I costi della Chiesa

Pagina 3 di 12 Precedente  1, 2, 3, 4 ... 10, 11, 12  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: I costi della Chiesa

Messaggio Da don alberto il Gio 8 Dic - 14:52

Giurista pensatore ha scritto: Quindi i Vangeli non sono la Parola di Dio, ma il testo preferito dal popolo? In tal caso, se è l'uomo ad averli scelti, su cosa si fonderebbe la loro sacralità?
dal fatto che ci sono offerti dalla Chiesa intera.
è la Chiesa la depositaria delle verità di fede, una delle quali è che certi libri sono "Parola di Dio"

Se la Chiesa non ha mai curato traduzioni ufficiali e tuttavia usa il testo italiano per la liturgia, devo desumere che la liturgia non costituisce un momento ufficiale?
devi solo desumere che è carino che in tutte le chiese e in tutte le celebrazioni si usino le stesse parole.
PS: usa "un" testo italiano, non "il" testo italiano

Con la scusa del passo nuovo che abroga il precedente ci hanno costruito persino il Corano.
e allora?
se uno affetta la moglie bisogna ritirare dal commercio i coltelli?

Delle due l'una: o la Tradizione si fonda sulla Scrittura, allora non può sovvertirla, o la Tradizione prevale sulla Scrittura, nel qual caso risulta confermato che la gerarchia ecclesiastica riempie la Parola di Dio delle proprie intenzioni umane.
non ci crederai ma è buona la terza: "la Scrittura vive nella tradizione" (che è la concreta vita della Chiesa.

Non puoi pretendere che il vescovo, rivestito di giurisdizione sulla diocesi, sia esente da responsabilità per il marcio che non previene e non reprime.
sì.
(ma dovresti anche sapere come di fatto sono i rapporti vescovo-religiosi (esenti
nei casi di evasione in ogni caso pagherà la congregazione)

La cosa allucinante, però, è che tu condivida l'idea di un indottrinamento forzato, di un'idea religiosa inculcata a forza nella mente di un bambino che non ha il senso critico necessario per pronunciarsi liberamente sul sistema di credenze che gli vengono propinate: temi forse che, se la scelta religiosa fosse demandata al figlio in età matura, il numero dei credenti crollerebbe di botto?
-non è un indottrinamento
-i bimbi fanno quello che vedono fare a casa e non a scuola
-i bimbi sono bimbi ma non cretini
-dell'irc non me ne può fregare di meno

don alberto ha scritto:la Chiesa è il corpo di Cristo e la sua sposa.
poi c'è il problema che è fatta di uomini.
Certo, come Melkor è fratello di Manwe nonché figlio di Iluvatar, con la differenza che Tolkien non ha trasformato un magnifico racconto fantasy in un sistema di dogmi indimostrabili con chiari corollari politici ed economici.

non mi risulta che se un benefattore ammazza qualcuno, per compensazione andrà esente da pena.
neanche a me
(e non mi pare che la divina commedia sia ostracizzata dal "Vaticano")

1) Quali sono le prove dell'esistenza di Dio?
"prove" non ce ne sono

2) Quali sono le prove della conformità della Scrittura alla volontà divina?
nel pacchetto delle verità di fede è inscindibilmente compreso che la bibbia è parola di Dio

3) Se la Chiesa è guidata dallo Spirito Santo, sicuramente più potente del diavolo, come si spiegano la simonia ed il concubinato del clero, lo spargimento di sangue, la tortura, l'Inquisizione etc. etc. etc.?
la libertà dell'uomo è più potente di tutto

4) In base a cosa dovrei ritenere Gesù più vero e reale di JHWH, Allah, Brahma, Iside, Zeus, Urano, Thor, Manitù, Iluvatar e così via?
in base ai post di Werevolf (e non sto scherzando)

don alberto
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1642
Età : 65
Località : Funo di Argelato (Bologna)
Occupazione/Hobby : giullare
SCALA DI DAWKINS :
7 / 707 / 70

Data d'iscrizione : 20.08.10

http://bollettino-funo.blog.tiscali.it/

Tornare in alto Andare in basso

Re: I costi della Chiesa

Messaggio Da don alberto il Gio 8 Dic - 14:56

Rasputin ha scritto:
don alberto ha scritto:
quella è evasione.

non sono "privilegi della Chiesa"

È la stessa cosa.

no mister/master

se fosse un "privilegio" ci vorrebbe una legge per abolirlo,
soprattutto sarebbe esteso e generalizzato.
(e avreste ragione)

essendo evasione
sono casi particolari,
basta il giudice
(e voi li usate per fare credere il falso)

don alberto
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1642
Età : 65
Località : Funo di Argelato (Bologna)
Occupazione/Hobby : giullare
SCALA DI DAWKINS :
7 / 707 / 70

Data d'iscrizione : 20.08.10

http://bollettino-funo.blog.tiscali.it/

Tornare in alto Andare in basso

Re: I costi della Chiesa

Messaggio Da don alberto il Gio 8 Dic - 15:09

The Undertaker ha scritto:spero di fare cosa gradita postando qui il link per sottoscrivere l'appello di MicroMega:
http://temi.repubblica.it/micromega-appello/?action=vediappello&idappello=391231&show=firme
.
leggendo qualche commento:

c'è chi crede che i locali per usi commerciali della Chiesa italiana non paghino l'ici.
come mai tanto furore per una cosa falsa?

c'è chi crede che i locali per usi commerciali solo della Chiesa italiana (e non di tutti gli enti senza scopo di lucro) non paghino l'ici.
come mai tanto furore per una cosa falsa?

i locali del "Vaticano" ...
si intendono gli immobili extraterritoriali dello SCV o li si confonde artatamente con la roba della Chiesa italiana (che non è il "Vaticano")

l'articolo di Micromega: un quinto del patrimonio immobiliare italiano appartiene alla Chiesa ...
Ma davvero girando per strada vi pare che una casa su cinque, un condominio su cinque sia della Chiesa?
Cos'è? il "metodo_bush-armi di sterminio di massa di saddam"?

don alberto
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1642
Età : 65
Località : Funo di Argelato (Bologna)
Occupazione/Hobby : giullare
SCALA DI DAWKINS :
7 / 707 / 70

Data d'iscrizione : 20.08.10

http://bollettino-funo.blog.tiscali.it/

Tornare in alto Andare in basso

Re: I costi della Chiesa

Messaggio Da Fux89 il Gio 8 Dic - 17:12

don alberto ha scritto:c'è chi crede che i locali per usi commerciali della Chiesa italiana non paghino l'ici.
come mai tanto furore per una cosa falsa?
Semplicemente, perché non è falsa. Un albergo di lusso (=uso commerciale) con la cappellina per pregare la Madonna (=uso non esclusivamente commerciale) non paga l'Ici.

Fux89
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 16173
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 20.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: I costi della Chiesa

Messaggio Da davide il Gio 8 Dic - 23:40

don alberto ha scritto:
davide ha scritto:
non penserai che il vescovo sa tutto?
Comando=responsabilità.

sì, e vero.


infatti il rapporto vescovi-religiosi (che sono per certo verso esenti dalla sua giurisdizione) è sempre stato spinoso)
Spiega meglio.

davide
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11205
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 14.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: I costi della Chiesa

Messaggio Da chef75 il Gio 8 Dic - 23:55

don alberto ha scritto:
Ma davvero girando per strada vi pare che una casa su cinque, un condominio su cinque sia della Chiesa?
Probabilmente a Roma si.

_________________
Quando la maggior parte di una società è stupida allora la prevalenza del cretino diventa dominante ed ineguagliabile.
Carlo M. Cipolla

E>en

chef75
------------
------------

Maschile Numero di messaggi : 7621
Età : 41
Località : una cucina
Occupazione/Hobby : uncinetto
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 12.11.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: I costi della Chiesa

Messaggio Da Cosworth117 il Ven 9 Dic - 0:36

don alberto il 20/22 % del patrimonio immobiliare italiano è della chiesa. Il patrimonio non lo vedi in quantità ma in valore. Ti faccio un esempio. Prendi un territorio di 50000 mq e mettici delle case con un valori di 1 euro ogni 1000 mq. Avrai un patrimonio di 50 euro, e lo vedi in quantità. Adesso prendi lo stesso territorio e non metterci niente, ma metti una sola chiesetta di 1000 mq dal valore di 50 euro. Adesso ti chiedo una cosa che stenterai a fare.. ragiona. Con questo ti voglio solo dire che il tuo paragone sui condomini romani della chiesa è sbagliato. Conta il valore del patrimonio, non quanti ne vedi te.

I valori che ho impostato sono ovviamente indicativi. Non ho utilizzato molti neuroni per rispondere a don alberto.

_________________
There's always a plane B!

Meglio due mani operose, che cento bocche che pregano.

Chi conosce, sceglie. Chi crede di conoscere, crede di scegliere.

Cosworth117
------------
------------

Maschile Numero di messaggi : 9076
Età : 24
Località : Dove se magna
Occupazione/Hobby : Manager NWO
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 04.09.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: I costi della Chiesa

Messaggio Da Giurista pensatore il Ven 9 Dic - 13:49

don alberto ha scritto:e allora?
se uno affetta la moglie bisogna ritirare dal commercio i coltelli?
No, semplicemente è un espediente ben collaudato per prendere dal testo presunto sacro solo ciò che conviene al clero che lo interpreta, dichiarando abrogato il resto.

don alberto ha scritto:non ci crederai ma è buona la terza: "la Scrittura vive nella tradizione" (che è la concreta vita della Chiesa.
Però, quando la Tradizione contrasta col significato univoco della Scrittura (che consente lo scioglimento del matrimonio per adulterio della moglie, ovviamente in spregio all'uguaglianza tra uomo e donna), la sta sovvertendo, e le formule retoriche non cancellano l'evidenza di questo fatto.

don alberto ha scritto:sì.
(ma dovresti anche sapere come di fatto sono i rapporti vescovo-religiosi (esenti
nei casi di evasione in ogni caso pagherà la congregazione)
So anche che il pontefice possiede la pienezza dei poteri legislativi, esecutivi e giudiziari, perciò cosa aspetta a riformare il diritto canonico per rafforzare i controlli, se questi sono carenti?

don alberto ha scritto:-non è un indottrinamento
-i bimbi fanno quello che vedono fare a casa e non a scuola
-i bimbi sono bimbi ma non cretini
-dell'irc non me ne può fregare di meno
I bimbi sono plastilina nelle mani di chi li educa: se fossero già compiutamente formati, non sarebbero sottoposti alla potestà genitoriale e ad una serie di limitazioni della loro autonomia, non trovi? Il bambino pende dalle labbra degli adulti e, se questi gli riempiono la testa di Trinità, Vergini partorienti, concezioni dello Spirito Santo, peccato originale, vita eterna e così via, loro saranno indotti a credere a tutto questo. Allora, visto che di tutto questo non vi sono prove, insegniamo ai bambini ciò che possono vedere e toccare e sentire e verificare direttamente (le cose concrete, i valori morali con fondamento razionale, le conoscenze scientifiche) e rinviamo all'età adulta i temi metafisici indimostrabili, che ne pensi?

don alberto ha scritto:neanche a me
(e non mi pare che la divina commedia sia ostracizzata dal "Vaticano")
Non hai colto la battuta. Intendevo dire che esistono molte favolette fantasy, dalla Teogonia greca, all'epopea di Gilgamesh, alla Creazione di Iluvatar di Tolkien, a tante altre: perché la Genesi cristiana e la Venuta e Resurrezione di Gesù dovrebbero considerarsi fatti veri, anziché storielle fantasy al pari delle altre?

don alberto ha scritto:"prove" non ce ne sono
E allora chi vi dà il diritto di imporre la vostra etica soggettiva agli altri, mediante pressioni politiche sui Parlamenti volte a far recepire nella legge civile i comandi di un presunto Dio della cui esistenza e volontà nulla è dato sapere?

don alberto ha scritto:la libertà dell'uomo è più potente di tutto
E allora come mai la Chiesa si infiamma quando i gay rivendicano tutele giuridiche, quando gli atei propongono una campagna propagandistica sugli autobus genovesi, quando le associazioni dei malati terminali invocano la salvaguardia della volontà del malato, che in definitiva è l'unico che soffre e perciò l'unico a dover stabilire se detta sofferenza sia o meno sopportabile? Dove finisce la libertà umana, più potente di tutto, in questi casi? E perché la Chiesa la ostacola?

don alberto ha scritto:in base ai post di Werevolf (e non sto scherzando)
Non mi riferisco all'esistenza storica di Gesù, ma alla sua divinità. Riformulo la domanda. In base a cosa dovrei considerare la Bibbia cristiana più vera dell'Antico Testamento ebraico, del Corano musulmano, dei Veda indù etc.?

Giurista pensatore
-------------
-------------

Numero di messaggi : 374
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 22.05.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: I costi della Chiesa

Messaggio Da uoz il Ven 9 Dic - 15:07

---edit. Azz che lungo! chiedo sorry----


Don Alberto, mi spiace dirtelo (non lo dico con tono paternalistico, mi dispiace davvero entrare in contrapposizione così netta con una persona che per qualche motivo si trova a sostenere delle tesi 10 vs 1 e prendersi parole su parole magari -così mi piace immaginarti- in assoluta buona fede)
Ma devo proprio risponderti. Si fa per parlare eh, non prendertela a male, anche perchè anche se per caso riuscissi a convincere te, nulla cambierebbe.
Dunque, quello che stai facendo è difesa di categoria di appartenenza. Mi spiego meglio, siccome è ot, spoilerizzo.
Spoiler:
Alle medie-dai preti-avevo un insegnante di religione, un tipo anzianotto. Ovviamente noi, da bravi adolescenti rompicoglioni, durante le ore di religione ci intestardivamo a contraddirlo su tutto. Talvolta succedeva che riportassimo parole di altri preti che sembravano discordare con quanto lui stava spiegando, ma lui riusciva comunque a giustificarle. Ispirato quindi dal maligno (e soprattutto volendo verificare le mie teorie sulle sue giustificazioni ad oltranza) cominciai ad inventare di sana pianta dei fatti, attribuiti ovviamente ad altri preti. Con mio sommo stupore (ma che, ci avrei scommesso una palla) continuava a giustificare anche le mie invenzioni, cose che se avessi detto da me non avrebbe esitato a tacciare come "monate" -così le chaimava-
In un'escalation di affermazioni sempre più inverosimili, alla fine confessai, perchè fosse palese che le sue giustificazioni erano date per partito preso, per difendere chi diceva e non cosa diceva. (Poi fui sospeso ecc...ecc... ma questa è un'altra storia).
Credo fosse una delle prime volte in cui mi scontravo con il metodo di verifica delle ipotesi.

Ora veniamo a noi:
no.
la attività commerciali di cui sono titolari persone fisiche e giuridiche italiane (anche ecclesiastiche) sono tassate (ici e ires)
e non ci sono esenzioni.
poi qualcuno fa il furbo e spaccia la "pensione di S. Passera" per la foresteria del convento che dà rifugio saltuariamente ai pellegrini che si sono persi.
e allora deve pagare ici e arretrati.

Ecco, quello che cercavo di dirti è che non si può parlare di "qualcuno" quando si tratta di più dell'87% di coloro che fanno ricorso a detta legge.
Inoltre, per come la metti tu, pare che questi stiano compiendo un'illecito.
Falso, la legge mette a loro disposizione questo espediente per coprire le attività commerciali LEGALMENTE.

sì, è una furbata.
La repubblica nel primo dei suoi articoli pubblicò la foto di un albergo dicendo che non pagava l'ici per i motivi che dici tu.
quell'albergo l'ici la pagava e la ricevuta fu pubblicata.
naturalmente NON dalla Repubblica
secondo qualcuno io non pagavo l'ici su degli appartamenti che avevo in una ex-parrocchia, e nonostante fossero migliaia di euro all'anno e non so ancora se sono riuscito a convincerlo

Posso anche crederti, rimane il fatto che la legge che permette di fare così esiste, e, soprattutto, esiste chi se ne avvantaggia.
Poi c'è chi giustifica in buona fede la cosa (tu, spero) e chi lo fa in malafede, ad esempio gira qualche articoletto dei soliti devoti, in cui spiccano frasi del genere:

Ferrara ha scritto:Il primo punto da mettere in chiaro, in effetti, è che la disinformazione sul tema fa passare l'idea che la chiesa non paghi in assoluto nessuna tassa sugli immobili. Falso

E grazie al cazzo.
Oppure un più sbilanciato:

Introvigne ha scritto:È falso, ad esempio, che se in un albergo c’è una cappellina, tutto l’immobile diventa esente. È vero anzi il contrario.

E ri-grazie al cazzo. Quello che però i devoti di cui sopra (o falsi devoti nel caso di Ferrara) non parlano è che la legge prevede esenzioni per le attività svolte, non per la presenza delle statue di madonne. Traduco, se nella cappellina il mercoledì ci fai il rosario per i vecchi del quartiere, magia, l'albergo i soldi non li paga più.
E una frase come questa è dimostrazione di assoluta malafede: cosa c'è di più bello, per il buon lettore cristiano, del sentirsi rassicurato
riguardo la discussione sulla poca chiarezza di questo benedetto Ici che
la chiesa paga o no?
Leggi Introvigne e capisci che, si, l'Ici, come è giusto che sia, la chiesa lo
paga! Niente oscure e plutocratiche macchinazioni dei vaticani... Allora, far credere ai lettori che i falsi atei comunisti giornali mangiapreti si siano inventati una cospirazione anticattolica è malafede, (oltre che peccato, mi pare di ricordare, -pensieri parole opere e omissioni- si diceva nell'atto di dolore no? Ma chiedo, che ne sai sicuramente più di me.)
Ma visto che però preferisci parlare del particolare, se vuoi ti racconto la storia dalla quale ho tratto l'esempio di sopra, quella di una mia ex che lavorava in una libreria della Cei, dove, appunto, ogni mercoledì si teneva il rosario di quartiere. Indovina come mai?

se fosse un "privilegio" ci vorrebbe una legge per abolirlo,
soprattutto sarebbe esteso e generalizzato.
(e avreste ragione)
essendo evasione
sono casi particolari,
basta il giudice
(e voi li usate per fare credere il falso)

Arinone! La legge prevede ESATTAMENTE di poter far passare privilegi di questo genere, che sono estesi e generalizzati - intendiamoci, li prevederebbe anche se io riuscissi a far passare l'albergo come casa di ristoro per i guerrieri di Odino, cosa, guardacaso, un po' più difficile da fare -
In effetti vi sono state delle piccole leggerezze, se con quello ti riferici dicendo "far credere il falso", ad esempio da parte di Fux quando parlava di alberghi e cappelline senza specificare che era necessaria anche l'attività nella cappellina, ma a questo punto - per citare le parole del tuo maestro- mi pare tu stia guardando la pagliuzza e non la trave.

Vogliamo passare anche ai possedimenti terrieri? E famolo. Storiella personale, come incipit, così parliamo di cose toccate con mano e non lette su Repubblica.
Spoiler:
mi scontrai per la prima volta con questo problema quando volli sapere di chi fosse una villa fantastica con vista sulla laguna, abbastanza in disuso, anzi, sempre vista chiusa. In pratica degli amici stavano cercando un posto in cui metter su un'attività -diciamo- di pubblica utilità. Credendo che la costruzione fosse del demanio -chi tiene un villozzo chiuso e in abbandono se no?- cominciarono a girare tra catasti e uffici. E di chi è la casa? Preti. Cosa se ne fanno? Ci tengono degli archivi.
Oltre agli immobili noti, scuole, ospedali, colonie, alberghi, ostelli, patronati, curie (spesso vere e proprie porzioni di città) et similia, ci sono quelli di cui non sai nulla (poderi, cascine, case al mare ecc. ecc.) Tieni conto che, ad esempio, nella sola provincia di Roma, ogni anno dai 7 ai 10 mila lasciti di beni immobiliari vengono fatti alla chiesa.
Curiosità, perchè poi ti preme differenziare tra chiesa italiana e Vaticano? Non è forse Una, cattolica ed apostolica la chiesa?

Il numero -stimato- è proprio quello che contesti, tant'è vero che il Vaticano ricorre ad alcune agenzie per gestire l'immenso patrimonio immobiliare accumulato (ma per avere un'idea pensa solo agli affari di Propaganda Fide).

Meditazione finale.
Se è vero che la chiesa è la sposa gloriosa di Cristo, è anche vero che ormai questi uomini di cui è fatta hanno un po'cagato fuori dal boccale. Magari fa' un po' di pubblicità alla mia causa presso il tuo superiore: non sarebbe ora di un bel secondo diluvio universale?

uoz
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 777
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 07.01.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: I costi della Chiesa

Messaggio Da Giampy il Ven 9 Dic - 15:22

[/quote]
dal fatto che ci sono offerti dalla Chiesa intera.
è la Chiesa la depositaria delle verità di fede, una delle quali è che certi libri sono "Parola di Dio" [quote]

Cosa vuol dire certi libri sono parola di dio? Chi decide? Solo perchè c'è scritto?

Giampy
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 393
Età : 34
Località : Roma
Occupazione/Hobby : Ex paleoantropologo
SCALA DI DAWKINS :
68 / 7068 / 70

Data d'iscrizione : 04.04.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: I costi della Chiesa

Messaggio Da Fux89 il Ven 9 Dic - 17:05

Verde a Giurista e a uoz.

Fux89
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 16173
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 20.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: I costi della Chiesa

Messaggio Da Minsky il Ven 9 Dic - 21:13

Secondo il rapporto del Dipartimento delle Finanze e dell’Agenzia del Territorio (dati 2010), il valore totale del patrimonio immobiliare in Italia ammonta a 6.244 miliardi di euro.
Il 20% di questo patrimonio appartiene ad enti religiosi cattolici o al Vaticano (Città del Vaticano esclusa).
Il debito pubblico italiano attualmente ammonta a poco meno di 2000 miliardi di euro.
Lo scrittore Ennio Montesi ha calcolato che il clero cattolico, dal dopoguerra ad oggi, ha incassato dallo Stato italiano il controvalore di 886 miliardi di euro.

6.244__patrimonio immobiliare
1.249
__20% del valore del patrimonio immobiliare
__886__somma versata dallo Stato al clero cattolico
_______
2.135
__totale debito del clero verso il popolo italiano

2.000
__debito pubblico dell'Italia

Episodio della serie: "io non ho detto niente".

_________________

Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 13487
Età : 62
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: I costi della Chiesa

Messaggio Da Cosworth117 il Ven 9 Dic - 22:20

Hai detto tutto. carneval

_________________
There's always a plane B!

Meglio due mani operose, che cento bocche che pregano.

Chi conosce, sceglie. Chi crede di conoscere, crede di scegliere.

Cosworth117
------------
------------

Maschile Numero di messaggi : 9076
Età : 24
Località : Dove se magna
Occupazione/Hobby : Manager NWO
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 04.09.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: I costi della Chiesa

Messaggio Da mecca domenico il Ven 9 Dic - 22:56

Rasputin ha scritto:donalberto come la maggioranza dei tuoi colleghi hai fatto della menzogna una professione, e della malafede una scienza.

mecca domenico
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1796
Età : 69
Località : Avigliano (PZ)
Occupazione/Hobby : fai da te di tutto di più
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 31.05.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: I costi della Chiesa

Messaggio Da mecca domenico il Ven 9 Dic - 23:05

Verde a Minsky

P.S. Tutto sommato preferisco i TdG che quantomeno sono dei rompi ma non chiedono e pretendono niente e le loro costruzioni se le fanno con i loro contributi volontari.

mecca domenico
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1796
Età : 69
Località : Avigliano (PZ)
Occupazione/Hobby : fai da te di tutto di più
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 31.05.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: I costi della Chiesa

Messaggio Da *Valerio* il Sab 10 Dic - 13:18


*Valerio*
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6950
Età : 43
Località : Bologna
Occupazione/Hobby : Pc-barbecue-divano-gnocca
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 15.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: I costi della Chiesa

Messaggio Da Sultan Sanai il Sab 10 Dic - 14:28

don alberto ha scritto:la "gente" sa che la parrocchia (che è poi la Chiesa che si incontra concretamente) è di tutti, e casa propria e che apre le sue porte a tutti,
sa che il parroco è sempre disponibile,
e vede anche che lavori e manutenzione sono a beneficio di tutti
(perché la Chiesa sono tutti)



As' salam 'Aleikum!

La chiesa SIETE tutti e non SONO tutti !


Sultan Sanai
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 77
Età : 73
Località : Poggio III Armata.
Occupazione/Hobby : Profeta dell'Ateismo.
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 04.12.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: I costi della Chiesa

Messaggio Da lupetta il Sab 10 Dic - 14:30

don alberto scusa, chi ha creato la libertà dell'uomo?

lupetta
-------------
-------------

Femminile Numero di messaggi : 9602
Età : 41
Località : Roma
Occupazione/Hobby : Dubitare
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 11.11.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: I costi della Chiesa

Messaggio Da don alberto il Sab 10 Dic - 17:45

Fux89 ha scritto:
don alberto ha scritto:c'è chi crede che i locali per usi commerciali della Chiesa italiana non paghino l'ici.
come mai tanto furore per una cosa falsa?
Semplicemente, perché non è falsa. Un albergo di lusso (=uso commerciale) con la cappellina per pregare la Madonna (=uso non esclusivamente commerciale) non paga l'Ici.

NO, è vero l'esatto CONTRARIO.

in un albergo (non esente)anche la cappellina (di per se esente) PAGA l'ici.

(fonte: l'avvocato della curia milanese)

pensa te come siete informati


don alberto
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1642
Età : 65
Località : Funo di Argelato (Bologna)
Occupazione/Hobby : giullare
SCALA DI DAWKINS :
7 / 707 / 70

Data d'iscrizione : 20.08.10

http://bollettino-funo.blog.tiscali.it/

Tornare in alto Andare in basso

Re: I costi della Chiesa

Messaggio Da don alberto il Sab 10 Dic - 17:51

davide ha scritto:
don alberto ha scritto:
infatti il rapporto vescovi-religiosi (che sono per certo verso esenti dalla sua giurisdizione) è sempre stato spinoso)
Spiega meglio.

i religiosi (preti o meno) sono legati all'obbedienza ai loro superiori e "quasi" solo incidentalmente al vescovo nella cui diocesi vivono.

per fare un esempio (e se non ricordo male), se un vescovo ordina un suo prete chiede:
"prometti obbedienza a me ...?"
se ordina un frate dice: "prometti obbedienza al tuo superiore ...?"

figurati che "controllo" ci può essere da parte di un vescovo su quello che fanno i religiosi (a meno che non siano molto maturi ed evoluti)
(di solito sono loro ad incappare in quel genere di abusi, ma non sempre, perché sento dire di suore accusate non pagare l'ici che hanno sciorinato lenzuolate di ricevute)

don alberto
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1642
Età : 65
Località : Funo di Argelato (Bologna)
Occupazione/Hobby : giullare
SCALA DI DAWKINS :
7 / 707 / 70

Data d'iscrizione : 20.08.10

http://bollettino-funo.blog.tiscali.it/

Tornare in alto Andare in basso

Re: I costi della Chiesa

Messaggio Da don alberto il Sab 10 Dic - 18:05

Cosworth117 ha scritto:don alberto il 20/22 % del patrimonio immobiliare italiano è della chiesa. Il patrimonio non lo vedi in quantità ma in valore. Ti faccio un esempio. Prendi un territorio di 50000 mq e mettici delle case con un valori di 1 euro ogni 1000 mq. Avrai un patrimonio di 50 euro, e lo vedi in quantità. Adesso prendi lo stesso territorio e non metterci niente, ma metti una sola chiesetta di 1000 mq dal valore di 50 euro. Adesso ti chiedo una cosa che stenterai a fare.. ragiona. Con questo ti voglio solo dire che il tuo paragone sui condomini romani della chiesa è sbagliato. Conta il valore del patrimonio, non quanti ne vedi te.

I valori che ho impostato sono ovviamente indicativi. Non ho utilizzato molti neuroni per rispondere a don alberto.

ah, giusto.

un patrimonio "virtuale", un po' come la banconota da un milione di sterline
(che poi tocca sempre alla ricchissima Chiesa, a manutentare e restaurare per la gran parte)

don alberto
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1642
Età : 65
Località : Funo di Argelato (Bologna)
Occupazione/Hobby : giullare
SCALA DI DAWKINS :
7 / 707 / 70

Data d'iscrizione : 20.08.10

http://bollettino-funo.blog.tiscali.it/

Tornare in alto Andare in basso

Re: I costi della Chiesa

Messaggio Da Fux89 il Sab 10 Dic - 18:09

don alberto ha scritto:
Fux89 ha scritto:
don alberto ha scritto:c'è chi crede che i locali per usi commerciali della Chiesa italiana non paghino l'ici.
come mai tanto furore per una cosa falsa?
Semplicemente, perché non è falsa. Un albergo di lusso (=uso commerciale) con la cappellina per pregare la Madonna (=uso non esclusivamente commerciale) non paga l'Ici.

NO, è vero l'esatto CONTRARIO.

in un albergo (non esente)anche la cappellina (di per se esente) PAGA l'ici.

(fonte: l'avvocato della curia milanese)

pensa te come siete informati

Direi che uoz ha spiegato perfettamente perché questa è una menzogna. Rileggiti il suo post.

Fux89
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 16173
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 20.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: I costi della Chiesa

Messaggio Da Rasputin il Sab 10 Dic - 18:20

Don alberto, quando citi una fonte, sarebbe bene che la rendessi anche accessibile, se no io posso scrivere fonte: mio cuggino ed è la stessa cosa wink..

_________________
Mi dissocio espressamente da tutte le dichiatrazioni da me rilasciate a partire da un'ora fa.
Qualunque somiglianza con la realtà è puramente casuale ed involontaria.
La pena di morte andrebbe applicata immediatamente e senza processo a chiunque, anche in tenera età, esprimesse il mero desiderio di diventare giudice o funzionario di qualsiasi categoria.

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49139
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: I costi della Chiesa

Messaggio Da don alberto il Sab 10 Dic - 18:28

uoz ha scritto:
Ma visto che però preferisci parlare del particolare, se vuoi ti racconto la storia dalla quale ho tratto l'esempio di sopra, quella di una mia ex che lavorava in una libreria della Cei, dove, appunto, ogni mercoledì si teneva il rosario di quartiere. Indovina come mai?
mah!
per Gesù ... questo ed altro!

se è così sono d'accordo

nella sola provincia di Roma, ogni anno dai 7 ai 10 mila lasciti di beni immobiliari vengono fatti alla chiesa.
!!!

Curiosità, perchè poi ti preme differenziare tra chiesa italiana e Vaticano? Non è forse Una, cattolica ed apostolica la chiesa?
perché mi è sembrato di aver capito che non si chiedono allo SCVaticano delle tasse realmente dovute (mentre invece io le pago)

Meditazione finale.
Se è vero che la chiesa è la sposa gloriosa di Cristo, è anche vero che ormai questi uomini di cui è fatta hanno un po'cagato fuori dal boccale. Magari fa' un po' di pubblicità alla mia causa presso il tuo superiore: non sarebbe ora di un bel secondo diluvio universale?
lo sa benissimo, tanto è vero che ai suoi tempi, visto che non era servito a niente, si è autodisarmato unilateralmente.
(basterebbe un napoleone o anche solo un po' di leggi eversive)

don alberto
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1642
Età : 65
Località : Funo di Argelato (Bologna)
Occupazione/Hobby : giullare
SCALA DI DAWKINS :
7 / 707 / 70

Data d'iscrizione : 20.08.10

http://bollettino-funo.blog.tiscali.it/

Tornare in alto Andare in basso

Re: I costi della Chiesa

Messaggio Da don alberto il Sab 10 Dic - 18:29

Giampy ha scritto:
Cosa vuol dire certi libri sono parola di dio? Chi decide? Solo perchè c'è scritto?
decide la Chiesa (il fatto che ci sia scritto non vuole dire niente)

don alberto
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1642
Età : 65
Località : Funo di Argelato (Bologna)
Occupazione/Hobby : giullare
SCALA DI DAWKINS :
7 / 707 / 70

Data d'iscrizione : 20.08.10

http://bollettino-funo.blog.tiscali.it/

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 3 di 12 Precedente  1, 2, 3, 4 ... 10, 11, 12  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum