Stop nell'era medioevale

Pagina 3 di 4 Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Stop nell'era medioevale

Messaggio Da Paolo il Gio 30 Giu - 13:57

Ma allora è proprio vero!! I più rompicoglioni sono quelli che alla fine vanno avanti!!
avatar
Paolo
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 8776
Età : 62
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Stop nell'era medioevale

Messaggio Da Elima il Gio 30 Giu - 14:03

Paolo ha scritto:Ma allora è proprio vero!! I più rompicoglioni sono quelli che alla fine vanno avanti!!

quoto.. In ogni campo .... diffidente
avatar
Elima
-----------
-----------

Femminile Numero di messaggi : 2371
Età : 60
Località : Napoli
Occupazione/Hobby : Impiegata, lettura, vela, subacquea
SCALA DI DAWKINS :
50 / 7050 / 70

Data d'iscrizione : 20.06.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Stop nell'era medioevale

Messaggio Da Paolo il Gio 30 Giu - 14:08

Ma a me avevano raccontato che era l'amore che vince su tutto!! Allora non è vero ??
avatar
Paolo
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 8776
Età : 62
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Stop nell'era medioevale

Messaggio Da SergioAD il Gio 30 Giu - 14:22

Boccadorata ha scritto:
SergioAD ha scritto:
Boccadorata dice Iside, ancora più vecchia... ma chissà quante religioni c'erano.
Ma il culto di Iside è stato tra quelli più difficili da sradicare.
da cui la credenza che il gatto nero porti sfortuna.
Aridaje con la sfortuna... scommetto che quando ti attraversa la strada un gatto nero ti fermi per far passare qualcun'altro... comunque mi hai smitizzato il nostro medioevo, devo vedere perché dove vivo i gatti non scappano via ma si avvicinano e qui non ci sono gattare ah ah...

SergioAD
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6602
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 30.01.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Stop nell'era medioevale

Messaggio Da Paolo il Gio 30 Giu - 14:32

Pura curiosità. Qualcuno ha idea di come si sia diffuso l'islamismo? Di sicuro in comune con il cristianesimo ha l'intolleranza, ma è nato molto più tardi. Però ha molto in comune.
avatar
Paolo
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 8776
Età : 62
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Stop nell'era medioevale

Messaggio Da Werewolf il Gio 30 Giu - 14:40

Paolo ha scritto:Pura curiosità. Qualcuno ha idea di come si sia diffuso l'islamismo? Di sicuro in comune con il cristianesimo ha l'intolleranza, ma è nato molto più tardi. Però ha molto in comune.
L'islamismo era un gran rompicoglioni, rimanendo in metafora. In pratica, Maometto era un conquistatore: nel giro della sua vita aveva portato l'Islam in tutte le coste nordafricane, e aveva cominciato la conquista del resto dell'Oriente. Dopo la morte e le varie lotte per la successione, i vari califfi hanno proseguito con l'opera di conquista. L'Islam si espande armi in pugno, e converte forzatamente i popoli conquistati.
avatar
Werewolf
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 3357
Età : 28
Località : Vicenza
Occupazione/Hobby : Studente a vita.. c'è sempre da imparare no?
SCALA DI DAWKINS :
68 / 7068 / 70

Data d'iscrizione : 24.03.10

http://werewolf-wolfsden.blogspot.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Stop nell'era medioevale

Messaggio Da Elima il Gio 30 Giu - 14:47

SergioAD ha scritto: devo vedere perché dove vivo i gatti non scappano via ma si avvicinano e qui non ci sono gattare ah ah...
Perchè Maometto, dovendosi alzare, per non svegliare il gatto che dormiva si tagliò un pezzo di vestito...
http://www.petsblog.it/post/266/i-gatti-di-maometto-storia-di-una-rapporto-privilegiato
Nel medioevo tra glia arabi la medicina era molto avanzata e non dovevano sopprimere le seguaci di Iside, riconoscibili dall'immancabile gatto nero (Baast, protettrice dell'amore domestico). Quindi non bruciavano nè le streghe nè i gatti.
avatar
Elima
-----------
-----------

Femminile Numero di messaggi : 2371
Età : 60
Località : Napoli
Occupazione/Hobby : Impiegata, lettura, vela, subacquea
SCALA DI DAWKINS :
50 / 7050 / 70

Data d'iscrizione : 20.06.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Stop nell'era medioevale

Messaggio Da SergioAD il Gio 30 Giu - 15:04

si lo sapevo... però se prima di diventare musulmani avessero avuto paura del gatto avrebbero trasferito la superstizione come hanno fatto con la carne di suino - non ti sto contraddicendo ho solo bisogno di fare tipo un giretto...


SergioAD
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6602
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 30.01.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Stop nell'era medioevale

Messaggio Da Muriel il Gio 30 Giu - 15:33

Paolo ha scritto:Pura curiosità. Qualcuno ha idea di come si sia diffuso l'islamismo? Di sicuro in comune con il cristianesimo ha l'intolleranza, ma è nato molto più tardi. Però ha molto in comune.
con il cristianesimo ha molto in comune per il semplice fatto che ne è quasi una deviazione. la storia sarebbe lunga, ma cercherò di fartela breve.
muhammad divenne orfano a pochi anni e andò a vivere col nonno ch e in seguito lo avviò all'attività commerciale. sposò una facoltosa donna più anziana di lui, hadija, che gli lasciò tutto alla quale fu fedele fino a quando morì, insomma aveva una vita serena e invidiabile per molti suoi contemporanei. ma nonostante ciò non si sentiva appagato, e così, affascinato da ebraismo e cristianesimo, si ritirò per un periodo sulle montagne che circondavano la mecca, e durante una di queste meditazioni ebbe la famosa "rivelazione" da parte dell'arcangelo gabriele, ricordata nella sura della notte del destino.
ovviamente la sua predicazione non era ben vista dai suoi compaesani, così attaccati alle divinità preislamiche che venivano adorate nella ca'ba, e l'aristocrazia meccana e la società mercantile vedevano minacciati i loro privilegi dall'islam in quanto il messaggio che portava non era dissimile da quello di gesù, per la sua empatia verso gli individui più svantaggiati. inoltre alle mediazioni che gli erano state proposte per una pacifica convivenza delle due religioni, il profeta del corano rispose sempre con un duro e secco no (anche se i famosi versetti satanici volevano essere un vero e proprio mix tra islam e paganesimo, per tentare di avvicinare all'islam in modo cauto altri fedeli). così muhammad fu esiliato con i suoi primi proseliti - familiari ed amici stretti - e si rifugiò a medina, ma lottò e combattè per quasi dieci anni (dal 622 anno dell'egira, al 630) per potersi ricongiungere alla sua città da vincitore. durante questo perido conquistò anche una vasta area (che poi si espanse ulteriormente fino al nordafrica), anche se il punto cruciale restava la riconquista ideologica della città santa.
alla morte di muhammad seguirono i quattro califfi "ben guidati" ossia abu bakr, umar, uthman e ali, e dopo di loro il popolo islamico fu guidato prima dalla dinastia omayyade e poi da quella abbaside. da lì in poi il resto è storia.

Boccadorata ha scritto:Ma il culto di Iside è stato tra quelli più difficili da sradicare.
da cui la credenza che il gatto nero porti sfortuna.
in realtà la superstizione che vuole che il gatto nero porti sfortuna deriva dal fatto che nel medioevo si riteneva fosse l'animale in cui si trasfiguravano le streghe, come il pipistrello per i vampiri.


Ultima modifica di Muriel il Gio 30 Giu - 15:40, modificato 1 volta

Muriel
-----------
-----------

Femminile Numero di messaggi : 1760
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 30.12.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Stop nell'era medioevale

Messaggio Da chef75 il Gio 30 Giu - 15:39

Muriel ha scritto:
in realtà la superstizione che vuole che il gatto nero porti sfortuna deriva dal fatto che nel medioevo si riteneva fosse l'animale in cui si trasfiguravano le streghe, come il pipistrello per i vampiri.

Ne hanno bruciati milioni....poveri micetti neri

_________________
Quando la maggior parte di una società è stupida allora la prevalenza del cretino diventa dominante e inguaribile.
Carlo M. Cipolla

E>en
avatar
chef75
------------
------------

Maschile Numero di messaggi : 7695
Età : 42
Località : una cucina
Occupazione/Hobby : Casalinghe italiane.
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 12.11.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Stop nell'era medioevale

Messaggio Da SergioAD il Gio 30 Giu - 15:45

Tornato! cercato con google: iside AND "gatto nero".

Ecco i primi tre siti: (due dicono la stessa cosa)

  • Il gatto di colore nero era il prediletto perché associato al colore della notte e al colore nero del limo portatore di fertilità e rinascita dopo le inondazione del Nilo.

  • Il gatto nero è l’animale più adatto ad affiancare la dea della notte. Nero, silenzioso e furtivo si muove nell’oscurità, caccia abilmente, ha occhi che brillano e, come la dea notturna, veglia mentre altri dormono. E’ sacro, ed è il prediletto...
Ha senso così che il gatto abbia avuto successo tra gli arabi.

Ma certo che non sono sicuro sospetto che sia come dico io e non devo fare una relazione sul gatto nero di Iside, già mi basta che sia la madre vergine di Horus.

SergioAD
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6602
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 30.01.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Stop nell'era medioevale

Messaggio Da Paolo il Gio 30 Giu - 16:38

Il fatto che il gatto fosse amato degli antichi egizi è molto probabilmente dovuto al fatto che era un ottimo mezzo per combattere i topi (grosso problema a quei tempi) che mangiavano le provviste in particolare il grano. Che il colore nero abbia un qualcosa di particolare è anche dovuto al fatto che assai spesso lo si associa a qualcosa di negativo. E questo è anche dovuto al fatto che la maggior parte delle sostanze tossiche o non commestibili sono di colore scuro.

Muriel, ottima esposizione della storia dell'islam. ok

Mi domandavo anche perché proprio l'islam e non altre religioni si sia diffuso così nel mondo arabo. Sicuramente perché, come il cristianesimo è una fede assolutista e non ammette altro. Ma nella competizione culturale come avrà fatto ad emergere? Un qualcosa doveva averlo.
avatar
Paolo
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 8776
Età : 62
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Stop nell'era medioevale

Messaggio Da Muriel il Gio 30 Giu - 18:01

chef75sp ha scritto:Ne hanno bruciati milioni....poveri micetti neri
sigh Sad

Paolo ha scritto:Il fatto che il gatto fosse amato degli antichi egizi è molto probabilmente dovuto al fatto che era un ottimo mezzo per combattere i topi (grosso problema a quei tempi) che mangiavano le provviste in particolare il grano.
il motivo è esattamente quello lì

Che il colore nero abbia un qualcosa di particolare è anche dovuto al fatto che assai spesso lo si associa a qualcosa di negativo. E questo è anche dovuto al fatto che la maggior parte delle sostanze tossiche o non commestibili sono di colore scuro.
più che altro il nero è associato quasi sempre alla notte, il momento della giornata in cui l'uomo è più vulnerabile: infatti le tenebre, il buio, l'oscurità eccetera sono anche la caratteristica della dannazione per eccellenza (al topos allegorico del buio corrisponde, nella letteratura cristiana antica, la cecità del cuore, nonchè l'incapacità di percepire l'amore di dio). nero è il colore dell'abito della morte nell'iconografia classica, nonchè del lutto. inoltre il nero è anche l'assenza di colore, il simbolo del nulla, l'oggettivazione cromatica dell'horror vacui. affraid

Muriel, ottima esposizione della storia dell'islam.

Mi domandavo anche perché proprio l'islam e non altre religioni si sia diffuso così nel mondo arabo. Sicuramente perché, come il cristianesimo è una fede assolutista e non ammette altro. Ma nella competizione culturale come avrà fatto ad emergere? Un qualcosa doveva averlo.
grazie. la mia fonte è introduzione all'islam di paolo branca, uno dei maggiori islamisti italiani.
come argomentavo prima, l'islam non ha attecchito affatto nei cuori dei contemporanei di muhammad, poichè meno "discreto" dal punto di vista della morale (e come dici anche tu questa è una tipica caratteristica dei monoteismi): gli affaristi arabi dell'epoca vedevano in esso un pericolo per la loro libertà di arricchirsi alle spalle degli altri, e inoltre il buon vecchio paganesimo metteva a disposizione dei fedeli un fantastiliardo di divinità e feticci ai quali potersi rivolgere molto simili ai nostri santi protettori, ben più specifici quindi e con campi di competenza circoscritti (il protettore della casa, del sole, dell'acqua e così via). mi pare di averlo già scritto altrove, ma lo stesso allah era a sua volta una delle tante divinità adorate nella ca'ba, che però aveva poco successo proprio perchè non aveva un ruolo ben definito rispetto agli dei più in voga per le invocazioni.
inoltre bisogna tener conto del fatto che il profeta ha "diffuso" la religione non con l'evangelizzazione, bensì con la spada (come era usanza presso il suo popolo), e che i suoi successori hanno proseguito l'opera col medesimo metodo.
il paganesimo è un tipo di religiosità molto più soft, mentre i monoteismi sono dei veri e propri "regni" spirituali (spirituali per modo di dire ) con tanto di gerarchia piramidale, il che consente un'ottima gestione del potere (non a caso diversi califfi sono stati uccisi da altri che ne hanno poi ereditato il titolo). credo che se le città e i popoli conquistati avessero potuto scegliere, sarebbero rimasti volentieri al loro animismo.


Ultima modifica di Muriel il Gio 30 Giu - 19:16, modificato 1 volta

Muriel
-----------
-----------

Femminile Numero di messaggi : 1760
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 30.12.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Stop nell'era medioevale

Messaggio Da chef75 il Gio 30 Giu - 18:05

Muriel ha scritto:

Muriel, ottima esposizione della storia dell'islam.

grazie..

Si ma il verdolino l'ho spalmato io

_________________
Quando la maggior parte di una società è stupida allora la prevalenza del cretino diventa dominante e inguaribile.
Carlo M. Cipolla

E>en
avatar
chef75
------------
------------

Maschile Numero di messaggi : 7695
Età : 42
Località : una cucina
Occupazione/Hobby : Casalinghe italiane.
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 12.11.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Stop nell'era medioevale

Messaggio Da Muriel il Gio 30 Giu - 18:14

chef75sp ha scritto:Si ma il verdolino l'ho spalmato io
ahah lo sospettavo sai grazie anche a te allora, carissimo

SergioAD ha scritto:si lo sapevo... però se prima di diventare musulmani avessero avuto
paura del gatto avrebbero trasferito la superstizione come hanno fatto
con la carne di suino
quella della carne di suino è una superstizione come molte nostre, cioè deriva da una sorta di antico spauracchio volto ad evitare qualcosa di sconveniente, che poi col tempo ha perso il suo significato e si è radicato come convenzione illogica e priva di una motivazione apparente. infatti, come da noi era un bene evitare di sprecare il sale (da cui la superstizione secondo cui buttare il sale in tavola porterebbe male), o passare sotto una scala pericolante che poteva cedere (da cui la superstizione del passare sotto una scala che porterebbe sfortuna), nel mondo arabo, a quelle temperature particolarmente calde, non è indicato mangiare carne di maiale o bere alcolici, così come il fatto di tenere la barba, stereotipo dell'uomo mussulmano, era necessario ai viaggiatori per proteggere l'epidermide dalle tempeste di sabbia.

Muriel
-----------
-----------

Femminile Numero di messaggi : 1760
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 30.12.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Stop nell'era medioevale

Messaggio Da Borghese_Nero il Gio 30 Giu - 18:48

Muriel ha scritto:
chef75sp ha scritto:Si ma il verdolino l'ho spalmato io
ahah lo sospettavo sai grazie anche a te allora, carissimo

SergioAD ha scritto:si lo sapevo... però se prima di diventare musulmani avessero avuto
paura del gatto avrebbero trasferito la superstizione come hanno fatto
con la carne di suino
quella della carne di suino è una superstizione come molte nostre, cioè deriva da una sorta di antico spauracchio volto ad evitare qualcosa di sconveniente, che poi col tempo ha perso il suo significato e si è radicato come convenzione illogica e priva di una motivazione apparente. infatti, come da noi era un bene evitare di sprecare il sale (da cui la superstizione secondo cui buttare il sale in tavola porterebbe male), o passare sotto una scala pericolante che poteva cedere (da cui la superstizione del passare sotto una scala che porterebbe sfortuna), nel mondo arabo, a quelle temperature particolarmente calde, non è indicato mangiare carne di maiale o bere alcolici, così come il fatto di tenere la barba, stereotipo dell'uomo mussulmano, era necessario ai viaggiatori per proteggere l'epidermide dalle tempeste di sabbia.

quoto..
avatar
Borghese_Nero
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 551
Età : 27
Occupazione/Hobby : Imprenditore
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 26.06.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Stop nell'era medioevale

Messaggio Da wendell p. bloyd il Gio 30 Giu - 20:19

Muriel ha scritto:
quella della carne di suino è una superstizione come molte nostre, cioè deriva da una sorta di antico spauracchio volto ad evitare qualcosa di sconveniente, che poi col tempo ha perso il suo significato e si è radicato come convenzione illogica e priva di una motivazione apparente. infatti, come da noi era un bene evitare di sprecare il sale (da cui la superstizione secondo cui buttare il sale in tavola porterebbe male), o passare sotto una scala pericolante che poteva cedere (da cui la superstizione del passare sotto una scala che porterebbe sfortuna), nel mondo arabo, a quelle temperature particolarmente calde, non è indicato mangiare carne di maiale o bere alcolici, così come il fatto di tenere la barba, stereotipo dell'uomo mussulmano, era necessario ai viaggiatori per proteggere l'epidermide dalle tempeste di sabbia.


D'altra parte, e Muriel ne ha spiegato bene il motivo, anche nell'antico
testamento la carne di maiale era ritenuta impura e gesu quanda scaccia
i demoni li fa poi albergare in un branco di maiali.
Ovvero li incarna nel padre suo

wendell p. bloyd
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 849
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 24.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Stop nell'era medioevale

Messaggio Da Muriel il Gio 30 Giu - 20:40

wendell p. bloyd ha scritto:e gesu quanda scaccia i demoni li fa poi albergare in un branco di maiali.
Ovvero li incarna nel padre suo

Muriel
-----------
-----------

Femminile Numero di messaggi : 1760
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 30.12.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Stop nell'era medioevale

Messaggio Da Paolo il Gio 30 Giu - 21:34

Muriel, io per la verità non do molta attenzione al verde, però tanto impegno ed efficienza lo merita! Pongo rimedio.

In effetti la spada mi sembra un ottimo motivo. Convince...poi l'ignoranza fa il resto. Però, come avevo già detto, io sono della idea che il monoteismo sia la forma di religione che meglio rispecchia l'esigenza che ha l'uomo di avere un capo. Esigenza di origine atavica quando l'uomo viveva in branchi o tribù e aveva il capo che comandava. E le religioni, come il cristianesimo o l'islamismo sono fedi che hanno un dio molto assolutista per non dire dispotico.

Per quanto riguarda la questione del maiale così odiato dall'islam, ho letto qualcosa in merito, ma la spiegazione non è ben chiara. Probabilmente è per questioni legati all'allevamento dei suini e al loro utilizzo. Però mi risulta sia qualcosa di diverso da una superstizione.
avatar
Paolo
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 8776
Età : 62
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Stop nell'era medioevale

Messaggio Da Rasputin il Gio 30 Giu - 21:46

chef75sp ha scritto:
Muriel ha scritto:
in realtà la superstizione che vuole che il gatto nero porti sfortuna deriva dal fatto che nel medioevo si riteneva fosse l'animale in cui si trasfiguravano le streghe, come il pipistrello per i vampiri.

Ne hanno bruciati milioni....poveri micetti neri

Almeno se li potevano mangiare hihihihih

_________________
Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)



Daremo fuoco a queste stanze prima che sia Natale

Demokratie hat nichts mit Freiheit, Menschenrechten oder Meinungsfreiheit zu tun. Es ist einfach nur die Herrschaft der Mehrheit.
avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 51158
Età : 57
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante-libido post eroina amplificata da alcol e anfetamine
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Stop nell'era medioevale

Messaggio Da Muriel il Gio 30 Giu - 22:04

Paolo ha scritto:Muriel, io per la verità non do molta attenzione al verde, però tanto impegno ed efficienza lo merita! Pongo rimedio.

In effetti la spada mi sembra un ottimo motivo. Convince...poi l'ignoranza fa il resto. Però, come avevo già detto, io sono della idea che il monoteismo sia la forma di religione che meglio rispecchia l'esigenza che ha l'uomo di avere un capo. Esigenza di origine atavica quando l'uomo viveva in branchi o tribù e aveva il capo che comandava. E le religioni, come il cristianesimo o l'islamismo sono fedi che hanno un dio molto assolutista per non dire dispotico.

Per quanto riguarda la questione del maiale così odiato dall'islam, ho letto qualcosa in merito, ma la spiegazione non è ben chiara. Probabilmente è per questioni legati all'allevamento dei suini e al loro utilizzo. Però mi risulta sia qualcosa di diverso da una superstizione.
ma ri-grazie anche a te allora
no no infatti il divieto di mangiare carne di maiale nell'islam è diventato un precetto simile alla superstizione perchè molti non ne conoscono l'origine e lo accettano senza conoscerne le motivazioni, ma è legato a diverse motivazioni tra cui quella della pericolosità di mangiare carne così calorica, in climi caldi come quelli mediorientali/nordafricani. poi c'è anche la questione dell'uccisione del maiale, relativa alla questione del sangue (la macellazione all'islamica non è fattibile per il maiale da quanto ho capito)... insomma di ragioni ce ne sarebbero, ma suppongo che siano in pochi a conoscerle, perchè ho sentito tante volte come giustificazione che non si può consumare carne di maiale "perchè il maiale è un animale impuro".
io invece all'inizio facevo il ragionamento opposto, e cioè, visto che dio è maiale, hanno paura di offenderlo uccidendo i suoi simili...

Muriel
-----------
-----------

Femminile Numero di messaggi : 1760
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 30.12.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Stop nell'era medioevale

Messaggio Da SergioAD il Gio 30 Giu - 22:32

Una logica c'è. Il maiale ha maggiori probabilità di essere infestato dai parassiti, ascaridi e tenia, mangia tutto a contatto con la terra ed è visto diciamo come il cane (impuro).

Qui nel supermercato spinneys sembrava ci fosse un pornoshop dico "a kà ma hai visto quella tenda ? c'è gente che entra e non si sa che fine fanno!" - ci avviciniamo, leggiamo in alto "qui è proibito ai musulmani" accidenti dico che sarà... scanso la tenda e ti vedo dei macellai filippini che tagliavano braciole di maiale e ci si è aperto il cuore - abbiamo fatto festa!

Non sono sicuro (io) che non sia data nelle sacre scritture l'indicazione degli animali impuri. Invece del vino credevo di aver letto che non fosse proibito ed invece mi hanno smentito... e ma Sudan, Egitto, Turchia, Cirpo Turca, etc... si beve alcolici eccome.

Ho fatto in tempo...

Ecco so' ito a cercà 'n giro ed er primo sito che l'è uscito feura el dise che “Nessun fedele monoteista dovrebbe mangiare la carne di porco” e porta le indicazione delle relative sacre scritture.

Preso da lo sito http://www.islamicvoice.com/february.99/zakir.htm

1. Pork-prohibited in Qur’an
The Qur’an prohibits the consumption of pork in no less than 4 different places. Its prohibited in 2:173, 5:3, 6:145 and 16:115.

Forbidden to you (for food) are: dead meat, blood, the flesh of swine, and that on which hath been invoked a name other than that of Allah. [Al-Qur’an 5] The above verses of the Holy Qur’an are sufficient to satisfy a Muslim as to why pork is forbidden.

2. Pork prohibited in the Bible
The Christian is likely to be convinced by his religious scriptures. The Bible prohibits the consumption of pork, in the book of Leviticus and the swine, as he divideth the hoof, and be cloven footed, yet he cheweth not the cud; he is unclean to you. Of their flesh shall ye not eat, and their carcass shall ye not touch, they are unclean to you. Leviticus chapter 11 verse 7 and 8:

Pork is also prohibited in the book of Deuteronomy
And the swine, because it divideth the hoof, yet cheweth not the cud, it is unclean unto you. Ye shall not eat of their flesh, nor touch their dead carcass. Deuteronomy chapter 14 verse 8:

A similar prohibition is repeated in the book of Isaiah chapter 65 verse 2-5.


SergioAD
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6602
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 30.01.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Stop nell'era medioevale

Messaggio Da Muriel il Ven 1 Lug - 8:09

sì è vero, il maiale è menzionato come impuro nella torah.

guarda qua che cosa ho trovato:


Perchè gli ebrei non mangiano il maiale

Rav Lazer Brody

Il cibo che mangiamo diventa parte di noi e dato tutte le creature hanno una propria sorgente vitale o anima spirituale (nefesh),
ogni volta che mangiamo una creatura assumiamo anche la sua
spiritualità, nel bene o nel male. Il maiale ha certe caratteristiche
spirituali che innescano l’egoismo, il comportamento lascivo, la
caparbietà e la crudeltà, compromettendo quindi la capacità di un ebreo,
e di chi si identifica con il popolo ebraico, di svolgere il suo dovere
spirituale in questo mondo.

Il maiale annebbia l’anima ebraica (ruach e neshama),
ed in essenza crea una barriera tra la nostra anima e l’illuminazione
divina dell’Onnipotente, la Luce divina. Senza questa luce perdiamo la
fede. Ad esempio, chi mangia maiale non può assolutamente capire e
credere nella Torah orale (Talmud e Kabbalah), che è inseparabile dalla
Torah scritta (il Tanach, ovvero Pentateuco, Profeti e Agiografi).

A prescindere da questi motivi, non mangiamo maiale semplicemente perchè l’Onnipotente ci ha detto di non farlo.
L’Onnipotente è il maestro ingegnere che ha progettato le nostre anime e
la Torah è il suo manuale. Ad esempio, se acquistate una nuova Ford che
richiede un certo tipo di olio sicuramente non usereste l’olio da
frittura per risparmiare. Tutt’altro, distruggereste il vostro motore!
Allo stesso modo andare contro le raccomandazioni della Torah significa
danneggiare la vostra anima.

Se ancora non mangiate carne
kosher, cercate di non mangiare alcun tipo di carne per una settimana.
Lavatevi le mani non appena vi alzate la mattina e poi vedete se vi
sentite diversi oppure no.


Nota di Miriam Oryah Ghiladi:

Se vi sentite diversi,
considerate seriamente di iniziare a mangiare carne kasher, ovvero senza
sangue, perchè nel sangue c’è la nefesh, l’anima dell’animale.

L’anima dell’uomo è
sicuramente superiore all’anima dell’animale e incorporare la sua
spiritualità inferiore compromette seriamente i vostri poteri
dell’anima, la tengono legata alla materia, anzichè aiutarla a salire
sempre più in alto verso Dio. Questo è il motivo di tutte le regole
dell’alimentazione raccomandate dalla Torah: nutrire il nostro corpo in
maniera spiritualmente giusta per arrivare al divino, e non viceversa
tenerla legata alla fisicalità e agli istinti più simili alla bestia che
all’uomo creato ad immagine di Dio.

fonte: la via della cabala

Muriel
-----------
-----------

Femminile Numero di messaggi : 1760
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 30.12.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Stop nell'era medioevale

Messaggio Da Paolo il Ven 1 Lug - 9:02

Ritengo che la questione del maiale nella religione islamica abbia origini molto terra terra. Con buona probabilità è una questione legata ai primi insediamenti rurali, ove il maiale, che sicuramente era un animale selvatico, devastava le coltivazioni mangiando un po' di tutto. O per problemi molto simili. Poi l'ignoranza mista a superstizione e fede, che nella storia dell'uomo sono sempre state un mix fondante del suo comportamento irrazionale, hanno fatto il resto.

In ogni caso ritengo che la posizione dell'islam nei riguardi di un animale, qualunque esso sia, così assurda sia anche immorale. Io ho un grande rispetto della natura e attribuire ad un essere vivente assolutamente innocente delle colpe che in nessun caso può avere, lo trovo veramente disdicevole. Però, visto come nella loro cultura trattano le donne, non c'è da aspettarsi molto.

E Muriel, smettila di offendere il povero suino !!! Lo continui a paragonare ad un crudele essere immaginario. Ma cosa ti ha fatto di male questa povera "creatura di dio"?? mgreen
avatar
Paolo
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 8776
Età : 62
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Stop nell'era medioevale

Messaggio Da SergioAD il Ven 1 Lug - 14:16

Informazione pratica sulla carne e relazioni basate sull'ambiente ed evoluzione culturale, usi e costumi ed opportunità. Mio figlio amava la carne cotta "very very rare" fino a discutere le volte che Katia o io la cucinavamo. Si era fatto quell'idea.

Faceva così anche con la bistecca di maiale, facevano a gara tra amici a chi se la mangiava più cruda. Finché qualcosa è successo. Finché uno di loro s'è preso la tenia ed ora sono passati al "very very well done", igiene maniacale delle mani in cucina.

Mettici che le nostre mamme dicevano di non mangiare maiale d'estate e quanto doveva essere peggio alle latitudini mediorientali ed ecco che si diventa possibilisti mettere per iscritto dell'alta probabilità che sia impuro per loro, peggio che da noi.

SergioAD
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6602
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 30.01.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Stop nell'era medioevale

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 3 di 4 Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum