La frase che illumina....Nam-myoho-rege-kyo

Pagina 4 di 5 Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: La frase che illumina....Nam-myoho-rege-kyo

Messaggio Da loonar il Sab 5 Nov - 22:29

Rasputin ha scritto:
Ambedue possono essere modificate attraverso delle opportune metodiche, allenamento fisico nel primo caso, meditazione nel secondo caso.
In alcuni casi (patologie terminali, algie importanti, stati depressivi) la meditazione può avere anche un effetto terapeutico palliativo.

Fonti?
Già date, vattele a cercare nel thread!
La collezione completa de Le Scienze non è reperibile sul web. Io mi informo anche leggendo su carta sai!


Ultima modifica di Darrow il Sab 5 Nov - 22:31, modificato 1 volta

loonar
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 17394
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: La frase che illumina....Nam-myoho-rege-kyo

Messaggio Da loonar il Sab 5 Nov - 22:30

Rasputin ha scritto:

No ho fatto un paragone fra attività fisica muscolare e attività fisiologica cerebrale.

Paragone ad minchiam

Per uno che confonde attività fisica con attività fisiologica, senz'altro!

loonar
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 17394
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: La frase che illumina....Nam-myoho-rege-kyo

Messaggio Da Rasputin il Sab 5 Nov - 22:31

Bla bla bla

Non confondo, distinguo.

_________________
Too late to debate, too bad to ignore,
quiet rebellion leads to open war

La ragione è la sola cosa che può salvare un essere umano da una vita miserabile (Armok).

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49368
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: La frase che illumina....Nam-myoho-rege-kyo

Messaggio Da Minsky il Sab 5 Nov - 22:44

Darrow ha scritto:
In alcuni casi (patologie terminali, algie importanti, stati depressivi) la meditazione può avere anche un effetto terapeutico palliativo.
È proprio uno dei pregi della "dinamica mentale" di cui mi parlava il mio amico.

In effetti era uno che si faceva male spesso, e mi sa che lui si interessasse di questa tecnica perché animato da uno scopo simile.

In ogni modo, se ho inteso bene tu volevi dire: "allo stesso modo che l'esercizio fisico allena i muscoli (tendini, ossa, etc.), la meditazione allena i neuroni (o comunque ha un effetto sulla fisiologia del cervello e del sistema nervoso)".

La mia perplessità deriva dal fatto che, mentre l'allenamento fisico è in buona misura scienza esatta (nei limiti in cui può esserlo la scienza della fisiologia umana), la meditazione è una "terra crepuscolare" su cui si sa poco di certo, e si presta ad essere colonizzata da soggetti di dubbia competenza, onestà, serietà e sincerità. Insomma, è il tipico regno di frontiera degli imbroglioni. Che poi ci siano anche studi seri sull'argomento, lo si può accreditare, ma la confusione è ormai talmente radicata che, se mai un giorno questa pratica arriverà ad acquisire un profilo di rispettabilità, penso che le dovrà essere cambiato il nome.

_________________

Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 13758
Età : 62
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: La frase che illumina....Nam-myoho-rege-kyo

Messaggio Da loonar il Sab 5 Nov - 22:51

Minsky ha scritto:
La mia perplessità deriva dal fatto che, mentre l'allenamento fisico è in buona misura scienza esatta (nei limiti in cui può esserlo la scienza della fisiologia umana), la meditazione è una "terra crepuscolare" su cui si sa poco di certo, e si presta ad essere colonizzata da soggetti di dubbia competenza, onestà, serietà e sincerità. Insomma, è il tipico regno di frontiera degli imbroglioni. Che poi ci siano anche studi seri sull'argomento, lo si può accreditare, ma la confusione è ormai talmente radicata che, se mai un giorno questa pratica arriverà ad acquisire un profilo di rispettabilità, penso che le dovrà essere cambiato il nome.
Per questo ho parlato di quegli studi che tramite risonanza magnetica dinamica riescono a individuare oggettivi cambiamenti fra il cervello di uno che pratica la meditazione e uno che non lo fa, in relazione a stimoli uguali.
Fino a quando non avevo letto di studi scientifici seri, anche io non davo credito alla meditazione. Ora lo faccio ma non la pratico, perchè non ne sento il bisogno. Il fatto che io non ne senta il bisogno però mi rendo conto che non vuol dire che chi ne sente il bisogno sia un menomato, cioè qualcuno a cui manchi qualcosa. Ognuno ha le sue esigenze psico-fisiche che soddisfa come meglio crede.
C'è da dire che io sono del tutto privo di pregiudizi, per questo sentire il termine meditazione non mi fa nè caldo nè freddo, mi informo e poi traggo le conclusioni. Come al solito.

loonar
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 17394
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: La frase che illumina....Nam-myoho-rege-kyo

Messaggio Da klaus54 il Sab 5 Nov - 23:15

Darrow ha scritto:
Rasputin ha scritto:
Ambedue possono essere modificate attraverso delle opportune metodiche, allenamento fisico nel primo caso, meditazione nel secondo caso.
In alcuni casi (patologie terminali, algie importanti, stati depressivi) la meditazione può avere anche un effetto terapeutico palliativo.

Fonti?
Già date, vattele a cercare nel thread!
La collezione completa de Le Scienze non è reperibile sul web. Io mi informo anche leggendo su carta sai!

Basta andare su pubmed, ci sono circa 2247 articoli, uno più, uno meno. La scienza è evidenza, le opinioni no. wink..

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed?term=meditation

klaus54
-------------
-------------

Numero di messaggi : 721
Occupazione/Hobby : Medico Anestesista Rianimatore
SCALA DI DAWKINS :
65 / 7065 / 70

Data d'iscrizione : 30.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: La frase che illumina....Nam-myoho-rege-kyo

Messaggio Da Minsky il Sab 5 Nov - 23:23

Darrow ha scritto:Fino a quando non avevo letto di studi scientifici seri, anche io non davo credito alla meditazione. Ora lo faccio ma non la pratico, perchè non ne sento il bisogno. Il fatto che io non ne senta il bisogno però mi rendo conto che non vuol dire che chi ne sente il bisogno sia un menomato, cioè qualcuno a cui manchi qualcosa. Ognuno ha le sue esigenze psico-fisiche che soddisfa come meglio crede.
C'è da dire che io sono del tutto privo di pregiudizi, per questo sentire il termine meditazione non mi fa nè caldo nè freddo, mi informo e poi traggo le conclusioni. Come al solito.
Da quello che dici mi sembra che ne discenda la necessità di pulire la lavagna e cambiare nome ad un oggetto ormai troppo abusato, o meglio, assegnare un nome appropriato a qualcosa che non è la "meditazione" dei mistici contemplativi e dei visionari di madonne.

Quanto all'eventualità di sentirne il bisogno, tutto sta capire che cosa può dare questo nuovo strumento e a cosa può servire. Fosse pure un mezzo utile per conseguire determinati effetti psicofisici, sarà una pratica da mantenere riservata all'ambito medicale, o dovrebbe diventare una sorta di fai-da-te di larga diffusione?


_________________

Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 13758
Età : 62
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: La frase che illumina....Nam-myoho-rege-kyo

Messaggio Da chef75 il Dom 6 Nov - 0:12

Darrow ha scritto:
chef75sp ha scritto:
Darrow ha scritto: La musica secondo determinate tonalità e ritmi sembra aiutare uno stato di rilassamento e di "distacco".

A me rilassano anche i Doors,ma non solo....io dico che è solo autosuggestione.
Cos'è l'autosuggestione? Ti sembra così inutile poter variare degli stati fisiologici volontariamente? La suggestione involontaria può avere effetti negativi su chi li prova, ma potersi suggestionare (rilassandosi, riducendo la sensazione dolorosa fisica ed emotiva, ecc...) senza ricorrere a delle medicine ma utilizzando delle tecniche ad hoc può essere molto positivo.


Autosuggestione era riferito ai benefici ricevuti nel pronunciare la frase"magica".
Che poi auto suggestionarsi sia positivo o negativo è un altro discorso.

_________________
Quando la maggior parte di una società è stupida allora la prevalenza del cretino diventa dominante ed ineguagliabile.
Carlo M. Cipolla

E>en

chef75
------------
------------

Maschile Numero di messaggi : 7630
Età : 41
Località : una cucina
Occupazione/Hobby : uncinetto
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 12.11.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: La frase che illumina....Nam-myoho-rege-kyo

Messaggio Da loonar il Dom 6 Nov - 0:42

Sulla frase magica avevo già scritto. Rasenta la buffonata per finire dritta nel campo della truffa. Se la si spaccia come metodo per "ottenere ciò che vuoi".
Io parlavo della meditazione prima.

loonar
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 17394
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: La frase che illumina....Nam-myoho-rege-kyo

Messaggio Da Rasputin il Dom 6 Nov - 11:20

klaus54 ha scritto:

Basta andare su pubmed, ci sono circa 2247 articoli, uno più, uno meno. La scienza è evidenza, le opinioni no. wink..

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed?term=meditation

Klaus ho dato un'occhiata a un paio dei link, ma ho trovato soltanto risultati relativi alla soluzione di problemi...nulla a proposito di riduzione dell'aggressività, effetti terapeutici, ecc o almeno nulla che non si possa ottenere con altri mezzi...

_________________
Too late to debate, too bad to ignore,
quiet rebellion leads to open war

La ragione è la sola cosa che può salvare un essere umano da una vita miserabile (Armok).

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49368
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: La frase che illumina....Nam-myoho-rege-kyo

Messaggio Da delfi68 il Sab 27 Ott - 17:57

गंजा बकवास टोर्टेली से अपने भाइयों, अपने भाइयों प्रशंसक टोर्टेली उन्हें नहीं बनाया है और और बकवास गंजा देने के लिए नहीं (detto tradizionale..crapa pelata l'ha faa i tortei.. e non li da ai soo fradei i suoi fradei fan i tortei e ne dann minga a crapa pelata)




(AGI) Sittwe, 27 ott. - Non si arresta l'ondata di violenze nella Birmania occidentale dove la minoranza musulmana dei Rohinga e' perseguitata dalla maggioranza buddista. Gli ultimi scontri nello Stato di Rakhine hanno causato almeno 82 vittime, 36 donne e 46 uomini, - di cui si ignora al momento quanti appartengano all'una o all'altra delle comunita' - e 129 feriti non e' ancora chiaro come siano divisi debbano suddividere. Lo riferiscono le autorita' localin dietro condizione di anonimato .

delfi68
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11250
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: La frase che illumina....Nam-myoho-rege-kyo

Messaggio Da klaus54 il Gio 1 Nov - 13:12

Non sto a ripetere che la violenza mascherata da appartenenza religiosa è totalmente sbagliata,e ritenere che dei fondamentalisti religiosi (con motivazioni etniche) discreditino la dottrina buddhista,che non ammette violenza nemmeno sugli insetti,ammette,caro Chef,che io ti consideri alla stessa stregua poco tollerante e di cattiva visione delle cose.Tuttavia confido nella tua capacità di discernere ciò che è buono da ciò che non lo è.
Tornando al discorso della meditazione (che non è peculiarità buddhista sebbene sia una parte fondamentale di essa,ma è praticata da tempi millenari sia in modo religioso che laico) alcuni studi recenti dimostrano che la pratica meditativa,condotta quotidianamente (nello studio sul dolore era praticata per 1 h al giorno) gli effetti fisiologici,sinteticamente,sono i seguenti (per i riferimenti bibliografici chi è interessato chieda e creo una cartella su mediafire,visto che sono a pagamento da giornali scientifici e personali,li condivido volentieri ma non posso linkarli per copyright):
1) Sincronizzazione su ritmo alfa degli emisferi ed attivazione del giro del cingolo e dell'amigdala.Attivazione dell'inibizione GABAergica e dopaminergica,con riduzione dell'attivazione colinergica e glutaminergica.In termini spiccioli,vi è una riduzione dell'aggressività, delle reazioni di stress (ossia del meccanismo "fly or fight") e una integrazione a livello conscio (corticale) delle emozioni e dei sentimenti (inconsce a livello del giro del cingolo). Da sottolineare che persone con tratti psichiatrici latenti o con patologie psichiatriche (inclusa ansia e depressione) dovrebbero evitare la pratica meditativa,poiché può aumentare il vissuto emozionale o peggiorare i sintomi. In pratica, la meditazione va eseguita in fase di salute psichica,con una persona già pratica al fianco e in grado di guidare nelle fasi iniziali il praticante.Da qui il perché ci sia,almeno all'inizio la necessità di un maestro (chiamato guida,maestro,guru o semplicemente insegnante poco importa).
2) efficacia su dolore cronico neoplastico del 50%, in confronto alla morfina (25%) e ai fans (15%). Il che non è da poco,considerando la riduzione notevole dell'uso di farmaci con effetto collaterale noto.In terapia adiuvante.Ovviamente
3) Studi condotti su studenti universitari,nel gruppo "meditanti" con individui scelti in modo randomizzato,si è dimostrata una migliore performance ed un miglior rendimento.
4) attivazione granulochinica,con aumento della capacità reattiva midollare (in parole povere, il sistema immunitario è più forte)
Non bisogna avere il paraocchi,la mente è formidabile.È notizia di ieri che il cosiddetto "sesto senso" esiste davvero.La mente umana è in grado di percepire un cambiamento,una sorta di premonizione,in grado di attivare risposte neurovegetative e di comportamento su qualcosa che deve ancora succedere. Non è nulla di metafisico,anche perché tutto comincia proprio da qualcosa di concreto. Il cervello.

klaus54
-------------
-------------

Numero di messaggi : 721
Occupazione/Hobby : Medico Anestesista Rianimatore
SCALA DI DAWKINS :
65 / 7065 / 70

Data d'iscrizione : 30.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: La frase che illumina....Nam-myoho-rege-kyo

Messaggio Da delfi68 il Gio 1 Nov - 15:21

....lo sapevo che dovevo ribumpare queste robette per riaverti fra di noi!!

..comunque oggi sono spompo, attacherò briga domani.. fuma

la violenza mascherata da appartenenza religiosa è totalmente sbagliata,

Read more: http://atei.forumitalian.com/t3327p80-la-frase-che-illuminanam-myoho-rege-kyo#ixzz2Az6lGTxs

Frasette come queste, sai che le adoro per disotterrare l'ascia di guerra..mascherata?? ..ogni appartenenza religiosa porta alla violenza.

Poi che ci siano buddisti del tuo calibro, a cui ho imparato a concedere l'onore delle armi, non esclude che esistano anche centinaia di migliaia di buddisti che invece usano il macete e le taniche della benzina, loro sono fuori dalla retta via dottrinale, secondo te..secondo loro invece..

Ma c'est a dire..a domani, mi devo rimettere in sesto.. ok

delfi68
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11250
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: La frase che illumina....Nam-myoho-rege-kyo

Messaggio Da klaus54 il Gio 1 Nov - 16:32

Chiediti se questi individui siano davvero dei veri buddhisti,o meglio dei veri seguaci del d
Dharma. Io penso di no,tu? Sai come me che non si può predicare una cosa e poi fare l'esatto contrario.

klaus54
-------------
-------------

Numero di messaggi : 721
Occupazione/Hobby : Medico Anestesista Rianimatore
SCALA DI DAWKINS :
65 / 7065 / 70

Data d'iscrizione : 30.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: La frase che illumina....Nam-myoho-rege-kyo

Messaggio Da delfi68 il Gio 1 Nov - 17:20

eh..Klaus...ma siamo sempre li, se lo chiedi a loro dicono che sei tu quello che sbaglia, loro ammazzano pure per certe assoulte convinzioni.

Sai quanti cattolici conosco che dicono che quelli che vanno a Mediugorjie non sono VERI cattolici?? ..anche se li accompagna il prete, NON sono veri cattolici ma idolatri!
Non sono veri cristiani quelli in Nigeria che ammazzano a Maccettate l'islamico per rappresaglia alla bomba in chiesa..non è un vero musulmano quello che lapida una donna mezza sepolta in piazza!..quando qualcuno fa una cosa che contrasta con l'etica e la morale del nostro luogo e tempo, costui NON è un vero cattolico, musulmano o buddista..

Ma guarda caso spuntano sempre fuori queste speciazioni in tre quarti dei genocidi e stragi nel mondo..

Klaus, non faremmo prima a riconoscere che le religioni e le dottrine trascendenti la realtà fisica, prima o dopo portano alla morte di qualcuno??
Non faremmo prima a decidere di bandire dalla nostra vita una credenza, che vera per noi e falsa per latri, conduce comunque a delle sofferenze per qualcuno?

..io dico che senza buddismo saresti buono come adesso, anzi meglio..e quindi nemmeno nella scomoda posizione di dover dire che quelli non sono buddisti, quando invece saprebbero dimostrati di esserlo e di uccidere persino, a causa di quella appartenenza. Colpa dei musulmani? ..certo..forse..e quindi non sarebbe meglio bandire dalle nostre vite le religioni e le credenze soprannaturali anziche trovare sempre scuse per dire che noi..loro..io vero, lui finto..lui cattivo..noi in realtà buoni..

..le credenze fideistiche sono sempre e comunque un fardello...




delfi68
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11250
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: La frase che illumina....Nam-myoho-rege-kyo

Messaggio Da primaverino il Gio 1 Nov - 17:27

delfi68 ha scritto:eh..Klaus...ma siamo sempre li, se lo chiedi a loro dicono che sei tu quello che sbaglia, loro ammazzano pure per certe assoulte convinzioni.
...


Pur essendo credente non posso non tener conto delle derive violente legate alle religioni, pertanto (volendo fare per una volta, se mi è permesso, il "razionalista") quoto tutto.
Ma sei convinto che se non esistessero le religioni gli umani non troverebbero comunque un modo per sgozzarsi l'un l'altro?

primaverino
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4755
Età : 52
Località : variabile
Occupazione/Hobby : sedentario
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 18.10.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: La frase che illumina....Nam-myoho-rege-kyo

Messaggio Da delfi68 il Gio 1 Nov - 17:39

La religione è una motivazione valida per far muovere le masse..Certamente i Re e i Papi sanno benissimo che sono cazzate. Dio e le sacre scritture intendo..

Gli uomini sono formati e selezionati cosi dall'evoluzione proprio perchè sanno organizzarsi ottusamente e muovere guerre o imbastire difese ad attacchi.
Siamo una razza violenta e necessitiamo di membri della specie disposti assaltare in aria sulle mine, o mettersi a sparare nella perfetta convinzione di servire la nazione e dio!

Non posso pretendere di cambiare il mondo, e non lo vorrei di certo..a me fanno pure comodo 1 milardo e mezzo di cristiani pronti a scannare i musulmani!! ..purtroppo sono nato in occidente e per gli islamici sono carne da macello!! ..noi sapiens siamo fatti cosi..dobbiamo ammazzarci a vicenda..siamo troppi e conosciamo la comodità del saccheggio e dell'utilizzo degli schivi, e quindi ingaggiamo guerre e massacri..

..servono masse di soldati fedeli, fedeli nei secoli, in nome di dio e del Re!! ..senza dio e la religione questi mica ci andrebbero di buon grado a sbudellare i saraceni..oppure i saraceni ci avrebbero sbudellato da un bel pezzo..

Il punto è uno solo...

Vogliamo ammetterlo o no che i credi fideistici servono a quello?
Vogliamo sapere se siamo uomini A o uomini B? ..ossia se siamo vittime e schivi dei nostri geni più atavici e cavernicoli?

..quello che io faccio è invitare eventuali sapiens B a rendersi conto della realtà delle cose e a non confondersi tra i sapiens A, a non inflarsi inutilmente in cul de sac della ragione.
L'ottusità serve, ma chi non è ottuso, sebbene in minoranza, si gode una grande libertà di pensiero..ecco, mi spiace se qualcuno che potrebbe pensare liberamente non lo facesse. Per chi NON PUO' non c'è speranza..e non me la prendo nemmeno a cuore..

delfi68
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11250
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: La frase che illumina....Nam-myoho-rege-kyo

Messaggio Da klaus54 il Gio 1 Nov - 17:46

Io credo che le persone dovrebbero coltivare quel senso di rispetto dell'altro che in qualsiasi forma di pensiero (moderato? Umano?boh Chiamalo come ti pare) viene espresso. Non ritengo totalmente colpevole (a parte ovviamente i casi evidenti di fomento d'odio) la forma di pensiero che si segue o meno (pensa ai tifosi ultrà,agli scontri politici,a quelli puramente dettati da mode estetiche!) quanto piuttosto la base umana e personale di chi è talmente privo di personalità e pensiero,che sente il bisogno di una bandiera,e quindi di una giustificazione nonché di anonimato e forza nella massa,per sfogare i propri istinti e conflitti irrisolti. Probabilmente sarei lo stesso una persona tranquilla,anzi togli il probabilmente, ma come diceva lo stesso Siddharta,prima vaglia con il tuo raziocinio ciò che ti sembra corretto e di beneficio per te e per gli altri e poi se ti sembra scorgere qualcosa di scorretto,non esitare ad allontanarla. Leggendo i testi e praticando la meditazione ne trovo beneficio personale e mi aiuta ad essere più elastico mentalmente. Ma questo è un percorso personale,privato e non deve essere necessariamente giusto o corretto per altri. Nelle parole di Siddharta trovo razionalità,pragmatismo e sinceramente nulla di incongruente,quindi non vedo motivo di considerare quello che ha insegnato scorretto. Avrei da ridire su altri insegnamenti (Cristo era un buon insegnante?la mia risposta dopo lunghe osservazioni è no,per tanti motivi,primo tra cui il considerare solo le sue parole la Verità) ma sono arrivato a pensare che se ad altri da felicità, che la seguano pure,ovviamente rispettando gli altri.
Non ti sto ovviamente a dire che anche senza aver come bandiera la religione (un ateo che commette un massacro ha qualche giustificazione o risulta diverso da tizi di qualsiasi fede che causano lo stesso massacro?) la violenza è l'atto più meschino e abietto dell'uomo.
E sai qual'è il vero problema? La mancanza di cultura.Non ne faccio di certo una differenza sociale,ma l'ignoranza è causa di mali. Certo,anche gli uomini di alta cultura possono commettere crimini (e spesso ne sono i moventi) ma è più facile fare leva su persone che non abbiano sviluppato proprio il senso critico e di conseguenza più facili da manipolare con qualsiasi mezzo. Io la vedo così,concordo con te su tante parti.Ma penso che non sia una soluzione eliminare le religioni.Qualcos'altro come giustificazione alle violenze sarebbe subito trovato

klaus54
-------------
-------------

Numero di messaggi : 721
Occupazione/Hobby : Medico Anestesista Rianimatore
SCALA DI DAWKINS :
65 / 7065 / 70

Data d'iscrizione : 30.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: La frase che illumina....Nam-myoho-rege-kyo

Messaggio Da Tomhet il Gio 1 Nov - 17:57

Detto in parole povere, senza la religione il soldato(l'uomo) sarebbe privato, tra il suo arsenale di armi, perlomeno del bazooka(la religione).
Avrebbe altre armi per uccidersi con i suoi simili, ma sarebbe privo di un arma di tale efficacia.

Tomhet
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 2672
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 30.08.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: La frase che illumina....Nam-myoho-rege-kyo

Messaggio Da *Valerio* il Gio 1 Nov - 18:00

Tomhet ha scritto:Detto in parole povere, senza la religione il soldato(l'uomo) sarebbe privato, tra il suo arsenale di armi, perlomeno del bazooka(la religione).
Avrebbe altre armi per uccidersi con i suoi simili, ma sarebbe privo di un arma di tale efficacia.

good post quoto..

Di conseguenza un motivo in meno, e non e' poco.

*Valerio*
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6950
Età : 43
Località : Bologna
Occupazione/Hobby : Pc-barbecue-divano-gnocca
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 15.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: La frase che illumina....Nam-myoho-rege-kyo

Messaggio Da delfi68 il Gio 1 Nov - 18:10

Qualcos'altro come giustificazione alle violenze sarebbe subito trovato


Read more: http://atei.forumitalian.com/t3327p90-la-frase-che-illuminanam-myoho-rege-kyo#ixzz2AznAIlGS

Magari pure legittimo e accettabile..
Carestie, petrolio, acqua, soldi, terra...

Ma la scusante di dio o delle forze energetiche è la più pruriginosa e vergognosa..

Klaus..il mio dilemma su di te è:
Com'è possibile che un uomo colto e razionale non riesca a fare a meno delle credenze?


hai letto questo 3D?
http://atei.forumitalian.com/t4639-sindrome-del-vero-credente

delfi68
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11250
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: La frase che illumina....Nam-myoho-rege-kyo

Messaggio Da klaus54 il Gio 1 Nov - 19:52

Semplicemente perché ad una disanima attenta,non sono credenze,almeno se ci si mette di buzzo buono,si prendono i nikaya (i testi della dottrina buddhista) e si comincia a leggerli ed analizzarli e poi a mettere davvero in pratica tali insegnamenti.e posso dirti che non è facile.Allo stesso modo ti posso dire questo: prova a pensare a quanti,in tutti i paesi di tradizione buddhista,a parte monaci e uomini colti (ossia che abbiano frequentato università di qualsiasi genere) abbiano approfondito i testi buddhisti e quanti si siano fermati al culto esteriore e alle regole spiccie. Il buddhismo in occidente si è diffuso in ambienti colti e in persone di una certa estrazione non per caso. D'altronde se leggi una delle tante cose lasciate da siddharta è proprio il fatto che il suo insegnamento è stato trattato in modo da adattarsi a chi lo ascolta,cercando "stratagemmi" dialettici per essere compreso sia alla persona colta,sia a quella più semplice.Ripeto,non c'è nulla di metafisico negli scritti.

klaus54
-------------
-------------

Numero di messaggi : 721
Occupazione/Hobby : Medico Anestesista Rianimatore
SCALA DI DAWKINS :
65 / 7065 / 70

Data d'iscrizione : 30.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: La frase che illumina....Nam-myoho-rege-kyo

Messaggio Da klaus54 il Ven 2 Nov - 12:19

Ho letto l'articolo. E mi sono soffermato su questo:
"Il fanatico è perpetuamente incompleto ed insicuro. Egli non può auto-generare sicurezze dalle sue risorse individuali (cioè da quel sé stesso che ha rifiutato), ma solo trovarle aggrappandosi spassionatamente a qualunque sostegno gli capiti di incontrare. Un simile ardente attaccamento è l'essenza della devozione cieca e della religiosità, ed egli vi vede la fonte di ogni forza e virtù... Vede facilmente sé stesso come sostenitore e difensore della sacra causa alla quale si aggrappa, ed è pronto a sacrificare la sua stessa vita.

Read more: http://atei.forumitalian.com/t4639-sindrome-del-vero-credente#ixzz2B48R9fgc

Che è antitesi dell'insegnamento buddhista,che ha come suo centro l'autoanalisi e "l'allenamento" e il miglioramento proprio delle qualità personali. Non si può sacrificare se stessi per gli altri,quando solo rispettandosi e conoscendosi profondamente,superati alcuni dualismi concettuali,si è poi in grado di aiutare qualcuno,semplicemente rispecchiandosi in esso. Non c'è una sacra causa,in quanto non c'è fine salvifico.Una delle cose che differenzia in modo netto buddhismo e cristianesimo è per esempio la ricchezza: nel cristianesimo e nelle parole di Gesù essere ricchi è di per se una colpa (come se non ci fossero poveri allo stesso modo avidi ed egoisti) mentre nel buddhismo il principio è "che tutti gli esseri siano felici senza perdita alcuna".In un passo ad esempio disse:
"Qual è la felicità di un laico?
Ovunque un laico abbia accumulato ricchezze
con sforzo energico, ottenute con la forza delle braccia
e il sudore della fronte, ottenute rettamente e lecitamente,
quando pensa a ciò, sente felicità e soddisfazione.

E qual’è la felicità del benessere economico?
Quando un laico ha rettamente e lecitamente guadagnato la ricchezza
E con questa compie molte buone azioni.
Quando pensa a ciò egli sente felicità e soddisfazione.

E qual’è la felicità della libertà dai debiti?
Quando un laico non ha debiti verso alcuno, piccoli o grandi,
e quando pensa a ciò, sente felicità e soddisfazione.
(Anguttara Nikaya, Sutta n.41)"

Non è un argomento fideistico nè metafisico.Condivisibile alla luce di una buona razionalità ed ancora attuale dopo 3000 anni ed anche se a qualcuno parrebbe banalità, perché se tanto banale viene spesso ignorato (ancora ora) un pensiero tanto banale? Questo per dire che non c'è un atteggiamento fideistico, quanto un insieme di assunti,di buon senso pratico, perché no,che non hanno un connotato di credenza,nè tantomeno mettono in dubbio l'individualità di chi segue certa dottrina.Piuttosto la solidifica e ricorda che basta soffermarsi un attimo a riflettere e rallentare su cose di per sé davvero semplici,ma molto spesso non messe in pratica. Spero sia chiara la differenza tra fede e questo modo di pensare.

klaus54
-------------
-------------

Numero di messaggi : 721
Occupazione/Hobby : Medico Anestesista Rianimatore
SCALA DI DAWKINS :
65 / 7065 / 70

Data d'iscrizione : 30.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: La frase che illumina....Nam-myoho-rege-kyo

Messaggio Da Akka il Ven 2 Nov - 17:24

oddio ma se non è la religione state tranquilli che i boss ne trovano mille altre di ragioni per convincere i poveri cani ad andare a farsi ad ammazzare in guerra, che siano le religioni, il partito comunista o nazista, persino la democrazia(che proprio non riusciamo a non esportare, nonostante nessuno ci chieda nulla ed anzi preferirebbero che ce ne stessimo tranquilli a casa nostra, per poi autoassegnarci il premio nobel per la pace e lodarci per quanto siamo bravi, e ipocriti...), il petrolio, o anche solo il semplice e molto più potente di quello dei cristiani,dio denaro...non sono le religioni il problema come dico sempre, il problema è il desiderio di sopraffare il prossimo, il resto sono scuse, alibi, pretesti...si imparasse a vivere serenamente facendosi i caxxi propri in pace, allora sì sarebbe un mondo migliore...

Akka
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4118
Età : 117
Località : L' Appennino emiliano
Occupazione/Hobby : Sindacalista/Fioraio
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 07.01.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: La frase che illumina....Nam-myoho-rege-kyo

Messaggio Da klaus54 il Ven 2 Nov - 21:10

Akka.come si suol dire..Sante parole!
ok

klaus54
-------------
-------------

Numero di messaggi : 721
Occupazione/Hobby : Medico Anestesista Rianimatore
SCALA DI DAWKINS :
65 / 7065 / 70

Data d'iscrizione : 30.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 4 di 5 Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum