Zingari: integrazione (im)possibile?

Pagina 4 di 14 Precedente  1, 2, 3, 4, 5 ... 9 ... 14  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Zingari: integrazione (im)possibile?

Messaggio Da PaperJack il Dom 11 Mar - 11:33

Vorrei dare la mia, anche se sono in ritardo, come al solito.
Qua in Bulgaria la popolazione Rom o zingara è parecchio diffusa, molto di più che in Italia, e siccome il mio vicino di casa a Teteven (la nostra casa per le vacanze) è zingaro, ho avuto modo di sentire il loro parere diretto nelle volte in cui ci hanno invitato a mangiare o viceversa.

Da quello che mi hanno raccontato, il problema degli zingari è strettamente culturale, e qui in Bulgaria lo è ad ambo le parti:
gli zingari crescono in un ambiente nel quale gli viene detto che tutti i non-Rom sono stronzi, stupidi e idioti, e che non è una cosa cattiva rubare da loro o trattarli male o ignorarli - l'unica vera legge è quella zingara, tutte le altre regole sono ingiuste e "forzate".
I bulgari invece, considerano tutti gli zingari come stupidi ladri (noto che qua ogni mese muore almeno uno zingaro perchè ha cercato di rubare i cavi dell'alta tensione) e in generale c'è un gran odio e razzismo contro di loro.

Come si può capire, l'integrazione di questi due gruppi è parecchio difficile nonostante tutti i tentativi del governo. Gli zingari vedono persino il governo come cattivo e qualcosa da approfittare.
Per esempio, qua in Bulgaria c'è stato un grande scandalo, perchè il governo ha speso milioni per costruire centinaia di condominii per poi regalarli a comunità Rom per permetterli di avere casa. Secondo voi cosa hanno fatto gli zingari?
Hanno sfasciato e saccheggiato completamente le case, tirando fuori i cavi dai muri e persino i cessi e addirittura LE MURA DI CARTONGESSO per rivenderle o usarle per costruire baracche.
E dopo si lamentarono che le loro condizioni di vita sono basse, che non hanno soldi, che nessuno si fida, ecc...

La cultura Rom è estremamente difficile da integrare, siccome per integrarsi, devono dimenticare quasi tutto insegnatogli dai loro parenti. E' questa la storia del mio vicino di casa, Stefan, diventato uno "zingaro" solamente per sangue contro enormi difficoltà sia per integrarsi nella comunità bulgara e per scappare dagli altri zingari, che lo considerano un "traditore" per aver comprato casa e aver iniziato a pagare le tasse, minacciandolo regolarmente.
Come dice Stefan, "Non chiamarmi zingaro, non ne voglio più a che fare con loro, sono bulgaro adesso".


PaperJack
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 271
Età : 23
Località : Bulgaria, Sofia
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 08.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Zingari: integrazione (im)possibile?

Messaggio Da loonar il Dom 11 Mar - 11:47

Quella che descrivi è la situazione in Bulgaria o Tetevan in particolare. In Abruzzo è diversa, così come e ancora diversa nelle Marche o nel Veneto. Generalizzare serve solo a creare equivoci e problemi e non aiuta a capire.

loonar
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 17394
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Zingari: integrazione (im)possibile?

Messaggio Da PaperJack il Dom 11 Mar - 11:55

Darrow ha scritto:Quella che descrivi è la situazione in Bulgaria o Tetevan in particolare. In Abruzzo è diversa, così come e ancora diversa nelle Marche o nel Veneto. Generalizzare serve solo a creare equivoci e problemi e non aiuta a capire.

Capisco il problema, ma non credo che la cultura Rom sia tanto diversa tra qui e lì :)

PaperJack
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 271
Età : 23
Località : Bulgaria, Sofia
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 08.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Zingari: integrazione (im)possibile?

Messaggio Da loonar il Dom 11 Mar - 13:33

PaperJack ha scritto:
Darrow ha scritto:Quella che descrivi è la situazione in Bulgaria o Tetevan in particolare. In Abruzzo è diversa, così come e ancora diversa nelle Marche o nel Veneto. Generalizzare serve solo a creare equivoci e problemi e non aiuta a capire.

Capisco il problema, ma non credo che la cultura Rom sia tanto diversa tra qui e lì :)
Qui conosco rom stanziali da 40 anni che non devastano le loro case, ma che anzi ne costruiscono di nuove, tanto per dire.

loonar
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 17394
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Zingari: integrazione (im)possibile?

Messaggio Da PaperJack il Dom 11 Mar - 17:40

Darrow ha scritto:
Qui conosco rom stanziali da 40 anni che non devastano le loro case, ma che anzi ne costruiscono di nuove, tanto per dire.
Non capisco cosa stai cercando di discutere. Buon per loro, anche il mio vicino di casa è un simpaticone e lavora sodo.

PaperJack
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 271
Età : 23
Località : Bulgaria, Sofia
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 08.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Zingari: integrazione (im)possibile?

Messaggio Da delfi68 il Dom 11 Mar - 18:35

Sara'..si vede che solo io conosco personalmente degli zingari che pensano di noi, paesi europei ma italiani in special modo, che siamo una massa di pecoroni rincoglioniti buoni solo per essere depredati.

Dalla mia personalissima esperienza sia in italia che giu' in Erzegovina, ho appreso che loro con noi fanno solo una recita ridicola e il loro convincimento piu' intimo e profondo e' che siamo assolutamente dei coglioni, ci possono depredare, pigliare er il culo e non pagare nulla a livello giudiziario.

Gli stessi zingari che qui pensano solo a come fare a fregare, rubare e smerdare, a Belgrado sono perfettamente integrati, rispettosi dell'ordine e delle leggi. Perche'?

perche' di la non c'e' una polizia con le mani legate e tanti idealisti intellettualoidi, che invece di impicciarsi di dar mangiare ai gatti in cortile, li difende e idealizza una situazione che reale non e', immaginandosi che gli zingari siano maltrattati e ghettizzati..poveri fessi..non gli zingari.

delfi68
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11250
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Zingari: integrazione (im)possibile?

Messaggio Da loonar il Dom 11 Mar - 19:45

PaperJack ha scritto:
Darrow ha scritto:
Qui conosco rom stanziali da 40 anni che non devastano le loro case, ma che anzi ne costruiscono di nuove, tanto per dire.
Non capisco cosa stai cercando di discutere. Buon per loro, anche il mio vicino di casa è un simpaticone e lavora sodo.
Non sto cercando di discutere niente. Sto solo dicendo che non tutti i rom sono uguali.

loonar
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 17394
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Zingari: integrazione (im)possibile?

Messaggio Da delfi68 il Lun 12 Mar - 10:20

Non sto cercando di discutere niente. Sto solo dicendo che non tutti i rom sono uguali.


Ma il fatto che una piccolissima, forse impercettibile percentuale di rom non sia uguale alla stragrande maggioranza, non invalida il fatto che in alissima percentuale siano dei parassiti, ladri volontari e convinti, e che considerino la societa' un sacchettone di caramelle da raziare..

Sto fatto delle piccole percentuali di diversita'assomiglia un po alla scappatoia dell'agnostico..siccome uno su cento non e' come gli altri 99 allora i 99 assomigliano un po a quell'uno, e sullascia di quell'uno non possono venire acusati di cio' che in realta' sono: dei ladri convinti e volenterosi!

delfi68
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11250
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Zingari: integrazione (im)possibile?

Messaggio Da loonar il Lun 12 Mar - 11:12

delfi68 ha scritto:
Non sto cercando di discutere niente. Sto solo dicendo che non tutti i rom sono uguali.

, non invalida il fatto che in alissima percentuale siano dei parassiti, ladri volontari e convinti, e che considerino la societa' un sacchettone di caramelle da raziare..
Sembra la descrizione degli evasori fiscali! ahahahahahah

loonar
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 17394
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Zingari: integrazione (im)possibile?

Messaggio Da adif il Gio 20 Ago - 6:46


adif
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 771
Età : 42
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 05.12.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Zingari: integrazione (im)possibile?

Messaggio Da Justine il Gio 20 Ago - 6:47

si autocostringono, direi...

_________________
[...] l'aeroporto c'è, no non c'è, pregasi indagare sulle differenze tra orari di percorrenza e orari sulle tabelle, la fermata si chiama aeroporto ma non è un aeroporto, differenze tra curare e guarire, cantanti lirici londinesi comunisti, 180% dei cinesi [...] (Jess)

Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15360
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Zingari: integrazione (im)possibile?

Messaggio Da holubice il Gio 20 Ago - 7:05

ocelot ha scritto:... Io non sono per l'espulsione, molti zingari sono italiani da generazioni quidni sarebbe di fatto impossibile esiliarli, bensì riqualificherei il campo, non li metterei in case popolari o tuguri, li lascerei nella loro condizione di nomadi o seminomadi. Doterei il campo di opere di urbanizzazione primaria (luce, acqua, fognature), sistemerei il suolo e creerei degli spazi per ogni roulotte presente. ...
Per chi delinque deve esserci la galera. Per chi delinque e non vuole lavorare, c'è:

Bagno Penale

Bagno Penale:
Diversi stati utilizzarono tale tipologia di insediamenti, ad esempio l'impero britannico ha utilizzato in passato diverse zone del nord America come colonie penali. Soprattutto la provincia della Georgia era stata designata come colonia penale. I colpevoli venivano trasportati da commercianti privati e all'arrivo nelle colonie erano assegnati ai proprietari delle piantagioni. Si stima che circa 50.000 condannati britannici fossero stati inviati nelle colonie americane, rappresentando circa un quarto di tutti gli immigrati britannici del XVIII secolo.

In seguito alla guerra di indipendenza americana, la Gran Bretagna iniziò ad utilizzare zone dell'Australia come colonie penali.[1] Alcune di queste furono l'isola di Norfolk, la Terra di Van Diemen e il Nuovo Galles del Sud. I sostenitori della Home Rule irlandese o delle Trade Unions (martiri di Tolpuddle) furono condannati al trasporto penale (il trattamento duro iniziava già durante la lunga navigazione) nelle colonie australiane.

Altre colonie penali britanniche furono istituite in India, tra cui due delle più tristemente celebri erano nelle isole Andamane e a Hijli.

Imprigionare i Rom che delinquono sarebbe praticamente impossibile. Oltre che un costo colossale. In questa altra maniera lo Stato Italiano non avrebbe che da gioire ad ogni (loro) furto con scasso ...

mgreen

holubice
-------------
-------------

Numero di messaggi : 6103
Età : 114
Località : 43°91′45″N 12°91′91″E
Occupazione/Hobby : Novello Disoccupato
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 28.07.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Zingari: integrazione (im)possibile?

Messaggio Da holubice il Gio 20 Ago - 7:13

TGCOM: Ungheria, rom disoccupati ai lavori forzati Sottopagati, sono obbligati ad andare nei campi per non perdere il sussidio



"Sgobbano per otto ore al giorno: zappando nei campi, pulendo le strade, estirpando le erbacce. Ma formalmente sono disoccupati: il loro lavoro è un progetto sociale del governo ungherese, che offre ai senza lavoro di etnia rom la possibilità di non perdere il sussidio di disoccupazione. Formalmente non è lavoro forzato, ma nella pratica gli si avvicina molto.
Chi si rifiuta di prendere in mano la zappa, infatti, rischia di perdere il sussidio. E chi invece va a lavorare nei campi per la burocrazia resta un disoccupato, ma nella realtà diventa un operaio sottopagato, che riceve il sussidio invece del salario. Per ora l'impiego dei disoccupati nei cantieri pubblici è un "esperimento" limitato, ma secondo le intenzioni del governo dovrebbe essere esteso a tutto il Paese, arrivando a coinvolgere circa 300mila persone." (Continua nel link ...)



Cielo che toni! Insomma, che cosa si chiede a costoro? ... che non stiano con le mani in mano mentre non hanno un lavoro. Altrimenti il non fare niente diviene un modo come un altro per campare. Ma non sia mai! Questo è l'anticamera del Terzo Reich...!

mgreen

holubice
-------------
-------------

Numero di messaggi : 6103
Età : 114
Località : 43°91′45″N 12°91′91″E
Occupazione/Hobby : Novello Disoccupato
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 28.07.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Zingari: integrazione (im)possibile?

Messaggio Da adif il Gio 20 Ago - 7:21

ma gli ungheresi non erano quelli che ultimamente stavano virando un po' a destra?

adif
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 771
Età : 42
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 05.12.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Zingari: integrazione (im)possibile?

Messaggio Da Justine il Gio 20 Ago - 7:26

per Hol nulla è mai abbastanza

_________________
[...] l'aeroporto c'è, no non c'è, pregasi indagare sulle differenze tra orari di percorrenza e orari sulle tabelle, la fermata si chiama aeroporto ma non è un aeroporto, differenze tra curare e guarire, cantanti lirici londinesi comunisti, 180% dei cinesi [...] (Jess)

Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15360
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Zingari: integrazione (im)possibile?

Messaggio Da adif il Gio 20 Ago - 7:41

ah ah
molto è sempre poco

adif
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 771
Età : 42
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 05.12.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Zingari: integrazione (im)possibile?

Messaggio Da holubice il Gio 20 Ago - 7:50

delfi68 ha scritto:Ma il fatto che una piccolissima, forse impercettibile percentuale di rom non sia uguale alla stragrande maggioranza, non invalida il fatto che in alissima percentuale siano dei parassiti, ladri volontari e convinti, e che considerino la societa' un sacchettone di caramelle da raziare...
"I pregiudizi vanno presi per quello che sono, dei pregiudizi.
Ma non nascono mai a caso"


(S. Freud)

holubice
-------------
-------------

Numero di messaggi : 6103
Età : 114
Località : 43°91′45″N 12°91′91″E
Occupazione/Hobby : Novello Disoccupato
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 28.07.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Zingari: integrazione (im)possibile?

Messaggio Da holubice il Gio 20 Ago - 7:56

adif ha scritto:ma gli ungheresi non erano quelli che ultimamente stavano virando un po' a destra?
Si, sono gli stessi che in questi giorni stanno costruendo questo:

Messaggero: Ungheria, parte la costruzione del muro anti-immigrati al confine con la Serbia



"L'Ungheria ha avviato i lavori di costruzione del muro lungo il proprio confine con la Serbia per bloccare il flusso dei migranti in ingresso provenienti da Medio Oriente ed Africa.
I militari hanno iniziato ad edificare la barriera lungo un tracciato di 150 metri nella città di Morahalom, nei pressi della città serba di Subotica, ha reso noto il ministero dell'Interno, citato dall'agenzia MTI."
(continua nel link)


Per la stessa ragione sono tacciati di essere un Paese Neo Nazista.

Ma, lo sai, c'è muro e muro ...


holubice
-------------
-------------

Numero di messaggi : 6103
Età : 114
Località : 43°91′45″N 12°91′91″E
Occupazione/Hobby : Novello Disoccupato
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 28.07.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Zingari: integrazione (im)possibile?

Messaggio Da Justine il Gio 20 Ago - 8:02

holubice ha scritto:
delfi68 ha scritto:Ma il fatto che una piccolissima, forse impercettibile percentuale di rom non sia uguale alla stragrande maggioranza, non invalida il fatto che in alissima percentuale siano dei parassiti, ladri volontari e convinti, e che considerino la societa' un sacchettone di caramelle da raziare...
"I pregiudizi vanno presi per quello che sono, dei pregiudizi.
Ma non nascono mai a caso"


(S. Freud)

direi invece che si formano e vanno consolidandosi prendendo in considerazione una piccola parte delle specificità del fenomeno, rivelando la loro incompletezza.

Freud ha cannato (e non è la prima volta)

_________________
[...] l'aeroporto c'è, no non c'è, pregasi indagare sulle differenze tra orari di percorrenza e orari sulle tabelle, la fermata si chiama aeroporto ma non è un aeroporto, differenze tra curare e guarire, cantanti lirici londinesi comunisti, 180% dei cinesi [...] (Jess)

Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15360
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Zingari: integrazione (im)possibile?

Messaggio Da adif il Gio 20 Ago - 8:04

holubice ha scritto:
delfi68 ha scritto:Ma il fatto che una piccolissima, forse impercettibile percentuale di rom non sia uguale alla stragrande maggioranza, non invalida il fatto che in alissima percentuale siano dei parassiti, ladri volontari e convinti, e che considerino la societa' un sacchettone di caramelle da raziare...
"I pregiudizi vanno presi per quello che sono, dei pregiudizi.
Ma non nascono mai a caso"


(S. Freud)

invece sì, quello sui rom è un pregiudizio bello e buono
sono pochissimi in rapporto alla popolazione italiana
anche volendo non potrebbero rubare così tanto
fonte

adif
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 771
Età : 42
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 05.12.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Zingari: integrazione (im)possibile?

Messaggio Da adif il Gio 20 Ago - 8:05

Justine ha scritto:Freud ha cannato (e non è la prima volta)
amo questa donna

adif
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 771
Età : 42
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 05.12.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Zingari: integrazione (im)possibile?

Messaggio Da holubice il Gio 20 Ago - 11:20

adif ha scritto:invece sì, quello sui rom è un pregiudizio bello e buono
sono pochissimi in rapporto alla popolazione italiana
anche volendo non potrebbero rubare così tanto
fonte
Che dire ... ognuno ha la sua fonte. La mia è questa ...


holubice
-------------
-------------

Numero di messaggi : 6103
Età : 114
Località : 43°91′45″N 12°91′91″E
Occupazione/Hobby : Novello Disoccupato
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 28.07.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Zingari: integrazione (im)possibile?

Messaggio Da Justine il Gio 20 Ago - 11:52

adif ha scritto:
Justine ha scritto:Freud ha cannato (e non è la prima volta)
amo questa donna

1145962017-Party (90
It's almost like we're listening to the same song together :)

_________________
[...] l'aeroporto c'è, no non c'è, pregasi indagare sulle differenze tra orari di percorrenza e orari sulle tabelle, la fermata si chiama aeroporto ma non è un aeroporto, differenze tra curare e guarire, cantanti lirici londinesi comunisti, 180% dei cinesi [...] (Jess)

Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15360
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Zingari: integrazione (im)possibile?

Messaggio Da Justine il Gio 20 Ago - 11:52

holubice ha scritto:
adif ha scritto:invece sì, quello sui rom è un pregiudizio bello e buono
sono pochissimi in rapporto alla popolazione italiana
anche volendo non potrebbero rubare così tanto
fonte
Che dire ... ognuno ha la sua fonte. La mia è questa ...

infatti non vedo un accidente

_________________
[...] l'aeroporto c'è, no non c'è, pregasi indagare sulle differenze tra orari di percorrenza e orari sulle tabelle, la fermata si chiama aeroporto ma non è un aeroporto, differenze tra curare e guarire, cantanti lirici londinesi comunisti, 180% dei cinesi [...] (Jess)

Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15360
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Zingari: integrazione (im)possibile?

Messaggio Da Rasputin il Gio 20 Ago - 12:14

Justine ha scritto:
holubice ha scritto:
adif ha scritto:invece sì, quello sui rom è un pregiudizio bello e buono
sono pochissimi in rapporto alla popolazione italiana
anche volendo non potrebbero rubare così tanto
fonte
Che dire ... ognuno ha la sua fonte. La mia è questa ...

infatti non vedo un accidente

hysterical ok2

_________________
Mi dissocio espressamente da tutte le dichiatrazioni da me rilasciate a partire da un'ora fa.
Qualunque somiglianza con la realtà è puramente casuale ed involontaria.
La pena di morte andrebbe applicata immediatamente e senza processo a chiunque, anche in tenera età, esprimesse il mero desiderio di diventare giudice o funzionario di qualsiasi categoria.

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49146
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 4 di 14 Precedente  1, 2, 3, 4, 5 ... 9 ... 14  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum