La "chiamata di dio"

Pagina 1 di 3 1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

La "chiamata di dio"

Messaggio Da Spica il Gio 5 Apr - 14:09

Apro questo tread per raccontare il percorso che intraprende chi vuole farsi suora. Parlo per esperienza personale: iniziai anni fa il cammino con un direttore spirituale e ci rimasi non tanto tempo, poco più di otto mesi che però sono bastati ad allontanarmi definitivamente dal cristianesimo. Inizio con una premessa per inquadrare meglio la situazione.

Fin da bambina sono stata molto legata a dio: per me era tutto, non un aspetto marginale della vita. Pregavo moltissimo e ogni cosa, paesaggio, albero, sasso, tutto era per me intriso di dio! La parola dubbio non esisteva! Alla fine delle medie lessi molti libri di astronomia. Ci sarebbero cose da dire su questo periodo (i primi dubbi, il vuoto, l’avvicinamento al buddismo, il tornare a credere per disperazione, l’esempio per me di Madre Teresa di Calcutta che pure lei sentiva il vuoto e il nulla).. ma arrivo al dunque. A 22 anni ho iniziato un percorso con maestro spirituale e ma ne ho sentite di tutti i colori: assurdità e superstizioni, ribaltamenti della logica! Ecco: questo è stato il momento più logorroico che mai: autosuggestione, autoconvincimenti che poi crollavano. Poi mi sono letteralmente stufata di cercare dio e non trovarlo, di autoconvinvermi che esistesse e mi sono detta: “dio, ti attenderò per tutta la vita a braccia aperte, ma non aspettarti mai più che sia io a fare la prima mossa”! E così ho capito che era un vero e proprio amico immaginario! Passai per l’agnosticismo, mi sono consolata con qualche visione panteistica, ma alla fine sono approdata all’ateismo.

Solo per iniziare a entrare nel merito del percorso per diventare suora, racconto l’inizio. Quando ho iniziato il prete mi ha fatto compilare una tabella con aspetti positivi e negativi del mio rapporto con dio, con gli altri e col mondo! Ha detto che durante il percorso bisognava smussare e conformare il proprio io a quello di dio. Di conformare la propria volontà alla sua (quale volontà poi mi chiedo ora?). Vi assicuro che, nonostante l’idea di dio mi rendesse felicissima e lo pregassi spesso, quella frase detta così mi non mi è piaciuta affatto. Cos’è un lavaggio del cervello? Fare ciò che dio vuole ok, ma detta così (smussare il proprio io) mi suonava malissimo. E così iniziarono le stupidaggini. Premetto che non sono discorsi teologici ma è tutto un processo psicologico basato sul rapporto con dio. Tutto è basato sulla Costruzione del rapporto personale con dio, sul suo affinamento e l’abbandono completo alla sua presunta volontà, sul cogliere i suoi segni ..............
avatar
Spica
-------------
-------------

Femminile Numero di messaggi : 239
Età : 31
Località : Roma
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: La "chiamata di dio"

Messaggio Da alberto il Gio 5 Apr - 14:18

inatnto verde perché non deve essere facile parlare di questo per te.
quindi se non ho capito male una prima fase consiste nel plasmare la personalità dell'aspirante sugli schemi e i dogmi del credo... lo vedo tutt'altro che illogico!
ti faccio i miei complimenti perché dal mio punto di vista ti sei salvata da un bel baratro.

alberto
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 2604
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 26.12.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: La "chiamata di dio"

Messaggio Da Steerpike il Gio 5 Apr - 15:30

Plagio psicologico plateale. Mi sorprende che facciano compilare un questionario. Indurre a riflettere, seppur minimamente, sulla propria fede non dovrebbe essere controproducente?
avatar
Steerpike
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 2512
Località : ∫ -(∂ℋ/∂p) dt
SCALA DI DAWKINS :
35 / 7035 / 70

Data d'iscrizione : 01.02.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: La "chiamata di dio"

Messaggio Da Rasputin il Gio 5 Apr - 16:03

Steerpike ha scritto:Plagio psicologico plateale. Mi sorprende che facciano compilare un questionario. Indurre a riflettere, seppur minimamente, sulla propria fede non dovrebbe essere controproducente?

Beh almeno in questo caso pare di sí, che il colpo sia proprio uscito dalla culatta mgreen

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 50060
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: La "chiamata di dio"

Messaggio Da Spica il Gio 5 Apr - 18:35

Beh era una tabella che avrei dovuto tenere io... la cosa che mi ha stupito era che non mi ha mai chiesto perché avessi scelto quella strada. A parte il motivo generico di dedicare la vita a dio, pensavo che avrebbe voluto sapere... che "chiamata" avevo avuto. Invece ha iniziato con i suoi insegnamenti e sinceramente non mi stava tanto simpatico perché era molto presuntuoso e parlava spesso puntando il dito...

La cosa incredibile è che io avevo delle domande sul da farsi e altre di vario tipo e le ho poste a questo prete e anche alle suore cui mi ero rivolta, ora che ci penso anche a un prete in confessione. Sono rimasta stupita nel sentire che rispondevano tutti nello stesso identico modo!

Per esempio una volta mi sono posta un problema molto concreto. Volevo aiutare chi in particolare ha avuto problemi come depressione, problemi alimentari, solitudine ecc. Sapevo che di solito chi ha questi problemi ce l’ha con dio o non crede perché per sentire l’amore di Dio bisogna autoconvincersi che esiste (tipo effetto placebo). Temevo quindi che non avrei potuto aiutare bene queste persone, perché vedendomi con l’Abito avrebbero avuto un pregiudizio e quindi non si sarebbero lasciate nemmeno avvicinare. Le avrei meglio aiutate senza abito, perché sarei sembrata più vicina ai loro problemi. L’abito crea la distanza, oltre al fatto che ti accorgi che le persone soffrono vivendo tra loro, condividendo esperienze di vita! Ho posto la domanda a un prete e lui scotendo la testa e ridendo: “Quanto sei sciocca: proprio diventando suora tu sei ancora più vicina a tutte le persone. Tu lo fai per un amore ancora più grande, che non esclude nessuno”. Ma notate che parlavamo di cose diverse? Il prete mi ha presentato un ideale, come salvare l’umanità, ma io pensavo alla singola persona davanti a me, quella persona a cui in concreto non potevo stare vicino a causa della sua diffidenza. Riposi la domanda alla madre superiora e lei “Ma no, cara, dedicandoti a Gesù hai un amore che è rivolto ad ogni persona e sei più vicina ad ognuno di loro”. Cavolo, stessa risposta! Allora le ho spiegato che il problema era molto più concreto e lei: “Ma vedrai che le persone vedendoti serena verranno da te. Anzi chissà, magari anche loro fanno la tua stessa scelta.”. Peccato che chi non crede trova infondata la gioia delle suore! Alla fine le risposte non mi hanno soddisfatta.
avatar
Spica
-------------
-------------

Femminile Numero di messaggi : 239
Età : 31
Località : Roma
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: La "chiamata di dio"

Messaggio Da Tomhet il Gio 5 Apr - 18:57

Mamma mia, una manica di malati di mente, a piede libero...

Tomhet
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 2672
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 30.08.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: La "chiamata di dio"

Messaggio Da EVO il Gio 5 Apr - 19:43

Mai nessuno che si prenda la briga di denunciare questi plagi. wall2
avatar
EVO
-----------
-----------

Numero di messaggi : 902
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 14.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: La "chiamata di dio"

Messaggio Da Sally il Gio 5 Apr - 20:04

Grazie Spica per voler condividere con noi la tua esperienza, innanzitutto.

Sostanzialmente concordo con Tomhet, una manica di malati di mente. Sicuramente dall'interno loro non si percepiscono tali, come il matto che si cre veramente Napoleone, ma visti da fuori sono di una pazzia allucinante. Mi spiace solo che questa gente riesca ad approfittarsi di povere persone in difficolta', che in un momento di down psicologico si lasciano tirare nel vortice della religione. In molti paesi poveri comunque riescon ad avere adepti anche a causa delle condizioni di vita precarie, offrendo loro un posto dove stare e un piatto di minestra. Io metto questi plagiatori sullo stesso piano di tutta quella schiera di maghi e fattucchiere da cui essi stessi si discostano poiche' superiori... cambia solo l'abito, ma la malattia mentale e la cattiva fede sono in comune.

Sally
-------------
-------------

Femminile Numero di messaggi : 4886
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 30.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: La "chiamata di dio"

Messaggio Da EVO il Gio 5 Apr - 20:09

E poi la gente affida i propri figli a questi malati di mente.
avatar
EVO
-----------
-----------

Numero di messaggi : 902
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 14.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: La "chiamata di dio"

Messaggio Da delfi68 il Gio 5 Apr - 20:10

E poi qualcuno dice che la religione non è un'attentato alle genti...

Grazie Spica..
avatar
delfi68
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11250
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: La "chiamata di dio"

Messaggio Da Sally il Gio 5 Apr - 20:37

... esatto. Il problema e' che loro si giocano comunque la carta della "scelta personale", quando di personale non ha proprio niente. L prova di questo e' il fatto che io devo combatte tutti i giorni per non ritrovarmi con una figlia farcita di certe idiozie. Perche' purtroppo questa malattia mentale e' non solo accettata, ma anzi promossa dalla societa'. Quindi anche quella che a noi puo' sembrare una scelta personale non lo e' perche' le persone, fin da piccole, sono martellate da parenti, amici, scuola, istituzioni, che insegnano come la religione sia cosa buona e giusta. Una sorta di allucinazione collettiva di cui e' facilissimo cadere vittime, dove di libero arbitrio ce n'e' ben poco.
Scusate (e scusa Spica se vado un po' OT), ma in questi giorni mi sto rendendo conto sempre piu' di come la religione sia tutt'altro che una questione che si puo' pensare di relegare tranquillamente alla sfera privata... La religione e' il medioevo delle menti, dovrebbe essere proibita in una societa' che vuole avanzare. E' ridicolo che nel 2012 ancora spaccino per verita' certe superstizioni dei beduini del deserto di 2000 anni fa, infarcite di violenza, ingiustizia, diseguaglianza sociale. In una socita' che si possa
definire evoluta si dovrebbe promuovere il pensiero razionale, la diginta' della persona, l'amore per il sapere... Che tristezza tutto questo.


Ultima modifica di Diva il Gio 5 Apr - 20:40, modificato 1 volta

Sally
-------------
-------------

Femminile Numero di messaggi : 4886
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 30.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: La "chiamata di dio"

Messaggio Da Rasputin il Gio 5 Apr - 20:39

quoto..

Ciao Diva...

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 50060
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: La "chiamata di dio"

Messaggio Da delfi68 il Gio 5 Apr - 20:45

Ottime riflessioni..
avatar
delfi68
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11250
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: La "chiamata di dio"

Messaggio Da Spica il Gio 5 Apr - 21:00

Diva ha scritto:... ....... La religione e' il medioevo delle menti....In una socita' che si possa definire evoluta si dovrebbe promuovere il pensiero razionale, la diginta' della persona, l'amore per il sapere... Che tristezza tutto questo.

avatar
Spica
-------------
-------------

Femminile Numero di messaggi : 239
Età : 31
Località : Roma
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: La "chiamata di dio"

Messaggio Da Spica il Gio 5 Apr - 21:18

Sono più matti di quanto immaginate …. Soprattutto quando dicono di riconoscere i segni di dio, ma restando all’inizio…

Ero molto curiosa di conoscere degli esempi di “chiamata” anche prima di iniziare il percorso, ma quando gli ho scoperti mi hanno lasciata un po’ perplessa.
Una suora disse che non era soddisfatta di niente, così ha provato a stare con uno che pure lui voleva farsi prete per vedere se quella relazione la soddisfava. Essendo l’esito dell’esperimento negativo, ha capito che l’unica relazione che la soddisfava era con dio e così divenne suora. Mi chiedo dove sta la chiamata. Il direttore ha detto che lui, invece, quando aveva 13 anni è stato accompagnato a casa da un frate scalabriniano e questi gli aveva chiesto: “Non vuoi aiutare gli immigrati?”. E così il bambino decise di aiutarli, ma nel solo e primo modo che aveva conosciuto (dico io), diventando padre scalabriniano. Un altro prete ha spiegato che a 10 anni era malato all’ospedale e un suora un giorno disse a lui e ai bambini della stanza: “Oggi qualcuno tra voi dedicherà la sua vita a dio”. Il prete, allora bambino, non so come, non lo ha spiegato, sentì di essere lui e decise di farsi prete (beh qui la chiamata ci sta anche). Altra chiamata: Madre Teresa di Calcutta ha deciso di farsi suora dopo aver trovato un bambino abbandonato nel cassonetto. Non che mi aspettassi interventi divini come le visioni di Padre Pio, ma tutti questi esempi mi sembravano più situazioni di insoddisfazione psicologica, di rifugio dal mondo. I preti ribaltano come sempre la situazione: sarebbe dio a chiamare, anche se siamo convinti di essere noi a scegliere dio. Questo perché quel che proviamo per dio, è lui che ce lo ha messo dentro: è dio che ci ha fatto in modo tale che scegliessimo lui. E poi la suora, il prete della confessione, il direttore spirituale continuavano a dire riguardo al farsi suora: “dio ti ha fatto un grande dono. È un privilegio che dio ti concede”. E l'idea di essere privilegiati mi sembrava ingiusto nei confronti degli altri. Ma immagino che a molte (o molti “aspiranti preti”) queste frasi facciano molto effetto.

Ah… Mi ricordo che un prete, quando gli comunicai la mia decisione di farmi suora in confessione, mi disse che Satana è geloso perché avevo scelto dio. Satana invidia dio e quindi mi avrebbe tentato moltissimo per strapparmi da lui. Ti “confesso” (eh eh) che a lungo ho considerato il mio non sentire dio, il mio stesso interesse per la scienza come una tentazione del diavolo e non come indizi dell’inesitenza di dio. I circoli viziosi sono tanti: il dubbio stesso deve portare le persone a pregare dio perché ci ridoni la fede. Anche sui circoli viziosi che i preti alimentano (perché sono loro che guidano le suore, forse mi sbaglio ma mi sembra che non ci siano direttrici spirituali) per tornare a credere ci sarebbe tanto da dire…
avatar
Spica
-------------
-------------

Femminile Numero di messaggi : 239
Età : 31
Località : Roma
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: La "chiamata di dio"

Messaggio Da Fux89 il Gio 5 Apr - 21:35

Grazie Spica per la tua interessante testimonianza.

Fux89
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 16173
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 20.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: La "chiamata di dio"

Messaggio Da alec il Gio 5 Apr - 21:46

da quel che mi pare di capire sostanzialmente ti è andata bene perché hai avuto a che fare con preti goldoni che per fortuna non sono riusciti a sopire del tutto il tuo spirito critico.

ogni tanto anche gli stupidi servono ad altro oltre che a far danni wink..
avatar
alec
-----------
-----------

Numero di messaggi : 1401
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 20.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: La "chiamata di dio"

Messaggio Da Spica il Ven 6 Apr - 7:43

Da una lato è vero perché il mio direttore spirituale fin dal primo giorno mi è sembrato presuntuoso e non ispirando fiducia mi sono trattenuta dal fargli certe domande: quella di cui ho parlato prima, l’aiuto concreto alle persone, non è a lui che l’avevo rivolta. Dall’altro credo che io mi sarei allontanata comunque perché quelli dicono tutte le stesse cose identiche: la madre superiore mi sembra una persona almeno all’apparenza buona, ma ciò non toglie che quando parlava molte volte mi lasciava perplessa.
Invece quando ero alle elementari è stata proprio la coerenza della mia catechista, persona che comunque ammiro ancora ora, che mi ha avvicinato alla religione. Ho avuto alcuni problemi e vedevo nell’ora di religione una speranza. La mia catechista non era come le altre, almeno della stessa parrocchia: le altre facevano fare i riassunti o i disegni delle parabole!La mia invece, dopo averle lette, portava sempre degli esempi concreti o esperienze da lei vissute per spiegarle. E questo la rendeva credibile ai miei occhi. Non avendo avuto un normale rapporto con i miei è da lei che comunque ho preso i miei valori, è lei che mi ha guidato. È l’unica persona che in riferimento al discorso religione mi ha trasmesso comunque cose positive ….
Invece altri preti e suore, anziché essere vicini ai problemi della gente si mettono a fare pippe mentali come queste: il direttore spirituale disse che bisogna cogliere i segni di Dio, perché Dio agisce nel mondo. E ha detto che all’inizio i segni non si vedono, ma con l’allenamento li si distinguono sempre meglio e con più frequenza. Mi disse: “Don Scalabrini aveva capito che dietro l’immigrazione c’era un piano di Dio: far in modo che i popoli si integrassero tra loro”. Ci ero rimasta male: in realtà gli immigrati sono povere persone che scappano dalla guerra e dalla povertà, non per il Finalismo di integrarsi con altri popoli! Ma allora le cattive condizioni che spingono a immigrare sono volute da Dio?? Beh, non c’è da stupirsi dato che Dio nelle scritture sembra più volte essersi servito del male per i suoi scopi: Giuda, il faraone con il cuore indurito proprio da Dio!! Sempre a proposito di segni: nel convento dove sono andata c’è una incisione sul muro in cui si afferma che il convento è protetto dalla Madonna perché durante una sparatoria nella 2° Guerra Mondiale il “vaso di fiori che ancora c’è è rimasto intatto”. Accidenti che c…l…! Mi son cadute le braccia quando lo ho letto: che profondo irrispetto per tutte le persone uccise dalla guerra.

Esperienza dello stesso direttore: un giorno era in un’ora buca (insegnava) e si sentiva molto strano, irritato. Così dovette prendere un po’ d’aria ed andò in una chiesetta vicina la cui porta era sempre chiusa, tranne quel giorno! Appena sedutosi sulle panche un tizio che era dietro gli disse: “Ti stavo aspettando”. Il tizio gli spiegò che aveva detto poco prima “Dio, o mi mandi un prete o faccio fuori tutti (la sua famiglia)”. Aveva anche una pistola con sé. Ecco questo è per lui un segno dell’esistenza di Dio e del fatto che risponde. Oppure mi è successo che c’era una riunione di una associazione cui andavo, proprio nel convento del direttore spirituale e una suora ha detto “Vedi che è Dio che ti guida”. Io, che ormai stavo per emanciparmi, ho detto che era un caso, ma la suora ha replicato che nulla accade per caso. Alla fine nemmeno c’ero andata a quella riunione per motivi di lavoro! Generalizzando, i segni sono le coincidenze a cui uno fa caso: cioè ci comportiamo con Dio come con l’oroscopo. Notiamo solo i casi che avvalorano le nostre tesi.
avatar
Spica
-------------
-------------

Femminile Numero di messaggi : 239
Età : 31
Località : Roma
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: La "chiamata di dio"

Messaggio Da Paolo il Ven 6 Apr - 7:59

alec ha scritto:da quel che mi pare di capire sostanzialmente ti è andata bene perché hai avuto a che fare con preti goldoni che per fortuna non sono riusciti a sopire del tutto il tuo spirito critico.

ogni tanto anche gli stupidi servono ad altro oltre che a far danni wink..

Le è andata bene perchè si è dimostrata una persona intelligente che, nonostante tutti i condizionamenti e le difficoltà, ha saputo usare il suo cervello !!

Brava spica !! ok
avatar
Paolo
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 8694
Età : 62
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: La "chiamata di dio"

Messaggio Da Cosworth117 il Ven 6 Apr - 8:09

Ma brava davvero. Non è per niente facile... Grazie anche da parte mia per la testimonianza.

_________________
There's always a plane B!
avatar
Cosworth117
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 9090
Età : 24
Località : Dove se magna
Occupazione/Hobby : Manager NWO
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 04.09.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: La "chiamata di dio"

Messaggio Da Rasputin il Ven 6 Apr - 8:20

Spica ha scritto:Esperienza dello stesso direttore: un giorno era in un’ora buca (insegnava) e si sentiva molto strano, irritato. Così dovette prendere un po’ d’aria ed andò in una chiesetta vicina la cui porta era sempre chiusa, tranne quel giorno! Appena sedutosi sulle panche un tizio che era dietro gli disse: “Ti stavo aspettando”. Il tizio gli spiegò che aveva detto poco prima “Dio, o mi mandi un prete o faccio fuori tutti (la sua famiglia)”. Aveva anche una pistola con sé. Ecco questo è per lui un segno dell’esistenza di Dio e del fatto che risponde.

Occhio, io questa storia l'ho letta da qualche parte e non mi ricordo dove, dev'essere (L'inizio di) un racconto di un qualche scrittore lookaround

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 50060
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: La "chiamata di dio"

Messaggio Da Spica il Ven 6 Apr - 8:39

è?? Boh lui me l'aveva raccontata come sua esperienza personale. Che poi qualcuno ci abbia scritto un libro? O lui che ha raccontato una mezza verità?
avatar
Spica
-------------
-------------

Femminile Numero di messaggi : 239
Età : 31
Località : Roma
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: La "chiamata di dio"

Messaggio Da Rasputin il Ven 6 Apr - 8:57

Spica ha scritto:è?? Boh lui me l'aveva raccontata come sua esperienza personale. Che poi qualcuno ci abbia scritto un libro? O lui che ha raccontato una mezza verità?

Ho un ricordo nebuloso, ma mi pare si tratti di un racconto. Non mi stupirebbe se il padre l'avesse "Fatto suo", l'abitudine al plagio è una caratteristica tipicamente cattolica wink..

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 50060
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: La "chiamata di dio"

Messaggio Da BestBeast il Ven 6 Apr - 9:51

Pensa a quanto sei solida se neanche quello scalpello è riuscita a smussarti!
Sarebbe interessante vedere il test in questione, immagino che non vada molto in giro..

BestBeast
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 2930
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: La "chiamata di dio"

Messaggio Da Spica il Ven 6 Apr - 10:34

Ah mi viene in mente che quando ho fatto la tabella iniziale, aveva detto che gli aspetti positivi sono doni di dio, tra cui anche la parola! e bisogna chiederci perché dio ci ha dato la parola!
avatar
Spica
-------------
-------------

Femminile Numero di messaggi : 239
Età : 31
Località : Roma
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 3 1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum