La Verità

Pagina 2 di 3 Precedente  1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: La Verità

Messaggio Da anteo il Mar 28 Ago - 15:44

... come se l'avessi scritto io
avatar
anteo
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 473
Località : Firenze (prov)
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 15.11.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: La Verità

Messaggio Da anteo il Mar 28 Ago - 15:56

SergioAD ha scritto:
Così come in un supermercato... Noi si passa per i corridoi, si trova interesse, si interagisce con etichette, scatole e colori poi si prende quello che ci serve e si lascia sugli scaffali il resto. Anche nel foro...Noi si passa per i messaggi, si trova interesse, si interagisce con frasi, parole e toni poi si risponde a quello che ci garba e si ignora il resto.

In questo modo due persone diverse possono riempire il proprio carrello di cose completamente diverse e comunque vere (rispetto al luogo di provenienza)... il problema si crea quando ciascuno vuol stabilire che le cose che ha messo nel suo carrello sono le uniche che giustificano la ragion d'essere di quel supermercato.
avatar
anteo
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 473
Località : Firenze (prov)
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 15.11.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: La Verità

Messaggio Da SergioAD il Mar 4 Set - 6:53

Google è uscito con un'applicazione che analizza le immagini, nulla di speciale l'image processing si fa da anni con varie tecniche per soluzioni in molti campi, medicina, RADAR, aeroporti, etc... Questa applicazione è in grado attualmente di cercare 5000 oggetti diversi nei video e foto che noi carichiamo in rete.

La privacy? No, nessun problema. Si tratta di analisi dei dati nell'ambito della ricerca di mercato ma non solo ovviamente - si tratta di avvantaggiarsi nella competizione con un potente strumento di marketing.

Qui c'è una delle tante notizie sulla cosa.

http://www.ilsole24ore.com/art/tecnologie/2012-09-03/google-brevetta-software-identifica-124514.shtml?uuid=AbwY6kXG

Ma non solo. Quando noi si clicca per far partire un video oppure un oggetto qualsiasi in alcuni siti, avvengono più cose, per esempio a nostra insaputa si attiva un "mi piace" su facebook il quale finirà in un secondo contenitore di consensi per poi finire sul mercato come miglioratore di immagine e altro.

Qui anche c'è una delle tante notizie sulla cosa.

http://www.trackback.it/articolo/facebook-contro-i-mi-piace-falsi-guerra-aperta-agli-spammers/51851/

Dalle due cose significa anche che se noi facciamo i cazzari in rete allora la rete alla fine produrrà interessi tattici sulle cazzate e chi segue la linea di tendenza come gli adolescenti per esempio, attraverso il condizionamento ambientale, non ci farà ma ci sarà cazzaro.

La guerra tra le divinità si basa sugli interesse della popolazione, meglio se sono stabili - se potessimo esercitare il nostro enorme potere di massa saremmo equiparati alle divinità - una nuova realtà inimmaginabile.

SergioAD
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6602
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 30.01.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: La Verità

Messaggio Da SergioAD il Sab 8 Set - 6:14

Insomma salto dove volevo arrivare attraverso il dibattito della realtà virtuale, simulata, rappresentata e quello che succede intorno agli eventi.

Non ci sono contraddizioni ad usare una delle realtà, in fondo lo si è fatto con le religioni, con la politica. Esistono società diverse ed ognuna vive una propria realtà.

Guardate il seguente video e immaginate cosa potrebbe servire ad un individuo, estendendo al massimo al suo nucleo famigliare ed amici stretti - la sua micro società. Niente se ha già quello che crede sia meglio per lui.



Ad un certo punto verrà fuori che in Sud Corea la crescita demografica della coppia è 1.3 mentre alla società classica serve 2.1 - dice che utilizzeranno robot domestici. Qualcosa che andrà oltre i servizi automatici già esistenti, benzinai, controllori d'accesso, cassieri etc...

Interagiremo sempre di più con macchine specializzate che a loro volta saranno sempre più competenti al punto di rappresentare quello che ci serve... tutto.

La verità è quella che si percepisce, quella con la quale e per la quale attiviamo la nostra vita - per ora di reale c'è il denaro una cosa su cui facciamo davvero affidamento.

SergioAD
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6602
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 30.01.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: La Verità

Messaggio Da lupetta il Sab 8 Set - 8:45

mha! io penso che la verità raramente viene fuori.
avatar
lupetta
-------------
-------------

Femminile Numero di messaggi : 9614
Età : 42
Località : Roma
Occupazione/Hobby : Dubitare
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 11.11.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: La Verità

Messaggio Da mix il Sab 8 Set - 11:15

lupetta ha scritto:mha! io penso che la verità raramente viene fuori.
carneval
questa cosa ha a che fare con i problemi demografici coreani???
avatar
mix
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6583
Località : .
Occupazione/Hobby : .
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: La Verità

Messaggio Da lupetta il Sab 8 Set - 13:00

no, era in generale..ho sbagliato?
avatar
lupetta
-------------
-------------

Femminile Numero di messaggi : 9614
Età : 42
Località : Roma
Occupazione/Hobby : Dubitare
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 11.11.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: La Verità

Messaggio Da Masada il Lun 17 Dic - 8:38

SergioAD ha scritto:
anteo ha scritto:
mix ha scritto:una questione che porta a varie tipologie di verità è che ogni verità è una rappresentazione ed ogni rappresentazione è una semplificazione
la semplificazione implica perdita di informazione
operare la scelta sull'informazione da considerare/non considerare nel proporre la "propria" verità è allora lo snodo che la andrà a qualificare
ci sono dati legittimamente trascurabili (relativamente a contesto & obiettivi di riferimento) e dati fraudolentemente, oppure a causa dei limiti delle persone, omessi oppure amplificati a dismisura

Centrato!
Si, da tenere presente l'intenzionalità. Mi preme di considerare questo dal punto di vista della ragione e non dalla moralità.

Se la verità semplificata risulta comoda allora vale la pena pianificarla e questa ad un certo punto si chiama manipolazione.


Splendido questo 3d, me lo ero perso. Per ora ho letto solo la prima pagina e sono curioso di capire come sia finito e perchè si sia fermato così presto il dibattito su un tema così centrale in tutte le nostre incomprensioni sul forum.

Grande sergio!

Più o meno stavo cercando di capirci qualcosa anche io nel 3d "il futuro dell'umanità"

Riposto questa parte che parla dell'approccio a questa domanda dal punto di vista sociologico e logico.
Manca quello morale.

"Per questo Dawkins conia un termine nuovo e tali unità vengono chiamate memi, cioè unità di trasmissione culturale o unità di imitazione. Di notevole nell’argomentazione di Dawkins (zoologo) e accettata da Dennett (neuroscienziato) vi è la consapevolezza che effettivamente il vecchio gene non può non restare indietro rispetto al meme, cioè all’evoluzione socioculturale già di per sé lenta, tanto da permetterci di considerare i residui paretiani parti pressoché costanti
dell’azione. Ma la concezione di meme, come è evidente, è del tutto primitiva e fuorviante (per una effettiva comprensione della mente) rispetto alla concezione dei residui e delle derivazioni, anche se, certamente conferma, non volendo, la giusta impostazione paretiana.
Ma, da un punto di vista sociologico, come si dice, ogni ulteriore commento è superfluo. Allora, nota efficacemente Pareto, quando lo studioso di logica scopre l’errore di un ragionamento, o chiarisce un sofisma, la sua opera può ritenersi compiuta. È qui che inizia, invece, l’opera dello studioso di sociologia, che ricercherà perché mai tanti sofismi, elucubrazioni scientiste, speculazioni metafisiche risultano così persuasivi da essere fatti propri. I sofismi, in quanto sottigliezze logiche, possono importare poco al sociologo se non acquistano popolarità. Mentre invece sono di impellente pertinenza sociologica i sofismi o le altre argomentazioni, anche ben condotte, come quelle dette scientifiche, che sono fatte proprie dall’opinione pubblica. Perciò, dice Pareto – quasi per una divisione del lavoro – la logica si occupa del perché un ragionamento risulti errato, la sociologia del perché acquisisca un vasto consenso"
http://www.unitn.it/files/download/8701/quad55.pdf

Read more: http://atei.forumitalian.com/t3496p160-il-futuro-dell-umanita#ixzz2FIR4pXre
avatar
Masada
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1559
Occupazione/Hobby : havanagloria e refusismo
SCALA DI DAWKINS :
36 / 7036 / 70

Data d'iscrizione : 17.05.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: La Verità

Messaggio Da anteo il Lun 17 Dic - 10:33

Secondo me la sociologia - posta "oltre la psicologia individuale" - aumenta la perdita di informazioni, rispetto alla (irriducible) molteplicità e varietà degli individui, ovvero dei corpi senzienti e teste pensanti - e ci porta fuori strada, in questo modo: ...ogni rappredentazione mentale di cose esperite dai corpi viventi è una semplificazione di un qualche individuo che sente e che pensa. In quanto tale è una prima perdita di informazioni. I pensieri di ciascuno quando vengono tradotti in linguaggio subiscono una seconda perdita di informazioni - non potendo alcun linguaggio essere così ricco e vario da poter esprimere tutto ciò che all'individuo passa per la testa. Dopodiché, le molte rappresentazioni, pretese da ciscuno essere tradotte in "un'unica rappresentazione" (pur tenendo per vera ciascuno solo la propria) subiscono la terza ed ultima semplificazione, ovvero la terza ed ultima perdita di informazioni, entro le compattazioni e limature sociali collettive.

Mentre la fuori tutto rimane vario e molteplice, come e più di quel che i propri sensi - primo e più vasto stadio della conoscenza - dicono a ciascuno "di noi" per se proprio.



Fare di molte cose o persone "una stessa cosa o persona" è perdita di informazioni!
avatar
anteo
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 473
Località : Firenze (prov)
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 15.11.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: La Verità

Messaggio Da Masada il Lun 17 Dic - 16:33

anteo ha scritto:Secondo me la sociologia - posta "oltre la psicologia individuale" - aumenta la perdita di informazioni, rispetto alla (irriducible) molteplicità e varietà degli individui, ovvero dei corpi senzienti e teste pensanti - e ci porta fuori strada, in questo modo: ...ogni rappredentazione mentale di cose esperite dai corpi viventi è una semplificazione di un qualche individuo che sente e che pensa. In quanto tale è una prima perdita di informazioni. I pensieri di ciascuno quando vengono tradotti in linguaggio subiscono una seconda perdita di informazioni - non potendo alcun linguaggio essere così ricco e vario da poter esprimere tutto ciò che all'individuo passa per la testa. Dopodiché, le molte rappresentazioni, pretese da ciscuno essere tradotte in "un'unica rappresentazione" (pur tenendo per vera ciascuno solo la propria) subiscono la terza ed ultima semplificazione, ovvero la terza ed ultima perdita di informazioni, entro le compattazioni e limature sociali collettive.

Mentre la fuori tutto rimane vario e molteplice, come e più di quel che i propri sensi - primo e più vasto stadio della conoscenza - dicono a ciascuno "di noi" per se proprio.



Fare di molte cose o persone "una stessa cosa o persona" è perdita di informazioni!

Bella la tua riflessione.
Ogni ragionamento analitico è un vivisezionare la realtà: il cadavere di un cane vivisezionato è ben altra cosa del "fufi" con cui corri al parco!

Certamente ogni scienza ha i suoi limiti belli grossi.
Le scienza umane, o chiamale sociali, o chiamale "dello spirito", ancor di più.
L'epistemologia ce ne parla ampiamente ed è necessario conoscere bene questi limiti prima di fare ricerca, anzi, quasi più i limiti che le potenzialità!
D'altronde quanto più l'oggetto diventa ostico, lontano dal mondo degli enti fisici determinati, quando l'oggetto di studio è il soggetto stesso, le sue intenzioni, gusti "irrazionali", e ancor più, quelli di più soggetti in relazione fra loro, che si debba andar cauti mi pare il minimo.
Marx, per esempio, non lo fece.

Tuttavia l'uomo non può conoscere che come conosce e per quanti siano i limiti, di semplificazione in semplificazione, di modello in modello, bisogna provare ad andare avanti.

E' anche per questo che per me ha molto valore anche la filosofia, e non solo quando fa le pulci agli altri saperi, ma anche quando si azzarda a tirare le somme, a abbracciare per un attimo con un approccio qualitativo e sintetico i vari saperi, il sapere in generale.
Solo che con la sola ragione, senza appigli quantitativi e sperimentali, si deve ancor più essere cauti.

Gli errori della metafisica insegnano.







avatar
Masada
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1559
Occupazione/Hobby : havanagloria e refusismo
SCALA DI DAWKINS :
36 / 7036 / 70

Data d'iscrizione : 17.05.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: La Verità

Messaggio Da SergioAD il Lun 17 Dic - 17:54

Voglio prendere pezzi dall'irrazionale e dargli una ragione, ma tirare fuori verosimiglianze accettabili dall'impossibile perché vi assicuro che analizzare requisiti significa identificare fattibilità in mezzo alle cazzate, cazzate che se non sono viste in tempo fanno male! Non parliamo del consolidamento, quello è così triviale che rende meno intelligenti alla lunga.

Una volta l'avevo messa così: Quel frutto dell'albero della conoscenza, Adamo ed Eva, hanno fatto bene a prenderlo? Ovvio che si ma ci sarebbero tre casi pensando alla reincarnazione.

    Pensa al gioco del Monopoli che si riparte dal "Via". La storia si ripete alla stessa maniera e lo stiamo sperimentando da quando siamo consci della nostra esistenza. I Greci, Faraoni, Persiani, Babilonesi, Sumeri, etc... poi i Romani, il medioevo, l'illuminismo e oggi.

    E' molto probabile che prima o poi tutti gli umani avranno la pelle color cannella, gli occhi leggermente a mandorla, insomma sarà la globalizzazione e allora l'umano attraversando dal via passera ad essere uno uomo che ancora non c'è, una cosa già accaduta in passato.

    E' ancora possibile che in queste migrazioni di attributi e caratteristiche l'uomo non riesca a sopravvivere al danno che egli stesso è capace di provocare al suo habitat. Be' in questo caso lo sappiamo già che il costo del progresso va sostenuto per la società, non il mercato.

La nostra civiltà si sostiene grazie al combustibile fossile, non saremmo giunti sino a qui senza di esso ma forse avremmo potuto sfruttare la ricerca e passare a risorse energetiche planetarie più convenienti per la società anche se all'inizio non convenivano al mercato stabile.

Accadrà di sicuro solo che proprio in questo passaggio di civiltà diciamo da tipo 0 a tipo 1, dice Michio Kaku fisico teorico dell'università Di New York, l'uomo sarà pericoloso per se stesso. Allora si noterà che sono possibili letture simboliche di reincarnazione e metamorfosi.

In tutto questo le risposte più facile alle domande difficili sono proprio quelle delle percezioni passate, prima delle evoluzioni del pensiero quando si sapeva di meno, solo di meno rispetto ad oggi ma abbiamo una linea di tendenza e abbiamo anche scoperto la sostenibilità.

Poi non sembra più bella questa poesia della realtà? Quella dei biologi, dei fisici o di quelli che sanno gridare "Aiga ae corde!". Comunque in tutti i casi sarà valsa la pena e se appaio troppo antropocentrico? Bisogna dire che lo sono davvero un antropo e come tale agisco!

Guardate una chiave di lettura più vicina a noi. Se considerassimo le nostre esperienze di vita come delle fasi vissute, delle situazioni nelle quali ci saremo sentiti dei leoni o dei sciacalli, dei lupi oppure delle pecore, iene o vermi.

Tutti esseri che vivono la loro vita senza le nostre osservazioni umane e sopratutto senza essere umanizzati o veduti benevolmente o negativamente perché noi sentiamo di vivere correttamente o meno correttamente la nostra vita.

In una società moderna per una donna comportarsi come una cagna in calore ha dei vantaggi da tutte le parti la si osservi, cosa che è stato inconcepibile in alcune società non libere o aperte dal punto di vista della morale sessuale.

Imparare dagli errori è una delle basi dei nostri miglioramenti, non occorre immaginare che regressioni o miglioramenti rispetto alle eventuali vite precedenti. Non credete che sia più fruttuoso migliorare se stessi qui e adesso?

Non è meglio essere giusti invece che dare partita vinta e sperare in un'incarnazione benevola magari in uno stato sociale che adesso non c'è? In quel mondo migliore di cui dovremmo essere responsabili nella vita corrente!

Migliorare ossimoro? Tutta la nostra vita è fatta di correzioni degli errori per approssimazioni successive, lessons learned fa parte di ogni area di processo (lavoro). Non si tratta di filosofia ma di pratica. Nello specifico dicevo che sembra che ci sia da fare di più nell'ambito della ragione che dell'irrazionale. Alla fine la pratica.

Ci sono spiegazioni pratiche e supposizioni immaginarie ed io suggerivo di impegnarsi sulle prime (chi può trovasse miglioramenti e soluzioni o anche dell'irrazionale). Vale di più quello che si capisce rispetto a quello che si dice.

Reincarnazione come ripetere una cosa già fatta ma con dei miglioramenti oppure regredire - anche qui oggi si fanno proprio le "prove di non regressione", tutto deve essere maledettamente chiaro, ripetibile "chasing the best practice"!

Parliamo un po' prima che vada avanti. Qualcosa di meno chiaro sarà chiarito poi, ma seguiamo questo filo logico se vi va, si tratta di dare delle probabilità di verosimiglianza a cose che guardandole da un'altra angolatura non ne hanno...

SergioAD
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6602
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 30.01.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: La Verità

Messaggio Da delfi68 il Lun 17 Dic - 20:23

avatar
delfi68
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11250
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: La Verità

Messaggio Da klaus54 il Lun 17 Dic - 23:03

Delfi, le ASSOLUTE verità non esistono,qualsiasi sia la fonte. In realtà,non esiste verità. Lo sappiamo entrambi.
avatar
klaus54
-------------
-------------

Numero di messaggi : 721
Occupazione/Hobby : Medico Anestesista Rianimatore
SCALA DI DAWKINS :
65 / 7065 / 70

Data d'iscrizione : 30.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: La Verità

Messaggio Da silvio il Lun 17 Dic - 23:18

Invece a me viene il dubbio che la verità esiste e forse è assoluta, probabilmente terra terra, poi siamo noi che non la riconosciamo, speculiamo in mille interpretazioni, punti di vista.
avatar
silvio
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4411
Età : 57
Località : roma
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.11.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: La Verità

Messaggio Da Masada il Lun 17 Dic - 23:45

Cosa è vero e cosa non è vero,
dobbiamo chiedere ad altri di dirci queste cose?
avatar
Masada
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1559
Occupazione/Hobby : havanagloria e refusismo
SCALA DI DAWKINS :
36 / 7036 / 70

Data d'iscrizione : 17.05.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: La Verità

Messaggio Da Masada il Lun 17 Dic - 23:49


SE
Per conoscere bene una verità bisogna averla combattuta.(Novalis)

E SE
La verità non si può sapere, ma soltanto credere.(Georg Groddeck)

ALLORA
Ci sono due tipi di verità: le verità semplici, dove gli opposti sono chiaramente assurdi, e le verità profonde, riconoscibili dal fatto che l'opposto è a sua volta una profonda verità.(Niels Bohr)

MA
L'aforisma non coincide mai con la verità: o è una mezza verità, o è una verità e mezzo. (Karl Kraus)

avatar
Masada
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1559
Occupazione/Hobby : havanagloria e refusismo
SCALA DI DAWKINS :
36 / 7036 / 70

Data d'iscrizione : 17.05.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: La Verità

Messaggio Da silvio il Lun 17 Dic - 23:50

La verità è quello che è l'esistente, non la sua interpretazione, la ricerca scientifica corretta porta alla verità, non interpreta, studia le cose per quello che sono.
A volte evito di rincorrere i miei pensieri e le mie speculazioni, osservo le cose e ciò che accade intorno a me, in silenzio, in assenza di giudizio o critica, ebbene tutto mi appare in una luce diversa, reale e semplice.
avatar
silvio
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4411
Età : 57
Località : roma
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.11.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: La Verità

Messaggio Da mix il Lun 17 Dic - 23:56

silvio ha scritto:La verità è quello che è l'esistente, non la sua interpretazione, la ricerca scientifica corretta porta alla verità, non interpreta, studia le cose per quello che sono.
A volte evito di rincorrere i miei pensieri e le mie speculazioni, osservo le cose e ciò che accade intorno a me, in silenzio, in assenza di giudizio o critica, ebbene tutto mi appare in una luce diversa, reale e semplice.
zen
(aggettivo,
lo zen sostantivo è indicibile,
quello che è detto non può essere "lo" zen,
è necessariamente qualcosa di meno o diverso)
avatar
mix
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6583
Località : .
Occupazione/Hobby : .
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: La Verità

Messaggio Da silvio il Mar 18 Dic - 0:03

lo Zen vuole ricondurre il tutto ad un atto unico, che ha una sua logica, ma io non intendo negare la molteplicità delle cose, comprese quelle che noi non conosciamo.
avatar
silvio
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4411
Età : 57
Località : roma
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.11.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: La Verità

Messaggio Da SergioAD il Mar 18 Dic - 6:41

Intanto parlerei di verosimiglianza, se non state cercando eccezioni ed il ciclo di vita di un fiammifero acceso... perché così aprireste l'inutile disputa.

Ogni evento accade con una probabilità e produce almeno un secondo evento. Reazioni negative, smorzanti o positive, oscillanti.
Masada, tu hai detto: sono curioso di capire come sia finito e perchè si sia fermato così presto il dibattito su un tema così centrale in tutte le nostre incomprensioni sul forum.

Read more: http://atei.forumitalian.com/t4408p30-la-verita#ixzz2FNVnw3Om

Ed io ho postato una correlazione tra reincarnazione e cicli ricorsivi evidenti nella storia osservata. Avrei ricordato che alcune scoperte hanno buone probabilità di essere state inventate una sola volta... la ruota, la lingua... le epoche morenti lasciano qualcosa per quelle nascenti... etc...

Ho postato un messaggio che avrebbe dei seguiti, come qui dentro ce ne sono tanti di altri e miei - bene, se lo spirito è stato rappresentato da una fiamma che illumina l'intelletto allora non è l'intelletto che metto in discussione ma la fiamma che rappresenta l'interesse e derivati. E allora ci saranno altre occasioni con le loro probabilità.

Hai letto quello che ha postato evolutionator qui? La mia disponibilità e nulla dopo - nella realtà non ci sono interlocutori così, o meglio noi non li vediamo mai. Ma qui possono spegnere la fiamma agli altri - si chiama "rumore nella comunicazione", in rete ha nuovi attributi.

Se tu chiedi del perché una cosa importante non abbia avuto seguito è probabile che venga percepita solo la critica che non l'importanza dell'argomento. Le dispute possono anche dipendere dal soggettivismo vacuo e devi tenerlo presente nel tuo studio.

Innesta i concetti in modo da isolare l'incomprensione, chi non capisce tendenzialmente non interviene. Suppongo che il 3% delle volte si possa sviluppare il dibattito, non vuol dire gradevole ma solo raggiungere l'obiettivo di dibattere restando nel tema.

SergioAD
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6602
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 30.01.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: La Verità

Messaggio Da anteo il Mar 18 Dic - 10:56

silvio ha scritto:lo Zen vuole ricondurre il tutto ad un atto unico, che ha una sua logica, ma io non intendo negare la molteplicità delle cose, comprese quelle che noi non conosciamo.

avatar
anteo
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 473
Località : Firenze (prov)
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 15.11.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: La Verità

Messaggio Da mix il Mer 19 Dic - 1:36

silvio ha scritto:lo Zen vuole ricondurre il tutto ad un atto unico, che ha una sua logica, ma io non intendo negare la molteplicità delle cose, comprese quelle che noi non conosciamo.
zen
no Zen






aggiungere spruzzata di emoticon per intendere che è una battuta
volendo essere il gioco di parole di tipo zen (aggettivo),
(troppo complicato, per le mie capacità, da rendere in un post, mi rendo conto, e chiedo perdono),
risulta graficamente adatto non "aggiungere" nulla,
proprio per non andare fuori registro con la battuta

che è/era
OT e che chiudo qui: non pensavo avesse seguito, restiamo in argomento, OK?: FINE.




.
avatar
mix
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6583
Località : .
Occupazione/Hobby : .
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: La Verità

Messaggio Da loonar il Mer 19 Dic - 2:32

Masada78 ha scritto:
SE
Per conoscere bene una verità bisogna averla combattuta.(Novalis)

E SE
La verità non si può sapere, ma soltanto credere.(Georg Groddeck)

ALLORA
Ci sono due tipi di verità: le verità semplici, dove gli opposti sono chiaramente assurdi, e le verità profonde, riconoscibili dal fatto che l'opposto è a sua volta una profonda verità.(Niels Bohr)

MA
L'aforisma non coincide mai con la verità: o è una mezza verità, o è una verità e mezzo. (Karl Kraus)


BUUUURRRP!!!
(Barney Gumble)





Questo è più zen di tutti! Tiè!!! mgreen

loonar
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 17394
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: La Verità

Messaggio Da evolutionator il Sab 23 Feb - 18:41

SergioAD ha scritto:Io sarei disposto a chiarire ma tu devi dire cosa non ti è chiaro dopo 3 pagine e se c'è qualcosa che ha attirato la tua attenzione perché in poche parole si tratta di cercare relazioni tra la percezione delle cose che succedono con la realtà delle stesse.

Potremmo avere un sotto prodotto di quello che abbiamo detto parimenti interessante. Con questa risposta mia tu potresti percepire cose diverse così come dici tu che non hai compreso senza dare un senso al significato "non ho capito".


Parlami anche di te per favore e dimmi cosa vorresti sapere.
http://atei.forumitalian.com/t4408p20-la-verita#165204
I primi paragrafi hanno un senso (anche se non condivido al 100%), ma poi non riesco a capire quale collegamento hanno con i paragrafi successivi, e quindi le ultime frasi non son sicuro di riuscire proprio a intenderci un senso.
avatar
evolutionator
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 125
Località : eetali
Occupazione/Hobby : informatica, informatica, informatica
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.07.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: La Verità

Messaggio Da silvio il Sab 23 Feb - 19:14

Comunque un sasso scagliato in testa fa male, un male tremendo, non è una miserabile verità ?
Cioè la verità è la desolazione che sperimentiamo nella pratica.
avatar
silvio
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4411
Età : 57
Località : roma
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.11.09

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 3 Precedente  1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum