Popolazione mondiale

Pagina 4 di 4 Precedente  1, 2, 3, 4

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Popolazione mondiale

Messaggio Da Minsky il Gio 5 Set - 15:22

primaverino ha scritto:
Minsky ha scritto:
[...]
1) L'argomento è vastissimo e ha implicazioni di infinite sfaccettature. Come ho già detto a Primaverino in MP, ritengo che trattarlo in modo serio sia al tempo stesso un impegno tanto ciclopico quanto vano, visto che, se anche noi qui sul forum "Atei Italiani" giungessimo a conclusioni solide e inoppugnabili sul modo corretto di risolvere i problemi del mondo, e potessimo far giungere le nostre riflessioni alle più alte cariche istituzionali di tutti i governi del mondo, non servirebbe a niente:
[...]
2) Primaverino dice che il suo contributo per "stringersi un po'" sarà quello di non lasciare la TV e il PC in "stand-by". Lodevole, ma abbastanza insignificante, purtroppo. Diciamo che l'energia risparmiata con un mese di non-standby degli elettrodomestici di casa equivale ad un litro di benzina. Vedete un po'...
1) Grazie al cazzo... Se stiamo a valutare le conseguenze pratiche delle nostre chiacchierate allora si fa prima a chiudere il forum.
2) Un litro di benza al mese per mezzo miliardo di case fa 6 miliardi di litri di benza risparmiati all'anno... E limitandoci al risparmio sullo "stand-by" (che di per sé, come giustamente fai notare, è irrilevante non influendo in alcun modo sulla restante "comodità/qualità" della vita).
Non sto auspicando il ritorno al calesse a cavallo, semplicemente mi chiedevo se l'abnorme consumo di energia che serve ad alimentare la cosiddetta civiltà, non possa contrarsi, ovvero limitando gli sprechi.
Tutto qui.
1) No, ci sono chiacchierate e chiacchierate. Su alcuni argomenti una minima pretesa (o meglio illusione?) di far ragionare le persone ci può stare.
2) Mezzo miliardo di case? Dove? Hai contato anche le stamberghe delle baraccopoli e le capanne di fango? Quelli che vivono là non hanno il dilemma dello stand-by, penso.
Consumo mondiale di energia: siamo sui 500 EJ/anno. Un litro di benzina = 32 MJ.
Anche prendendo per buona la tua stima (6 miliardi di litri), sarebbe lo 0,038% del totale. Ossia, quanto basta per "fare posto" ai nuovi nati in due settimane, al ritmo di crescita attuale. Risolve qualcosa?

_________________
avatar
Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 15015
Età : 63
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Popolazione mondiale

Messaggio Da primaverino il Gio 5 Set - 15:59

Minsky ha scritto:
1) No, ci sono chiacchierate e chiacchierate. Su alcuni argomenti una minima pretesa (o meglio illusione?) di far ragionare le persone ci può stare.
2) Mezzo miliardo di case? Dove? Hai contato anche le stamberghe delle baraccopoli e le capanne di fango? Quelli che vivono là non hanno il dilemma dello stand-by, penso.
Consumo mondiale di energia: siamo sui 500 EJ/anno. Un litro di benzina = 32 MJ.
Anche prendendo per buona la tua stima (6 miliardi di litri), sarebbe lo 0,038% del totale. Ossia, quanto basta per "fare posto" ai nuovi nati in due settimane, al ritmo di crescita attuale. Risolve qualcosa?
1) ok.
2) Ma no, l'ho buttata li (senza pretese di esaustività) calcolando 500 mln di europei, 300 e rotti di USA, metà dei messicani e metà dei sudamericani, ho poi aggiunto i cinesi "evoluti" (uno su dieci) gli australiani e le poche città di altri lidi (tipo Hong-Kong) che sicuramente sprecano un fottio di energia elettrica e per di più mi limitavo agli apparecchi lasciati h24 in stand-by. Lo spreco è molto maggiore solo mettendoci i climatizzatori "a manetta" in mezzo mondo. E come dici giustamente anche tu, ci sono i sauditi che in quanto a spreco non son secondi a nessuno (forse).
In 28 milioni consumano tanta energia quanta ne basterebbe ad un miliardo di africani, cazzo!
Non volevo dire che basta spegnere il computer per risolvere il problema energetico, semplicemente mi chiedevo se riducendo gli sprechi (tutti) si potrebbe addivenire, contestualmente ad una politica di controllo demografico, alla risoluzione del problema (e col tempo che ci vuole).
Appare chiaro anche ad un cretino qual sono che ciò non giustifichi una crescita esponenziale della popolazione umana, semplicemente mi chiedevo in qual modo porre un rimedio, ammesso che sia possibile.
Sto ragionando, cazzo, pensavo volessimo farlo insieme. Sennò lasciamo perdere e buonanotte al secchio.
avatar
primaverino
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4755
Età : 53
Località : variabile
Occupazione/Hobby : sedentario
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 18.10.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Popolazione mondiale

Messaggio Da loonar il Gio 5 Set - 16:09

Allora, riducendo i consumi non si risolve il problema della crescita demografica, sono due problemi collegati ma non consequenziali.
La crescita demografica la si risolve distribuendo la ricchezza in un'ampio strato sociale (quello più numeroso) delle varie nazioni.
Grazie a questa è poi possibile aumentare l'istruzione (non funziona immettendo nel sistema prima l'istruzione poi la ricchezza) e con l'istruzione oltre ad un ritorno di ricchezza si ha una diminuzione della crescita fino ad arrivare alla crescita zero (che è il nostro obiettivo).

Per la ricchezza da distribuire però c'è bisogno di energia, tanta e a buon mercato!

Inoltre tutto ciò funziona principalmente con il sistema capitalistico, perchè è l'unico che ha funzionato, ma c'è da dire che di altri sistemi sperimentati c'è stato solo quello socialista, per cui non è detto che se qualcuno si faccia avanti con un nuovo sistema diverso da questi due non lo si debba prendere in considerazione, anzi! Avrebbe l'indubbio vantaggio di partire da condizioni non svantaggiate dal fatto di essere un sistema fallimentare come quelli comunisti (anche se sono certo che i fan del capitalismo insorgerebbero contro qualsiasi cosa che sia diversa dal capitalismo chiamandola COMUNISTA a prescindere. Un po' come fanno P51 e Paolo con me!)

Grossa pecca del capitalismo:applicandolo non si può creare un sistema in cui tutti stiano bene, perchè è basato sullo sfruttamento di qualcuno a vantaggio di altri!

loonar
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 17394
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Popolazione mondiale

Messaggio Da Minsky il Gio 5 Set - 16:19

primaverino ha scritto:1) ok.
2) Ma no, l'ho buttata li (senza pretese di esaustività) calcolando 500 mln di europei, 300 e rotti di USA, metà dei messicani e metà dei sudamericani, ho poi aggiunto i cinesi "evoluti" (uno su dieci) gli australiani e le poche città di altri lidi (tipo Hong-Kong) che sicuramente sprecano un fottio di energia elettrica e per di più mi limitavo agli apparecchi lasciati h24 in stand-by. Lo spreco è molto maggiore solo mettendoci i climatizzatori "a manetta" in mezzo mondo. E come dici giustamente anche tu, ci sono i sauditi che in quanto a spreco non son secondi a nessuno (forse).
In 28 milioni consumano tanta energia quanta ne basterebbe ad un miliardo di africani, cazzo!
Non volevo dire che basta spegnere il computer per risolvere il problema energetico, semplicemente mi chiedevo se riducendo gli sprechi (tutti) si potrebbe addivenire, contestualmente ad una politica di controllo demografico, alla risoluzione del problema (e col tempo che ci vuole).
Appare chiaro anche ad un cretino qual sono che ciò non giustifichi una crescita esponenziale della popolazione umana, semplicemente mi chiedevo in qual modo porre un rimedio, ammesso che sia possibile.
Sto ragionando, cazzo, pensavo volessimo farlo insieme. Sennò lasciamo perdere e buonanotte al secchio.
Ecco, ma certo che si ragione insieme, non ti inquietare. Anche se son discorsi vani, ragioniamo. Allora: il "sistema", in una certa misura, tende a regolarsi. Diminuisce la disponibilità delle risorse, aumentano i costi, e quindi la gente si impoverisce. Lo sappiamo, no? Lo stiamo sperimentando. Quindi si cerca di consumare di meno. Guarda: rinunciare ad una vacanza all'estero (il viaggio aereo è la "voce" di consumo più rilevante) comporta già un bel risparmio. Un medio apparecchio di linea consuma sui 3000 litri/ora. Per un volo da Malpensa al Mar Rosso (andata e ritorno) ci vogliono 24000 litri, se l'aereo trasporta 200 passeggeri sono 120 litri a testa: poniamo che siate tu e signora, è come 20 anni di stand-by risparmiato, non c'è male. È chiaro che però così gli alberghi restano vuoti, gli albergatori licenziano il personale, le compagnie aeree lasciano gli apparecchi a terra, licenziano piloti e hostess, poi la gente senza lavoro consuma ancora di meno... è questa la soluzione?

_________________
avatar
Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 15015
Età : 63
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Popolazione mondiale

Messaggio Da Mandalay il Gio 5 Set - 16:24

Non so se possa essere interessante per la discussione ma vorrei che deste un'occhiata a questi link


http://life.wired.it/news/natura/2013/01/15/la-crescita-della-popolazione-mondiale-frena.html





http://www.indexmundi.com/it/





cosa ne pensate?
avatar
Mandalay
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 486
Età : 56
Località : Bologna
Occupazione/Hobby : tentare di capire
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 10.07.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Popolazione mondiale

Messaggio Da loonar il Gio 5 Set - 16:32

primo articolo: se la popolazione decresce (e quindi aumentano gli anziani) chi paga le pensioni? Ci sarebbe d rivedere il sistema, con diminuzione del monte ore lavorativo (tramite impiego massiccio della robotica in qualsiasi campo sia possibile impiegarla), ricchezza non più basata sullo sfruttamento intensivo e sulla produzione, ma sui bisogni reali.
In pratica rivedere i dogmi del capitalismo.

loonar
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 17394
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Popolazione mondiale

Messaggio Da Minsky il Ven 6 Set - 13:36

Mandalay ha scritto:Non so se possa essere interessante per la discussione ma vorrei che deste un'occhiata a questi link


http://life.wired.it/news/natura/2013/01/15/la-crescita-della-popolazione-mondiale-frena.html





http://www.indexmundi.com/it/





cosa ne pensate?
Potrebbe essere troppo tardi.

_________________
avatar
Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 15015
Età : 63
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Popolazione mondiale

Messaggio Da Minsky il Ven 6 Set - 13:38

loonar ha scritto:primo articolo: se la popolazione decresce (e quindi aumentano gli anziani) chi paga le pensioni? Ci sarebbe d rivedere il sistema, con diminuzione del monte ore lavorativo (tramite impiego massiccio della robotica in qualsiasi campo sia possibile impiegarla), ricchezza non più basata sullo sfruttamento intensivo e sulla produzione, ma sui bisogni reali.
In pratica rivedere i dogmi del capitalismo.
E direi che questa, nella sua estrema sintesi, è la risposta. Un nuovo paradigma tutto da inventare, una nuova società da fondare... come ci arriveremo, se mai ci arriveremo?

_________________
avatar
Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 15015
Età : 63
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 4 di 4 Precedente  1, 2, 3, 4

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum