Quando i manzi si suicidano

Pagina 12 di 14 Precedente  1 ... 7 ... 11, 12, 13, 14  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Quando i manzi si suicidano

Messaggio Da Paolo il Mar 4 Set - 17:18

Darrow ha scritto:Paolo, cosa intendi per darsi una mossa in Italia? Tu cosa proponi?
E poi, riusciresti a descrivere un tipo qualsiasi di rapporto economico esistente sulla Terra che non comporti una relazione fra sfruttatori e sfruttati?

Non è semplice dare una risposta a un problema così grosso. Io penso che la soluzione sia quella di riqualificare le nostre strutture e principalmente quella produttiva. Poiché nessuno farà niente, al lato pratico le aziende che si riorganizzano puntando su tecnologie più avanzate avranno un futuro, le altre sono destinate a chiudere. Le lavorazioni più semplici spariranno e avranno futuro aziende di dimensioni più grandi di quelle che oggi abbiamo in Italia.

Per darti una risposta al secondo punto dovresti dirmi cosa intendi per sfruttatori e sfruttati nel mondo del lavoro.

Paolo
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 8606
Età : 61
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quando i manzi si suicidano

Messaggio Da loonar il Mar 4 Set - 17:43

Paolo ha scritto:
Per darti una risposta al secondo punto dovresti dirmi cosa intendi per sfruttatori e sfruttati nel mondo del lavoro.
Non solo il mondo del lavoro, ma in generale, non pensi che ogni rapporto umano sia basato sullo sfruttamento a proprio vantaggio di qualcosa ottenibile da qualcun'altro o qualcos'altro. E solo il grado di "sfruttamento" e di "condivisione" dei vantaggi che cambia.
Si va da sistemi ad alto sfruttamento e bassa condivisione ad altri a basso sfruttamento e alta condivisione. I vari sistemi economici si posizionano sui veri gradi.

loonar
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 17394
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quando i manzi si suicidano

Messaggio Da Akka il Mar 4 Set - 19:35

se vogliamo guardare i fatti reali, bisogna ammettere che in certi paesi lo sviluppo economico è arrivato in ritardo o deve ancora arrivare, questo è a causa di fatti storici, come culture diverse, guerre perse, regimi opprimenti, guerre civili ecc

ora noi sappiamo che la ricchezza di una nazione è data dalla quantità di beni e servizi che produce e che riesce a vendere, quindi volendo essere obiettivi si può dire soltanto che in certe nazioni si sono verificate le condizioni necessarie per lo sviluppo economico come noi lo intendiamo, il che automaticamente genera divario tra i paesi sviluppati e quelli non(parlo sempre economicamente)

quindi nessuno vive sulle spalle di nessun altro!! questa è una favola che raccontano ai bambini!!! se io vado a produrre palloni in pakistan, dico alla gente del luogo, guardate, io offro questa paga per chi lavora per me, quindi nessuno obbliga nessuno, anzi le famigle pakistane sono contente che la nike vada là e gli offra la possibilità di guadagnare qualcosa, altrimenti sarebbero ancora più poveri! è una leggenda che noi ci arricchiamo a scapito loro!!

se i parlamenti degli stati occidentali dicessero che è vietato andare a produrre palloni in pakistan(apparte che sarebbe del tutto insensato) l' effetto sarebbe che i prezzi dei palloni triplicherebbero(poco male) e in pakistan muoiono di fame tanto uguale

quindi tutti sti discorsi moralisti sono favole

Akka
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4118
Età : 116
Località : L' Appennino emiliano
Occupazione/Hobby : Sindacalista/Fioraio
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 07.01.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quando i manzi si suicidano

Messaggio Da loonar il Mar 4 Set - 21:44

Akka ha scritto:se vogliamo guardare i fatti reali, bisogna ammettere che in certi paesi lo sviluppo economico è arrivato in ritardo o deve ancora arrivare, questo è a causa di fatti storici, come culture diverse, guerre perse, regimi opprimenti, guerre civili ecc

ora noi sappiamo che la ricchezza di una nazione è data dalla quantità di beni e servizi che produce e che riesce a vendere, quindi volendo essere obiettivi si può dire soltanto che in certe nazioni si sono verificate le condizioni necessarie per lo sviluppo economico come noi lo intendiamo, il che automaticamente genera divario tra i paesi sviluppati e quelli non(parlo sempre economicamente)

quindi nessuno vive sulle spalle di nessun altro!! questa è una favola che raccontano ai bambini!!! se io vado a produrre palloni in pakistan, dico alla gente del luogo, guardate, io offro questa paga per chi lavora per me, quindi nessuno obbliga nessuno, anzi le famigle pakistane sono contente che la nike vada là e gli offra la possibilità di guadagnare qualcosa, altrimenti sarebbero ancora più poveri! è una leggenda che noi ci arricchiamo a scapito loro!!

se i parlamenti degli stati occidentali dicessero che è vietato andare a produrre palloni in pakistan(apparte che sarebbe del tutto insensato) l' effetto sarebbe che i prezzi dei palloni triplicherebbero(poco male) e in pakistan muoiono di fame tanto uguale

quindi tutti sti discorsi moralisti sono favole

ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah
ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah
ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah
ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah
ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah
ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah
Due ore di risate.

loonar
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 17394
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quando i manzi si suicidano

Messaggio Da delfi68 il Mer 5 Set - 8:51


Il vero problema è la differente cultura che c'è tra noi e loro, ovvero gli orientali. E non è questione di cultura intesa come erudizione e conoscenza. Il fatto è che il loro esistere si fonda su valori diversi dal nostro. E non ha senso dire chi ha ragione o cosa è meglio. Se non si capisce questo non si può nè valutare nè giudicare.

Lo sfruttamento minorile è un fenomeno del tutto marginale nell'economia cinese,

Read more: http://atei.forumitalian.com/t3963p270-quando-i-manzi-si-suicidano#ixzz25aG4vRci


Tradotto:

Il negro è per sua natura un essere inferiore, se pur dotato di particolari eccellenze sotto l'aspetto fisico è un po come un buon cavallo da corda o da traino..sono fatti tutti e tre per lavorare sodo e duro.
Il cinese e anche tutto quell'altro popolino che assomigliano tanto a delle formichine operose, è qui sulla terra come strumento che il buon dio ci ha donato al fine di far girare l'economia planetaria.

I minori..oh, che sciocchezza, loro fano figli come conigli e vivono in bidoville proprio perchè non amano i loro figli come noi amiamo i nostri! ..cucciolotti paffutelli venuti su a omogenizzati!..i nostri sono biondini, carini, cosi intelligenti e sensibili..quelli invece sono macchinette da cucito, venuti su a milioni, mica li amano, mica gli comprano i giocattolini e mica li fanno vivere nelle camerettine che sembrano bomboniere da matrimonio come invece facciamo noi!

E' un'altra cultura, è un altro modo di prendere la vita il loro..mica si può ragionare su chi ha ragione o torto, i loro valori non corrispondono ai nostri..
Ma guardateli, loro amano stare nella monneza a piedi scalzi, mica con le Peg Perego come le nostre bambinelle infiocchettate!

Il loro vivere si fonda su valori diversi dai nostri, loro nascono naturalmente predisposti per fare quella gran vitacccia di mmmerda che fanno, ma a loro piace cosi..

Guardateli come sono felici cosi..








delfi68
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11250
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quando i manzi si suicidano

Messaggio Da delfi68 il Mer 5 Set - 9:05

Akka ha scritto:se vogliamo guardare i fatti reali, bisogna ammettere che in certi paesi lo sviluppo economico è arrivato in ritardo o deve ancora arrivare, questo è a causa di fatti storici, come culture diverse, guerre perse, regimi opprimenti, guerre civili ecc

..........



quindi nessuno vive sulle spalle di nessun altro!! questa è una favola che raccontano ai bambini!!! se io vado a produrre palloni in pakistan, dico alla gente del luogo, guardate, io offro questa paga per chi lavora per me, quindi nessuno obbliga nessuno, anzi le famigle pakistane sono contente che la nike vada là e gli offra la possibilità di guadagnare qualcosa, altrimenti sarebbero ancora più poveri! è una leggenda che noi ci arricchiamo a scapito loro!!



Tradotto:

http://www.idr.unipi.it/iura-communia/qnuzzo3.htm

delfi68
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11250
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quando i manzi si suicidano

Messaggio Da Rasputin il Mer 5 Set - 9:33

delfi68 ha scritto:
Akka ha scritto:se vogliamo guardare i fatti reali, bisogna ammettere che in certi paesi lo sviluppo economico è arrivato in ritardo o deve ancora arrivare, questo è a causa di fatti storici, come culture diverse, guerre perse, regimi opprimenti, guerre civili ecc

..........



quindi nessuno vive sulle spalle di nessun altro!! questa è una favola che raccontano ai bambini!!! se io vado a produrre palloni in pakistan, dico alla gente del luogo, guardate, io offro questa paga per chi lavora per me, quindi nessuno obbliga nessuno, anzi le famigle pakistane sono contente che la nike vada là e gli offra la possibilità di guadagnare qualcosa, altrimenti sarebbero ancora più poveri! è una leggenda che noi ci arricchiamo a scapito loro!!



Non l'avevo visto cwm23

_________________
Mi dissocio espressamente da tutte le dichiatrazioni da me rilasciate a partire da un'ora fa.
Qualunque somiglianza con la realtà è puramente casuale ed involontaria.
La pena di morte andrebbe applicata immediatamente e senza processo a chiunque, anche in tenera età, esprimesse il mero desiderio di diventare giudice o funzionario di qualsiasi categoria.

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49133
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quando i manzi si suicidano

Messaggio Da delfi68 il Mer 5 Set - 9:46

è una leggenda che noi ci arricchiamo a scapito loro!!
Read more: http://atei.forumitalian.com/t3963p280-quando-i-manzi-si-suicidano#ixzz25aUFEpZb
Quindi il signor "Nike" ha la possibilità di produrre in tutto il mondo, solo che in certe parti del mondo gli tocca fornire delle garanzie sociali ai suoi operai (sanità, pensione, diritti) in altre parti del mondo no. Può pagarli un dollaro e calci in culo.

Quindi cosa fa?..produce in pakistan! ..ma lo ha scelto il signor "NIke" di Produrre in pakistan!!! ..la scelta non è dei pakistani, i quali, affamati, preferiscono rosiccchiare un osso che saltare anche la cena, oltre che la pranzo con sassi e brodo..

Ma il signor "nike", non dice: "oh, ragazzi..io vi pago come pagherei un europeo, tanto il mio "margine" ce l'ho.." NO! ..sapendo che quelli sono alla fame, li paga un dollaro al giorno!! Sapendo che non ci sono leggi gli accetta in officina i figli di 9 anni..
Il Signor "nike" non dice: " oh ragazzi (lui parla come Bersani) io i bambini in fabbrica non li ammetto in Olanda, e non li voglio vedere nemmeno qui!! piuttosto pago un assegno familiare al padre, come faccio in Italia!" ..no, se ne fotte..

Per contro la scarpetta NIKE, che se fosse prodotta in europa costerebbe 60 euro, tu la paghi 30. E sei bello contento della tua Nike di Mmerda e sudore..

Il signor "nike" invece di guadagnare 10 euro sulla scarpetta prodotta in europa e venduta a 30, ne guadagna 25 dato che la produce in Pakistan..

Guadagni tu che spendi 30 anzichè 60..guadagna "nike" che ne guadagna 25 anzinchè 10..e i bambini e i loro padri pakistani devono pure dire grazie per il dollaro al giorno e un'infanzia bruciata?

Affanculo, ovvio che credono in Allah, il dio dei prosciutti, e se possono ti ficcano una bomba sull'Airbus 320

delfi68
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11250
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quando i manzi si suicidano

Messaggio Da Elima il Mer 5 Set - 11:41

Rasputin ha scritto:
delfi68 ha scritto:
Akka ha scritto:se vogliamo guardare i fatti reali, bisogna ammettere che in certi paesi lo sviluppo economico è arrivato in ritardo o deve ancora arrivare, questo è a causa di fatti storici, come culture diverse, guerre perse, regimi opprimenti, guerre civili ecc

..........



quindi nessuno vive sulle spalle di nessun altro!! questa è una favola che raccontano ai bambini!!! se io vado a produrre palloni in pakistan, dico alla gente del luogo, guardate, io offro questa paga per chi lavora per me, quindi nessuno obbliga nessuno, anzi le famigle pakistane sono contente che la nike vada là e gli offra la possibilità di guadagnare qualcosa, altrimenti sarebbero ancora più poveri! è una leggenda che noi ci arricchiamo a scapito loro!!



Non l'avevo visto cwm23
OT:
Diversi anni fa frequentavo una vineria (ahimè cambiata di gestione) dove il prezzo del vino era molto basso: si poteva avere un bicchiere decente anche a 1€, un bicchiere d'acqua però costava 5€ che finivano nel salvadanaio di Amnesty o Medici senza frontiere. In oltre c'era una sovrattassa sulle stronzate. Ad applicarla qui ci si farebbero bei soldi....

Elima
-----------
-----------

Femminile Numero di messaggi : 2371
Età : 59
Località : Napoli
Occupazione/Hobby : Impiegata, lettura, vela, subacquea
SCALA DI DAWKINS :
50 / 7050 / 70

Data d'iscrizione : 20.06.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quando i manzi si suicidano

Messaggio Da delfi68 il Mer 5 Set - 16:30

Qulla dell'acqua a 5 euri x Emergency è una stramaledittisma buonissima idea..la proporrò in riunione operativa qui da noi!!!!

delfi68
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11250
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quando i manzi si suicidano

Messaggio Da *Valerio* il Mer 5 Set - 19:43

delfi68 ha scritto:
è una leggenda che noi ci arricchiamo a scapito loro!!
Read more: http://atei.forumitalian.com/t3963p280-quando-i-manzi-si-suicidano#ixzz25aUFEpZb
Quindi il signor "Nike" ha la possibilità di produrre in tutto il mondo, solo che in certe parti del mondo gli tocca fornire delle garanzie sociali ai suoi operai (sanità, pensione, diritti) in altre parti del mondo no. Può pagarli un dollaro e calci in culo.

Quindi cosa fa?..produce in pakistan! ..ma lo ha scelto il signor "NIke" di Produrre in pakistan!!! ..la scelta non è dei pakistani, i quali, affamati, preferiscono rosiccchiare un osso che saltare anche la cena, oltre che la pranzo con sassi e brodo..

Ma il signor "nike", non dice: "oh, ragazzi..io vi pago come pagherei un europeo, tanto il mio "margine" ce l'ho.." NO! ..sapendo che quelli sono alla fame, li paga un dollaro al giorno!! Sapendo che non ci sono leggi gli accetta in officina i figli di 9 anni..
Il Signor "nike" non dice: " oh ragazzi (lui parla come Bersani) io i bambini in fabbrica non li ammetto in Olanda, e non li voglio vedere nemmeno qui!! piuttosto pago un assegno familiare al padre, come faccio in Italia!" ..no, se ne fotte..

Per contro la scarpetta NIKE, che se fosse prodotta in europa costerebbe 60 euro, tu la paghi 30. E sei bello contento della tua Nike di Mmerda e sudore..

Il signor "nike" invece di guadagnare 10 euro sulla scarpetta prodotta in europa e venduta a 30, ne guadagna 25 dato che la produce in Pakistan..

Guadagni tu che spendi 30 anzichè 60..guadagna "nike" che ne guadagna 25 anzinchè 10..e i bambini e i loro padri pakistani devono pure dire grazie per il dollaro al giorno e un'infanzia bruciata?

Affanculo, ovvio che credono in Allah, il dio dei prosciutti, e se possono ti ficcano una bomba sull'Airbus 320

Quoto!

Questi Akka guardano al PIL come indicatore di benessere, si fanno il viaggio che se in qualche anno un paese triplica la qui divinita' sopracitata perche' una nuova classe imprenditoriale sta investendo o la del monte o la nike o salcazzo sono andati la' a produrre, allora sono diventati tutti piu' ricchi e stanno meglio.
Sto cazzo, non e' la regola, spesso si e' solo allargata la forbice tra lo straricco e lo strapovero. Bella forza delocaaaalizaaaare... con le scuse di sopravvivenza dell'azienda, armi e bagagli e via in un luogo dove al posto di uno statuto dei lavoratori ci sono fame e miseria. Ci puo' stare anche questo eh, a livello italiano fare impresa in uno stato come quello in cui viviamo non e' facile, per tanti comunque e' solo una mera giustificazione perche' la logica del massimo profitto e' la via maestra da prendere col vento in poppa e se ne strafotte di tutto e tutti.

Akka ha scritto:quindi nessuno vive sulle spalle di nessun altro!! questa è una favola che raccontano ai bambini!!! se io vado a produrre palloni in pakistan, dico alla gente del luogo, guardate, io offro questa paga per chi lavora per me, quindi nessuno obbliga nessuno, anzi le famigle pakistane sono contente che la nike vada là e gli offra la possibilità di guadagnare qualcosa, altrimenti sarebbero ancora più poveri! è una leggenda che noi ci arricchiamo a scapito loro!!


ahahahahahah
Tu vivi in un mondo fatato.
Come dice Delfi, chissa' come mai scelgono determinati luoghi Royales
Forse non sai che per le conquiste sociali, per lavorare otto ore, per maturare le ferie, per avere un minimo salariale, per poter fare concertazione, per aver diritto ad una paga quando sei malato, per legarlo all'inflazione e tanta altra roba, sono serviti decenni, decenni di scioperi, manganellate e anche morti per far si che le ore della giornata in cui stai al lavoro non fossero sottopagate e sfruttate senza alcun diritto. Non lontano, qui, a casa nostra.
Te l'ha mai detto nessuno che il rapporto tra datore di lavoro e dipendente e' sempre impari anche nel moderno occidente?
In un luogo del terzo mondo o simile dove le regole non ci sono, se non quelle decise da chi ti da' un cazzo a l'ora, secondo te che dignita' puoi avere?
Che bello lavorare in una miniera boliviana a dieci anni!
Akka risponde: Pero' mangi!
Si, pero' crepi a 35 anni con la silicosi e non hai di certo migliorato la tua esistenza.
Ma avrai visto anche tu come e' distribuita la ricchezza, come puo' non scandalizzarti il fatto che se x incassa millemila milioni e ha speso spiccioli per la manodopera e' del tutto normale o quasi? Tu rispondi ancora con un pero' mangi, ma mangi da merda.
Proviamo cosi':
Tu hai cento dipendenti, gli dai un reddito che gli consente di comprarsi un pezzo di pane al giorno, alla fine del mese loro si sono guadagnati 30 pezzi di pane e tu ti metti in tasca che so, 100000 dollari. Mangi aragoste, giri in ferrari, hai la barca, le puttane e tutto quello che ti serve, con quale coscienza te ne vai a dormire?
Non c'e' coscienza e nessuno scrupolo in questo.
Questa e' la coscienza dei farabutti, sfruttatori, schiavisti che dalla notte dei tempi continuano imperterriti a sfruttare la povera gente, anche oggi e su vasta scala.
Altro che leggenda.
Se le spari ancora cosi' grosse ti banno ban10

*Valerio*
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6950
Età : 43
Località : Bologna
Occupazione/Hobby : Pc-barbecue-divano-gnocca
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 15.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quando i manzi si suicidano

Messaggio Da delfi68 il Mer 5 Set - 20:03



Anche e solo per rispetto di quella povera gente che viene sfrutatta fino alla morte..

delfi68
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11250
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quando i manzi si suicidano

Messaggio Da Rasputin il Mer 5 Set - 20:09

mi unisco a delfi

(Che fine ha fatto Paolo)? Royales

_________________
Mi dissocio espressamente da tutte le dichiatrazioni da me rilasciate a partire da un'ora fa.
Qualunque somiglianza con la realtà è puramente casuale ed involontaria.
La pena di morte andrebbe applicata immediatamente e senza processo a chiunque, anche in tenera età, esprimesse il mero desiderio di diventare giudice o funzionario di qualsiasi categoria.

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49133
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quando i manzi si suicidano

Messaggio Da loonar il Mer 5 Set - 21:10

Verde a Valerio, ma mi dissocio dalla "minaccia" di ban (anche se fosse scherzosa).

loonar
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 17394
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quando i manzi si suicidano

Messaggio Da *Valerio* il Mer 5 Set - 21:28

Darrow ha scritto:Verde a Valerio, ma mi dissocio dalla "minaccia" di ban (anche se fosse scherzosa).

Era scherzosissima eh, sembravo cosi' serio? mgreen
Chiaramente stavo scherzando.

*Valerio*
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6950
Età : 43
Località : Bologna
Occupazione/Hobby : Pc-barbecue-divano-gnocca
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 15.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quando i manzi si suicidano

Messaggio Da BestBeast il Mer 5 Set - 22:04

Forse certe uscite di Akka fanno solo parte di un particolare metodo di avvocatura diavolesca di se stesso; provocazioni per scoprire, con l'aiuto degli altri, se ci siano punti deboli nel suo ragionamento, in realtà corretto e consolidato.
O almeno spero.

BestBeast
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 2930
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quando i manzi si suicidano

Messaggio Da Minsky il Gio 6 Set - 11:12

ANSA ha scritto:
Cina: stage forzati alla Foxconn


Per produrre il nuovo smart phone della Apple


PECHINO, 6 SET - Migliaia di studenti cinesi sono stati costretti a ''stage'' malpagati nelle fabbriche della Foxconn, la controversa impresa taiwanese, dopo che le loro facoltà hanno rinviato l'apertura del nuovo semestre.

L'iniziativa sarebbe dovuta alla necessità di aumentare la produzione del nuovo modello dello smart phone della Apple, l'iPhone5, per rispondere alla domanda dei consumatori cinesi.

La vicenda è stata rivelata dagli stessi studenti in dichiarazioni al quotidiano Shanghai Daily.


_________________

Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 13479
Età : 62
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quando i manzi si suicidano

Messaggio Da delfi68 il Sab 22 Set - 17:05

Come strid la richiesta di rstituzione delle quattordicesime del 2009, ch coinvolg 300.000 pensionati, e i furti di milioni di euro da parte dei consiglieri delle varie regioni..

Ma come si fa a dar credito a uno cosi:



Tale e quale..





delfi68
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11250
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quando i manzi si suicidano

Messaggio Da Akka il Sab 22 Set - 18:46

ou er batmano ha dichiarato di avere la coscenza apposto, quindi tutto ok

apparte gli scherzi, adesso è inutile stupirsi di come vengono distribuiti e usati i soldi dei finanziamenti ai partiti, si danno mi pare 300 e passa milioni di euro ogni anno ai partiti, sti soldi poi devono essere distribuiti tra tutti quelli che danno una mano a tener su il sistema, quindi l' unica cosa davvero criminale in questo caso, paradossalmente, è la legge, visto che nel 94(mi pare forse sbaglio) è stato fatto un bel referendum che abrogava i finanziamenti pubblici ai partiti...

Akka
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4118
Età : 116
Località : L' Appennino emiliano
Occupazione/Hobby : Sindacalista/Fioraio
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 07.01.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quando i manzi si suicidano

Messaggio Da loonar il Mar 25 Set - 8:46

Proviamo a immaginare Giorgio Gaber, che sprona il pubblico a ricordare l'epopea risorgimentale, ricordandoci i valori della Repubblica; proviamo altresì a pensare un De André che in persona fa da padrino allo speciale Tv “Quello che non ho” e magari ci decanta pure un elenco. Già che ci siamo, facciamo curare la trasmissione a Pier Paolo Pasolini. Fantascienza pura. Il ruolo dell'intellettuale non è quello di difendere le istituzioni del proprio paese, bensì quello di rovesciarle, seppur in senso metaforico.
Oggi abbiamo innanzitutto una specializzazione dell'intellettuale, che diviene monodimensionale per meglio essere piazzato nella fascia oraria e per il pubblico a lui più affine. Il Travaglio, il Saviano, il Rizzo, si occuperanno per lo più di cronaca giudiziaria, ben lungi dall'approfondire il resto. Quindi l'altro val bene lasciarlo così com'è nella sua superficialità. Per es. ai Travaglio e Saviano val bene la difesa dello stato di Israele derubricando le azioni dei palestinesi come terrorismo. Tale è effettivamente nell'universo concettuale del cronista giudiziario. Per il secondo poi è maggiormente evidente l'appoggio acritico allo stato, in quanto le organizzazioni mafiose vengono viste come un altro eterogeneo che ogni tanto finisce per inquinare l'entità statale, vista come sua prefetta antitesi. Per Rizzo le autonomie regionali non hanno ragion d'essere, la sua è una preparazione meramente fiscalista, con unica finalità ridurre gli sprechi. Per Rizzo le minoranze culturali e linguistiche sono uno spreco. In Tv non passa la specializzazione del singolo intellettuale, che attraverso il mezzo televisivo ci appare come un tuttologo. Tutti esempi di pensatori liberi comodamente usati in difesa del sistema che vorrebbero cambiare.
Esistono casi ancor più gravi di veri e propri “intellettuali organici” privati dell'originale punto di riferimento: il PCI; i quali sono riusciti a farsi adottare dal meno emozionante, ma più sicuro, sistema italiano. Gli Scalfari, i Mauro, i Benigni, eccetera. Scalfari ultimamente non si fa scrupolo di definire la trattativa stato-mafia come qualcosa di giusto; per lui è del tutto fisiologico che accada. Si tratta di una visione più profonda di quella di Saviano in quanto è implicita una interdipendenza tra le due entità. Non di meno, accertare non significa accettare uno stato di cose, altrimenti torniamo alla prima repubblica con le “bustarelle fisiologiche”. L'obiettivo di Scalfari e Mauro è la difesa acritica di Giorgio Napolitano, in quanto istituzione, niente di più ovvio. Solo che il capo dello stato dovrebbe sapersi difendere da solo e se non ci riesce è tempo che se ne torni a casa. Succede in tutte le democrazie, compresi gli USA. Benigni è un caso più contorto e sottile allo stesso tempo. Prendiamo come esempio le lezioni sulla Divina Commedia, dove ogni incontro di piazza è una occasione per ricordarci l'importanza della Chiesa e dell'amor di patria. Ebbene, un'opera letteraria – qualsiasi opera d'arte – dovrebbe trascendere i concetti di nazione o credo religioso. Quando viene usata per educare al rispetto acritico delle istituzioni siamo già fuori dai canoni della cultura ed entriamo nei meandri della propaganda tout cure.
Esempi simili possiamo trovarli solo andando a ritroso fino al ventennio fascista: per es., D'Annunzio, Marinetti, Gentile, e tanti altri, che da un giorno all'altro si trovarono a firmare le leggi razziali; succede quando l'intellettuale come fine smette di avere la cultura in sé e finisce per ergersi in difesa delle istituzioni. Precisiamo che qui non si vuole considerare l'istituzione a prescindere come negativa o addirittura fascista. Essa diviene tale quando non è più in grado di suscitare autorevolezza (si veda per es. Equitalia, il sistema carcerario, i quadri dirigenti dei partiti, ecc.) e invece di essere sostituita da qualcos'altro, trova negli intellettuali – prima che nella violenza – il suo ultimo baluardo.
Assistiamo così a situazioni grottesche; Beppe Grillo e il Movimento 5 Stelle vengono attaccati usando metodi berlusconiani, attraverso la mistificazione e la diffamazione più becera. Questo si deve al fatto che una critica al grillismo è possibile solo nella misura in cui si riconosce come quello che effettivamente è, ovvero come avanguardia di un capitalismo soft. Nell'Italia dei tecnici questo tipo di critica verrebbe bollata come marxista. Così ci si trova a lavorare con quel che capita a tiro.
Ancor più grottesco è il modo in cui è stata accolta la sentenza contro Breivik dagli intellettuali italiani. La Norvegia avrebbe colto la sua sfida condannandolo a 21 anni, chiuso in un albergo. Questo ci dovrebbe insegnare lo scopo delle carceri come strumento di recupero del detenuto. Niente di più retorico e falso; si capitola persino alla distinzione tra l'essere ed il dovrebbe. Con buona pace dei parenti di Stefano Cucchi e Federico Aldrovandi. Prima ancora che qualcuno chiedesse dove tengono reclusi in Norvegia i rapinatori o gli stupratori, se per caso questi fossero alloggiati in alberghi di lusso, è sparito Breivik dai Tg. Anche la strage di Brindisi e la “provvidenziale” scomparsa dei referti della scientifica, e l'intervista al figlio di Provenzano a “Servizio Pubblico” sono assenti; nonostante le attuali polemiche riguardo la trattativa stato-mafia ne suggeriscano un collegamento.
In conclusione è sparita la figura dell'intellettuale, sostituita dallo specialista, il quale delega alla narrazione ufficiale tutto il resto, appoggiandola acriticamente. La cultura perde il suo connotato più importante, quello di antitesi delle istituzioni, non di mero sponsor. Osservatrice superficiale del “fondamentalismo dei mercati”, questa pseudo-cultura fa presto a trasformarsi in propaganda, togliendo a tutta la popolazione la scintilla della ribellione, del cambiamento, senza la quale siamo tutti osservatori passivi e privi di orientamento. L'equivoco di fondo che ha provocato questo si basa sull'assunto errato in base al quale i mercati trarrebbero forza dalla distruzione degli stati, mentre invece ne hanno disperato bisogno. I soldi e le banche esistono solo nella misura in cui esiste uno stato. Anche nel Monopoli possiamo fare quel che ci pare, ma se vogliamo restare nel gioco dobbiamo seguire regole e convenzioni concordate con gli altri giocatori. Regole e convenzioni sono la sostanza degli stati. La loro difesa acritica genera un circolo vizioso che contribuisce ad aumentare ed aggravare le ingiustizie attuali, lungi dal debellarle.
Quoto di brutto.
link

loonar
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 17394
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quando i manzi si suicidano

Messaggio Da loonar il Ven 1 Feb - 15:07

Gli zombie dei film rappresentano la massa imbecille dell'umanità, i consumatori compulsivi che seguono il sistema pubblicitario (infatti in uno dei primi film di Romero, prendono d'assedio un supermercato) come ipnotizzati e si nutrono di cervello perchè è l'unico modo che hanno per acquisire cultura: sbranandola.
Come risolvono il problema zombie nei film? Sparandogli dritto in testa.

Ecco! Penso di essermi spiegato.

loonar
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 17394
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quando i manzi si suicidano

Messaggio Da loonar il Ven 1 Feb - 15:22

Poi se vi va mi fate capire una cosa?
Ma se continuano a chiamare per telefono dai call center per proporre delle chiavate vuol dire che i pesci che abboccano esistono e sono pure tanti, se no ci rimetterebbero a tener su un baraccone con degli sfigati che stanno tutto il tempo a chiamre e proporre dei pacchi.
Quindi vuol dire che c'è gente che prende in considerazione delle offerte via telefono... Mi sa che gli zombie sono più intelligenti.

loonar
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 17394
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quando i manzi si suicidano

Messaggio Da mix il Ven 1 Feb - 15:33

è la crisi

mix
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6583
Località : .
Occupazione/Hobby : .
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quando i manzi si suicidano

Messaggio Da loonar il Ven 1 Feb - 15:40

mix ha scritto:è la crisi
di cosa? della ragione e dell'intelligenza?

loonar
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 17394
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quando i manzi si suicidano

Messaggio Da mix il Ven 1 Feb - 15:55

Darrow ha scritto:
mix ha scritto:è la crisi
di cosa? della ragione e dell'intelligenza?
economica

mix
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6583
Località : .
Occupazione/Hobby : .
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 12 di 14 Precedente  1 ... 7 ... 11, 12, 13, 14  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum