Concetto di morte

Pagina 1 di 10 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Concetto di morte

Messaggio Da Maxesteban il Mer 20 Apr - 21:38

So che è un argomento per niente felice e magari non apprezzato,ma sono sempre stato incuriosito dalla Morte. Per molti sfida estrema,per altri salvezza,per altri ancora semplicemente la fine d'un ciclo e l'inizio di una nuova esistenza. E per voi? Proprio oggi in classe (frequento il Liceo Classico) dibattevo con la mia eccellente professoressa riguardo la morte. Per carità ogni risposta è stata più o meno esauriente,ma con una certa propensione verso la fede e il credere nell'ultraterreno che mi ha infastidito,da buon ateo credente nel "nihil postea mortem". Per voi cos'è la morte? Cosa c'è dopo,rivolto ad atei,agnostici,credenti ecc. E' possibile morire essendo PIENAMENTE soddisfatti di ciò che si è fatto in vita o rimarrà SEMPRE qualcosa...di incompleto. Domanda aperta per ampliare la mia conoscenza.
avatar
Maxesteban
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 341
Età : 21
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 19.04.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Concetto di morte

Messaggio Da Rasputin il Mer 20 Apr - 21:39

Il nulla. Esattamente come prima della nascita. O tu ti ricordi qualcosa?

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 50482
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Concetto di morte

Messaggio Da chef75 il Mer 20 Apr - 21:40

Maxesteban ha scritto:..Per voi cos'è la morte?

La morte è quando non ci sei piu.

_________________
Quando la maggior parte di una società è stupida allora la prevalenza del cretino diventa dominante e inguaribile.
Carlo M. Cipolla

E>en
avatar
chef75
------------
------------

Maschile Numero di messaggi : 7666
Età : 42
Località : una cucina
Occupazione/Hobby : Casalinghe italiane.
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 12.11.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Concetto di morte

Messaggio Da Werewolf il Mer 20 Apr - 21:43

Epicuro:
"Il piú terribile dunque dei mali, la morte, non è nulla per noi, perché quando ci siamo noi non c’è la morte, quando c’è la morte noi non siamo piú. Non è nulla dunque, né per i vivi né per i morti, perché per i vivi non c’è, e i morti non sono piú."
avatar
Werewolf
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 3357
Età : 28
Località : Vicenza
Occupazione/Hobby : Studente a vita.. c'è sempre da imparare no?
SCALA DI DAWKINS :
68 / 7068 / 70

Data d'iscrizione : 24.03.10

http://werewolf-wolfsden.blogspot.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Concetto di morte

Messaggio Da Maxesteban il Mer 20 Apr - 21:44

Rasputin ha scritto:Il nulla. Esattamente come prima della nascita. O tu ti ricordi qualcosa?

Se fossi religioso purtroppo non avrei problemi a risponderti con la stessa domanda.
Tu ti ricordi di non aver vissuto anche prima della vita? Puoi dimostrarlo?
avatar
Maxesteban
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 341
Età : 21
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 19.04.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Concetto di morte

Messaggio Da teto il Mer 20 Apr - 21:48

la morte è come prima della nascita
avatar
teto
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 2136
Età : 25
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 16.04.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Concetto di morte

Messaggio Da Rasputin il Mer 20 Apr - 21:49

chi è che si diverte a dare dei meno a minchia, a chef ho appena messo una pezza io. Calma ragazzi che se no m'incazzo.

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 50482
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Concetto di morte

Messaggio Da oddvod56 il Mer 20 Apr - 21:49

per me la morte è GAME OVER solo che non ce il tasto RESTART
avatar
oddvod56
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1725
Età : 22
Località : salerno
Occupazione/Hobby : computer
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 13.01.11

http://pcworlditalian.blogspot.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Concetto di morte

Messaggio Da Rasputin il Mer 20 Apr - 21:52

oddvod56 ha scritto:per me la morte è GAME OVER solo che non ce il tasto RESTART

ok

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 50482
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Concetto di morte

Messaggio Da Maxesteban il Mer 20 Apr - 21:54

riguardo al fatto del meno,non ne ho idea,mi scuso in nome dell'emerito cretino in quanto il topic l'ho aperto io -_- Suspect
avatar
Maxesteban
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 341
Età : 21
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 19.04.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Concetto di morte

Messaggio Da Rasputin il Mer 20 Apr - 21:56

Maxesteban ha scritto:riguardo al fatto del meno,non ne ho idea,mi scuso in nome dell'emerito cretino in quanto il topic l'ho aperto io -_- Suspect

Nono occhio chi apre un topic non è responsabile di ciò che vi succede.

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 50482
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Concetto di morte

Messaggio Da chef75 il Gio 21 Apr - 0:16

[youtube][/youtube]

_________________
Quando la maggior parte di una società è stupida allora la prevalenza del cretino diventa dominante e inguaribile.
Carlo M. Cipolla

E>en
avatar
chef75
------------
------------

Maschile Numero di messaggi : 7666
Età : 42
Località : una cucina
Occupazione/Hobby : Casalinghe italiane.
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 12.11.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Concetto di morte

Messaggio Da Multiverso il Gio 21 Apr - 9:38

Noi siamo come il carbone che veniva immesso nelle fornaci delle locomotive a vapore, il quale serviva a mantenere sempre accessa quelle caldaia e quando si consumava se ne doveva aggiungere dell'altro. Proprio questo ricambio continuo consentiva di mantenere sempre "vivo" il fuoco, ma forse il carbone che aveva assolto il suo compito e che non esisteva più, continuava a vivere in un'altra fornace celeste?
Noi e ogni altra specie vivente, esattamente come il carbone, siamo frammenti di vita intercambiabili che consentono alla stessa Vita di non morire. Alla natura (uso sinteticamente questo sostantivo) non interessa la vita singola e neppure ad un livello superiore la specie a cui appartiene quella stessa vita (non per niente da quando esiste la vita sulla Terra il 98% delle specie è già estinta), ma soltanto che la Vita continui ad esistere. La morte è, quindi, un indispensabile staffetta che viene passata di mano in mano, un meccanismo utile allo scopo, al di là del dolore che provoca, del modo in cui si muore, delle virtù del defunto, ecc. Quando io morirò, sono pienamente consapevole del fatto che mentre qualcuno piangerà accanto al mio letto, qualcun altro riderà per una nuova vita che inizia magari nello stesso ospedale, così come avvenne quando io nacqui e qualcun altro chiuse per sempre gli occhi nel medesimo istante.
Il vero problema per l'uomo è non riuscire a comprendere l'universalità dell'evento, ponendo sè e non l'evento stesso al centro del sistema. In un incidente stradale muiono tutti gli altri passeggeri tranne me? Dio mi ama e mi ha miracolato. Mi ammalo di cancro? Dio l'ha fatto per mettermi alla prova prima di accogliermi in paradiso, affinchè il dolore purifichi completamente la mia anima per rendermi degno della vita eterna.
Questo è il grande limite dell'uomo, non riuscire a rendere impersonale ogni vicenda che appartiene ad una legge superore, ad un meccanismo o ciclo che si serve di noi, non sapendo neppure che esistiamo, che carattere abbiamo, come siamo fisicamente o se crediamo che la nostra anima trasmigrerà in un altro corpo o verso un paradiso pieno di gioia e di luce.


Ultima modifica di Multiverso il Gio 21 Apr - 9:53, modificato 1 volta
avatar
Multiverso
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1413
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 15.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Concetto di morte

Messaggio Da Mr.T il Gio 21 Apr - 9:48

Multiverso ha scritto:Noi siamo come il carbone che veniva immesso nelle fornaci delle locomotive a vapore, il quale serviva a mantenere sempre accessa quelle caldaia e quando si consumava se ne doveva aggiungere dell'altro. Proprio questo ricambio continuo consentiva di mantenere sempre "vivo" il fuoco, ma forse il carbone che aveva assolto il suo compito e che non esisteva più, continuava a vivere in un'altra fornace celeste?
Noi e ogni altra specie vivente, esattamente come il carbone, siamo frammenti di vita intercambiabili che consentono alla stessa Vita di non morire. Alla natura (uso sinteticamente questo sostantivo) non interessa la vita singola e neppure ad un livello superiore la specie a cui appartiene quella stessa vita (non per niente da quando esiste la vita sulla Terra il 98% delle specie è già estinta), ma soltanto che la Vita continui ad esistere. La morte è, quindi, un indispensabile staffetta che viene passata di mano in mano, un meccanismo utile allo scopo, al di là del dolore che provoca, del modo in cui si muore, delle virtù del defunto, ecc. Quando io morirò, sono pienamente consapevole del fatto che mentre qualcuno piangerà accanto al mio letto, qualcun altro riderà per una nuova vita che inizia magari nello stesso ospedale, così come avvenne quando io venivo alla luce e qualcun altro chiudeva per sempre gli occhi nello stesso istante.
Il vero problema per l'uomo è non riuscire a comprendere l'universalità dell'evento, ponendo sè e non l'evento stesso al centro del sistema. In un incidente stradale muiono tutti gli altri passeggeri tranne me? Dio mi ama e mi ha miracolato. Mi ammalo di cancro? Dio l'ha fatto per mettermi alla prova prima di accogliermi in paradiso, affinchè il dolore mi purifichi completamente la mia anima per rendermi degno della vita eterna.
Questo è il grande limite dell'uomo, non riuscire a rendere impersonale ogni vicenda che appartiene ad una legge superore, ad un meccanismo o ciclo che si serve di noi, non sapendo neppure che esistiamo, che carattere abbiamo, come siamo fisicamente o se crediamo che la nostra anima trasmigrerà in un altro corpo o verso un paradiso pieno di gioia e di luce.

eccolo lì uno dei grandi bachi del uomo! ad'esempio, hai tempi che abitavo in fattoria se vedevo un gallo appena morto o un cane non pensavo che adesso l'animale in questione sarebbe andato in paradiso o cose simile..era stecchito e punto, rigido, con le formichine rosse che iniziavano a divorarlo da sotto. E li uno si chiede, perchè dovrebbe essere diverso da me visto che la carcassa e fatta con lo stesso materiale? solo percè mi stò cuestionando questo in vita e sto pollo no? bah! Inceneritemi vi prego -.-'.
avatar
Mr.T
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 288
Età : 34
SCALA DI DAWKINS :
65 / 7065 / 70

Data d'iscrizione : 18.02.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Concetto di morte

Messaggio Da mecca domenico il Gio 21 Apr - 21:22

Più che di morte, io parlerei di trasformazione.
I credenti parlano di paradiso o inferno e fino ad un paio d'anni fa c'era anche il limbo. Quanta fantasia.
Quando chiudiamo gli occhi per sempre, diventiamo gas; ecc. ecc.
Ho notato in molti di una certa età che la morte la accettano a cuor leggero ed è chiaro che se succede ad uno giovane le cose cambiano.

mecca domenico
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1796
Età : 70
Località : Avigliano (PZ)
Occupazione/Hobby : fai da te di tutto di più
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 31.05.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Concetto di morte

Messaggio Da Maxesteban il Gio 21 Apr - 21:25

mecca domenico ha scritto:Più che di morte, io parlerei di trasformazione.
I credenti parlano di paradiso o inferno e fino ad un paio d'anni fa c'era anche il limbo. Quanta fantasia.
Quando chiudiamo gli occhi per sempre, diventiamo gas; ecc. ecc.
Ho notato in molti di una certa età che la morte la accettano a cuor leggero ed è chiaro che se succede ad uno giovane le cose cambiano.

Scusa sei religioso o ateo? Se sei ateo forse è meglio che aggiorni la scala di Dawkins sul tuo profilo mgreen
avatar
Maxesteban
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 341
Età : 21
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 19.04.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Concetto di morte

Messaggio Da Rasputin il Gio 21 Apr - 21:30

Maxesteban ha scritto:
Scusa sei religioso o ateo? Se sei ateo forse è meglio che aggiorni la scala di Dawkins sul tuo profilo mgreen

Vai piano Domenico è un vecchio utente ed ha le idee chiare, solo col PC è meno pratico di altri, alla sua età comprensibile. wink..

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 50482
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Concetto di morte

Messaggio Da Maxesteban il Gio 21 Apr - 21:32

Rasputin ha scritto:
Maxesteban ha scritto:
Scusa sei religioso o ateo? Se sei ateo forse è meglio che aggiorni la scala di Dawkins sul tuo profilo mgreen

Vai piano Domenico è un vecchio utente ed ha le idee chiare, solo col PC è meno pratico di altri, alla sua età comprensibile. wink..

Ma ASSOLUTAMENTE non mi permetterei mai...
Soltanto che essendo io nuovo e non conoscendolo,mi affidavo al sistema della scala e volevo sapere se prepararmi ad essere mandato all'inferno come nel caso di "antiateismo2".
Ma adesso capisco che siamo completamente su di un'altra rotta mgreen ok
avatar
Maxesteban
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 341
Età : 21
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 19.04.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Concetto di morte

Messaggio Da mecca domenico il Gio 21 Apr - 21:38

Grazie Ras
pensavo che la SCALA DI DAWKINS venisse aggiornata in base agli argomenti
trattati e se devo aggiornare io posso tranquillamente metterla al massimo.
E poi che la scala sia al massimo o al minimo conta poco.
Quello che conta sono le proprie idee.

mecca domenico
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1796
Età : 70
Località : Avigliano (PZ)
Occupazione/Hobby : fai da te di tutto di più
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 31.05.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Concetto di morte

Messaggio Da Rasputin il Gio 21 Apr - 21:40

Maxesteban ha scritto:
Ma ASSOLUTAMENTE non mi permetterei mai...
Soltanto che essendo io nuovo e non conoscendolo,mi affidavo al sistema della scala e volevo sapere se prepararmi ad essere mandato all'inferno come nel caso di "antiateismo2".
Ma adesso capisco che siamo completamente su di un'altra rotta mgreen ok

Brucerai nelle fiamme dell'inferno ateo ah ah

scherzi a parte, hai visto giusto, la scala non è assolutamente un parametro, ti faccio menzione di un utente qui molto rispettato:

http://atei.forumitalian.com/u27

vedi anche che Dom già ha risposto wink..

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 50482
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Concetto di morte

Messaggio Da mecca domenico il Gio 21 Apr - 21:45

Maxesteban ha scritto:

Ma ASSOLUTAMENTE non mi permetterei mai...
Soltanto che essendo io nuovo e non conoscendolo,mi affidavo al sistema della scala e volevo sapere se prepararmi ad essere mandato all'inferno come nel caso di "antiateismo2".
Ma adesso capisco che siamo completamente su di un'altra rotta


Prima che mando a quel paese ce ne vuole, riesco a sopportare bene.
Quando poi esplodo, esplodo senza riserve.

mecca domenico
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1796
Età : 70
Località : Avigliano (PZ)
Occupazione/Hobby : fai da te di tutto di più
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 31.05.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Concetto di morte

Messaggio Da Maxesteban il Gio 21 Apr - 21:46

mecca domenico ha scritto:
Maxesteban ha scritto:

Ma ASSOLUTAMENTE non mi permetterei mai...
Soltanto che essendo io nuovo e non conoscendolo,mi affidavo al sistema della scala e volevo sapere se prepararmi ad essere mandato all'inferno come nel caso di "antiateismo2".
Ma adesso capisco che siamo completamente su di un'altra rotta


Prima che mando a quel paese ce ne vuole, riesco a sopportare bene.
Quando poi esplodo, esplodo senza riserve.

quoto.. assolutamente,anch'io sono così fuma
avatar
Maxesteban
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 341
Età : 21
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 19.04.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Concetto di morte

Messaggio Da Paolo il Ven 22 Apr - 16:07

A mio avviso non è corretto parlare di concetto di morte, ma bisognerebbe pensare a cosa è la vita. Condivido al 100% la posizione di Multi, sicuramente vera anche se è, per noi poveri mortali, una magra consolazione. La morte esiste solo perché c'è la vita!

In tema di vita/morte mi pongo un quesito: ci sono valori per cui è giusto morire? E non mi riferisco ai fanatici. Li considero degli psicopatici, forse anche non per colpa loro, ma sempre psicopatici. Quello che intendo è se può aver senso vivere una vita in forma del tutto egoistica, o se vi è qualcosa di più importante della vita stessa, che perso quello la vita perde di significato?
avatar
Paolo
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 8770
Età : 62
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Concetto di morte

Messaggio Da Maxesteban il Ven 22 Apr - 16:15

Paolo ha scritto:A mio avviso non è corretto parlare di concetto di morte, ma bisognerebbe pensare a cosa è la vita. Condivido al 100% la posizione di Multi, sicuramente vera anche se è, per noi poveri mortali, una magra consolazione. La morte esiste solo perché c'è la vita!

In tema di vita/morte mi pongo un quesito: ci sono valori per cui è giusto morire? E non mi riferisco ai fanatici. Li considero degli psicopatici, forse anche non per colpa loro, ma sempre psicopatici. Quello che intendo è se può aver senso vivere una vita in forma del tutto egoistica, o se vi è qualcosa di più importante della vita stessa, che perso quello la vita perde di significato?

A mio avviso ci sono molti valori più importanti della vita stessa. La libertà,l'amore,la democrazia...
Ma sinceramente non sono un ipocrita,e lo dico chiaramente. Non sarei disposto a morire per nulla al mondo. Ho paura della morte,molta paura,come credo sia normale.
E anche se ammetto l'esistenza di valori per cui vale la pena combattere,non riconosco valori per cui vale la pena morire. Apparte forse,ed è l'unica cosa per cui tentennerei,l'Amore.
avatar
Maxesteban
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 341
Età : 21
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 19.04.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Concetto di morte

Messaggio Da Paolo il Ven 22 Apr - 16:27

Hai ragione, ma tieni conto che sei giovane e per te la vita è diversa. Ci sono stati tantissimi esempi di eroi che non hanno esitato a dare la loro vita per salvare altre persone anche del tutto sconosciute. Uno per tutti Salvo d'Acquisto. Forse aver vissuto quei pochi minuti da eroe può valere di più di una intera vita. E vivere da vile ...chi lo sa? Io comunque ho una ammirazione per persone così.

http://it.wikipedia.org/wiki/Salvo_D'Acquisto
avatar
Paolo
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 8770
Età : 62
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.10

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 10 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum