una domanda da un giovane ateo.

Pagina 4 di 20 Precedente  1, 2, 3, 4, 5 ... 12 ... 20  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: una domanda da un giovane ateo.

Messaggio Da federico00 il Lun 23 Gen - 19:43

E per quel che mi riguarda e' proprio quel che sto facendo...ecco e
cosi' salta fuori anche uno degli scopi principali e cioe' crescere i
miei bambini.

Sarà un mio pensiero ma io credo che l'unico motivo per cui siamo qui è avere figli (nel termine generico riprodursi ma per gli umani è meglio dire cosi).
Dopotutto il tempo è divoratore e in se annienta tutto, che ragione avrebbe l'uomo (e la donna naturalmente) di esistere se prima o poi scomparirà se non per avere figli e mandare avanti la specie?
avatar
federico00
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 181
Età : 22
Località : Grosseto
Occupazione/Hobby : sport, filosofia, divertirmi , studiare
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 22.01.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: una domanda da un giovane ateo.

Messaggio Da Rasputin il Lun 23 Gen - 19:45

Il tempo è il più gran maestro, peccato che uccida tutti i suoi allievi (Non mi ricordo chi l'ha detta)

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 50299
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: una domanda da un giovane ateo.

Messaggio Da federico00 il Lun 23 Gen - 19:48

Il tempo è un grande maestro, ma purtroppo uccide tutti i suoi pupilli.

Hector Berlioz

L' ho trovato su goggle.
avatar
federico00
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 181
Età : 22
Località : Grosseto
Occupazione/Hobby : sport, filosofia, divertirmi , studiare
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 22.01.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: una domanda da un giovane ateo.

Messaggio Da JACK_JOHN il Lun 23 Gen - 19:48

Fux89 ha scritto:
JACK_JOHN ha scritto:Non capite dunque la gravità delle alternative davanti a noi? Perché se Dio esiste, allora c'è speranza per l'uomo. Ma se Dio non esiste, allora tutto ciò che ci rimane è la disperazione.

Fux se trovi noioso questo post, non sei obbligato a rispondere.... puoi passare oltre.

Gli altri qui, certamente chi ha posto la domanda, non lo trovava noioso.

Infatti come può esserlo? Le domande sul senso della nostra vita sono le domande esistenzialiste più profondo e importanti che possiamo mai porre.

Quindi anche le più importanti. Che non si meritano un

Non da chi le capisce almeno...
avatar
JACK_JOHN
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 617
Età : 34
Località : Milano
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 16.01.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: una domanda da un giovane ateo.

Messaggio Da Avalon il Lun 23 Gen - 19:49

Sono certe risposte che meritano sbadigli, non le domande!

Avalon
-------------
-------------

Femminile Numero di messaggi : 7619
Età : 43
Località : Cagli
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 22.02.10

http://www.avalon451.blogspot.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: una domanda da un giovane ateo.

Messaggio Da federico00 il Lun 23 Gen - 19:54

Forse la risposta di fux è venuta dal fatto che la tua è una risposta che ho gia e molto probabilmente abbiamo sentito piu volte....

Io non voglio la speranza, di speranze ne ho gia troppe e l'uomo per me è un essere che noi si dice incompleto per ignoranza.

Io con la mia domanda ho chiesto anche delle prove insieme al discorso compiuto (tipo quello precedente che non ho ben capitose era scaricato ma che comunque era buono).

La domanda pero resta... puoi portarmi una prova che faccia capire dello schifo che sta portando l'ateismo sulla terra?
(Se si ti prego di postarlo, per discuterlo)
avatar
federico00
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 181
Età : 22
Località : Grosseto
Occupazione/Hobby : sport, filosofia, divertirmi , studiare
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 22.01.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: una domanda da un giovane ateo.

Messaggio Da loonar il Lun 23 Gen - 19:54

federico00 ha scritto:
E per quel che mi riguarda e' proprio quel che sto facendo...ecco e
cosi' salta fuori anche uno degli scopi principali e cioe' crescere i
miei bambini.

Sarà un mio pensiero ma io credo che l'unico motivo per cui siamo qui è avere figli (nel termine generico riprodursi ma per gli umani è meglio dire cosi).
Dopotutto il tempo è divoratore e in se annienta tutto, che ragione avrebbe l'uomo (e la donna naturalmente) di esistere se prima o poi scomparirà se non per avere figli e mandare avanti la specie?
Sarebbe lo scopo dei nostri geni, di cui siamo umili contenitori multiuso.
Ma a volte i contenitori multiuso si ribellano e mandano a cagare i loro padri-padroni.
E' il mio caso! ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah

loonar
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 17394
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: una domanda da un giovane ateo.

Messaggio Da JACK_JOHN il Lun 23 Gen - 19:55

Darrow ha scritto: Mi spiace darti questa brutta notizia: l'ateismo è vero! Puoi constatarlo venendomi a trovare dove abito... io sia ateo, il che basta e avanza per concludere che l'ateismo esiste!

Per il resto: Mi dici che la vita senza dio non ha senso! Io ti do ragione! E aggiungo: perchè dovrebbe avere senso la vita?
Come dici giustamente: Noi possiamo darle un senso soggettivo. Tu lo fai inventandoti dio, io cercando una donna

Se mi dai ragione adesso, perché prima mi dicevi che quello che io ho detto non era oggettivo?

Dici che l'ateismo è vero. Questo è tutto da dimostrare. Per questo siamo qui, per discuterne. Io non credo che l'ateismo sia vero.

Non ho mai messo in dubbio che tu, o la maggioranza delle persone che scrivono qui, sono degli atei. E non ho neanche mai messo in dubbio che l'ateismo esiste. Quello che io metto in dubbio è la verità dell'ateismo, non la sua esistenza.

Il punto non è sul come facciamo a costruire un senso alla vita, io con Dio e tu con le donne. Piuttosto il mio punto è che se l'ateismo fosse vero, cioè se non esistesse null'altro al di fuori della materia e la nostra esistenza non fosse altro che un incidente in un universo senza mente, senza scopo, senza ragione, allora la nostra vita, di tutti noi, sia del religioso che dell'ateo e di chiunque altro, sono ugualmente tutte senza senso, senza scopo e senza valore oggettivo.
avatar
JACK_JOHN
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 617
Età : 34
Località : Milano
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 16.01.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: una domanda da un giovane ateo.

Messaggio Da Rasputin il Lun 23 Gen - 19:56

federico00 ha scritto:Il tempo è un grande maestro, ma purtroppo uccide tutti i suoi pupilli.

Hector Berlioz

L' ho trovato su goggle.

Grazie Fed io ho citato a memoria come sempre faccio quando posso (O credo di potere) ok

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 50299
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: una domanda da un giovane ateo.

Messaggio Da delfi68 il Lun 23 Gen - 19:58

Berlioz!!

Ah..che nome evocativo..

Lo uso' anche Bulgakov per un personaggio di Maestro e Margherita..

Ma per restare in Topic
Perché se Dio esiste, allora c'è speranza per l'uomo.

Che speranza? finire in ginocchio al cospetto di un folle e sadico? a che pro?
Un dio che e' capace di tutte le nefandezze che accadono ai sapiens..ecchec'e' da essere contenti se esiste??

L'unico sollievo, semmai, e' proprio che siccome non c'e' nessun finalismo e nessun dio, l'uomo e' l'unico responsabile del proprio destino e del proprio essere, quindi i miglioramenti o i peggioramenti della nostra condizione sono esclusivamente nelle nostre mani, ergo, qualcosa si puo' fare!!

Lentamente e contrastando l'atavica stupidita' del sapiens..ma l'unica speranza risiede nell'uomo, non in dio..
La speranza che l'uomo continui a progredire in senso etico e tecnologico, che risolva il problema della fame, delle malattie e degli squilibri sociali sul pianeta..

Seppur con le dovute cautele e riserve, l'uomo e' l'unica speranza che abbiamo come specie...


Ultima modifica di delfi68 il Lun 23 Gen - 19:59, modificato 1 volta
avatar
delfi68
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11250
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: una domanda da un giovane ateo.

Messaggio Da loonar il Lun 23 Gen - 19:59

JACK_JOHN ha scritto:
Il punto non è sul come facciamo a costruire un senso alla vita, io con Dio e tu con le donne. Piuttosto il mio punto è che se l'ateismo fosse vero, cioè se non esistesse null'altro al di fuori della materia e la nostra esistenza non fosse altro che un incidente in un universo senza mente, senza scopo, senza ragione, allora la nostra vita, di tutti noi, sia del religioso che dell'ateo e di chiunque altro, sono ugualmente tutte senza senso, senza scopo e senza valore oggettivo.
Ma infatti!
IO DICO CHE LA VITA NON HA SENSO: NON MI DISPIACE E MI STA BENISSIMO!

La risposta più articolata qui: http://atei.forumitalian.com/t3747p60-una-domanda-da-un-giovane-ateo#109613

loonar
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 17394
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: una domanda da un giovane ateo.

Messaggio Da Minsky il Lun 23 Gen - 20:01

JACK_JOHN ha scritto:Non capite dunque la gravità delle alternative davanti a noi? Perché se Dio esiste, allora non c'è speranza per l'uomo. Ma se Dio non esiste, allora tutto ciò che ci rimane è la libertà di decidere del nostro destino.

_________________
avatar
Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 15015
Età : 63
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: una domanda da un giovane ateo.

Messaggio Da federico00 il Lun 23 Gen - 20:02

Ma perchè cerchiamo uno scopo nelle cose?

Perchè il cielo è blu?

Perchè i dolci sono cosi fottutamente buoni?

Perchè le verdure solitamente hanno un gusto da schifo e fanno benissimo?

Perchè noi esistiamo?

Perchè forse non c'è uno scopo, tutto è un risultato di dadi tirati da un tizio a caso in mezzo a una folla di anonimi in un punto imprecisato dello spazio.
avatar
federico00
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 181
Età : 22
Località : Grosseto
Occupazione/Hobby : sport, filosofia, divertirmi , studiare
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 22.01.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: una domanda da un giovane ateo.

Messaggio Da JACK_JOHN il Lun 23 Gen - 20:05

Minsky ha scritto:
JACK_JOHN ha scritto: ...
Jack (o John), mi hai quasi convinto. Bella dissertazione, dico sul serio!
Senti, spiegami un piccolo dettaglio. Immagino che tu farai tutto il possibile per essere ligio alla religione cristiana "biblica" (?) e meritarti il paradiso. Quando - presto! la vita è un lampo! - sarai nell'eterna bacheca cosmica, dopo un legittimo sospiro di sollievo per aver scansato il peggio, come ti accingerai a passare "tutta" l'eternità?

Secondo il cristianesimo, nessuno si merita il paradiso. E' un dono d'amore di Dio.

Il Catechisto Breve di Westminister dice: "Lo scopo dell'uomo è di glorificare Dio e di godere di un'eterna relazione con Lui".

La relazione con Dio, il più grande essere immaginabile, la fonte e il fondamento di ogni bellezza, intelligenza e forza, è ciò che caratterizza il cielo. Dio è l'icommesurabile bene, e in cielo abbiamo accesso ad una relazione d'amore con lui. Il paradiso è fondato sull'amore, amore eterno.

Purtroppo io sono estremamente inadeguato a spiegare queste cose... ci vorrebbe un artista, un poeta a descrivere la grandezza e la magnificenza di questa cosa.

Basta dire per adesso che la noia (forse implicita nella tua domanda) per definizione non potrò esistere in paradiso. Li nulla di negativo esiste, ed essendo la noia una cosa negativa, per definizione non può esistere.

Direte ovviamente che questa è pura fantasia. Forse si, e forse no (non è questo il luogo per discutterlo). Adesso sto solo rispondendo ad una domanda che pretende tutto ciò sia vero. Cioè la domanda di Minsky sarebbe più o meno cosi "bene, supponiamo che quello che la tua religione dice riguarda al dopo vita sia vero, cioè che c'è il paradiso. Cosa farai li per tutto l'eternità?"

Al che io ho risposto come sopra...
avatar
JACK_JOHN
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 617
Età : 34
Località : Milano
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 16.01.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: una domanda da un giovane ateo.

Messaggio Da Cosworth117 il Lun 23 Gen - 20:08

Non ho letto la discussione, ma rispondendo alla tua domanda iniziale ti consiglio di leggere questo bel post di Werewolf su un altro topic, che io quoto.

http://atei.forumitalian.com/t1968-gli-atei-sono-cittadini-migliori#35527

_________________
There's always a plane B!
avatar
Cosworth117
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 9090
Età : 24
Località : Dove se magna
Occupazione/Hobby : Manager NWO
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 04.09.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: una domanda da un giovane ateo.

Messaggio Da holubice il Lun 23 Gen - 20:09

federico00 ha scritto:La mia domanda è riferita sia ad atei sia ai credenti, se mi faranno il piacere di darmi una risposta argomentata.
C'è una ragione per cui l'ateismo possa essere visto veramente come un regresso della mentalità umana? E se si, sapreste anche darmi un esempio in cui la mentalità di un'ateo in particolare abbia peggiorato l'etica e la morale umana?

Rispondere al male con il bene.
Questo è il solo comportamento che lo debella. Ed è un comportamento che si riesce a tenere per tutta la vita solo con la fede. E' questo, a mio avviso, l'aspetto più dannoso dell'ateismo.
O almeno è quello che vedo dietro di me se riconsidero la mia vita passata.

avatar
holubice
-------------
-------------

Numero di messaggi : 6231
Età : 115
Località : 43°91′45″N 12°91′91″E
Occupazione/Hobby : Novello Disoccupato
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 28.07.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: una domanda da un giovane ateo.

Messaggio Da Tomhet il Lun 23 Gen - 20:09

Jack_John perché mai la vita dovrebbe avere uno scopo, la nostra esistenza un perché?
Da quando siamo così importanti? Mi sono perso una riunione?

Tomhet
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 2672
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 30.08.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: una domanda da un giovane ateo.

Messaggio Da JACK_JOHN il Lun 23 Gen - 20:09

teto ha scritto:Jack, credere per fede a qualcosa di illogico, contradditorio, basato solo su un libro, senza nessun metodo opportuno di indagine è regresso, non è progresso

Se la fede fosse come tu lo caratterizzi, allora hai ragione, sarebbe un regresso. Ma io non credo che lo sia. Ma non essendo questo il post adatto per discuttere perché penso che sia cosi, allora rimando quella discussione ad altri temi.

La tua risposta è cmq irrilevante. La domanda iniziale era quello che l'ateismo fosse o meno una regressione. Io ho risposto di si, e ho dato le mie ragioni.

Ora questo è compatibile con il fatto che anche la religione lo sia...

magari qualcos'altro è progresso... o magari non esiste neanche il "progresso".... in ogni modo, il tuo comento è irrilevante alla discussione con qui è iniziato questo blog... ed è irrilevante per rispondere a quello che ho scritto io...
avatar
JACK_JOHN
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 617
Età : 34
Località : Milano
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 16.01.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: una domanda da un giovane ateo.

Messaggio Da delfi68 il Lun 23 Gen - 20:10

e la nostra esistenza non fosse altro che un incidente in un universo
senza mente, senza scopo, senza ragione, allora la nostra vita, di tutti
noi, sia del religioso che dell'ateo e di chiunque altro, sono
ugualmente tutte senza senso, senza scopo e senza valore oggettivo.

Senza dio e senza finalismi si concretizza davvero il libero arbitrio.

Senza dio e senza finalismi, senza destino e libri divini che scrivono della vita, si concretizza la vera liberta'..la liberta' di esercitare la ragione, il bene fine al bene, la creativita' fine alla creativita'..
Grazie all'assenza di dio e delle regole divine, siamo davvero cio' che siamo: buoni, oppure cattivi, assassini oppure illuminati dalla cultura, idealisti o idioti..

Solo grazie all'assenza di dio, solo grazie a una natura cieca e causale (causa ed effetto fisico e naturale) siamo LIBERI! ..amare e fare del bene diventa un'emanazione della coscienza soggettiva e personale di ogni essere umano, non una conseguenza di scelte o progetti compiuti da dio. Disegni a immagine o somiglianza o altro...

Come si fa ad amare o ad odiare, assumendo dio??

Come si fa a godere delle scelte di ogni giorno se assumiamo dio e un finalismo cosmico??

Invece la responsabilita' delle proprie scelte, dei propri pensieri e dei propri progetti e' splendida e libera solo grazie all'assenza di dio...Veramente responsabile per le proprie azioni, veramente padrone di se stesso, veramente libero...tutto cio' e' possibile solo senza dio e senza finalismi superiori.

L'unica cosa davvero bella di questa vita, di questo scampolo di luce e suoni che abbiamo incredibilmente l'occasione di vivere, e' la liberta' di poter orientare il nostro pensiero e le nostre azioni. Rendendo conto solo alla nostra coscienza e pagando o incassando, per queste azioni, meriti o demeriti spendibili all'interno delle comunita' di nostri simili..

Non c'e' il diavolo a scusare le nostre vergogne e le nostre colpe, non c'e' dio a perdonare le nostre vigliaccate o a rifonderci per le nostre disavventure. Tutto e' nelle nostre mani!

La liberta', con tutti i suoi rischi.
Ecco la cosa piu' bella che si comprende appena giunti all'ateismo!!!


Ultima modifica di delfi68 il Lun 23 Gen - 20:15, modificato 3 volte
avatar
delfi68
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11250
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: una domanda da un giovane ateo.

Messaggio Da JACK_JOHN il Lun 23 Gen - 20:11

Avalon ha scritto:
JACK_JOHN ha scritto:
Avalon ha scritto:Si fa prima a dire dove non sta.

(io leggo molto veloce, non ti dico quanto ci metto a seccare un libro )

Allora dove non sta?

Ovunque, nel tuo post

Avalon, servirebbe qualcosa di più specifico... cosi è troppo superficiale e non dice nulla...
avatar
JACK_JOHN
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 617
Età : 34
Località : Milano
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 16.01.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: una domanda da un giovane ateo.

Messaggio Da JACK_JOHN il Lun 23 Gen - 20:13

Fux89 ha scritto:
JACK_JOHN ha scritto:Dunque, penso che anche se le evidenze per queste due opzioni fossero assolutamente uguali, la persona razionale dovrebbe scegliere il cristianesimo biblico. Cioè mi sembra irragionevole preferire la morte, la futilità, e la distruzione alla vita, al significato e alla felicità.
Oggesù, questa perla mi era sfuggita.

Puoi deridere un'affermazione... ma mostrare ragionevolmente cosa c'è che non va in essa e tutta un altra cosa...
avatar
JACK_JOHN
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 617
Età : 34
Località : Milano
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 16.01.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: una domanda da un giovane ateo.

Messaggio Da JACK_JOHN il Lun 23 Gen - 20:13

Darrow ha scritto:Jackjohn ha molto del cattotroll, spero di essere contraddetto.

Cos'è un cattotroll?
avatar
JACK_JOHN
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 617
Età : 34
Località : Milano
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 16.01.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: una domanda da un giovane ateo.

Messaggio Da federico00 il Lun 23 Gen - 20:14

magari qualcos'altro è progresso... o magari non esiste neanche il
"progresso"....


Effettivamente è una idea che mi sono fatto anchio niente è progresso perche ogni cosa puo esere vista i9n mille modi.

Rispondere al male con il bene.

CHEEEEEEEEE?!

Scusa ma da quando il bene è qualcosa di non relativo?

Il tuo bene per me puo essere male...
Il bene della chiesa da alcuni punti di vista è male...

E allora quale il tuo metro di giudizio? spiegamelo....
avatar
federico00
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 181
Età : 22
Località : Grosseto
Occupazione/Hobby : sport, filosofia, divertirmi , studiare
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 22.01.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: una domanda da un giovane ateo.

Messaggio Da BestBeast il Lun 23 Gen - 20:16

un troll cattolico o che si finge tale per attuare quello che stai mettendo in pratica.

BestBeast
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 2930
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: una domanda da un giovane ateo.

Messaggio Da JACK_JOHN il Lun 23 Gen - 20:16

alberto ha scritto:il FILOSOFO william lane craig

Perché ridi?

Lo conosci? Hai mai letto qualcosa di suo? Hai mai visto qualcuno dei suoi dibatti con famosi atei?

William Lane Craig: PhD in filosofia (Università di Birmingham); PhD in teologia (Università di Monaco); attualmente Research Proffessor of Philosophy in Talbot School of Theology.

www.reasonablefaith.org
avatar
JACK_JOHN
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 617
Età : 34
Località : Milano
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 16.01.12

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 4 di 20 Precedente  1, 2, 3, 4, 5 ... 12 ... 20  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum