La morte di Vittorio Arrigoni

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

La morte di Vittorio Arrigoni

Messaggio Da Rasputin il Mar 11 Ott - 18:22

Mai ricevuto molto spazio dai media ufficiali, anche la sua morte è passata in sordina. Io ho dato un'occhiata in giro, e la prima cosa che mi è balzata all'occhio sono state le grosse differenze sia quantitative che qualitative tra le pagine di Wikipedia nelle varie lingue; tra le più ricche di informazioni (Tra quelle che capisco) sono quella spagnola ed ovviamente quella italiana ed inglese che provvedo a citare:

http://it.wikipedia.org/wiki/Vittorio_Arrigoni

http://en.wikipedia.org/wiki/Vittorio_Arrigoni

ora, da quella inglese, qui

http://en.wikipedia.org/wiki/Vittorio_Arrigoni#Reactions_to_death

cito quanto segue:

"German politician Inge Höger said that both Arrigoni and Israeli actor Juliano Mer-Khamis, who was shot dead by masked gunmen in Jenin eleven days before Arrigoni's murder, were actually killed by Israelis. In her website, Höger wrote that "The question one must pose is: Who profits from this terrible crime? First of all, now two of the activists most 'dangerous' for Israel, because they were the most engaged, well known and noted, are eliminated." Based on this[clarification needed] and other[clarification needed] statements Höger was denounced as an antisemite by a fellow politician and the Die Welt daily newspaper.[28]"

È un sospetto abbastanza ovvio, al quale ho pensato subito anch'io. Ovvio che la pagina in lingua italiana non ne fa menzione, sotto la voce omologa

http://it.wikipedia.org/wiki/Vittorio_Arrigoni#Rapimento_e_morte

si trova questo

L'omicidio di Arrigoni ha suscitato sdegno e proteste in tutto il mondo, ed è stato condannato unanimemente dalle Nazioni Unite e da vari capi di stato. Le autorità della striscia di Gaza hanno tributato un "saluto solenne" con centinaia di partecipanti alla salma di Arrigoni prima del suo trasferimento verso l'Italia.[44]
Per rispettare le volontà di Arrigoni, la famiglia ha disposto che la salma tornasse in Italia passando dall'Egitto e dal valico palestinese di Rafah anziché dal territorio di Israele.[45] I funerali, svoltisi a Bulciago, hanno visto la partecipazione di migliaia di persone giunte da tutta Europa.[46] L'assenza di rappresentati del governo italiano e di un riconoscimento pubblico in memoria di Arrigoni hanno causato forti polemiche.[47][46]

(Il grassetto è mio a sottolineare una volta di più la deliberatamente scarsa risonanza data al fatto).

Si noti come nella versione inglese venga menzionata questa signora qua

http://en.wikipedia.org/wiki/Inge_H%C3%B6ger

che nella stringatissima versione tedesca (Chissà perché?), questa

http://de.wikipedia.org/wiki/Vittorio_Arrigoni

non compare per nulla (Non occorre conoscere il tedesco per vederlo).

Manco a dirlo, il presunto gruppo assassino sarebbe legato ad Al-Qaeda (Ricordate cos'è? Se no la memoria ve la rinfresco io).

Allora facendo un giretto per altri siti più o meno indipendenti, si trova un po' di tutto, qui un esempiuccio

http://terrasantalibera.wordpress.com/2011/04/15/il-ramo-%E2%80%9Csalafita%E2%80%9D-di-al-qaedaciamossad-alla-fine-ha-ammazzato-vittorio-arrigoni/

a voi la parola.

_________________
Mi dissocio espressamente da tutte le dichiatrazioni da me rilasciate a partire da un'ora fa.
Qualunque somiglianza con la realtà è puramente casuale ed involontaria.
La pena di morte andrebbe applicata immediatamente e senza processo a chiunque, anche in tenera età, esprimesse il mero desiderio di diventare giudice o funzionario di qualsiasi categoria.

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49146
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: La morte di Vittorio Arrigoni

Messaggio Da Rasputin il Mar 11 Ott - 20:08

Non mi caga nessuno eh...lo so che è impegnativo, banda di pelandroni.

Allora vi lascio con un paio di link in più, facilifacili:

http://www.beppegrillo.it/2011/04/in_memoria_di_v/index.html

(Scorrere in basso)

http://williambowles.info/2011/04/20/mossad-murdered-vittorio-arrigoni/

(Video)

http://blog.panorama.it/italia/2011/04/15/%C2%ABarrigoni-lo-ha-ucciso-il-mossad%C2%BB/

(Articoletto con blog, scorrere in basso)

_________________
Mi dissocio espressamente da tutte le dichiatrazioni da me rilasciate a partire da un'ora fa.
Qualunque somiglianza con la realtà è puramente casuale ed involontaria.
La pena di morte andrebbe applicata immediatamente e senza processo a chiunque, anche in tenera età, esprimesse il mero desiderio di diventare giudice o funzionario di qualsiasi categoria.

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49146
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: La morte di Vittorio Arrigoni

Messaggio Da alberto il Mar 11 Ott - 22:41

grazie bel post.
avrei solo voluto dire ai suoi assassini: "tranquilli che in italia non se lo caga nessuno, lasciatelo vivere la sua vita in pace".

non ho elementi per inquadrare con precisione il personaggio, che di sicuro si muoveva animato da forti ideali.

ricordo ancora il suo "pamphlet" contro roberto saviano



e ne ebbi l'impressione di una persona che per necessità o per eccessiva immersione nella realtà (certamente non un difetto) aveva smarrito la visione dei chiaroscuri per abbracciarne una in bianco e nero assai simile alla maglietta che indossa nel video.

paragonare il suo slancio e la sua dedizione al nostro salottiero colloquiare mi inquieta un po'.

grazie ancora per il bel post.

alberto
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 2604
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 26.12.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: La morte di Vittorio Arrigoni

Messaggio Da alberto il Mar 11 Ott - 22:42

non si vede il video?

http://www.youtube.com/watch?v=NBgI_QWgXaI

alberto
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 2604
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 26.12.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: La morte di Vittorio Arrigoni

Messaggio Da chef75 il Mar 11 Ott - 23:07


_________________
Quando la maggior parte di una società è stupida allora la prevalenza del cretino diventa dominante ed ineguagliabile.
Carlo M. Cipolla

E>en

chef75
------------
------------

Maschile Numero di messaggi : 7621
Età : 41
Località : una cucina
Occupazione/Hobby : uncinetto
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 12.11.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: La morte di Vittorio Arrigoni

Messaggio Da Rasputin il Mer 12 Ott - 7:06

alberto ha scritto:non si vede il video?

http://www.youtube.com/watch?v=NBgI_QWgXaI

Si vede, si vede. Lo conosco (E conosco il personaggio) perché, e solo perché, qualche utente qui, non ricordo se Muriel o Sergio, l'aveva inserito in questo thread qui

http://atei.forumitalian.com/t2386-esiste-la-lobby-ebraica

(Sono al momento 22 pagine e non ho voglia di cercarlo), il contesto era leggermente diverso ma quello che mi ha più lasciato basito è stata l'invereconda ipocrisia di Saviano, tanto bravo (Da buon ebreo) a nasconderla che non me ne ero mai accorto.

Arrigoni dava fastidio, eccome; stava in linea di fuoco e filmava tutto, se avete la pazienza di aprire i link trovate anche dei video.

Testimonianze scomode specie se arrivassero alle Nazioni Unite, io spero che ci arrivino/ci siano già arrivate.

Il problema sono i mezzi di comunicazione: a parte internet, chi li controlla?

_________________
Mi dissocio espressamente da tutte le dichiatrazioni da me rilasciate a partire da un'ora fa.
Qualunque somiglianza con la realtà è puramente casuale ed involontaria.
La pena di morte andrebbe applicata immediatamente e senza processo a chiunque, anche in tenera età, esprimesse il mero desiderio di diventare giudice o funzionario di qualsiasi categoria.

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49146
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: La morte di Vittorio Arrigoni

Messaggio Da loonar il Mer 12 Ott - 9:22

Ma un ebreo ateo è comunque ebreo?
Se sì, come si riconosce da un "goym"?

loonar
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 17394
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: La morte di Vittorio Arrigoni

Messaggio Da Minsky il Mer 12 Ott - 17:15

Darrow ha scritto:Ma un ebreo ateo è comunque ebreo?
Se sì, come si riconosce da un "goym"?

Un ebreo ateo potrebbe essere semplicemente un israeliano, se ho interpretato bene questa notizia:

http://archiviostorico.corriere.it/2011/ottobre/03/Religione_Nessuna_Cade_uno_dei_co_9_111003033.shtml

_________________

Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 13509
Età : 62
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: La morte di Vittorio Arrigoni

Messaggio Da loonar il Mer 12 Ott - 18:21

Minsky ha scritto:
Darrow ha scritto:Ma un ebreo ateo è comunque ebreo?
Se sì, come si riconosce da un "goym"?

Un ebreo ateo potrebbe essere semplicemente un israeliano, se ho interpretato bene questa notizia:

http://archiviostorico.corriere.it/2011/ottobre/03/Religione_Nessuna_Cade_uno_dei_co_9_111003033.shtml
Sono d'accordo. Per questo Philip Roth e Woody Allen, ad esempio sono statunitensi ed è sbagliato chiamarli ebrei.

loonar
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 17394
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: La morte di Vittorio Arrigoni

Messaggio Da Rasputin il Mer 12 Ott - 20:08

Darrow ha scritto:
Sono d'accordo. Per questo Philip Roth e Woody Allen, ad esempio sono statunitensi ed è sbagliato chiamarli ebrei.

Bisognerebbe sentire il loro parere. Che io sappia, il termine "Ebreo" non corrisponde ad una cittadinanza

_________________
Mi dissocio espressamente da tutte le dichiatrazioni da me rilasciate a partire da un'ora fa.
Qualunque somiglianza con la realtà è puramente casuale ed involontaria.
La pena di morte andrebbe applicata immediatamente e senza processo a chiunque, anche in tenera età, esprimesse il mero desiderio di diventare giudice o funzionario di qualsiasi categoria.

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49146
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: La morte di Vittorio Arrigoni

Messaggio Da loonar il Mer 12 Ott - 20:13

Rasputin ha scritto:
Darrow ha scritto:
Sono d'accordo. Per questo Philip Roth e Woody Allen, ad esempio sono statunitensi ed è sbagliato chiamarli ebrei.

Bisognerebbe sentire il loro parere. Che io sappia, il termine "Ebreo" non corrisponde ad una cittadinanza
Le ipotesi possibili:
-1)ebreo= seguace della religione ebraica (in questo caso W.Allen e P.Roth non sono ebrei)
-2)ebreo= di cittadinanza israeliana...be' questo è palesemente errato, non serve nemmeno spiegarne il motivo, tanto è evidente
-3)ebreo= di cultura ebraica (in questo caso W.Allen e P.Roth potrebbero essere definiti ebrei) ma a questo punto bisognerebbe stabilire cosa si intende per cultura ebraica, cioè se esista una cultura ebraica o se questa non sia altro che la religione ebraica, il che ci riporterebbe al punto n°1.

loonar
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 17394
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: La morte di Vittorio Arrigoni

Messaggio Da Rasputin il Mer 12 Ott - 20:31

Vai tu su Wiki o vado io? wink..

_________________
Mi dissocio espressamente da tutte le dichiatrazioni da me rilasciate a partire da un'ora fa.
Qualunque somiglianza con la realtà è puramente casuale ed involontaria.
La pena di morte andrebbe applicata immediatamente e senza processo a chiunque, anche in tenera età, esprimesse il mero desiderio di diventare giudice o funzionario di qualsiasi categoria.

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49146
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: La morte di Vittorio Arrigoni

Messaggio Da loonar il Mer 12 Ott - 20:43

Rasputin ha scritto:Vai tu su Wiki o vado io?
Ci risponde così:
wikipedia ha scritto:

  • le persone di origine ebraica (non necessariamente matrilineare) che praticano la religione ebraica
  • le persone di origine non ebraica convertite al giudaismo
  • ogni appartenente alla discendenza ebraica che, pur non praticando
    il giudaismo come religione, può considerarsi ebreo in virtù della
    propria discendenza, identificando nella parola soprattutto un senso
    familiare, storico o culturale.
accontentando o scontentando capra e cavoli.

loonar
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 17394
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: La morte di Vittorio Arrigoni

Messaggio Da Rasputin il Mer 12 Ott - 20:52

Non definisce né origine, né discendenza (Per la seconda, forse meglio così).

A questo punto, che ne direste di rientrare IT?

_________________
Mi dissocio espressamente da tutte le dichiatrazioni da me rilasciate a partire da un'ora fa.
Qualunque somiglianza con la realtà è puramente casuale ed involontaria.
La pena di morte andrebbe applicata immediatamente e senza processo a chiunque, anche in tenera età, esprimesse il mero desiderio di diventare giudice o funzionario di qualsiasi categoria.

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49146
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: La morte di Vittorio Arrigoni

Messaggio Da loonar il Mer 12 Ott - 21:02

Rasputin ha scritto:Non definisce né origine, né discendenza (Per la seconda, forse meglio così).

A questo punto, che ne direste di rientrare IT?
Come no? Origine: seguaci della religione ebraica. Discendenza: chi pur non praticando il giudaismo come religione è figlio o nipote o discendente di antenati che praticavano il giudaismo. (In pratica io secondo questi canoni sarei ancora cattolico nonostante l'ateismo mio di mio padre e di mia madre, curioso come modo di definire le persone, non trovi?).
Chiarissimo direi!
Con questo ho chiuso! Sarebbe interessante però continuare il discorso in un thread apposito.

loonar
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 17394
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: La morte di Vittorio Arrigoni

Messaggio Da Rasputin il Mer 12 Ott - 21:19

Ehm il titolo fa "La morte di Vittorio Arrigoni".

Il thread apposito:

http://atei.forumitalian.com/t2386-esiste-la-lobby-ebraica

Buon divertimento!

_________________
Mi dissocio espressamente da tutte le dichiatrazioni da me rilasciate a partire da un'ora fa.
Qualunque somiglianza con la realtà è puramente casuale ed involontaria.
La pena di morte andrebbe applicata immediatamente e senza processo a chiunque, anche in tenera età, esprimesse il mero desiderio di diventare giudice o funzionario di qualsiasi categoria.

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49146
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: La morte di Vittorio Arrigoni

Messaggio Da SergioAD il Ven 14 Ott - 5:18

Philip Roth e Woody Allen non sono sionisti (anzi) eppure hanno origini
ebraiche. Altri sono afro-americani ed altri ancora sono italo-americani,
etc... se proprio bisogna sentire il "ceppo".

Si può nascere nel paese A (nativo?),
avere la nazionalità del paese B (passaporto) ed
avere origini di un paese C (sangue?),
essere un cittadino perfino della città D (residenza).

Per me queste sono di 4 paesi diversi (ah ah non che la penso così ma
che è il caso mio, anzi le nazioni C sarebbero 3 quelle del caso mio). Di
ceppi ce ne sono tanti, hai voglia quanti.

Comunque avrei potuto essere un sionista ed invece non lo sono come
in Israele non sono tutti sionisti. Allora si può generalizzare purché non
si confonda il razzismo con l'antisionismo.


SergioAD
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6602
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 30.01.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: La morte di Vittorio Arrigoni

Messaggio Da Rasputin il Lun 6 Mag - 18:24

SergioAD ha scritto:Allora si può generalizzare purché non
si confonda il razzismo con l'antisionismo.

Esatto.

_________________
Mi dissocio espressamente da tutte le dichiatrazioni da me rilasciate a partire da un'ora fa.
Qualunque somiglianza con la realtà è puramente casuale ed involontaria.
La pena di morte andrebbe applicata immediatamente e senza processo a chiunque, anche in tenera età, esprimesse il mero desiderio di diventare giudice o funzionario di qualsiasi categoria.

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49146
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: La morte di Vittorio Arrigoni

Messaggio Da alberto il Lun 6 Mag - 20:09

non capisco questo "up" di un 3d morto e sepolto. a scanso di equivoci chiudo.

alberto
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 2604
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 26.12.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: La morte di Vittorio Arrigoni

Messaggio Da Admin il Sab 2 Ago - 18:01

alberto ha scritto:non capisco questo "up" di un 3d morto e sepolto. a scanso di equivoci chiudo.

Ed io riapro.  tie 

Admin
----------
----------

Numero di messaggi : 2630
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 11.11.08

http://atei.forumitalian.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: La morte di Vittorio Arrigoni

Messaggio Da Hara2 il Sab 2 Ago - 18:12

Hallora, 'è una definizione puramente legale, non c'entra né cittadinanza né cultura né atantomeno religione: è ebreo chi è figlio di madre ebrea (con variazioni  secondo parrocchia) oppure chi fa ghiur (che è visto di malocchio, difficile, lungo e pallosissimo) e stop. Ingiusto? Ecchisenefraga di essere "ebreo" se non ai fini della legge del ritorno o, forse,  di legami etnici?
Assurdo? Ma anche no

Antisionismo e antisemitismo è un discorso non così lineare:

(…) Tu dichiari, amico mio, che tu non odii affatto gli Ebrei, che tu sei solamente anti-sionista. Per questo dico che la verità risiede sulla cima della montagna, e che i suoi echi risuonano nelle verdi vallate della terra di Dio. Quando le persone criticano il sionismo, esse pensano agli Ebrei, e questa è  la verità di Dio.
L’antisemitismo, l’odio nei confronti del popolo ebraico, è stata e rimane una macchia sull’anima dell’umanità. Siamo pienamente convinti su  questo punto. E, di conseguenza, sappiamo anche questo: anti-sionismo significa intrinsecamente anti-semitismo , e sarà sempre così.
Perché? Per il semplice motivo che il sionismo è niente meno che il sogno e l’ideale del popolo ebraico di tornare a vivere in pace nella propria terra. Il Popolo ebraico, ce lo dicono le Scritture, un tempo ha potuto vivere unito in Terra santa . Gli ebrei sono stati espulsi dai tiranni romani, quegli stessi Romani che hanno crudelmente ucciso Nostro Signore. Condizionati dal pensiero della loro patria, ossessionati dal ricordo della loro nazione in cenere, il popolo ebraico è stato costretto a vagare in tutto il mondo. Ancora una volta, un’ennesima volta , il popolo ebraico è caduto nelle mani di un tiranno che lo ha sottomesso.
Il Popolo Nero conosce, amico mio,  che cosa significhi soffrire i tormenti della tirannia sotto un giogo a lui imposto. I nostri fratelli in Africa hanno pregato, invocato, chiesto, preteso il riconoscimento e la realizzazione del proprio diritto naturale a vivere in pace per diritto naturale nel proprio paese. Per chi anela a conquistare questo diritto inalienabile di tutta l’umanità, dovrebbe essere facile comprendere e sostenere il diritto del popolo ebraico a vivere sulla terra dell’antica Israele. Tutti gli uomini di buona volontà, dovrebbero esultare al compimento della promessa fatta da Dio per il suo popolo, che possa vivere nella gioia sulla sua terra “ricostruita” da loro e prima rubata.

Questo è il sionismo, niente di più, niente di meno.

Se ritieni che il Popolo ebraico meriti di avere uno Stato indipendente, allora sei un sionista. E’ così facile.
Sionismo non è una parolaccia. Si tratta di un credo che rafforza il diritto legittimo del popolo ebraico al’auto-determinazione.
Non devi essere un Ebreo per essere un sionista., allo stesso modo non è necessario essere una donna per essere una femminista, o una persona di colore per credere nella parità di diritti dei Neri.
Essere un sionista non significa ritenere che Israele sia perfetto o non faccia errori. E’ possibile sostenere l’aspirazione nazionale palestinese, e ancora essere un sionista  Come sionista è possibile essere in disaccordo con le politiche d’Israele, criticare apertamente il suo governo [quasi tutti gli intellettuali israeliani lo fanno. E quelli Islamici….?] E’ possibile intervenire per sollecitare i governanti israeliani a modificare il loro operato, fino a rimostrare nei loro confronti.
Ma non si può togliere il diritto ad Israele di esistere come Stato sovrano
per il popolo ebraico.

E che cos’è l’anti-sionismo?

E’ la negazione al popolo ebraico di un diritto fondamentale, che noi reclamiamo giustamente per la gente d’Africa e che deve essere giustamente accordato a tutte le nazioni della terra. Questa è una discriminazione contro gli Ebrei, amico mio, solo perché sono ebrei. In una parola è anti-semitismo. L’antisemita coglie ogni occasione per esprimere il suo odio criminale nei confronti degli ebrei. Il tempo ha reso impopolare in Occidente proclamare apertamente il suo odio nei confronti degli ebrei . Stando così le cose, l’anti-semita deve inventare ogni volta nuove forme e nuovi preconcetti per il suo veleno.  Come dovrebbe gioire per questa nuova mascherata! Egli non odia gli ebrei, è soltanto anti-sionista. Amico mio, io non t’accuso deliberatamente di antisemitismo. So che è nel giusto chi sente come me un profondo amore per la verità e la giustizia, una repulsione per il razzismo, i pregiudizi, le discriminazioni. Ma io so che tu hai sbagliato, analogamente agli altri Stati che ritengono si possa essere anti-sionista, pur rimanendo fedeli ai principi che condividiamo sinceramente di cuore entrambi, tu ed io.
Anelo nel profondo del cuore e dell’anima che comprendiate questo. Quando le persone criticano il sionismo, si sbagliano: pensano agli Ebrei.

Martin Luther King (Lettera ad un amico antisionista)

Hara2
-----------
-----------

Numero di messaggi : 1762
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: La morte di Vittorio Arrigoni

Messaggio Da Hara2 il Sab 2 Ago - 18:24

C'è però da dire che il sionismo al quale si riferiva King è divenuto altro. Cos'è lo si può capire da questo, secondo me splendido, pezzo



"Mi difendo quindi sono"

Hara2
-----------
-----------

Numero di messaggi : 1762
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum