Quando i manzi si suicidano

Pagina 14 di 14 Precedente  1 ... 8 ... 12, 13, 14

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Quando i manzi si suicidano

Messaggio Da Rasputin il Mar 13 Set - 22:01

SETH OTH ha scritto:
Rasputin ha scritto:Argomentano a modo loro ma sempre civilissimamente, che io ricordi mai insultato nessuno, mai sanzionati mai nemmeno reagito ad insulti ricevuti.

Utenti modello, e questo nell'arco di anni.
Ah figurati, mica parlavo delle infrazioni, insulti o roba così. Io posso ripetere tre volte la stessa cosa ed ignorare quello che dici e mica violo il regolamento. Credo. Non l'ho letto, confesso.

Effettivamente questo è a volte un loro denominatore comune ahahahahahah

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)
avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49722
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quando i manzi si suicidano

Messaggio Da holubice il Gio 15 Set - 15:02

Rasputin ha scritto:
Minsky ha scritto:
Non ho idea di quanto possa valere la cannabis, ma con 4000 metri quadri di serra, coltivando le rose, 600.000 € di fatturato l'avrebbero potuto raggiungere e anche superare. Se si vendessero ancora le rose, ben s'intende.

Appunto.

Siamo alle solite, recuperati 5 kg di cocaina pura che sul mercato nero (E quale, se no dionegro) avrebbero avuto un valore di...(Segue esagerazione a 5 o 6 cifre) ecc ecc

Sensazionalismo, si chiama. Perché - per fare un esempio - 1 kg di coca arriva sí a 80.000 euro, ma solo dopo essere stato tagliato 3 o 4 volte fino a farne 1,7kg se va bene, ed essere stato venduto al dettaglio.

Mi spiego?

Sí, sí... Ti sei spiegato.

Ed hai anche spiegato come davvero in realtà ti mantieni...


;;;;-)
avatar
holubice
-------------
-------------

Numero di messaggi : 6182
Età : 115
Località : 43°91′45″N 12°91′91″E
Occupazione/Hobby : Novello Disoccupato
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 28.07.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quando i manzi si suicidano

Messaggio Da holubice il Gio 15 Set - 15:12

Rasputin ha scritto:Argomentano a modo loro ma sempre civilissimamente, che io ricordi mai insultato nessuno, mai sanzionati mai nemmeno reagito ad insulti ricevuti.

Utenti modello, e questo nell'arco di anni.
Paolo1951 ha avuto anche il merito di calamitare tutta la foga dialettica della Jessica, sollevando il nostro Rusp da un'impresa di Sisifo... Sisimo... Sisapo...

O come cappero si chiamava...
avatar
holubice
-------------
-------------

Numero di messaggi : 6182
Età : 115
Località : 43°91′45″N 12°91′91″E
Occupazione/Hobby : Novello Disoccupato
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 28.07.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quando i manzi si suicidano

Messaggio Da Rasputin il Gio 15 Set - 16:55

holubice ha scritto:
Rasputin ha scritto:
Minsky ha scritto:
Non ho idea di quanto possa valere la cannabis, ma con 4000 metri quadri di serra, coltivando le rose, 600.000 € di fatturato l'avrebbero potuto raggiungere e anche superare. Se si vendessero ancora le rose, ben s'intende.

Appunto.

Siamo alle solite, recuperati 5 kg di cocaina pura che sul mercato nero (E quale, se no dionegro) avrebbero avuto un valore di...(Segue esagerazione a 5 o 6 cifre) ecc ecc

Sensazionalismo, si chiama. Perché - per fare un esempio - 1 kg di coca arriva sí a 80.000 euro, ma solo dopo essere stato tagliato 3 o 4 volte fino a farne 1,7kg se va bene, ed essere stato venduto al dettaglio.

Mi spiego?

Sí, sí... Ti sei spiegato.

Ed hai anche spiegato come davvero in realtà ti mantieni...


;;;;-)

Magari...starei meglio, credimi crying

holubice ha scritto:
Rasputin ha scritto:Argomentano a modo loro ma sempre civilissimamente, che io ricordi mai insultato nessuno, mai sanzionati mai nemmeno reagito ad insulti ricevuti.

Utenti modello, e questo nell'arco di anni.
Paolo1951 ha avuto anche il merito di calamitare tutta la foiga dialettica della Jessica, sollevando il nostro Rusp da un'impresa di Sisifo... Sisimo... Sisapo...

O come cappero si chiamava...

Sisifo. Ho anche corretto un'altra piccola imperfezione carneval

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)
avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49722
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quando i manzi si suicidano

Messaggio Da Minsky il Mar 14 Feb - 11:49

Corriere della Sera ha scritto:Udine, la lettera del 30enne suicida:
«La mia generazione è perduta.
Mai un lavoro, vi dico addio»


La lettera in cui un 30enne spiega il suo suicidio. «Sono stufo di fare sforzi senza ottenere risultati. Troppi no. Di no come risposta non si vive, di no si muore...»


di Andrea Pasqualetto

Una lettera d’addio, un lungo, spietato, violento atto d’accusa. Dopo averla scritta, il 31 gennaio scorso Michele è andato a casa della nonna, ha preso una corda e l’ha fatta finita. «Non posso passare la vita a combattere solo per sopravvivere... Di no come risposta non si vive, di no si muore», ha vergato con rabbia e grande delusione per un mondo del lavoro che l’ha rifiutato fino alla fine. «Ho fatto molti tentativi, ho cercato di darmi un senso e uno scopo usando le mie risorse... Sono stufo di fare sforzi senza ottenere risultati, stufo di colloqui di lavoro inutili, stufo di invidiare, stufo di chiedermi cosa si prova a vincere, stufo di fare buon viso a pessima sorte e di essere messo da parte...».

I genitori: «Per lui solo percorsi formativi e tanti no»
Trent’anni, udinese di un paese prealpino di confine, Michele faceva il grafico. Meglio, avrebbe voluto farlo. «Ma nessuno l’ha preso. Per lui sono stati solo percorsi formativi e corsi e poi risposte negative. E una e due e tre...», dice ora il padre al telefono con un groppo in gola. «Non siamo riusciti neppure noi a cogliere la profondità del disagio. Le sue parole sono un grido strozzato, è l’analisi spietata di un sistema che divora i suoi figli migliori». È l’urlo di una generazione perduta, dice. La chiamano generazione Neet, giovani che non studiano e non lavorano e hanno pure smesso di cercare, di credere, di volere. Un popolo di sfiduciati e avviliti.
I genitori hanno chiesto che la lettera del figlio fosse pubblicata integralmente dal Messaggero Veneto. «Perché questo è un allarme rosso, un grave fenomeno sociale, che lui ha voluto denunciare».

Michele e la sua lettera: «Un disastro»
Michele era un figlio di quel Nordest che dopo i fasti del boom ha conosciuto la grande crisi, lasciando sul campo i cocci di centinaia di aziende, di migliaia di disoccupati (in dieci anni sono triplicati), di decine di suicidi. «Da questa realtà non si può pretendere niente - ha scritto nelle ultime, drammatiche pagine - Non si può pretendere un lavoro, non si può pretendere di essere amati, non si possono pretendere riconoscimenti». Dopo aver cercato lavoro per anni, aveva preso a vedere nero il presente e anche il futuro, in modo totale, cosmico. «Un disastro a cui non voglio assistere». Parole cariche di impotenza, rancore e frustrazione.

La richiesta di perdono a mamma e papà
«Lo stato generale delle cose per me è inaccettabile, non intendo più farmene carico...». Chiede perdono a mamma e papà. «Se potete». Un dolore immenso, quello di una madre e di un padre sopravvissuti al figlio. «Io lo so che questa cosa vi sembra una follia ma non lo è. È solo delusione. Mi è passata la voglia: non qui e non ora. Non posso imporre la mia essenza, ma la mia assenza sì».

«Questa generazione si vendica del furto della felicità»
Non è follia, scrive, non è caos. «Dentro di me c’era ordine. Questa generazione si vendica di un furto, il furto della felicità». Il padre lo traduce così: «Sono giovani che hanno vissuto come sconfitta personale quella che per noi è invece la sconfitta di una società moribonda». Suo figlio ne ha fatto un incubo: «Un mondo privo di identità, privo di garanzie, privo di punti di riferimento».
Si scusa con gli amici e dà un titolo alla sua denuncia: «Questa è un’accusa di alto tradimento». L’ultimo schiaffo è per il governo: «Complimenti al ministro Poletti, lui sì che ci valorizza».

8 febbraio 2017 (modifica il 10 febbraio 2017 | 16:05)

http://www.corriere.it/cronache/17_febbraio_08/udine-lettera-30enne-suicida-1f8da898-edc8-11e6-a862-71d7d0cd9644.shtml

_________________
avatar
Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 14231
Età : 62
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quando i manzi si suicidano

Messaggio Da Rasputin il Mar 14 Feb - 12:13


_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)
avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49722
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Quando i manzi si suicidano

Messaggio Da Minsky il Mar 14 Feb - 15:02


_________________
avatar
Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 14231
Età : 62
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 14 di 14 Precedente  1 ... 8 ... 12, 13, 14

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum