Esercito e forze dell'ordine al servizio del potere?

Pagina 6 di 15 Precedente  1 ... 5, 6, 7 ... 10 ... 15  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Esercito e forze dell'ordine al servizio del potere?

Messaggio Da Rasputin il Gio 4 Ago 2011 - 21:39

davide ha scritto:
La mettiamo come ha detto Valerio, non c'entrano un cazzo con quello di cui si parlava.

ok di cosa si parlava?


davide ha scritto:La verita' e' che avete detto una cazzata, ed ora svicolate su altro... Un po' triste come atteggiamento...
Verde per Valerio.

Pregasi indicazioni su dove è la cazzata.

_________________
Mi dissocio espressamente da tutte le dichiatrazioni da me rilasciate a partire da un'ora fa.
Qualunque somiglianza con la realtà è puramente casuale ed involontaria.
La pena di morte andrebbe applicata immediatamente e senza processo a chiunque, anche in tenera età, esprimesse il mero desiderio di diventare giudice o funzionario di qualsiasi categoria.

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49133
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Esercito e forze dell'ordine al servizio del potere?

Messaggio Da Rasputin il Gio 4 Ago 2011 - 21:42

Ludwig von Drake ha scritto:
Rasputin ha scritto:Adesso vediamo ah ah
Davide: "Queste non sono prove" carneval
Ludwig: "Bisogna discernere" ahahahahahah
ecc ecc
scusate la presa per il culo ma davvero davanti a certe specchio
non resisto
Rasputin, io non sono qui per fare il tuo clown, anche se ti faccio ridere, tieni la cosa per te e impara l’educazione: la presa per il culo riservatela per qualcun altro.

Comunque, mi hai chiesto qual è l'evidenza, era questa:

L’evidenza è che hai sparato una minchiata, perché ti sei sentito tirato in ballo quando si è detto che la Amy si è cercata da sola la fine che ha fatto. Ti sei sentito tirato in ballo perché la cantante faceva uso di droghe varie.
A questo punto tu hai ritenuto opportuno accostare una persona morta perché imbottita di farmaci e droghe a persone che muoiono facendo il proprio mestiere. Hai giustificato questo fatto con il fatto che un mestiere fosse particolarmente rischioso e quando ti è stato detto che astraendo la pericolosità del mestiere anche gli operai dell’acciaieria T.K. se l’erano cercata perché consci dei rischi legati alla loro situazione ha introdotto un elemento del tutto estraneo da quello alla base del quale ti era stato portato l’esempio.
Questo tipo di comportamento, è normalmente definito arrampicarsi sugli specchi o svicolare, a seconda di piccoli dettagli che è qui inutile sottolineare.

Grassetto supposizione.

_________________
Mi dissocio espressamente da tutte le dichiatrazioni da me rilasciate a partire da un'ora fa.
Qualunque somiglianza con la realtà è puramente casuale ed involontaria.
La pena di morte andrebbe applicata immediatamente e senza processo a chiunque, anche in tenera età, esprimesse il mero desiderio di diventare giudice o funzionario di qualsiasi categoria.

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49133
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Esercito e forze dell'ordine al servizio del potere?

Messaggio Da davide il Gio 4 Ago 2011 - 21:45

Michia che palle Rasp: l'ho gia' scritto, rileggiti gli interventi.

davide
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11205
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 15.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Esercito e forze dell'ordine al servizio del potere?

Messaggio Da Ludwig von Drake il Gio 4 Ago 2011 - 21:47

Rasputin ha scritto:
Ludwig von Drake ha scritto:
Rasputin ha scritto:Adesso vediamo ah ah
Davide: "Queste non sono prove" carneval
Ludwig: "Bisogna discernere" ahahahahahah
ecc ecc
scusate la presa per il culo ma davvero davanti a certe specchio
non resisto
Rasputin, io non sono qui per fare il tuo clown, anche se ti faccio ridere, tieni la cosa per te e impara l’educazione: la presa per il culo riservatela per qualcun altro.

Comunque, mi hai chiesto qual è l'evidenza, era questa:

L’evidenza è che hai sparato una minchiata, perché ti sei sentito tirato in ballo quando si è detto che la Amy si è cercata da sola la fine che ha fatto. Ti sei sentito tirato in ballo perché la cantante faceva uso di droghe varie.
A questo punto tu hai ritenuto opportuno accostare una persona morta perché imbottita di farmaci e droghe a persone che muoiono facendo il proprio mestiere. Hai giustificato questo fatto con il fatto che un mestiere fosse particolarmente rischioso e quando ti è stato detto che astraendo la pericolosità del mestiere anche gli operai dell’acciaieria T.K. se l’erano cercata perché consci dei rischi legati alla loro situazione ha introdotto un elemento del tutto estraneo da quello alla base del quale ti era stato portato l’esempio.
Questo tipo di comportamento, è normalmente definito arrampicarsi sugli specchi o svicolare, a seconda di piccoli dettagli che è qui inutile sottolineare.
Grassetto supposizione.
Ah davvero?

L’evidenza è che hai sparato una minchiata, (...) tu hai ritenuto opportuno accostare una persona morta perché imbottita di farmaci e droghe a persone che muoiono facendo il proprio mestiere. Hai giustificato questo fatto con il fatto che un mestiere fosse particolarmente rischioso e quando ti è stato detto che astraendo la pericolosità del mestiere anche gli operai dell’acciaieria T.K. se l’erano cercata perché consci dei rischi legati alla loro situazione ha introdotto un elemento del tutto estraneo da quello alla base del quale ti era stato portato l’esempio.
Questo tipo di comportamento, è normalmente definito arrampicarsi sugli specchi o svicolare, a seconda di piccoli dettagli che è qui inutile sottolineare.

Guarda un po', tutto regge anche senza il grassetto: in pratica hai risposto all'unica piccola parte non essenziale di quanto avevo detto. Eppure, non è importante, vero? L'importante è aver risposto qualcosa, aver mostrato che ci poteva essere un errore (che poi supposizione non è errore, ma questa è un'altra storia). Allora, ne dobbiamo avere ancora per molto o potrai ammettere di aver detto, banalmente, una cazzata?

Ludwig von Drake
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4723
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 19.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Esercito e forze dell'ordine al servizio del potere?

Messaggio Da Rasputin il Gio 4 Ago 2011 - 21:57

Siete messi male ragazzi

_________________
Mi dissocio espressamente da tutte le dichiatrazioni da me rilasciate a partire da un'ora fa.
Qualunque somiglianza con la realtà è puramente casuale ed involontaria.
La pena di morte andrebbe applicata immediatamente e senza processo a chiunque, anche in tenera età, esprimesse il mero desiderio di diventare giudice o funzionario di qualsiasi categoria.

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49133
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Esercito e forze dell'ordine al servizio del potere?

Messaggio Da Rasputin il Gio 4 Ago 2011 - 22:06

Ludwig von Drake ha scritto:
L’evidenza è che hai sparato una minchiata, (...) tu hai ritenuto opportuno accostare una persona morta perché imbottita di farmaci e droghe a persone che muoiono facendo il proprio mestiere.

Non credo. Dove?

Ludwig von Drake ha scritto:Hai giustificato questo fatto con il fatto che un mestiere fosse particolarmente rischioso e quando ti è stato detto che astraendo la pericolosità del mestiere anche gli operai dell’acciaieria T.K. se l’erano cercata perché consci dei rischi legati alla loro situazione ha introdotto un elemento del tutto estraneo da quello alla base del quale ti era stato portato l’esempio.

Balle. Ho puntualizzato la differenza tra scelta personale (Amy) e necessità di sopravvivenza (Operai).

Ludwig von Drake ha scritto:Questo tipo di comportamento, è normalmente definito arrampicarsi sugli specchi o svicolare, a seconda di piccoli dettagli che è qui inutile sottolineare.



Ludwig von Drake ha scritto:Guarda un po', tutto regge anche senza il grassetto: in pratica hai risposto all'unica piccola parte non essenziale di quanto avevo detto. Eppure, non è importante, vero? L'importante è aver risposto qualcosa, aver mostrato che ci poteva essere un errore (che poi supposizione non è errore, ma questa è un'altra storia). Allora, ne dobbiamo avere ancora per molto o potrai ammettere di aver detto, banalmente, una cazzata?

No ragazzi le cazzate le sparate voi. Chiedo qui una spiegazione sui link.

_________________
Mi dissocio espressamente da tutte le dichiatrazioni da me rilasciate a partire da un'ora fa.
Qualunque somiglianza con la realtà è puramente casuale ed involontaria.
La pena di morte andrebbe applicata immediatamente e senza processo a chiunque, anche in tenera età, esprimesse il mero desiderio di diventare giudice o funzionario di qualsiasi categoria.

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49133
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Esercito e forze dell'ordine al servizio del potere?

Messaggio Da Ludwig von Drake il Gio 4 Ago 2011 - 22:11

Rasputin ha scritto:Siete messi male ragazzi
Rasputin ha scritto:No ragazzi le cazzate le sparate voi. Chiedo qui una spiegazione sui link.
sì sì

va bene

hai ragione tu Rasputin

Ah giusto per avere memoria della tua capacità di negare l'evidenza:

Rasputin ha scritto:
Ludwig von Drake ha scritto:L’evidenza è che hai sparato una minchiata, (...) tu hai ritenuto opportuno accostare una persona morta perché imbottita di farmaci e droghe a persone che muoiono facendo il proprio mestiere.
Non credo. Dove?

Rasputin ha scritto:
davide ha scritto:Sì beh, a farsi e strafarsi e rifarsi ancora spesso quella è la fine che ti tocca...
C'è chi si fa strafa e rifà, e chi si arruola nell'esercito. Si conosce in anticipo la fine che può toccare hihihihih

Inventa un'altra arrampicata delle tue, dài...

Ludwig von Drake
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4723
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 19.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Esercito e forze dell'ordine al servizio del potere?

Messaggio Da Rasputin il Gio 4 Ago 2011 - 22:30

Ludwig von Drake ha scritto:

Rasputin ha scritto:
davide ha scritto:Sì beh, a farsi e strafarsi e rifarsi ancora spesso quella è la fine che ti tocca...
C'è chi si fa strafa e rifà, e chi si arruola nell'esercito. Si conosce in anticipo la fine che può toccare hihihihih

Inventa un'altra arrampicata delle tue, dài...

La differenza a me pare chiara: chi si strafà non ammazza nessuno tranne se stesso.

_________________
Mi dissocio espressamente da tutte le dichiatrazioni da me rilasciate a partire da un'ora fa.
Qualunque somiglianza con la realtà è puramente casuale ed involontaria.
La pena di morte andrebbe applicata immediatamente e senza processo a chiunque, anche in tenera età, esprimesse il mero desiderio di diventare giudice o funzionario di qualsiasi categoria.

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49133
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Esercito e forze dell'ordine al servizio del potere?

Messaggio Da chef75 il Ven 5 Ago 2011 - 1:20

Rasputin ha scritto:C'è chi si fa strafa e rifà, e chi si arruola nell'esercito. Si conosce in anticipo la fine che può toccare


Secondo me, si intuiva benissimo che "esercito" era da intend ersi come tropo,una figura retorica,chi si arruola nell'esercito?,per antonomasia il soldato.
Il soldato,nell'immaginario comune è abbinato alla guerra,da qui la deduzione del presupposto della possibilità di morire e quindi metaforicamente parlando non lo trovo così sbagliato come accostamento,ma non vorrei generalizzare.


Ultima modifica di chef75sp il Ven 5 Ago 2011 - 5:12, modificato 1 volta

_________________
Quando la maggior parte di una società è stupida allora la prevalenza del cretino diventa dominante ed ineguagliabile.
Carlo M. Cipolla

E>en

chef75
------------
------------

Maschile Numero di messaggi : 7621
Età : 41
Località : una cucina
Occupazione/Hobby : uncinetto
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 12.11.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Esercito e forze dell'ordine al servizio del potere?

Messaggio Da chef75 il Ven 5 Ago 2011 - 2:17

SergioAD ha scritto:Ok, ok, meno male che non ho postato del venerabile Licio Gelli...


Allora quando inizi?



Queste P123456789 non sono vere e proprie cospirirazioni ?

_________________
Quando la maggior parte di una società è stupida allora la prevalenza del cretino diventa dominante ed ineguagliabile.
Carlo M. Cipolla

E>en

chef75
------------
------------

Maschile Numero di messaggi : 7621
Età : 41
Località : una cucina
Occupazione/Hobby : uncinetto
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 12.11.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Esercito e forze dell'ordine al servizio del potere?

Messaggio Da SergioAD il Ven 5 Ago 2011 - 4:14

Sapete chi è Licio Gelli e com'è lontano dai miei ideali eppure questo signore con i suoi agganci ha permesso all'industria italiana di costruire 10 fregate, 6 corvette senza parlare di installazioni varie in America Latina, non so come e quanti soldi sono circolati ma c'era lavoro e ci sono state anche delle conquiste sindacali importanti.

Queste commesse militari sostennero un calo delle commesse civili, permisero l'industria Italiana di creare la sua "valley" e diventare un problema per i competitori. Sono sempre stato a sinistra dei socialisti io ed in quel periodo quasi si faceva il compromesso storico ma, finì male e ci furono le guerre intestine che pagammo caro.

Al popolo gli va dato il mezzo per sopravvivere perché fa parte della catena dei consumi, va tenuto sotto pressione così che non gli resti troppo tempo per pensare e fare proposte sue. Con la struttura piramidale si controlla il capostipite ed egli assicura il controllo dell'intera struttura. Inoltre, accontentare la testa costa poco.

Le strutture trasversali sono meno stabili perché il controllo viene direttamente dal popolo attraverso responsabilità funzionali. Il costo non è sostenibile sia per il numero elevato delle responsabilità che dai continui cambiamenti alla ricerca di miglioramenti sociali. Pertanto vanno combattute per stabilire e conservare la struttura piramidale.

Significa che al lavoratore gli importa cazzi cosa succede fuori dalla sua sfera, quello doveva arrivare a fine mese ed abbiamo detto che c'è il mutuo, la scuola dei figli e quando scioperava si trovava davanti, gli autonomi, i fascisti ed i celerini che intervenivano - sarei fuori tema però spero vi venga il dubbio sia vero, verosimile.

Ogni struttura piramidale è soggetta alla manipolazione e i militari non sono immuni ma servono allo stato. Perché se le forze dell'ordine sono così/così allora si deve assumere gente armata sotto casa e girare con un biglietto da 100 in passaporto a fondo perduto. Qui una specie di "Alberto Sordi" mi ha proposto del viagra "Afghano"!

Significa che i soldi non bastano mai... chissà quanta brava gente c'è ma non ditemi che non avete mai sospettato che i poteri occulti ogni tanto comandino i poteri forti, sopratutto se hanno una struttura piramidale. Mettiamola così... se si deve prendere un sacco di botte o morire allora che sia per una giusta causa. Che ne dite?

SergioAD
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6602
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 30.01.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Esercito e forze dell'ordine al servizio del potere?

Messaggio Da Werewolf il Ven 5 Ago 2011 - 12:37

E' un po' OT, però...

Il potere delle cospirazioni, e delle varie loggie, deriva in linea di massima dalla capacità o meno di manovrare la politica. Chiaramente, questo è molto più facile in un regime monarchico o comunque dittatoriale, dove la persona che bisogna convincere è comunque una. Se il cospiratore riesce a mandare al potere, o a far passare alla propria parte, l'uomo che ha tale potere, allora ha ottenuto il suo obiettivo. Cosa molto diversa cospirare in un regime almeno teoricamente democratico.

Utopisticamente parlando, in una democrazia la popolazione dovrebbe sapere quel che è meglio per sé, e quindi sapersi difendere e riconoscere quelle forze politiche(più o meno sostenute da poteri occulti) che agiscono contro il suo interesse. Ergo, l'unico modo che i poteri occulti avrebbero per ottenere quello che vogliono è che quell'obiettivo sia comunque nell'interesse della popolazione, ergo, cospirazione o meno, comunque il meccanismo democratico non si incepperebbe.

Ma, realisticamente, la popolazione normalmente non sa quel che è meglio per sé(a causa di una serie di motivi, tra cui la mancanza di istruzione, un generico egocentrismo e l'incapacità di valutare le cose sulla lunga distanza)*, ergo il potere occulto, per poter controllare quello politico, deve solo far sembrare di difendere l'interesse della popolazione, e possibilmente modificare l'opinione pubblica a proprio vantaggio, in modo tale che gli interessi che la popolazione ritiene essere i propri riflettano quelli del potere occulto. Tendenzialmente, più la democrazia è matura, meno questo problema si presenta. Questo porta alla considerazione successiva, ovvero che la Repubblica italiana non è una democrazia matura.
Quanto all'esercito, a prescindere dal più o meno alto patriottismo dei singoli componenti, è un'istituzione al servizio dello Stato, che in una democrazia si vuole riflesso della volontà dei cittadini.

*Peraltro, se lo sapesse, non esisterebbero le differenze di opinione politica, men che meno i partiti.

Werewolf
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 3357
Età : 27
Località : Vicenza
Occupazione/Hobby : Studente a vita.. c'è sempre da imparare no?
SCALA DI DAWKINS :
68 / 7068 / 70

Data d'iscrizione : 24.03.10

http://werewolf-wolfsden.blogspot.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Esercito e forze dell'ordine al servizio del potere?

Messaggio Da SergioAD il Ven 5 Ago 2011 - 15:36

Manco per niente "un po' OT", è il forum che se n'era andato per la tangente della superficie. Invece si fanno i meglio investimenti per raggiungere lo scopo. Semmai è quando costi così poco per fare il servo al padrone perché odi l'opposizione dall'imprinting (odi non sei tu ma una terza persona).

In Sicilia mancava lo stato allora lo faceva la Mafia a mo di conduzione famigliare e la gente viveva. La politica esiste per il potere, il potere comanda la politica (il perno centrale possiamo chiamarlo Dio per comodità perché ha le regole che nessuno romperà mai).

Lupo, tu dici “capacità o meno di manovrare la politica” io direi “grado di efficienza”, ovvero, il “costo maggiorato” è direttamente proporzionale al benessere del popolo mentre quello massimizzato è direttamente proporzionale al ritorno dell'investimento.

Tutti vogliamo un Nuovo Ordine Mondiale, ovviamente i cambiamenti sono relativi alla base della piramide, sopra non cambia nulla, sarebbe naif solo pensarlo. Perfino i terroristi dopo un po' siedono al tavolo delle trattative e discutono coi poteri, ah ah il popolo non ha questa possibilità.

Unica novità è “la rete sembra fuori controllo”! Uno Svedese ha tentato di costruire un reattore nucleare in cucina di casa sua. Ha chiesto l'autorizzazione ed è stato arrestato dalla polizia, Richard Handl ha comprato il materiale anche quello radioattivo dalla rete, ebay? Credo si sia contaminato.

Quello che dici sulle politiche, piramidali, ortogonali, etc... va immesso nel loro spazio naturale. Lo strato della popolazione, individui con esigenze più o meno comuni, si relaziona con lo strato della politica, religione e simili, a loro volta riportano allo strato superiore da dove ricevono le direttive.

La popolazione sa quello che vuole nel breve e medio/breve termine, lo dissi altre volte che la nostra capacità di pianificazione non va oltre i nipoti, chi ha esercizi commerciali/industriali va un po' più in la ma questi pianificano robe di secoli e lasciano il gioco a quelli che vengono dopo.

Lo vedi come appare una reale immagine di Dio assolutamente compatibile, se solo non guardassimo l'aspetto poetico e dogmatico ma quello reale, maestoso, onnipresente e tecnologicamente superiore da sembrare extraterrestre. Non so se resti asettico nel ragionamento.

Per questo motivo i militari sono al servizio del potere, sia quello aperto che quello coperto. Dove pensavi di trovare i Francesco Pazienza oppure i Gelli? Credi davvero che sono stati tutti scoperti e tangentopoli è finita? Da lì però a dire che non servono, ragazzi, esisterebbero quelli privati.

Ci sono dei mercenari che si offrono per ogni tipo di sicurezza, ero stato invitato su una portaerei francese ed un tizio ha fatto una presentazione precisa e molto interessante... Intanto qui c'è un esercito così pronto ad intervenire nei dettagli.

EDIT: Volevo assicurati che "sopra" non esistono differenze di opinione politica, men che meno i partiti. Una volta consolidati i metodi (politiche) che si scannino pure come preferiscono sotto ma "sopra" questo non accade pena immediata "terminazione".

SergioAD
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6602
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 30.01.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Esercito e forze dell'ordine al servizio del potere?

Messaggio Da chef75 il Sab 6 Ago 2011 - 2:08

SergioAD ha scritto:Sapete chi è Licio Gelli....

Sergio...che dire ....e Gladio?

_________________
Quando la maggior parte di una società è stupida allora la prevalenza del cretino diventa dominante ed ineguagliabile.
Carlo M. Cipolla

E>en

chef75
------------
------------

Maschile Numero di messaggi : 7621
Età : 41
Località : una cucina
Occupazione/Hobby : uncinetto
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 12.11.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Esercito e forze dell'ordine al servizio del potere?

Messaggio Da chef75 il Sab 6 Ago 2011 - 3:03

Werewolf ha scritto:E' un po' OT, però...


No..perche è tutto collegato,guarda il mio primo post che rispondevo a Ludwig


chef75sp ha scritto:

Questo si chiama Golpe (supportati spesso dai servizi segreti) usato in varie nazioni e tentato anche in Italia,guarda un po Qua

Dirai,,,,che centra con Gelli,..centra centra
Massoneria,P2,Gladio,Golpe Borghese,servizi segreti,strategia della tensione,attentati etc etc
Noi,inteso come cittadini,avremmo bisogno di questo?..a me da solo il vomito

_________________
Quando la maggior parte di una società è stupida allora la prevalenza del cretino diventa dominante ed ineguagliabile.
Carlo M. Cipolla

E>en

chef75
------------
------------

Maschile Numero di messaggi : 7621
Età : 41
Località : una cucina
Occupazione/Hobby : uncinetto
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 12.11.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Esercito e forze dell'ordine al servizio del potere?

Messaggio Da SergioAD il Sab 6 Ago 2011 - 5:57

Chef, tu metti sullo stesso piano tre problemi:

1. La rivisitazione della Legislazione inclusa la Costituzione per ridefinire -

a. il ruolo del Ministero della Difesa ed eventualmente eliminarlo;

b. il ruolo del Ministero dell'Interno ed eventualmente eliminare le 5 forze dell'ordine pubblico;

2. Garantire il funzionamento dello Stato per come dovrebbe essere.

Perché abbiamo il problema della corruzione per cui ci viene assegnato un indice di percezione della corruzione che sono tutti dentro dall'usciere all'amministratore delegato.

In un caso servirebbe aiuto dall'estero forse questa volta dovremmo cedere la regione del Piemonte (vedi la Savoia), sembra una battuta ma non è una provocazione.

Nell'altro caso serve l'aiuto del popolo italiano, ricordandosi che come il Papa dovette rivolgersi a guardie Svizzere così noi dovremmo stare attenti al conflitto d'interessi.

Ovvero "Quis custodiet ipsos custodes?" ovvero, "Chi controlla i controllori" ovvero, serve maggior impegno invece che l'eliminazione...

SergioAD
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6602
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 30.01.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Esercito e forze dell'ordine al servizio del potere?

Messaggio Da wendell p. bloyd il Sab 6 Ago 2011 - 8:02

A proposito di intentone o minaccia e/o tentativi di colpo di stato, nel dicembre del 1969, mi trovavo militare a Udine, quando si sparse la voce che verso il 10 del mese ci sarebbe stato un "allarme" generale con tanto di esercitazione (e questo accadeva verso la metà di novembre), poi,misterosamente non se ne fece di nulla.
Venni a sapere dopo che si trattava del golpe abortito di Junio Valerio Borghese, ma la cosa grave è che gli alti gradi dell'esercito ne erano perfettamente informati e, non solo, anche politici a livello di ministri, poi garagnani, responsabile del pdl di Bologna, denuncia Bolognesi perché ha detto che le stragi sono di stato.
(Le minuscole sono volute )

wendell p. bloyd
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 849
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 24.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Esercito e forze dell'ordine al servizio del potere?

Messaggio Da Werewolf il Sab 6 Ago 2011 - 13:07

Sergio,
Per questo motivo i militari sono al servizio del potere, sia quello aperto che quello coperto. Dove pensavi di trovare i Francesco Pazienza oppure i Gelli? Credi davvero che sono stati tutti scoperti e tangentopoli è finita? Da lì però a dire che non servono, ragazzi, esisterebbero quelli privati.
Mai detto che i complotti siano finiti, in Italia: sarebbe negare l'evidenza. In ogni caso, l'esercito è connaturato al concetto di Stato: finché c'è uno Stato ci sarà un esercito. E, dato che in linea di massima uno Stato, piccolo o grande, è connaturato alla civiltà stessa, non ce ne si può liberare. Però sarebbe buono far sì che l'esercito sia al servizio dello Stato, e non di chi quello stato lo governa, occultamente o meno. Lasciando da parte il fatto che i poteri occulti, in uno stato democratico maturo e moderno, semplicemente non potrebbero esistere.

EDIT: Volevo assicurati che "sopra" non esistono differenze di opinione politica, men che meno i partiti. Una volta consolidati i metodi (politiche) che si scannino pure come preferiscono sotto ma "sopra" questo non accade pena immediata "terminazione".
Questo è ovvio wink.. Solo che un potere occulto ci sia implica che l'obiettivo non sia il bene della popolazione ma il proprio. Altrimenti, che motivo avrebbe di essere occulto?

Werewolf
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 3357
Età : 27
Località : Vicenza
Occupazione/Hobby : Studente a vita.. c'è sempre da imparare no?
SCALA DI DAWKINS :
68 / 7068 / 70

Data d'iscrizione : 24.03.10

http://werewolf-wolfsden.blogspot.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Esercito e forze dell'ordine al servizio del potere?

Messaggio Da SergioAD il Sab 6 Ago 2011 - 14:32

Lupo ha scritto:Questo è ovvio Solo che un potere occulto ci sia implica che l'obiettivo non sia il bene della popolazione ma il proprio. Altrimenti, che motivo avrebbe di essere occulto?
Lo ha detto Cossiga, lo disse Gelli, si può leggere quando questi "filantropi", davvero è questo il titolo che hanno i vari Rockefeller, Rothshield.

Che deve essere il popolo che lo chiede, che lo vuole. Ora apparentemente non serve più l'identificazione attraverso trasduttori sottocutanei ma dissero che sarebbero stati tanti i disagi e tante le agevolazioni che la gente sarebbe corsa per farsi inoculare questo microcip (VERA).

Torno ad una delle affermazioni mie iniziali alla massa serve la garanzia della sopravvivenza altrimenti, quanti sono 20 milioni?, tutti i lavoratori dipendenti si sarebbero mossi all'unisono ed invece essi stessi votarono contro la scala mobile proposta da Craxi, auto cassandosi.

Con Wendell sono d'accordo sul colpo di stato che poteva essere nel 1969 ma è stata l'unica volta? Oggi forse è più complicato, il parlamento "tutto" tre anni fa fece questo cambiamento qui. Ecco com'è cambiato l'articolo 283, che servì per processare la P2:

Diceva prima-
"Chiunque commette un fatto diretto a mutare la costituzione dello Stato, o la forma del Governo, con mezzi non consentiti dall’ordinamento costituzionale dello Stato, è punito con la reclusione non inferiore a dodici anni."

Oggi recita-
"Chiunque, con atti violenti, commette un fatto diretto e idoneo a mutare la Costituzione dello Stato o la forma di governo, è punito con la reclusione non inferiore a cinque anni.”

Materiale utile:
http://www.articolo21.org/6869/editoriale/il-mancato-colpo-di-stato-del-9293.html
http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/02/15/il-vero-golpe-in-italia-il-passaggio-al-sistema-maggioritario-e-b-si-infilo-nella-mischia/91947/
http://www.aldogiannuli.it/about/

Aldo Giannuli è uno forte...

Ma il maggioritario che abbiamo che cosa cambia rispetto al colpo di stato?

Riconcludo - i cancri si innestano nei poteri forti ed i militari sono uno di quelli allora va estirpato il cancro non i militari.

SergioAD
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6602
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 30.01.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Esercito e forze dell'ordine al servizio del potere?

Messaggio Da Werewolf il Sab 6 Ago 2011 - 15:22

Da che mondo è mondo, chi ha il potere delle armi è quello che con cui chiunque voglia il potere, politico, economico o quant'altro, deve accordarsi. E questo è il motivo per cui solo lo Stato dovrebbe avere il potere delle armi. Il problema è quando lo Stato sviluppa un cancro, che fa sì che non sia lo Stato(ovvero i cittadini rappresentati), ma qualcun'altro(ovvero il politico che non rappresenta i cittadini ma solo se stesso) abbia il potere delle armi.

Il cambio della legge 283, non per fare il catastrofista, ma mi ricorda tanto le modifiche legislative compiute dal nazismo per ottenere il potere esclusivo.

In ogni caso, se concordo(in base ai link che hai messo) con Giannuli bene o male sull'analisi, non concordo sull'interpretazione, né tanto meno sulle soluzioni proposte. Troppo facile dire "E' colpa dell'America, è colpa del dollaro, è colpa delle banche." E' facile dire che l'America non garantisce più stabilità, ma quando tutto il sistema è partito, chi è che la garantiva? Ebbene sì, l'America(che poi piaccia o meno, è un altro discorso). L'America ha fatto, e peraltro continua a fare, l'ago della bilancia in moltissime diatribe internazionali. Volente o nolente, è da lei che partono e le crisi e le riprese. Se l'America va in crisi, tutto il mondo va in crisi. Se succede all'Italia, o anche all'Europa, le cose non sono così catastrofiche. Il dollaro è una moneta, la moneta americana: cambierebbe qualcosa se si chiamasse dillaro? Il problema è, che per quanti sforzi possa fare l'Europa, per una serie di motivazioni intrinseche alla stessa natura di Europa, a livello economico e politico non avrà mai, né potrebbe, quella grande influenza che si sperava avesse. Sono passati quanti, otto anni, da quando l'Euro è stato introdotto? Già metà dei paesi hanno problemi, ed alcuni sono in bancarotta o sul punto di esserlo. E questo perché sin dall'inizio è mancato un potere forte in grado di costringere tutti gli stati europei a mantenere una certa linea di condotta. L'Euro, e la stessa idea di un Europa federale, è pura utopia. Quanto alle banche, esse sono necessarie in un sistema di scambi moderno e complesso. Quindi, o si falcia l'economia e si torna al baratto, o allo scambio diretto di beni(e vi sfido a farlo, in un mondo globalizzato), e questo significherebbe di fatto falciare l'idea stessa di società complessa e civile, oppure il concetto di moneta ed il concetto di banca(ovvero di ente che mantiene una quantità di moneta per tuo conto e te lo dà quando ne hai bisogno, ovunque tu sia) semplicemente non sono delebili. E onestamente, faccio fatica ad immaginare una soluzione diversa per risolvere i medesimi problemi che sono risolti dall'uso della moneta e dall'esistenza delle banche.

Werewolf
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 3357
Età : 27
Località : Vicenza
Occupazione/Hobby : Studente a vita.. c'è sempre da imparare no?
SCALA DI DAWKINS :
68 / 7068 / 70

Data d'iscrizione : 24.03.10

http://werewolf-wolfsden.blogspot.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Esercito e forze dell'ordine al servizio del potere?

Messaggio Da SergioAD il Sab 6 Ago 2011 - 16:07

Attenzione che quando ci troviamo in una certa area, sulla facciata in basso valgono la vedute parzializzate e sarebbe un peccato lasciarci condizionare dalla politica differenziata in basso e uniformata verso l'alto.

Abbiamo detto che sopra offrono garanzie e pertanto inutile ripeterlo. Cosa rimane allora? Rimane il Cancro... da quelle parti lo hanno istituzionalizzato sulle loro monete e lo hanno fatto su gente esattamente come noi.

Quanto credi che sarebbe stato diverso se la Germania avesse vinto la guerra? Quando saremo giunti a quello che siamo oggi? Siamo occidentali e vogliamo più o meno le stesse cose ma rischio di fare della poesia.

Insomma stiamo parlando in quattro cinque stanze di quattro cinque cose diverse ma se andiamo tutti nelle stanze per argomento mi sa che diremo le stesse cose. Siamo stati sempre in grado di condizionare questi poteri.

Sarebbe peccato dargli il culo... ecco... perché se lo prendono.

SergioAD
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6602
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 30.01.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Esercito e forze dell'ordine al servizio del potere?

Messaggio Da Werewolf il Sab 6 Ago 2011 - 16:12

Sarebbe peccato dargli il culo... ecco... perché se lo prendono.
E quindi, rimanendo in metafora, come far sì che non possano farlo(leggi, tenere il buco ben chiuso)?

Werewolf
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 3357
Età : 27
Località : Vicenza
Occupazione/Hobby : Studente a vita.. c'è sempre da imparare no?
SCALA DI DAWKINS :
68 / 7068 / 70

Data d'iscrizione : 24.03.10

http://werewolf-wolfsden.blogspot.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Esercito e forze dell'ordine al servizio del potere?

Messaggio Da SergioAD il Sab 6 Ago 2011 - 16:38

Scendere in piazza, farsi sentire... che cosa sono tutti questi precari che non possono nemmeno pianificare un matrimonio? Dice che per lavorare bisogna inventare! Inventare che? Come si fa a colpevolizzare chi non trova lavoro? Vaffanculo!

L'Italia è un paese speciale perché il potere della famiglia è forte, i figli non sono mai lasciati al loro destino. Ma non durerà in eterno, ridurranno i consumi il trucco di dire che va tutto bene funziona una volta, due, poi basta.

Se succede da noi quello che è successo in Grecia, Portogallo, crolla l'Europa - non pensare che non lo sanno. Purtroppo si incomincia con nuovi sacrifici, purtroppo sempre e solo proposti e realizzati da quella che oggi è l'opposizione. Il debito pubblico DEVE essere sanato.

Chi sa cosa dicono nei loro comizi gli extraparlamentari? Qui in rete sembra che siamo tutti oppositori ma dove stanno quelli della maggioranza? Questo maggioritario non sembra rappresentarci?

Il VOTO dunque - se non va? Ci sono poche risposte che non voglio postare.

SergioAD
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6602
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 30.01.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Esercito e forze dell'ordine al servizio del potere?

Messaggio Da fulvio 45 il Sab 6 Ago 2011 - 17:44

SCendemo in piazza contro chi?

fulvio 45
------------
------------

Numero di messaggi : 8
Località : trieste
Occupazione/Hobby : pensionato
SCALA DI DAWKINS :
14 / 7014 / 70

Data d'iscrizione : 06.08.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Esercito e forze dell'ordine al servizio del potere?

Messaggio Da SergioAD il Sab 6 Ago 2011 - 17:59

Quando una cosa non ti va o reagisci o la sopporti, sopravvivi o perisci.

Certo l'anonimato è una garanzia ma se ti va presentati che così mi fai sentire una scatola sullo scaffale del supermercato ah ah...

Tu che faresti invece?

SergioAD
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6602
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 30.01.10

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 6 di 15 Precedente  1 ... 5, 6, 7 ... 10 ... 15  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum