domande sulla materia

Pagina 2 di 12 Precedente  1, 2, 3, ... 10, 11, 12  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: domande sulla materia

Messaggio Da PaperJack il Lun 23 Apr - 17:07

Il sistema GPS che hai nel telefonino o in macchina funziona grazie alla relatività di Einstein.
Senza aggiungere la relatività nei calcoli di triangolazione satellitari, vengono fuori errori di parecchi metri.


Ultima modifica di PaperJack il Lun 23 Apr - 17:10, modificato 2 volte
avatar
PaperJack
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 271
Età : 24
Località : Bulgaria, Sofia
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 08.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: domande sulla materia

Messaggio Da Fux89 il Lun 23 Apr - 17:09

PaperJack ha scritto:Il sistema GPS che hai nel telefonino o in macchina funziona grazie alla relatività di Einstein.

Fux89
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 16173
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 20.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: domande sulla materia

Messaggio Da SauroClaudio il Lun 23 Apr - 17:33

Fux89 ha scritto:
PaperJack ha scritto:Il sistema GPS che hai nel telefonino o in macchina funziona grazie alla relatività di Einstein.
Ne sei proprio sicuro? Non credi che ci sarebbero arrivati lo stesso con un altra teoria?



Sia chiaro che la velocità della luce non è una costante
assoluta, ad esempio la luce viaggia nell'acqua a 225.000 Km/s, perchè bisogna
dividere C con l'indice di rifrazione del mezzo. L'acqua ha un indice di
rifrazione di 1,33 . Se consideriamo che lo spazio ha un indice di rifrazione
che può variare fra 0,0000000001 e 0,0000000003 a seconda del numero di atomi
che sono presenti nel presunto vuoto, ci rendiamo conto che la velocità della
luce può cambiare anche se di poco a seconda dello spazio o vuoto che
consideriamo. Infatti è praticamente impossibile trovare un m^3 di vuoto che
non contenga almeno un atomo. Se poi la luce attraversa una nebulosa in
formazione, può incontrare un indice di rifrazione più alto.
Sulle grandi distanze l'indice di rifrazione si traduce in una perdita di
energia della luce nell'ultravioletto, con un netto spostamento verso il rosso


Lo spazio, anche se
contiene un atomo per M^3 presenta un indice di rifrazione, anche se minimo,
perchè è la densità che esprime l'indice di rifrazione in un mezzo trasparente,
e lei deve considerare che la spazio non è sostanziato da quell'unico atomo, ma
anche da miliardi di neutrini per cm^3, che hanno anche loro un minimo di
massa.
Ad esempio il valore di velocità della luce di 299.792 Km/sec è inesatto perchè
la misurazione è stata fatta nell'aria che ha un indice di rifrazione di 1,001.
Se fosse stata fatta nel vuoto, la velocità sarebbe sicuramente superiore.
Se poi consideriamo il vetro, che ha un indice di rifrazione di 1,4 lei capisce
che la velocità della luce nel vetro scende ulteriormente, ed infatti la
velocità nel vetro scende a 213.669 km/sec.
Se lei ci pensa, se la luce fosse corpuscolare(fotoni) dovrebbe mantenere la
stessa velocità anche quando emerge dalla lastra di vetro, invece no,
misteriosamente riaquista la velocità iniziale.
Questo significa che la velocità della luce, non è una caratteristica della
luce, ma esclusivamente del mezzo attraverso il quale la luce si propaga.
Infatti anche dal vetro emerge come luce, e riaquista immediatamente le
caratteristiche del mezzo.
Lo stesso vale per i suoni: un suono che fosse generato nell'acqua, viaggia in
questa a velocita molto superiore rispetto all'aria, infatti è di circa 1500
m/sec, però come il suono emerge nell'aria si propaga a 334 m/sec; anche qui è
lampante che è il mezzo che conta.
Se ipotizziamo lo spazio completamente vuoto, dobbiamo rinunciare all'idea che
la luce si propaghi come onda: infatti qualsiasi onda ha bisogno di un mezzo
per propagarsi, e la velocità di propagazione sarà consona alle caratteristiche
del mezzo.
Questo dovrebbe farla riflettere, la luce si comporta nell'acqua esattamente al
contrario dei suoni.
Questo cosa significa: quanto più un mezzo è denso tanto meno il suono cede
energia mentre per la luce quanto più il mezzo è denso tanto più la luce cede
energia (sempre considerando dei mezzi che lascino passare la luce)
Ma oltre all'atomo ed ai neutrini, quale potrebbe essere il mezzo che permette
alla luce di propagarsi con quella specifica velocità? Un energia omogenea
presente ovunque nell'universo ma che ha densità infinitesimale, pari allo 0
seguito da venti zeri prima di arrivare all'1.
Ma è quello stesso mezzo che stà alla base della materia.
Infatti solo quando lo spazio si mette in rotazione tale da raggiungere la
velocità di C si genera materia, la cui densità e massa può variare in rapporto
alla velocità di rotazione sul suo asse.
Pertanto ogni corpuscolo atomico o subatomico per esistere deve possedere
queste caratteristiche.
Se supera la velocità di rotazione di C comincia a generarsi la massa, quando
raggiunge la velocità di C^2 la massa è ben consolidata (o meglio raggiunge il
massimo della massa)
Se si dovesse annullare la velocità di rotazione, ritornerebbe semplice spazio,
senza corpuscoli o masse. Poi il discorso delle cariche che una particella
assume è ancora più complesso, perchè dovrei spiegare ne dettaglio l'effetto
MAGNUS, che si genera con la rotazione e con lo spin delle singole particelle.
Queste teorie non le ho elaborate io, ma un fisico che è ha insegnato per molti
anni all’Università di Bologna: Roberto Monti.


http://www.cartesio-episteme.net/trr.html





Ma non vi siete ancora messi in testa che non è mai esistito nessun Big-Bang, ma che l'universo è infinito ed eterno.
avatar
SauroClaudio
-------------
-------------

Numero di messaggi : 380
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 15.04.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: domande sulla materia

Messaggio Da delfi68 il Lun 23 Apr - 17:41

La costante della velocita' della luce e' riferita a uno spazio vuoto..e chi lo nega?

Il punto e' che la luce, pur rallentando in un composto, quando ne esce ritorna alla sua velocita' iniziale d'entrata nel composto..da qui il calcolo di velocita' teorico della luce nel vuoto..
Il calocolo equazionario sulla velocita' della luce nel vuoto assoluto deriva dalle variazioni ponderate e analizzate della sua velocita' all'interno di sistemi con impedenza x o y..

Dov'e' il problema?
avatar
delfi68
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11250
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: domande sulla materia

Messaggio Da delfi68 il Lun 23 Apr - 17:47

Il problema semmai si presenterebbe se la velocita' aumentasse..mi pare che certi esperimenti nel Gel di Bose-einstein trattassero questa ipotesi e da qui si sarebebro dovuti riformulare le teorie sulla veloicita' della luce..ma non ne so molto di piu', se non che ancora, a tutt'oggi la velocita' della luce nel vuoto risponda alle teorie Einsteiniane.
avatar
delfi68
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11250
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: domande sulla materia

Messaggio Da Fux89 il Lun 23 Apr - 17:55

SauroClaudio ha scritto:
Fux89 ha scritto:
PaperJack ha scritto:Il sistema GPS che hai nel telefonino o in macchina funziona grazie alla relatività di Einstein.
Ne sei proprio sicuro? Non credi che ci sarebbero arrivati lo stesso con un altra teoria?
Certo che ne sono sicuro. Il sistema GPS funziona grazie alle correzioni relativistiche apportate alla misura del tempo. Infatti nel sistema di riferimento del ricevitore i satelliti in orbita si muovono con una certa velocità, e questo fa sì che dal punto di vista del ricevitore l'orologio del satellite va avanti più lentamente. Inoltre, siccome il satellite si trova più lontano dalla Terra, il suo tempo scorre più velocemente. Sommando algebricamente le due quantità ottenute (usando le formule della relatività) si ottiene il valore corretto (l'orologio sul satellite, visto da terra, va più veloce di circa 38 microsecondi).
Sia chiaro che la velocità della luce non è una costante
assoluta, ad esempio la luce viaggia nell'acqua a 225.000 Km/s
Ad essere una costante è la velocità della luce nel vuoto. Ed è una costante in qualunque sistema di riferimento.
Ad esempio il valore di velocità della luce di 299.792 Km/sec è inesatto perchè
la misurazione è stata fatta nell'aria che ha un indice di rifrazione di 1,001.
Il valore della velocità della luce è 299.792.458 m/s ed è un valore esatto, dato che il metro è definito a partire da tale valore.
Se ipotizziamo lo spazio completamente vuoto, dobbiamo rinunciare all'idea che la luce si propaghi come onda: infatti qualsiasi onda ha bisogno di un mezzo
per propagarsi,

Falso.

Il resto mi pare troppo delirante per meritare attenzione.
Ma non vi siete ancora messi in testa che non è mai esistito nessun Big-Bang, ma che l'universo è infinito ed eterno.
Mi raccomando, facci sapere quando otterrai il Nobel per la Fisica... Rolling Eyes

Fux89
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 16173
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 20.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: domande sulla materia

Messaggio Da delfi68 il Lun 23 Apr - 18:07

Ma non vi siete ancora messi in testa che non è mai esistito nessun Big-Bang, ma che l'universo è infinito ed eterno.

Read more: http://atei.forumitalian.com/t3860p30-domande-sulla-materia#ixzz1st6zN3VQ

Guarda, ad essere precisi, il big bang non sta a indicare che l'universo e' sorto da li, ma significa che in un dato momento la massa dell'universo era ristretta entro la misura di Plank. Che non significa che ancor prima non esisteva.

Oltretutto ci sono anche dei postulati che prevedono che il big bang sia stata una trasmutazione dell'energia oscura, totalmente entropica, in energia ordinaria e simmetrica, da qui un espansione superluminale per una frazione temporale, che ha creato un differenziale tra espansione e progressione dell'entropia di un sistema chiuso, consentendo quindi un universo momentaneamente non completamente entropico, e senza violare i postulati della termodinamica, descrivendo nel rispetto di cio' la formazione di ordine da uno stato entropico massimo senza l'immissione di energia dall'esterno.
avatar
delfi68
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11250
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: domande sulla materia

Messaggio Da delfi68 il Lun 23 Apr - 18:16

dobbiamo rinunciare all'idea che la luce si propaghi come onda: infatti qualsiasi onda ha bisogno di un mezzo
per propagarsi,

Read more: http://atei.forumitalian.com/t3860p30-domande-sulla-materia#ixzz1st8tmBJm

Un mezzo!!????

Forse volevi dire uno spazio, un sistema..non mi pare che il termine mezzo sia corretto.

La luce e' vincolata alla trama dell'universo, qualsiasi cosa voglia dire "trama"..nel senso che segue delle geodetiche causate dalle forze gravitazionali che piegano questa "trama"
Ma ripeto, calcolando i differenziali di velocita' della luce nei vari sistemi impedenti e tra questi, si arriva a calcolare anche una velocita' della luce nel vuoto. Poi l'impraticabilita' della precisione dovuta ai vari limiti dell'osservatore, "indeterminazione" fa si che non e' possibile misurare con precisione assoluta un bel nulla, ma calcolare non fa i paio con misurare! ..anche se i calcoli alla fin fine ci consegnano, braghe e mutande, alle teorie della meccanica quantistica..e siamo daccapo..
avatar
delfi68
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11250
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: domande sulla materia

Messaggio Da SauroClaudio il Lun 23 Apr - 20:44

delfi68 ha scritto:
Ma non vi siete ancora messi in testa che non è mai esistito nessun Big-Bang, ma che l'universo è infinito ed eterno.

Read more: http://atei.forumitalian.com/t3860p30-domande-sulla-materia#ixzz1st6zN3VQ

Guarda, ad essere precisi, il big bang non sta a indicare che l'universo e' sorto da li, ma significa che in un dato momento la massa dell'universo era ristretta entro la misura di Plank. Che non significa che ancor prima non esisteva.

Oltretutto ci sono anche dei postulati che prevedono che il big bang sia stata una trasmutazione dell'energia oscura, totalmente entropica, in energia ordinaria e simmetrica, da qui un espansione superluminale per una frazione temporale, che ha creato un differenziale tra espansione e progressione dell'entropia di un sistema chiuso, consentendo quindi un universo momentaneamente non completamente entropico, e senza violare i postulati della termodinamica, descrivendo nel rispetto di cio' la formazione di ordine da uno stato entropico massimo senza l'immissione di energia dall'esterno.

delfi68 non sono mai riuscito a digerire 300 miliardi di galassie nello spazio di un neutrone; cosa vuoi farci, è un mio limite. E' un limite forse anche di Alton Arp, uno dei più grandi astrofisici contemporanei. E' un limite forse anche dell'adstrofisico Alberto Bolognesi, che contro il Big Bang ci ha scritto perfino un libro.
Del resto (non da parte tua) ho sentito anche una solenne cavolata: che le onde nel vuoto possono propagarsi tranquillamente, come ne ho sentito altre: che non avremmo il computer se non fosse stata inventata la quantistica.
Io sono convinto che il computer ce l'avremmo lo stesso, per altre vie, con altri parametri di pensiero.
Eppure ho numerosi amici quantistici. Sai qual'è l'ultima inventata: tutta una teoria si basa sul presupposto che un punto contiene un informazione infinita.
Ma perdio P gli ho detto,non puoi dirmi una cosa del genere; se sono sbagliati i presupposti è sbagliata tutta la teoria (ed è un fisico di fama per il quale Wikipedia ha aperto una sua finestra); un punto non contiene un informazione infinita, un punto è solo un informazione, la più semplice delle informazioni. Per cui se togli il mattone portante crolla tutto l'edificio.

Buona Notte
avatar
SauroClaudio
-------------
-------------

Numero di messaggi : 380
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 15.04.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: domande sulla materia

Messaggio Da Rasputin il Lun 23 Apr - 20:58

SauroClaudio ha scritto:
delfi68 non sono mai riuscito a digerire 300 miliardi di galassie nello spazio di un neutrone; cosa vuoi farci, è un mio limite.

Eppure è relativamente semplice, guardaquà:

http://htwins.net/scale2/

scorri a sinistra, non a destra wink..

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49866
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: domande sulla materia

Messaggio Da Fux89 il Lun 23 Apr - 21:12

SauroClaudio ha scritto:E' un limite forse anche di Alton Arp, uno dei più grandi astrofisici contemporanei. E' un limite forse anche dell'adstrofisico Alberto Bolognesi, che contro il Big Bang ci ha scritto perfino un libro.
Ah, beh, se ha scritto perfino un libro deve essere sicuramente vero...
Del resto (non da parte tua) ho sentito anche una solenne cavolata: che le onde nel vuoto possono propagarsi tranquillamente
Infatti le onde elettromagnetiche si propagano nel vuoto senza problemi:

Something interesting about light, and electromagnetic waves in general, is that no medium is required for the wave to travel through. Other waves, such as sound waves, can not travel through a vacuum. An electromagnetic wave is perfectly happy to do that. (Fonte).
Io sono convinto che il computer ce l'avremmo lo stesso, per altre vie, con altri parametri di pensiero.
Mi pare abbastanza inutile un discorso del genere. Magari se avessi una ruota saresti una carriola... Resta il fatto che per comprendere il comportamento dei semiconduttori utilizzati per la costruzioni di transistor è necessaria la meccanica quantistica:

A thorough understanding of quantum mechanics is necessary to engineer solid state devices such as transistors. Transistors are the building blocks of electronics and computers. It is impossible to understanding semiconductors (the building blocks of transistors), or any material for that matter, with classical physics alone (i.e. physics known before the discoveries of quantum mechanics and relativity). (Fonte).

E in ogni caso, la meccanica quantistica è una delle teorie di maggior successo, in termini di riscontri sperimentali, nella storia della scienza.

Fux89
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 16173
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 20.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: domande sulla materia

Messaggio Da alberto il Lun 23 Apr - 21:33

io ne butto lì una:

secondo me mancano al momento le capacità tecniche strumentali e cognitive per spiegare cose come l'origine dell'universo o i mattoncini fondamentali della materia.

mancano gli strumenti per osservare, dobbiamo aspettare che ci sia qualcosa di nuovo. manca una mente astrattiva in grado di interpretare ciò che si vedrà e di porlo in un contesto intellettivamente coerente.

mi insospettisce ad esempio che nel grande e nel piccolo (cioè verso le galassie e verso le stringhe) i nostri limiti siano pressoché uguali (più o meno 10 alla 25); mi puzza di "errore dell'osservatore". ...però tanto di cappello a questo staordinario osservatore che ha saputo vedere così lontano!

un altro dubbio che ho... dai quark alle stringhe ci sono 10 ordini di grandezza di differenza. un po' come tra un uomo e aldebaran. un po' tantino direi... sembra di più un vuoto tra l'osservato (a fatica!) e l'immaginato/calcolato/ipotizzato/postulato.

insomma, è divertente e stimolante fare congetture, ma avere sicumere su di esse mi pare davvero azzardato!

si rischia di diventare "credenti"...

alberto
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 2604
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 26.12.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: domande sulla materia

Messaggio Da delfi68 il Mar 24 Apr - 6:57

Il problema della materia ordinaria e' dato dalla simmetria complessa di cui si dota, e quindi occupa uno spazio piu' grande, molto piu' grande di uno spazio necessario alla stessa materia in stato perfettamente entropico.

Ma il concetto di perfetta entropia non e' arrivabile dal cervello umano se non a costo di grandi sacrifici e una lotta strenua a difesa del rigetto delle concezioni controintuitive.

Oltretutto la massa delle galassie e' assai poca cosa rispetto alla massa totale dell'universo, in cui la materia oscura e' la stragrande maggioranza, un energia teorizzata come completamente entropica e quindi che non conduce ne cede alcuna informazione di se.

Il Big Bang non e' stato un inizio, ma una mutazione! IL fatto che l'universo "sorge" o meglio si espande "sorgendo" in ogni punto di se stesso e verso ogni direzione, dovrebbe gia' aiutare ad intuire che la massa ordinaria emerge da una massa oscura, che evidentemente soggiace e sottoindende ad essa, pur sfuggendoci nel modo piu' totale.

Ma e' tutto assolutamente controituitivo e difficilissimo da visualizzare, ma non in matematica.

Comunque sia, tu non riesci a visualizzare la massa delle galassie in un punto, solo perche' non riesci a tenere presente il collasso di funzione d'onda, ove la massa cessa d'essere tale e si trasforma in energia, e poi che l'energia puo' contenere informazione oppure no se il suo stato diviene totalmente entropica.

Se la primissima mutazione energetica (da entropica ad ordinata) non fosse proceduta un'espansione superluminale, per una frazione di tempo, probabilmente l'energia sarebbe tornata immediatamente entropica, invece quell'attimo ha dato un leggero vantaggio all'espansione sul procedere entropico..Il nostro universo ha potuto organizzarsi. Ma non lo continuera' a fare per molto..


Sui libri e sulle teorie.

I libri non sono sacri, mai. Anche F. Capra, che insegnava in una pseudouniversita' assieme a streghe, sciamani, assuntori di lsd e un paio di buddisti, ha scritto un libro facendosi forte del titolo di "fisico"

Le teorie devono rispettare il principio di minimizzazione potenziale dell'energia, altrimenti detta economia ed eleganza. Perche'? ..perche' la natura procede in quel modo, e quindi se una teoria"costa troppo" e' probabilmente sbagliata e viziata dalla presunzione antropocentrica.

Premesso che l'energia oscura si evince indirettamente, risulta piu' elegante ed economica una teoria che prevede una trasmutazione dell'energia, nel rispetto delle leggi termodinamiche, perfettamente economiche, che prevedere un apporto energetico immenso e inspiegabile dalle'sterno, oppure una violazione dell'economia naturale.

Quindi assumendo che non necessariamente deve esistere solo energia ordinata (ordinaria) ma puo' esistere un'energia entropica ( e l'energia oscura e' un fatto, anche se non noto nei suoi dettagli) viene del tutto naturale, economico ed elegante assumere un big bang come emergere dell'ordine dal caos, e nulla piu'..tutto procede da quell'evento..
avatar
delfi68
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11250
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: domande sulla materia

Messaggio Da SauroClaudio il Mar 24 Apr - 7:06

Fux89 ha scritto:
SauroClaudio ha scritto:
Fux89 ha scritto:
PaperJack ha scritto:Il sistema GPS che hai nel telefonino o in macchina funziona grazie alla relatività di Einstein.
Ne sei proprio sicuro? Non credi che ci sarebbero arrivati lo stesso con un altra teoria?
Certo che ne sono sicuro. Il sistema GPS funziona grazie alle correzioni relativistiche apportate alla misura del tempo. Infatti nel sistema di riferimento del ricevitore i satelliti in orbita si muovono con una certa velocità, e questo fa sì che dal punto di vista del ricevitore l'orologio del satellite va avanti più lentamente. Inoltre, siccome il satellite si trova più lontano dalla Terra, il suo tempo scorre più velocemente. Sommando algebricamente le due quantità ottenute (usando le formule della relatività) si ottiene il valore corretto (l'orologio sul satellite, visto da terra, va più veloce di circa 38 microsecondi).
Sia chiaro che la velocità della luce non è una costante
assoluta, ad esempio la luce viaggia nell'acqua a 225.000 Km/s
Ad essere una costante è la velocità della luce nel vuoto. Ed è una costante in qualunque sistema di riferimento.
Ad esempio il valore di velocità della luce di 299.792 Km/sec è inesatto perchè
la misurazione è stata fatta nell'aria che ha un indice di rifrazione di 1,001.
Il valore della velocità della luce è 299.792.458 m/s ed è un valore esatto, dato che il metro è definito a partire da tale valore.
Se ipotizziamo lo spazio completamente vuoto, dobbiamo rinunciare all'idea che la luce si propaghi come onda: infatti qualsiasi onda ha bisogno di un mezzo
per propagarsi,

Falso.

Il resto mi pare troppo delirante per meritare attenzione.
Ma non vi siete ancora messi in testa che non è mai esistito nessun Big-Bang, ma che l'universo è infinito ed eterno.
Mi raccomando, facci sapere quando otterrai il Nobel per la Fisica... Rolling Eyes

Fux 89 , si da il caso che lo spazio, che tu ritieni vuoto, possa essere
sostanziato da quel quid che io chiamo convenzionalmente etere, ma che
giustifica molto meglio il perche della propagazione delle onde di un
campo elettromagnetico, le quali possono assumere qualsiasi lunghezza
d'onda. Dici che non c'è perchè non lo vedi? L'aria in una stanza
potresti dire che non c'è, se tu non avessi i polmoni.
Del resto è la quantistica stessa che ritiene lo spazio un pieno:









"(non dimentichiamoci che in natura non può esistere alcuno spazio
"vuoto di campo",ossia di energia; tanto è vero che persino il vuoto
quantistico,sia esso il falso o il vero vuoto,è in ogni caso colmo di
particelle virtuali - Feynman docet). Un campo di Informazione dinamica,
va quindi a definire-costituire quella parte della realtà del tutto
imponderabile e inosservabile con strumenti fisici,poichè al di sotto di
quel limite definito dalla lunghezza di Planck"



Ora non si capisce perchè questo "pieno di energia" non possa
vibrare secondo qualsiasi frequenza, e dar ragione dell'esistenza di
quel quid che giustifica la trasmissione delle onde elettromagnetiche.
Ma di questo avviso non è solo il fisico Roberto Monti, ma anche Umberto Bottacci, e moltissimi altri fisici.
Il concetto di un "mezzo" di cui non conosciamo ancora le
caratteristiche, stà riimponendosi nella fisica anche quantistica, solo
che i nostri amici non lo dicono.
avatar
SauroClaudio
-------------
-------------

Numero di messaggi : 380
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 15.04.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: domande sulla materia

Messaggio Da delfi68 il Mar 24 Apr - 7:14

Quell'etere e' l'energia oscura..
avatar
delfi68
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11250
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: domande sulla materia

Messaggio Da delfi68 il Mar 24 Apr - 7:25

Sauro, scusa..ma mi ignori perche' non capisci cio' che scrivo, perche' non ti piacciono le cose che scrivo, perche' non hai argomenti per confutare, oppure perche' ti sto semplicemente sulla minchia?
avatar
delfi68
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11250
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: domande sulla materia

Messaggio Da SauroClaudio il Mar 24 Apr - 7:57

delfi68 ha scritto:Sauro, scusa..ma mi ignori perche' non capisci cio' che scrivo, perche' non ti piacciono le cose che scrivo, perche' non hai argomenti per confutare, oppure perche' ti sto semplicemente sulla minchia?

No, no delfi68, solo perchè non ho avuto tempo di risponderti. Del resto stò scrivendo fra un paziente e l'altro. Appena avrò tempo ti risponderò. Non preoccuparti, non ti ignoro.
avatar
SauroClaudio
-------------
-------------

Numero di messaggi : 380
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 15.04.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: domande sulla materia

Messaggio Da delfi68 il Mar 24 Apr - 8:05

Sei medico?
avatar
delfi68
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11250
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: domande sulla materia

Messaggio Da Rasputin il Mar 24 Apr - 8:11

delfi68 ha scritto:Sei medico?

Sí Delfi, ormai lo sa praticamente tutto il forum Royales

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49866
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: domande sulla materia

Messaggio Da Fux89 il Mar 24 Apr - 8:13

SauroClaudio ha scritto:Fux 89 , si da il caso che lo spazio, che tu ritieni vuoto, possa essere
sostanziato da quel quid che io chiamo convenzionalmente etere,
Il concetto di etere è roba vecchia, non è che l'hai inventato tu, eh... E l'esistenza dell'etere è stata confutata da parecchio tempo...

P.S. Quando si fa copia-incolla, sarebbe corretto riportare la fonte. Cioè, questa: una chilometrica pippa mentale sull'anima...

Fux89
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 16173
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 20.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: domande sulla materia

Messaggio Da Rasputin il Mar 24 Apr - 8:22

Fux89 ha scritto:
P.S. Quando si fa copia-incolla, sarebbe corretto riportare la fonte. Cioè, questa: una chilometrica pippa mentale sull'anima...

Touché Royales

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49866
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: domande sulla materia

Messaggio Da delfi68 il Mar 24 Apr - 8:30

Ma che frettolosi che siete!!!!

Diamogli il tempo di uscire allo scoperto, eccazzo, sparate subito ad alzo zero!


Sí Delfi, ormai lo sa praticamente tutto il forum

Read more: http://atei.forumitalian.com/t3860p40-domande-sulla-materia#ixzz1swdBZrkT
Ehh..sono mica una portinaia come te, io!!!
avatar
delfi68
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11250
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: domande sulla materia

Messaggio Da Rasputin il Mar 24 Apr - 8:53

Beh praticamente quello della portinaia è uno dei miei compiti...comunque aspettiamo di vedere cosa scrive Sauro.

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49866
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: domande sulla materia

Messaggio Da delfi68 il Mar 24 Apr - 10:17

Un lavoro importantissimo...

avatar
delfi68
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11250
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: domande sulla materia

Messaggio Da uoz il Mar 24 Apr - 15:25

sauro ha scritto:delfi68 non sono mai riuscito a digerire 300 miliardi di galassie nello spazio di un neutrone; cosa vuoi farci, è un mio limite. E' un limite forse anche di Alton Arp

Il punto da chiarire secondo me è questo: rifiuti il big bang (così come la quantistica nell'altro thread, i campi di forze senza supporto materiale poco sopra...) per qualche fondato motivo, oppure perchè non ti piace? perchè le "regole" di funzionamento che dovrebbe avere la fisica in campi così lontani dalla nostra percezione non possono essere inquadrate (e intuite) in quelle che sono le regole che conosci e che ti sei formato a questa scala? la mia ipotesi è che si tratti della seconda opzione.
Ad ogni modo quanto scrivi non è corretto, Arp non rifiuta il modello del big bang perchè non riesce a digerire miliardi di galassie in uno spazietto, lui trae le sue conclusioni da misure, osservazioni, che -secondo lui- invaliderebbero i motivi per cui siamo portati a ritenere che la massa fosse tutta concentrata e sia stata sparata da un solo punto. non perchè non gli piace l'idea del big bang.
Pertanto, quali sarebbero le basi su cui puoi dire "dovete convincervi che il big bang non è mai esistito"?
idem per l'etere. che motivazioni porti?
L'abbandono progressivo di idea di etere non è uscita da pippe filosofiche ma da fatti sperimentali, pian piano si è capito che, contrariamente a quello che il "buon senso" suggeriva, sembra proprio che non vi sia. Vi sono teorie che prevedono un supporto diverso, come teorie (funzionanti intendo) che non prevedono un big bang. Però al livello attuale delle conoscenze non sono quelle che sembrano reggere meglio o comunque hanno bisogno dell'introduzione di particolari elementi ad hoc per poter funzionare.
avatar
uoz
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 777
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 07.01.11

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 12 Precedente  1, 2, 3, ... 10, 11, 12  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum