Ricostruire le parole ascoltate dal cervello

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Ricostruire le parole ascoltate dal cervello

Messaggio Da Steerpike il Mer 1 Feb - 17:17

http://www.scientificamerican.com/article.cfm?id=word-of-mind-researchers-decode
http://www.newscientist.com/article/dn21408-telepathy-machine-reconstructs-speech-from-brainwaves.html
http://www.plosbiology.org/article/info%3Adoi%2F10.1371%2Fjournal.pbio.1001251;jsessionid=F7DE6FFFEC3FB74FBBB2F78F3F29C664

Si comincia. cheers
avatar
Steerpike
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 2512
Località : ∫ -(∂ℋ/∂p) dt
SCALA DI DAWKINS :
35 / 7035 / 70

Data d'iscrizione : 01.02.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ricostruire le parole ascoltate dal cervello

Messaggio Da Rasputin il Mer 1 Feb - 18:52

Steerpike ha scritto:http://www.scientificamerican.com/article.cfm?id=word-of-mind-researchers-decode
http://www.newscientist.com/article/dn21408-telepathy-machine-reconstructs-speech-from-brainwaves.html
http://www.plosbiology.org/article/info%3Adoi%2F10.1371%2Fjournal.pbio.1001251;jsessionid=F7DE6FFFEC3FB74FBBB2F78F3F29C664

Si comincia. cheers

YESSS ok

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 50317
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ricostruire le parole ascoltate dal cervello

Messaggio Da delfi68 il Mer 1 Feb - 20:03

che dice???
avatar
delfi68
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11250
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ricostruire le parole ascoltate dal cervello

Messaggio Da alberto il Mer 1 Feb - 23:01

provo:
ricercatori dell'università del Maryland, College Park, John Hopkins University e University of california hanno sperimentato un metodo di "lettura" dei segnali corticali legati alla percezione dell'esterno e al conseguente processo di formazione del linguaggio, insomma dal segnale cerebrale sono stati in grado di sapere quali parole il soggetto stava ascoltando.

hanno utilizzato 15 individui di normali capacità di parola, soggetti però in passato a episodi di chirurgia neurologica per epilessia o tumore cerebrale, perché già monitorati a livello corticale.

i soggetti ascoltavano parole da un altoparlante o da cuffie; a volte parole isolate, a volte pseudoparole, a volte frasi intere. Intanto, veniva registrata l'attività del cortex auditivo, la regione cerebrale che analizza ciò che viene udito e da cui deriva la comprensione del linguaggio e altro.

attraverso un algoritmo hanno abbinato i suoni che un soggetto stava udendo con le misurazioni a livello corticale effettuate con elettrodi.
Poi hanno invertito il procedimento: partendo dalle misurazioni di attività cerebrale hanno usato il modello per risalire alle parole che il soggetto aveva udito.

il risultato è stato la capacità di risalire alle parole udite tramite il tipo di segnale registrato dal cortex.

alberto
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 2604
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 26.12.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ricostruire le parole ascoltate dal cervello

Messaggio Da SergioAD il Gio 2 Feb - 4:32

Vi ricordate quando installarono gli scannex negli aeroporti? Insomma scoprì che esistevano altri sistemi di "sorveglianza", alcuni basati sulla psiche altri sull'intercettazione delle onde celebrali. In particolare un progetto israeliano che si chiama WECU "we see you" - è affascinante che la tecnologia permetta la telepatia, sarà come diventare un unico essere pensante.

Oggi forse qualcuno vede intrusioni nella vita privata ma non ci sarà più pensare a qualcosa che sta lì come uno "starnuto abortito", tutte le idee saranno immediatamente completate. Un potere pensante incredibile che non ricordo nessun libro di fantascienza aver immaginato potesse essere una capacità dell'umanità (dico come obiettivo sociale).

La transumanizzazione a livello di specie. L'odio, la misantropia, i malintenzionati o chiunque non sia gradito dalla società monolite verrebbe immediatamente allontanato.

Immagino dopo un periodo di tribolazione un po' come adesso succede con gli open source e internet che "forse" gli scappa di mano ovvero è irrinunciabile sapere cosa si dicono gli utenti.

Una trama per un romanzo... l'ho già quasi in piedi. Social Advanced Domain,

environmental roles governing intellectual operations...

SAD ergio... SergioAD... da da da daaa! ah ah ah!

SergioAD
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6602
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 30.01.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ricostruire le parole ascoltate dal cervello

Messaggio Da delfi68 il Gio 2 Feb - 7:35

è affascinante che la tecnologia permetta la telepatia, sarà come diventare un unico essere pensante.

Oggi forse qualcuno vede intrusioni nella vita privata ma non ci sarà più pensare a qualcosa che sta lì come uno "starnuto abortito", tutte le idee saranno immediatamente completate.

Sempre la solita storia..vecchia come il mondo.

Far pensare a tutti la stessa ed unica cosa che pensa il capo...

Un unico essere pensante..ma santo cielo, appena collegheranno la mia ex suocera al sistema, quella farà crashare tutto, manderà in merda il sistema..

C'è anche la sorella di mia madre, la zia Rosaria..attaccatela, attaccatela all' Unico Grande Essere Pensante..bhuhahah..non vedo l'ora di vedere il crollo dell'era tecnologica moderna..
L'U.G.Es.Pen. è momentaneamente fuori servizio, ci scusiamo per il disagio..i signori utenti sono pregati di passare a ritirare il proprio cervello.
avatar
delfi68
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11250
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ricostruire le parole ascoltate dal cervello

Messaggio Da Sally il Gio 2 Feb - 7:48

Qualcuno deve assolutamente avvisare Sessio di questa scoperta... ahahahahahah

Scherzi a parte, sviluppi di questa teoria potrebbero essere applicati anche alla giustizia... La menzogna verrebbe subito eliminata. Io pero' lo vedo come uno scenario apocalittico, sapere che uno non e' piu' libero di pensare nella privacy del suo cervello... Insomma ci vedo tutto il potenziale negativo in questa scoperta, piu' che quello positivo (come invece ci vede sergio....)

Sally
-------------
-------------

Femminile Numero di messaggi : 4886
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 30.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ricostruire le parole ascoltate dal cervello

Messaggio Da alberto il Gio 2 Feb - 8:32

vorrei prendere spunto da quanto commentato da diva per ragionare con voi su una cosa che emerge spessissimo parlando di scienza e di nuove scoperte: la paura del nuovo.
la scienza apre (da sempre) nuovi scenari, e lo fa in modo asettico, impersonale. ci fornisce nuovi utensili con cui plasmare la nostra esistenza, ma poi siamo noi che li usiamo. Il passato certo non ci fornisce apparentemente esempi rassicuranti: pensando all'energia nucleare non si può certo essere tranquilli al proposito... ma sotto sotto ce ne stanno a centinaia di cose che con la loro comparsa hanno rivoluzionato la nostra vita e la nostra qualità di esseri umani. uno sguardo anche distratto fino a 112 miseri anni fa...

Spoiler:


2001
- 12 febbraio: i geni dell’uomo sono solo 32.500 (ma il numero è ancora da precisare:potrebbero essere anche 39.000), alcuni ci arrivano direttamente dai batteri, le differenze genetiche tra individuo e individuo sono meno del 2 per mille (annuncio congiunto della Celera Genomics, che pubblica i suoi risultati su «Science» del 16 febbraio e del Consorzio pubblico, che comunica i suoi dati su «Nature» del 15 febbraio).
- 12 gennaio: la navicella della Nasa «Near» si posa senza incidenti sull’asteroide Eros, concludendo così un anno di osservazioni durante il quale ha trasmesso 160 mila fotografie; è una prima assoluta: sopravvive per 14 giorni analizzando il suolo del pianetino.

2000
- 13 gennaio: primo trapianto di mano bilaterale, eseguito a Lione sul trentaquattrenne Denis Chatellier dall’équipe di Jean Michel Dubernard
- 10 febbraio: al Cern il direttore generale Luciano Maiani annuncia l’osservazione della «zuppa di quark e gluoni» che seguì al Big Bang (quarkonio) e che formò, entro un milionesimo di secondo, protoni e neutroni
- 14 marzo: la sonda «Near» (Nasa) entra in orbita attorno all’asteroide Eros: le riprese ravvicinate dureranno un anno
- 24 marzo: «Science» pubblica la mappa genetica della Drosophila (moscerino della frutta), rilevata dalla Celera Genomics
- 6 aprile: la Celera Genomics di Rockville, Maryland, annuncia di aver completato la lettura del genoma umano, battendo sul tempo il consorzio pubblico-privato del Progetto Genoma
- 10 aprile: primo risultato positivo di una terapia genica anti-rigetto messa a punto all’Istituto Negri di Bergamo (Journal of the American Society of Nefrology); tramite un virus inattivato viene immesso un gene che codifica la proteina CTLA4-Ig, che aggancia in superficie le cellule antirigetto inattivandole per circa un mese
- 14 aprile: decifrati i cromosomi umani 5, 16 e 19, rispettivamente collegati al cancro del colon-retto e alla leucemia, al cancro al seno e alla prostata, all’aterosclerosi e al diabete; lo annuncia l’Istituto del Genoma di Walnut Creek, California, finanziato dal Dipartimento dell’energia; salgono così a quattro i cromosomi interamente noti (il 22 è conosciuto dal 1999)
- 27 aprile: un’osservazione della radiazione cosmica di fondo conferma il modello del Big Bang inflattivo e indica che l’universo è «piatto», cioè si espanderà all’infinito ma rallentando illimitatamente; è il risultato dell’esperimento italo-americano «Boomerang” diretto da Paolo De Bernardis che ha misurato la radiazione fossile con una sensibilità 40 volte maggiore del satellite Cobe (1992) per mezzo di un telescopio a a onde millimetriche a bordo di un pallone aerostatico in volo per 10 giorni sull’Antartide.
- 11 maggio: «Nature» annuncia il completamento della lettura del cromosoma 21 dell’uomo, responsabile della Sindrome di Dowm quando è presente in triplice copia o quando una parte di esso è traslocata in un altro cromosoma. Un neonato su 800 nasce con la Sindrome di Down. Il cromosoma 21 è il più piccolo delle 23 paia dei nostri cromosomi e contiene 225 geni attivi (il cromosoma 22, per esempio, ne ha 545). Il risultato si deve a un gruppo di 62 ricercatori giapponesi, tedeschi, inglesi e americani.
- 31 maggio: la luce può essere più veloce della luce; un esperimento italiano (Cnr, Firenze, Daniela Mugnai) e uno americano (Nec Research, Princeton, Lijun Wang) dimostrano comportamenti superluminali rispettivamente delle microonde e di un raggio laser; l’esperimento italiano, pubblicato su «Physical Review Letters» il 22 maggio, indica una velocità del 25 per cento superiore a 300 mila km al secondo per le velocità di gruppo e di fase, non per la velocità del segnale.
- 5 luglio: dimostrato che il gene Emx-2 regola l’estensione della corteccia cerebrale, l’area del cervello sede del pensiero (Edoardo Boncinelli e collaboratori su “Nature Neuroscience”)
- 21 luglio: una équipe del Fermilab (Usa) annuncia la prima osservazione diretta del neutrino della particella Tau, l’unico elemento del Modello Standard delle particelle elementari ancora privo di una verifica sperimentale
- 17 ottobre: primo trapianto di mano in Italia (terzo nel mondo); eseguito dall’équipe di Marco Lanzetta a Monza. 1999: nell’ambito del Progetto Genoma Umano, decifrato interamente il cromosoma 22; la velocità della luce rallentata a 60 chilometri all’ora in un condensato di Bose-Einstein; annuncio: l’universo, nel suo insieme, è in rotazione.

1998: l’universo non solo si espande, ma tuttora sta accelerando il suo moto di espansione; un esperimento di meccanica quantistica indica la possibilità di modificare a distanza lo stato di una particella; esperimento giapponese attribuisce una massa (minima) al neutrino.

1997: la sonda della Nasa «Pathfinder» atterra su Marte il 4 luglio e il robot «Sojourner» esplora il suolo marziano fino alla fine di settembre; nasce la pecora Dolly, prima clonazione di un mammifero.

1996: équipe francese diretta da Daniel Cohen classifica novantamila dei centomila geni umani: per esempio, quelli che controllano il cervello sono 3.195, quelli dell’esofago solo 76.

1995: scoperto il Top, sesto e ultimo quark (Fermilab, Usa); il quinto stato della materia, o «condensato di Bose-Einstein», realizzato in un laboratorio di Boulder (Usa); creati al Cern atomi di anti-idrogeno; individuato il primo pianeta intorno a un’altra stella.

1994: l’antropologa Meave Leakey scopre in Kenia l’Australopithecus ramidus, un antenato dell’uomo vissuto intorno a 4 milioni di anni fa.

1993: individuato il gene associato al cancro del colon; conclusa la costruzione del tunnel sotto La Manica.

1992: nasce la scrofa Astrid, primo animale biotecnologico con organi «umanizzati» per xenotrapianti senza rigetto.

1991: in Inghilterra nel laboratorio europeo JET viene prodotta per la prima volta una quantità significativa di energia da fusione nucleare.

1990: prima terapia genica su un essere umano (Bethesda, Usa), va in orbita il telescopio spaziale «Hubble»; nasce, da Kodak e Philips, il Photo-Cd.

1989: Internet, con il World Wide Web, sistema ipertestuale creato al Cern di Ginevra da Tim Berners-Lee, diventa il primo sistema di comunicazione interattiva globale; il Cern e i Laboratori di Stanford (Usa) confermano che l’universo è costituito soltanto da tre «famiglie» di particelle; primo trapianto di geni su un uomo; prime foto ravvicinate di Nettuno (Voyager 2).

1988: brevettato il primo topo transgenico, serve a studiare la formazione dei tumori.

1987: primo mammifero modificato geneticamente per fargli produrre farmaci, è una topolina capace di secernere nel latte un anticoagulante per curare l’infarto; primo intervento di chirurgia laparoscopica; pomodoro transgenico.

1986: la sonda europea «Giotto» riprende le prime immagini ravvicinate di una cometa passando ad apena 600 chilometri dalla Halley; il «Voyager 2» invia le prime foto di Urano; Mueller e Bednorz scoprono i materiali superconduttori ad alta temperatura.

1985: scoperto il fullerene, nuova forma del carbonio con molecola formata da 60 atomi.

1984: Prusiner chiarisce la natura dei prioni; Richard Leakey scopre il primo fossile di Homo erectus.

1983: Carlo Rubbia scopre la particella Z-zero; lo studente Fred Cohen diffonde il primo virus informatico; la sonda «Pioneer 10» (Nasa) supera i confini del sistema planetario.

1982: Carlo Rubbia scopre le particelle W; isolato il virus dell’Aids; Kary Mullis inventa la Pcr per l’analisi del Dna; Philips e Sony lanciano il Cd, inizia l’era del suono digitale.

1981: primo lancio dello Shuttle; primo personal computer Ibm.

1980: primi telefoni cellulari; sistema operativo Ms/Dos di Bill Gates.

1979: sangue artificiale realizzato da Ryoichi Naito.

1978: Donald Johanson scopre Lucy, Australopithecus afarensis; Paul Berg realizza il primo trapianto di geni tra mammiferi; nasce la prima bambina concepita in provetta.

1977: primo farmaco prodotto da batteri geneticamente modificati, è la somatostatina; eradicato il vaiolo; scoperti gli anelli di Urano.

1976: l’Apple presenta il primo personal computer; Alan Guth formula la teoria del Big Bang inflattivo; scoperti gli oncogeni; le sonde Viking (Nasa) atterrano su Marte.

1975: Koehler e Milstein realizzano gli anticorpi monoclonali; Stephen Schneider denuncia l’effetto serra; primo videoregistratore domestico commerciale.

1974: Ting e Richter scoprono il quark «Charm»; Martin Perl scopre la particella Tau; Hulse e Taylor individuano le onde gravitazionali di una pulsar.

1973: Paul Lauterbur propone la risonanza magnetica nucleare per uso diagnostico.

1972: primo trapianto di geni tra batteri; prima Tac, tomografia assiale computerizzata; cromodinamica quantistica di Gell-Mann; primo videogioco; primo videodisco; prima clacolatrice tascabile.

1971: Paul Berg per la prima volta ricombina il Dna; primo microprocessore; Jean-Francois Borel scopre la ciclosporina.

1970: Baltimore e Temin scoprono che l’Rna può codificare il Dna.

1969: sbarco sulla Luna (20 luglio, Armstrong, Aldrin, Collins).

1968: teoria elettrodebole di Glashow, Weinberg e Salam; prima circumnavigazione della Luna con uomini a bordo della sonda; primo volo di un aereo civile supersonico.

1967: Christiaan Barnard esegue il primo trapianto di cuore; treno a levitazione magnetica; Jocelyn Bell scopre le pulsar.

1966: Alfred Kastler realizza il pompaggio ottico applicato nei laser, nell’olografia, negli orologi atomici e nei magnetometri.

1965: Monod, Jacob e Lwoff scoprono i meccanismi della trascrizione genetica; il russo Leonov compie la prima passeggia spaziale; prima centrale telefonica elettronica; schermo a cristalli liquidi.

1964: Penzias e Wilson scoprono la radiazione fossile del Big Bang.

1963: Thomas Starzl esegue il primo trapianto di fegato; Valentina Tereshkova prima donna nella spazio; Philips presenta la musicassetta.

1962: Maarten Schmidt scopre le quasar; primo satellite artificiale per telecomunicazioni.

1961: Nirenberg, Holley e Khorana identificano il codice genetico basato sulle 4 «lettere» del Dna; Monod e Jacob scoprono l’Rna messaggero; inizia l’elaborazione della teoria geologica della tettonica a placche, che riprende intuizioni di Wegener risalenti al 1912; Gell-Mann propone i quark; Gagarin primo uomo nello spazio.

1960: realizzato il primo laser; Jonathan Leakey scopre l’Homo habilis; Murray Gell-Mann ipotizza i quark; primo anello di collisione a Frascati; Renato Dulbecco scopre i virus ongogeni; primo pacemaker impiantabile.

1959: prime immagini della faccia nascosta della Luna, dal Lunik russo; Jack Kilby inventa il circuito integrato.

1958: scoperte le Fasce di Van Allen con il primo satellite Usa; primo computer a transistor.

1957: primo satellite artificiale, lo Sputnik lanciato dall’Unione Sovietica; teoria della superconduttività; scoperto l’interferone.

1956: Reines individua il neutrino; prima registrazione di una trasmissione televisiva; motore rotativo di Felix Wankel.

1955: Emilio Segré scopre l’antiprotone; prime fibre ottiche.

1954: Giulio Natta sintetizza il polipropilene; Primo trapianto di rene; primo sommergibile atomico (Usa); vaccinazione antipolio Salk; prima cella fotovoltaica.

1953: Watson e Crick scoprono la struttura a doppia elica del Dna; clonata una rana.

1952: con la Bomba H (Usa) si realizza la prima fusione nucleare artificiale.

1951: Rita Levi Montalcini scopre il Fattore di crescita nervosa (Ngf); prima pillola anticoncezionale.

1950: Richard Doll dimostra la relazione tra sigarette e cancro; nasce la stereofonia.

1949: primo aereo a reazione commerciale, il «Comet». Murray Barr scopre la cromatina nei cromosomi sessuali X e apre la via alla diagnosi genetica.

1948: Shockley, Brattain e Bardeen inventano il transistor; Dennis Gabor inventa l’olografia; entra in commercio la foto Polaroid; teoria dell’elettrodinamica quantistica (Feynman, Tomonaga, Schwinger).

1947: si costruisce negli Usa il primo reattore nucleare veloce (autofertilizzante); il pilota americano Chuck Yeager supera il muro del suono.

1946: Willard Libby inventa il metodo di datazione con il carbonio radioattivo; Eniac, primo calcolatore elettronico; forno a microonde.

1945: esplode la prima bomba atomica; primo impiego della streptomicina; Clarke identifica l’orbita geostazionaria per i futuri satelliti di telecomunicazione.

1944: Oswald Avery dimostra che l’informazione ereditaria di tutti gli esseri viventi è contenuta nel Dna; Willem Kolff inventa il rene artificiale.

1943: in Gran Bretagna si costruisce «Colossus», progenitore dei calcolatori elettronici; Laszlo Biro brevetta la penna a sfera.

1942: Fermi realizza la prima pila atomica; primo lancio di una «V2»; Hunt inventa il sonar.

1941: prime applicazioni del microscopio elettronico; «Fantasia», di Disney, primo film con colonna sonora stereo.

1940: Landsteiner e Wiener scoprono il fattore RH del sangue; realizzato il radar; prima trasmissione tv a colori; scoperta del plutonio e del nettunio.

1939: Paul Mueller fabbrica il DDT, primo insetticida; in Germania vola il primo aereo a reazione; teoria dei buchi neri di Oppenheimer e Snyder.

1938: scoperta la fissione dell’atomo; Bethe e Weizsacker scoprono le reazioni che producono energia nelle stelle; fabbricato il teflon (DuPont).

1937: Emilio Segré scopre il tecnezio, primo elemento artificiale; Zwicky ipotizza la materia oscura dell’universo.

1936: Pirie e Bawden identificano per la prima volta un virus; Daniel Bovet isola il principio attivo dei sulfamidici.

1935: Domagk realizza il primo sulfamidico utilizzabile come antibatterico; Lorenz pone le basi dell’etologia moderna; il fisico Yukawa teorizza l’interazione forte; isolato il cortisone.

1934: i Joliot-Curie scoprono la radioattività artificiale; Fermi scopre il rallentamento dei neutroni; primo nastro magnetico per registratori audio; Carothers sintetizza il nylon (DuPont).

1933: Fermi teorizza l’interazione debole; Edwin Armstrong brevetta la radio a modulazione di frequenza.

1932: Chadwick scopre il neutrone; Anderson scopre il positrone, prima particella di antimateria; Urey scopre il deuterio; primo disco stereofonico.

1931: Ernst Ruska inventa il microscopio elettronico; Jansky osserva emissioni radio provenienti dallo spazio, inizio della radioastronomia.

1930: vola il primo elicottero, su progetto di Corradino D’Ascanio; Tombaugh scopre Plutone.

1929: Edwin Hubble annuncia la scoperta dell’espansione dell’universo; Pauli ipotizza il neutrino; Land brevetta le lenti polarizzate; prima Tv elettronica di Zworkyn.

1928: Alexander Fleming scopre la penicillina; Dirac ipotizza l’antimateria.

1927: volo Parigi-New York senza scalo (Lindbergh); teoria ondulatoria dell’elettrone; Principio di Indeterminazione di Heisenberg; primo film sonoro.

1926: primi esperimenti di trasmissione televisiva; Goddard (Usa) realizza il primo razzo a propellente liquido.

1925: Pauli elabora il Principio di Esclusione; Schroedinger l’equazione della meccanica ondulatoria; scoperto l’Australopiteco.

1924: primo encefalogramma; dimostrata l’esistenza della ionosfera.

1923: De Broglie fonda la meccanica ondulatoria; scoperta dell’Effetto Compton e conferma del dualismo onda/particella della luce.

1922: il russo Oparin elabora la sua teoria sull’origine della vita.

1921: Banting e Best scoprono l’insulina, per milioni di diabetici è la salvezza; primo vaccino antitubercolare.

1920: inventato lo spettrometro di massa; primo cerotto.

1919: Eddington con fotografie riprese durante un’eclisse totale di Sole fornisce una prova della Relatività generale di Einstein; Rutheford realizza la prima trasmutazione artificiale di un elemento chimico.

1918: si chiarisce che molte nebulose sono in realtà galassie come la Via Lattea, formate da miliardi di stelle.

1917: scoperta l’eparina, primo farmaco anti-infarto.

1916: Einstein pubblica la teoria della Relatività generale; Langevin inventa il rivelatore ad ultrasuoni.

1915: Henrietta Leavitt con i suoi studi sulle stelle cefeidi offre un metodo per la misura delle grandi distanze astronomiche.

1914: Hertzprung e Russell stabiliscono la relazione colore/luminosità delle stelle; prima linea aerea regolare (in Florida, Usa); Mary Phelps brevetta il reggiseno.

1913: teoria di Bohr sulla struttura dell’atomo.

1912: Wegener presenta la teoria della deriva dei continenti; Hess scopre i raggi cosmici; primo lancio con un paracadute da un aereo.

1911: la prima vitamina (B1) viene isolata dal biochimico Kazmier Funk; conquista del Polo Sud; Heike K. Onnes scopre la superconduttività, fenomeno per il quale in alcuni materiali a bassissima temperatura scompare la resistenza elettrica; modello dell’atomo di Rutheford.

1910: Hans Geiger costruisce il primo misuratore di radioattività; progressi aeronautici: primo decollo da una nave; primo idrovolante, prima trasvolata delle Alpi.

1909: conquista del Polo Nord; trasvolata della Manica; primo volo, a Torino, di un aereo italiano (Aristide Faccioli).

1908: Thomas Hunt Morgan individua nei geni (a loro volta contenuti nei cromosomi) la sede dei caratteri ereditari; Fritz Haber sintetizza l’ammoniaca; brevettato l’aspirapolvere.

1907: sintetizzati silicone e bachelite.

1906: De Forest inventa la valvola a triodo, che rende possibile la prima trasmissione radio, realizzata dal canadese Reginald Fessenden; Aloys Alzheimer descrive la malattia che trarrà da lui il nome.

1905: Einstein pubblica la teoria della Relatività speciale (che include l’equivalenza di massa ed energia) e spiega l’effetto fotoelettrico; Ambrose Fleming inventa il diodo, prima valvola termoionica.

1904: Koch identifica il micobatterio della tubercolosi; Freud pubblica i «Saggi sulla sessualità»; teoria dei riflessi condizionati del russo Pavlov.

1903: l’olandese Willem Einthoven inventa l’elettrocardiografo; trattato di astronautica del russo Tsiolkovski.

1902: Rutheford e Soddy scoprono la disintegrazione radioattiva; Walter Stanford ipotizza che il patrimonio ereditario si trovi nei cromosomi.

1901: Guglielmo Marconi trasmette via radio una lettera dell’alfabeto Morse attraverso l’oceano Atlantico; scoperta l’adrenalina, il primo ormone e neurotrasmettitore.

1900: Planck il 14 dicembre rende pubblico il concetto di quanto di energia avviando la grande rivoluzione della meccanica quantistica; scoperto il radon; individuati i gruppi sanguigni.

fonte: tuttoscienze/La Stampa


i gruppi sanguigni... il segnale radio... la lotta alla tubercolosi... la deriva dei continenti... la struttura dell'atomo...ecc...ecc...

noi ci mettiamo in mezzo per la paura di scoprirci diversi da quello che eravamo, migliori, peggiori, chissà, ma è il nostro viaggio, e il carburante è la conoscenza. certo, dubitare sempre, vigilare sempre, ma con lo sguardo in avanti e non rivolto all'indietro (che poi diventiamo delle statue di sale! Genesi 19: 1-26... chissà da dove l'avranno presa questa storia... ah no già la bibbia è la parola di dio...)





alberto
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 2604
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 26.12.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ricostruire le parole ascoltate dal cervello

Messaggio Da delfi68 il Gio 2 Feb - 10:00

..si..pero' leggere il pensiero della gente, non e' proprio come farsi una antitubercolina o la scoperta di Marconi..eh..dai..

Ci puo' essere l'applicazione medica in aiuto a chi e' colpito dalla paralisi..ma mi pare che si siano trascurate patologie molto piu' frequenti a causa del basso numero di "utenti"...mi sembra una ricerca quindi piu' a scopi militari che civili..

Il giorno che un'autorita' iniziasse un'attivita' di monitorizzazione del pensiero, credo diverra' anche il giorno in cui sara' meglio vivere pochi giorni da terrorista che mille giorni da formica, inserito in un organismo pensante..che poi penserebbe lui per me..

Non bisogna a tutti i costi idolatrare la scoperta scientifica..bisogna anche vedere quale e' lo scopo e l'applicazione della scoperta..
avatar
delfi68
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11250
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ricostruire le parole ascoltate dal cervello

Messaggio Da Sally il Gio 2 Feb - 11:01

Io quoto Delfi, non si tratta di paura, ma di sapere quali sono poi le conseguenze di determinati studi, anche alla luce di come l'umanita' si e' condotta in passato. Tu fai l'esempio dei vaccini antitubercolosi e dell'energia atomica ed io in queste due scoperte ci posso vedere, anzi ci vedo principalmente, uno scopo positivo. Nel poter leggere il pensiero di un individuo cosa ci puo' essere di positivo? Potrebbe avere applicazioni in campo medico (come diceva Delfi) o nel campo della criminologia, ma pensare di poter creare un collegamento tra gli esseri umani di tipo telepatico mi sembra molto pericoloso, poiche' soggetto al pericolo di manipolazione/strumentalizzazione delle masse. Mi ricorda un po' la scatola empatica della moglie del protagonista di "do androids dream of electric sheep?" (aka "blade runner")... I primi ad approfittarne, proprio come nel libro, sarebbero i religiosi...

Sally
-------------
-------------

Femminile Numero di messaggi : 4886
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 30.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ricostruire le parole ascoltate dal cervello

Messaggio Da diavolina il Gio 2 Feb - 11:21

delfi68 ha scritto:
è affascinante che la tecnologia permetta la telepatia, sarà come diventare un unico essere pensante.

Oggi forse qualcuno vede intrusioni nella vita privata ma non ci sarà più pensare a qualcosa che sta lì come uno "starnuto abortito", tutte le idee saranno immediatamente completate.

Sempre la solita storia..vecchia come il mondo.

Far pensare a tutti la stessa ed unica cosa che pensa il capo...

Un unico essere pensante..ma santo cielo, appena collegheranno la mia ex suocera al sistema, quella farà crashare tutto, manderà in merda il sistema..

C'è anche la sorella di mia madre, la zia Rosaria..attaccatela, attaccatela all' Unico Grande Essere Pensante..bhuhahah..non vedo l'ora di vedere il crollo dell'era tecnologica moderna..
L'U.G.Es.Pen. è momentaneamente fuori servizio, ci scusiamo per il disagio..i signori utenti sono pregati di passare a ritirare il proprio cervello.

pensa che la religione è riuscita a fare la stessa cosa con 2000 anni di anticipo e senza usare la tecnologia
avatar
diavolina
-------------
-------------

Femminile Numero di messaggi : 253
Età : 37
Località : brescia
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 07.07.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ricostruire le parole ascoltate dal cervello

Messaggio Da alberto il Gio 2 Feb - 11:21

ohi intendiamoci io non idolatro niente e nessuno! mgreen
e concordo senz'altro sulla necessità di tenere gli occhi aperti.
con questa scusa però si muovono anche gli oscurantisti e i tradizionalisti.
guardando il presente con gli occhi del passato non riusciamo a vedere il futuro.
sul caso specifico, è possibile che la cosa possa avere retroscena "militari" (e pensare che io non riesco neanche più a vedere guerra armi forza coercizione violenza come un'opzione socialmente e umanamente percorribile... mi sa che ho un punto di osservazione troppo pantofolaio però) ma ne ha anche di socialmente utili, a me questo può bastare.

penso tuttavia che, non essendo le risorse a disposizione illimitate, si dovrebbe agire con una logica di priorità: prima le urgenze, poi le necessità, infine le "voluttà". ma non per questo mi sento di limitare o frenare la libertà di ricerca.

alberto
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 2604
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 26.12.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ricostruire le parole ascoltate dal cervello

Messaggio Da Sally il Gio 2 Feb - 12:08

Di che scopi socialmente utili parli??

Sally
-------------
-------------

Femminile Numero di messaggi : 4886
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 30.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ricostruire le parole ascoltate dal cervello

Messaggio Da delfi68 il Gio 2 Feb - 14:34

Potrebbe avere applicazioni in campo medico (come diceva Delfi) o nel campo della criminologia, ma pensare di poter creare un collegamento tra gli esseri umani di tipo telepatico mi sembra molto pericoloso

Io leverei anche il campo criminale..perche' fatta la legge trovato l'inganno: chi stabilisce cosa e' legale e cosa no? ..fino ai fatti di violenza conclamati ci siamo, ma sulle sottigliezze??

Interrogatori telepatici a campione?..testi sottoposti a backup del cervello, tanto mper sicurezza?

..no, no..guarda l'unica scusa potrebbe essere quella medica sui tetraplegici, ma ci sono gia' i computer a comando oculare..o quelli a movimento mminimo (vedi Stephen Hawkings)

..leggere nei pensieri della gente ha solo uno scopo militare e di controllo della massa e dei servitori. Generali, soldati e artisti..tutti controllati dall'elite' che determina la societa'..
avatar
delfi68
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11250
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ricostruire le parole ascoltate dal cervello

Messaggio Da alberto il Gio 2 Feb - 14:53

Diva ha scritto:Di che scopi socialmente utili parli??

forse il termine che ho usato non è appropriato, mi riferivo alle applicazioni nel campo della medicina.

io capisco bene lo scetticismo e i vostri commenti mi hanno di sicuro fatto riflettere sui possibili feedback negativi di una scoperta simile, resto dell'idea che le neuroscienze siano uno dei portali di conoscenza più promettenti dell'intero panorama scientifico, e temo che iniziare a mettere paletti a destra e a manca paventando possibili utilizzi negativi sia poco produttivo.

alberto
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 2604
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 26.12.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ricostruire le parole ascoltate dal cervello

Messaggio Da SergioAD il Gio 2 Feb - 15:19

Qui vene fuori quello che inquieta tutti e rende alcuni increduli sulle teoria della cospirazione consapevoli che alcune scelte importanti sbagliate si portano a termine per evitare di prendersi la responsabilità dei propri errori.

Robert Strange McNamara (1916–2009) è stato un politico ed economista statunitense. Fu Segretario della Difesa degli Stati Uniti dal 1961 al 1968 nel periodo della Guerra del Vietnam sotto John Kennedy e Lyndon B. Johnson. Fu anche presidente della Banca Mondiale dal 1968 al 1981.

http://it.wikipedia.org/wiki/Robert_McNamara

http://liberthalia.wordpress.com/tag/robert-mcnamara/

Macnamara durante un incontro con il suo corrispettivo Sud Vietnamita si era reso conto che quel paese avrebbe preferito morire piuttosto che andare sotto i Cinesi e che erano nemici giurati da sempre... gli disse che avrebbe dovuto solo leggere la storia dei due popoli per capirlo prima di fare la guerra al Vietnam del Sud. Dopo che era stato brutalizzato dai Francesi il paese intero era pronto a morire per la patria, altroché lasciarsi invadere dalla Cina o soccombere agli Americani.

Le 11 lezioni dal Vietnam di Robert McNamara:

  1. Abbiamo sottovalutato - e continuiamo a farlo - le intenzioni geopolitiche dei nostri avversari ed abbiamo esagerato nel valutare pericoli per gli Stati Uniti dalle loro azioni.

  2. Abbiamo guardato la gente ed i leader del Vietnam del Sud sulla base della nostra esperienza ed abbiamo totalmente travisato le forze politiche all'interno del paese.

  3. Abbiamo sottovalutato il potere del nazionalismo che motivava un popolo a combattere e morire per le loro convinzioni e valori.

  4. La nostra incapacità di riconoscere gli amici e nemici ha rivelato la nostra profonda ignoranza della storia, cultura e della politica della gente nell'area, come le personalità e le abitudini dei loro leader.

  5. Abbiamo fallito - e continuiamo a farlo - a riconoscere i limiti delle apparecchiature militare a tecnologia moderna, le forze e la dottrina

  6. Abbiamo anche fallito ad adattare le nostre tattiche militari al compito di conquistare i cuori e le menti di persone di una cultura completamente diversa.

  7. Non siamo riusciti a portare il Congresso ed il popolo americano in una discussione completa ed aperta e dibattere sui pro e contra sul coinvolgimento militare su larga scala prima di iniziare l'azione.

  8. Dopo l'azione ha prese il via e gli eventi imprevisti ci costrinsero ad andare fuori dai piani programmati non abbiamo spiegato bene quel che stava succedendo e perché stavamo facendo quello che abbiamo fatto.

  9. Non abbiamo riconosciuto che né la nostra gente, né i nostri leader sono onniscienti. Il nostro giudizio su ciò che è di migliore interesse di un altro popolo o paese dovrebbe essere messo alla prova in aperta discussione nelle sedi internazionali. Non abbiamo il diritto divino di modellare ogni nazione a nostra immagine o come vogliamo.

  10. Non ci siamo attenuti al principio che l'azione militare degli Stati Uniti doveva essere effettuata solo in combinazione con forze multinazionali supportata completamente (e non solo esteticamente) dalla comunità internazionale.

  11. Non siamo riusciti a riconoscere che negli affari internazionali, come in altri aspetti della vita, ci possono essere problemi per i quali non esistono soluzioni immediate. Qualche volta avremmo potuto essere costretti a vivere in un mondo imperfetto e disordinato.

    Alla base di molti di questi errori sta la nostra incapacità di organizzare i vertici del potere esecutivo per affrontare efficacemente la gamma straordinariamente complessa delle questioni politiche e militari.

- Globe and Mail, 24 gennaio, 2004

Se avete tempo guardate questo documentario di 11 pezzi da 10 minuti ciascuno.

Non credo che i tempi odierni siano ere di 2000 anni. Il progresso è andato in modo esponenziale, possiamo fare le nostre stesse stime sui miglioramenti, basta guardare l'elenco di Alberto.

Faccio questa considerazione, riguardo al controllo delle menti. Una volta raggiunto il proprio obbiettivo, dico questi potenti invisibili che vivono sulle nostra spalle e visto questo progresso sempre meno controllabile. Starebbero meglio dentro questa mente dalle capacità infinite invece di stare fuori allo scopo di controllarla.

Invece sicuramente quello che dice Macnamara e che accade ancora oggi, non accadrebbe più - vi pare, quello che è successo in Iraq e in Afghanistan per citarne due.

SergioAD
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6602
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 30.01.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ricostruire le parole ascoltate dal cervello

Messaggio Da delfi68 il Gio 2 Feb - 15:41

NON HO SINCERAMENTE CAPITO se sei d'accordo con con l'idea che leggere il pensiero sia una cosa buona o cattiva...

Io per sicurezza ribadisco la mia posizione che il poter leggere la mente altrui e' come spiare la mail, la posta, la casa e il lavoro..e' solo un modo per carpire informazioni e prevenire le azioni. Tutto li..non c'e' altro scopo.

Se poi, per fare un reato, uno si inventa una supermacchina tecnologica, non possiamo premiare la macchina e dimenticarci che e' progettata per un reato.
Come voler dar un plauso all'inventore dello Zyclon B creato e inventato per ammazzare diecimila ebrei al giono. Tecnologico, assieme alle camere a gas, ma un'invenzione del tutto criminale, seppur tecnologicamente avanzata.

Ora non e' che dobbiamo accusare di oscurantismo chiunque si metta di traverso alla tecnologia, anche quando questa tecnologia e' una minaccia alla liberta' della gente.
C'e' l'invenzione tecnologica utile, o potenzialmente dannosa, che va salvata.
E c'e' l'invenzione tecnologica solamente dannosa, senza altre applicazioni utili che non siano un danno..che facciamo?

..insomma, tu inventi un macchinario che serve solo a spiare nel mio cervello, e ti incavoli se oppongo una resistenza?
Non ha nessun senso un sistema che spii il pensiero della gente, sopratutto nelle mani dell'autorita', che gia' e' tedenzialmente e geneticamente votata al controllo delle opinioni e delle masse..
Io mi voglio sentir libero di criticare anche l'invenzione scientifica, se questa e' un danno..oppure mi si dimostri il vantaggio dell'individuo ad essere spiato nella mente!

Una buona ragione per raggruppare le menti in una super entita' qual'e'??

Dimmela e poi mi faccio collegare di buon grado...
avatar
delfi68
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11250
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ricostruire le parole ascoltate dal cervello

Messaggio Da delfi68 il Gio 2 Feb - 16:07

Il livello di intrusione e' gia' notevole..

«Vado a distruggere l’America». Questo è il Tweet che a fatto saltare le vacanze al 26enne Leigh Van Bryan e alla sua fidanzata Emily Bunting. Entrambi britannici, sono stati rispediti in patria non appena atterrati a Los Angeles. Le autorità americane li hanno fermati in aeroporto «per motivi di sicurezza». Tutta colpa di quelle parole su Twitter che Leigh aveva scritto prima di partire per gli States.

Il giovane gestore di un bar rispedito in Gran Bretagna ha raccontato che una volta arrivato negli Stati Uniti ha cercato di spiegare agli agenti che quella sul social network era una frase «ironica». Le autorità americane però non avrebbero voluto sentire ragioni. «Gli agenti della sicurezza mi hanno trattato come una specie di terrorista», ha specificato il 26enne, che è stato interrogato per cinque ore. A pesare anche un altro tweet nel quale Bryan annunciava che «sarebbe rimasto a Los Angeles tre settimane, disturbando gente e andando a "riesumare" Marilyn Monroe», con tanto di citazione dai Griffin.

«Dall'11 settembre 2001 in poi bisogna evitare di creare «preoccupazione o sospetti di qualsiasi tipo», ha sottolineato alla Bbc l'associazione Abta, che rappresenta le agenzie di viaggio nel Regno Unito, come riporta il Corriere della Sera. «Postare affermazioni in Rete che possono essere interpretate come una minaccia, non è visto positivamente dalle autorità americane».
http://it.notizie.yahoo.com/twitter-turisti-usa-espulsi-per-un-tweet.html

..hanno spiato e attenzionato un barista che fa battute su twitter, che anche un focomelico comprenderebbe essere ironia in stile "una notte da leoni"..figuriamoci come lo zio Sam si divertirebbe con un giocattolino telepatico in mano..una superplaystation con cui schiacciare i coglioni di chiunque!
avatar
delfi68
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11250
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ricostruire le parole ascoltate dal cervello

Messaggio Da Steerpike il Gio 2 Feb - 16:11

Nessuno ha realizzato la telepatia. Sono stati decodificati i segnali della corteccia uditiva, cioè si è riusciti a leggere quello che sente la persona osservata. Al massimo può servire a capire se qualcuno riesce a sentire. Tutto è possibile in futuro, ma questa particolare scoperta può avere solo applicazioni mediche e non orwelliane.
avatar
Steerpike
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 2512
Località : ∫ -(∂ℋ/∂p) dt
SCALA DI DAWKINS :
35 / 7035 / 70

Data d'iscrizione : 01.02.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ricostruire le parole ascoltate dal cervello

Messaggio Da teto il Gio 2 Feb - 16:19

Delfi, se in futuro esisterà la telepatia sarà una tecnologia che avrà i suoi pro e i suoi contro come lo è oggi l'informatica, come oggi aprendo una mail o un sito ti può arrivare un virus in futurò mandando un messaggio telepatico qualcuno potrà "hackerarti" il cervello intercettando le tue comunicazioni o altro.
avatar
teto
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 2136
Età : 24
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 16.04.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ricostruire le parole ascoltate dal cervello

Messaggio Da SergioAD il Gio 2 Feb - 16:20

Delfi,

Ah ah! Inizialmente mi romperebbe davvero tanto ma poi le nuove generazioni si adeguerebbero ed infine "dopo" non ci sarebbe più bisogno del "controllo".

Adesso nessuno può nascondersi, Defli mi sono venuti a prendere nel deserto! Hanno detto non spegnere il cellulare ed attraverso una semplice triangolazione mi sono venuti a prendere (hanno perfino chiesto se volevo l'elicottero!)... a gratisse!

Il condizionamento ambientale, lo diceva Diavolina, siamo appena all'inizio della liberazione. Ci sono ancora 2.1 miliardi di cristiani, 1.3 musulmani, .9 induisti, etc... e le mode del cacchio? Confezionano i capi che verranno acquistati l'anno prossimo e funziona!

Non so se era Pascal, insomma uno di questi diceva che il progresso è contro l'umanità. Io, ma forse anche tu perché la cucina di romantico c'ha solo l'atmosfera costruita nel ristorante, senza il progresso faremmo musica agli angoli della metropolitana.

Il PC sembrava proprio inutile, il grammofono o le prime autovetture. Hai provato a combattere con tua figlia coi video giochi? Io perdo miseramente...

Ora a chi potrebbe giovare questa telepatia da transumanizzazione?

Ai sordomuti, ai sofferenti di malattie mentali, al monitoraggio delle funzioni vitali, alla libido (ah ah), le pippe mentaaali dell'intera comunità!

Poi alla soluzione di problemi, nuove scoperte scientifiche (l'ho detto niente più "starnuti abortiti" appena nasce un idea si sviluppa e si completa.

Ho detto che come la storia insegna ci sarà da tribolare ma immagino che quelli che prima erano 20 anni per raggiungere un obiettivo potrebbero diventare 20 giorni.

SergioAD
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6602
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 30.01.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ricostruire le parole ascoltate dal cervello

Messaggio Da SergioAD il Gio 2 Feb - 16:31

Questo tuo post lo volevo inserire insieme a quello che ho scritto sopra prendendo lo spunto dal pensiero di Macnamara.

delfi68 ha scritto:Il livello di intrusione e' gia' notevole..

«Vado a distruggere l’America». Questo è il Tweet che a fatto saltare le vacanze al 26enne Leigh Van Bryan e alla sua fidanzata Emily Bunting. Entrambi britannici, sono stati rispediti in patria non appena atterrati a Los Angeles. Le autorità americane li hanno fermati in aeroporto «per motivi di sicurezza». Tutta colpa di quelle parole su Twitter che Leigh aveva scritto prima di partire per gli States.

Il giovane gestore di un bar rispedito in Gran Bretagna ha raccontato che una volta arrivato negli Stati Uniti ha cercato di spiegare agli agenti che quella sul social network era una frase «ironica». Le autorità americane però non avrebbero voluto sentire ragioni. «Gli agenti della sicurezza mi hanno trattato come una specie di terrorista», ha specificato il 26enne, che è stato interrogato per cinque ore. A pesare anche un altro tweet nel quale Bryan annunciava che «sarebbe rimasto a Los Angeles tre settimane, disturbando gente e andando a "riesumare" Marilyn Monroe», con tanto di citazione dai Griffin.

«Dall'11 settembre 2001 in poi bisogna evitare di creare «preoccupazione o sospetti di qualsiasi tipo», ha sottolineato alla Bbc l'associazione Abta, che rappresenta le agenzie di viaggio nel Regno Unito, come riporta il Corriere della Sera. «Postare affermazioni in Rete che possono essere interpretate come una minaccia, non è visto positivamente dalle autorità americane».
http://it.notizie.yahoo.com/twitter-turisti-usa-espulsi-per-un-tweet.html

..hanno spiato e attenzionato un barista che fa battute su twitter, che anche un focomelico comprenderebbe essere ironia in stile "una notte da leoni"..figuriamoci come lo zio Sam si divertirebbe con un giocattolino telepatico in mano..una superplaystation con cui schiacciare i coglioni di chiunque!

Infatti lo avevo già postato e mi aveva fatto pensare proprio a quello che ho detto.

SergioAD ha scritto:Usa, turisti inglesi rispediti a casa per un tweet

Appena atterrati a Los Angeles per le vacanza le autorità li fermano per motivi di sicurezza li interrogano per 5 ore e li rispediscono a casa. Il motivo? Prima di partire per gli States, lui ha scritto sul social network che andava a «distruggere l'America».

Il giovanotto non è riuscito a spiegare agli agenti che quella sul social network era una frase «ironica».

Esistono i manici di attenzioni di questo genere.

SergioAD
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6602
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 30.01.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ricostruire le parole ascoltate dal cervello

Messaggio Da delfi68 il Gio 2 Feb - 17:41

..comunque la resistenza diventa sempre piu' un obbligo, la disobbedienza un optional per i piu' coraggiosi..
avatar
delfi68
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11250
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ricostruire le parole ascoltate dal cervello

Messaggio Da SergioAD il Gio 2 Feb - 18:40

Si tratta di innovazioni, il destino sembra segnato, già da tempo si leggono cose incredibili che diventano realtà.

WeCU sviluppa un sistema automatizzato per il rilevamento di intenti delle persone, per rilevare intenti dannosi, come nel caso di terroristi, criminali e simili. C'è uno sforzo mondiale per adottare misure di sicurezza avanzate nel tentare di superare questo gap critico.

Mentre per la salvaguardia della popolazione, i governi occidentali evitano misure discriminanti e invadenti, perché sono obbligati a mantenere la privacy e dei diritti umani il più possibile. Queste misure di sicurezza non provocano perturbazioni significative con le procedure ed il flusso nei siti protetti, così come inconvenienti per il pubblico.

Il sistema WeCU tratta direttamente con queste sfide. Il sistema è in grado di identificare le persone che hanno qualsiasi tipo di coinvolgimento in una minaccia definita. Il sistema identifica questo coinvolgimento senza richiedere alcun tipo di a-priorato informazioni relative al soggetto controllato, e mentre non ci sono altri segnali di avviso, come un comportamento sospetto, i beni o profilo. Il sistema esegue una procedura di prova veloce e segreta, che non interferisce con le attività di routine e il flusso al sito protetto.

Il sistema è efficace per la rilevazione di individui che sono manipolativi, calmi, che non hanno conoscenze colpevoli, o non siano ingannevoli al momento del rilevamento. Allo stesso tempo, elimina i falsi risultati da individui stressati o inganni a causa di ragioni personali non correlabili.

http://www.epicos.com/epicos/extended/israel/wecu/wecu_home.html

http://www.fastcompany.com/magazine/147/next-tech-checkmate.html

Insomma mentre passeggi sei intercettato e classificato poi attraverso controlli incrociati viene fuori il tuo profilo e sanno dove sei, dov'eri e con una certa approssimazione dove andrai.

Tutto questo dopo qualche anno diventa utile per altri scopi, vedi il microchip che installiamo nei nostri cani. Ricordi qualche anno fa gli imbecilli che andavano in TV con dei cilindretti con inglobate delle piccole bobine e dicevano che erano stati infilati dagli alieni durante un'adduzione.

SergioAD
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6602
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 30.01.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ricostruire le parole ascoltate dal cervello

Messaggio Da delfi68 il Gio 2 Feb - 20:05

Valà..cala, cala..

Io dalla vita ho imparato una cosa sola.

I nemici esistono, ma se mancano si creano! ..perchè servono.

Tutte le manfrine sul terrorismo sono una fandonnia..i terroristi servono, serve anche lasciarseli scappare non appena certi dannati idealisti cominciano ad impicciarsi troppo di temi quali la democrazia, la trasparenza, le libertà individuali..

Il terrorismo ha fatto solo un gran comodo alle aziende che producono sistemi d'arma, ai regimi pseudodemocratici per emanare leggi come il Patriot Act, che sopprime prima di tutto le libertà della gente..non dei terroristi!

Per un possibile manipolo di poche decine di terroristi sono cambiate le modalità di vita di milioni di cittadini. E mi rivolgo all'america ma anche in parte all'europa..
I regimi di polizia sono più liberi di operare e più difficili da indagare nelle loro malefatte..

Grazie al terrorismo è stato possibile invadere intere nazioni, svincolare dal processo penale migliaia di sospettati, e rinchiuderli a guantanamo, dal quale piano piano piano sono stati tutti liberati in quanto INNOCENTI!

Quanti condannati tra i detenuti di Guantanamo??

In america basta essere sospettati di terrorismo per venire incarcerati e sottratti ai diritti giudiziari..ti strapazzano quanto gli pare e il giudice naturale è incompetente a livello giurisdizionale..

Sergio..abbi pazienza, sai che ti stimo..ma senza il terrorismo te saresti, se non disoccupato, ma qui a insegnare informatica agli studenti..

10 terroristi nel 2001 hanno dato il via a un'era di investimenti miliardari, movimenti di truppe e rifornimenti petroliferi fantasmagorici..

Scommetto che se cala un po il lavoro, un'altra decina di fulminati che fanno saltare in aria una fermata del metro newyorkese li troviamo...

Quindi non me la bevo..non credo ai sistemi antiterroristici.
Credo alla possibilità di una pacifica convivenza a patto che le grandi potenze rinuncino a un pochino di benessere in favore delle genti assoggettate dagli interessi occidentali..

Sarebbe MOOLTO meno costoso investire in scuole e industrie, agricoltura e terzo settore, piuttosto che in portaerei, missili, sistemi d'arma e centinaia di migliaia di marines..

Il punto è che la scolarizzazione e l'emancipazione rende i popoli molto poco controllabili. Popoli che dispongono delle risorse naturali è meglio che siano mantenui nell'ignoranza, anzi, di più..nella disperazione, cosi magari si inventano di fare i terroristi, e noi abbiamo la scusa buona per inventarci la macchina che "legge gli intenti" le agenzie che spiano Twitter e le mail, che ascoltano i telefoni e all'occorrenza ti arrestano senza troppe garanzie..

Quindi costa un po di più..ma meglio affamare la gente, e tenerla nell'ignoranza e sperare che si organizzino in fretta i loro terroristi, cosi avremo la scusa in più per azzittire qualsiasi moralista e qualunque contestatore..

E' shoccante vedere che la gente crede ancora alle fandonnie dell'america colonialista, della russia imperialista e infame (cecenia e compagnia bella).

Il terrorismo esiste perchè serve...e non certo ai popoli che lo partoriscono..
avatar
delfi68
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11250
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum