E se le cose cominciassero a precipitare?

Pagina 41 di 41 Precedente  1 ... 22 ... 39, 40, 41

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: E se le cose cominciassero a precipitare?

Messaggio Da Lyallii il Sab 30 Mar - 18:21

Non ha senso fare del bene, donare, per avere un riscontro poi domani in cielo, per avere il paradiso. È cmq un investimento per fini propri ed egoistici.

Hai donato si, ma non lo hai fatto per far star meglio un poveraccio, lo hai fatto per cercare di ottenere il posto migliore per la tua anima...

avatar
Lyallii
-------------
-------------

Femminile Numero di messaggi : 4703
Età : 33
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 19.02.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: E se le cose cominciassero a precipitare?

Messaggio Da Fux89 il Sab 30 Mar - 18:23

Lyallii ha scritto:Non ha senso fare del bene, donare, per avere un riscontro poi domani in cielo, per avere il paradiso. È cmq un investimento per fini propri ed egoistici.

Hai donato si, ma non lo hai fatto per far star meglio un poveraccio, lo hai fatto per cercare di ottenere il posto migliore per la tua anima...

Quoto.

Fux89
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 16173
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 20.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: E se le cose cominciassero a precipitare?

Messaggio Da primaverino il Sab 30 Mar - 19:11

Lyallii ha scritto:Non ha senso fare del bene, donare, per avere un riscontro poi domani in cielo, per avere il paradiso. È cmq un investimento per fini propri ed egoistici.

Hai donato si, ma non lo hai fatto per far star meglio un poveraccio, lo hai fatto per cercare di ottenere il posto migliore per la tua anima...


Ergo, se cotanto bieco e opportunista figuro fosse stato ateo, non avrebbe aiutato nessuno.
avatar
primaverino
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4755
Età : 53
Località : variabile
Occupazione/Hobby : sedentario
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 18.10.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: E se le cose cominciassero a precipitare?

Messaggio Da Minsky il Sab 30 Mar - 21:41

holubice ha scritto:@Minsk

Se la mia chiavetta Linux usb live la faccio di tipo 'persistente', finisce che lì dentro mi ritrovo anche un piccoli disco fisso?

Sì, esatto, in realtà viene creato un disco virtuale con accesso in lettura e scrittura (piccolo o grande lo decidi tu, il limite massimo è 4 GB dovuto al file system FAT32), a differenza del "core" che è solo in lettura, e alcuni file e applicazioni vengono memorizzati lì, per cui sono modificabili. In questo modo, varie preferenze e settaggi divengono "persistenti", come dice il nome, ossia non vanno persi quando spegni la macchina. Inoltre puoi installare e aggiornare le applicazioni, e naturalmente salvare dati e file personali di ogni genere. Se sei (come sei) preoccupato della privacy, probabilmente vorrai criptare questo disco, in modo che quando le guardie vaticane ti cattureranno e ti porteranno sotto i ferri dell'inquisizione, gli aguzzini non potranno leggere il contenuto della chiavetta. Ovviamente tu non rivelerai la password, loro ti tortureranno inutilmente nel tentativo di strappartela e spirerai tra atroci sofferenze contento di aver meritato il paradiso grazie al tuo sacrificio.


Holu, amico mio, stai sereno e goditi la vita! E soprattutto mi raccomando, per carità non fare sciocchezze di cui poi ti pentiresti. Pensa ai tuoi figli e cerca di fare in modo che abbiano un buon ricordo di te. Questo ti consolerà in vecchiaia. Credimi.


_________________
avatar
Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 14961
Età : 63
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: E se le cose cominciassero a precipitare?

Messaggio Da Minsky il Sab 30 Mar - 21:48

primaverino ha scritto:
Lyallii ha scritto:Non ha senso fare del bene, donare, per avere un riscontro poi domani in cielo, per avere il paradiso. È cmq un investimento per fini propri ed egoistici.

Hai donato si, ma non lo hai fatto per far star meglio un poveraccio, lo hai fatto per cercare di ottenere il posto migliore per la tua anima...


Ergo, se cotanto bieco e opportunista figuro fosse stato ateo, non avrebbe aiutato nessuno.
Suvvia non siate così severi con Holu, è un buon diavolo!

Per qualsiasi motivo lo faccia, se fa un po' di beneficenza non c'è proprio niente di male.

Anch'io penso che le persone vadano aiutate senza aspettarsi nulla in cambio, e ho sempre agito del tutto senza interesse. Infatti non ho quasi mai avuto niente in cambio, talvolta neppure un grazie. Ma per me va bene così.

Holu è in cammino... la strada che ha preso lui è tortuosa e in saliscendi, ma forse lo condurrà lo stesso alla meta, infine.

_________________
avatar
Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 14961
Età : 63
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: E se le cose cominciassero a precipitare?

Messaggio Da holubice il Mer 5 Lug - 1:11

Ohi,
uno si distrae un attimo, vuoi perché tiene famiglia, vuoi perché se fa un culo come una casa, che gli eventi precipitano davvero...


http://www.repubblica.it/esteri/2017/07/05/news/corea_del_nord_gli_usa_confermano_ha_lanciato_missile_intercontinentale_tillerson_invoca_un_azione_globale_-169991707/



NEW YORK - "Hanno usato un missile intercontinentale": ora l'ammissione arriva dallo stesso Pentagono. A conferma del massimo allarme, ma anche dell'impotenza degli Stati Uniti, di fronte all'ennesima "provocazione" militare della Corea del Nord. Per molte ore i vertici delle forze armate Usa ieri erano stati i più prudenti, perfino reticenti, nel definire l'esatta natura del lancio-test effettuato da Pyongyang. Solo nella tarda serata di Washington, mentre si concludeva la festa nazionale dell'Independence Day, è arrivata la parola chiave. "Intercontinentale", o in sigla Icbm (Inter-continental ballistic missile): significa che l'ultima generazione di missili lanciata dal regime nordcoreano potrebbe raggiungere in teoria la costa Ovest degli Stati Uniti, per lo meno l'Alaska. Gli esperti gli attribuiscono infatti un raggio d'azione fino a 6.700 chilometri (anche se il test si è concluso molto più vicino, a poco più di 900 chilometri dalla base di lancio, finendo nel mare tra la penisola coreana e il Giappone.

E' una svolta, sono costretti a riconoscere i militari americani. In passato la Corea del Nord aveva effettuato test nucleari - illegali - però non aveva i vettori per trasportare così lontano le ogive atomiche. Gli altri missili usati nei test precedenti avevano gittata breve o intermedia: quindi potevano creare devastazioni terrificanti in due paesi alleati dell'America, la Corea del Sud e il Giappone. Solo adesso il pericolo balza ad una dimensione superiore, visto che lo stesso territorio nazionale Usa (o almeno la sua estremità nordoccidentale) è diventato raggiungibile se il dittatore Kim Jong-un volesse provarci. Ma che fare? L'unica reazione concreta è stata una sorta di esercitazione congiunta improvvisata dalle forze armate Usa insieme con quelle della Corea del Sud: lanci di missili anche da parte loro, al largo della penisola. Con un commento minaccioso affidato a un comunicato del Pentagono: "La precisione dei colpi consente alla nostra alleanza di raggiungere un ampio raggio di bersagli". Come a dire: se Kim prova ad attaccarci la reazione sarà terribile e fulminante. Un gesto simbolico e nulla più...."


"

avatar
holubice
-------------
-------------

Numero di messaggi : 6231
Età : 115
Località : 43°91′45″N 12°91′91″E
Occupazione/Hobby : Novello Disoccupato
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 28.07.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: E se le cose cominciassero a precipitare?

Messaggio Da holubice il Mer 5 Lug - 1:15

Dai,
ho poco tempo a disposizione, pensate voi a mandare una e-mail a Ottimo Massimo, al Franco Elusore Alessandrino, alla Jessica, a Sergio, a Max il medico dei due mo di, e a tutti i riservisti che, con poco, o punto, profitto ho pasturato qui dentro fin qui.

Fatelo per sul serio, fatelo per scherzo. Ma fatelo...
avatar
holubice
-------------
-------------

Numero di messaggi : 6231
Età : 115
Località : 43°91′45″N 12°91′91″E
Occupazione/Hobby : Novello Disoccupato
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 28.07.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: E se le cose cominciassero a precipitare?

Messaggio Da holubice il Mer 5 Lug - 1:19

"Quando chi sta in alto parla di pace, la gente comune sa che ci sarà la guerra. Quando chi sta in alto maledice la guerra, le cartoline precetto sono già state compilate."

(Bertold Brecht)



Se non volete dare ascolto a me, date retta almeno a lui...
avatar
holubice
-------------
-------------

Numero di messaggi : 6231
Età : 115
Località : 43°91′45″N 12°91′91″E
Occupazione/Hobby : Novello Disoccupato
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 28.07.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: E se le cose cominciassero a precipitare?

Messaggio Da SETH OTH il Mer 5 Lug - 10:06

Quanto tempo ci rimane?
avatar
SETH OTH
-------------
-------------

Numero di messaggi : 508
Età : 100
Occupazione/Hobby : Divinità.
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 17.06.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: E se le cose cominciassero a precipitare?

Messaggio Da Rasputin il Mer 5 Lug - 10:14

SETH OTH ha scritto:Quanto tempo ci rimane?

Alla tua età, a te non dovrebbe importare molto mgreen

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 50272
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: E se le cose cominciassero a precipitare?

Messaggio Da SETH OTH il Mer 5 Lug - 13:07

Rasputin ha scritto:
SETH OTH ha scritto:Quanto tempo ci rimane?

Alla tua età, a te non dovrebbe importare molto mgreen
pianto2
Chi ha fatto la spia?
avatar
SETH OTH
-------------
-------------

Numero di messaggi : 508
Età : 100
Occupazione/Hobby : Divinità.
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 17.06.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: E se le cose cominciassero a precipitare?

Messaggio Da SETH OTH il Mer 5 Lug - 13:13

Orcammerda! Mi ero perso le prime 100 pagine di questa breve discussione!!!! ahahahahahah 



2011??? Ma chedddavero???


Ma allora non devo preoccuparmi no.
avatar
SETH OTH
-------------
-------------

Numero di messaggi : 508
Età : 100
Occupazione/Hobby : Divinità.
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 17.06.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: E se le cose cominciassero a precipitare?

Messaggio Da Rasputin il Mer 5 Lug - 19:17

SETH OTH ha scritto:
Rasputin ha scritto:
SETH OTH ha scritto:Quanto tempo ci rimane?

Alla tua età, a te non dovrebbe importare molto mgreen
pianto2
Chi ha fatto la spia?

Ehm, tu stesso...dai un'occhiata sotto il tuo avatar wink..

Eh sí, il thread è uno di quelli storici davvero

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 50272
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: E se le cose cominciassero a precipitare?

Messaggio Da Minsky Ieri alle 18:31

MOVISOL ha scritto:Solo i ciechi non vedono il crac in arrivo

mercoledì 02 agosto 2017 09:44

Il secondo grande crac finanziario è in arrivo e le banche centrali assistono impotenti, accapigliandosi sulla scelta tra l’anticiparlo con una manovra sui tassi o il cercare di ritardarlo continuando la politica espansiva, anche se questo significa aumentare ulteriormente la bolla del debito. Così si è vista una Janet Yellen alzare i tassi e annunciare “non più crisi finanziarie in our time”, per poi parzialmente rimangiarsi quella frase dopo il fuoco di sbarramento da oltreoceano. Draghi invece fa sapere dal bunker che la BCE farà QE a oltranza, anche se i russi sono ormai alle porte di Berlino.

I russi della metafora sono il moltiplicarsi dei segni che le varie bolle del debito alimentate dal QE stanno ormai franando, tanto che gli stessi regolatori cominciano timidamente a lanciare l’allarme.

Il primo autorevole avvertimento è giunto da Alex Brazier, direttore per la Stabilità Finanziaria e il Rischio della Banca d’Inghilterra, che in un discorso a Liverpool il 24 luglio ha parlato, seppur in termini cauti, del rischio di un nuovo crac in arrivo. Tradotte dal “banchese”, le sue parole hanno gettato l’allarme in molte testate britanniche. I crediti al consumo sono cresciuti molto rapidamente nel Regno Unito, di sei volte rispetto al reddito, ha sottolineato Brazier. Specialmente i finanziamenti per l’auto, i “Personal Contract Purchase” (PCP), sono fonte di preoccupazione. Quasi quattro auto su cinque sono finanziate con questi PCP, che rimandano di quattro anni la maxirata finale. “Le banche coinvolte e gli azionisti delle case automobilistiche farebbero bene a ponderare attentamente i rischi”, ha ammonito Brazier.

Il secondo avvertimento è stato lanciato da Isabel Schnabel, uno dei “Cinque Saggi” del Consiglio Economico del Governo tedesco, che ha ammonito che un rialzo dei tassi d’interesse farebbe saltare il castello dei derivati finanziari. “Un improvviso rialzo potrebbe minacciare d’insolvenza le banche” che hanno accumulato parecchi derivati sui tassi, ha affermato in un articolo del Frankfurter Allgemeine Zeitung il 27 luglio.

Altri segni di bolle in procinto di scoppiare sono l’aumento delle imprese “zombie” in Europa e la crescita delle insolvenze nel settore dei corporate bond negli Stati Uniti d’America, con particolare riguardo al settore immobiliare. Le imprese “zombie” sono quelle i cui ricavi non bastano a pagare gli interessi sui debiti contratti. Per questo esiste un parametro, chiamato tasso di copertura degli interessi (interest coverage ratio) che è il rapporto tra gli utili e il pagamento degli interessi. Una ricerca di Merrill Lynch, pubblicata il 25 luglio dal Financial Times, mostra che la quota di imprese con un ICR “all’un per cento o al disotto”, è oggi salito al 9%. Questo sviluppo “procura notti insonni a Mario Draghi”, ha chiosato il FT.

Il debito delle imprese americane, molto più che in Europa, è espresso in obbligazioni e ammonta a quattordicimila miliardi di dollari, di cui undici sono rappresentati dal solo comparto immobiliare (Corporate Real Estate), includendo anche le cartolarizzazioni. Il tasso di insolvenza di quest’ultime, secondo Moody’s, era del 4,6% nel settembre 2016, ed è salito al 5,6% nel giugno 2017. Il tasso d’insolvenza dell’intera bolla dei corporate bond è al 2,6%; una quota che può sembrare bassa, ma è il triplo del 2015.

Si può guardare al crac in arrivo con responsabilità, come fa questa newsletter, sollecitando con ancor più urgenza la separazione bancaria e il ripristino delle protezioni sui risparmi e i conti delle imprese, oppure, come fanno i corresponsabili del disastro, anticipare un nuovo impoverimento della popolazione. Così fa Jacques Attali (nella foto), mentore di Emmanuel Macron ed eminenza grigia del socialismo finanziario transalpino, filo-britannico e filo-eurista, il quale, nella sua rubrica su L’Express del 26 luglio, descrive il sistema in bancarotta e prende atto che “prima o poi, le banche centrali cesseranno di comportarsi come Madoff legalizzati e ridurranno il flusso di denaro gratuito che stanno dando alle banche. Questo farà salire i tassi e gli Stati e le imprese finiranno in bancarotta. Tornerà la crisi, e con essa la disoccupazione e la riduzione del potere d’acquisto”.

I dispositivi per depredare i popoli europei sono già parzialmente stati instaurati dall’Unione Europea. Sospendiamoli finché siamo in tempo.

http://movisol.org/solo-i-ciechi-non-vedono-il-crac-in-arrivo/

_________________
avatar
Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 14961
Età : 63
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 41 di 41 Precedente  1 ... 22 ... 39, 40, 41

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum