Zingari: integrazione (im)possibile?

Pagina 3 di 14 Precedente  1, 2, 3, 4 ... 8 ... 14  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Zingari: integrazione (im)possibile?

Messaggio Da jessica il Lun 27 Feb - 14:54

Rasputin ha scritto:Jessy ti sbagli, si chiama istigazione a delinquere ed è un reato penale.
errore. se lo fai nella tua roulotte col tuo bambino non sussiste alcun atto "pubblico" e pertanto nessun reato.

Il resto sono, di conseguenza, paragoni a cazzo
non ci sarebbe alcuna conseguenza anche se il resto delle cose che ho scritto conseguisse dalla prima, perchè non vi è appunto, reato. siccome vivere in tuguri o chiedere la carità piuttosto che lavorare non sono legati al rubare, la conseguenza non c'è in ogni caso.

jessica
---------------------
---------------------

Numero di messaggi : 6695
Occupazione/Hobby : alta sacerdotessa della GVR, non collezionatrice di francobolli
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 23.06.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Zingari: integrazione (im)possibile?

Messaggio Da Rasputin il Lun 27 Feb - 17:08

jessica ha scritto:
Rasputin ha scritto:Jessy ti sbagli, si chiama istigazione a delinquere ed è un reato penale.
errore. se lo fai nella tua roulotte col tuo bambino non sussiste alcun atto "pubblico" e pertanto nessun reato.

Nessun errore, se mai una piccola incompletezza che non cambia affatto il succo del discorso.

L'istigazione a delinquere è un reato, art. 414 CPI.

Wikipedia ha scritto:L'istigazione a delinquere è un reato previsto dall'art. 414 del vigente codice penale italiano: "chiunque pubblicamente istiga a commettere uno o più reati è punito, per il solo fatto dell'istigazione". In realtà l'art. 115 del codice, ci dice che l'istigazione a delinquere, se non è accolta e seguita dalla commissione del reato, non è punibile. La differenza sta in quel pubblicamente: affinché il fatto di istigare a delinquere sia penalmente rilevante, deve sussistere pubblicità nel comportamento di chi istiga, intesa ai sensi dell'art. 266 comma 4 dello stesso codice. Se sussiste detta pubblicità, il fatto di istigare a delinquere diviene penalmente rilevante, anche se non è seguito dalla commissione del reato.

FONTE

Pare che se seguita dalla commissione del reato, importa sega dove abbia avuto l'istigazione, cosa che mi pare anche logica.


Il resto sono, di conseguenza, paragoni a cazzo
jessica ha scritto:non ci sarebbe alcuna conseguenza anche se il resto delle cose che ho scritto conseguisse dalla prima, perchè non vi è appunto, reato. siccome vivere in tuguri o chiedere la carità piuttosto che lavorare non sono legati al rubare, la conseguenza non c'è in ogni caso.

Siccome invece vi è reato, quanto qui sopra crolla.

_________________
Mi dissocio espressamente da tutte le dichiatrazioni da me rilasciate a partire da un'ora fa.
Qualunque somiglianza con la realtà è puramente casuale ed involontaria.
La pena di morte andrebbe applicata immediatamente e senza processo a chiunque, anche in tenera età, esprimesse il mero desiderio di diventare giudice o funzionario di qualsiasi categoria.

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49139
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Zingari: integrazione (im)possibile?

Messaggio Da davide il Lun 27 Feb - 18:31

errore. se lo fai nella tua roulotte col tuo bambino non sussiste alcun atto "pubblico" e pertanto nessun reato.
Quindi uno stupro che avviene nella stessa roulotte, non essendo un atto "pubblico", non è reato?

davide
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11205
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 14.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Zingari: integrazione (im)possibile?

Messaggio Da holubice il Lun 27 Feb - 19:23

Rasputin ha scritto:
Paolo ha scritto:Io la Germania l'ho girata in largo e in lungo, ( mi sa che la conosco meglio io di te mgreen ) e non ho visto nemmeno una baracchetta per tenere un cane. E tanto meno qualcuno che ti pulisce i vetri ai semafori o ti chiede la carità E tanto meno i bambini che fanno tutto questo!!!! E così in Francia, Olanda Danimarca e così via. I paesi civili affrontano i problemi in un latro modo.
Conosco bene solo un caso, verso la fine dell'estate una carovana che si accampa vicino alla piscina scoperta dove spesso mi alleno.
Ma mi sembrano di tutt'altra pasta, sono tranquilli, discreti e ben accetti accendi...
Battuta forse meschina, anzi sicuramente meschina. Ma tesa a sottolineare il motivo per cui, forse, lì son più accondiscendenti...



holubice
-------------
-------------

Numero di messaggi : 6103
Età : 114
Località : 43°91′45″N 12°91′91″E
Occupazione/Hobby : Novello Disoccupato
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 28.07.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Zingari: integrazione (im)possibile?

Messaggio Da holubice il Lun 27 Feb - 19:29

Phoenix ha scritto:
EVO ha scritto:
L'istinto più ignobile è quello che ha permesso a intere generazioni di vivere da parassiti sulle spalle del resto dei cittadini.
Carla Corsetti, pigliateli in casa Tu gli zingari! moon
esattamente questo!!
Se in altri paesi funziona meglio, significa che sbagliamo noi qualcosa.
Perché non hanno creato anche in Italia la loro nicchia di lavoro? Perché per esempio dobbiamo chiamare braccianti da mezzo mondo per fare le raccolte agricole? Ma se i zingari lo fanno da centinaia di anni in altri paesi, perché non possono farla qui?

Chissà... forse hai ragione tu. Forse quel che serve è un piccolo stimolo...

Tg24: Ungheria, rom disoccupati ai lavori forzati



"Sgobbano per otto ore al giorno: zappando nei campi, pulendo le strade, estirpando le erbacce. Ma formalmente sono disoccupati: il loro lavoro è un progetto sociale del governo ungherese, che offre ai senza lavoro di etnia rom la possibilità di non perdere il sussidio di disoccupazione. Formalmente non è lavoro forzato, ma nella pratica gli si avvicina molto.
Chi si rifiuta di prendere in mano la zappa, infatti, rischia di perdere il sussidio. E chi invece va a lavorare nei campi per la burocrazia resta un disoccupato, ma nella realtà diventa un operaio sottopagato, che riceve il sussidio invece del salario. Per ora l'impiego dei disoccupati nei cantieri pubblici è un "esperimento" limitato, ma secondo le intenzioni del governo dovrebbe essere esteso a tutto il Paese, arrivando a coinvolgere circa 300mila persone.
Il primo annuncio del progetto, rivolto ai disoccupati rom di Gyongyospata, era stato diffuso in estate, dopo la visita a Budapest del primo ministro cinese, Wen Jiabao; ma ora, grazie a un servizio trasmesso dalla televisione belga, si scopre che l'idea è già diventata realtà in un Paese dove l'odio razziale nei confronti dei rom sta salendo alle stelle. I militanti di Jobbik, il partito di estrema destra che regge il Municipio, spesso organizzano fiaccolate scandendo slogan come "zingari assassini". E anche questi lavori "forzati" per i rom sembrano, secondo l'opposizione socialista, un'iniziativa razzista, perché prende di mira quasi esclusivamente i rom."





holubice
-------------
-------------

Numero di messaggi : 6103
Età : 114
Località : 43°91′45″N 12°91′91″E
Occupazione/Hobby : Novello Disoccupato
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 28.07.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Zingari: integrazione (im)possibile?

Messaggio Da holubice il Lun 27 Feb - 19:33

Phoenix ha scritto:Lupetta, quando ho preso la decisione di vivere in Italia i miei conoscenti in Germania erano molto preoccupati per me..alcuni anni prima nella nostra piccola cittadina, una banda di Italiani (proprietari di diverse pizzerie) avevano bruciato vivo un restauratore tedesco nel suo locale perché non voleva vendere a loro l'attività.
I miei amici mi ricordavano di questo faccenda terribile e del "fatto indiscutibile" che tutti Italiani sono in qualche modo collegati alla mafia e che sono anche dei potenziali ladri... poi i uomini tradiscono e picchiano le proprie mogli.

Quello che mi chiedo è: dove avrebbe sbagliato costui?... mgreen

holubice
-------------
-------------

Numero di messaggi : 6103
Età : 114
Località : 43°91′45″N 12°91′91″E
Occupazione/Hobby : Novello Disoccupato
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 28.07.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Zingari: integrazione (im)possibile?

Messaggio Da jessica il Mar 28 Feb - 17:36

Rasputin ha scritto:Nessun errore, se mai una piccola incompletezza che non cambia affatto il succo del discorso.

L'istigazione a delinquere è un reato, art. 414 CPI.

Wikipedia ha scritto:L'istigazione a delinquere è un reato previsto dall'art. 414 del vigente codice penale italiano: "chiunque pubblicamente istiga a commettere uno o più reati è punito, per il solo fatto dell'istigazione". In realtà l'art. 115 del codice, ci dice che l'istigazione a delinquere, se non è accolta e seguita dalla commissione del reato, non è punibile. La differenza sta in quel pubblicamente: affinché il fatto di istigare a delinquere sia penalmente rilevante, deve sussistere pubblicità nel comportamento di chi istiga, intesa ai sensi dell'art. 266 comma 4 dello stesso codice. Se sussiste detta pubblicità, il fatto di istigare a delinquere diviene penalmente rilevante, anche se non è seguito dalla commissione del reato.


insomma sostieni che se poi il figlio non è beccato a rubare allora va bene?




non ci sarebbe alcuna conseguenza anche se il resto delle cose che ho scritto conseguisse dalla prima, perchè non vi è appunto, reato. siccome vivere in tuguri o chiedere la carità piuttosto che lavorare non sono legati al rubare, la conseguenza non c'è in ogni caso.
Siccome invece vi è reato, quanto qui sopra crolla.
ecco la seconda chicca. ti dico che il vivere in tugurio non è legato in alcun modo al rubare e tu cosa rispondi?

mah. arte del cavillare.

davide ha scritto:Quindi uno stupro che avviene nella stessa roulotte, non essendo un atto "pubblico", non è reato?
cazzo c'entra lo stupro? mica c'è il reato di stupro pubblico.
mentre per l'istigazione:Chiunque pubblicamente istiga a commettere uno o più reati è punito, per il solo fatto dell'istigazione. comunque mi pare inutile stare a perdersi sulle virgole, hai capito benissimo cosa intendo dire, non ti piace l'istigazione al reato? cambiamo. va bene insegnare al bambino a diere le preghierine? no, crimine contro il sistema solare. va bene insegnare al bambino a fare la carità invece che lavorare, va bene farlo vivere in un campo di roulotte onto come un barbone? cazzi suoi.

jessica
---------------------
---------------------

Numero di messaggi : 6695
Occupazione/Hobby : alta sacerdotessa della GVR, non collezionatrice di francobolli
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 23.06.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Zingari: integrazione (im)possibile?

Messaggio Da Rasputin il Mar 28 Feb - 17:43

Jessi stai veramente delirando. Non sostengo niente ti ho solo copincollato come recita l'articolo di legge.

Inoltre un reato sussiste anche se il colpevole non viene beccato (Lopuoi chiedere al derubato se vuoi verificare)

Un'altro intervento a livello da cefalopodo come questo e smetto di risponderti

_________________
Mi dissocio espressamente da tutte le dichiatrazioni da me rilasciate a partire da un'ora fa.
Qualunque somiglianza con la realtà è puramente casuale ed involontaria.
La pena di morte andrebbe applicata immediatamente e senza processo a chiunque, anche in tenera età, esprimesse il mero desiderio di diventare giudice o funzionario di qualsiasi categoria.

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49139
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Zingari: integrazione (im)possibile?

Messaggio Da jessica il Mar 28 Feb - 17:48



delirando? dove? pensi che se offendi il presidente della repubblica nel salotto di casa tua questo sia un reato? se giri nudo dal bagno al corridoio?

in ogni caso nessuno ti obbliga a rispondermi eh.

insomma, continui a sostenere che come gli zingari educano i figli sono cazzi loro.

jessica
---------------------
---------------------

Numero di messaggi : 6695
Occupazione/Hobby : alta sacerdotessa della GVR, non collezionatrice di francobolli
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 23.06.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Zingari: integrazione (im)possibile?

Messaggio Da Rasputin il Mar 28 Feb - 17:51

jessica ha scritto:

delirando? dove? pensi che se offendi il presidente della repubblica nel salotto di casa tua questo sia un reato? se giri nudo dal bagno al corridoio?

in ogni caso nessuno ti obbliga a rispondermi eh.

insomma, continui a sostenere che come gli zingari educano i figli sono cazzi loro.

Dove?

_________________
Mi dissocio espressamente da tutte le dichiatrazioni da me rilasciate a partire da un'ora fa.
Qualunque somiglianza con la realtà è puramente casuale ed involontaria.
La pena di morte andrebbe applicata immediatamente e senza processo a chiunque, anche in tenera età, esprimesse il mero desiderio di diventare giudice o funzionario di qualsiasi categoria.

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49139
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Zingari: integrazione (im)possibile?

Messaggio Da *Valerio* il Mar 28 Feb - 19:21

jessica ha scritto:

delirando? dove? pensi che se offendi il presidente della repubblica nel salotto di casa tua questo sia un reato? se giri nudo dal bagno al corridoio?

in ogni caso nessuno ti obbliga a rispondermi eh.

insomma, continui a sostenere che come gli zingari educano i figli sono cazzi loro.

Non so come la pensa il Rasp ne' te, (non ho letto il 3d) ma dopo sono cazzi nostri! mad..

*Valerio*
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6950
Età : 43
Località : Bologna
Occupazione/Hobby : Pc-barbecue-divano-gnocca
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 15.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Zingari: integrazione (im)possibile?

Messaggio Da Rasputin il Mar 28 Feb - 19:29

*Valerio* ha scritto:
Non so come la pensa il Rasp ne' te, (non ho letto il 3d) ma dopo sono cazzi nostri! mad..

Qui:

http://atei.forumitalian.com/t3645-zingari-integrazione-impossibile#101138

_________________
Mi dissocio espressamente da tutte le dichiatrazioni da me rilasciate a partire da un'ora fa.
Qualunque somiglianza con la realtà è puramente casuale ed involontaria.
La pena di morte andrebbe applicata immediatamente e senza processo a chiunque, anche in tenera età, esprimesse il mero desiderio di diventare giudice o funzionario di qualsiasi categoria.

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49139
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Zingari: integrazione (im)possibile?

Messaggio Da *Valerio* il Mar 28 Feb - 19:48

Ah ok, sono cazzi loro, e in linea di massima sono d'accordo, ma mi ero soffermato sulla parola educazione.
Diventano cazzi miei quando certi tipi di educazione impartite finiscono per venirmi a rompere i coglioni.
Alcuni esempi.
Vedi TDG a suonare il campanello, cattolici che vogliono regolare la mia vita dai piani alti, zingari che mi vogliono fottere qualcosa.
Non generalizzo eh, tra tutte le "categorie" citate esistono come per tutte le altre anche ottime persone.

*Valerio*
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6950
Età : 43
Località : Bologna
Occupazione/Hobby : Pc-barbecue-divano-gnocca
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 15.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Zingari: integrazione (im)possibile?

Messaggio Da davide il Mer 29 Feb - 0:44

comunque mi pare inutile stare a perdersi sulle virgole, hai capito benissimo cosa intendo dire, non ti piace l'istigazione al reato? cambiamo. va bene insegnare al bambino a diere le preghierine? no, crimine contro il sistema solare. va bene insegnare al bambino a fare la carità invece che lavorare, va bene farlo vivere in un campo di roulotte onto come un barbone? cazzi suoi.
Veramente io non ho proferito parola su quanto dici, quindi non e' a me che devi rivolgerti.
Io mi riferivo solo all'istigazione a delinquere, ed ammetto che rileggendo per bene gli articoli di legge, ero in errore.

davide
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11205
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 14.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Zingari: integrazione (im)possibile?

Messaggio Da jessica il Mer 29 Feb - 13:57

Rasputin ha scritto:
Dove?
qui:
r ha scritto:
j ha scritto:
emblematico. se un genitore manda il figlio all'oratorio, gli insegna le preghierine e gli fa fare la recita di natale è un crimine abominevole contro la libertà di pensiero del bambino, se invece lo stesso bambino cresce in un sistema in cui gli si insegna a sopravvivere alle spalle degli altri, chiedendo la carità o rubando, spesso senza andare a scuola, in condizioni che definire pietose è un eufemismo, no, qua devono essere cazzi suoi.
Siamo alla solita disonestà, nemmeno più la chiamo intellettuale.
I prodotti del sistema in cui si insegna ai bambini a sopravvivere alle spalle degli altri, chiedendo la carità o rubando, spesso senza andare a scuola, a prescindere dalle possibilissime colpe sociali che contribuiscono a crearli, sono punibili a norma di codice penale.
La vedi la differenza? Sono cazzi loro anche perché sono loro a pagarne le conseguenze.

davide ha scritto:Veramente io non ho proferito parola su quanto dici, quindi non e' a me che devi rivolgerti.
Io mi riferivo solo all'istigazione a delinquere, ed ammetto che rileggendo per bene gli articoli di legge, ero in errore.
eh, sai com'è... ho le mie cose...

jessica
---------------------
---------------------

Numero di messaggi : 6695
Occupazione/Hobby : alta sacerdotessa della GVR, non collezionatrice di francobolli
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 23.06.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Zingari: integrazione (im)possibile?

Messaggio Da Rasputin il Mer 29 Feb - 20:01

jessica ha scritto:
Rasputin ha scritto:
Dove?
qui:
r ha scritto:
j ha scritto:
emblematico. se un genitore manda il figlio all'oratorio, gli insegna le preghierine e gli fa fare la recita di natale è un crimine abominevole contro la libertà di pensiero del bambino, se invece lo stesso bambino cresce in un sistema in cui gli si insegna a sopravvivere alle spalle degli altri, chiedendo la carità o rubando, spesso senza andare a scuola, in condizioni che definire pietose è un eufemismo, no, qua devono essere cazzi suoi.
Siamo alla solita disonestà, nemmeno più la chiamo intellettuale.
I prodotti del sistema in cui si insegna ai bambini a sopravvivere alle spalle degli altri, chiedendo la carità o rubando, spesso senza andare a scuola, a prescindere dalle possibilissime colpe sociali che contribuiscono a crearli, sono punibili a norma di codice penale.
La vedi la differenza? Sono cazzi loro anche perché sono loro a pagarne le conseguenze.

davide ha scritto:Veramente io non ho proferito parola su quanto dici, quindi non e' a me che devi rivolgerti.
Io mi riferivo solo all'istigazione a delinquere, ed ammetto che rileggendo per bene gli articoli di legge, ero in errore.
eh, sai com'è... ho le mie cose...

Ti si nota, figliola. Il "Cazzi loro" è riferito proprio alle conseguenze penali.

_________________
Mi dissocio espressamente da tutte le dichiatrazioni da me rilasciate a partire da un'ora fa.
Qualunque somiglianza con la realtà è puramente casuale ed involontaria.
La pena di morte andrebbe applicata immediatamente e senza processo a chiunque, anche in tenera età, esprimesse il mero desiderio di diventare giudice o funzionario di qualsiasi categoria.

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49139
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Zingari: integrazione (im)possibile?

Messaggio Da jessica il Gio 1 Mar - 14:26

Ti si nota, figliola. Il "Cazzi loro" è riferito proprio alle conseguenze penali.
anche questi cazziloro?
http://atei.forumitalian.com/t3645-zingari-integrazione-impossibile#101138

jessica
---------------------
---------------------

Numero di messaggi : 6695
Occupazione/Hobby : alta sacerdotessa della GVR, non collezionatrice di francobolli
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 23.06.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Zingari: integrazione (im)possibile?

Messaggio Da Rasputin il Gio 1 Mar - 17:18

jessica ha scritto:
Ti si nota, figliola. Il "Cazzi loro" è riferito proprio alle conseguenze penali.
anche questi cazziloro?
http://atei.forumitalian.com/t3645-zingari-integrazione-impossibile#101138

Sí, perché?

_________________
Mi dissocio espressamente da tutte le dichiatrazioni da me rilasciate a partire da un'ora fa.
Qualunque somiglianza con la realtà è puramente casuale ed involontaria.
La pena di morte andrebbe applicata immediatamente e senza processo a chiunque, anche in tenera età, esprimesse il mero desiderio di diventare giudice o funzionario di qualsiasi categoria.

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49139
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Zingari: integrazione (im)possibile?

Messaggio Da jessica il Gio 1 Mar - 18:18

Rasputin ha scritto:Sí, perché?
perchè il non avere fissa dimora o società di diritto non prevede conseguenze penali.

jessica
---------------------
---------------------

Numero di messaggi : 6695
Occupazione/Hobby : alta sacerdotessa della GVR, non collezionatrice di francobolli
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 23.06.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Zingari: integrazione (im)possibile?

Messaggio Da Rasputin il Gio 1 Mar - 19:15

jessica ha scritto:
Rasputin ha scritto:Sí, perché?
perchè il non avere fissa dimora o società di diritto non prevede conseguenze penali.

Sono cazzi loro esattamente come le conseguenze penali.

_________________
Mi dissocio espressamente da tutte le dichiatrazioni da me rilasciate a partire da un'ora fa.
Qualunque somiglianza con la realtà è puramente casuale ed involontaria.
La pena di morte andrebbe applicata immediatamente e senza processo a chiunque, anche in tenera età, esprimesse il mero desiderio di diventare giudice o funzionario di qualsiasi categoria.

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49139
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Zingari: integrazione (im)possibile?

Messaggio Da jessica il Ven 2 Mar - 10:24

Rasputin ha scritto:
jessica ha scritto:
Rasputin ha scritto:Sí, perché?
perchè il non avere fissa dimora o società di diritto non prevede conseguenze penali.
Sono cazzi loro esattamente come le conseguenze penali.
e infatti, solo che, invece, quando un credino fa dire le preghiere al figlio, allora non sono più cazzi suoi e diventa stupro disumano e orrore della società civile!

jessica
---------------------
---------------------

Numero di messaggi : 6695
Occupazione/Hobby : alta sacerdotessa della GVR, non collezionatrice di francobolli
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 23.06.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Zingari: integrazione (im)possibile?

Messaggio Da holubice il Ven 2 Mar - 19:27

jessica ha scritto:
Rasputin ha scritto:
jessica ha scritto:
Rasputin ha scritto:Sí, perché?
perchè il non avere fissa dimora o società di diritto non prevede conseguenze penali.
Sono cazzi loro esattamente come le conseguenze penali.
e infatti, solo che, invece, quando un credino fa dire le preghiere al figlio, allora non sono più cazzi suoi e diventa stupro disumano e orrore della società civile!

Un senza Dio lo sono stato anch'io. Ma non ho mai avuto neanche lontanamente tanto astio e tanta ossessione quanta ne leggo qui dentro. Mi/vi chiedo: che per caso v'hanno in€hia//e||ato a catechismo?...


holubice
-------------
-------------

Numero di messaggi : 6103
Età : 114
Località : 43°91′45″N 12°91′91″E
Occupazione/Hobby : Novello Disoccupato
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 28.07.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Zingari: integrazione (im)possibile?

Messaggio Da Minsky il Ven 2 Mar - 19:51

holubice ha scritto:Un senza Dio lo sono stato anch'io. Ma non ho mai avuto neanche lontanamente tanto astio e tanta ossessione quanta ne leggo qui dentro. Mi/vi chiedo: che per caso v'hanno in€hia//e||ato a catechismo?...
Un giorno forse finalmente lo spiegherai, Holu, e io continuo a leggere i tuoi post nella speranza di vedere soddisfatta la mia insaziabile curiosità.

È forse per uno speciale comandamento di Gesù che scrivi in geroglifico i vocaboli coprolalici? In quale passo del vangelo si trova questo precetto?

_________________

Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 13487
Età : 62
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Zingari: integrazione (im)possibile?

Messaggio Da Rasputin il Ven 2 Mar - 19:55

jessica ha scritto:
Rasputin ha scritto:
jessica ha scritto:
Rasputin ha scritto:Sí, perché?
perchè il non avere fissa dimora o società di diritto non prevede conseguenze penali.
Sono cazzi loro esattamente come le conseguenze penali.
e infatti, solo che, invece, quando un credino fa dire le preghiere al figlio, allora non sono più cazzi suoi e diventa stupro disumano e orrore della società civile!

Questo perché, purtroppo, ancora non ci sono conseguenze penali per abuso di minorenne e circonvenzione di incapace.

_________________
Mi dissocio espressamente da tutte le dichiatrazioni da me rilasciate a partire da un'ora fa.
Qualunque somiglianza con la realtà è puramente casuale ed involontaria.
La pena di morte andrebbe applicata immediatamente e senza processo a chiunque, anche in tenera età, esprimesse il mero desiderio di diventare giudice o funzionario di qualsiasi categoria.

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49139
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Zingari: integrazione (im)possibile?

Messaggio Da holubice il Ven 2 Mar - 23:11

Rasputin ha scritto:
jessica ha scritto:e infatti, solo che, invece, quando un credino fa dire le preghiere al figlio, allora non sono più cazzi suoi e diventa stupro disumano e orrore della società civile!
Questo perché, purtroppo, ancora non ci sono conseguenze penali per abuso di minorenne e circonvenzione di incapace.

A' Jessica, lassa perde... de gustibus...



...ho dovuto un po' smagonare, ma alla fine l'ho ritrovato...




holubice
-------------
-------------

Numero di messaggi : 6103
Età : 114
Località : 43°91′45″N 12°91′91″E
Occupazione/Hobby : Novello Disoccupato
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 28.07.10

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 3 di 14 Precedente  1, 2, 3, 4 ... 8 ... 14  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum