Aboliamo la RAI

Pagina 8 di 10 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Aboliamo la RAI

Messaggio Da Paolo il Dom 26 Feb - 9:07

alberto ha scritto:
e come potresti? ma guardiamo di quale modello siamo figli, quali valori sono indicati come positivi, quale processo mentale insegniamo a utilizzare.
competizione, vittoria... modello animale della sopravvivenza del più forte (scusate aggiungo lo spassoso cavallo della meritocrazia, si cerca la meritocrazia nel paese più corrotto dell'occidente bhuahahah meno male che gli utopisti sono gli anarchici). La severino dice che guadagna 7000000 di euro l'anno e riusciamo solo a dire beh che male c'è senza riuscire a vedere la patologia di questa situazione.

Semplicemente non ci sono le condizioni ambientali per favorire lo sviluppo di una società anarchista, sarebbe come cuocere il pane prima che il lievito abbia agito.
Ma possiamo promuovere una maggiore consapevolezza, provare a sostituire la cooperazione e il mutuo soccorso alla competizione e alla furbizia... sì siamo 7 miliardi e tra pochissimo saremo 8 miliardi, siamo sempre più interconnessi, la competizione non è più un modello sostenibile, non è certo vantaggioso per l'umanità, ma solo per pochi (quel 10% che detiene il 90% della ricchezza del pianeta) che infatti cercheranno sempre di mantenerlo. La Terra è una, le risorse sono quelle; non ha più senso che lo sceicco sia multimiliardario perché il petrolio è sotto alla "sua" terra, il petrolio sta sotto alla "nostra" Terra. Perché non provare una soluzione diversa?

Mi trovi in totale disaccordo! Per me la competizione e la meritocrazia sono alla base della evoluzione sia animale che sociale. E non è il modello animale ma è il modello logico. Mi meraviglio che un evoluzionista come penso sia tu (o sei un creazionista mgreen ) non lo condivida. Tu confondi la competizione con la sopraffazione. E questo, in una società civile, sono l'insieme delle leggi che ne garantiscono il rispetto di una corretta competizione. L'esempio del petrolio nei paesi arabi è in linea con la loro religione, cosa di cui mi sembra inutile nemmeno discuterne, residuo medioevale. Io rimango della idea che la democrazia sia non solo l'unica, ma anche la più giusta delle forma di governo,e, come tante volte già detto, una democrazia costituzionale, con il rispetto delle minoranze.

Non vedo nessuno scandalo sul fatto che la Severino guadagni 7 milioni di euro. Anzi, mi sembra una cosa assolutamente positiva vivere in una società che dia ai cittadini la possibilità di raggiungere un elevato livelli di benessere. Io per la verità non so da dove e come la Severino guadagni questi soldi. Come ho più volte scritto, sono assolutamente contrario a redditi che derivino da privilegi o rendite di posizione. Ma se uno guadagna qualunque cifra nel rispetto delle regole e grazie alla sua operatività, lo trovo assolutamente corretto. Concetto per altro da me già espresso nel topic sulla Severino. E' proprio la mancanza di competitività e l'appiattimento di questi valori che ha portato al fallimento della ideologia comunista. Riproporla mi sembra del tutto inaccettabile. Vale, io ti apprezzo perchè ritengo che tu sia un idealista, ma a volte sono proprio gli ideali male interpretati che portano a disastri sociali ed economici.

Paolo
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 8606
Età : 61
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Aboliamo la RAI

Messaggio Da paolo1951 il Dom 26 Feb - 9:23

Paolo ha scritto:....
Alberto, è proprio qui che è concettualmente sbagliato. Chi decide quali sono le sue possibilità e i suoi bisogni? Poichè non sono dei valori assoluti, ma relativi ad ognuno di noi, a come siamo, a come viviamo, come voliamo vivere, è del tutto impossibile fissare o comunque pensare che questi valori possano o debbano essere condivisi da tutti. Questo è l'errore su cui si è fondata l'ideologia comunista, con l'aggravante che l'ha voluta imporre con la forza e la violenza. Io ritengo che ognuno di noi abbia il diritto di vivere liberamente come meglio crede sempre nel rispetto degli altri. Ma nel rispetto, non nella sottomissione alla altrui volontà. L'anarchia per poter esistere presuppone che tutti DEVONO condividere le stesse idee e gli stessi valori. Ma chi decide quali sono questi valori? Chi decide come si deve vivere? Cosa che, oltre essere una mera utopia, lo trovo del tutto inaccettabile. Io sono io, e VOGLIO la mia autonomia intellettuale e decisionale sempre nel rispetto degli altri, ma mai condizionato dagli altri. Ribadisco il concetto. L'anarchia è un comunismo utopico e irrealizzabile. Ma nulla di più. E, come già ampiamente verificato dalla realtà e dalla storia, formula perdente e socialmente profondamente ingiusta. Io sono della idea che la società è formata dagli individui ed è fatta per gli individui. E non è l'individuo che deve essere al servizio della società. Ma viceversa.

quoto..
Quoto e condivido in pieno... aggiungerei però una cosa:
quando dici "è del tutto impossibile fissare o comunque pensare che questi valori possano o debbano essere condivisi da tutti. Questo è l'errore su cui si è fondata l'ideologia comunista, con l'aggravante che l'ha voluta imporre con la forza e la violenza."
Quell'aggravante non è un qualcosa in più ... un "optional", bensì il suo necessario corollario. Per fissare i "valori assoluti", per far sì che siano "condivisi da tutti"... l'unica strada è infatti imporli con la violenza!

E' vero gli anarchici vorrebbero eliminare questo "corollario"... ma proprio questo è appunto utopia!
Un'utopia che come dice il mio omonimo si basa sulla falsa asserzione che gli uomini abbiano tutti le stesse idee, gli stessi valori...

E anche qui si aggiungerei che questo convincimento è frutto del mito del "buon selvaggio", l'idea che l'uomo per sua natura è "buono", solo che lo stato, il denaro, ecc. lo corrompono.
Ma ancora più a monte è il mito religioso del paradiso terreste, del peccato originale ... l'uomo è buono perché creato ad immagine di Dio, poi cade in tentazione per colpa del demonio e disobbedisce a Dio... allora vuole conoscere autonomamente il bene e il male, vuole decidere autonomamente... e spesso rinnega quei valori universali che Dio ha posto in lui (cioè l'anima).

Tutte le ideologie totalitarie (anche quelle atee) sono in fondo profondamente religiose.
Spogliano l'individuo per arricchire Dio, sacrificano l'individuo sull'altare della divinità... all'inizio questo processo di alienazione partorì, come era logico aspettarsi il politeismo (proprio perché gli uomini non hanno tutti gli stessi valori e cioè lo stesso "Dio"), ma poi purtroppo si pervenne al monoteismo, e allora fu la vera tragedia: gli uomini furono divisi tra "buoni" e "cattivi", tra seguaci (fedeli) del "Dio Vero" e rinnegati che rifiutano l'amore di Dio in nome della loro libertà.

paolo1951
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 5278
Età : 65
Località : Ovada (AL)
Occupazione/Hobby : imprenditore/viaggi, storia, filosofia, subacquea, fotografia
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 09.12.08

http://www.benazzo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Aboliamo la RAI

Messaggio Da Paolo il Dom 26 Feb - 9:50

Per la verità anche gli anarchici utilizzano la violenza! E non mi sembra una bella partenza per una ideologia che si definisca avanzata!!

Ottima analisi sulla natura della ideologia anarchica. ok Per me hai centrato esattamente il concetto. Il parallelismo tra queste ideologie e le fedi religiose danno esattamente l'idea del perchè io le consideri del tutto inaccettabili. L'unica cosa che posso dire che io non ritengo l'ateismo una ideologia totalitaria. Anche perchè non la ritengo una ideologia. Se mai la mancanza di ideologie. Il naturale modo di essere di un uomo, senza sovrastrutture e orpelli religiosi o ideologici ! L'uomo così come è e come nasce.

Paolo
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 8606
Età : 61
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Aboliamo la RAI

Messaggio Da airava il Dom 26 Feb - 9:58

la vita è violenza, nascere e morire sono violenza.

airava
-------------
-------------

Numero di messaggi : 713
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 12.06.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Aboliamo la RAI

Messaggio Da paolo1951 il Dom 26 Feb - 9:59

Paolo ha scritto:Per la verità anche gli anarchici utilizzano la violenza! E non mi sembra una bella partenza per una ideologia che si definisca avanzata!!

Ottima analisi sulla natura della ideologia anarchica. ok Per me hai centrato esattamente il concetto. Il parallelismo tra queste ideologie e le fedi religiose danno esattamente l'idea del perchè io le consideri del tutto inaccettabili. L'unica cosa che posso dire che io non ritengo l'ateismo una ideologia totalitaria. Anche perchè non la ritengo una ideologia. Se mai la mancanza di ideologie. Il naturale modo di essere di un uomo, senza sovrastrutture e orpelli religiosi o ideologici ! L'uomo così come è e come nasce.
Sì è un paradosso dell'anarchismo... però bisogna riconoscere che nell'anarchismo l'uso della violenza è solo "distruttivo", cioè ha lo scopo di distruggere lo Stato, e quindi la "violenza" prima.
Non avrebbe invece, almeno "in teoria", lo scopo di costringere gli individui ad adorare un "Unico" dio...

paolo1951
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 5278
Età : 65
Località : Ovada (AL)
Occupazione/Hobby : imprenditore/viaggi, storia, filosofia, subacquea, fotografia
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 09.12.08

http://www.benazzo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Aboliamo la RAI

Messaggio Da paolo1951 il Dom 26 Feb - 10:00

airava ha scritto:la vita è violenza, nascere e morire sono violenza.
Eraclito?
...se è così concordo!

paolo1951
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 5278
Età : 65
Località : Ovada (AL)
Occupazione/Hobby : imprenditore/viaggi, storia, filosofia, subacquea, fotografia
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 09.12.08

http://www.benazzo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Aboliamo la RAI

Messaggio Da Rasputin il Dom 26 Feb - 10:11

paolo1951 ha scritto:
airava ha scritto:la vita è violenza, nascere e morire sono violenza.
Eraclito?
...se è così concordo!

E se no, no? Royales

_________________
Mi dissocio espressamente da tutte le dichiatrazioni da me rilasciate a partire da un'ora fa.
Qualunque somiglianza con la realtà è puramente casuale ed involontaria.
La pena di morte andrebbe applicata immediatamente e senza processo a chiunque, anche in tenera età, esprimesse il mero desiderio di diventare giudice o funzionario di qualsiasi categoria.

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49146
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Aboliamo la RAI

Messaggio Da Paolo il Dom 26 Feb - 10:15

paolo1951 ha scritto:
Paolo ha scritto:Per la verità anche gli anarchici utilizzano la violenza! E non mi sembra una bella partenza per una ideologia che si definisca avanzata!!

Ottima analisi sulla natura della ideologia anarchica. ok Per me hai centrato esattamente il concetto. Il parallelismo tra queste ideologie e le fedi religiose danno esattamente l'idea del perchè io le consideri del tutto inaccettabili. L'unica cosa che posso dire che io non ritengo l'ateismo una ideologia totalitaria. Anche perchè non la ritengo una ideologia. Se mai la mancanza di ideologie. Il naturale modo di essere di un uomo, senza sovrastrutture e orpelli religiosi o ideologici ! L'uomo così come è e come nasce.
Sì è un paradosso dell'anarchismo... però bisogna riconoscere che nell'anarchismo l'uso della violenza è solo "distruttivo", cioè ha lo scopo di distruggere lo Stato, e quindi la "violenza" prima.

Non avrebbe invece, almeno "in teoria", lo scopo di costringere gli individui ad adorare un "Unico" dio...

Se il buon giorno si vede dal mattino!! Bhe le premesse non sono delle migliori. Hai presente cosa è successo a Roma durante la manifestazione degli indignati?

Paolo
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 8606
Età : 61
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Aboliamo la RAI

Messaggio Da alberto il Dom 26 Feb - 10:18

paolo scusami ma per dialogare fruttuosamente è necessario che tu disgiunga l'apparato ideologico comunista da quello anarchico.
quanto dici è molto, molto forzato perché è proprio la soggettività dei bisogni, e conseguentemente l'impossibilità di ragionare in termini meritocratici (ci arrivo dopo) che sta alla base del pensiero anarchista.

sono sicuro che sai bene che gli anarchici sono sempre stati aspramente repressi dai regimi "comunisti", e per una ragione principale che può essere fatta risalire a Lenin: egli riteneva che solo una elite culturale potesse conoscere cosa è bene e cosa è male per la massa, la quale doveva "ubbidire" per il suo stesso bene. questo tra l'altro poteva anche essere vero, sicuramente a quel tempo e molto probabilmente anche adesso, ma davanti c'erano - e restano - due possibilità: un socialismo collettivista (da ciascuno secondo le sue possibilità, a ciascuno secondo i suoi MERITI) che piramidava comunque la società e non metteva la priorità sull'elevazione sociale e culturale del popolo ma sulla collettivizzazione delle MERCI, oppure un comunismo anarchico che accomunava processi produttivi culturali e decisionali in un quadro decisamente più rivoluzionario ma decisamente debole perché facilmente aggredibile da quel processo di competizione che piace tanto a te.
Spoiler:
a questo proposito non so con quali pensieri tu riesca a disgiungerlo da quello di sopraffazione. soprattutto in natura, che mi accusi di non considerare! immagino con gli stessi ragionamenti che ti inducono a pensare che se la severino guadagna 7milioni e si può coprire il culo con tutti quei metri di lenzuolo non ci siano migliaia di persone che al contempo e a causa dello stesso meccanismo sono rimasti scoperti...
su questo argomento hai detto una cosa molto (troppo?) ovvia: tutti dovrebbero guadagnare di più, e allora chi se ne fregherebbe della severino (o di ibrahimovic o di lapo elkann o di bertolaso o di capezzone o di rutelli, va ancora meglio per me), come se il secchio non si svuotasse mai... ma il sistema è chiuso e le risorse sono quelle. un tempo erano i campi intorno al paesello, poi la provincia, poi la regione, poi lo stato, poi il continente... ora premiamo sulla superficie della Terra e più in là sarà difficile andarci, per un bel po'.
non sarai mica uno di quelli che stanno ancora qui a parlarci di "crescita" spero? nel 2020 ci sarà il picco di estrazione del rame e dopo quel giorno ci sarà da ridere (giusto un esempio diverso dal petrolio).
l'uomo ha da 20mila anni intrapreso una evoluzione culturale che ha una forza e una velocità immense rispetto a quella naturale, con meccanismi che solo in parte ricalcano lo schema darwiniano)

vedo che ti sei "scordato" di spiegare come speri di indurre una meritocrazia decente in questo paese, e non stento a crederlo. però immagino che tu ti muova comunque sullo stesso binario del pensiero anarchico, ossia auspichi una "evoluzione" degli individui che porti la corruzione ad essere indesiderabile e a non essere percorsa. o davvero pensi che la repressione possa fare qualcosa? ma se i primi corrotti sono i controllori (alcuni di loro) tanto cari a cosworth!
ma ti dico di più: io non apprezzo la meritocrazia, non applicata in modo così brutale e irriflessivo. perché crea competizione per un vantaggio e questo ci riporta a dinamiche "animali" che personalmente vorrei riservare solo al sesso e poco altro. Io ho un'illusione, anzi due perché non penso certo di essere il solo.
Io se faccio una cosa cerco di farla al mio meglio NON GRAZIE ALLA COMPETIZIONE ma perché ho una spinta interiore verso il "meglio" delle cose e sono convinto di essere così. nei (piccoli per carità) sistemi sociali in cui ho avuto modo di applicare questo principio, eliminando la competizione, ho avuto dei risultati impensabili. Siamo sempre qui a fare le pentole di fagioli e a dire che questo è un mondo di merda, ma non è affatto vero, è un mondo che ha grandi potenzialità.
Spoiler:
seguiamo una suicida logica di "average down" che ci fa fare leggi per cui, siccome qualche idiota si comporta di merda viene messa una legge che obbliga tutti a vivere peggio ma così almeno quel comportamento è "vietato" e non si potrà più fare... poi arriva Spielberg col suo gommone galattico, sbarca in zona vietata in sardegna e quando lo fermano dice "io sono Spielberg, mi dica solo quanto è la multa".

EDIT: vedo che il nome Paolo non si addice molto ai libertari carneval
non voglio chiacchierare troppo, ma il movimento violento anarchico è già stato marginalizzato abbondantemente all'indomani del definitivo tramonto della logica "il fine giustifica i mezzi".

in più: io non difendo alcuno schema fissato. In quello che dite ci sono cose - tipo deificazione ecc - che fanno vedere quanto dell'ideologia anarchista sia ancora in uno stadio embrionale e, di nuovo, utopico. Non capisco neanche molto il senso dispregiativo che date a questa parola, immagino che la sera prima di dormire per coerenza vi imponiate di non sognare. Se l'uomo è arrivato dove è reispetto alle altre specie, non è certo per la realtà, ma per la capacità di sognare qualcosa di migliore di essa e di tradurlo in pratica. Mi guardo intorno e dico: vorresti che in questo mondo ci fosse un sistema sociale anarchico? la mia risposta è no. Vorresti che l'educazione e i valori fondanti andassero in quella direzione? la mia risposta è sì.

alberto
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 2604
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 26.12.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Aboliamo la RAI

Messaggio Da paolo1951 il Dom 26 Feb - 10:18

Rasputin ha scritto:
paolo1951 ha scritto:
airava ha scritto:la vita è violenza, nascere e morire sono violenza.
Eraclito?
...se è così concordo!

E se no, no? Royales
Semplicemente in caso contrario, non sono sicuro di aver capito cosa airava intendesse dire.

paolo1951
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 5278
Età : 65
Località : Ovada (AL)
Occupazione/Hobby : imprenditore/viaggi, storia, filosofia, subacquea, fotografia
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 09.12.08

http://www.benazzo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Aboliamo la RAI

Messaggio Da Rasputin il Dom 26 Feb - 10:24

paolo1951 ha scritto:
Rasputin ha scritto:
paolo1951 ha scritto:
airava ha scritto:la vita è violenza, nascere e morire sono violenza.
Eraclito?
...se è così concordo!

E se no, no? Royales
Semplicemente in caso contrario, non sono sicuro di aver capito cosa airava intendesse dire.

Beh allora non sei nemmeno sicuro di cosa Eraclito volesse dire domanda..

_________________
Mi dissocio espressamente da tutte le dichiatrazioni da me rilasciate a partire da un'ora fa.
Qualunque somiglianza con la realtà è puramente casuale ed involontaria.
La pena di morte andrebbe applicata immediatamente e senza processo a chiunque, anche in tenera età, esprimesse il mero desiderio di diventare giudice o funzionario di qualsiasi categoria.

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49146
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Aboliamo la RAI

Messaggio Da paolo1951 il Dom 26 Feb - 10:29

Paolo ha scritto:
paolo1951 ha scritto:
Paolo ha scritto:Per la verità anche gli anarchici utilizzano la violenza! E non mi sembra una bella partenza per una ideologia che si definisca avanzata!!

Ottima analisi sulla natura della ideologia anarchica. ok Per me hai centrato esattamente il concetto. Il parallelismo tra queste ideologie e le fedi religiose danno esattamente l'idea del perchè io le consideri del tutto inaccettabili. L'unica cosa che posso dire che io non ritengo l'ateismo una ideologia totalitaria. Anche perchè non la ritengo una ideologia. Se mai la mancanza di ideologie. Il naturale modo di essere di un uomo, senza sovrastrutture e orpelli religiosi o ideologici ! L'uomo così come è e come nasce.
Sì è un paradosso dell'anarchismo... però bisogna riconoscere che nell'anarchismo l'uso della violenza è solo "distruttivo", cioè ha lo scopo di distruggere lo Stato, e quindi la "violenza" prima.

Non avrebbe invece, almeno "in teoria", lo scopo di costringere gli individui ad adorare un "Unico" dio...

Se il buon giorno si vede dal mattino!! Bhe le premesse non sono delle migliori. Hai presente cosa è successo a Roma durante la manifestazione degli indignati?
... no forse non ci siamo capiti, sul piano pratico considero il "popolo" degli anarchici alla stessa stregua degli ultras del calcio, dei teppisti più violenti... insomma dei delinquenti comuni, ma onestamente non credo che si debba giudicare l'idea anarchica solo sulla base di questi idioti.

paolo1951
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 5278
Età : 65
Località : Ovada (AL)
Occupazione/Hobby : imprenditore/viaggi, storia, filosofia, subacquea, fotografia
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 09.12.08

http://www.benazzo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Aboliamo la RAI

Messaggio Da paolo1951 il Dom 26 Feb - 10:33

Rasputin ha scritto:...
Beh allora non sei nemmeno sicuro di cosa Eraclito volesse dire domanda..
Sicuri si è di nulla... ma forse conosco un pochino meglio non dico Eraclito, ma l'idea filosofica a lui attribuita, che non il pensiero di airava...

paolo1951
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 5278
Età : 65
Località : Ovada (AL)
Occupazione/Hobby : imprenditore/viaggi, storia, filosofia, subacquea, fotografia
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 09.12.08

http://www.benazzo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Aboliamo la RAI

Messaggio Da Paolo il Dom 26 Feb - 11:02

1951, non fare l'errore dei cattolici quando dicono che non bisogna giudicare il cristianesimo dagli errori della Chiesa e dei suoi adepti! Io valuto una ideologia in relazione agli effetti che ne provoca la sua realizzazione. Poi risponderò con calma a Albe, però voglio far presente che se prese in astratto tutte le ideologie possono essere valide, sia il comunismo che al limite il nazismo. Ipotizzare una società di super uomini o dove non vi siano ingiustizie potrebbe anche essere una cosa buona. Ora l'idea nazista è delirante ma se non altro aveva come fine quello di creare un miglioramento. Ritengo che se anche delirante sia più logica che non quella di San Francesco. Se dessimo tutti ascolto a lui saremmo a vivere nelle caverne !! Con questo voglio dire che una ideologia, tanto più quella politica, deve essere valutata nella sua applicabilità, nella possibilità che c'è di poterla estendere alla società in cui viviamo. Io non sono un idealista, anche se ho molti ideali. Ma la correttezza di un ideale si fonda anche sul fatto se esso sia a no attuabile. Oltre l'esempio di San Francesco, pensa se si dovessero applicare le indicazioni del cristianesimo ama il prossimo tuo .... o volgi l'altra guancia ..... e così via. La vita sulla terra scomparirebbe. Ed è per questo che considero questi valori, così come quello anarchico comunisti errati.

Paolo
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 8606
Età : 61
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Aboliamo la RAI

Messaggio Da *Valerio* il Dom 26 Feb - 11:16

Naaa, oggi niente politica e' una bella giornata, magari un altra volta.

Il capitalismo è un'ingiusta ripartizione della ricchezza. Il comunismo è una giusta distribuzione della miseria.
CIT.

C'e' qualcosa di meglio? L'idealista vorrebbe cercarlo.

Ma qui non si stava parlando di anarchia? Perche' imparentarlo con il comunismo?

Porco xxx il capitalismo non e' un partito, eppure saprei con chi prendermela.

Eravamo partiti dalla Rai, scorporare e fare un nuovo 3d con titolo ad hoc?






*Valerio*
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6950
Età : 43
Località : Bologna
Occupazione/Hobby : Pc-barbecue-divano-gnocca
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 15.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Aboliamo la RAI

Messaggio Da loonar il Dom 26 Feb - 11:29

Paolo ha scritto:
alberto ha scritto:
paolo ha scritto:... intendo dire che l'anarchia rimane una utopia, o meglio una bella idea sbagliata, perchè i valori della vita non sono per tutti uguali e non esiste quello che è meglio o quello che è peggio. Si deve vivere uniti ma nella diversità.

ma ciò che descrive non ha NULLA a che vedere con l'anarchismo, che sempre rimanendo molto ma molto in superficie afferma "da ciascuno secondo le sue possibilità, a ciascuno secondo i suoi bisogni", direi un quadro diametralmente opposto a quello descritto da paolo e giudicato, direi a ragione, "sbagliato".

Alberto, è proprio qui che è concettualmente sbagliato. Chi decide quali sono le sue possibilità e i suoi bisogni? Poichè non sono dei valori assoluti, ma relativi ad ognuno di noi, a come siamo, a come viviamo, come voliamo vivere, è del tutto impossibile fissare o comunque pensare che questi valori possano o debbano essere condivisi da tutti. Questo è l'errore su cui si è fondata l'ideologia comunista, con l'aggravante che l'ha voluta imporre con la forza e la violenza. Io ritengo che ognuno di noi abbia il diritto di vivere liberamente come meglio crede sempre nel rispetto degli altri. Ma nel rispetto, non nella sottomissione alla altrui volontà. L'anarchia per poter esistere presuppone che tutti DEVONO condividere le stesse idee e gli stessi valori. Ma chi decide quali sono questi valori? Chi decide come si deve vivere? Cosa che, oltre essere una mera utopia, lo trovo del tutto inaccettabile. Io sono io, e VOGLIO la mia autonomia intellettuale e decisionale sempre nel rispetto degli altri, ma mai condizionato dagli altri. Ribadisco il concetto. L'anarchia è un comunismo utopico e irrealizzabile. Ma nulla di più. E, come già ampiamente verificato dalla realtà e dalla storia, formula perdente e socialmente profondamente ingiusta. Io sono della idea che la società è formata dagli individui ed è fatta per gli individui. E non è l'individuo che deve essere al servizio della società. Ma viceversa.

Continui a fare l'errore di confondere il socialismo reale con l'anarchia. Capita spesso in chi non ha un'idea di cosa sia l'anarchia.
Eppure Alberto te l'ha spiegato abbastanza bene seppur concisamente.
Io ancora più concisamente ti ribadisco il concetto che in una società anarchica nessuno impone a nessun'altro idee o valori.
L'unica idea e valore condiviso è il concetto di libertà, a cui tu stesso ti riferisci, che se non sbaglio recita che la libertà consiste, come è enunciato nella Dichiarazione dei Diritti dell'uomo e del cittadino: «...nel poter fare ciò che non nuoce agli altri ».

loonar
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 17394
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Aboliamo la RAI

Messaggio Da paolo1951 il Dom 26 Feb - 11:50

Paolo ha scritto:1951, non fare l'errore dei cattolici quando dicono che non bisogna giudicare il cristianesimo dagli errori della Chiesa e dei suoi adepti! Io valuto una ideologia in relazione agli effetti che ne provoca la sua realizzazione. Poi risponderò con calma a Albe, però voglio far presente che se prese in astratto tutte le ideologie possono essere valide, sia il comunismo che al limite il nazismo. Ipotizzare una società di super uomini o dove non vi siano ingiustizie potrebbe anche essere una cosa buona. Ora l'idea nazista è delirante ma se non altro aveva come fine quello di creare un miglioramento. Ritengo che se anche delirante sia più logica che non quella di San Francesco. Se dessimo tutti ascolto a lui saremmo a vivere nelle caverne !! Con questo voglio dire che una ideologia, tanto più quella politica, deve essere valutata nella sua applicabilità, nella possibilità che c'è di poterla estendere alla società in cui viviamo. Io non sono un idealista, anche se ho molti ideali. Ma la correttezza di un ideale si fonda anche sul fatto se esso sia a no attuabile. Oltre l'esempio di San Francesco, pensa se si dovessero applicare le indicazioni del cristianesimo ama il prossimo tuo .... o volgi l'altra guancia ..... e così via. La vita sulla terra scomparirebbe. Ed è per questo che considero questi valori, così come quello anarchico comunisti errati.
quoto..
Continuiamo a non capirci, guarda che io quoto parola per parola tutto quanto tu dici... in pratica sono anch'io convinto che la prova "sperimentale" della storia decreti la condanna "scientifica" di tutte le ideologie che definirei "buoniste", a partire dal Cristianesimo, fino appunto ad Anarchismo e Socialismo... solo che volevo aggiungere a questa "evidenza" sperimentale anche un tentativo di ipotizzare il perché o almeno il come questo avviene...
Il mio soprattutto vuole essere un argomento contro l'obiezione che puntualmente ricompare in questo caso: ok è sempre stato così ma in futuro si potrebbe ipotizzare... oppure finora non abbiamo provato il vero socialismo... ecc. ecc.

Io dico invece che queste ideologie hanno già scritto nel loro DNA, sia di essere destinate al fallimento pratico, sia di essere destinate (malgrado gli ipocriti o sinceri principi di amore enunciati) ad evolversi in senso autoritario e violento.

Le BR non erano compagni che sbagliavano... erano "veri" compagni!
La CCAR non ha sbagliato con la Santa Inquisizione, ha fatto solo la "Volontà del Padre che è nei Cieli".

paolo1951
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 5278
Età : 65
Località : Ovada (AL)
Occupazione/Hobby : imprenditore/viaggi, storia, filosofia, subacquea, fotografia
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 09.12.08

http://www.benazzo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Aboliamo la RAI

Messaggio Da paolo1951 il Dom 26 Feb - 12:04

Darrow ha scritto:...
Continui a fare l'errore di confondere il socialismo reale con l'anarchia. Capita spesso in chi non ha un'idea di cosa sia l'anarchia.
Eppure Alberto te l'ha spiegato abbastanza bene seppur concisamente.
Io ancora più concisamente ti ribadisco il concetto che in una società anarchica nessuno impone a nessun'altro idee o valori.
L'unica idea e valore condiviso è il concetto di libertà, a cui tu stesso ti riferisci, che se non sbaglio recita che la libertà consiste, come è enunciato nella Dichiarazione dei Diritti dell'uomo e del cittadino: «...nel poter fare ciò che non nuoce agli altri ».
... prova allora tu a spiegare perché principi tanto nobili abbiamo partorito gli "orrori reali" che tutti ben sappiamo!

paolo1951
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 5278
Età : 65
Località : Ovada (AL)
Occupazione/Hobby : imprenditore/viaggi, storia, filosofia, subacquea, fotografia
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 09.12.08

http://www.benazzo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Aboliamo la RAI

Messaggio Da holubice il Dom 26 Feb - 12:23

*Valerio* ha scritto:Naaa, oggi niente politica e' una bella giornata, magari un altra volta.
Il capitalismo è un'ingiusta ripartizione della ricchezza. Il comunismo è una giusta distribuzione della miseria.
CIT.
C'e' qualcosa di meglio? L'idealista vorrebbe cercarlo.

Nella vita la miglior cosa sono delle buone vie di mezzo. Garantite grazie ad un equilibrio tanto pericoloso, quanto, all'atto pratico, efficace:

Atei Italiani: Come Holubice la pensa sulla faccenda da molto tempo a questa parte.



holubice
-------------
-------------

Numero di messaggi : 6103
Età : 114
Località : 43°91′45″N 12°91′91″E
Occupazione/Hobby : Novello Disoccupato
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 28.07.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Aboliamo la RAI

Messaggio Da delfi68 il Dom 26 Feb - 13:16

paolo1951 ha scritto:
Darrow ha scritto:...
Continui a fare l'errore di confondere il socialismo reale con l'anarchia. Capita spesso in chi non ha un'idea di cosa sia l'anarchia.
Eppure Alberto te l'ha spiegato abbastanza bene seppur concisamente.
Io ancora più concisamente ti ribadisco il concetto che in una società anarchica nessuno impone a nessun'altro idee o valori.
L'unica idea e valore condiviso è il concetto di libertà, a cui tu stesso ti riferisci, che se non sbaglio recita che la libertà consiste, come è enunciato nella Dichiarazione dei Diritti dell'uomo e del cittadino: «...nel poter fare ciò che non nuoce agli altri ».
... prova allora tu a spiegare perché principi tanto nobili abbiamo partorito gli "orrori reali" che tutti ben sappiamo!

Perche' solo pochissimi uomini raggiungono le levature etiche e culturali necessarie a cogliere l'essenza di certi principi, la stragrande maggioranza invece e' ignorante, disonesta e malevola..

Per lo stesso motivo che solo pochissime decine di persone al mondo sanno dialogare con termini equazionari, oppure operare i feriti per puro spirito umanitario, senza veicolare teologie o ricercando grandi e inutili guadagni.

Paolo, il problema non e' nel comunismo ne l'anarchia, il problema sono le bestiacce umane, animalacci usciti ieri l'altro dalla giungla e che si credono esseri superiori solo perche' hanno imparato ad abbigliarsi..

Come speso dico, all'interno della specie il livello evolutivo non e' allineato tra tutti i miliardi membri della specie, ma ci sono delle diversita' evolutive a creare delle quasi speciazioni(cit): sapiens sapiens, e sapiens pacificas. La somiglianza non deve trarre in inganno..gli uomini non sono tutti uguali! ..la maggioranza sono delle emerite merde..

delfi68
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11250
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Aboliamo la RAI

Messaggio Da paolo1951 il Dom 26 Feb - 15:49

delfi68 ha scritto: ...

Perche' solo pochissimi uomini raggiungono le levature etiche e culturali necessarie a cogliere l'essenza di certi principi, la stragrande maggioranza invece e' ignorante, disonesta e malevola..

Per lo stesso motivo che solo pochissime decine di persone al mondo sanno dialogare con termini equazionari, oppure operare i feriti per puro spirito umanitario, senza veicolare teologie o ricercando grandi e inutili guadagni.

Paolo, il problema non e' nel comunismo ne l'anarchia, il problema sono le bestiacce umane, animalacci usciti ieri l'altro dalla giungla e che si credono esseri superiori solo perche' hanno imparato ad abbigliarsi..

Come speso dico, all'interno della specie il livello evolutivo non e' allineato tra tutti i miliardi membri della specie, ma ci sono delle diversita' evolutive a creare delle quasi speciazioni(cit): sapiens sapiens, e sapiens pacificas. La somiglianza non deve trarre in inganno..gli uomini non sono tutti uguali! ..la maggioranza sono delle emerite merde..
Ma allora tu mi vuoi sponsorizzare un sistema che prevede come regola prima, "aurea" che governino, dominino le "emerite merde"

paolo1951
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 5278
Età : 65
Località : Ovada (AL)
Occupazione/Hobby : imprenditore/viaggi, storia, filosofia, subacquea, fotografia
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 09.12.08

http://www.benazzo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Aboliamo la RAI

Messaggio Da loonar il Dom 26 Feb - 16:11

paolo1951 ha scritto:
Darrow ha scritto:...
Continui a fare l'errore di confondere il socialismo reale con l'anarchia. Capita spesso in chi non ha un'idea di cosa sia l'anarchia.
Eppure Alberto te l'ha spiegato abbastanza bene seppur concisamente.
Io ancora più concisamente ti ribadisco il concetto che in una società anarchica nessuno impone a nessun'altro idee o valori.
L'unica idea e valore condiviso è il concetto di libertà, a cui tu stesso ti riferisci, che se non sbaglio recita che la libertà consiste, come è enunciato nella Dichiarazione dei Diritti dell'uomo e del cittadino: «...nel poter fare ciò che non nuoce agli altri ».
... prova allora tu a spiegare perché principi tanto nobili abbiamo partorito gli "orrori reali" che tutti ben sappiamo!
Magari mi dici prima tu dove hai visto gli orrori reali anarchici, poi ti spiego.

loonar
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 17394
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Aboliamo la RAI

Messaggio Da loonar il Dom 26 Feb - 16:15

Paolo ha scritto:1951, non fare l'errore dei cattolici quando dicono che non bisogna giudicare il cristianesimo dagli errori della Chiesa e dei suoi adepti! Io valuto una ideologia in relazione agli effetti che ne provoca la sua realizzazione. Poi risponderò con calma a Albe, però voglio far presente che se prese in astratto tutte le ideologie possono essere valide, sia il comunismo che al limite il nazismo. Ipotizzare una società di super uomini o dove non vi siano ingiustizie potrebbe anche essere una cosa buona. Ora l'idea nazista è delirante ma se non altro aveva come fine quello di creare un miglioramento. Ritengo che se anche delirante sia più logica che non quella di San Francesco. Se dessimo tutti ascolto a lui saremmo a vivere nelle caverne !! Con questo voglio dire che una ideologia, tanto più quella politica, deve essere valutata nella sua applicabilità, nella possibilità che c'è di poterla estendere alla società in cui viviamo. Io non sono un idealista, anche se ho molti ideali. Ma la correttezza di un ideale si fonda anche sul fatto se esso sia a no attuabile. Oltre l'esempio di San Francesco, pensa se si dovessero applicare le indicazioni del cristianesimo ama il prossimo tuo .... o volgi l'altra guancia ..... e così via. La vita sulla terra scomparirebbe. Ed è per questo che considero questi valori, così come quello anarchico comunisti errati.
Visto che noi anarchici ci esponiamo ai vostri sberleffi, venendo tacciati d'ingenuità, quando va bene, sarebbe oneste da parte vostra (controparte) che ci spiegaste la vostra visione del mondo, il vostro ideale di società, così, tanto per fare un paragone.

loonar
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 17394
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Aboliamo la RAI

Messaggio Da delfi68 il Dom 26 Feb - 16:36


Ma allora tu mi vuoi sponsorizzare un sistema che prevede come regola prima, "aurea" che governino, dominino le "emerite merde


Sponsorizzare vuol dire promuovere, invece io constato semplicemente..

Quindi levando la parola Sponsorizzare la mia risposta diventa:

Perbacco..ma mi pare ovvio, alpotere e ai governi accedono agevolmente, piu' agevolmente le merde. Ecco perche' una societa' ideale, senza merde, sarebbe necessariamente senza governo e senza poteri..!!!

delfi68
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11250
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Aboliamo la RAI

Messaggio Da airava il Dom 26 Feb - 16:38

paolo1951 ha scritto:
airava ha scritto:la vita è violenza, nascere e morire sono violenza.
Eraclito?
...se è così concordo!

no no hai beccato la vacca per le palle mgreen
Eraclito non c'entra una beatissima mazza wink..
mi son premurato di controllare con Google, ma dai risultati posso assumermi con sufficiente sicurezza la responsabilità, l'onere e l'onore di quelle parole. ok
certo fa piacere essere paragonato ad Eraclito...... strada ne devo fare ancora tanta ... ma mi sembra un buon inizio fuma

airava
-------------
-------------

Numero di messaggi : 713
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 12.06.11

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 8 di 10 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum