Lourdes: Chiesa riconosce guarigione

Pagina 13 di 16 Precedente  1 ... 8 ... 12, 13, 14, 15, 16  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Lourdes: Chiesa riconosce guarigione

Messaggio Da Werewolf il Sab 9 Apr - 16:08

che poi è la stessa opinione che ha wolf qua sopra: la logica è una e funziona,
Ci sei arrivata. La logica non è convenzionale. Può essere più o meno sistematizzata, ma non è che prima di Aristotele la gente se ne fregasse del principio di identità o di quello di non contraddizione. La logica è il mezzo, indispensabile ed universale, tramite cui si può discutere e ragionare. Non è una questione di condivisione.

mi spiego meglio: le righine sui grafichini del cern sono oggettivamente una dimostrazione dell'esistenza di mesoni vettori? lo sono per me che ho studiato fisica 40 anni e sono arrivata a capire perchè (esempio eh... manco so che cazzo siano)
per te no. le tue conclusioni sull'esistenza di w+w- e famigliole bosoniche sono tali perchè hai appreso che io che lavoro nel campo lo so dimostrare, e magari perchè vedi che io riesco a far funzionare il teletrasporto o la pet, il papa no.
spiegare alla vecchina, anzi facciamo a un mistico, che vuoi cercare la presenza fisica di dio è come spiegare a rubbia che vuoi vedere stocazzo di bosone w con gli occhi. non si può...
sarà possibile (spiegare alla vecchina le cose come vuoi spiegargliele te) solo quando avrà capito come si usano quei grafici e cosa vogliono dire.
Di nuovo, il problema non è la vecchina. E' la fonte dell''affermazione'
Tra parentesi, Rubbia può, se vuole, insegnarmi come leggere i grafici, come capirli, e magari farmi essere presente durante l'esperimento al CERN. A quel punto, sarei al suo stesso livello e potrei 'falsificare'(nel senso popperiano) il LHC o il gravity probe.
no, è l'idea che tu hai del "si potrebbe dimostrare" (anche se in realtà nessuno che non sia dentro l'ambito lo può fare) che è così, e questo ti fa dormire sogni tranquilli.
No, mi fa dormire sogni tranquilli il fatto che, se volessi, potrei tranquillamente diventare un fisico quantistico e 'dimostrare' quello di cui si parla. Idem vale per la storia(sto studiando per quello, peraltro).

io mi fido dello storico. perchè le mie decisioni vengono prese secondo una determinata linea appresa, svilupopata, messa alla prova ecc... ma non è così per tutti.
Non è così per tutti indovina esclusivamente riguardo a cosa: il credo religioso. E' l'unico caso in cui, poiché nella stragrande maggioranza delle volte esso viene insegnato sin da piccoli, non vengono chieste prove o si metta in dubbio qualcosa. Il bambino si pone le domande, ma accetta anche le risposte che gli vengono date senza metterle in dubbio(a meno che non sia estremamente precoce). Ma è un fatto che tale metodo epistemologico (l'avere fede in qualcosa senza garanzie) non porta da nessuna parte, poiché per fede si può credere a qualsiasi cosa. Concordo che c'è gente che si comporta come bambini, è ovvio, ma questo non giustifica niente.
avatar
Werewolf
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 3357
Età : 28
Località : Vicenza
Occupazione/Hobby : Studente a vita.. c'è sempre da imparare no?
SCALA DI DAWKINS :
68 / 7068 / 70

Data d'iscrizione : 24.03.10

http://werewolf-wolfsden.blogspot.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Lourdes: Chiesa riconosce guarigione

Messaggio Da Multiverso il Sab 9 Apr - 16:48

jessica ha scritto: Non mi pare di aver mai detto che neghi tutto ciò. Il mio discorso era volto a modificare la tua idea schematica di:

if x=malato then vuol dire che va a lourdes per guarire
else x va a lourdes per guadagnare p.f. (punti fede) aiutando i malati.
endif

Ti stai un po' confondendo, non sono le mie personali idee ad essere schematiche ma l'abbinamento natura umana con credenza che Gesù Cristo, sua madre e pure i santi hanno il potere di guarire il tuo corpo se lo vogliono, e Dio di mandarti in paradiso se ti comporti bene.

jessica ha scritto: ancora accetta. a esser sincera rivedo in te lo stesso problema che ringacciavo a bluntmann. il mondo non è in codice binario, non ci sono solo uno e zero o bianco e nero. la gente ha mille gradazioni di grigi, e anzi, ancora più complicato, ci sono anche i colori. un conto è la teoria un conto è la pratica.

Ed io a essere sincero rivedo la jessica delle interminabili discussioni con Rasp, delle sterili polemiche dialettiche in cui si partiva dalla ricetta per i cannelloni ripieni e si arrivava alla meccanica quantistica pur di avere l'ultima parola, fino al punto in cui il buon Rasp non rispondeva più (cosa che io preferisco fare da subito).
Che ogni uomo sia il prodotto di mille infinitesimali variabili esogene ed endogene, dall'area geografica in cui è nato alla famiglia che lo ha allevato, dalla scuola o dalle amicizie che ha frequentato al carattere che si ritrova, dai geni che gli hanno trasmesso fino ai traumi subiti, ecc. ecc. ecc., mi sembra un dato innegabile che non giustifica affatto la non aderenza pratica con lo schematismo imposto dalla fede.
La legge italiana contempla nel proprio codice penale il reato di furto? Ebbene, se non si vuole subire la pena prevista dalla legge per la violazione di quell'articolo, non si deve rubare, e questo a prescindere dal fatto che uno ruba per mangiare o ruba per arricchirsi ancora di più, o che un ladro è simpatico e un altro antipatico, che uno è straniero e l'altro italiano.
La stessa cosa avviene per le regole divine, che tu da credente? atea? non vuoi accettare. Se la fede significa certezza della vita eterna come garantito da Gesù in uno degli articoli del suo codice cristiano, non puoi fare il credenta fai-da-te che si sporca come vuole, perchè tanto poi c'è la lavanderia del confessionale a farti sentire a posto con la coscienza. Qualsiasi credente non dovrebbe essere attaccato a questa vita terrena, ma accettare con gioia ogni decisione divina, anche un cancro inguaribile. Eppure se si ammala corre da Veronesi o a Lourdes, perchè il suo istinto di sopravvivenza se ne fotte del paradiso e della risurrezione di quella carne che intanto sta per morire. Questa è l'ipocrisia della fede che prescinde dalla soggettività del credente e che non può essere giustificata dalle mille gradazioni di comodo.

jessica ha scritto: non vedo nè comportamenti umanamente impossibili nè contraddizioni, almeno a questo livello. non uccidere, oltre che un comportamento, è una legge dello stato. la natura umana, così come ti porta ad irrorati il pistolino quando vedi una bella gnocca, ti porterebbe a spaccare la testa di chi ti sta di fronte quando questi ti sta sulle balle. è forse lo stato contraddittorio o ipocrita? o semplicemente cerca di inibire, con i mezzi che ha, un tuo comportamento dannoso alla società intera per come è costituita, seppur naturale? neanche tua moglie o ragazza vorrebbe tu desiderassi la donna d'altri (e neanche la donna libera) e tu lo sai bene, e sai anche che se dai retta al tuo pistolino irrorato combinerai casini, farai soffrire lei e per star bene un paio d'ore (se te va ben ) starai male per anni. eppure qualcuno lo fa.

Stai facendo un bel minestrone di leggi umane, leggi divine, ipocrisia e contraddizione.
Che la legge divina in alcuni casi assolva gli stessi compiti di quella statale sovrapponendosi ad essa, cercando di contenere alcuni istinti umani pericolosi con la minaccia del carcere eterno, è un aspetto socialmente utile che ha positive ricadute concrete.
Ma la norma che vieta al pisellone irrorato del fidanzatino di tovare istintivo rifugio nella farfallina lubrificata della fidanzatina, non è certo una norma utile ma, al contrario, umanamente pericolosa perchè reprime un'innocente e insopprimibile istinto umano. Che male fanno quei due se fottono scoprendo le gioie del sesso e la propria sessualità? Infatti tutti i cattolici hanno rapporti prematrimoniali (altra ipocrisia di chi afferma di avere fede e di essere credente).
Che senso avrebbe continuare a vivere con una persona che non si ama più, o con cui c'è totale incompatibilità e soltanto guerra in famiglia, solo perchè Gesù avrebbe detto che il matrimonio è indissolubile?
L'uomo che si trova davanti la moglie dell'amico con minigonna e capezzoli a punta che gli lanciano subliminali e irresistibili richiami sessuali, che colpa ne ha se mentalmente la desidera anche se nei fatti non la possiederà mai? E' colpa sua se l'istinto sessuale gli inebria il cervello? A nessun partner farebbe piacere saperlo e nemmeno lo si auspica, ma nessuna norma lo può impedire, per cui alla fine che male fa se immagina una bella trombata con lei, così come la immaginerà sua moglie con il suo maestro della scuola di ballo?
E invece no! Il nono comandamento punisce e vieta anche il sol pensiero peccaminoso, però nei fatti tutti tradiscono con il pensiero. Tu non ci ravvisi contraddizioni, ipocrisie e assurdità di regole divine che pongono inutili e dannosi fardelli su credenti che non saranno mai in grado di portare, costringendoli a diventare nei fatti delle ipocrite macchiette? Il credente-tipo, quello che non esiste e mai esisterà e che tu affibi al mio schematismo, in realtà rappresenta il modello di credente a cui tutti dovrebbero aspirare e conformarsi. Non è mica colpa mia se questa è la vera, insanabile discrepanza tra paese legale e paese reale.



jessica ha scritto: mica che i credenti, una volta che diventano credenti, mollano giù la loro parte umana e diventano nubi di luce fatte di puro spirito. continueranno ad avere esattamente gli stessi tuoi problemi, pulsioni, paure, cazzivari. nel tuo caso quello che ti tratterrà dal rubare sarà la consapevolezza, un'etica razionale, mischiata ad insegnamenti, giudizio sociale, valori appresi eccc... nel loro caso (loro dei credenti) al posto della consapevolezza cosmica o dell'etica razionale o di un calcolo probabilistico sulla sopravvivenza della specie ci sarà il quinto comandamento (o quale cazzo è non rubare), l'idea di far contento gesubambino o di non finire all'inferno. in entrambi i casi questo "controllo" può benissimo fallire, così la tua etica razionale come l'idea religiosa. dove sta la contraddizione?

Te lo ripeto per l'ennesima volta, la contraddizione sta nel fatto che le leggi divine, con le loro assurde fandonie, chiedono all'uomo ciò che lui non sarà mai in grado di fare. Se gli dicono che esiste un'altra vita, che quella è la vera vita mentre questa è solo un pellegrinaggio a piedi nudi sulla sabbia rovente che prima termina e meglio è per lui, l'uomo riesce sol per quello a non temere la morte? Le leggi statali sono state create per consentire l'ordinata e sicura convivenza civile, quelle divine per assicurare un posto nell'aldilà, e qui sorgono tutti i ridicoli paradossi e le ipocrisie che rendono il credente un bersaglio fin troppo facile.


jessica ha scritto: falso. hai appena detto il contrario, fosse così non si presenterebbe il problema del pisellino. tutto quello che il credente fa, lo fa come risultato di un bilancio tra migliaia di fattori, esattamente come te, solo che nel suo caso nella bilancia ci va a finire anche dio. quanto dio pesi dipende dalla sua storia, da quanto è stato dalle suore, ecc. così come esiste gente in grado di farsi saltare in aria perchè va in paradiso e pincia con le vergini, esistono mussulmani che si ingozzano di maiale e alcol e non si sognerebbero mai di farsi saltare un unghia, nel loro caso dio pesa poco, o almeno per queste scelte c'è qualcosa che pesa di più.

Tra di noi sussiste un difetto di comunicazione perchè quando scrivo do alcune cose per scontate, e mi rendo conto che, invece, non devo omettere neppure le virgole. Quando ho scritto tutto quello che il credente fa, ho dato per scontato (sbagliando) che si intendesse tutto quello che il credente fa per assecondare il suo dio. Del resto sarei uno stupido se pensassi che ogni azione dell'uomo-credente è compiuta in ossequio alla sua ottica religiosa, e quindi mi pareva ovvio il sottinteso, a meno che per te non era valida la prima opzione.



jessica ha scritto:Noneeeeeeeeeeeeee...
il barelliere dell'unitalsi fa quello che sta facendo per lo stesso motivo per cui lo sta facendo il barelliere ateo. volesse solo accumulare punti fede si chiuderebbe in un convento a pregare e sarebbe sicuro di finire in cielo, senza sporcarsi le mani con la merda dei vecchi.

Ma chi te la detto! Ma come pensi di poter svincolare una buona azione del credente dal convincimento che possa giovare alla sua anima? Il volontariato di Lourdes non per niente è quasi completamente cattolico, e l'Unitalsi è un'associazione cattolica.
E trovo pure ridicolo affermare che i punti-fede si accumulano solo in convento, mentre tutte le altre buone azioni sono svincolate da questa finalità nell'immaginario del cattolico. Ognuno è convinto di assecondare e gratificare Dio nel modo che ritiene più opportuno, togliendo la merda dal culo di un malato o donando anonimamente un milione di euro alla Caritas senza sporcarsi le mani di merda, a proposito delle mille sfumature umane. Il premio posto in cima alla montagna è sempre lo stesso, e cioè il miraggio della vita eterna che accomuna ogni credente, la via per raggiungerlo varia a seconda di chi preferisce scalarla, noleggiare un elicottero, una jeep, ecc.

Multiverso ha scritto: Il barelliere ateo, invece, (a proposito, non ho mai detto che non esistono volontari atei),
qua:
Tutti quelli che accompagnano i malati e stanno bene ci vanno, al
contrario di quanto affermi tu, proprio perchè hanno il miraggio della
vita eterna

Qua dove, scusa? Ah, sì, scusa, maledetto vizio di dare tutto per scontato! Tutti quelli (leggi credenti) che accompagnano i malati (a Lourdes)... Mi pare ovvio che a Lourdes ci vanno i credenti! Certo, può capitare anche l'accompagnatore ateo se si tratta di condurre un parente credente, o l'ateo che ci va per curiosità, ma la regola è altra, questa è solo l'eccezione che la conferma. Il barelliere ateo che presta ad esempio servizio volontario in un ente morale che opera parallelamente al 118, lo farà per le più disparate motivazioni personali, ma sicuramente non per ottenere un premio celeste o gratificare un invisibile spione. Mi pare ovvio, ma è bene non dare mai nulla per scontato...


jessica ha scritto:ed è proprio quello che mi fa dire che vedi il credente-da-cartone animato. che fa le cose solo perchè sennò va all'inferno. ma che gente conosci?
dai su... dicendo così stai facendo il parallelo di fanzaga che dice che l'ateo è ipocrita e contraddittorio perchè non dovrebbe fare nulla, tanto poi finisce tutto per sempre e non è servito a un cazzo.

Questa tua chiosa finale denota che, per il solito difetto di comunicazione di cui faccio ammenda, ho scritto a vuoto ben quattro post.
Io non penso affatto che ogni azione del credente sia dettata da motivazioni religiose, ma ravviso tutta l'ipocrisia del credente ogniqualvolta la sua fede impone un comportamento, e lui si ritrova a farne un altro. Se Gesù gli ha promesso la vita eterna ma lui resta attaccato come una patella allo scoglio della vita, correndo a Lourdes nella speranza di una guarigione impossibile, in quel momento viene smascherato ciò che è il vero, sommo bene per quell'uomo, e cioè la vita biologica e non la morte che spalancherebbe all'anima le porte della Gerusalemme celeste.
Il credente è una persona come tutte le altre che vive come se non dovesse morire mai, non perchè crede nella vita eterna ma perchè è convinto, come tutti gli uomini, che toccherà sempre prima agli altri e dopo a lui. Questo è un processo psicologico tipico della natura umana che si sgretola nel momento in cui si scopre di avere un cancro. Ed ecco la corsa a Lourdes invece di gioire per l'imminente trapasso.
Tuttavia il credente, rispetto all'ateo, non se ne rende conto ma ha un'invisibile pistola puntata alla tempia, caricata con la minaccia dell'inferno. Questo terrorismo psicologicio lo porta da un lato a vivere normalmente senza riuscire a sopprimere alcuni istinti, e dall'altro ad avere frequenti sensi di colpa con il confessionale-lavanderia sempre a portata di mano. Per questo motivo le sue buone azioni sono molro spesso finalizzate a recuperare consensi celesti, a differenza dell'ateo che risponde solo alla propria coscienza di ogni cosa che fa.
A Taranto si svolgono ogni anno suggestive processioni durante la settimana santa, e per portare a spalla le statue viene effettuata un'asta la domenica delle palme a suon di centinaia di migliaia di euro. Praticamente tutti i posti se li aggiudicano i boss della malavita locale, mandando al loro posto una testa di paglia a fare il facchino. E tutto questo solo nella convinzione di espiare le proprie colpe davanti a Dio. Nell'ottica del boss questo è un modo per recuperare punti e tranquillizzare la propria coscienza, nell'ottica di un altro credente ci può essere il volontariato alla mensa Caritas, per un altro ancora il servizio sull'altare come chirichetto o scrivere in questo forum difendendo Dio davanti agli ateacci, che magari si cerca pure di convertire.
Il credente è imbevuto come una spugna di precetti, morale religiosa, sensi di colpa, insegnamenti sacri e cultura clericale che rendono difficilmente svincolabili le sue azioni da questi ultimi, e vive un perenne conflitto tra ciò che è e ciò che gli viene imposto di essere. Per tal motivo, nei fatti, nessuno si può definire un vero cristiano e tutte le contraddizioni della fede vengono facilmente smascherate negli atteggiamenti ipocriti del credente.

Il mio intervento sull'argomento finisce definitivamente qui, però, anche se non c'entra nulla con tutto il confronto, promettimi una cosa: ridi ogni tanto!

Da quando ti leggo in questo forum sei sempre così sulle tue, seria, caustica, compassata, polemica, talvolta sferzante e talaltra provocatoria.
Promettimi che ti strappo un bel sorriso se ti racconto quella del nero nudo sulla spiaggia che gioca con suo figlio. Il bambino gli chiede: "Papà posso giocare con il tuo pisello?" e il padre: "Sì ma non allontanarti troppo".

O quella delle due amiche che si confidano:
"Tu lo dici a tuo marito quando raggiungi l'orgasmo?" "No scherzi, non devo disturbarlo quando è in ufficio!!!"

Se non hai ancora riso, provaci almeno con quella delle tre donne gravide che discutono sulla loro gravidanza:
- "Io sono sicura che avrò un maschio perché stavo sopra."
- "Io avrò una femmina perché stavo sotto."
La terza disperata:
- "CAZZO AVRO' UNA PECORA???"

Un abbraccio! saluto...


avatar
Multiverso
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1413
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 15.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Lourdes: Chiesa riconosce guarigione

Messaggio Da Rasputin il Sab 9 Apr - 20:49

jessica ha scritto:
Ates ha scritto:No, sarebbe assurdo, ma io ho scritto che gli stessi che hanno la fiducia della vecchina sarebbero ben capaci di verificare e possono farlo per conto suo, ma non le dicono che esistono molti motivi per cui una persona non dovrebbe credere in tutto quello che la religione le insegna. La verità di cui non le parlano è che la loro verità non è l'unica.
che poi è la stessa opinione che ha wolf qua sopra: la logica è una e funziona, tutto il resto è noia.

Fuffa.

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 50813
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Lourdes: Chiesa riconosce guarigione

Messaggio Da Rasputin il Sab 9 Apr - 21:27

Multiverso ha scritto: Ebbene, se non si vuole subire la pena prevista dalla legge per la violazione di quell'articolo, non si deve rubare farsi beccare

L'unica cosa che ho da eccepire. Ma ho dato verde anch'io eh wink..

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 50813
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Lourdes: Chiesa riconosce guarigione

Messaggio Da Ates il Sab 9 Apr - 21:40

Multi, se avessi potuto ti avrei dato un + doppio, uno per l'IT e uno per l'OT, ma non perché le barzellette facciano particolarmente ridere wink..
avatar
Ates
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1374
Località : Laurasia
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 31.12.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Lourdes: Chiesa riconosce guarigione

Messaggio Da jessica il Sab 9 Apr - 22:50

Multiverso ha scritto:Ti stai un po' confondendo, non sono le mie personali idee ad essere schematiche ma l'abbinamento natura umana con credenza che Gesù Cristo, sua madre e pure i santi hanno il potere di guarire il tuo corpo se lo vogliono, e Dio di mandarti in paradiso se ti comporti bene.
non confondo nulla, se pensi al credente come all'omino da caricatura che hai descritto, i fatti stanno così.

Ed io a essere sincero rivedo la jessica delle interminabili discussioni con Rasp, delle sterili polemiche dialettiche in cui si partiva dalla ricetta per i cannelloni ripieni e si arrivava alla meccanica quantistica pur di avere l'ultima parola, fino al punto in cui il buon Rasp non rispondeva più (cosa che io preferisco fare da subito).
esattamente come sarebbe interminabile per te stare a spiegare a un cattolicoromano che sbaglia a usare la sua logica teologica. il mio difetto è semplicemente di non considerare la situazione irrecuperabile e pensare di potergli far entrare in testa ancora qualcosa. ma tranquillo, col tempo capirò.
chiaramente se pensi che la logica di qualche discussione sia andata persa a favore di un procedere avvocatoriale (che poi è quello che io rimprovero sempre a lui) puoi tranquillamente indicarmi dove, e vedrò di chiarire.

Che ogni uomo sia il prodotto di mille infinitesimali variabili esogene ed endogene, dall'area geografica in cui è nato alla famiglia che lo ha allevato, dalla scuola o dalle amicizie che ha frequentato al carattere che si ritrova, dai geni che gli hanno trasmesso fino ai traumi subiti, ecc. ecc. ecc., mi sembra un dato innegabile che non giustifica affatto la non aderenza pratica con lo schematismo imposto dalla fede.
e quindi?
La legge italiana contempla nel proprio codice penale il reato di furto? Ebbene, se non si vuole subire la pena prevista dalla legge per la violazione di quell'articolo, non si deve rubare, e questo a prescindere dal fatto che uno ruba per mangiare o ruba per arricchirsi ancora di più, o che un ladro è simpatico e un altro antipatico, che uno è straniero e l'altro italiano. La stessa cosa avviene per le regole divine, che tu da credente? atea? non vuoi accettare.
appunto, mi stai dando ragione: pur sapendo che se rubi ti aspetta il male (galera) lo fai lo stesso. perchè? perchè in quel frangente alla scelta contribuiscono molti altri fattori, anche inconsapevoli.
Se la fede significa certezza della vita eterna come garantito da Gesù in uno degli articoli del suo codice cristiano, non puoi fare il credenta fai-da-te che si sporca come vuole, perchè tanto poi c'è la lavanderia del confessionale a farti sentire a posto con la coscienza.
perchè no? lo decidi tu?
Qualsiasi credente non dovrebbe essere attaccato a questa vita terrena, ma accettare con gioia ogni decisione divina, anche un cancro inguaribile.
ma cosa dici... lo vedi, è sempre la caricatura che non ti levi dalla testa. credente che taglia col suo essere uomo, persona, umano, e diventa un ciclo for di tre righe e mezzo, astratto.
Eppure se si ammala corre da Veronesi o a Lourdes, perchè il suo istinto di sopravvivenza se ne fotte del paradiso e della risurrezione di quella carne che intanto sta per morire. Questa è l'ipocrisia della fede che prescinde dalla soggettività del credente e che non può essere giustificata dalle mille gradazioni di comodo.
nessun comodo, dato di fatto. ma comunque, se ti piace chiamare lo sfumato ipocrisia, va bene, allora il credente è ipocrita, così ti metti l'anima in pace. detto ciò, è e continua ad essere così, a credere (o più spesso sperare) in una vita eterna e a vivere da uomo qua, con paure, pulsioni e tutte quelle belle cose che secondo te, la fede, per non essere ipocriti, dovrebbe far sparire.

Stai facendo un bel minestrone di leggi umane, leggi divine, ipocrisia e contraddizione.
Che la legge divina in alcuni casi assolva gli stessi compiti di quella statale sovrapponendosi ad essa, cercando di contenere alcuni istinti umani pericolosi con la minaccia del carcere eterno, è un aspetto socialmente utile che ha positive ricadute concrete.
Ma la norma che vieta al pisellone irrorato del fidanzatino di tovare istintivo rifugio nella farfallina lubrificata della fidanzatina, non è certo una norma utile ma, al contrario, umanamente pericolosa perchè reprime un'innocente e insopprimibile istinto umano.
si ma questo che c'entra, qui stai parlando del tuo giudizio sulla norma divina, che è un altro paio di maniche. io ho fatto il minestrone per tutt'altro motivo, e cioè per spiegarti che tra il sapere che una cosa è male (per i comandamenti, la legge o la tua fidanzatina) e il non farla ne passa. cosa che per te, se si parla di credenti, sembra inconcepibile e manifestazione della più grande ipocrisia cosmica.
Che male fanno quei due se fottono scoprendo le gioie del sesso e la propria sessualità? Infatti tutti i cattolici hanno rapporti prematrimoniali (altra ipocrisia di chi afferma di avere fede e di essere credente).
Che senso avrebbe continuare a vivere con una persona che non si ama più, o con cui c'è totale incompatibilità e soltanto guerra in famiglia, solo perchè Gesù avrebbe detto che il matrimonio è indissolubile?
L'uomo che si trova davanti la moglie dell'amico con minigonna e capezzoli a punta che gli lanciano subliminali e irresistibili richiami sessuali, che colpa ne ha se mentalmente la desidera anche se nei fatti non la possiederà mai? E' colpa sua se l'istinto sessuale gli inebria il cervello? A nessun partner farebbe piacere saperlo e nemmeno lo si auspica, ma nessuna norma lo può impedire, per cui alla fine che male fa se immagina una bella trombata con lei, così come la immaginerà sua moglie con il suo maestro della scuola di ballo?
le domande non sono pertinenti alla discussione, comunque che male faccia lo devi chiedere a chi ci crede. e che male ti faccio se sto con te ma mi pincio tre negroni ? non so, per me si può fare, questione di punti di vista. peraltro norme -leggi- che vietino quanto dici non solo sono pensabilissime, ma sono anche state messe in pratica in più stati. che poi servano o nuocciano, non ho idea e non interessa il discorso.

E invece no! Il nono comandamento punisce e vieta anche il sol pensiero peccaminoso, però nei fatti tutti tradiscono con il pensiero. Tu non ci ravvisi contraddizioni, ipocrisie e assurdità di regole divine che pongono inutili e dannosi fardelli su credenti che non saranno mai in grado di portare, costringendoli a diventare nei fatti delle ipocrite macchiette? Il credente-tipo, quello che non esiste e mai esisterà e che tu affibi al mio schematismo, in realtà rappresenta il modello di credente a cui tutti dovrebbero aspirare e conformarsi. Non è mica colpa mia se questa è la vera, insanabile discrepanza tra paese legale e paese reale.
penso che la fedeltà, anche nei pensieri, il non gingillarti il pistillo pensando alle altre donzelle sia una delle richieste che implicitamente ti avra fatto il 90% delle tue partner
tu sei stato con loro, hai pensato a qualche altra tettona biondona e ti sarai voltato a guardare il culo di marmo di una diciottenne. tua morosa ti ha per qusto trasformato in un ipocrita o in una macchietta da fumetto?
per la sottolineatura, ti faccio notare che nel paese legale dovresti starci dentro anche tu. sei insanabilmente lontano dalla legalità? pensi che le leggi non si possano rispettare? ho capito male e c'erano parti implicite?

Te lo ripeto per l'ennesima volta, la contraddizione sta nel fatto che le leggi divine, con le loro assurde fandonie, chiedono all'uomo ciò che lui non sarà mai in grado di fare.
stai parlando di cattolici? tipo???? chiedo (almeno secondo alcune interpretazioni teologiche) di mirare a quello, a non desiderare la donna d'altri, ad esempio, che è anche quello che ti chiede la tua morosetta.

Se gli dicono che esiste un'altra vita, che quella è la vera vita mentre questa è solo un pellegrinaggio a piedi nudi sulla sabbia rovente che prima termina e meglio è per lui, l'uomo riesce sol per quello a non temere la morte?
se consideri ancora il credente dei cartoni, si.
Le leggi statali sono state create per consentire l'ordinata e sicura convivenza civile, quelle divine per assicurare un posto nell'aldilà, e qui sorgono tutti i ridicoli paradossi e le ipocrisie che rendono il credente un bersaglio fin troppo facile.
falso. sia detto da un ateo che da un credente.

Tra di noi sussiste un difetto di comunicazione perchè quando scrivo do alcune cose per scontate, e mi rendo conto che, invece, non devo omettere neppure le virgole. Quando ho scritto tutto quello che il credente fa, ho dato per scontato (sbagliando) che si intendesse tutto quello che il credente fa per assecondare il suo dio. Del resto sarei uno stupido se pensassi che ogni azione dell'uomo-credente è compiuta in ossequio alla sua ottica religiosa, e quindi mi pareva ovvio il sottinteso, a meno che per te non era valida la prima opzione.
eh, ma continui a non capire che il credente non è fatto di compartimenti stagni. vale pari-pari quanto detto.

Ma chi te la detto! Ma come pensi di poter svincolare una buona azione del credente dal convincimento che possa giovare alla sua anima?
penso perchè è così, e il tuo non capirlo mianifesta ancora una volta la tua visione del credente-bigotto-campagnolo-egoista-che fa bene agli altri solo per far bene a sè. ce ne saranno anche, ma cazzo...
sei mai stato credente? chi qui dentro quando era credente ha fatto del bene a qualcuno per pigliarsi punti fede? chi????? chi ha visto un amico in difficoltà e, pur non fregandogliene un cazzo di nulla l'ha aiutato sbuffando se no finiva all'inferno... dai su... chemminchia di discorso è?????

Il volontariato di Lourdes non per niente è quasi completamente cattolico, e l'Unitalsi è un'associazione cattolica.
E trovo pure ridicolo affermare che i punti-fede si accumulano solo in convento, mentre tutte le altre buone azioni sono svincolate da questa finalità nell'immaginario del cattolico.
che ridicolo scusa? chi me lo fa fare di guadagnare punti fede-merda di malato quando posso guadagnarli standomene in un hotel 4 stelle vaticano a pregare? in paradiso ci vado lo stesso no?? i credenti dovrebbero stare tutti là, no a lourdes.

Ognuno è convinto di assecondare e gratificare Dio nel modo che ritiene più opportuno, togliendo la merda dal culo di un malato o donando anonimamente un milione di euro alla Caritas senza sporcarsi le mani di merda, a proposito delle mille sfumature umane. Il premio posto in cima alla montagna è sempre lo stesso, e cioè il miraggio della vita eterna che accomuna ogni credente, la via per raggiungerlo varia a seconda di chi preferisce scalarla, noleggiare un elicottero, una jeep, ecc.
solo che l'elicottero, qui, è alla portata di tutti e se la merda facesse tanto schifo, seguendo il tuo ragionamento, andrebbero tutti volando. forse se qualcuno va a piedi non è solo la meta ad interessare, ma anche il sentiero.

Qua dove, scusa? Ah, sì, scusa, maledetto vizio di dare tutto per scontato! Tutti quelli (leggi credenti) che accompagnano i malati (a Lourdes)... Mi pare ovvio che a Lourdes ci vanno i credenti! Certo, può capitare anche l'accompagnatore ateo se si tratta di condurre un parente credente, o l'ateo che ci va per curiosità, ma la regola è altra, questa è solo l'eccezione che la conferma.
no. ci sono anche gli atei, anche se non molti, che fanno servizio tanto e come i credenti. magari non vanno alle messe riservate ai barellieri. e lo fanno senza pensare alla montagna, come molti dei credenti, ma solo perchè convinti di star facendo qualcosa di umanamente buono o utile.

Il barelliere ateo che presta ad esempio servizio volontario in un ente morale che opera parallelamente al 118, lo farà per le più disparate motivazioni personali, ma sicuramente non per ottenere un premio celeste o gratificare un invisibile spione. Mi pare ovvio, ma è bene non dare mai nulla per scontato...
anche il credente del 118 che non sia da fumetto.

Questa tua chiosa finale denota che, per il solito difetto di comunicazione di cui faccio ammenda, ho scritto a vuoto ben quattro post.
Io non penso affatto che ogni azione del credente sia dettata da motivazioni religiose, ma ravviso tutta l'ipocrisia del credente ogniqualvolta la sua fede impone un comportamento, e lui si ritrova a farne un altro.
no. tu non hai detto solo questo. hai detto chiaramente (e se vuoi domani ti cerco le parole esatte che adesso c'hosonno) che il credente fa il bene per il paradiso e l'ateo lo fa perchè è figo. ed è proprio per questo (anche...) che ho scritto la papparfdella di cui sopra sui credenti-fumetto.

Se Gesù gli ha promesso la vita eterna ma lui resta attaccato come una patella allo scoglio della vita, correndo a Lourdes nella speranza di una guarigione impossibile, in quel momento viene smascherato ciò che è il vero, sommo bene per quell'uomo, e cioè la vita biologica e non la morte che spalancherebbe all'anima le porte della Gerusalemme celeste.
...fumetto ancora... avanti...
Il credente è una persona come tutte le altre che vive come se non dovesse morire mai, non perchè crede nella vita eterna ma perchè è convinto, come tutti gli uomini, che toccherà sempre prima agli altri e dopo a lui. Questo è un processo psicologico tipico della natura umana che si sgretola nel momento in cui si scopre di avere un cancro. Ed ecco la corsa a Lourdes invece di gioire per l'imminente trapasso.
Tuttavia il credente, rispetto all'ateo, non se ne rende conto ma ha un'invisibile pistola puntata alla tempia, caricata con la minaccia dell'inferno.
si,si, ho capito e ti ho già risposto sopra... quando un uomo diventa credente, non si distacca dalla sua parte umana cazzo.

Questo terrorismo psicologicio lo porta da un lato a vivere normalmente senza riuscire a sopprimere alcuni istinti, e dall'altro ad avere frequenti sensi di colpa con il confessionale-lavanderia sempre a portata di mano. Per questo motivo le sue buone azioni sono molro spesso finalizzate a recuperare consensi celesti, a differenza dell'ateo che risponde solo alla propria coscienza di ogni cosa che fa.
ma per favore... ma io mi chiedo che credenti tu conosca.

A Taranto si svolgono ogni anno suggestive processioni durante la settimana santa, e per portare a spalla le statue viene effettuata un'asta la domenica delle palme a suon di centinaia di migliaia di euro. Praticamente tutti i posti se li aggiudicano i boss della malavita locale, mandando al loro posto una testa di paglia a fare il facchino. E tutto questo solo nella convinzione di espiare le proprie colpe davanti a Dio. Nell'ottica del boss questo è un modo per recuperare punti e tranquillizzare la propria coscienza, nell'ottica di un altro credente ci può essere il volontariato alla mensa Caritas, per un altro ancora il servizio sull'altare come chirichetto o scrivere in questo forum difendendo Dio davanti agli ateacci, che magari si cerca pure di convertire.
Il credente è imbevuto come una spugna di precetti, morale religiosa, sensi di colpa, insegnamenti sacri e cultura clericale che rendono difficilmente svincolabili le sue azioni da questi ultimi, e vive un perenne conflitto tra ciò che è e ciò che gli viene imposto di essere. Per tal motivo, nei fatti, nessuno si può definire un vero cristiano e tutte le contraddizioni della fede vengono facilmente smascherate negli atteggiamenti ipocriti del credente.
lezione di paranormale: indovina cosa sto per dirti? questa è una visione da credente dei fu... ?

Il mio intervento sull'argomento finisce definitivamente qui, però, anche se non c'entra nulla con tutto il confronto, promettimi una cosa: ridi ogni tanto!

Da quando ti leggo in questo forum sei sempre così sulle tue, seria, caustica, compassata, polemica, talvolta sferzante e talaltra provocatoria.
Promettimi che ti strappo un bel sorriso se ti racconto quella del nero nudo sulla spiaggia che gioca con suo figlio. Il bambino gli chiede: "Papà posso giocare con il tuo pisello?" e il padre: "Sì ma non allontanarti troppo".

O quella delle due amiche che si confidano:
"Tu lo dici a tuo marito quando raggiungi l'orgasmo?" "No scherzi, non devo disturbarlo quando è in ufficio!!!"

Se non hai ancora riso, provaci almeno con quella delle tre donne gravide che discutono sulla loro gravidanza:
- "Io sono sicura che avrò un maschio perché stavo sopra."
- "Io avrò una femmina perché stavo sotto."
La terza disperata:
- "CAZZO AVRO' UNA PECORA???"

Un abbraccio!


mi spiace, non posso. ho fatto voto di sofferenza perenne.
ti faccio notare, come spunto di riflessione, che uscite come questa del sei triste, prova a goderti la vita, e co. ce l'hanno di solito i credenti nei confronti degli atei che stanno scassando loro la minchia con giringiro logici, argumenti ad fallaciam postabilis e solite cose del genere, quando non vanno più avanti.
avatar
jessica
---------------------
---------------------

Numero di messaggi : 6701
Occupazione/Hobby : alta sacerdotessa della GVR, non collezionatrice di francobolli
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 23.06.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Lourdes: Chiesa riconosce guarigione

Messaggio Da Multiverso il Sab 9 Apr - 23:23

jessica ha scritto:

mi spiace, non posso. ho fatto voto di sofferenza perenne.

Non si nota mica!
Mi dispiace, davvero... saluto...
avatar
Multiverso
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1413
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 15.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Lourdes: Chiesa riconosce guarigione

Messaggio Da Muriel il Dom 10 Apr - 12:43

jessica ha scritto:p.s.
complimenti muriel per il bel post
grazie cara. purtroppo non credo di poter dire la stessa cosa dei tuoi Rolling Eyes

Werewolf ha scritto:Non è così per tutti indovina esclusivamente riguardo a cosa: il credo
religioso. E' l'unico caso in cui, poiché nella stragrande maggioranza
delle volte esso viene insegnato sin da piccoli, non vengono chieste
prove o si metta in dubbio qualcosa.
bingo. è buffo sentirsi chiedere prove e verifiche fatte sul campo di persona da gente che quando si parla di credere in dio se la cava col solito discorso trito e ritrito della fede, che invece, guarda caso, non ha bisogno di prove... Rolling Eyes

Multiverso ha scritto:Qualsiasi credente non dovrebbe essere attaccato a questa vita terrena,
ma accettare con gioia ogni decisione divina, anche un cancro
inguaribile. Eppure se si ammala corre da Veronesi o a Lourdes, perchè
il suo istinto di sopravvivenza se ne fotte del paradiso e della
risurrezione di quella carne che intanto sta per morire. Questa è
l'ipocrisia della fede che prescinde dalla soggettività del credente e
che non può essere giustificata dalle mille gradazioni di comodo.
eh ma se così fosse non potrebbero rompere le palle ai vari englaro/welby con l'accanimento terapeutico, no? voglio dire, se una persona è in coma da 16 anni e per lei non ci sono più speranze, guai a parlare di eutanasia: i suoi familiari potrebbero essere alleggeriti da un problema che dal punto di vista medico non ha soluzione, e così non pregherebbero più per il malato ormai clinicamente defunto, non soffrirebbero più per lui, e lo sappiamo bene che invece la religione trae la sua forza soprattutto dalla sofferenza e dal dolore (e lo dico dato che siamo in tema con le "guarigioni" di lourdes, tra l'altro). quindi direi che hanno il loro bel tornaconto a non disdegnare la medicina, visto che oltre a salvare le loro chiappe può perorare alcune loro "nobili" cause. Rolling Eyes

Se Gesù gli ha promesso la vita eterna ma lui resta attaccato come una
patella allo scoglio della vita, correndo a Lourdes nella speranza di
una guarigione impossibile, in quel momento viene smascherato ciò che è
il vero, sommo bene per quell'uomo, e cioè la vita biologica e non la
morte che spalancherebbe all'anima le porte della Gerusalemme celeste.
no, ma che dici! questi sono i credenti-fumetto, quelli della realtà sono completamente diversi... Rolling Eyes
voglio dire, la vita è il più bel dono di dio e non bisogna nè abortire nè staccare spine anche se si soffre tantissimo per poterlo onorare, cioè, però è anche giusto sacrificarsi e privarsi di un mucchio di cose che la stessa vita - sempre preziosissimo dono di dio - ci mette a disposizione, perchè nell'aldilà c'è una vita ben più grande ed eterna, e quindi in questa qui bisogna soffrire e superare delle prove per meritarsela, e allora... insomma hai capito no? cioè, voglio dire, a me sembra chiarissimo. Rolling Eyes

O quella delle due amiche che si confidano:
"Tu lo dici a tuo marito quando raggiungi l'orgasmo?" "No scherzi, non devo disturbarlo quando è in ufficio!!!"
ahah bella questa, ne conoscevo una versione alternativa in cui una neo-mamma porta a spasso il figlio appena nato nella carrozzina insieme ad un'amica. la donna, guardando ammirata il suo bambino dice "è tutto suo padre", e l'amica le risponde "sì, però un po' somiglia anche a tuo marito" rendeer

Muriel
-----------
-----------

Femminile Numero di messaggi : 1760
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 30.12.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Lourdes: Chiesa riconosce guarigione

Messaggio Da Multiverso il Dom 10 Apr - 14:41

Muriel ha scritto:ahah bella questa, ne conoscevo una versione alternativa in cui una neo-mamma porta a spasso il figlio appena nato nella carrozzina insieme ad un'amica. la donna, guardando ammirata il suo bambino dice "è tutto suo padre", e l'amica le risponde "sì, però un po' somiglia anche a tuo marito" rendeer

ahahahahahah bella anche questa! Beati noi che possiamo ridere... ahahahahahah

P.S. Muriel sei tu nella foto? Se sì, ci possiamo fidanzare? Sono un bravo ragazzo, non credo in Dio, non vado a messa la domenica, non mi confesso, non verso l'8x1000 alla Chiesa, se compio una buona azione è unicamente per il bene del prossimo e non per Dio, considero la sofferenza senza sbocco un inutile e inumano accanimento che lede la dignità del malato, di ogni gesto che compio rispondo solo alla mia coscienza che non potrò mai ingannare, non credo nei miracoli di Lourdes ma credo nell'unico, vero miracolo che è la fortuna di essere nato, non recito giaculatorie ma contemplo estasiato la complessità del Cosmo e della vita, quando sarà giunta la mia ora non domanderò l'estrema unzione ma ringrazierò tutti quelli che mi hanno conosciuto e che con me hanno condiviso queste irripetibili scintille di vita, emozioni e sentimenti. wink..
avatar
Multiverso
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1413
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 15.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Lourdes: Chiesa riconosce guarigione

Messaggio Da Ates il Dom 10 Apr - 15:40

Multiverso ha scritto:
P.S. Muriel sei tu nella foto? Se sì, ci possiamo fidanzare? Sono un bravo ragazzo, non credo in Dio, non vado a messa la domenica, non mi confesso, non verso l'8x1000 alla Chiesa, se compio una buona azione è unicamente per il bene del prossimo e non per Dio, considero la sofferenza senza sbocco un inutile e inumano accanimento che lede la dignità del malato, di ogni gesto che compio rispondo solo alla mia coscienza che non potrò mai ingannare, non credo nei miracoli di Lourdes ma credo nell'unico, vero miracolo che è la fortuna di essere nato, non recito giaculatorie ma contemplo estasiato la complessità del Cosmo e della vita, quando sarà giunta la mia ora non domanderò l'estrema unzione ma ringrazierò tutti quelli che mi hanno conosciuto e che con me hanno condiviso queste irripetibili scintille di vita, emozioni e sentimenti. wink..

Si si tante belle parole, ma ti sei dimenticato il requisito più importante:
la tua età

Devi essere un diretto discendente dei patriarchi antidiluviani se vuoi avere qualche speranza.

ahahahahahah moon lookaround
avatar
Ates
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1374
Località : Laurasia
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 31.12.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Lourdes: Chiesa riconosce guarigione

Messaggio Da Multiverso il Dom 10 Apr - 16:14

Ates ha scritto:
Si si tante belle parole, ma ti sei dimenticato il requisito più importante:
la tua età

Devi essere un diretto discendente dei patriarchi antidiluviani se vuoi avere qualche speranza.

ahahahahahah moon lookaround

ahahahahahah ma Muriel ha soltanto 27 anni...
avatar
Multiverso
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1413
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 15.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Lourdes: Chiesa riconosce guarigione

Messaggio Da Ates il Dom 10 Apr - 16:21

Multiverso ha scritto:
Ates ha scritto:
Si si tante belle parole, ma ti sei dimenticato il requisito più importante:
la tua età

Devi essere un diretto discendente dei patriarchi antidiluviani se vuoi avere qualche speranza.

ahahahahahah moon lookaround

ahahahahahah ma Muriel ha soltanto 27 anni...

Lo ben so Royales
Ma a qualcuna piace maturo
avatar
Ates
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1374
Località : Laurasia
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 31.12.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Lourdes: Chiesa riconosce guarigione

Messaggio Da Multiverso il Dom 10 Apr - 20:18

Ates ha scritto:
Multiverso ha scritto:
Ates ha scritto:
Si si tante belle parole, ma ti sei dimenticato il requisito più importante:
la tua età

Devi essere un diretto discendente dei patriarchi antidiluviani se vuoi avere qualche speranza.

ahahahahahah moon lookaround

ahahahahahah ma Muriel ha soltanto 27 anni...

Lo ben so Royales
Ma a qualcuna piace maturo

Che moon allora potrei essere l'uomo della sua vita dall'alto dei miei 42 anni! wink.. Mi dispiace solo di essere considerato un diretto discendente dei patriarchi antidiluviani ahahahahahah
avatar
Multiverso
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1413
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 15.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Lourdes: Chiesa riconosce guarigione

Messaggio Da davide il Dom 10 Apr - 23:52

Mi pare che il buon multi ultimamente abbia gli armoni "leggermente" in agitazione hihihihih

davide
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11205
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 14.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Lourdes: Chiesa riconosce guarigione

Messaggio Da Muriel il Lun 11 Apr - 13:44

@multiverso, tutti i tuoi requisiti compresi l'età vanno benissimo, mettiti pure in coda
comunque a parte gli scherzi no, la tipa nella foto non sono io: ho due gobbe, un occhio di vetro e l'altro di plastica (non avevo abbastanza soldi per entrambi), una gamba di legno e mi mancano gli incisivi, puoi ammirare un paio di miei dagherrotipi nelle prime 5-6 pagine del thread fotografico, nell'area riservata (però un particolare in comune con la ragazza dell'avatar ce l'ho )

@ates, sì sì prendi pure per il culo, tanto lo so che vorresti avere trent'anni in più per poter uscire con me, ahahahahahah

Muriel
-----------
-----------

Femminile Numero di messaggi : 1760
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 30.12.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Lourdes: Chiesa riconosce guarigione

Messaggio Da Ates il Lun 11 Apr - 13:59

Muriel ha scritto:
@ates, sì sì prendi pure per il culo, tanto lo so che vorresti avere trent'anni in più per poter uscire con me, ahahahahahah

Si si, sollazzati adesso che fra 20 anni vorrai avere 25 anni di meno per poter uscire con me mgreen
avatar
Ates
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1374
Località : Laurasia
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 31.12.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Lourdes: Chiesa riconosce guarigione

Messaggio Da Muriel il Lun 11 Apr - 14:09

Ates ha scritto:Si si, sollazzati adesso che fra 20 anni vorrai avere 25 anni di meno per poter uscire con me
tra vent'anni sarò una quasicinquantenne sulla via della menopausa che dovrà fare i conti con dei figli che vorranno fare la comunione e la cresima a tutti i costi per farsi regalare playstation, ipod e smartphone... avrò ben altri motivi per desiderare di tornare giovine, che uscire con i quarantenni

comunque ho notato che nella discussione del gigante e la bambina non sono stati copiati gli interventi di avalon e niques che ben prima di me avevano espresso la loro propensione all'uomo maturo, sempre nel thread delle foto... e io che ero intervenuta solo per dare manforte al loro discorso! ora va a finire che divento la signorina edipo (anzi, elettra) per eccellenza uffa ahahah

Muriel
-----------
-----------

Femminile Numero di messaggi : 1760
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 30.12.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Lourdes: Chiesa riconosce guarigione

Messaggio Da Rasputin il Lun 11 Apr - 17:23

Mi sa che è colpa mia mi devono essere sfuggiti

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 50813
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Lourdes: Chiesa riconosce guarigione

Messaggio Da Multiverso il Lun 11 Apr - 17:31

davide ha scritto:Mi pare che il buon multi ultimamente abbia gli armoni "leggermente" in agitazione hihihihih

Per ultimamente intendi gli ultimi 29 anni? ahahahahahah
avatar
Multiverso
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1413
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 15.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Lourdes: Chiesa riconosce guarigione

Messaggio Da Multiverso il Lun 11 Apr - 17:35

Muriel ha scritto:@multiverso, tutti i tuoi requisiti compresi l'età vanno benissimo, mettiti pure in coda
comunque a parte gli scherzi no, la tipa nella foto non sono io: ho due gobbe, un occhio di vetro e l'altro di plastica (non avevo abbastanza soldi per entrambi), una gamba di legno e mi mancano gli incisivi, puoi ammirare un paio di miei dagherrotipi nelle prime 5-6 pagine del thread fotografico, nell'area riservata (però un particolare in comune con la ragazza dell'avatar ce l'ho )


Ignoravo l'esistenza del thread facce da forum, provvedo anch'io.
Ho visto le foto e sono in fila, quanti ce ne sono prima di me? ahahahahahah
avatar
Multiverso
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1413
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 15.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Lourdes: Chiesa riconosce guarigione

Messaggio Da Muriel il Lun 11 Apr - 17:44

Rasputin ha scritto:Mi sa che è colpa mia mi devono essere sfuggiti
certo che è colpa tua, la mia era una velata allusione al fatto hai lasciato i miei post soli e abbandonati in quel thread come se fossi una gerontofila

Multiverso ha scritto:Ignoravo l'esistenza del thread facce da forum, provvedo anch'io.
Ho visto le foto e sono in fila, quanti ce ne sono prima di me?
ahahah mah così tanti che ho smesso di contarli guarda
(sappi comunque che ates è il primo della lista anche se non lo ammetterà mai )

Muriel
-----------
-----------

Femminile Numero di messaggi : 1760
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 30.12.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Lourdes: Chiesa riconosce guarigione

Messaggio Da SergioAD il Lun 11 Apr - 18:01

E porco demonio! compreso e senza il rovescio...

Stupida fila! Col fatto che ero il più piccolo quando si decideva di giocare al dottore a me mi facevano portare l'autoambulanza dico "come? non siamo già nello studio?", dice "noi si! Tu e Chantal dovete portare il fratellino di Wilma", e finivo a giocare con le macchinette matchbox col fratellino di Wilma. Poi è cresciuto il mio di fratellino e dovevo stare con lui quando giocavano a cache-cache... meno male che c'hanno pensato le tate :)

Ma ditemi cos'è compreso e senza il rovescio?

SergioAD
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6602
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 30.01.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Lourdes: Chiesa riconosce guarigione

Messaggio Da Rasputin il Lun 11 Apr - 18:14

va bene Muriel dammi un riferimento e se vuoi vedo quello che posso fare cosí ti faccio compagnia da buon pederasta ah ah

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 50813
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Lourdes: Chiesa riconosce guarigione

Messaggio Da Multiverso il Lun 11 Apr - 18:24

SergioAD ha scritto:E porco demonio! compreso e senza il rovescio...

Stupida fila!...
Io nelle file preferisco sempre essere l'ultimo... ahahahahahah
avatar
Multiverso
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1413
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 15.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Lourdes: Chiesa riconosce guarigione

Messaggio Da Rasputin il Lun 11 Apr - 18:39

Multiverso ha scritto:
SergioAD ha scritto:E porco demonio! compreso e senza il rovescio...

Stupida fila!...
Io nelle file preferisco sempre essere l'ultimo... ahahahahahah

Anch'io. Se quella davanti è una donna, a volte indulgo al piacere di gettarle davanti ai piedi una banconota da 50 mgreen

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 50813
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 13 di 16 Precedente  1 ... 8 ... 12, 13, 14, 15, 16  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum