il Papa contro l'eutanasia...

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

il Papa contro l'eutanasia...

Messaggio Da ros79 il Dom 1 Feb - 17:27

CITTA' DEL VATICANO - "L'eutanasia è una falsa soluzione al dramma della sofferenza, una soluzione non degna dell'uomo". Con queste parole, durante l'Angelus in piazza San Pietro, Benedetto XVI ha condannato ancora una volta la "dolce morte".

Con voce forte, quasi gridando il Papa ha detto che bisogna avere "il coraggio di annunciare la verità, il coraggio di dire con chiarezza, ad esempio, che l'eutanasia è una falsa soluzione al dramma della sofferenza, una soluzione non degna dell'uomo".

"La vera risposta - ha proseguito tra gli applausi della piazza, dove erano presenti molti attivisti dei movimenti per la vita - non può essere infatti dare la morte, per quanto "dolce", ma testimoniare l'amore che aiuta ad affrontare il dolore e l'agonia in modo umano. Siamone certi: nessuna lacrima, né di chi soffre, né di chi gli sta vicino, va perduta davanti a Dio".

Benedetto XVI ha preso spunto per questo appello, che cade nei giorni in cui l'Italia discute del caso di Eluana Englaro, dalla giornata odierna dedicata dai vescovi italiani alla "Forza della Vita nella Sofferenza". "Mi unisco di cuore alle loro parole", ha sottolineato il pontefice.

E ancora: "Gesù soffre e muore in croce per amore. In questo modo, a ben vedere, ha dato senso alla nostra sofferenza, un senso che molti uomini e donne di ogni epoca hanno capito e fatto proprio, sperimentando serenità profonda anche nell'amarezza di dure prove fisiche e morali". Alla Madonna, ha concluso papa Ratzinger, "affidiamo le persone che sono nella sofferenza e chi si impegna ogni giorno al loro sostegno, servendo la vita in ogni sua fase: genitori, operatori sanitari, sacerdoti, religiosi, ricercatori, volontari, e molti altri".

Al termine dell'Angelus, il Pontefice ha rivolto un saluto ai circa 30 mila pellegrini di lingua italiana presenti in piazza San Pietro. "Saluto in particolare - ha detto - il Movimento per la Vita, le delegazioni delle Facoltà di Medicina e Chirurgia delle Università di Roma, e quanti sono impegnati a difesa e promozione del fondamentale bene della vita".

Infine il Pontefice ha espresso apprezzamento e incoraggiamento per "l'impegno della Diocesi di Roma in questo campo, e presento auguri cordiali anche per la 'Settimana della Famiglia', che inizia oggi".


ho messo in neretto quello che trovo più orrido anche se poi mi sono accorta che avrei dovuto evidenziare ogni singola parola,anche le congiunzioni!
il MOVIMENTO PER LA VITA???? ma mi vogliono spiegare perchè dal momento in cui NON abbiamo chiesto la vita,perchè dobbiamo per forze amarla?
lo dico sempre ,lo so...ma io sono senza parole...sono stufa.perchè non se le dicono tra di loro e basta ste cose,perchè devono intromettersi negli affari di Stato,nelle cose pubbliche,nelle famiglie che altro non agognano che la morte di un loro caro,ma il dramma della contraddizione per questa gente di desiderare la morte del loro caro lo potranno mai capire?
che tristezza.

_________________
"Che cos'ho in comune con gli ebrei? Non ho neppure niente in comune con me stesso"

F.Kafka
avatar
ros79
---------------------
---------------------

Femminile Numero di messaggi : 1139
Età : 37
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 12.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: il Papa contro l'eutanasia...

Messaggio Da davide il Dom 1 Feb - 18:31

Quanta aria fritta da Roma, un mucchio di idiozie senza un minimo di filo logico... Che tristezza vedere migliaia di persone estasiate da queste cazzate e le forze politiche perennemente appecorinate mad..

davide
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11205
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 14.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: il Papa contro l'eutanasia...

Messaggio Da Godless il Dom 1 Feb - 18:37

Nulla di nuovo dal fronte ecclesiastico...

Moralismi assortiti, valori che nemmeno loro conoscono e perbenismo ipocrita.
avatar
Godless
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 112
Località : Livorno
Occupazione/Hobby : Studente, musicista, coltivatore del Pensiero Critico...
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 19.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: il Papa contro l'eutanasia...

Messaggio Da Multiverso il Dom 1 Feb - 21:20

Nella incontaminata mente del bambino, che poi da adulto diventerà quasi sicuramente cristiano, vengono inculcati due concetti fondamentali: l'uomo nasce peccatore e la sofferenza, oltre a redimere l'uomo, è cosa assai gradita a Dio.
Da queste due pericolosissime menzogne discendono enormi danni per la mente dell'uomo, menzogne che oltrettutto non riuscirà più a identificare come tali fino alla morte.

Secondo il cattolicesimo l'uomo è portato a compiere il male, e quindi a peccare, per colpa di un serpente che tentò il primo uomo e la prima donna, inducendoli a mangiare una mela. Da questo concetto basilare deriva una lunga lista di peccati, elaborata dalla chiesa, che fa sentire l'uomo sempre in colpa e bisognoso di redimersi e purificarsi per mezzo degli stessi rappresentanti di Dio sulla Terra.

Secondo il cristianesimo il figlio di Dio, prima di tornare in cielo, patì incalcolabili sofferenze umane e quindi tutti coloro i quali soffrono dovrebbero essere ben felici di "abbracciare la croce" della sofferenza, per emulare il loro Dio e fargli cosa gradita.

Purtroppo non esistono leggi per mandare in galera, a calci nel sedere, tutti coloro i quali procurano tali violenze psicologiche, inducendo l'uomo a concepire l'esistenza e il dolore ad essa connessa in maniera totalmente distorta.
L'uomo che ogni domenica si affaccia dal balcone del suo studio per pronunciare discorsi che hanno un effetto devastante sulla mente dei credenti (in quanto convinti che dalla sua bocca escono solo verità volute da Dio), oltretutto trasmessi puntualmente in diretta e pure commentati in studio, dovrebbe solo vergognarsi di pontificare persuadendo la gente che tormento e dolore sono una virtù.
Un male incurabile allo stadio terminale procura sofferenze inimmaginabili e trasforma l'uomo, anche nel fisico, facendogli perdere completamente ogni parvenza umana. E' proprio quell'accanimento terapeutico e quel compiacimento del dolore disumano che calpestano la dignità dell'uomo, andando contro quella carità, qualla pietà e quell'amore tanto sbandierati dal cristianesimo. Il signore con la gonna bianca ha idea delle piaghe che si trovano sul corpo di una ragazza che vive da diciassette anni in un letto, ridotta ad uno stato di vita puramente vegetativo, e che se potesse parlare implorerebbe i medici di far cessare immediatamente le sue sofferenze?
Se Dio esistesse non potrebbe far altro che vergognarsi di loro.


Ultima modifica di Multiverso il Lun 2 Feb - 10:23, modificato 2 volte
avatar
Multiverso
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1413
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 15.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: il Papa contro l'eutanasia...

Messaggio Da Ospite il Lun 2 Feb - 10:06

Multiverso ha scritto:Nella incontaminata mente del bambino, che poi da adulto diventerà quasi sicuramente cristiano, vengono inculcati due concetti fondamentali: l'uomo nasce peccatore e la sofferenza, oltre a redimere l'uomo, è cosa assai gradita a Dio...
[...]
Il signore con la gonna bianca ha idea delle piaghe che si troveranno sul corpo di una ragazza che vive da diciassette anni in un letto, ridotta ad uno stato vegetale, e che se potesse parlare implorerebbe i medici di far cessare immediatamente le sue sofferenze?
Se Dio esistesse non potrebbe far altro che vergognarsi di loro
.
...
Certissimamente il messaggio cristiano è uno schiaffo al buon senso ed a tutte le regole ed i moderni concetti sulla psicologia della mente umana.
Il danno che l'uomo ne trae è veramente qualcosa di odioso ed estremamente deleterio, specie se iniettato nella psiche di un bambino. Chi propugna certe idèe spacciandole per virtù dovrebbe esser preso a sonore pedate sul fondoschiena e posto a riflettere in una cella.
Quindi anche tutte le balordaggini esposte dal fatidico balcone di Piazza san Pietro da SS (ma no! il nazismo non c'entra nulla: mi riferisco a Sua Santità...), che spaccia la sofferenza (sempre e solo degli altri) come scotto da pagare per raggiungere la felicità della vita eterna, la corretta moralità, il giusto comportamento, la NORMALE esigenza dell'essere umano, ed altre amenità simili, questo abominevole alieno che condanna senza appello chi vorrebbe poter cessare di soffrire inutilmente, non fa che esprimere tutta l'ottusità di un'arrogante imposizione (agli altri) di un fardello -come nel caso di Eluana Englaro- troppo grande da sopportare. E, soprattutto, senza motivo.
Mi associo quindi su tutta la linea alle riflessioni di Multiverso ed aggiungo che l'infamia di chi pronuncia e diffonde in diretta tali balordaggini meriterebbe di provare in prima persona ciò che nega alla dignità delle altre.
...

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: il Papa contro l'eutanasia...

Messaggio Da capricorno il Mar 3 Feb - 12:54

[quote="pischello"]
Multiverso ha scritto:[i]
Mi associo quindi su tutta la linea alle riflessioni di Multiverso ed aggiungo che l'infamia di chi pronuncia e diffonde in diretta tali balordaggini meriterebbe di provare in prima persona ciò che nega alla dignità delle altre.
...
Questo non accadrà mai, perchè un papa immobilizzato a letto non servirebbe a nessuno, sono sicuro che una punturina per farla finita ci scapperebbe, tanto poi chi va a controllare.
avatar
capricorno
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 529
Età : 48
Località : Saponara (ME)
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 14.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: il Papa contro l'eutanasia...

Messaggio Da maxsar il Mar 3 Feb - 13:23

Ma a mi parere l'eutanasia dovrebbe essere il diritto di ogni persona.
Dopo che la medicina alza le mani, il protarsi della vita diventa una cosa inutile penso che il malato visto che lo stato è laico abbia il diritto di chiederlo.
Basterebbe istituire una commissione di bioetica in grado di valutare la gravità della malattia, le possibilità oggettive di cura e lo stato psichiatrico del paziente.
Non mi sembra cosi difficile, no?
PEr i cattolici che problema c'è? Lo stato è laico mica abbiamo scritto Vaticalia, i fedeli non lo faranno, perchè il pastore tedesco ha abbaiato che è una grande colpa.
Serve una legge, ma quella sul testamento biologico è una fufa; si dichiarano non interrompibili i trattamenti di supporto derubricati da medici.
Ma è cosi difficle? Una persona nel pieno posseso, ben informata, avrà ben il diritto di non accettare un trattamento terapeutico o di andarsene con dignità.
Il problea è il dettar legge della chiesa in goni campo; senza sapere le cose e senza esserne veramente a conoscenza.
avatar
maxsar
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1342
Età : 32
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 13.01.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: il Papa contro l'eutanasia...

Messaggio Da lordtom24 il Mar 3 Feb - 14:24

Per Multiverso

FInalmente un'analisi seria.

1- L'uomo e' peccatore e la sofferenza e' gradita a Dio.
E cioe': l'uomo tende a venire meno alle proprie regole morali e la sofferenza e' una parte necessaria ed enorme dell'esperienza umana. La storia di Cristo, serve proprio a questo: in modo che non si possa dire di Dio che non sa cosa vuol dire essere umani, e soffrire.
A me la cosa, trascendenza o meno, sembra estremamente plausibile e coerente come una teoria sulla natura umana.

Sul fatto che l'uomo sia peccatore. Basta vedere la storia dell'umanita'. Guerre, stupri di massa, genocidi, assassinii, tradimenti, bombardamenti, sfruttamento, oppressione. A me sembra poco razionale chi tende a non tirare le debite conclusioni da questa schiacciante evidenza.

Sul fatto che la sofferenza sia centrale nell'esperienza umana, e che di conseguenza vada compresa in un certo modo mi trovo d'accordo. Il dolore e' parte della vita umana, come si puo' negare questa cosa? Il che non vuol dire che bisogna ricercarlo attivamente, ma semplicemente che non si puo' evitarlo in fondo e che va affrontato a viso aperto.

Ora, qui ci avviciniamo all'eutanasia. Morire con dignita' secondo l'etica liberale sarebbe evitare di soffrire. Secondo altri invece morire con dignita' e' affrontare la sofferenza. Ovviamente ci sono molte altre considerazioni da fare, pero' il punto resta, e provo a spiegarlo meglio. L'eutanasia e' parte di un processo storico di eradicazione della necessita' dall'esperienza umana. Una di queste necessita' e' la morte, un'altra il dolore. Cosa fa esattamente Ratzinger? Combatte questa tendenza moderna di continua astrazione dell'esperienza umana (per astrazione intendo il fatto che l'esperienza umana puo' essere sempre piu' plasmata in base ad idee umane invece che in base a necessita).

Io lo appoggio pienamente. Ripeto, questo c'entra poco o niente con Dio ed il divino, queste sono posizioni filosofiche che, ad esempio aveva anche Heidegger (uno che scrisse che "filosofia cristiana" e' una contraddizione in termini). Io lo appoggio perche' vedo che perdendo queste necessita' la vita perde irrimediabilmente di profondita' e di senso. L'animale diventa piu' mite e floscio. In 500 anni di pace e democrazia, scriveva Nietzsche, la Svizzera ha prodotto orologi a cucu e cioccolata. In 30 anni di violenza l'Italia ha prodotto Michelangelo, Machiavelli e Bernini.

Insomma, chiunque abbia letto il Mondo Nuovo sa di cosa parlo.

lordtom24
-------------
-------------

Numero di messaggi : 593
SCALA DI DAWKINS :
35 / 7035 / 70

Data d'iscrizione : 26.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: il Papa contro l'eutanasia...

Messaggio Da ros79 il Mar 3 Feb - 14:31

mi spiace nuovamente non essere d'accordo con lordtom (e non c'è pregiudizio te lo assicuro).
secondo me l'astrazione umana è l'essere umano.
il fatto che il dolore esista, per di più, non significa che sia necessario.cosa è necessario poi? noi grazie (o purtroppo, dipende dai punti di vista)all'astrazione siamo quello che siamo e possiamo decidere cosa è superfluo tutt'al più.

_________________
"Che cos'ho in comune con gli ebrei? Non ho neppure niente in comune con me stesso"

F.Kafka
avatar
ros79
---------------------
---------------------

Femminile Numero di messaggi : 1139
Età : 37
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 12.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: il Papa contro l'eutanasia...

Messaggio Da Odino il Mar 3 Feb - 14:36

Facile dire stronzate quando il pubblico è a favore e non c'è contraddittorio.

Perché il papa queste stupidaggini non va a dirle a qualche malato terminale che sopravvive tra atroci sofferenze? Paura di essere cacciato fuori a male parole.
Facile rintanarsi nel Vaticano e scegliersi il pubblico.

La dottrina cattolica è contro le libertà personali, questo inutile sproloquio ne è l'ulteriore prova.
avatar
Odino
------------
------------

Numero di messaggi : 20
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 17.01.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: il Papa contro l'eutanasia...

Messaggio Da lordtom24 il Mar 3 Feb - 14:38

ros79 ha scritto:mi spiace nuovamente non essere d'accordo con lordtom (e non c'è pregiudizio te lo assicuro).
secondo me l'astrazione umana è l'essere umano.
il fatto che il dolore esista, per di più, non significa che sia necessario.cosa è necessario poi? noi grazie (o purtroppo, dipende dai punti di vista)all'astrazione siamo quello che siamo e possiamo decidere cosa è superfluo tutt'al più.

L'astrazione che si confronta solo con se stessa e non con le necessita' del mondo a me preoccupa. Possiamo scegliere di rendere alcune cose superflue. Non vuol dire che scegliamo bene.

Allontanando sempre di piu' la sofferenza ci indeboliremo noi stessi. Confrontate la paura della morte che abbiamo con quella di un contadino medievale che sa che oltre i 40 anni e' grasso che cola. Sempre meno sofferenza ci rendera' quella piccola sofferenza che rimane intollerabile. Le punture di zanzara dell'anima e del corpo ci fanno gridare all'inutilita' della vita umana. Che animale debole e cerebrale che diventeremo.

Punti di vista, cara ros.
Ciao

lordtom24
-------------
-------------

Numero di messaggi : 593
SCALA DI DAWKINS :
35 / 7035 / 70

Data d'iscrizione : 26.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: il Papa contro l'eutanasia...

Messaggio Da Ospite il Mar 3 Feb - 15:06

...
Per me non c'è alcun bisogno di commenti...
La visione oscurantista di sofferenza ed il contenuto di sado-masochismo (ma sempre alle spalle degli altri!...) di tali affermazioni si commenta da sé: è un lampante esempio di tracotante boria clericale.
Ed auguro tutta la sofferenza possibile a chi augura agli altri di soffrire.
...

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: il Papa contro l'eutanasia...

Messaggio Da Ratio il Mar 3 Feb - 18:23

lordtom24 ha scritto:
ros79 ha scritto:mi spiace nuovamente non essere d'accordo con lordtom (e non c'è pregiudizio te lo assicuro).
secondo me l'astrazione umana è l'essere umano.
il fatto che il dolore esista, per di più, non significa che sia necessario.cosa è necessario poi? noi grazie (o purtroppo, dipende dai punti di vista)all'astrazione siamo quello che siamo e possiamo decidere cosa è superfluo tutt'al più.

L'astrazione che si confronta solo con se stessa e non con le necessita' del mondo a me preoccupa. Possiamo scegliere di rendere alcune cose superflue. Non vuol dire che scegliamo bene.

Allontanando sempre di piu' la sofferenza ci indeboliremo noi stessi. Confrontate la paura della morte che abbiamo con quella di un contadino medievale che sa che oltre i 40 anni e' grasso che cola. Sempre meno sofferenza ci rendera' quella piccola sofferenza che rimane intollerabile. Le punture di zanzara dell'anima e del corpo ci fanno gridare all'inutilita' della vita umana. Che animale debole e cerebrale che diventeremo.

Punti di vista, cara ros.
Ciao

Caro Lordtom, c'è sofferenza e sofferenza....e se è vero che essa "tempra" in generale, non è sempre detto che debba essere affrontata. Allontanare dalla sofferenza un malato terminale gli dà la possibilità di morire con dignità, altro che "indebolirlo"!!! Cosa intendi scrivere citando un contadino medioevale? Che un'aspettativa di vita più lunga ci rende inermi di fronte alle difficoltà? Forse hai sbagliato epoca.....

Ratio
------------
------------

Maschile Numero di messaggi : 32
SCALA DI DAWKINS :
36 / 7036 / 70

Data d'iscrizione : 28.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: il Papa contro l'eutanasia...

Messaggio Da kiekostui il Mar 3 Feb - 20:27

Il problema e' sempre il punto di vista. Il modo di affrontare la sofferenza dipende sempre dalle prospettive personali. Pero' non diciamo baggianate, tutti ne faremmo volentieri a meno. Un conto e' affrontare un periodo di sofferenza in maniera serena e dignitosa, un conto e' augurarsela. Mi dispiace ma l'esaltazione cattolica della sofferenza e del martirio e' un aspetto che proprio non posso condividere, e che tante aberrazioni ha prodotto. Il tema dell'eutanasia e' un tema molto spinoso con tante implicazioni, io non sono favorevole all'eutanasia a priori. Ma al centro di una discussione come questa dovrebbe esserci la dignita' umana e non la dignita' del cristiano.

kiekostui
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 82
SCALA DI DAWKINS :
65 / 7065 / 70

Data d'iscrizione : 24.01.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: il Papa contro l'eutanasia...

Messaggio Da davide il Mer 4 Feb - 18:51

lordtom24 ha scritto:Per Multiverso

FInalmente un'analisi seria.

1- L'uomo e' peccatore e la sofferenza e' gradita a Dio.
E cioe': l'uomo tende a venire meno alle proprie regole morali e la sofferenza e' una parte necessaria ed enorme dell'esperienza umana. La storia di Cristo, serve proprio a questo: in modo che non si possa dire di Dio che non sa cosa vuol dire essere umani, e soffrire.
A me la cosa, trascendenza o meno, sembra estremamente plausibile e coerente come una teoria sulla natura umana.

Sul fatto che l'uomo sia peccatore. Basta vedere la storia dell'umanita'. Guerre, stupri di massa, genocidi, assassinii, tradimenti, bombardamenti, sfruttamento, oppressione. A me sembra poco razionale chi tende a non tirare le debite conclusioni da questa schiacciante evidenza.

Sul fatto che la sofferenza sia centrale nell'esperienza umana, e che di conseguenza vada compresa in un certo modo mi trovo d'accordo. Il dolore e' parte della vita umana, come si puo' negare questa cosa? Il che non vuol dire che bisogna ricercarlo attivamente, ma semplicemente che non si puo' evitarlo in fondo e che va affrontato a viso aperto.

Ora, qui ci avviciniamo all'eutanasia. Morire con dignita' secondo l'etica liberale sarebbe evitare di soffrire. Secondo altri invece morire con dignita' e' affrontare la sofferenza. Ovviamente ci sono molte altre considerazioni da fare, pero' il punto resta, e provo a spiegarlo meglio. L'eutanasia e' parte di un processo storico di eradicazione della necessita' dall'esperienza umana. Una di queste necessita' e' la morte, un'altra il dolore. Cosa fa esattamente Ratzinger? Combatte questa tendenza moderna di continua astrazione dell'esperienza umana (per astrazione intendo il fatto che l'esperienza umana puo' essere sempre piu' plasmata in base ad idee umane invece che in base a necessita).

Io lo appoggio pienamente. Ripeto, questo c'entra poco o niente con Dio ed il divino, queste sono posizioni filosofiche che, ad esempio aveva anche Heidegger (uno che scrisse che "filosofia cristiana" e' una contraddizione in termini). Io lo appoggio perche' vedo che perdendo queste necessita' la vita perde irrimediabilmente di profondita' e di senso. L'animale diventa piu' mite e floscio. In 500 anni di pace e democrazia, scriveva Nietzsche, la Svizzera ha prodotto orologi a cucu e cioccolata. In 30 anni di violenza l'Italia ha prodotto Michelangelo, Machiavelli e Bernini.

Insomma, chiunque abbia letto il Mondo Nuovo sa di cosa parlo.
Da te invece, solo una marea di caxxate cattoliche. Dato che ti piace estremizzare il discorso portandolo sulla puntura di zanzara, allora lo faccio anch'io: flagellati tutti i giorni, vedrai come ne uscirai temprato.
Poi, per carità, il succo del discorso è un altro. Tu hai le tue idee -che tengo a ribadire, per me sono assolutamente incondivisibili- ma sono le TUE. Se mai ti dovesse capitare, liberissimo di soffrire come un cane fino all'inevitabile fine. Quello che non tollererò mai, invece, è il motivo per il motivo per il quale le vostre ideuzze dovrebbero essere imposte anche al resto della comunità in cui vivete. Il fatto che questo succeda regolarmente in Italia, poi, fa di questo paese uno dei più medievali in europa.
A proposito, guarda cos'hanno prodotto 30 anni di guerra e una teocrazia tra le più aberranti della storia, in Afghanistan... mad..

@ Multiverso: condivido tutto, tranne un dettaglio, cioè dove dici che Eluana da 17 anni "vive" in un letto...

davide
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11205
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 14.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: il Papa contro l'eutanasia...

Messaggio Da lordtom24 il Gio 5 Feb - 12:48

davide ha scritto:
lordtom24 ha scritto:Per Multiverso

FInalmente un'analisi seria.

1- L'uomo e' peccatore e la sofferenza e' gradita a Dio.
E cioe': l'uomo tende a venire meno alle proprie regole morali e la sofferenza e' una parte necessaria ed enorme dell'esperienza umana. La storia di Cristo, serve proprio a questo: in modo che non si possa dire di Dio che non sa cosa vuol dire essere umani, e soffrire.
A me la cosa, trascendenza o meno, sembra estremamente plausibile e coerente come una teoria sulla natura umana.

Sul fatto che l'uomo sia peccatore. Basta vedere la storia dell'umanita'. Guerre, stupri di massa, genocidi, assassinii, tradimenti, bombardamenti, sfruttamento, oppressione. A me sembra poco razionale chi tende a non tirare le debite conclusioni da questa schiacciante evidenza.

Sul fatto che la sofferenza sia centrale nell'esperienza umana, e che di conseguenza vada compresa in un certo modo mi trovo d'accordo. Il dolore e' parte della vita umana, come si puo' negare questa cosa? Il che non vuol dire che bisogna ricercarlo attivamente, ma semplicemente che non si puo' evitarlo in fondo e che va affrontato a viso aperto.

Ora, qui ci avviciniamo all'eutanasia. Morire con dignita' secondo l'etica liberale sarebbe evitare di soffrire. Secondo altri invece morire con dignita' e' affrontare la sofferenza. Ovviamente ci sono molte altre considerazioni da fare, pero' il punto resta, e provo a spiegarlo meglio. L'eutanasia e' parte di un processo storico di eradicazione della necessita' dall'esperienza umana. Una di queste necessita' e' la morte, un'altra il dolore. Cosa fa esattamente Ratzinger? Combatte questa tendenza moderna di continua astrazione dell'esperienza umana (per astrazione intendo il fatto che l'esperienza umana puo' essere sempre piu' plasmata in base ad idee umane invece che in base a necessita).

Io lo appoggio pienamente. Ripeto, questo c'entra poco o niente con Dio ed il divino, queste sono posizioni filosofiche che, ad esempio aveva anche Heidegger (uno che scrisse che "filosofia cristiana" e' una contraddizione in termini). Io lo appoggio perche' vedo che perdendo queste necessita' la vita perde irrimediabilmente di profondita' e di senso. L'animale diventa piu' mite e floscio. In 500 anni di pace e democrazia, scriveva Nietzsche, la Svizzera ha prodotto orologi a cucu e cioccolata. In 30 anni di violenza l'Italia ha prodotto Michelangelo, Machiavelli e Bernini.

Insomma, chiunque abbia letto il Mondo Nuovo sa di cosa parlo.
Da te invece, solo una marea di caxxate cattoliche. Dato che ti piace estremizzare il discorso portandolo sulla puntura di zanzara, allora lo faccio anch'io: flagellati tutti i giorni, vedrai come ne uscirai temprato.
Poi, per carità, il succo del discorso è un altro. Tu hai le tue idee -che tengo a ribadire, per me sono assolutamente incondivisibili- ma sono le TUE. Se mai ti dovesse capitare, liberissimo di soffrire come un cane fino all'inevitabile fine. Quello che non tollererò mai, invece, è il motivo per il motivo per il quale le vostre ideuzze dovrebbero essere imposte anche al resto della comunità in cui vivete. Il fatto che questo succeda regolarmente in Italia, poi, fa di questo paese uno dei più medievali in europa.
A proposito, guarda cos'hanno prodotto 30 anni di guerra e una teocrazia tra le più aberranti della storia, in Afghanistan... mad..

@ Multiverso: condivido tutto, tranne un dettaglio, cioè dove dici che Eluana da 17 anni "vive" in un letto...

Caro Davide,

la prossima volta cerca di rispondere a tono. Della tua isteria non so cosa farmene.

Grazie

lordtom24
-------------
-------------

Numero di messaggi : 593
SCALA DI DAWKINS :
35 / 7035 / 70

Data d'iscrizione : 26.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: il Papa contro l'eutanasia...

Messaggio Da lordtom24 il Gio 5 Feb - 13:53

Ratio ha scritto:
lordtom24 ha scritto:
ros79 ha scritto:mi spiace nuovamente non essere d'accordo con lordtom (e non c'è pregiudizio te lo assicuro).
secondo me l'astrazione umana è l'essere umano.
il fatto che il dolore esista, per di più, non significa che sia necessario.cosa è necessario poi? noi grazie (o purtroppo, dipende dai punti di vista)all'astrazione siamo quello che siamo e possiamo decidere cosa è superfluo tutt'al più.

L'astrazione che si confronta solo con se stessa e non con le necessita' del mondo a me preoccupa. Possiamo scegliere di rendere alcune cose superflue. Non vuol dire che scegliamo bene.

Allontanando sempre di piu' la sofferenza ci indeboliremo noi stessi. Confrontate la paura della morte che abbiamo con quella di un contadino medievale che sa che oltre i 40 anni e' grasso che cola. Sempre meno sofferenza ci rendera' quella piccola sofferenza che rimane intollerabile. Le punture di zanzara dell'anima e del corpo ci fanno gridare all'inutilita' della vita umana. Che animale debole e cerebrale che diventeremo.

Punti di vista, cara ros.
Ciao

Caro Lordtom, c'è sofferenza e sofferenza....e se è vero che essa "tempra" in generale, non è sempre detto che debba essere affrontata. Allontanare dalla sofferenza un malato terminale gli dà la possibilità di morire con dignità, altro che "indebolirlo"!!! Cosa intendi scrivere citando un contadino medioevale? Che un'aspettativa di vita più lunga ci rende inermi di fronte alle difficoltà? Forse hai sbagliato epoca.....

Io non so se gli dia la possibilita' di morire con dignita'. Di sicuro gli da la possibilita' di morire con comodita'. La strada tracciata e' questa: abolire ogni difficolta', eradicare il dolore dall'esperienza umana. Siamo ancora molto lontani, ma chissa' se un giorno...

lordtom24
-------------
-------------

Numero di messaggi : 593
SCALA DI DAWKINS :
35 / 7035 / 70

Data d'iscrizione : 26.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: il Papa contro l'eutanasia...

Messaggio Da Ospite il Gio 5 Feb - 15:24

lordtom24 ha scritto:
Ratio ha scritto:
lordtom24 ha scritto:
ros79 ha scritto:mi spiace nuovamente non essere d'accordo con lordtom (e non c'è pregiudizio te lo assicuro).
secondo me l'astrazione umana è l'essere umano.
il fatto che il dolore esista, per di più, non significa che sia necessario.cosa è necessario poi? noi grazie (o purtroppo, dipende dai punti di vista)all'astrazione siamo quello che siamo e possiamo decidere cosa è superfluo tutt'al più
.

L'astrazione che si confronta solo con se stessa e non con le necessita' del mondo a me preoccupa. Possiamo scegliere di rendere alcune cose superflue. Non vuol dire che scegliamo bene.

Allontanando sempre di piu' la sofferenza ci indeboliremo noi stessi. Confrontate la paura della morte che abbiamo con quella di un contadino medievale che sa che oltre i 40 anni e' grasso che cola. Sempre meno sofferenza ci rendera' quella piccola sofferenza che rimane intollerabile. Le punture di zanzara dell'anima e del corpo ci fanno gridare all'inutilita' della vita umana. Che animale debole e cerebrale che diventeremo.

Punti di vista, cara ros.

Ciao

Caro Lordtom, c'è sofferenza e sofferenza....e se è vero che essa "tempra" in generale, non è sempre detto che debba essere affrontata. Allontanare dalla sofferenza un malato terminale gli dà la possibilità di morire con dignità, altro che "indebolirlo"!!! Cosa intendi scrivere citando un contadino medioevale? Che un'aspettativa di vita più lunga ci rende inermi di fronte alle difficoltà? Forse hai sbagliato epoca.....

Io non so se gli dia la possibilita' di morire con dignita'. Di sicuro gli da la possibilita' di morire con comodita'. La strada tracciata e' questa: abolire ogni difficolta', eradicare il dolore dall'esperienza umana. Siamo ancora molto lontani, ma chissa' se un giorno...
...
Voglio ben sperare che quel giorno non arrivi mai.
Io dico che questa manìa di considerare la sofferenza come un valore positivo è degna solo di un popolo di alienati. Quali voi cattolici siete, a cominciare dal vostro lugubre emblema: la croce con un morto flagellato attaccato.
Io mi auguro ed auguro a tutto il mondo civile la fine della sofferenza. Tendere alla soppressione di questo vostro "valore" -per come la vedo io- è normalissimo ed auspicabile.
Se poi c'è qualche sado-masochista che se l'augura e la augura agli altri, devo anche ammettere che, per costui, provo un senso di profonda pena non disgiunto da una certa dose di disprezzo. Non è allora mille volte meglio un Buddah gaudente?
...

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: il Papa contro l'eutanasia...

Messaggio Da kiekostui il Gio 5 Feb - 21:11

In questa situazione saro' forse una voce fuori dal coro. In tutta onesta' non mi sento di "tifare" ne' per l'una ne' per l'altra soluzione. Eluana suo malgrado si e' trovata in una sorta di limbo, e qualunque sia l'esito e' una sconfitta per la nostra societa'. La ritengo una sconfitta perche' la decisione sulla vita o sulla morte di una persona si gioca nelle aule dei tribunali (parlo ancora di vita e di persona perche' a me non e' dato sapere cosa Eluana considerasse vita), perche' in tanti si sentono in diritto di sapere cosa e' giusto per lei. Trovo rivoltanti le prese di posizioni dei politici sul "caso" quando non hanno mai mosso un dito per affrontare il tema e fare una legge chiara (quanto meno che fissi dei paletti).
Ma oggi Eluana si trova in questa situazione, e a nessuno di noi e' dato sapere quali fossero le sue volonta', se non chi la conosceva bene (forse).
Ma il punto e' se in questa situazione, davanti a una richiesta, anche umanamente comprensibile, del padre, si possa acconsentire alla sospensione delle cure. Nonostante le mie convinzioni in merito, nutro forti dubbi.

kiekostui
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 82
SCALA DI DAWKINS :
65 / 7065 / 70

Data d'iscrizione : 24.01.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: il Papa contro l'eutanasia...

Messaggio Da Helgi il Gio 5 Feb - 22:26

lordtom24 ha scritto:

Io lo appoggio perche' vedo che perdendo queste necessita' la vita perde irrimediabilmente di profondita' e di senso.

Ma davvero??? Dimmi un po', solo per curiosità: é davvero così difficile accettare che la vita non può perdere irremidiabilmente né profondità (fronzoletto inutile in mezzo a un mare di aria fritta) né senso?
Ma quale senso vuoi trovarci in questa esistenza? La vita non ha un senso, se non quello di non averne. Magari un giorno troverai il coraggio di fartene una ragione. Quando arriva la morte, la farsa é finita. E il tuo dio non può farci proprio niente.

Helgi
-------------
-------------

Numero di messaggi : 125
Età : 39
Località : Catania
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 07.12.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: il Papa contro l'eutanasia...

Messaggio Da lordtom24 il Ven 6 Feb - 0:08

Ma quante belle reazioni.

Cominciamo da pischello.
Dici che eradicare la sofferenza e' cosa nobile, e che si deve augurare meno sofferenza a tutta l'umanita. Sono assolutamente d'accordo. Pero' dici anche che il giorno in cui non vi sara' piu' sofferenza, speri che non arrivi mai. Anche su questo sono d'accordo.

Per Helgi.
Non ho tempo da perdere con i saccheggiatori di Nietzsche. Rileggiti colui che porti come citazione, capiscilo per cortesia, e poi ritorna a parlare con me. Oltre ai razionalisti da bar, questo posto e' popolato anche dai nichilisti della porta accanto. Non posso prendere sul serio una cosa del genere, davvero. Un sorriso pero' me lo fa fare. Grazie Helgi per avermi rivelato, su un forum informatico, la mancanza di senso della nostra esistenza. Grazie, di cuore.

PS- avete infranto i genitali con questa storia della scala di Dawkins, e poi mi devo prendere epiteti tipo "voi cattolici" e "il tuo Dio?" 35 mi pare sia perfettamente agnostico. Bene, prendetelo sul serio quel valore. Capisco che siete un po' dogmatici, ma se c'e' scritto 35, vuol dire che sono agnostico e che cavolo..

lordtom24
-------------
-------------

Numero di messaggi : 593
SCALA DI DAWKINS :
35 / 7035 / 70

Data d'iscrizione : 26.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: il Papa contro l'eutanasia...

Messaggio Da Ospite il Ven 6 Feb - 8:35

lordtom24 ha scritto:Ma quante belle reazioni.

Cominciamo da pischello.
Dici che eradicare la sofferenza e' cosa nobile, e che si deve augurare meno sofferenza a tutta l'umanita. Sono assolutamente d'accordo. Pero' dici anche che il giorno in cui non vi sara' piu' sofferenza, speri che non arrivi mai. Anche su questo sono d'accordo.
...
Mi spiace, ma non hai capito assolutamente niente di quel che ho detto, forse anche per l'imbeccata volutamente ambigua che, come al tuo solito, hai cercato di dare.
Ed allora non mi resta che chiarire meglio.
Dico e sottoscrivo che spero non arrivi mai il giorno in cui, quelli che la pensano come te, abbiano il sopravvento e possano decidere sulla vita degli altri, come tentano di fare i credenti o gli pseudo-agnostici, da più di diciassette secoli.
Confermo che la ricerca della sofferenza, o il volerla imporre come mezzo per elevare l'umanità, sia la cosa più odiosa, più stupida ed irrazionale che la mente umana possa concepire: chi afferma e chi propone simili concettualità -per come la vedo io- è da manicomio, ed ho una grande pietà per lui.
...

lordtom24 ha scritto:
Per Helgi.
Non ho tempo da perdere con i saccheggiatori di Nietzsche. Rileggiti colui che porti come citazione, capiscilo per cortesia, e poi ritorna a parlare con me. Oltre ai razionalisti da bar, questo posto e' popolato anche dai nichilisti della porta accanto. Non posso prendere sul serio una cosa del genere, davvero. Un sorriso pero' me lo fa fare. Grazie Helgi per avermi rivelato, su un forum informatico, la mancanza di senso della nostra esistenza. Grazie, di cuore.
...
Lascerò ovviamente ad Helgi il piacere risponderti per le rime.
Però, come Moderatore, lascia che ti ripeta ancora che essere altezzosi come te è sintomo di insicurezza per le proprie idèe e mancanza di rispetto per quelle degli altri.
Scendi dal tuo piedistallo di superbia nel quale ti sei posto.
...

lordtom24 ha scritto:
PS- avete infranto i genitali con questa storia della scala di Dawkins, e poi mi devo prendere epiteti tipo "voi cattolici" e "il tuo Dio?" 35 mi pare sia perfettamente agnostico. Bene, prendetelo sul serio quel valore. Capisco che siete un po' dogmatici, ma se c'e' scritto 35, vuol dire che sono agnostico e che cavolo..
...
Tu -proprio tu!- che fai qualunquismo a buon mercato, definendo tutti noi "dogmatici" (e raggruppando quindi in un'unica categoria tutte le differenze di pensiero che ci caratterizzano), -proprio tu- vieni a dire a NOI come sia sufficiente una "dichiarazione d'intenti" (il tuo pseudoagnosticismo, assolutamente difforme dalle tue espressioni!) per poterti defilare e permetterti di giudicare gli altri? E pensi di poterti permettere di dire che gli altri "hanno infranto i genitali"?
Te l'ho detto: scendi dal tuo piedistallo di vanagloria: dimostri solo a tutti quanto tu sia piccolo.
...

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: il Papa contro l'eutanasia...

Messaggio Da davide il Ven 6 Feb - 9:35

lordtom24 ha scritto:
davide ha scritto:
lordtom24 ha scritto:Per Multiverso

FInalmente un'analisi seria.

1- L'uomo e' peccatore e la sofferenza e' gradita a Dio.
E cioe': l'uomo tende a venire meno alle proprie regole morali e la sofferenza e' una parte necessaria ed enorme dell'esperienza umana. La storia di Cristo, serve proprio a questo: in modo che non si possa dire di Dio che non sa cosa vuol dire essere umani, e soffrire.
A me la cosa, trascendenza o meno, sembra estremamente plausibile e coerente come una teoria sulla natura umana.

Sul fatto che l'uomo sia peccatore. Basta vedere la storia dell'umanita'. Guerre, stupri di massa, genocidi, assassinii, tradimenti, bombardamenti, sfruttamento, oppressione. A me sembra poco razionale chi tende a non tirare le debite conclusioni da questa schiacciante evidenza.

Sul fatto che la sofferenza sia centrale nell'esperienza umana, e che di conseguenza vada compresa in un certo modo mi trovo d'accordo. Il dolore e' parte della vita umana, come si puo' negare questa cosa? Il che non vuol dire che bisogna ricercarlo attivamente, ma semplicemente che non si puo' evitarlo in fondo e che va affrontato a viso aperto.

Ora, qui ci avviciniamo all'eutanasia. Morire con dignita' secondo l'etica liberale sarebbe evitare di soffrire. Secondo altri invece morire con dignita' e' affrontare la sofferenza. Ovviamente ci sono molte altre considerazioni da fare, pero' il punto resta, e provo a spiegarlo meglio. L'eutanasia e' parte di un processo storico di eradicazione della necessita' dall'esperienza umana. Una di queste necessita' e' la morte, un'altra il dolore. Cosa fa esattamente Ratzinger? Combatte questa tendenza moderna di continua astrazione dell'esperienza umana (per astrazione intendo il fatto che l'esperienza umana puo' essere sempre piu' plasmata in base ad idee umane invece che in base a necessita).

Io lo appoggio pienamente. Ripeto, questo c'entra poco o niente con Dio ed il divino, queste sono posizioni filosofiche che, ad esempio aveva anche Heidegger (uno che scrisse che "filosofia cristiana" e' una contraddizione in termini). Io lo appoggio perche' vedo che perdendo queste necessita' la vita perde irrimediabilmente di profondita' e di senso. L'animale diventa piu' mite e floscio. In 500 anni di pace e democrazia, scriveva Nietzsche, la Svizzera ha prodotto orologi a cucu e cioccolata. In 30 anni di violenza l'Italia ha prodotto Michelangelo, Machiavelli e Bernini.

Insomma, chiunque abbia letto il Mondo Nuovo sa di cosa parlo.
Da te invece, solo una marea di caxxate cattoliche. Dato che ti piace estremizzare il discorso portandolo sulla puntura di zanzara, allora lo faccio anch'io: flagellati tutti i giorni, vedrai come ne uscirai temprato.
Poi, per carità, il succo del discorso è un altro. Tu hai le tue idee -che tengo a ribadire, per me sono assolutamente incondivisibili- ma sono le TUE. Se mai ti dovesse capitare, liberissimo di soffrire come un cane fino all'inevitabile fine. Quello che non tollererò mai, invece, è il motivo per il motivo per il quale le vostre ideuzze dovrebbero essere imposte anche al resto della comunità in cui vivete. Il fatto che questo succeda regolarmente in Italia, poi, fa di questo paese uno dei più medievali in europa.
A proposito, guarda cos'hanno prodotto 30 anni di guerra e una teocrazia tra le più aberranti della storia, in Afghanistan... mad..

@ Multiverso: condivido tutto, tranne un dettaglio, cioè dove dici che Eluana da 17 anni "vive" in un letto...

Caro Davide,

la prossima volta cerca di rispondere a tono. Della tua isteria non so cosa farmene.

Grazie
Il mio tono è questo. Specie quando leggo mostruosità come quelle che hai scritto tu. Quindi non sperare che cambi, se non ti sta bene, spiacente, è un problema tuo.


Puoi sempre prenderlo come forma di sofferenza che certamente ti eleverà.

Edit: noi abbiamo infranto i genitali con la scala di Dawkins, tu con quel tuo "razionalismo da bar" che ti piace tanto tirare in ballo, o maestro. Se questo posto, come sembra, non ti piace, sentiti pure libero di approdare altrove.
Se invece ti sta bene, smettila tu di "infrangere i genitali" con la tua ridicola superbia.


Ultima modifica di davide il Ven 6 Feb - 9:38, modificato 1 volta

davide
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11205
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 14.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: il Papa contro l'eutanasia...

Messaggio Da Ospite il Ven 6 Feb - 9:37

lordtom24 ha scritto:Ma quante belle reazioni.
PS- avete infranto i genitali con questa storia della scala di Dawkins, e poi mi devo prendere epiteti tipo "voi cattolici" e "il tuo Dio?" 35 mi pare sia perfettamente agnostico. Bene, prendetelo sul serio quel valore. Capisco che siete un po' dogmatici, ma se c'e' scritto 35, vuol dire che sono agnostico e che cavolo..

Sorvolando il tuo educato riferimento ai genitali, se proprio vuoi essere un agnostico puro devi spostare la tua scala sul "40" ok

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: il Papa contro l'eutanasia...

Messaggio Da Helgi il Ven 6 Feb - 12:25

lordtom24 ha scritto:Ma quante belle reazioni.

Cominciamo da pischello.
Dici che eradicare la sofferenza e' cosa nobile, e che si deve augurare meno sofferenza a tutta l'umanita. Sono assolutamente d'accordo. Pero' dici anche che il giorno in cui non vi sara' piu' sofferenza, speri che non arrivi mai. Anche su questo sono d'accordo.

Per Helgi.
Non ho tempo da perdere con i saccheggiatori di Nietzsche. Rileggiti colui che porti come citazione, capiscilo per cortesia, e poi ritorna a parlare con me. Oltre ai razionalisti da bar, questo posto e' popolato anche dai nichilisti della porta accanto. Non posso prendere sul serio una cosa del genere, davvero. Un sorriso pero' me lo fa fare. Grazie Helgi per avermi rivelato, su un forum informatico, la mancanza di senso della nostra esistenza. Grazie, di cuore.

PS- avete infranto i genitali con questa storia della scala di Dawkins, e poi mi devo prendere epiteti tipo "voi cattolici" e "il tuo Dio?" 35 mi pare sia perfettamente agnostico. Bene, prendetelo sul serio quel valore. Capisco che siete un po' dogmatici, ma se c'e' scritto 35, vuol dire che sono agnostico e che cavolo..


Ué simpatico spocchiosetto, non andare in confusione per cosi poco. Non porto Nietzsche come citazione, ma solo in calce, come firma. Il discorso é quello sopra, ti ci vuole un oculista.
La castroneria per cui senza x e y la vita perderebbe di senso, l'hai detta tu, forum informatico o no. Che Gesù, Giuseppe o Geppetto abbiano dato senso alla sofferenza (la sofferenza che ha un senso!! eeeeeeek ) é un' idiozia papale che ha il tuo "pieno appoggio" e l'uomo é peccatore perché contravviene alle famose "regole morali" (quali? Le tue? Quelle di Ratzi?) Potevi mettere anche 70 nella scala di Dawkins, tanto poi ti presenti comunque come un'animuccia cattolica.

Laverne: Does it help to know that Jesus loves you?
Dr. Cox: [Nodding] It does not.
Laverne: Well, everything happens for a reason.
Dr. Cox: Are you really trying to tell me that things like, New Orleans, AIDS, sugar free ice cream, crack babies, Hugh Jackman, and cancer all happen for a reason? Because I'm sorry, I'm-I'm just not buying that.
Laverne: "God works all things for good" - Romans 8:28.
Dr. Cox: "Bull Honky" - Perry Cox. 6'1. Buck eighty-five after lunch. [Winks]


Non é Nietzsche, ma Scrubs quote ahahahahahah
Aspetta la replica, magari impari qualcosa.

Helgi
-------------
-------------

Numero di messaggi : 125
Età : 39
Località : Catania
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 07.12.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: il Papa contro l'eutanasia...

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum