Treni e fermodellismo

Pagina 3 di 11 Precedente  1, 2, 3, 4 ... 9, 10, 11  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Treni e fermodellismo

Messaggio Da silvio il Dom 30 Set - 18:02

Quando stavo in USA vicino casa mia vedevo passare dei convogli merci che sembravano non finire mai, con più di un locomotore, una cosa pazzesca.
avatar
silvio
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4411
Età : 56
Località : roma
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.11.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Treni e fermodellismo

Messaggio Da Rasputin il Dom 30 Set - 18:58

[quote="ocelot"]
Rasputin ha scritto:
Riguardo ai presunti 300 km/h del frecciarossa parla con l'autore del video

No parlo con te che l'hai inserito parlando con me mgreen

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49896
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Treni e fermodellismo

Messaggio Da The Pilot il Dom 30 Set - 19:02

silvio ha scritto:Quando stavo in USA vicino casa mia vedevo passare dei convogli merci che sembravano non finire mai, con più di un locomotore, una cosa pazzesca.
Se vuoi rivederne, c'è una webcam "in reale" sull'ingresso allo scalo di Roanoke (Virginia).
http://128.173.197.94/railcamax.htm
Lo scalo si trova verso destra, che sarebbe direzione ovest.
Ricordati che si è sfasati di 6 ore. Alle 20 e 30 (14.30 locali) circa, anche la domenica, passa un treno di tramogge vuote di ritorno probabilmente da Norfolk. Stando alzati si riesce anche a vedere quello che va pieno nel verso opposto con carbone della West Virginia.
Ogni tanto, ma non è sistematico, alcuni treni di merci diverse in direzione est hanno la spinta in coda, come ai tempi del vapore: oggi, se lo fanno, mettono di solito tre davanti, una dietro. In questo caso le locomotive sono GE perchè solo quella casa fornisce in opzione anche il comando multiplo radio, la EMD no. Per favorire il ritorno, la macchina di spinta viaggia "a cabina indietro".
avatar
The Pilot
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 901
SCALA DI DAWKINS :
50 / 7050 / 70

Data d'iscrizione : 17.07.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Treni e fermodellismo

Messaggio Da Rasputin il Dom 30 Set - 19:08

The Pilot ha scritto:
Da quanto ho capito (ma forse Rasp può dire qualcosa di più), lo usano nei servizi fra Germania e Danimarca e Germania e Polonia, quantunque vi siano video del medesimo anche in Olanda. Probabilmente li usano anche in servizio interno se ci sono da percorrere tratte prive di elettrificazione.

Infatti si tratta di motrici ibride

http://de.wikipedia.org/wiki/DB-Baureihe_605

domani indago ulteriormente, grazie per lo spunto!

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49896
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Treni e fermodellismo

Messaggio Da ocelot il Lun 1 Ott - 8:58

The Pilot ha scritto:
ocelot ha scritto:
The Pilot ha scritto:E quello francese fa quelle velocità (in piano) perchè le linee hanno pendenze che da noi ci sono forse su una linea sola funzionante (la Centrale Umbra, credo). Le Fecce (togliere sempre la R! ) devono correre su linee piane come piste da dragster a causa del progetto ideato male e sviluppato peggio. Le LGV francesi seguono il terreno, le nostre linee AV lo tagliano. Scusami se è poco.
Come le avresti fatte le livellette tu?
Alla francese, il problema è che la Feccia non può alimentare le unità motrici una dall'altra, per cui una è un inutile peso morto. Se fossero in grado di essere alimentate entrambe tramite un solo pantografo, eccome che quelle livellette le farebbero a 300 orari. Progetto iniziato male e progredito peggio, appunto.
'spetta un secondo sennò facciamo confusione e non ci capiamo.
Parli del progetto del materiale rotabile, dell'infrastruttura o di entrambi?
Riguardo al materiale rotabile è vero: la mancanza della trazione distribuita penalizza parecchio. Gli etr 480/485 invece mi sembra che la posseggano. Sono curioso di sapere se vengono lanciati fino ai 250 km/h .
ocelot ha scritto:
Esco un attimo dall'ambito AV per chiederti un parere sul progetto delle nostre D449 ora accantonate.
Una spesa assurda e stupida. Ammodernare, segare e allungare delle locomotive ormai vetuste quando per la stessa cifra avresti comprato delle G2000, che "fanno le stesse cose" ma sono decisamente più moderne ed efficienti. Ma da più parti ho letto che di D.449 ce n'è solo una completa e "funzionante": le altre non sono mai state finite.
Forse due ce ne sono di completate. Ma stanno sempre in deposito mi sa.
Le ultime locomotive diesel acquistate da TI dovrebbero essere le D146 ma sono da manovra e basta.
Per rimanere in tema di soldi buttati: dimmi qualcosa delle E.492 carneval carneval
avatar
ocelot
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 610
SCALA DI DAWKINS :
65 / 7065 / 70

Data d'iscrizione : 23.09.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Treni e fermodellismo

Messaggio Da Rasputin il Lun 1 Ott - 10:22

Rasputin ha scritto:
Infatti si tratta di motrici ibride

http://de.wikipedia.org/wiki/DB-Baureihe_605

domani indago ulteriormente, grazie per lo spunto!

Allora, informazioni provenienti dal solito amico ingegnere ferroviario dicono che le motrici sono state in servizio in Baviera tra Norimberga e Hof nonché tra Monaco e Lindau, poi sono state vendute ai danesi ed ora viaggiano tra Copenaghen e Amburgo compresa traghettata, una breve ricerca me lo conferma



anche se il video è del 2009 non ho notizia di uscite di servizio.

Ho visto anche dei video caricati nel 2010

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49896
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Treni e fermodellismo

Messaggio Da The Pilot il Lun 1 Ott - 13:54

@ocelot:
La AV italiana è nata male, in infrastruttura e rotabili, a causa di ripensamenti, problemi di compatibilità dei ripensamenti e cazzate simili. All'italiana, insomma. Se guardi indietro, ho già esposto qualche motivazione.

Sulle E.491/E.492... allora provochi!
Io le avrei fatte mangiare a chi aveva voluto e finanziato questa avventura senza senso.

Se volevano "farsi le ossa" col 25 kV 50 Hz potevano farlo su una linea separata, connessa alla rete da linee non elettrificate, ma non su un'isola! Qualcosa del genere le DR lo fecero con la Blankenburg-Königshütte, linea ripida, con forte traffico merci, collegata al resto della rete DR da una linea non elettificata.
Ho letto due versioni sulla motivazione dell'esperimento DR: che la DDR voleva passare al 25 kV 50 Hz per distinguersi dalla BRD o in antitesi che voleva lanciarsi sul "mercato" di quel sistema (e infatti una 251 fu provata in Bulgaria attorno al 1970, anche se non seguirono ordini).
avatar
The Pilot
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 901
SCALA DI DAWKINS :
50 / 7050 / 70

Data d'iscrizione : 17.07.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Treni e fermodellismo

Messaggio Da ocelot il Lun 1 Ott - 17:52

The Pilot ha scritto:@ocelot:
La AV italiana è nata male, in infrastruttura e rotabili, a causa di ripensamenti, problemi di compatibilità dei ripensamenti e cazzate simili. All'italiana, insomma. Se guardi indietro, ho già esposto qualche motivazione.
Il nostro è un territorio particolare, variegato, pensare di tirare un linea retta realizzando viadotti, sterri e riporti per avere una pendenza pressochè nulla, sarebbe assai dispendioso quindi si è deciso di adattare le linee al territorio così i rettilinei o curve ad ampissimo raggio sono pochi. Se poi aggiungiamo le caratteristiche del materiale rotabile che hai esaurientemente esposto...
Sulle E.491/E.492... allora provochi!
Io le avrei fatte mangiare a chi aveva voluto e finanziato questa avventura senza senso.

Se vuoi ti accenno anche le E453/454, precorritrici delle odierne E464...

Se volevano "farsi le ossa" col 25 kV 50 Hz potevano farlo su una linea separata, connessa alla rete da linee non elettrificate, ma non su un'isola! Qualcosa del genere le DR lo fecero con la Blankenburg-Königshütte, linea ripida, con forte traffico merci, collegata al resto della rete DR da una linea non elettificata.
Ho letto due versioni sulla motivazione dell'esperimento DR: che la DDR voleva passare al 25 kV 50 Hz per distinguersi dalla BRD o in antitesi che voleva lanciarsi sul "mercato" di quel sistema (e infatti una 251 fu provata in Bulgaria attorno al 1970, anche se non seguirono ordini).
Già... poi ne hanno prodotte subito in "gran" numero ed ora rimangono ad arrugginire in attesa di un cannello che le faccia a pezzi.
Forse una di queste macchine l'hanno usata per fare dei test sulle attuali linee AV.

Del parco delle FNM sai qualcosa?
Secondo me le loro loco diesel hanno un fascino particolare
http://www.photorail.com/phr3-gli%20updates/images/5fotomese2/de52008-240809sgiovannipersiceto%20copia.jpg
avatar
ocelot
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 610
SCALA DI DAWKINS :
65 / 7065 / 70

Data d'iscrizione : 23.09.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Treni e fermodellismo

Messaggio Da The Pilot il Lun 1 Ott - 19:40

ocelot ha scritto:
Se volevano "farsi le ossa" col 25 kV 50 Hz potevano farlo su una linea separata, connessa alla rete da linee non elettrificate, ma non su un'isola! Qualcosa del genere le DR lo fecero con la Blankenburg-Königshütte, linea ripida, con forte traffico merci, collegata al resto della rete DR da una linea non elettificata.
Ho letto due versioni sulla motivazione dell'esperimento DR: che la DDR voleva passare al 25 kV 50 Hz per distinguersi dalla BRD o in antitesi che voleva lanciarsi sul "mercato" di quel sistema (e infatti una 251 fu provata in Bulgaria attorno al 1970, anche se non seguirono ordini).
Già... poi ne hanno prodotte subito in "gran" numero ed ora rimangono ad arrugginire in attesa di un cannello che le faccia a pezzi.
Almeno una decina sono già state demolite. Restano solo quelle portate a Foligno. Erano "nate già vecchie". Le hanno provate all'estero ma mentre le 251 DR non hanno portato a ordini esteri perchè erano macchine ultra-specializzate (piuttosto lente, robuste ma ormai troppo spartane), le E.491/2 hanno fatto semplicemente ridere.
Le 251 DR sono state prodotte in 15 esemplari ma calcola che in un deposito di quel genere (la linea dove operavano ha pendenze di 60 mm/m) vi erano metà macchine attive, l'altra metà era suddivisa fra riserva e in attesa o corso di revisione, quindi il numero non era esagerato.
Anche se era un paese comunista, la DDR non aveva tecnici stupidi...
ocelot ha scritto:Forse una di queste macchine l'hanno usata per fare dei test sulle attuali linee AV.
Sì, ma il cambio tensione avviene in piena linea... c'era sempre un Diesel in composizione o "le veniva a prendere".

ocelot ha scritto:
Del parco delle FNM sai qualcosa?
Secondo me le loro loco diesel hanno un fascino particolare
http://www.photorail.com/phr3-gli%20updates/images/5fotomese2/de52008-240809sgiovannipersiceto%20copia.jpg
Quelle in questione sono boeme: le chiamano "occhialute" o più raramente "sommozzatori" per la cabina sporgente che richiama una maschera da sub. Le usano anche altri operatori. Ne avevo vista una a Mestre, tempo fa, forse era di Sistemi Territoriali (eredi della gloriosa SV).
Del resto di FNM so poco, anche per le vicissitudini societarie (si sono fatte partecipare da Penitalia).
avatar
The Pilot
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 901
SCALA DI DAWKINS :
50 / 7050 / 70

Data d'iscrizione : 17.07.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Treni e fermodellismo

Messaggio Da The Pilot il Gio 4 Ott - 14:06

Avevo accennato aprendo questa discussione che una delle mie locomotive preferite è la tedesca E18 (di questa ho anche il modello).
Sarebbe questa qui. Ho il modello proprio in questi colori, pure:


Questa locomotiva a vapore qui (01 1102) si è guastata o ha avuto un incidente alcuni anni fa (rasp, puoi chiedere cosa sia successo davvero? Unfall dovrebbe essere un incidente), dopo essere stata rimessa in funzione appena una decina d'anni prima.
Poco male: sono riuscito a trovare il modello... Pei negozi non gira più neppure quello!

Questa ha le ruote visibili, il mio modello è allo stato originale con carenatura completa (e meno problemi di movimento, le bielle non sono riprodotte e non intralciano la marcia ).


Parlando dello sciagurato esperimento a 25 kV 50 Hz dell'elettrificazione sarda, ho fatto un paragone con le DR, che lo fecero più in piccolo ma "sul serio".
Le E 251 che ho citato sarebbero queste:
avatar
The Pilot
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 901
SCALA DI DAWKINS :
50 / 7050 / 70

Data d'iscrizione : 17.07.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Treni e fermodellismo

Messaggio Da The Pilot il Ven 12 Ott - 13:34

Avrei una domanda per Rasp, visto che conosce chi potrebbe dare una risposta.
Quando le Germanie erano due, in quella orientale erano in servizio dei treni a due piani formati da carrozze articolate fra loro, un po' come quelle del TGV. Ne esistevano pare sei serie, diverse per architettura e numero di casse, ed hanno avuto un certo successo di esportazione, in Polonia e Romania. Li chiamavano Gliederzüge (treni snodati, credo voglia dire).
Tuttavia, mentre in Polonia e in Romania dovrebbero essercene ancora qualcuno (in Polonia rimaneggiati, di 5 elementi li hanno ridotti ai soli due estremi), in Germania pare siano stati fatti letteralmente sparire entro cinque anni dalla riunificazione.
Come mai?
Su Wikipedia c'è una pagina... in polacco (su quelli polacchi). Chrome dovrebbe avere il traduttore, anche se verrà chissà che porcheria.
http://pl.wikipedia.org/wiki/Bhp
Invece, pochi accenni su quella tedesca e nulla sul perchè siano stati fatti sparire così rapidamente. Forse per amianto?
avatar
The Pilot
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 901
SCALA DI DAWKINS :
50 / 7050 / 70

Data d'iscrizione : 17.07.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Treni e fermodellismo

Messaggio Da The Pilot il Dom 14 Ott - 12:49

Nel thread "Grazie" dell'utente "la Svizzera" avevo citato in una risposta la ferrovia Orbe-Chavornay; sarebbe forse più corretto definirla ferrotranvia, in quanto il servizio viaggiatori è pressochè tranviario, l'elettrificazione è tale (750 Vcc), ha nemmeno 4 km (ma lo sviluppo binari è circa quadruplo!), ma l'esercizio ed il segnalamento sono chiaramente ferroviari. Pare questa minuscola linea svizzera movimenti in un anno più carri merci di quanto non ci riesca Trieste!
Ho trovato un video di un viaggio "cab ride" su questa breve linea:

Notate a Les Granges i carri in sosta... e considrate che nei raccordi ce ne siano altrettanti...

La risposta cui ho accennato in apertura riguarda un episodio cui è stato protagonista un mio conoscente veneto: lui e un amico erano andati a vedere questa linea e mentre stavano fotografando una delle locomotive elettriche (ne hanno due elettriche e una Diesel), un tecnico ha fatto loro cenno di venire dentro l'officina e gli ha mostrato come fosse fatta la gemella che stavano revisionando. L'officina è quella che si vede a destra dell'elettromotrice quando esce da Orbe all'inizio.

PS: va bene che lo ha fatto con la pattumiera della stazione, ma il mio amico (che sapeva anche lui l'episodio della "pattumiera privata" visto che glielo avevo raccontato), ha bevuto una fiaschetta da mezzo litro di acqua minerale, l'ha schiacciata e l'ha messa nella pattumiera senza che nessuno gli dicesse nulla.


Ultima modifica di The Pilot il Dom 14 Ott - 12:51, modificato 1 volta
avatar
The Pilot
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 901
SCALA DI DAWKINS :
50 / 7050 / 70

Data d'iscrizione : 17.07.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Treni e fermodellismo

Messaggio Da Raskol`nikov il Dom 14 Ott - 12:51

Sono andato alla fiera di modellismo a Milano Lambrate tenutasi due settimane fa, se vi può interessare posto qualche foto o video.
avatar
Raskol`nikov
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 211
Età : 24
Località : Milano
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 22.05.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Treni e fermodellismo

Messaggio Da The Pilot il Dom 14 Ott - 12:52

Raskol`nikov ha scritto:Sono andato alla fiera di modellismo a Milano Lambrate tenutasi due settimane fa, se vi può interessare posto qualche foto o video.
Novegro?
Fai, perchè finora anche su forum "dedicati" si è visto poco e scritto... troppo!
avatar
The Pilot
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 901
SCALA DI DAWKINS :
50 / 7050 / 70

Data d'iscrizione : 17.07.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Treni e fermodellismo

Messaggio Da Raskol`nikov il Dom 14 Ott - 12:58

Sì, Novegro.
avatar
Raskol`nikov
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 211
Età : 24
Località : Milano
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 22.05.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Treni e fermodellismo

Messaggio Da Raskol`nikov il Dom 14 Ott - 13:13

avatar
Raskol`nikov
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 211
Età : 24
Località : Milano
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 22.05.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Treni e fermodellismo

Messaggio Da Raskol`nikov il Dom 14 Ott - 13:19







avatar
Raskol`nikov
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 211
Età : 24
Località : Milano
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 22.05.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Treni e fermodellismo

Messaggio Da Raskol`nikov il Dom 14 Ott - 13:45

Tra foto e video ne ho più di 200 (sia modellini che plastici), ne carico solo alcuni, ma se avete preferenze basta chiedere.
Per quanto riguarda l'esposizione, essa si stendeva su due capannoni. Nel primo vi erano stands, per la maggior parte relativi al modellismo su rotaia, ma vi erano anche navi, mezzi militari ed altre cose. Nel secondo, invece, plastici delle più svariate dimensioni, alcuni veramente ben fatti.


(Vorrei caricare un video, ma non mi riesce).
avatar
Raskol`nikov
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 211
Età : 24
Località : Milano
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 22.05.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Treni e fermodellismo

Messaggio Da Rasputin il Dom 14 Ott - 16:13

The Pilot ha scritto:Avrei una domanda per Rasp, visto che conosce chi potrebbe dare una risposta.
Quando le Germanie erano due, in quella orientale erano in servizio dei treni a due piani formati da carrozze articolate fra loro, un po' come quelle del TGV. Ne esistevano pare sei serie, diverse per architettura e numero di casse, ed hanno avuto un certo successo di esportazione, in Polonia e Romania. Li chiamavano Gliederzüge (treni snodati, credo voglia dire).
Tuttavia, mentre in Polonia e in Romania dovrebbero essercene ancora qualcuno (in Polonia rimaneggiati, di 5 elementi li hanno ridotti ai soli due estremi), in Germania pare siano stati fatti letteralmente sparire entro cinque anni dalla riunificazione.
Come mai?
Su Wikipedia c'è una pagina... in polacco (su quelli polacchi). Chrome dovrebbe avere il traduttore, anche se verrà chissà che porcheria.
http://pl.wikipedia.org/wiki/Bhp
Invece, pochi accenni su quella tedesca e nulla sul perchè siano stati fatti sparire così rapidamente. Forse per amianto?

Leggo solo ora (Oltre ad una specie di collasso della piattaforma, negli ultimi 2 giorni mi sono collegato poco vedi sezione sport), posso provare a chiedere ma dubito di ottenere una risposta perché il mio amico è ingegnere elettrotecnico alle ferrovie ma solo da 3 anni, è giovane quasi fresco di laurea

Raskol`nikov ha scritto:Tra foto e video ne ho più di 200 (sia modellini che plastici), ne carico solo alcuni, ma se avete preferenze basta chiedere.
Per quanto riguarda l'esposizione, essa si stendeva su due capannoni. Nel primo vi erano stands, per la maggior parte relativi al modellismo su rotaia, ma vi erano anche navi, mezzi militari ed altre cose. Nel secondo, invece, plastici delle più svariate dimensioni, alcuni veramente ben fatti.


(Vorrei caricare un video, ma non mi riesce).

Mi sa che prima devi caricarlo su YouTube o simili...

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49896
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Treni e fermodellismo

Messaggio Da The Pilot il Dom 14 Ott - 20:18

Andiamo per ordine.
Novegro: nessuno in nessun forum "accessibile in chiaro" (io sono iscritto solo ad uno "un po' ristretto" dove non parliamo di fiere. Ho osservato negli altri lo scoppio di flame per un nulla) ha parlato della presenza di produttori di materiale non italiano.
Erano tutti che parlavano della 685.300 di OsKar, di cui a ennisti e "teutonicofili" (men che meno "anglofili", pare ne esistano diversi qui da noi) non importa un tubo, ma nessuno ha accennato a quel delizioso esemplare di locomotiva bavarese. C'era anche altro di estero, soprattutto stili "passati"? E quello bavarese di chi è? E in che scala? Sa tanto di essere un esemplare da mille-e... (euri) e potrebbe essere più grande della H0.

Rasp, forse però il tuo amico, ammesso che la gerarchia non sia così rigida, potrebbe chiedere a qualche collega o superiore più anziano: forse qualcosa salta fuori.
Pare quasi impossibile che non solo i Gliederzüge siano stati tolti di servizio entro pochi anni dalla riunificazione ferroviaria (avvenuta solo nel 1994), ma non ne esistano proprio più, nemmeno ne sia stato preservato uno come pezzo da museo. Dovevano avere qualcosa che proprio non era compatibile. E pochi non erano.
Un conoscente ennista ha detto che se facciamo un po' di lavoro ciascuno, possiamo provare a fare la versione "polacca rimaneggiata", visto che ha un carrello a 3 assi scompagnato da una vecchia loco americana e quattro fiancate di carrello di una "meccanica giapponese" da cui i carrelli estremi si possono ricavare completando l'ossatura. Tanto i carrelli si vedono pochissimo visto quanto quei vagoni sono bassi sul binario.
Il problema che ho posto è: chi poi se lo tiene? Non mi va di farmi il mazzo per nulla. O mi dà qualcosa in cambio o se lo fa lui (io so che potrei riuscire, ma a prezzo di qualche diottria! ).
Come vedete c'è più d'uno che preferisce il "Cetriolone" (® Rasp) DB alla "Feccia" Penitalia.
avatar
The Pilot
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 901
SCALA DI DAWKINS :
50 / 7050 / 70

Data d'iscrizione : 17.07.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Treni e fermodellismo

Messaggio Da Raskol`nikov il Dom 14 Ott - 22:34

Rasputin ha scritto:

Mi sa che prima devi caricarlo su YouTube o simili...


The Pilot ha scritto:Andiamo per ordine.
Novegro: nessuno in nessun forum "accessibile in chiaro" (io sono iscritto solo ad uno "un po' ristretto" dove non parliamo di fiere. Ho osservato negli altri lo scoppio di flame per un nulla) ha parlato della presenza di produttori di materiale non italiano.
Erano tutti che parlavano della 685.300 di OsKar, di cui a ennisti e "teutonicofili" (men che meno "anglofili", pare ne esistano diversi qui da noi) non importa un tubo, ma nessuno ha accennato a quel delizioso esemplare di locomotiva bavarese. C'era anche altro di estero, soprattutto stili "passati"? E quello bavarese di chi è? E in che scala? Sa tanto di essere un esemplare da mille-e... (euri) e potrebbe essere più grande della H0.

La maggior parte dei produttori erano stranieri, per quel che ricordo. Non so darti molte informazioni per quel riguarda il modellino, ma mi pare che non fosse in vendita, in quanto era un pezzo da esposizione (probabilmente possieduto da qualcun altro che lo ha -gentilmente- messo in mostra).
Pezzi antichi ce n'erano moltissimi, ecco altre foto:






PorcaEva, la foto è venuta male. Questa era un gran bel pezzo, forse il migliore dell'antiquariato.






avatar
Raskol`nikov
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 211
Età : 24
Località : Milano
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 22.05.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Treni e fermodellismo

Messaggio Da The Pilot il Lun 15 Ott - 16:02

I video (parlo per "aver visto", non l'ho fatto di persona, non so dettagli) si possono anche hostare su imageshack, però mi pare debbano essere in MP4. Lì credo non occorra avere un canale. Non permette però l'hotlink, devi mettere l'indirizzo e cliccando si viene diretti sul video.
avatar
The Pilot
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 901
SCALA DI DAWKINS :
50 / 7050 / 70

Data d'iscrizione : 17.07.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Treni e fermodellismo

Messaggio Da The Pilot il Mer 17 Ott - 13:48

Avevo aperto questa discussione partendo dal gioco di parole che camelback è sia uno zaino con la scorta d'acqua incorporata sia un particolare tipo di locomotiva a vapore usata a suo tempo negli Stati Uniti. Aveva la cabina di guida letteralmente a cavallo della caldaia. Non doveva essere una cosa piacevole usarle.
La spiegazione di una simile architettura era l'uso di forni molto larghi che impedivano una visuale corretta dalla posizione "normale"; peraltro lo stesso tipo di forno, detto Wootten, fu usato anche senza grossi problemi su locomotive di architettura normale (una serie perfino in Italia, Gr. 450 RM, 750 FS), semplicemente si abbassava la caldaia.
Rimaste un esempio solo americano, in quel paese ne fu proibita la costruzione pare per motivi di sicurezza un'ottantina di anni fa o poco più, alcune fonti dicono nel 1927: la cabina si trovava proprio sopra la distribuzione, se si fosse staccato qualcosa sarebbe stato alto il rischio che il pezzo sfondasse la cabina medesima.

Ho trovato un video di una di queste ancora funzionante; la prima metà di questo:


Qui un altro breve video con una più piccola, impiegata su un raccordo industriale.
avatar
The Pilot
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 901
SCALA DI DAWKINS :
50 / 7050 / 70

Data d'iscrizione : 17.07.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Treni e fermodellismo

Messaggio Da The Pilot il Lun 22 Ott - 13:17

Per Rasp.
Per vedere delle Mallet non occorre andare fino in America.
Sulle ex Ferrovie del Giura (CJ) in Svizzera c'è un gruppo chiamato La Traction che ha rimesso in funzione due Mallet ex portoghesi. Una è interessante perchè ha un rodiggio asimmetrico (1'B)'C.
Sono tutte e due Mallet vere, essendo a doppia espansione (i cilindri davanti sono più grandi).
Il video che segue è forse l'unico postato dall'Autore di 4, a giudicare dal titolo.
L'importante è che le locomotive si vedano bene.
avatar
The Pilot
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 901
SCALA DI DAWKINS :
50 / 7050 / 70

Data d'iscrizione : 17.07.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Treni e fermodellismo

Messaggio Da Rasputin il Mar 23 Ott - 17:42

The Pilot ha scritto:Per Rasp.

Grazie del bel video, ma http://atei.forumitalian.com/t4426p70-comunicazioni-alla-moderazione#180999

saluto...

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49896
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 3 di 11 Precedente  1, 2, 3, 4 ... 9, 10, 11  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum