Nazismo e cattolicesimo

Pagina 1 di 5 1, 2, 3, 4, 5  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Nazismo e cattolicesimo

Messaggio Da Ludwig von Drake il Ven 6 Mar - 11:35

Hitler, fervente cattolico (a sinistra lo vediamo mentre si fa fotografare all'uscita di una chiesa, devotamente col cappello in mano e, sotto, mentre intrattiene premurosamente una suora in serafico atteggiamento) ha addirittura considerato "profetica" la sua "missione" rifacendosi al un motto dei re prussiani "Gott mit uns!" (Dio è con noi!).

Evidentemente tanto affetto per la Chiesa Cattolica è stato in qualche modo ricambiato, dato che il Vaticano, come è noto e come racconteremo in questa pagina, si è attivamente adoperato per FAR FUGGIRE IN SUDAMERICA il maggior numero possibile di CRIMINALI NAZISTI, salvandoli dai processi per crimini di guerra e concedendo loro, ivi compreso MENGELE, il medico torturatore di bambini, il PASSAPORTO DIPLOMATICO DELLA SANTA SEDE con tanto di falso nome.

Il riverente ossequio dello Stato italiano nei confronti del Vaticano ha sempre ostacolato una completa ricostruzione storica di ciò che si celava dietro un simile costante ed appassionato interessamento.

Recentemente però, allo scadere dei 50 anni di segretezza, gli USA hanno aperto gli archivi di guerra, (ovvero nel 1995), evidenziando ancora di più le complicità della "santa sede" nelle operazioni di "salvataggio" dei criminali nazisti.

Sorge spontanea la domanda: PERCHE' tanta reciproca amicizia fra Nazisti e Vaticano?
Perché la chiesa cattolica si è sentita in qualche modo "debitrice" e riconoscente nei confronti dei NAZISTI?

Certamente i nazisti e il Vaticano condividevano gli stessi "nemici storici": gli EBREI e i COMUNISTI. ma questo non basta a spiegare i motivi di un affiatamento così coordinato.

La fuga di molti criminali nazisti in sudamerica, la perfetta organizzazione che ha consentito loro di disporre di passaporti della santa sede con falso nome e con incredibile tempestività, il loro inserimento sociale nella nuova patria, prevalentemente l'Argentina, scrupolosamente curato e finanziato dalla chiesa cattolica.... tutto lascia supporre che il Vaticano avesse stabilito già da tempo degli accordi segreti con i nazisti che prevedevano una tale forma di assistenza in caso di disfatta.

Chissà cosa prevedevano questi misteriosi accordi nel caso in cui la guerra fosse stata sciaguratamente vinta dai tedeschi! Nessuno lo saprà mai, sia per la difficoltà di simili ricerche storiche, sia perché i diretti interessati hanno ovviamente i loro motivi per mantenere la più totale ed impenetrabile omertà.

http://www.cristianesimo.it/nazismo.htm
avatar
Ludwig von Drake
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4723
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 19.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Nazismo e cattolicesimo

Messaggio Da ros79 il Ven 6 Mar - 11:42

ecco grazie Erri....
questo per levare ogni dubbio a chi possa pensare che il bene e il male esista nella distinzione credente-ateo.

_________________
"Che cos'ho in comune con gli ebrei? Non ho neppure niente in comune con me stesso"

F.Kafka
avatar
ros79
---------------------
---------------------

Femminile Numero di messaggi : 1139
Età : 37
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 12.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Nazismo e cattolicesimo

Messaggio Da tano890 il Ven 6 Mar - 11:51

si' ma non e' colpa mia se certi cristiani sono cattivi (cioe' sono idioti)
perchè poi dovranno scontrarsi con la giustina divina.
avatar
tano890
------------
------------

Numero di messaggi : 38
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 11.02.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Nazismo e cattolicesimo

Messaggio Da Ludwig von Drake il Ven 6 Mar - 12:29

tano890 ha scritto:si' ma non e' colpa mia se certi cristiani sono cattivi (cioe' sono idioti)
perchè poi dovranno scontrarsi con la giustina divina.
Difatti, tano, nessuno stava incolpando te. Si diceva semplicemente che non è detto che chi si professi cristiano non sia un criminale.

Per quanto concerne la "giustizia divina", come ben sai, questa è una tua opinione che io rispetto, ma non condivido.

Infine, credo sia bene focalizzarci sul migliorare la nostra società qui sulla terra che aspettare il regno dei cieli, ma questo è un altro discorso...
avatar
Ludwig von Drake
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4723
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 19.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Nazismo e cattolicesimo

Messaggio Da Godless il Lun 9 Mar - 23:10

Nonostante il movimento nazista avesse forti radici legate al paganesimo tedesco e al misticismo, le parole di Adolf sono chiarissime riguardo la sua fede.

«Pertanto oggi credo di agire in accordo con la volontà del Creatore Onnipotente: difendendo me stesso dal giudeo, sto combattendo per l’opera del Signore».
Mein Kampf
avatar
Godless
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 112
Località : Livorno
Occupazione/Hobby : Studente, musicista, coltivatore del Pensiero Critico...
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 19.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Nazismo e cattolicesimo

Messaggio Da Ludwig von Drake il Ven 20 Mar - 13:03

Godless ha scritto:Nonostante il movimento nazista avesse forti radici legate al paganesimo tedesco e al misticismo, le parole di Adolf sono chiarissime riguardo la sua fede.

«Pertanto oggi credo di agire in accordo con la volontà del Creatore Onnipotente: difendendo me stesso dal giudeo, sto combattendo per l’opera del Signore».
Mein Kampf
E' strano pensare a quanto fosse radicata la superstizione e la religione in questo regime che voleva dichiararsi "ateo".

Davvero non capisco.
avatar
Ludwig von Drake
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4723
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 19.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Nazismo e cattolicesimo

Messaggio Da davide il Ven 20 Mar - 17:59

Mah... ateo dichiaratamente non mi sembra lo fu mai (come lo era l'URSS, intendo). Al contrario usava la religione per i propri scopi, con la connivenza delle gerarchie ecclesiastiche, come abbiamo visto.

davide
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11205
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 14.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Nazismo e cattolicesimo

Messaggio Da Godless il Ven 20 Mar - 18:32

Per quello che sò la Germania nazista non aveva una religione di Stato.
avatar
Godless
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 112
Località : Livorno
Occupazione/Hobby : Studente, musicista, coltivatore del Pensiero Critico...
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 19.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Nazismo e cattolicesimo

Messaggio Da davide il Ven 20 Mar - 19:23

Nemmeno l'Italia, se è per questo (parlo di oggi). Viviamo per questo in uno stato ateo? La Francia è uno stato ateo?

davide
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11205
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 14.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Nazismo e cattolicesimo

Messaggio Da Godless il Ven 20 Mar - 19:31

No, certo, non intendevo dire quello.
Vi erano diverse correnti religiose nella germania nazista, in particolare le maggiori erano quella protestante e la cattolica.
Non credo che il regime si dichiarasse ateo.
avatar
Godless
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 112
Località : Livorno
Occupazione/Hobby : Studente, musicista, coltivatore del Pensiero Critico...
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 19.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Nazismo e cattolicesimo

Messaggio Da davide il Ven 20 Mar - 20:01

Allora siamo perfettamente d'accordo wink..

davide
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11205
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 14.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Nazismo e cattolicesimo

Messaggio Da Ludwig von Drake il Dom 22 Mar - 11:19

Godless ha scritto:Per quello che sò la Germania nazista non aveva una religione di Stato.
Quindi laico, non ateo?
avatar
Ludwig von Drake
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4723
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 19.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Nazismo e cattolicesimo

Messaggio Da davide il Dom 22 Mar - 19:35

In realtà, la religione della Germania era il nazismo stesso, nella figura di hitler.

davide
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11205
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 14.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Nazismo e cattolicesimo

Messaggio Da myself il Sab 3 Ott - 21:58

Potrei rilanciare l'argomento con questo articolo che è stato scritto da poco: http://www.inventati.org/razionalisti/nazismo.php

myself
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 102
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 13.09.09

http://www.inventati.org/razionalisti/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Nazismo e cattolicesimo

Messaggio Da loonar il Sab 12 Ott - 8:17

non volendo aprire un thread, e non trovandone di migliori , lo posto qua: wink.. 

Erich Priebke ha scritto:"Ho scelto di essere me stesso". Anche nell’ultima intervista rilasciata nei giorni a cavallo del suo centesimo compleanno, Erich Priebke nega l’evidenza dell’Olocausto: "Nei campi le camere a gas non si sono mai trovate, salvo quella costruita a guerra finita dagli americani a Dachau".


E rivendica con orgoglio di essere sempre stato coerente con se stesso senza mai negare le proprie azioni. "La fedeltà al proprio passato è qualche cosa che a che fare con le nostre convinzioni - sottolinea l'ex ufficiale delle Schutzstaffeln - si tratta del mio modo di vedere il mondo, i miei ideali e ha a che fare con il senso dell’amor proprio e dell’onore". Sette cartelle di domande e risposte senza alcuno spazio per il pentimento che possono essere lette come una sorta di testamento politico.

Dall'ideale nazista ai campi di concentramento, nelle ultime parole di Priebke rivive tutto il dramma della Seconda guerra mondiale che sconvolse l'umanità macchiando il suolo europeo col sangue di milioni di innocenti. Alla domanda se si sentisse ancora nazista, il capitano delle Ss condannato all’ergastolo per la strage delle Fosse Ardeatine ribadisce "la fedeltà al proprio passato". Un punto fermo che per Prieble ha a che fare con le convinzioni del Nazionasocialismo. "Si tratta del mio modo di vedere il mondo, i miei ideali, quello che per noi tedeschi fu la Weltanschauung ed ancora ha a che fare con il senso dell’amor proprio e dell’onore - spiega - la politica è un’altra questione. Il Nazionasocialismo è scomparso con la sconfitta e oggi non avrebbe comunque nessuna possibilità di tornare". Nella lunga intervista l'ex SS racconta di aver conosciuto personalmente i lager. "L’ultima volta sono stato a Mauthausen nel maggio del 1944 a interrogare il figlio di Badoglio, Mario, per ordine di Himmler - spiega - ho girato quel campo in lungo e in largo per due giorni. C’erano immense cucine in funzione per gli internati e all’interno anche un bordello per le loro esigenze. Niente camere a gas". Secondo l’ex capitano nazista, a Norimberga sono state inventate un’infinità di accuse. Per quanto riguarda le camere a gas all'interno dei campi di concentramento, per esempio, Priebke resta convinto del fatti che non siano mai state presentate prove a sostegno di tale accusa. "Nei campi i detenuti lavoravano, molti uscivano dal lager per il lavoro e vi facevano ritorno la sera - spiega - il bisogno di forza lavoro durante la guerra è incompatibile con la possibilità che allo stesso tempo in quel punto del campo vi fossero file di persone che andavano alla gasazione". E ancora: "L’attività di una camera a gas è invasiva nell’ambiente, terribilmente pericolosa anche al suo esterno, mortale. L’idea di mandare a morte milioni di persone in questo modo nello stesso luogo dove altri vivono e lavorano è pazzesco". "In quegli anni terribili di guerra, rinchiudere nei lager popolazioni civili che rappresentavano un pericolo per la sicurezza nazionale era una cosa normale", spiega ancora l'ex SS ricordando come, nell’ultimo conflitto mondiale, lo abbiano fatto sia i russi sia gli americani.

Nell'ultima intervista Priebke non pensa nemmeno lontanamente a minimizzare la tragedia dell’Olocausto. "Una tragedia è una tragedia", ammette. Ma pone il problema della verità storica: "I vincitori del secondo conflitto mondiale avevano interesse a che non si dovesse chiedere conto dei loro crimini. Per questo era necessario inventare dei particolari crimini commessi dalla Germania e reclamizzati tanto da presentare i tedeschi come creature del male e tutte le altre sciocchezze: soggetti da romanzo dell’orrore su cui Hollywood ha girato centinaia di film". Una ulteriore prova della "falsificazione", a detta dell'ex SS, sarebbero appunto le foto e i video dei lager. Secondo Priebke, i filmati pprovengono quasi tutti dal campo di Bergen Belsen e furono girate "per motivi propagandistici" quando il campo cadde nelle mani degli alleati. Ma "attraverso una sottocultura storica appositamente creata e divulgata da televisione e cinematografia, si sono manipolate le coscienze lavorando sulle emozioni. In particolare le nuove generazioni, a cominciare dalla scuola, sono state sottoposte al lavaggio del cervello, ossessionate con storie macabre per assoggettarne la libertà di giudizio. Siamo da 70 anni in attesa delle prove dei misfatti contestati al popolo tedesco. Gli storici non hanno trovato un solo documento che riguardasse le camere a gas. Non un ordine scritto, non una relazione, non un rapporto degli addetti". Certo, conclude Priebke, "se un domani si dovessero trovare queste prove, la condanna di cose così orribili, di chi le ha volute e di chi le ha usate per uccidere, dovrebbe essere indiscussa e totale. Ma credo di poterlo escludere con certezza".
Sono molto più possibilista di una volta sulle tesi dell'ex SS. Non mi sembra inverosimile che una nazione possa fare un olocausto come quello nazista, ma le tesi revisioniste hanno altrettante basi logiche.
Con questo non intendo giustificare il nazismo, meglio specificarlo, che questo è un campo minato.

loonar
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 17394
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Nazismo e cattolicesimo

Messaggio Da Paolo il Sab 12 Ott - 8:44

Io loonar ritengo la posizione di Priebke del tutto insostenibile, per non dire assurda. Sia perchè è insito nella logica stessa del nazismo fare quello che hanno fatto, sia perchè gli alleati non avevano bisogno di alcun movente per fare quello che hanno fatto, e per di più dovevano rendere conto certo ad un opinione pubblica tanto meno mondiale, che allora di certo non esisteva ancora. Gli americani in particolare sono sempre stati, dopo la guerra, alleati e amici dei tedeschi. Di fatto li hanno aiutati in tutto, forse anche per motivi politici ed economici. Ma di fatto l'hanno fatto. Non ci sarebbe stato alcun motivo per inventare cose che avrebbero poi screditato il loro operato. No loonar, per me rimane un criminale da condannare senza appello. Lui e tutto il nazismo!!
avatar
Paolo
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 8772
Età : 62
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Nazismo e cattolicesimo

Messaggio Da Ludwig von Drake il Sab 12 Ott - 9:05

http://www.liceoberchet.it/eventi/mutti2.htm

Priebke incarna pienamente l'ottusità folle di quello che ha rappresentato. Essere coerente con il proprio passato, se il passato è costipato di nefandezze, non è un merito né un onore.
avatar
Ludwig von Drake
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4723
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 19.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Nazismo e cattolicesimo

Messaggio Da delfi68 il Sab 12 Ott - 10:48

Purtroppo ci sono decine di centinaia di sopravvissuti..anzi c'erano, perchè molti sono morti di vecchiaia, che hanno sempre testimoniato le camere.
La produzione di ziklon b (si scrive cosi?) era abnorme e l'utilizzo di quel gas è solo per uso criminale..

Priebke avrebbe dovuto spiegare i quintali di gas prodotte in germania...visto che le scatole sono state trovate vuote!
avatar
delfi68
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11250
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Nazismo e cattolicesimo

Messaggio Da silvio il Sab 12 Ott - 13:06

Io non voglio difendere l'orrore dell'Olocausto, ma credo che vi siano stati differenti stati di detenzione, nei campi di concentramento.
Un mio conoscente era stato messo in un campo di concentramento perché preso in attività di sabotaggio contro i tedeschi nella seconda guerra mondiale.
Ora non ricordo il campo esattamente, ma era uno di quelli noti, lui è morto di malattia qualche anno fa.
Insomma anche lui sosteneva che le camere a gas li non cerano e che le condizioni di vita erano dure, ma niente stermini di massa, la gente moriva di malattia principalmente perché il cibo era scarso e cure mediche praticamente inesistenti.
Un mio zio, antifascista e socialista, era stato anche lui internato, be ogni anno veniva un secondino tedesco con cui aveva fatto amicizia nel campo a salutarlo, questo quando poteva allungava agli internati qualche pezzo di pane in più e scatolette, anche lui mi detto, e nel suo campo vi erano anche gli ebrei, che qualche esagerazione c'è stata.
In ultimo lessi anche un diario di un vescovo polacco internato anche lui, dove aveva conosciuto anche Priebke a Matausen, insomma di queste camere a gas non ne fa menzione.
Il Nazionalsocialismo è stato moralmente condannato e sconfitto, i crimini non si discutono, ma penso che non bisogna accettare le verità ufficiali come oro colato, perché i vincitori qualche interesse a creare un mostro disumano l'avevano.
Una docile Germania faceva comodo in funzione antisovietica, denazificare il popolo tedesco era funzionale ad una precisa strategia e farlo sentire un mostro per decenni era necessario.
avatar
silvio
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4411
Età : 57
Località : roma
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.11.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Nazismo e cattolicesimo

Messaggio Da delfi68 il Sab 12 Ott - 13:26

Quotone Silvio.

I campi erano molto differenti l'uno dall'altro.
credo che i nazi siano passati agli sterminii quando già la guerra si faceva difficile e mantenere tutta quella popolazione diveniva impossibile..

E' tuttavia un mistero, per me, quella decisione di ammazzare tanta gente..
Sono invece dacccordo che lo strapotere sionista della diaspora si era fatto insopportabile durante la recessione economica tedesca che innescò il nazismo.
Io ho constatato lo strapotere infingardo degli ebrei quando attaccano commercialmente un settore commerciale o una zona locale. Asfaltano ogni concorrenza, monopolizzano un settore e poi lo dissanguano..spendono e investono solo tra e verso se stessi, privilegiano l'enclave e i correligionari, dispongono di tele internazionali finanziarie imbattibili.
I cinesi, oggi, hanno messo su qualcosa di molto simile..non uguale ma simile. Hanno le loro cerchie bancarie, di credito e di capitalizzazioni monetarie e produttive che tendono a schiacciare ogni concorrente..

Il capitalismo è la loro fede, ma in più, israeliani e cinesi, sfruttano una coesione di razza imbattibile!

Ed è provato che la quasi totalità dei grandi imperi economici sia ancora oggi in mano ad ebrei. Dai mass media alle corporazioni alle banche.
Senza lo stop nazista posso solo immaginare dove sarebbero arrivati oggi.

Non dimentichiamoci che per OGNI ebreo la convinzione capitale è che ogni altro popolo sia solo un sussidio strumentale al popolo eletto. Il mondo è stato creato per loro, e i non ebrei sono solo delle utilità strumentali.
Non mi stupisce che in tempi meno evoluti sotto il profilo etico si sia anche potuti arrivare ad ammazzarli sistematicamente..e per loro (i nazi) i bambini innocenti erano solo dei futuri colpevoli..
avatar
delfi68
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11250
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Nazismo e cattolicesimo

Messaggio Da delfi68 il Sab 12 Ott - 13:28

Tuttavia, pur tenendo presente che la storia scritta dai vincitori spesso è falsata, le testimonianze oculari e documentali sono troppe per negare l'olocausto..forse, anzi sicuramente ci sono state delle falsità e delle esagerazioni..ma la sostanza mi pare innegabile..fu una strage senza pari.
avatar
delfi68
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11250
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Nazismo e cattolicesimo

Messaggio Da don alberto il Sab 12 Ott - 13:42

Ludwig von Drake ha scritto:Hitler, fervente cattolico ...
http://www.atei.it/183-discussioni-in-generale/40484-i-cristiani-sterminati-da-hitler-e-non-mi-dite-che-era-cattolico!
avatar
don alberto
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1642
Età : 66
Località : Funo di Argelato (Bologna)
Occupazione/Hobby : giullare
SCALA DI DAWKINS :
7 / 707 / 70

Data d'iscrizione : 20.08.10

http://bollettino-funo.blog.tiscali.it/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Nazismo e cattolicesimo

Messaggio Da silvio il Sab 12 Ott - 14:07

delfi68 ha scritto:Quotone Silvio.

I campi erano molto differenti l'uno dall'altro.
credo che i nazi siano passati agli sterminii quando già la guerra si faceva difficile e mantenere tutta quella popolazione diveniva impossibile..

E' tuttavia un mistero, per me, quella decisione di ammazzare tanta gente..
Sono invece dacccordo che lo strapotere sionista della diaspora si era fatto insopportabile durante la recessione economica tedesca che innescò il nazismo.
Io ho constatato lo strapotere infingardo degli ebrei quando attaccano commercialmente un settore commerciale o una zona locale. Asfaltano ogni concorrenza, monopolizzano un settore e poi lo dissanguano..spendono e investono solo tra e verso se stessi, privilegiano l'enclave e i correligionari, dispongono di tele internazionali finanziarie imbattibili.
I cinesi, oggi, hanno messo su qualcosa di molto simile..non uguale ma simile. Hanno le loro cerchie bancarie, di credito e di capitalizzazioni monetarie e produttive che tendono a schiacciare ogni concorrente..

Il capitalismo è la loro fede, ma in più, israeliani e cinesi, sfruttano una coesione di razza imbattibile!

Ed è provato che la quasi totalità dei grandi imperi economici sia ancora oggi in mano ad ebrei. Dai mass media alle corporazioni alle banche.
Senza lo stop nazista posso solo immaginare dove sarebbero arrivati oggi.

Non dimentichiamoci che per OGNI ebreo la convinzione capitale è che ogni altro popolo sia solo un sussidio strumentale al popolo eletto. Il mondo è stato creato per loro, e i non ebrei sono solo delle utilità strumentali.
Non mi stupisce che in tempi meno evoluti sotto il profilo etico si sia anche potuti arrivare ad ammazzarli sistematicamente..e per loro (i nazi) i bambini innocenti erano solo dei futuri colpevoli..
Ma il Nazionalsocialismo è un movimento misterioso, io non l'ho capito bene e stento a comprenderlo, ma vale anche per il Fascismo, che però conosco meglio avendo militato nel MSI di Almirante.
Di fondo in effetti c'è questa verve contro l'usura, cosa enfatizzata dal poeta Pound che per curiosità riporto:

Con usura nessuno ha una solida casa 
di pietra squadrata e liscia 
per istoriarne la facciata, 
con usura 
non v'è chiesa con affreschi di paradiso 
harpes et luz 
e l'Annunciazione dell'Angelo 
con le aureole sbalzate, 
con usura 
nessuno vede dei Gonzaga eredi e concubine 
non si dipinge per tenersi arte 
in casa ma per vendere e vendere 
presto e con profitto, peccato contro natura, 
il tuo pane sarà staccio vieto 
arido come carta, 
senza segala né farina di grano duro, 
usura appesantisce il tratto, 
falsa i confini, con usura 
nessuno trova residenza amena. 
Si priva lo scalpellino della pietra, 
il tessitore del telaio 
CON USURA 
la lana non giunge al mercato 
e le pecore non rendono 
peggio della peste è l'usura, spunta 
l'ago in mano alle fanciulle 
e confonde chi fila. Pietro Lombardo 
non si fe' con usura 
Duccio non si fe' con usura 
nè Piero della Francesca o Zuan Bellini 
nè fu "La Calunnia" dipinta con usura. 
L'Angelico non si fe' con usura, nè Ambrogio de Praedis, 
nessuna chiesa di pietra viva firmata : "Adamo me fecit". 
Con usura non sorsero 
Saint Trophine e Saint Hilaire, 
usura arrugginisce il cesello 
arrugginisce arte ed artigiano 
tarla la tela nel telaio, nessuno 
apprende l 'arte d'intessere oro nell'ordito; 
l'azzurro s'incancrena con usura; non si ricama 
in cremisi, smeraldo non trova il suo Memling 
usura soffoca il figlio nel ventre 
arresta il giovane amante 
cede il letto a vecchi decrepiti, 
si frappone tra giovani sposi 
CONTRO NATURA 
Ad Eleusi han portato puttane 
carogne crapulano 
ospiti d'usura.


Quindi di fondo una lotta mortale contro la finanza attuale, portata avanti dalle società occidentali, USA, Francia, Gran Bretagna in testa, con un consistente aiuto della lobby ebraica di certo molto potente.

Ora la cosa orribile è che i Nazionalsocialisti hanno dato la colpa ad un popolo intero, che non c'entrava nulla con tutto ciò, ma accusato di mantenerne la cultura.
Stalin la pensava uguale e più o meno ha fatto la stessa cosa di Hitler, non sono stati da meno Polacchi, ungheresi, ecc....

Ma questa terrificante determinazione di annientare il popolo ebraico è veramente orribile e fa venire il terrore al solo pensarlo.
Ora penso a Priebke, perché è stato convinto e credo fosse in buona fede, perché una volta gli scrisse mio padre, che ricordava bene i fatti di Roma, chiedendo ragione dei fatti, e quello gli scrisse, dicendo che lui aveva eseguito degli ordini superiori e non poteva fare altro, ma che era convinto che si trattava di uno scontro di culture che avrebbe definito il futuro dell'umanità.
Inoltre sosteneva che non c'era un piano di sterminio così come appurato.
Io ho avuto l'impressione che ci credesse, credesse in un dominio occulto.
Ora c'è questo dominio ? da Ateo e Razionalista, non credo nei complotti, credo nei rapporti di forza che si determinano sul pianeta tra gruppi contrapposti, ed è indubbio che questi ci siano e noi ne siamo in qualche modo vittime.
ma ribadisco che la criminalità del Nazionalsocialismo sia stata quella di prendersela con un popolo quello ebraico che era nel 90 % dei fatto non da banchieri alleati con francia e Usa, ma da gente normale che non meritava ciò che gli è stato fatto, tanto è vero che come in Italia avevano combattuto per la nazione nella prima guerra mondiale, e cosa strana molti e pochi lo sanno hanno combattuto pure nella seciìonda guerra mondiale.

http://www.lintellettualedissidente.it/contro-lusura-da-aristotele-a-pound/


Ultima modifica di silvio il Sab 12 Ott - 14:11, modificato 1 volta
avatar
silvio
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4411
Età : 57
Località : roma
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.11.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Nazismo e cattolicesimo

Messaggio Da silvio il Sab 12 Ott - 14:09

don alberto ha scritto:
Ludwig von Drake ha scritto:Hitler, fervente cattolico ...
http://www.atei.it/183-discussioni-in-generale/40484-i-cristiani-sterminati-da-hitler-e-non-mi-dite-che-era-cattolico!
No concordo con Don Alberto, Hitler era cattolico di battesimo, ma la sua religione era riferita ad un paganesimo germanico, ci sono molte prove in merito.
avatar
silvio
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4411
Età : 57
Località : roma
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.11.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Nazismo e cattolicesimo

Messaggio Da loonar il Sab 12 Ott - 18:11

Quoto Silvio su tutto
Un anarchico che quota un ex missino!
Ditelo a chi vede il mondo in bianco e nero!

loonar
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 17394
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 5 1, 2, 3, 4, 5  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum