sono automaticamente date per scontate.
Per come stanno le cose oggi (e ancor di più storicamente), pigliata a caso una persona per strada, è più facile che sia credente (magari non nel dio di Razzy) che non credente ed in particolar modo atea.
Così come si chiama acefalo uno che nasce senza testa perchè si ritiene "normale" che la testa ci sia, o esistono sia le parole complottista che anticomplottista, a-critico, a-gnostico, a-nale...

Secondo il mio punto di vista la scriminante tra l'ateo è l'acefalo o l'acritico è racchiusa proprio in ciò in cui si crede e nell'alto numero di persone che aderiscono a questa credenza.
Si definsce acefalo un essere senza testa, perchè la regola biologica prevede la presenza della testa e la testa è qualcosa di tangibile, reale e lo stesso vale per i complotti, la critica, ecc.
Il credente in dio, invece, è convinto dell'esistenza di un essere indimostrabile, invisibile e silenzioso, e teoricamente non sarebbe necessaria una corrente atea se tale credenza non fosse talmente diffusa e radicata da avere pesanti ricadute nello sviluppo scientifico, nella vita sociale, nella libertà di coscienza, nel fastidio acustico che anche una campana procura a chi non crede affatto nell'esistenza di quell'essere per cui suona quella campana.
avatar
Multiverso
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1413
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 15.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: il simbolo degli atei

Messaggio Da uoz il Lun 28 Mar - 10:46

Eh, appunto. Esattamente come diventa utile la parola anticomplottista quando non è così scontato che uno non creda nei signori in nero che manovrano le leve del mondo.
Nel momento in cui diventa "normale", corretto o meno che sia, che la gente creda -e nel tempo è stato MOLTO normale- , diventa normale l'uso della parole ateo.
avatar
uoz
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 777
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 07.01.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: il simbolo degli atei

Messaggio Da holubice il Lun 28 Mar - 11:47

alberto ha scritto:...tramite essa compiono atti che oggettivamente bloccano lo sviluppo sociale dell'uomo, credo che la ricerca di sinergie e di opere comuni allo scopo di affermare l'approccio laico e razionale e bloccare questi comportamenti sia più che giustificato e vada ben al di là delle singolarità che, seppur rispettabilissime, non sono in grado di incidere collettivamente (mentre chiaramente in un microclima basta una scurreggina per cambiare il meteo! lol) e da sempre bloccano l'affermarsi di concezioni davvero progressiste della società....
Albè... tu però, da che pulpito la lanci questa predica?

"Sei disposto a fare come gli antichi... che vendevano i polli e mangiavano li fichi?..."

No, perché... se questo discorso me lo sento fare da un eremita che vive in cima ad un monte e si ciba di radici io lo ascolto. Se invece tu sei un altro Al Gore che tuona contro il cambiamento climatico poi vive in una villa così:



... con consumi energetici 20 volte superiori a quelli dell'Americano medio (già di suo notoriamente scialacquone...)

Hypocrisy Update: Al Gore’s Home Uses 20 Times the Energy of Average American’s

... beh! è tutto dire...



E comunque, detto per inciso e sempre per rimanere OT, un Africano emette numero 0.1 tonnellate di CO2 all'anno in atmosfera. Un americano numero 20.0 tonnellate. La soluzione è solo una: andare tutti a piedi. E senza scarpe... Tutto il resto son ca$$ate...






Ultima modifica di holubice il Lun 28 Mar - 11:53, modificato 1 volta
avatar
holubice
-------------
-------------

Numero di messaggi : 6214
Età : 115
Località : 43°91′45″N 12°91′91″E
Occupazione/Hobby : Novello Disoccupato
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 28.07.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: il simbolo degli atei

Messaggio Da Werewolf il Lun 28 Mar - 11:50

Detto da uno che segue un tizio che viveva a sbafo, si faceva portare da mangiare dalle donne che lo seguivano e aveva addirittura un sepolcro tutto per sé già bell'e pronto e pagato...
avatar
Werewolf
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 3357
Età : 27
Località : Vicenza
Occupazione/Hobby : Studente a vita.. c'è sempre da imparare no?
SCALA DI DAWKINS :
68 / 7068 / 70

Data d'iscrizione : 24.03.10

http://werewolf-wolfsden.blogspot.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: il simbolo degli atei

Messaggio Da holubice il Lun 28 Mar - 11:57

Werewolf ha scritto:Detto da uno che segue un tizio che viveva a sbafo, si faceva portare da mangiare dalle donne che lo seguivano e aveva addirittura un sepolcro tutto per sé già bell'e pronto e pagato...
Insomma, se per Rasputin era uno 'straccione'... per te è uno 'scroccone'... Niente di nuovo sotto il sole, che gira invano da 1000 e più 1000 anni...
Spoiler:
Ma a chi paragonerò io questa generazione? Essa è simile a quei fanciulli seduti sulle piazze che si rivolgono agli altri compagni e dicono:
Vi abbiamo suonato il flauto e non avete ballato,
abbiamo cantato un lamento e non avete pianto.
E' venuto Giovanni, che non mangia e non beve, e hanno detto: Ha un demonio. E' venuto il Figlio dell'uomo, che mangia e beve, e dicono: Ecco un mangione e un beone, amico dei pubblicani e dei peccatori. Ma alla sapienza è stata resa giustizia dalle sue opere»
Anche a' voialtri, non ve sta' mai be' un cass...

avatar
holubice
-------------
-------------

Numero di messaggi : 6214
Età : 115
Località : 43°91′45″N 12°91′91″E
Occupazione/Hobby : Novello Disoccupato
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 28.07.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: il simbolo degli atei

Messaggio Da Werewolf il Lun 28 Mar - 12:04

La prova evangelica è che il tizio è stato sepolto in un sepolcro personale. Ora, come sempre, la terra non è gratis, né tantomeno le strutture per la tumulazione. Se 2+2 fà 4, allora Gesù aveva gente danarosa al suo seguito, che pagava per lui le sue esigenze, sepolcrali comprese.

Comunque, siamo tremendamente OT. Ti chiederei, holu, di fare altrove questa discussione.
avatar
Werewolf
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 3357
Età : 27
Località : Vicenza
Occupazione/Hobby : Studente a vita.. c'è sempre da imparare no?
SCALA DI DAWKINS :
68 / 7068 / 70

Data d'iscrizione : 24.03.10

http://werewolf-wolfsden.blogspot.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: il simbolo degli atei

Messaggio Da Werewolf il Lun 28 Mar - 12:33

Ah, quello di qui sopra è un'ordine velato da gentilezza, chiaramente.
avatar
Werewolf
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 3357
Età : 27
Località : Vicenza
Occupazione/Hobby : Studente a vita.. c'è sempre da imparare no?
SCALA DI DAWKINS :
68 / 7068 / 70

Data d'iscrizione : 24.03.10

http://werewolf-wolfsden.blogspot.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: il simbolo degli atei

Messaggio Da Muriel il Lun 28 Mar - 13:13

a parte che con ogni probabilità lo scroccone capellone non è nemmeno esistito in realtà, per ricollegarmi all'argomento del thread io ho sempre pensato che il simbolo ufficiale degli atei fosse quello che in questo forum sta nell'icona che appare nella barra dell'indirizzo del sito...

Muriel
-----------
-----------

Femminile Numero di messaggi : 1760
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 30.12.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: il simbolo degli atei

Messaggio Da oddvod56 il Lun 28 Mar - 13:19

in effetti anche io all' inizio lo pensavo pero dopo mi è venuta la curiosita di cercare in rete
avatar
oddvod56
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1725
Età : 21
Località : salerno
Occupazione/Hobby : computer
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 13.01.11

http://pcworlditalian.blogspot.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: il simbolo degli atei

Messaggio Da mecca domenico il Mar 29 Mar - 21:12

Ma quali simboli e simboli.
I simboli se li creano quelli che si creano una religione per farsi riconoscere. Se l'ateismo è considerato una religione, che ben vengano i simboli.

mecca domenico
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1796
Età : 70
Località : Avigliano (PZ)
Occupazione/Hobby : fai da te di tutto di più
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 31.05.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: il simbolo degli atei

Messaggio Da Ludwig von Drake il Mer 30 Mar - 6:53

Ma il simbolo non era una grossa S rossa su sfondo giallo da attaccare in petto?
avatar
Ludwig von Drake
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4723
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 19.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: il simbolo degli atei

Messaggio Da dr.Quantum il Ven 1 Apr - 11:27

Alcuni sono proprio carini:
[img]%20%20Uploaded%20with%20ImageShack.us[/img]
avatar
dr.Quantum
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 55
Età : 38
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 12.01.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: il simbolo degli atei

Messaggio Da Cosworth117 il Ven 1 Apr - 19:29

Date un'occhiata a questo topic aperto dal sottoscritto tempo fa

E guardate la mia collanina


_________________
There's always a plane B!
avatar
Cosworth117
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 9090
Età : 24
Località : Dove se magna
Occupazione/Hobby : Manager NWO
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 04.09.10

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum