A tavola

Pagina 2 di 16 Precedente  1, 2, 3 ... 9 ... 16  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: A tavola

Messaggio Da SergioAD il Lun 3 Set - 21:53

Metti anche che poteva essere il primo, sputarlo e vederlo andare via sciancato no è certo il massimo - ma è vero, stare all'altezza per educazione.

Qualche volta non ti va proprio... tiè leggi questa roba trovata in un blog! Qualcosa mi era capitato come il serpente essiccato o le palle di ovino ed il fegsto di gazzella crudo e ancora caldo oltre quello che cito tra le parentesi.


12 - Frutto del durian, Sudest Asiatico (puzzava e non l'ho mangiato)
Spinoso all'esterno, è amato e odiato. Di questo frutto si dice che è come mangiare un lampone in un bagno pubblico, poiché emana un odore pestilenziale (di piedi, dicono) mentre la polpa è saporita e delicata. Per intenderci, puzza talmente tanto che a Singapore è vietato salire sui mezzi pubblici con i durian.

11 - Vermi sago, Nuova Guinea
Si mangiano sia crudi che saltati e, giura chi ha avuto il fegato di assaggiarli, sanno di bacon. Questi polposi vermoni vivono nel cuore della palma di sago (da qui il nome) di cui si nutrono anche. Sono cicciotti, con la scorza dura e ricoperta di peletti mentre all'interno sono giallognoli e cremosi. Una prelibatezza che viene preparata solo per le occasioni speciali.

10 - Cervello di scimmia, Cina
Un'usanza più che crudele. Atroce, barbara, disumana e insensata. Si dice che questa pietanza, se così si può definire, sia stata ispirata dagli scimpanzé. Si dice anche che sia un'ottima cura contro l'impotenza. Il cervello di scimmia si può mangiare servito nel piatto oppure "vivo" direttamente dall'animale che viene portato in tavola ancora cosciente, immobilizzato e aperto. Terrificante.

9 - Trippa di manzo, si mangia in varie parti del mondo (ottimo mondongo)
Si tratta di un piatto difusso un po' a tutte le latitudini. Anche in Italia un bel piatto di trippa non si nega a nessuno. Agli americani, però, l'idea di mangiare le interiora di un animale, non piace affatto.

8 - Caffè kopi luwak, Asia
Si tratta di un tipo di caffè prodotto con le bacche, ingerite, parzialmente digerite e defecate dallo zibetto delle palme comune. Un prodotto tipico delle isole dell'arcipelago indonesiano, quali Sumatra, Giava e Sulawesi, e delle Filippine. Le bacche vengono raccolte tra le feci dell'animale, ripulite e trattate come normali chicchi e poi trasformate in bevanda fumante. Che ci crediate o no, è il caffè più costoso al mondo: il suo prezzo è di circa 500 ?/kg, mentre al dettaglio viene venduto per 5 ? a tazzina ma a Londra si arriva a snorsare anche 62 ? la tazzina. Perché andare a ravanare nelle feci di un animale? Perché la bacca di caffè non viene digerita dalla bestiola, però gli enzimi dello zibetto ne intaccano la parte esterna, conferendo alla bacca un aroma amaro e unico, causato dalla parziale digestione delle proteine.

7 - Tarantola, Cambogia
Ebbene sì, il celebre ragno si mangia. E gli abitanti del posto se lo gustano pure, tutto intero, con tanto di peli e zampette. Perché della tarantola non si butta via niente.

6 - Balut, Filippine (impossibile)
Si tratta di un uovo di anatra o di gallina fecondato e bollito nel suo guscio poco prima della sua schiusa, quando l'embrione al suo interno è quasi completamente formato. In sostanza, si mangia un feto. Ottima fonte di proteine, si dice sia un afrodisiaco. Si condisce con sale, aceto o salse a piacere e viene venduto anche nei baracchini lungo gli angoli delle strade.

5 - Pacha, Iraq (l'occhio impossibile)
Testa di pecora bollita. Ripulito della lana, il cranio viene portato in tavola intero e ci si aspetta che sia riportato in cucina completamente pulito, lasciando sul piatto soltanto il cranio del povero animale.

4 - Vino di topolini, Korea
Un liquore potente e molto alcolico che si dice sia un ottimo tonificante. Si mettono dei piccoli di topo ancora vivi in una bottiglia di liquore di riso e si lascia fermentare (leggasi, si lasciano annegare le bestiole). Trascorso il dovuto tempo, si beve. Sapore: gasolio, dicono.

3 - Lutefisk, Norvegia
Merluzzo messo in ammollo nella soda caustica, ebbene sì. La preparazione prevede una lavorazione di 14 giorni prima della cottura. Lo stoccafisso viene immerso in acqua per sei giorni, poi scolato e immerso nuovamente, ma stavolta in una soluzione di idrossido di sodio, per due giorni. Questo provoca una denaturazione delle proteine e fa sì che assuma una consistenza gelatinosa. In questo stadio il pesce Aè velenoso e per poter essere consumato deve subire un secondo ammollo di altri 6 giorni, con frequenti cambi d'acqua per sciacquarlo al meglio dalla soda caustica. Al termine di questo procedimento il lutefisk può essere cucinato e servito.

2 - Casu Marzu, Sardegna, Italia (rinunciato)
In realtà la Sardegna non è l'unica regione d'Italia (e probabilmente del mondo) a lavorare un formaggio in questo modo. E non c'è niente di particolarmente disgustoso in questo piatto, ma agli americani proprio non piace. Di sicuro il casu marzu desta molta curiosità, poiché il gusto piccante gli è conferito dalle larve della mosca casearia (Piophila casei) che lo contaminano. L'insetto deposita le uova sulla forma di pecorino, lì nascono centinaia di larve che traggono nutrimento dalla forma di cacio stessa, cibandosene e sviluppandosi. Sapore: forte.

1- Escamoles, Messico
Detto anche caviale di insetto, questo piatto consiste in uova di formica liometopum, raccolte alle radici dell'agave. La consistenza è più o meno quella del formaggio Jocca, per capirsi. Queste uova, considerate una leccornia, vengono servite all'interno di taco con guacamole. Ma i puristi dicono che la salsa serve solo a evitare che al primo morso tutte le uova di formica rotolino fuori dall'involucro.

SergioAD
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6602
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 30.01.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: A tavola

Messaggio Da Sally il Lun 3 Set - 22:08

La galleria degli orrori... eeeeeeek

Sally
-------------
-------------

Femminile Numero di messaggi : 4886
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 30.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: A tavola

Messaggio Da SergioAD il Lun 3 Set - 22:15

L'altro estremo...

SergioAD
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6602
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 30.01.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: A tavola

Messaggio Da Rasputin il Lun 3 Set - 22:21

SergioAD ha scritto:L'altro estremo...

Verde, e se potessi te ne darei di più

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 50308
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: A tavola

Messaggio Da SergioAD il Lun 3 Set - 22:23

Questo va visto - in Thailandia anche quello della tigre...

http://notizieincredibili.scuolazoo.com/incredibile/ecco-10-tipi-di-peni-di-animali-commestibili

SergioAD
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6602
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 30.01.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: A tavola

Messaggio Da Rasputin il Lun 3 Set - 22:31

SergioAD ha scritto:Questo va visto - in Thailandia anche quello della tigre...

http://notizieincredibili.scuolazoo.com/incredibile/ecco-10-tipi-di-peni-di-animali-commestibili

La cinese non pare molto convinta, forse pensa a qualcos'altro

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 50308
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: A tavola

Messaggio Da lupetta il Lun 3 Set - 22:37

chiedo scusa, vorrei aprire una parentesi e chiedere se è vero che mangiando carboidrati si può anche avere la sensazione di non avere energie
avatar
lupetta
-------------
-------------

Femminile Numero di messaggi : 9614
Età : 42
Località : Roma
Occupazione/Hobby : Dubitare
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 11.11.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: A tavola

Messaggio Da Rasputin il Lun 3 Set - 22:44

lupetta ha scritto:chiedo scusa, vorrei aprire una parentesi e chiedere se è vero che mangiando carboidrati si può anche avere la sensazione di non avere energie

no

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 50308
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: A tavola

Messaggio Da Elima il Lun 3 Set - 22:46

Rasputin ha scritto:
lupetta ha scritto:chiedo scusa, vorrei aprire una parentesi e chiedere se è vero che mangiando carboidrati si può anche avere la sensazione di non avere energie

no
Si, e Ras seguendo il mio forum dovrebbe saperlo !!
avatar
Elima
-----------
-----------

Femminile Numero di messaggi : 2371
Età : 59
Località : Napoli
Occupazione/Hobby : Impiegata, lettura, vela, subacquea
SCALA DI DAWKINS :
50 / 7050 / 70

Data d'iscrizione : 20.06.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: A tavola

Messaggio Da Minsky il Lun 3 Set - 22:49

SergioAD ha scritto:2 - Casu Marzu, Sardegna, Italia (rinunciato)
In realtà la Sardegna non è l'unica regione d'Italia (e probabilmente del mondo) a lavorare un formaggio in questo modo. E non c'è niente di particolarmente disgustoso in questo piatto, ma agli americani proprio non piace. Di sicuro il casu marzu desta molta curiosità, poiché il gusto piccante gli è conferito dalle larve della mosca casearia (Piophila casei) che lo contaminano. L'insetto deposita le uova sulla forma di pecorino, lì nascono centinaia di larve che traggono nutrimento dalla forma di cacio stessa, cibandosene e sviluppandosi. Sapore: forte.
Questo lo conosco bene perché quando ero piccolo si trovava ancora facilmente dalle mie parti, e molti lo apprezzavano. Adesso ne è vietato il commercio, e per delle ottime ragioni.

Mi ricordo che questa cosa andava mangiata utilizzando del pane morbido, che serviva a "inseguire" e raccogliere i bigattini, altrimenti scappano da tutte le parti con salti anche di parecchi cm di lunghezza. A me, per fortuna, non è stato mai offerto.

Il nome del prodotto varia a seconda della regione, è appunto "casu marzu" in Sardegna, "cacio marcetto" in Abruzzo, "salterello" in Friuli, "furmai nis" in Emilia Romagna, "formaggio punto" in Puglia; ma in Veneto, molto sobriamente, si chiama "formaggio coi vermi".

I vermi, dunque, sono le larve di una piccola mosca, grande circa la metà di una mosca domestica, chiamata Piophila casei. I produttori tolgono la crosta al formaggio, che di norma lo proteggerebbe, e lo lasciano stagionare al buio e al caldo, salandolo meno del dovuto, girando poco le forme, sminuzzando la pasta, il tutto per favorire l’infestazione. Questo attiva i processi di fermentazione e decomposizione dei grassi e delle proteine, che cominciano a frammentarsi grazie all’azione decompositrice dei batteri. Questo processo va avanti per un paio di mesi (i tempi sono variabili in base alla temperatura e al contenuto in grassi e sale del formaggio), sino a che l’alterazione chimica dei grassi è tale che il formaggio comincia a produrre un essudato detto “lagrima” dai buongustai e stadio di “putrefazione nera” della decomposizione dagli entomologi forensi.

Il formarsi della lagrima è anche il segnale che l’operazione è andata a buon fine, e la mosca ha finalmente infestato il formaggio con le sue uova. Il ciclo vitale della mosca è piuttosto rapido, anche se dipende molto dalla temperature a dall’umidità: quando il formaggio è allo stato di decomposizione giusto, le uova impiegano 1-2 giorni a schiudersi e le larve circa 1-2 settimane a passare attraverso tre stadi di accrescimento. Quando sono pronte riescono a saltare, come dicevo, abbastanza lontano da spararsi fuori dal formaggio. Dopo circa una settimana emerge l’insetto adulto che reinfesta il formaggio o vola via in cerca di altri substrati su cui deporre le uova. Maggiore è la temperatura e più breve è questo ciclo, ma temperature molto alte riducono la fecondità degli adulti e la sopravvivenza delle uova.

Durante le sue due settimane circa di vita, la larva si nutre avidamente del formaggio riducendolo, grazie all’azione dei suoi enzimi digestivi, ad una pasta molle. In sostanza ciò che viene consumato alla fine non è più il formaggio in sé, ma i bigattini, i loro secreti digestivi, le loro deiezioni e i resti degli esoscheletri dopo che fanno la muta. È proprio il passaggio attraverso il sistema digerente del bigattino a liquefare i grassi, contribuendo alla formazione della “lagrima” e a dare il sapore acido e pungente del formaggio.

Attenzione: se i vermi sono morti, il formaggio non era buono o le condizioni di putrefazione sono troppo avanzate persino per le mosche, e va scartato.

La mosca, in realtà, si riproduce benissimo in qualunque cadavere in putrefazione. Quando si lascia esposto all’aria il pecorino perché ci arrivino i vermi, da dove viene la mosca? Non è improbabile che la mosca in questione sia emersa qualche giorno prima da una larva che si è nutrita di un animale morto. La contaminazione microbica del casu marzu risulta elevata ai controlli, in particolare sono state riscontrate elevate quantità di Pseudomonas, muffe e stafilococchi, ma soprattutto l’ingestione della larva della mosca può portare a miasi, ovvero a danni ai tessuti molli dovuti alla sopravvivenza della larva all’interno del corpo. La cuticola esterna della larva è infatti molto robusta e resiste bene all’acido dei succhi gastrici. La larva può ritrovarsi nell’uomo nel tratto oro-faringeo, in quello digerente o addirittura in quello genito-urinario, ma di solito per ingestione di cibo contaminato la sede della miasi è il tratto digerente. Le larve possono causare serie lesioni della mucosa intestinale mentre cercano di scavare con le mandibole attraverso la parete. I sintomi includono nausea, vomito, dolore addominale e diarrea sanguinante e larve vive o morte si possono ritrovare nelle feci. Infezioni batteriche secondarie delle lesioni possono poi complicare il quadro clinico.

Oltre al formaggio coi vermi, esiste anche il formaggio con gli acari! Infatti, il Milbenkäse è un formaggio prodotto in Germania nel villaggio di Würchwitz in Turingia ottenuto facendo divorare del quark a una particolare specie di acari, Tyrophagus casei. Gli acari quasi polverizzano il formaggio e alla fine i buongustai mangiano fondamentalmente acari, escrementi di acari e i resti della muta presenti sulla superficie del quark. La presenza degli acari fornisce un sapore piccante al formaggio.


_________________
avatar
Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 15030
Età : 63
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: A tavola

Messaggio Da Rasputin il Lun 3 Set - 22:50

Boccadorata ha scritto:
Rasputin ha scritto:
lupetta ha scritto:chiedo scusa, vorrei aprire una parentesi e chiedere se è vero che mangiando carboidrati si può anche avere la sensazione di non avere energie

no
Si, e Ras seguendo il mio forum dovrebbe saperlo !!

Ne abbiamo già parlato, la dieta montignac è solo apparentemente low carb

Minsky ci sono statistiche/dati sulle casualità dovute al formaggione? Se no mi sa che è buono per coloro a cui piace e basta

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 50308
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: A tavola

Messaggio Da Elima il Lun 3 Set - 22:55

Rasputin ha scritto:
Boccadorata ha scritto:
Rasputin ha scritto:
lupetta ha scritto:chiedo scusa, vorrei aprire una parentesi e chiedere se è vero che mangiando carboidrati si può anche avere la sensazione di non avere energie

no
Si, e Ras seguendo il mio forum dovrebbe saperlo !!

Ne abbiamo già parlato, la dieta montignac è solo apparentemente low carb
Ma l'eccesso di carboidrati "semplici" altamente insulinici porta spossatezza.
avatar
Elima
-----------
-----------

Femminile Numero di messaggi : 2371
Età : 59
Località : Napoli
Occupazione/Hobby : Impiegata, lettura, vela, subacquea
SCALA DI DAWKINS :
50 / 7050 / 70

Data d'iscrizione : 20.06.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: A tavola

Messaggio Da SergioAD il Lun 3 Set - 22:57

Estremamente preciso Minsky. Molto interessante per alcuni dettagli che non conoscevo!

SergioAD
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6602
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 30.01.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: A tavola

Messaggio Da Minsky il Lun 3 Set - 23:02

Rasputin ha scritto:Minsky ci sono statistiche/dati sulle casualità dovute al formaggione? Se no mi sa che è buono per coloro a cui piace e basta
Secondo Wikipedia con le moderne tecniche di lavorazione i rischi per la salute sarebbero ridotti al minimo: http://it.wikipedia.org/wiki/Casu_marzu
secondo la mia personale attitudine, però, ci andrei molto cauto ad ingerire larve vive, più o meno saporite che siano.

_________________
avatar
Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 15030
Età : 63
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: A tavola

Messaggio Da Sally il Lun 3 Set - 23:04

SergioAD ha scritto:Estremamente preciso Minsky. Molto interessante per alcuni dettagli che non conoscevo!

Tipo l'abitudine di rincorrere i cagnotti nel piatto con un pezzetto di pane? mgreen

Di fronte al "formai de tara" (cosi lo chiamano dalle mie parti), comincio a rivalutare lo spiedino proteico di alla Tailandse...

Sally
-------------
-------------

Femminile Numero di messaggi : 4886
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 30.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: A tavola

Messaggio Da Elima il Lun 3 Set - 23:05

SergioAD ha scritto:Estremamente preciso Minsky. Molto interessante per alcuni dettagli che non conoscevo!
mi risultava che la Piophila casei si riproducesse solo nel formaggio, pazzo!
avatar
Elima
-----------
-----------

Femminile Numero di messaggi : 2371
Età : 59
Località : Napoli
Occupazione/Hobby : Impiegata, lettura, vela, subacquea
SCALA DI DAWKINS :
50 / 7050 / 70

Data d'iscrizione : 20.06.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: A tavola

Messaggio Da Minsky il Lun 3 Set - 23:18

Boccadorata ha scritto:
SergioAD ha scritto:Estremamente preciso Minsky. Molto interessante per alcuni dettagli che non conoscevo!
mi risultava che la Piophila casei si riproducesse solo nel formaggio,
Ovviamente no, la mosca non si è evoluta con la produzione del formaggio, ed è diffusa nelle zone calde dell'emisfero nord e anche in America Latina. Oltre ai formaggi la Piophila è particolarmente ghiotta di prosciutti, carni conservate e pesci essiccati, ovunque insomma ci sia un'elevata quantità di proteine conservate per molto tempo.
Quando un animale muore passa attraverso numerosi stadi di decomposizione che partono da batteri anaerobi contenuti nell’apparato digerente dell’animale stesso. Dopo poche ore dalla morte arrivano le prime mosche carnarie, quelle azzurre metalliche molto belle, e depongono le uova. Nel frattempo i batteri anaerobi fanno iniziare i processi di putrefazione producendo gas come materiale di scarto, tipo solfuro di idrogeno, metano, cadaverina e putrescina, responsabili dell’odore. I movimenti dei bigattini sulla superficie del corpo contribuiscono alla diffusione dei batteri e i gas fanno rigonfiare il cadavere. L’odore dei gas attira ancora altre mosche, di altre specie, coleotteri e acari. Gli ultimi ad arrivare sono mosche e coleotteri predatori che predano i bigattini, più alcune vespe parassitoidi che depongono le uova nelle larve e nelle pupe delle mosche. Dopo una decina di giorni il corpo dell’animale morto è diventato un complicatissimo ecosistema intento a demolirlo. Dopo un periodo di tempo variabile in base alla temperatura esterna i gas non trovano più resistenza nelle pareti del corpo e le pareti collassano, la pelle e i peli si staccano, la carne ha una consistenza cremosa per via dell’azione dei bigattini. L’odore è fortissimo ma non attira più le mosche pioniere: gli insetti preponderanti sono quelli predatori, le cui larve si nutrono anche del corpo in decomposizione. È la fase della "putrefazione nera". Dopo 1-3 mesi dalla morte, sempre dipendenti dalla temperatura esterna, comincia la fase della fermentazione butirrica: la carne è oramai poca, i liquidi sono stati tutti assorbiti, i gas prodotti dai batteri anaerobi scarseggiano e la formazione di acido butirrico dà alla carcassa un odore di formaggio. È a questo punto che entra in azione la Piophila casei che, attratta dall’odore di formaggio e dalla carne secca rimasta sulla carcassa, depone le sue uova quando quasi tutte le altre mosche sono oramai andate via.
Si capisce che, per la mosca, l’acido butirrico prodotto dalla decomposizione dei grassi è identico sia che provenga da un cadavere che da un formaggio o un prosciutto, purché ci siano abbastanza proteine per nutrire le larve.

_________________
avatar
Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 15030
Età : 63
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: A tavola

Messaggio Da Elima il Mar 4 Set - 7:23

Minsky ha scritto:
Boccadorata ha scritto:
SergioAD ha scritto:Estremamente preciso Minsky. Molto interessante per alcuni dettagli che non conoscevo!
mi risultava che la Piophila casei si riproducesse solo nel formaggio,
Ovviamente no, la mosca non si è evoluta con la produzione del formaggio, ed è diffusa nelle zone calde dell'emisfero nord e anche in America Latina. Oltre ai formaggi la Piophila è particolarmente ghiotta di prosciutti, carni conservate e pesci essiccati, ovunque insomma ci sia un'elevata quantità di proteine conservate per molto tempo.
...................................................................................................................
Si capisce che, per la mosca, l’acido butirrico prodotto dalla decomposizione dei grassi è identico sia che provenga da un cadavere che da un formaggio o un prosciutto, purché ci siano abbastanza proteine per nutrire le larve.
grazieeee grazieeee
Tanta competenza sui cadaveri ti deriva dall'attività di medico forense o da anni di CSI?
eeeeeeek E io che mi fermavo alla cadaverina, che è quello che mi impedisce di mangiare carne.... doh wink..
avatar
Elima
-----------
-----------

Femminile Numero di messaggi : 2371
Età : 59
Località : Napoli
Occupazione/Hobby : Impiegata, lettura, vela, subacquea
SCALA DI DAWKINS :
50 / 7050 / 70

Data d'iscrizione : 20.06.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: A tavola

Messaggio Da Minsky il Mar 4 Set - 8:09

Boccadorata ha scritto:Tanta competenza sui cadaveri ti deriva dall'attività di medico forense o da anni di CSI?
E io che mi fermavo alla cadaverina, che è quello che mi impedisce di mangiare carne....
Ah ah, no, non sono un medico forense né un investigatore... solo mi piace informarmi in dettaglio su ogni cosa. L'argomento della mosca del formaggio mi trova particolarmente sensibile perché questo insetto è affine ad un altro, ben più pericoloso, che fino a qualche tempo fa era molto diffuso in America Latina, almeno ai tempi in cui io viaggiavo da quelle parti. Sto parlando della Cochliomyia hominivorax, la "mosca carnivora". Questo insetto depone le uova negli animali vivi (compreso l'uomo, ovviamente) sfruttando anche un minimo graffio sulla pelle, e le larve quando si sviluppano divorano i tessuti scavando verso l'interno. La micidiale mosca viene combattuta liberando maschi sterilizzati negli areali infestati, però nel frattempo si è diffusa anche in America Centrale, parte del Nord America e in Libia.


_________________
avatar
Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 15030
Età : 63
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: A tavola

Messaggio Da Rasputin il Mar 4 Set - 8:25

Minsky ha scritto:
Boccadorata ha scritto:Tanta competenza sui cadaveri ti deriva dall'attività di medico forense o da anni di CSI?
E io che mi fermavo alla cadaverina, che è quello che mi impedisce di mangiare carne....
Ah ah, no, non sono un medico forense né un investigatore... solo mi piace informarmi in dettaglio su ogni cosa. L'argomento della mosca del formaggio mi trova particolarmente sensibile perché questo insetto è affine ad un altro, ben più pericoloso, che fino a qualche tempo fa era molto diffuso in America Latina, almeno ai tempi in cui io viaggiavo da quelle parti. Sto parlando della Cochliomyia hominivorax, la "mosca carnivora". Questo insetto depone le uova negli animali vivi (compreso l'uomo, ovviamente) sfruttando anche un minimo graffio sulla pelle, e le larve quando si sviluppano divorano i tessuti scavando verso l'interno. La micidiale mosca viene combattuta liberando maschi sterilizzati negli areali infestati, però nel frattempo si è diffusa anche in America Centrale, parte del Nord America e in Libia.


Beh in qualche modo sei IT, solo che chi va a tavola non siamo noi uah uah

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 50308
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: A tavola

Messaggio Da Rasputin il Mar 4 Set - 9:01

Boccadorata ha scritto:
Ma l'eccesso di carboidrati "semplici" altamente insulinici porta spossatezza.

Aiocapí, ma non è una ragione per eliminarli completamente. Modus in rebus, si chiama wink..

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 50308
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: A tavola

Messaggio Da Elima il Mar 4 Set - 10:17

Rasputin ha scritto:
Boccadorata ha scritto:
Ma l'eccesso di carboidrati "semplici" altamente insulinici porta spossatezza.

Aiocapí, ma non è una ragione per eliminarli completamente. Modus in rebus, si chiama wink..
La domanda era:
lupetta ha scritto:chiedo scusa, vorrei aprire una parentesi e chiedere se è vero che mangiando carboidrati si può anche avere la sensazione di non avere energie
la risposta è : Si
avatar
Elima
-----------
-----------

Femminile Numero di messaggi : 2371
Età : 59
Località : Napoli
Occupazione/Hobby : Impiegata, lettura, vela, subacquea
SCALA DI DAWKINS :
50 / 7050 / 70

Data d'iscrizione : 20.06.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: A tavola

Messaggio Da Rasputin il Mar 4 Set - 10:30

Boccadorata ha scritto:
Rasputin ha scritto:
Boccadorata ha scritto:
Ma l'eccesso di carboidrati "semplici" altamente insulinici porta spossatezza.

Aiocapí, ma non è una ragione per eliminarli completamente. Modus in rebus, si chiama wink..
La domanda era:
lupetta ha scritto:chiedo scusa, vorrei aprire una parentesi e chiedere se è vero che mangiando carboidrati si può anche avere la sensazione di non avere energie
la risposta è : Si

Secondome rimane valido il concetto: modus in rebus boh

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 50308
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: A tavola

Messaggio Da Multiverso il Mar 4 Set - 13:25

Boccadorata ha scritto:
Si, e Ras seguendo il mio forum dovrebbe saperlo !!

Qual è il tuo forum e di cosa si occupa?
avatar
Multiverso
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1413
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 15.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: A tavola

Messaggio Da Rasputin il Mar 4 Set - 13:55

Multiverso ha scritto:
Boccadorata ha scritto:
Si, e Ras seguendo il mio forum dovrebbe saperlo !!

Qual è il tuo forum e di cosa si occupa?

http://montignocche.forumattivo.it/

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 50308
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 16 Precedente  1, 2, 3 ... 9 ... 16  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum