quindi la bibbia è un'invenzione?

Pagina 8 di 9 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: quindi la bibbia è un'invenzione?

Messaggio Da SergioAD il Sab 30 Apr - 9:54

In effetti rivado off topic per ringraziare a modo mio... da piccolo balbettavo e tra le mille cose sembrava che acchiappassi meglio le donne, infatti ho smesso di balbettare quando m'ha acchiappato Katia ma al telefono sembravo un maniaco perché la gente sentiva solo il respiro animoso senza vedere lo sforzo che facevo per tirare fuori la parola "ppp...pronto affanculo" (no la parolaccia non era per la sindrome di tourette ma come gesto liberatorio) in effetti la gente attaccava prima che rispondessi pensando che fosse prima che venissi... in effetti andare al telefono non era salutare e mi nascondevo in attesa che qualcuno rispondesse e gridavo "è per me!" subito dopo. Quando mi toccava chiamare era brutto sentire la gente dire "pronto... pronto.... pronto... maiale!" e attaccavano... finché non decisi di dire "Aaaaaaah! son io!" in entrata ed in uscita almeno non mandavo la gente affanculo.

Una volta a fontana di trevi facevo il filo alle straniere con la chitarra ed un signore mi voleva mettere una nocciolina in bocca, come i sassolini di Demostene o Plutarco, mentre dicevo "no grazie" mi aveva infilato in bocca la nocciolina e pezzi del suo indice e pollice... non ho più aperto la bocca quella sera e mi si era accumulato un nembo in bocca da aprire l'ombrello, non ricordo dove lo sputai, io non sono omofobo ma stare vicino ad un "omofago" mette soggezione... insomma la mia balbuzie è stata un potente socializzatore! Voglio dire che scartare tutti i termini balbettevoli velocemente fino alla parola aulica riempente e tirarla fuori in tempo è il macello dei palleggiatori parasimpatici che lavorano nel mio corpo! E' più facile a scriverle che dirle queste cose, comunque facevo finta di non balbettare piuttosto bene!

SergioAD
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6602
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 30.01.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: quindi la bibbia è un'invenzione?

Messaggio Da uoz il Sab 30 Apr - 11:33

remigio ha scritto:mi pare che in questo 3d non c'è nessun credente che mi sostiene, sono solo a dibattere contro dei leoni inferociti,non posso certo tener testa a tutti questi leoni. finiro per essere divorato cosi

"Così io vi mando, come agnelli tra i lupi"

uoz
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 777
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 07.01.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: quindi la bibbia è un'invenzione?

Messaggio Da delfi68 il Mer 23 Ott - 19:00


delfi68
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11250
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: quindi la bibbia è un'invenzione?

Messaggio Da delfi68 il Gio 24 Ott - 6:09

..oh..oh..
Ma sapete che sto rileggendo la bibbia che ho in casa, aprendo pagine a caso..e questo Biglino qui c'ha ragione!

L'AT non parla mai di dio! ..l'altissimo, Elohim, e signore, in effetti non vogliono dire espressamente DIO, ma dio e' l'interpretazione che si da a degli individui..
La bibbia non parla mai di nessun paradiso extraterreno..si parla di ambiti, girdini, serre, territori..

La bibbia, scevra delle interpretazioni teologiche, racconta tutta un'altra storia..

L'esercizio> Facciamo finta che gli autori della bibbia voilevano dire proprio quello che hanno scritto< consente una rilettura del tutto diversa..

E oltretutto non sapevo che i rabbini, non coincidono SEMPRE con i rabbini teologi, ci sono rabbini che leggono la bibbia esattamente com'e' con metodo bibliografico e dichiarano languidamente che la bibbia NON E" un testo religioso, ma solo un testo piu' o meno storico mia che sostanzialmente racconta una storia, piu' o meno inventata. MA NON  PARLA DI DIO.

Mose', ammettono languidi all'universita' ebraica americana di N.Y., molto probabilmente non e' mai esistito..anche perche' all'epoca di Mose' nemmeno esisteva la lingua Ebraica, ma solo dialetti diversi, e sostanzialmente parlavano, in quel luogo e quel tempo..l'egiziano! (qualunque cosa sia l'egiziano che intende NON era ebraico!).

delfi68
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11250
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: quindi la bibbia è un'invenzione?

Messaggio Da Il Distruttore Hara il Gio 24 Ott - 7:34

delfi68 ha scritto:Ma sapete che sto rileggendo la bibbia che ho in casa, aprendo pagine a caso..e questo Biglino
Premesso che anch'io mi sono divertito coi tube delle "conferenze" del sunnominato.

Biglino, è un'altro che rimescola nelle vecchie alieniche sciocchezze, riuscendo a farci soldi (giustamente) con un modico prelievo nelle tasche dela gente, tra i quali molti si convertono al nuovo messia.
Tra l'altro è stato più volte invitato al confronto sulle sciocchezze che dice, ma ha sempre declinato gli inviti. In compenso ha messo su youtube video alla berlusconi in cui se la canta e se la suona.
Da notare che le poche volte che c'azzecca cita, senza occiamente dirlo, alla lettera opiniono espresse su forum di studio.
Comunque al tipo non manca una certa simpatia unita a una qualche capacità di fronte al pubblico
Spoilero l'ultima, in senso temporale, confutactio

Spoiler:
Evemero da Messina (in gr.: Εὐήμερος, in lat.: Euhemerus; Messina, ca. 330 a.C. – Alessandria d’Egitto, ca. 250 a.C.) è stato un filosofo, storico e scrittore greco antico d’età ellenistica.” (cit.) Detta così, in effetti, sembra quasi di trovarsi davanti davvero al classico Carneade di manzoniana memoria. Invece, il filosofo greco è passato alla storia per una sua sorprendente ipotesi, che non ha mancato di lasciare tracce pesanti nell’evoluzione filosofica, teologica e spirituale dell’Umanità. Il buon Evemero, infatti, con intuizione non necessariamente infelice, teorizzò che gli Dei in quanto tali (cioè Esseri Superiori da cui dipendeva il destino degli Uomini) non esistevano affatto. Essi rappresentavano, secondo lui, il ricordo romanzato di uomini venerabili e potenti, che, nel corso delle generazioni, erano stati divinizzati e resi Dei immortali, ciascuno secondo le proprie capacità umane originali. Evemero espose le sue concezioni filosofico/teologiche nell’opera Ἱερὰ ἀναγραφή (“Hierà anagraphé“, tradotta da Ennio come “Sacra scriptio“), in cui, paradossalmente, di sacro vi è ben poco; l’opera stessa è giunta fino a noi solo in frammenti e per via di tradizione riportata e riadattata nel corso dei secoli. Gran parte di ciò che conosciamo delle sue idee lo dobbiamo a Diodoro Siculo.
Nella “Storia sacra” vi è il racconto di un viaggio immaginario (ampia consuetudine letteraria e didascalica dell’epoca), in cui viene descritta una città ideale (Pancaia Παγχαία- o Panchea), sita in un’isola dell’Oceano Indiano (già noto ai tempi di Alessandro il Grande); questa città, secondo “canoni” classici, è retta attraverso un sistema collettivista, dal quale si dipana poi l’impianto evemerista.
Non male, come intuizione: lo si deve riconoscere. Una interpretazione di tal guisa, razionale e “fredda”, deve essere comunque apprezzata, specialmente se la si inquadra nel contesto storico, pur sempre razionalista e (oserei dire) “pre-scientista” della Grecia del IV-III secolo a.C. Rappresenta di certo, insomma, un vero salto in avanti, se raffrontato alla allora nascente dicotomia fra religiosità e spiritualità spesso a carattere magico e superstizioso da una parte, e un ateismo ante litteram privo di basi antropologiche, dall’altra. In assenza di basi concrete, e basandosi soltanto su un’intuizione a priori, Evemero getta le basi per un sistema che, apparentemente destinato ad essere presto dimenticato, rimase ben vivo, alimentando dispute teoriche a cadenza quasi periodica.
Oggigiorno, tuttavia, l’evemerismo (di cui si può trovare un breve riassunto FINANCO su Wikipedia) non rappresenta più una corrente di rilievo nella filosofia ateo/scientista, che utilizza legittime argomentazioni di altro tipo, non ultime quelle indicate fin dai tempi di Freud, e che attingono a piene mani a constatazioni di tipo analitico. Per correttezza, suggerisco anche lalettura di considerazioni di verso opposto a quelle freudiane, ancorché garbatamente polemiche (e non prive, comunque, di pregio).
Una definizione “datata”, ma corretta, del termine si trova qui, da autorevole fonte. Personalmente, ho iniziato ad individuare con questo termine la tendenza (purtroppo, spesso legata a biechi interessi solo editoriali) a voler “interpretare-senza-interpretare-ma-facendo-finta-che” con una notevole -diciamo…- disinvoltura alcuni famosi testi sacri, in primo luogo la Bibbia. Queste interpretazioni propugnano invariabilmente l’idea (basata sul nulla, nella migliore delle ipotesi) che la Bibbia, specialmente il Pentateuco (i primi 5 libri dell’Antico Testamento, tradizionalmente attribuiti a Mosè), sia non già il Libro Sacro di un popolo e di tre Religioni, ma il resoconto semplicione di semi-barbari primitivi di uno sbarco alieno in grande stile sulla Terra. In altri termini, gli Elohim sarebbero alieni, e YHWH (il Dio degli Ebrei e dei Cristiani) uno di loro, per giunta neppure tanto sveglio e niente affatto perbene. Come si vede, una visione “moderna”, e quindi neo-evemerista, delle ipotesi di Evemero. Nulla di originale, quindi. Con l’aggravante che, in questo caso, non esiste alcun percorso storico-filosofico serio che conduca a simili risibili affermazioni.
Per quel che mi consta, a parte numerosi tentativi nel corso dei secoli presto caduti giustamente nel dimenticatoio, la corrente neo-evemerista iniziò il suo chiassoso e poco credibile percorso negli anni ’60 del Novecento, allorquando il rev. Barry Downing (statunitense, e, come molti suoi conterranei, incline al sensazionalismo: “Absit iniuria verbis“), dottore di ricerca sul rapporto Scienza-Religione all’Università di Edinburgo , scrisse “The Bible and Flying Saucers” (1968, 1997), “passando il concetto” al famoso Erich von Daniken (dei cui errori e plagi parleremo in altra circostanza). A seguire, sulle medesime orme del Reverendo (il quale sosteneva che gli angeli della Bibbia erano in realtà alieni e che furono costoro a parlare a Mosé sul Monte Sinai, monte da cui il Profeta sarebbe salito di un UFO appositamente per ricevere le Tavole della Legge, nonché che Gesù era un extraterrestre mandato sulla Terra per redimere il mondo dai suoi orribili peccati…) si pose il giornalista francese Claude Vorilhon. Ribattezzatosi Rael, quest’ultimo diede forma teologica agli assunti di Downing, creando una vera e propria religione (il Raelismo), che conterebbe circa 40.000 seguaci.
Oggi, sull’onda decisamente acritica di un’adesione ad una visione neo-millenaristica della Religione (segnatamente quella di origine giudeo-cristiana), impazzano i “testi” e gli “articoli” del sig. Mauro Biglino, il quale, in buona sostanza, indirizza la sua “azione scientifica” nel senso di raffazzonate “traduzioni”, non riconosciute da alcuno “al di fuori di lui” e dei suoi seguaci. Basta visitare il sito di Consulenza Ebraica, per leggere della ilarità suscitata dalle fantasiose interpretazioni di questo Autore.
Per quanto riguarda la definizione di “neo-evemerismo”, penso possa bastare. Per quanto riguarda, invece, le fantasie in puro stile “Guerre Stellari” di taluno, ci torneremo. Con un’avvertenza: noi non spariamo mai, né con cannoni, né con altro. Noi ARGOMENTIAMO, se del caso “a contrariis”. Comunque, se qualcuno intende suonare le sue trombe, A.S.P.I.S. ed io suoneremo le nostre campane.



Bocciato!


Ultima modifica di Il Distruttore Hara il Gio 24 Ott - 7:57, modificato 1 volta (Ragione : auto moderazione per violazione di privacy)

Il Distruttore Hara
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1070
Età : 1983
Località : Lolliland
Occupazione/Hobby : Anche no
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 18.10.13

http://olasognodishakti.blogfree.net/  http://consulenzaebraica.

Tornare in alto Andare in basso

Re: quindi la bibbia è un'invenzione?

Messaggio Da SergioAD il Gio 24 Ott - 7:44

Di Biglino s'è letto e gli hanno tolto la pagina Wikipedia, secondo me ingiustamente per le altre ciofeghe che ci sono restate.

Però attento a non smarcare la Bibbia che resta un libro da bruciare per il danno che ha prodotto (come dice Nicola Glielmi).

SergioAD
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6602
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 30.01.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: quindi la bibbia è un'invenzione?

Messaggio Da Il Distruttore Hara il Gio 24 Ott - 7:54

SergioAD ha scritto:Però attento a non smarcare la Bibbia che resta un libro da bruciare per il danno che ha prodotto (come dice Nicola Glielmi).


Io direi che bruciare i libri può essere pessima idea, magari non leggerli è meglio, ed è pure più semplice.

A meno che tu non ti riferisca alla conversione di senso operata dal cristianesimo per quanto riguarda danni, ormai si sa che abbiamo opinioni diverse. E così è anche meglio, che parlare con chi la pensa come me non mi diverte affatto.


Eppoi letterariamente a me, ed a altri, l'epico da gusto...

Il Distruttore Hara
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1070
Età : 1983
Località : Lolliland
Occupazione/Hobby : Anche no
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 18.10.13

http://olasognodishakti.blogfree.net/  http://consulenzaebraica.

Tornare in alto Andare in basso

Re: quindi la bibbia è un'invenzione?

Messaggio Da SergioAD il Gio 24 Ott - 9:07

Io ti prego, lo dico perché ho deciso che mi capisci, stiamo parlando di danni, probabilmente conosci Glielmi perché al limite lo avrai cercato in rete e allora si che potresti dire che egli ha torto e allora si parla di qualcosa di preciso.

Ti potrei descrivere come costruire uno scenario tattico in cui definire un zona letale ed applicarla, o descrivere come costruire a bassissimo costo ordigni letali - ed in quel caso si direbbe "bruciate i testi di Sergio per il danno che provocano!" eppoi tu ed alcuni altri potreste farci una libreria - il problema è da un'altra parte.

Spero davvero di essermi spiegato, perché i "direi", "suggerisco" e company non sono mezzi per l'amichevole dibattito - parlo così perché ho deciso che tu mi capisca.

Forse ampliamo lo spazio delle presentazioni così ci mettiamo la costellazione che ci descriva, figurati se non trovi altri me compreso a cui piace l'epico!

Tra non descrive la propria attività e dire "ma anche no" come leggo vicino al tuo avatar, potresti o farci sapere che non fai nulla o che non ritieni di doverlo dire a noi. Queste piccole cose arrivano, a me anche negli interstizi delle cose che ci diciamo mi faccio le "pippe mentali per gioco" diciamo. Altrimenti il tempo libero se non è ludico non è per me.

SergioAD
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6602
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 30.01.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: quindi la bibbia è un'invenzione?

Messaggio Da loonar il Gio 24 Ott - 9:26

Il Distruttore Hara ha scritto:
SergioAD ha scritto:Però attento a non smarcare la Bibbia che resta un libro da bruciare per il danno che ha prodotto (come dice Nicola Glielmi).

Io direi che bruciare i libri può essere pessima idea, magari non leggerli è meglio, ed è pure più semplice.
Su questo sono d'accordo!
Infatti ho iniziato a leggere Mein kampf di Hitler, Adolf.

moon 

loonar
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 17394
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: quindi la bibbia è un'invenzione?

Messaggio Da alberto il Gio 24 Ott - 10:10

cosa vi devo dire...
a me la bibbia sembra un libro che mostra tutti gli anni che ha. le storie che racconta anziché epiche mi appaiono ridicole. abbiamo saputo nei secoli tirar giù avventure epiche molto più ganze e avvincenti.
io vorrei che la gente leggesse davvero la bibbia, forse si farebbero alcune domande in più.


warning:
warning: non parteciperò assolutamente a eventuali dissertazioni sulle differenze tra l'originale scritto in fanfullese e quello che ho letto io. questo perché io ho letto ciò che tutti hanno letto, e quindi il rapporto sociale tra il libercolo e la società, le masse, la gente si è generato attraversop di esso e non attraverso gli esotismi con cui da un po' di tempo va così di moda trastullarsi. mi spiace che non sia presente al momento werewolf che della bibbia ha fatto il suo campo specifico di studio e che ne avrebbe di assai carine da raccontare.

alberto
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 2604
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 26.12.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: quindi la bibbia è un'invenzione?

Messaggio Da Il Distruttore Hara il Gio 24 Ott - 10:31

SergioAD ha scritto:Forse ampliamo lo spazio delle presentazioni così ci mettiamo la costellazione che ci descriva, figurati se non trovi altri me compreso a cui piace l'epico!

Tra non descrive la propria attività e dire "ma anche no" come leggo vicino al tuo avatar, potresti o farci sapere che non fai nulla o che non ritieni di doverlo dire a noi. Queste piccole cose arrivano, a me anche negli interstizi delle cose che ci diciamo mi faccio le "pippe mentali per gioco" diciamo. Altrimenti il tempo libero se non è ludico non è per me.
Descrivere le costellazioni dei propri riferimenti culturali (in spoiler magari che diventano anche noiose bibliografie) potrebbe essere divertente.
Anche no nel senso che già ho troppo da fare, anche a giocare, seriamente intendo, con voi.
Convengo, spero sia evidente, sullo spirito zuzzurellone (la prima volta nella mia vita che scrivo sta parola), e quoto tutto il tuo intevento.

loonar ha scritto:Infatti ho iniziato a leggere Mein kampf di Hitler, Adolf.
De gustibus non disputandum est, ma, per i miei pur onnivori  gusti, è scritto troppo male 

alberto ha scritto:a me la bibbia sembra un libro che mostra tutti gli anni che ha. le storie che racconta anziché epiche mi appaiono ridicole. abbiamo saputo nei secoli tirar giù avventure epiche molto più ganze e avvincenti.
Sì i suoi anni li dimostra però li porta bene.
Anche a me coinvolge più omero, comunque.
alberto ha scritto:io vorrei che la gente leggesse davvero la bibbia, forse si farebbero alcune domande in più.
Alla lettura molte domande sorgono spontanee, ma su molti punti sono state trovate risposte molto convincenti e sorprendenti.

alberto ha scritto:warning: non parteciperò assolutamente a eventuali dissertazioni sulle differenze tra l'originale scritto in fanfullese e quello che ho letto io. questo perché io ho letto ciò che tutti hanno letto, e quindi il rapporto sociale tra il libercolo e la società, le masse, la gente si è generato attraversop di esso e non attraverso gli esotismi con cui da un po' di tempo va così di moda trastullarsi. mi spiace che non sia presente al momento werewolf che della bibbia ha fatto il suo campo specifico di studio e che ne avrebbe di assai carine da raccontare.
Infatti la mappa è, si è fatta, territorio e c'è poco da farci, conta più come viene letta dal pulpito di come viene letta dai fini esegeti ebrei, Che sono pochi.

Aspettando il nominato werewolf...

Il Distruttore Hara
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1070
Età : 1983
Località : Lolliland
Occupazione/Hobby : Anche no
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 18.10.13

http://olasognodishakti.blogfree.net/  http://consulenzaebraica.

Tornare in alto Andare in basso

Re: quindi la bibbia è un'invenzione?

Messaggio Da SergioAD il Gio 24 Ott - 11:43

Ok, Distruttore mi sembra che l'abbraccio virtuale sia stato gradito ad ambe due. Vada anche per quando vuoi zuzurellare, io avevo deciso di essere come mi vedresti in giro e quando gioco è palese che mi stia citando addosso. Le volte che non capirò che tu stia giocando vorrà dire che avrò fatto divertire te i nostri amici e non è un grosso problema.

In nostro werewofle è un caro ragazzo che s'è messo ad analizzare i testi della bibbia.

http://atei.forumitalian.com/t2884-tr-bibbia-i-lettera-ai-tessalonicesi-completa

http://atei.forumitalian.com/t1805-traduzione-della-bibbia


Ultima modifica di SergioAD il Gio 24 Ott - 11:48, modificato 1 volta

SergioAD
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6602
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 30.01.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: quindi la bibbia è un'invenzione?

Messaggio Da Elima il Gio 24 Ott - 11:45

Werewolfe ....... pianto2 pianto2 pianto2 

Elima
-----------
-----------

Femminile Numero di messaggi : 2371
Età : 59
Località : Napoli
Occupazione/Hobby : Impiegata, lettura, vela, subacquea
SCALA DI DAWKINS :
50 / 7050 / 70

Data d'iscrizione : 20.06.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: quindi la bibbia è un'invenzione?

Messaggio Da delfi68 il Gio 24 Ott - 13:11

Interessante di Beglino la discettazione sui codici: masoretico, samaritano, greco, etiope..

Rende benissimo l'idea di come una narrazione comune e antica sia stata riscrtta secondo le realta' e le bisogne locali.
Dal punto di vista che si acquisisce dall'alto dei vari codici, il nostro (masoretico) si ridimensiona immediatamente..ecco allora che dovremmo sempre dire: la bibbia di sorgente masoretica che IO ho letto.

Oltre i codici poi si tenga presente che mancano tutti gli 11 libri citati nelle bibbie, gli apocrifi e gli gnostici.

Abbiamo un ventaglio di presunte bibbie davvero enorme..

Ha pochissimo senso parlare di Bibbia. Dovremmo sempre parlare di NOSTRA bibbia. (intesa quella della nostra area territoriale e temporale)

Ma comunque, anche solo volendo attenersi al codice Masoretico conservato a Leningrado, se si sveste la narrazione delle sovrastrutture teologiche (ossia le interpretazioni degli intenti degli autori) cio' che resta e' un testo che effettivamente NON parla di religione..ne di Dio e nemmeno di anima, paradiso, diavolo, anime o angeli..

Le chiese hanno davvero fatto un superlavoro di interpolazione e rivisitazione di un testo narrattivo e costruito un'illusione spaventosa..

Siamo davvero in mano a una superelite' che governa non solo le masse con strategie economiche, ma impone addirittura IL PENSIERO di ognuno di noi..

Io, da ateo, mi sto accorgendo che comunque restavo legato all'illusione dialettica e psicologica di chi non riusciva a rendersi conto che la bibbia non parla affatto di religione. Le sovrastrutture che ero abituato a credere essere il livello "normale" di lettura, sono invece REALI!
Siamo vittime di una formazione mentale che oltrepassa i limiti della circonvenzione e della truffa! ..e' una congiura spaventosa, talmente enorme che non la si riconosce tanto che e' immensa. Come essere ai piedi di una montagna e non rendersi conto della vastita' della catena montuosa a cui essa appartiene..

delfi68
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11250
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: quindi la bibbia è un'invenzione?

Messaggio Da Il Distruttore Hara il Gio 24 Ott - 13:17

delfi68 ha scritto:Dovremmo sempre parlare di NOSTRA bibbia. (intesa quella della nostra area territoriale e temporale)

Ma comunque, anche solo volendo attenersi al codice Masoretico conservato a Leningrado, se si sveste la narrazione delle sovrastrutture teologiche (ossia le interpretazioni degli intenti degli autori) cio' che resta e' un testo che effettivamente NON parla di religione..ne di Dio e nemmeno di anima, paradiso, diavolo, anime o angeli..

Le chiese hanno davvero fatto un superlavoro di interpolazione e rivisitazione di un testo narrattivo e costruito un'illusione spaventosa..

grazieeee 

Solo che non è certo farina del sacco di biglino, che al massimo usa l'interlineare che trova sul web, tipo http://scholarsgateway.com/search/WLC-LXX-YLT/Genesis/1:1-5

Il Distruttore Hara
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1070
Età : 1983
Località : Lolliland
Occupazione/Hobby : Anche no
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 18.10.13

http://olasognodishakti.blogfree.net/  http://consulenzaebraica.

Tornare in alto Andare in basso

Re: quindi la bibbia è un'invenzione?

Messaggio Da Il Distruttore Hara il Gio 24 Ott - 14:35

delfi68 ha scritto:

Ha pochissimo senso parlare di Bibbia. Dovremmo sempre parlare di NOSTRA bibbia. (intesa quella della nostra area territoriale e temporale)

Ma comunque, anche solo volendo attenersi al codice Masoretico conservato a Leningrado, se si sveste la narrazione delle sovrastrutture teologiche (ossia le interpretazioni degli intenti degli autori) cio' che resta e' un testo che effettivamente NON parla di religione..ne di Dio e nemmeno di anima, paradiso, diavolo, anime o angeli..

Le chiese hanno davvero fatto un superlavoro di interpolazione e rivisitazione di un testo narrattivo e costruito un'illusione spaventosa..
Giusto per far pace col buon Galileo...






 
Spoiler:
L'evento del "Oscurati Sole" illumina tanti altri passi biblici, chi riesce ad afferrarne il significato troverà la luce su gran parte della Bibbia che fino a quel momento era solo enigma.
Come disse Rav. Levi ben Ghershom (scienziato e commentatore biblico vissuto intorno all'anno mille) non ha alcun senso interpretare il miracolo col "fermati Sole", che bisogno avrebbe avuto Yehoshua di chiedere un simile miracolo quando aveva ben visto i miracoli compiuti in Egitto?

La TNM sbaglia come tutte le traduzioni per non averne individuato correttamente il contesto, ma va aoltre e traduce "dom" con :"immoto". Il termine usato nell'ebraico è "Dom" imperativo dalla radice "damam"="smettere", "tacere", "scomparire". L'altro termine usato, prima per la Luna e poi per il Sole è di radice "amad" che può avere significati opposti e contraddittori dipende il contesto dove è inserito: può significare : "stare in piedi", "cessare", "essere presenti", "rimanere","essere attivi" ed "essere inattivi", "pronto" etc.
Nel nostro caso essendo usato coi termini "dom"=smetti e "wayidom"="e smise" il termine "amad" assume il senso di inattività, ma inattività dal fare luce perchè questo è il compito del Sole: illuminare, come detto in Genesi. Ma non solo... questo termine è usato nella terminologia biblica proprio col senso dell'arresto della luminosità come ad esempio in Habacuc 3:10-11 :"shemesh yareach amad zhevulà", "amad" = "smise" di far luce nella "zhevulà" che è il cielo, oppure, si può intendere che è rimasto dov'era, dietro le nuvole, nel suo luogo che è appunto la "zhevulà" e non dà la sua luce. La N.Diodati traduce:"11 Il sole e la luna sono rimasti nella loro dimora; alla luce delle tue frecce si sono mossi veloci, al lampeggiare della tua lancia sfolgorante". La Luzzi:"11 Il sole e la luna si fermano nella loro dimora". La CEi invece pare di essere stata ispirata(poi vi spiegherò perchè) e traduce, considerando anche il verso prima, così:"In alto il sole tralascia di mostrarsi, 11 e la luna resta nella sua dimora".

Il giorno di D-o è un giorno di Buio e non di Luce. 

Per esempio il testo non dice che Yoshua aveva bisogno di Luce, non dice che il Sole stava per tramontare, non dice che il Sole stava immobile, nemmeno leggendolo dalla vostra traduzione, fateci caso, non dice che il primo combattimento si svolse di giorno, etc. Se liberate la vostra mente da questi pensieri che non provengono dal testo biblico, ma provengono invece dalla vostra tradizione e quando lo avete sentito questo episodio per la prima volta vi è stato inculcato così. Dunque se volete, applicate pure il "Sola Scriptura". 


Ma quando il Sole diventa frettoloso a tramontare? 

Quando è vicino al tramonto.

Dunque il verso dice semplicemente che l'atmosfera rimase buia:

1) il Sole e la Luna si oscurarono al momento del sorgere del Sole

2) il Sole rimase buio a mezzogiorno

3) il Sole rimase buio anche al tramonto, quando è solito affrettarsi.


si oscurò per metà cielo e non si affrettò a tramontare come quando tramonta in un giorno intero. Vale a dire che in un giorno intero tramonta in fretta, quel giorno invece no, perchè per tutto il giorno, pareva di essere al tramonto a causa della scarsa luce atmosferica e invece il Sole non tramonta, se non dopo un giorno intero. Possiamo dare anche altre interpretazioni, possiamo adeguarle alle vostre traduzioni come volete, ma non che il Sole arrestò il suo movimento apparente, non ve ne era la ragione e l'Ebraico avrebbe usato altri termini e non i soliti termini biblici usati per l'oscurità della guerra del Giorno del Signore.
(Admin forum ebraici "Abramo")

Il Distruttore Hara
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1070
Età : 1983
Località : Lolliland
Occupazione/Hobby : Anche no
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 18.10.13

http://olasognodishakti.blogfree.net/  http://consulenzaebraica.

Tornare in alto Andare in basso

Re: quindi la bibbia è un'invenzione?

Messaggio Da delfi68 il Gio 24 Ott - 19:18

..sai che non ho capito il sequitur del tuo post al mio? ..oppure e' un post (il tuo) non contestualizzato al mio precedente..

delfi68
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11250
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: quindi la bibbia è un'invenzione?

Messaggio Da Il Distruttore Hara il Gio 24 Ott - 19:28

Ops, forse stò mescolando due o tre discussioni...temo di aver provato a risponderti in altro 3D frusta

Il Distruttore Hara
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1070
Età : 1983
Località : Lolliland
Occupazione/Hobby : Anche no
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 18.10.13

http://olasognodishakti.blogfree.net/  http://consulenzaebraica.

Tornare in alto Andare in basso

Re: quindi la bibbia è un'invenzione?

Messaggio Da SergioAD il Gio 24 Ott - 19:42

Distruttore! Hai una media di oltre 52 messaggi al giorno! Io con quasi 5 al giorno mi sento quasi posseduto!

SergioAD
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6602
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 30.01.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: quindi la bibbia è un'invenzione?

Messaggio Da Il Distruttore Hara il Gio 24 Ott - 19:44

Il mio nome è LEGIONE!



Spoiler:



6 Quando vide Gesù da lontano, corse, gli si prostrò davanti 7 e a gran voce disse: «Che c'è fra me e te, Gesù, Figlio del Dio altissimo? Io ti scongiuro, in nome di Dio, di non tormentarmi». 8 Gesù, infatti, gli diceva: «Spirito immondo, esci da quest'uomo!» 9 Gesù gli domandò: «Qual è il tuo nome?» Egli rispose: «Il mio nome è Legione perché siamo molti». 10 E lo pregava con insistenza che non li mandasse via dal paese. 11 C'era là un gran branco di porci che pascolava sul monte. 12 I demòni lo pregarono dicendo: «Mandaci nei porci, perché entriamo in essi». 13 Egli lo permise loro. Gli spiriti immondi, usciti, entrarono nei porci, e il branco si gettò giù a precipizio nel mare. Erano circa duemila e affogarono nel mare.

Il Distruttore Hara
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1070
Età : 1983
Località : Lolliland
Occupazione/Hobby : Anche no
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 18.10.13

http://olasognodishakti.blogfree.net/  http://consulenzaebraica.

Tornare in alto Andare in basso

Re: quindi la bibbia è un'invenzione?

Messaggio Da delfi68 il Gio 24 Ott - 19:49

Il Distruttore Hara ha scritto:Ops, forse stò mescolando due o tre discussioni...temo di aver provato a risponderti in altro 3D frusta
Si..ho visto tranq.
ok

delfi68
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11250
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: quindi la bibbia è un'invenzione?

Messaggio Da SergioAD il Gio 24 Ott - 20:04

Te possino! Io non ti chiamo hara perché quella "h" avevo detto che somiglia alla vostra "He" e allora khara in arabo significa merda, pertanto io non volevo più chiamarti così ecco perché avevo preferito Distruttore.

Ora tu mi dici in grassetto, italico e maiuscolo che sei LEGIONE e mi inserisci l'innesto dei porci posseduti, eccome se non comprendo!

Allora vada per LEGIONE. Ora vado a scrivere un po' e se non torno buonanotte.

Il Distruttore Hara ha scritto:Il mio nome è LEGIONE!



Spoiler:



6 Quando vide Gesù da lontano, corse, gli si prostrò davanti 7 e a gran voce disse: «Che c'è fra me e te, Gesù, Figlio del Dio altissimo? Io ti scongiuro, in nome di Dio, di non tormentarmi». 8 Gesù, infatti, gli diceva: «Spirito immondo, esci da quest'uomo!» 9 Gesù gli domandò: «Qual è il tuo nome?» Egli rispose: «Il mio nome è Legione perché siamo molti». 10 E lo pregava con insistenza che non li mandasse via dal paese. 11 C'era là un gran branco di porci che pascolava sul monte. 12 I demòni lo pregarono dicendo: «Mandaci nei porci, perché entriamo in essi». 13 Egli lo permise loro. Gli spiriti immondi, usciti, entrarono nei porci, e il branco si gettò giù a precipizio nel mare. Erano circa duemila e affogarono nel mare.

SergioAD
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6602
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 30.01.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: quindi la bibbia è un'invenzione?

Messaggio Da arcadio il Lun 18 Nov - 17:21

oddvod56 ha scritto:allora si è un invenzione
chi la scritta? l' uomo di sicuro e probabilmente uno psicologo
perché? e me lo chiedi? controllare le masse ti pare poco? pensa mo al 5 X 1000 o l' 8 X 1000 sono TANTI MA TANTI soldi e potere, il potere della chiesa non è la quantità di beni ma chi ce li compra (noi) , in oltre potrebbe essere stata scritta per far rispettare la legge, non è mica come a mo con passaporti ,telecamere, impronte digitali ,dna , a quei tempi facevi un omicidio e nessuno ti vedeva era impossibile beccarti e se ti vedevano te ne scappavi via in qualche altro paese e nessuno ti pigliava mica c' era l' espatrio no? allora come far rispettare la legge se non con una finta pena eterna , daltronde chi è quel pazzo che vorrebbe andare all' inferno? ovviamente ci deve essere una storia dietro, mica potevano dire "ecco le leggi rispettatele se no andate all' inferno" e quindi una bella storiella dietro è stata fatta
abbastanza chiaro oppure devo continuare?



Che c...z centra il controllo delle masse ,il 5-8 per mille da che tempo fu scritto il primo testamento;3 mila anni fa e il nuovo quasi 2 mila anni??????

arcadio
-------------
-------------

Numero di messaggi : 188
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 01.03.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: quindi la bibbia è un'invenzione?

Messaggio Da Paolo il Lun 18 Nov - 17:36

arcadio ha scritto:
oddvod56 ha scritto:allora si è un invenzione
chi la scritta? l' uomo di sicuro e probabilmente uno psicologo
perché? e me lo chiedi? controllare le masse ti pare poco? pensa mo al 5 X 1000 o l' 8 X 1000 sono TANTI MA TANTI soldi e potere, il potere della chiesa non è la quantità di beni ma chi ce li compra (noi) , in oltre potrebbe essere stata scritta per far rispettare la legge, non è mica come a mo con passaporti ,telecamere, impronte digitali ,dna , a quei tempi facevi un omicidio e nessuno ti vedeva era impossibile beccarti e se ti vedevano te ne scappavi via in qualche altro paese e nessuno ti pigliava mica c' era l' espatrio no? allora come far rispettare la legge se non con una finta pena eterna , daltronde chi è quel pazzo che vorrebbe andare all' inferno? ovviamente ci deve essere una storia dietro, mica potevano dire "ecco le leggi rispettatele se no andate all' inferno" e quindi una bella storiella dietro è stata fatta
abbastanza chiaro oppure devo continuare?



Che c...z centra il controllo delle masse ,il 5-8 per mille da che tempo fu scritto il primo testamento;3 mila anni fa e il nuovo quasi 2 mila anni??????
Preveggenza divina! wink.. 

Paolo
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 8608
Età : 62
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: quindi la bibbia è un'invenzione?

Messaggio Da compasso il Lun 2 Dic - 18:50

remigio ha scritto:domanda agli atei ,se per voi la bibbia è un'invenzione ,chi l'ha inventata,chi l'ha scritta, e prche?
cosi giusto per capire le vostre conoscenze che potrebbero aprirmi la mente in altre fonti
Ma tu in che Dio credi? Come lo definisci e come lo ritrovi nella bibbia? Come elimini le contraddizioni palesi dello scritto rispetto alla definizione che ne dai?

compasso
-------------
-------------

Numero di messaggi : 137
Età : 55
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 02.12.13

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 8 di 9 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum