Conviene eliminare le religioni?

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Conviene eliminare le religioni?

Messaggio Da paolo1951 il Sab 13 Ott - 7:56

E' possibile e soprattutto conviene abolire le religioni?
Dato per scontato che noi atei consideriamo le religioni false, che non ci piacciono, che non siamo consumatori di tal genere di droghe, però siamo sicuri che la loro scomparsa sarebbe vantaggiosa?
E nello specifico della nostra Italia, la crisi che interessa la “religione più o meno di stato” sarà o no una cosa positiva?
avatar
paolo1951
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 5278
Età : 66
Località : Ovada (AL)
Occupazione/Hobby : imprenditore/viaggi, storia, filosofia, subacquea, fotografia
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 09.12.08

http://www.benazzo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Conviene eliminare le religioni?

Messaggio Da Paolo il Sab 13 Ott - 8:05

1951 abolire ciò che è falso è sempre positivo! Vivere nell'illusione è come vivere da drogato o da ritardato mentale. L'abolizione, non certo violenta e imposta, ma per maturazione culturale, sarebbe un grandissimo passo avanti. Per ora solo un'utopia, però un'utopia che sta iniziando a porre le sue basi. Poi il tempo farà il resto.
avatar
Paolo
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 8794
Età : 63
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Conviene eliminare le religioni?

Messaggio Da paolo1951 il Sab 13 Ott - 8:17

Io invece non sono così ottimista... sui risultati.
Certo se la cosa avvenisse a seguito di una rivoluzionaria trasformazione della società, potrei essere d'accordo con te... ma metti invece uno scenario (assurdo) di questo tipo:
domani Ratzinger e con lui tutto il collegio dei cardinali si presenta in TV (a reti unificate) e annuncia "urbi et orbi" che in virtù della sua nota infallibilità può tranquillamente dichiarare che era tutta una bufala... Dio trino, Dio-Uomo, miracoli e potere di rimettere i peccati, anima immortale, paradiso & inferno ... e naturalmente anche l'infallibilità stessa.
Secondo voi cosa succederebbe?
avatar
paolo1951
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 5278
Età : 66
Località : Ovada (AL)
Occupazione/Hobby : imprenditore/viaggi, storia, filosofia, subacquea, fotografia
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 09.12.08

http://www.benazzo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Conviene eliminare le religioni?

Messaggio Da silvio il Sab 13 Ott - 8:44

Parlando dell'Italia o più in generale dell'Europa non credo che la Religione abbia un futuro, stanno mancando tutti i presupposti culturali al suo nutrimento.
Questo perché l'informazione e la relativa consapevolezza hanno aperto brecce importanti, qui tranne qualche fissato non crede più nessuno, o per lo meno sono tutti agnostici, non perché la Chiesa non abbia ancora potere, ne ha tanto, ma perché semplicemente le persone contemporanee credono in quello che vedono.
avatar
silvio
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4411
Età : 57
Località : roma
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.11.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Conviene eliminare le religioni?

Messaggio Da paolo1951 il Sab 13 Ott - 9:33

silvio ha scritto:Parlando dell'Italia o più in generale dell'Europa non credo che la Religione abbia un futuro, stanno mancando tutti i presupposti culturali al suo nutrimento.
Questo perché l'informazione e la relativa consapevolezza hanno aperto brecce importanti, qui tranne qualche fissato non crede più nessuno, o per lo meno sono tutti agnostici, non perché la Chiesa non abbia ancora potere, ne ha tanto, ma perché semplicemente le persone contemporanee credono in quello che vedono.
Concordo in parte con quello che dici ma in parte proprio no... mi spiego se per esempio guardiamo alla dottrina della CCAR in campo morale-sessuale è facile accorgersi che non la caga più nessuno.
Idem per la dogmatica, che siamo giusto noi atei a conoscerla un po'... i cattolici quei dogmi "indubitabili" manco sanno quali sono!
Però su temi quali morte e "resurrezione", anima immortale, giustizia nell'aldilà, ... miracoli & interventi divini di vario tipo, la gente, anche se un po' di scetticismo c'è, tuttavia vuole "credere", direi quasi che s'impone di credere.
avatar
paolo1951
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 5278
Età : 66
Località : Ovada (AL)
Occupazione/Hobby : imprenditore/viaggi, storia, filosofia, subacquea, fotografia
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 09.12.08

http://www.benazzo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Conviene eliminare le religioni?

Messaggio Da Tomhet il Sab 13 Ott - 9:48

Penso che basterebbe eliminarne l'influenza sul prossimo, poi scomparirebbe da sola o al massimo diverrebbe qualcosa di molto astratto e più incline al deismo.

Tomhet
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 2672
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 30.08.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Conviene eliminare le religioni?

Messaggio Da silvio il Sab 13 Ott - 9:48

Non ci crede penso, ma ci spera, ma che possiamo fare, almeno lasciamogli la speranza.
avatar
silvio
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4411
Età : 57
Località : roma
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.11.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Conviene eliminare le religioni?

Messaggio Da paolo1951 il Sab 13 Ott - 10:40

Ok, ma oltre alla speranza, a quella funzione di "oppio per il popolo"... ve n'è anche un'altra da non sottovalutare:
Kant diceva (più o meno)che il bene è premio a sé stesso, e il male è castigo a sé stesso.
Nobilissime parole... ma pensate che questa etica possa diventare oggi un'etica "di massa"?
Già gli antichi filosofi greci avevano capito che la "paura degli dei" era necessaria (quanto la legge penale) per governare gli uomini... oggi siamo tanto più avanti di allora, oppure se non è più zuppa è pan bagnato?
avatar
paolo1951
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 5278
Età : 66
Località : Ovada (AL)
Occupazione/Hobby : imprenditore/viaggi, storia, filosofia, subacquea, fotografia
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 09.12.08

http://www.benazzo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Conviene eliminare le religioni?

Messaggio Da teto il Sab 13 Ott - 10:54

paolo1951 ha scritto:Io invece non sono così ottimista... sui risultati.
Certo se la cosa avvenisse a seguito di una rivoluzionaria trasformazione della società, potrei essere d'accordo con te... ma metti invece uno scenario (assurdo) di questo tipo:
domani Ratzinger e con lui tutto il collegio dei cardinali si presenta in TV (a reti unificate) e annuncia "urbi et orbi" che in virtù della sua nota infallibilità può tranquillamente dichiarare che era tutta una bufala... Dio trino, Dio-Uomo, miracoli e potere di rimettere i peccati, anima immortale, paradiso & inferno ... e naturalmente anche l'infallibilità stessa.
Secondo voi cosa succederebbe?

A me sembra di vedere molta gente che dice "io seguo Cristo, non gli uomini o la chiesa" quindi se avvenisse quello che hai detto nell'immediato ci sarebbero suicidi degli ultra-cattolici e gli altri (cattolici non praticanti o cristiani in generale) continuerebbero a credere. La religione è una droga, anche se il papa dicesse che è falsa la gente continuerebbe ad assuefarsi
avatar
teto
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 2136
Età : 25
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 16.04.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Conviene eliminare le religioni?

Messaggio Da paolo1951 il Sab 13 Ott - 11:08

teto ha scritto:
paolo1951 ha scritto:Io invece non sono così ottimista... sui risultati.
Certo se la cosa avvenisse a seguito di una rivoluzionaria trasformazione della società, potrei essere d'accordo con te... ma metti invece uno scenario (assurdo) di questo tipo:
domani Ratzinger e con lui tutto il collegio dei cardinali si presenta in TV (a reti unificate) e annuncia "urbi et orbi" che in virtù della sua nota infallibilità può tranquillamente dichiarare che era tutta una bufala... Dio trino, Dio-Uomo, miracoli e potere di rimettere i peccati, anima immortale, paradiso & inferno ... e naturalmente anche l'infallibilità stessa.
Secondo voi cosa succederebbe?

A me sembra di vedere molta gente che dice "io seguo Cristo, non gli uomini o la chiesa" quindi se avvenisse quello che hai detto nell'immediato ci sarebbero suicidi degli ultra-cattolici e gli altri (cattolici non praticanti o cristiani in generale) continuerebbero a credere. La religione è una droga, anche se il papa dicesse che è falsa la gente continuerebbe ad assuefarsi

Credo che ci sarebbe anche un terzo effetto, la gran massa aderirebbe ad altre religioni ancor più fanatiche del Cattolicesimo (vedi TdG e soprattutto Islam).
avatar
paolo1951
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 5278
Età : 66
Località : Ovada (AL)
Occupazione/Hobby : imprenditore/viaggi, storia, filosofia, subacquea, fotografia
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 09.12.08

http://www.benazzo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Conviene eliminare le religioni?

Messaggio Da delfi68 il Sab 13 Ott - 11:36

NO. Assolutamente.

Se le masse fossero libere e smettessero di accettare la sottomissione a dio, e di conseguenza al Re, al Padrone, al capo..ma se le masse accedessero al principio di eguaglianza degli esseri umani, ci sarebbe il crollo del "sistema umanita'"
Un algoritmo che si autosostiene attraverso il sacrificio spontaneo e volontario di miliardi di esseri umani grazie a due convincimenti, il primo e' il premio che si otterra' una volta morti. Il secondo e' che esiste un essere supremo, e sue emanazioni. Da qui nasce il "principio d'autorita'". Qullo che induce la gente ad accettare un soppruso, a non comprendere delle scelte, a non contestare una legge e ad ubbidire senza caprire.

Se chiunque di noi si sedesse per un attimo nella "stanza dei bottoni" percepirebbe all'istante la necessita' dell'esistenza di dio e delle chiese.
avatar
delfi68
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11250
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Conviene eliminare le religioni?

Messaggio Da Steerpike il Sab 13 Ott - 13:31

paolo1951 ha scritto:E' possibile e soprattutto conviene abolire le religioni?
Le religioni non sono leggi, e non si possono "abolire" (a meno di non modificare il cervello umano).
avatar
Steerpike
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 2512
Località : ∫ -(∂ℋ/∂p) dt
SCALA DI DAWKINS :
35 / 7035 / 70

Data d'iscrizione : 01.02.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Conviene eliminare le religioni?

Messaggio Da moku il Sab 13 Ott - 23:15

Se il papa decidesse di dire una cosa del genere, verrebbe eliminato. Anche se lo dicesse davanti alla gente, gli verrebbe impedito di proseguire il discorso e, in tempi non troppo sospetti, verrebbe eliminato. Se tutta la Chiesa fosse invece d'accordo con lui ( utopia ), ci vorrebbe una prova. Ma nessuna prova sarebbe tanto grande da eliminare qualunque reticenza presente nei fedeli. La religione cattolica forse potrebbe sparire, o, almeno, diverrebbe molta diversa da quella che è oggigiorno. Ma le altre Chiese cristiane non scomparirebbero, anzi, forse aumenterebbero la loro influenza, così come le altre religioni non cristiane. Comunque non penso proprio che succederà mai una cosa del genere...
avatar
moku
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 209
Età : 24
Località : Italia (MS)
Occupazione/Hobby : Studente
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 19.08.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Conviene eliminare le religioni?

Messaggio Da mix il Dom 14 Ott - 0:57

paolo1951 ha scritto:E' possibile e soprattutto conviene abolire le religioni?
Dato per scontato che noi atei consideriamo le religioni false, che non ci piacciono, che non siamo consumatori di tal genere di droghe, però siamo sicuri che la loro scomparsa sarebbe vantaggiosa?
E nello specifico della nostra Italia, la crisi che interessa la “religione più o meno di stato” sarà o no una cosa positiva?
questo thread mi piace molto, mi ricorda vagamente un discorso tentato alcuni mesi orsono ma degenerato prematuramente

dato per scontato che l'idea retrostante le religioni, che esistano entità sovrannaturali o sovrumane, è basata su una costruzione umana, ed è quindi sostanzialmente falsa, proprio come premetti tu,

secondo me vanno considerate bene le funzioni narcotizzante, consolatoria, rassicurante, identitaria personale e comunitaria, di conformazione e mantenimento di strutture gerarchiche di potere ed un altra decine di altri dettagli di questa antichissima struttura ideologica umana.

si deve tenere conto che quello che possiamo osservare ora, prendendo ad esempio la religione diffusa qui in Italia, per rimanere in un ambito meglio conosciuto (anche se equivalente nell'idea generale a qualsiasi altra religione), è il risultato di una stratificazione millenaria di risposte a bisogni personali e sociali, sollecitazioni interne ed esterne, strategie di sviluppo & mantenimento, errori, pressioni di interessi personali e di gruppi, e quant'altro relazionato con essa.

se si volesse magicamente far sparire la religione sarebbe necessario provvedere a sufficienti funzioni e strutture sostitutive che vadano a sopperire positivamente al vuoto lasciato da questa poliedrica attività attualmente svolta dalla religione e dalla sua struttura di rappresentazione.

secondo me interessante sarebbe partire a vedere la cosa da un punto di vista psicologico personale: semplificando moltissimo, cosa succede quando si toglie una abitudine con azione drogante ad una persona ed ad una comunità? quali sono le esperienze pregresse di riferimento, ad esempio nel caso di tossicodipendenze da sostanze che generano assuefazione?
sarebbe utile un contributo qualificato di persone esperte in queste dinamiche per ipotizzare strategie efficaci di liberazione senza o con i minimi effetti collaterali sui coinvolti.
avatar
mix
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6583
Località : .
Occupazione/Hobby : .
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Conviene eliminare le religioni?

Messaggio Da Akka il Dom 14 Ott - 19:49

non capisco bene il senso del tuo post mix, in sstanza cosa vuoi dire, che per te possibile o no? o auspicabile o no?

poi bisognerebbe chirire, cosa si intende per eliminare le regligioni? proprio tutte? e solo a livello di istituzioni o pure di insegnamento tradizionale e di scritture sacre? cioè si tratterebbe di proibire la bibbia?

per me è del tutto improponibile, il problema va guardato dal punto di vista opposto, cioè non con constatazioni del tipo ''ci sono le religioni, le cosa vanno come vanno, non tanto bene effettivamente'', alla quale far seguire, peraltro con mancanza di implicazione logica ''quindi è meglio eliminarle e le cose miglioreranno''

per me la situazione è ''molta gente è incline al sentimento religioso, e si dedica ad attività di gruppo o individuali per esercitare la propria fede, come la messa e la preghiera'', quindi la religione c'è perchè c'è gete desiderosa di praticarla, quindi finchè c'è gente disposta a praticarla continuerà ad esitere, salvo nel caso in cui venga proibita, allra probabilmente continuerebbe comunque in forma clandestina...

secondo me bisogna distinguere l' istituzione religiosa e la religione intesa nel senso di sentimento religioso
avatar
Akka
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4118
Età : 118
Località : L' Appennino emiliano
Occupazione/Hobby : Sindacalista/Fioraio
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 07.01.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Conviene eliminare le religioni?

Messaggio Da mix il Dom 14 Ott - 22:05

Akka ha scritto:non capisco bene il senso del tuo post mix, in sstanza cosa vuoi dire, che per te possibile o no? o auspicabile o no?
prova a leggerlo più lentamente o più velocemente
di solito può sortire buoni effetti
comunque:
se si volesse magicamente far sparire la religione sarebbe necessario provvedere a sufficienti funzioni e strutture sostitutive che vadano a sopperire positivamente al vuoto lasciato da questa poliedrica attività attualmente svolta dalla religione e dalla sua struttura di rappresentazione.
(qui nel post sopra)


Akka ha scritto:poi bisognerebbe chirire, cosa si intende per eliminare le regligioni? proprio tutte? e solo a livello di istituzioni o pure di insegnamento tradizionale e di scritture sacre? cioè si tratterebbe di proibire la bibbia?
di là ho scritto:
secondo me vanno considerate bene le funzioni narcotizzante, consolatoria, rassicurante, identitaria personale e comunitaria, di conformazione e mantenimento di strutture gerarchiche di potere ed un altra decine di altri dettagli di questa antichissima struttura ideologica umana.
quindi sostituire le religioni con varie cose con funzioni equivalenti, che non lascino un vuoto incolmato rispetto alla situazione odierna

Akka ha scritto:per me è del tutto improponibile, il problema va guardato dal punto di vista opposto, cioè non con constatazioni del tipo ''ci sono le religioni, le cosa vanno come vanno, non tanto bene effettivamente'', alla quale far seguire, peraltro con mancanza di implicazione logica ''quindi è meglio eliminarle e le cose miglioreranno''
si OK, siamo abbastanza daccordo.

Akka ha scritto:per me la situazione è ''molta gente è incline al sentimento religioso, e si dedica ad attività di gruppo o individuali per esercitare la propria fede, come la messa e la preghiera'', quindi la religione c'è perchè c'è gete desiderosa di praticarla, quindi finchè c'è gente disposta a praticarla continuerà ad esitere, salvo nel caso in cui venga proibita, allra probabilmente continuerebbe comunque in forma clandestina...
Akka, di là ho scritto
secondo me interessante sarebbe partire a vedere la cosa da un punto di vista psicologico personale: semplificando moltissimo, cosa succede quando si toglie una abitudine con azione drogante ad una persona ed ad una comunità? quali sono le esperienze pregresse di riferimento, ad esempio nel caso di tossicodipendenze da sostanze che generano assuefazione?
sarebbe utile un contributo qualificato di persone esperte in queste dinamiche per ipotizzare strategie efficaci di liberazione senza o con i minimi effetti collaterali sui coinvolti.
intendo dire:
cosa possiamo dire rispetto a altre dipendenze che vengono curate nel mondo reale?
come si procede, quali le difficoltà, quali gli aspetti delicati, .....
forse, per analogia, si possono trarre spunti per idee che si possono adattare alla dipendenza religiosa.

Akka ha scritto:secondo me bisogna distinguere l' istituzione religiosa e la religione intesa nel senso di sentimento religioso
sempre detto che è diverso parlare di struttura o di singole persone
avatar
mix
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6583
Località : .
Occupazione/Hobby : .
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Conviene eliminare le religioni?

Messaggio Da paolo1951 il Lun 15 Ott - 17:30

mix ha scritto:...
Akka ha scritto:secondo me bisogna distinguere l' istituzione religiosa e la religione intesa nel senso di sentimento religioso
sempre detto che è diverso parlare di struttura o di singole persone
Certo sono d'accordo anch'io ma non dimentichiamo che le "istituzioni", le "strutture religiose" possono esistere se e perché esistono il sentimento religioso e singole persone religiose!

Comunque la cosa mi suggerisce una considerazione forse banale:
visto che il sentimento religioso non è probabilmente eliminabile e nemmeno sarebbe auspicabile eliminarlo "per tutti"... dobbiamo pure rassegnarci a rimandare a tempi migliori la realizzazione dello Stato laico e per ora preferire uno Stato se non proprio "cesaropapista", per lo meno sul tipo dell'antica repubblica romana e/o del primo impero.
Cioè alla libertà assoluta di religione sostituire una libertà "condizionata", con una ben precisa suddivisione di "religiones licitae et illicitae".
avatar
paolo1951
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 5278
Età : 66
Località : Ovada (AL)
Occupazione/Hobby : imprenditore/viaggi, storia, filosofia, subacquea, fotografia
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 09.12.08

http://www.benazzo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Conviene eliminare le religioni?

Messaggio Da paolo1951 il Lun 15 Ott - 17:51

mix ha scritto:...
se si volesse magicamente far sparire la religione sarebbe necessario provvedere a sufficienti funzioni e strutture sostitutive che vadano a sopperire positivamente al vuoto lasciato da questa poliedrica attività attualmente svolta dalla religione e dalla sua struttura di rappresentazione.
Già ma chi è in grado di creare queste "sufficienti funzioni e strutture sostitutive" ???
E comunque sarebbero sicuramente meglio delle religioni?
Forse non sarebbe più semplice e anche più fattibile "riformare" le religioni esistenti?

mix ha scritto:...secondo me interessante sarebbe partire a vedere la cosa da un punto di vista psicologico personale: semplificando moltissimo, cosa succede quando si toglie una abitudine con azione drogante ad una persona ed ad una comunità? quali sono le esperienze pregresse di riferimento, ad esempio nel caso di tossicodipendenze da sostanze che generano assuefazione?
sarebbe utile un contributo qualificato di persone esperte in queste dinamiche per ipotizzare strategie efficaci di liberazione senza o con i minimi effetti collaterali sui coinvolti.
Non mi convince, per quanto l'azione della religione sia simile a quella delle droghe, non è la stessa cosa, per esempio un drogato lo puoi forse convincere a non drogarsi quando riesci a dimostrargli che i danni fisici che sta subendo sono ben maggiori dei vantaggi psicologici (tipo, per chi ha il terrore di queste cose, ventilare la minaccia del cancro polmonare ad un fumatore... ma il sottoscritto è la dimostrazione pratica che la cosa non sempre funziona).
Ma con le religioni questa cosa non è proprio possibile, chi non sa rassegnarsi all'ineluttabilità della morte, giustamente ritiene che comunque la fede religiosa (fosse anche assurda) presenti solo vantaggi!
avatar
paolo1951
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 5278
Età : 66
Località : Ovada (AL)
Occupazione/Hobby : imprenditore/viaggi, storia, filosofia, subacquea, fotografia
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 09.12.08

http://www.benazzo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Conviene eliminare le religioni?

Messaggio Da delfi68 il Lun 15 Ott - 20:08

Mix ha toccato il punto sensibile e che rende le religioni un oggetto ricercato e voluto. Le religioni ti promettono la rivincita sui torti di una vita infame, ti regalano la promessa della vita eterna, di un padre protettivo e presente..la scappatoia per ottenere un occhio di riguardo, non ammalarsi o guarire..

Cos'altro puo' offrire beni tanto preziosi? ..cosi tanto preziosi che l'umanita' si accontenta anche solo di averli in promessa, senza prove, sulla fiducia, con piena fede e con qualunque rinuncia di prove o conferme..

Credo che dio e le religioni siano insostituibili..
avatar
delfi68
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11250
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Conviene eliminare le religioni?

Messaggio Da mix il Lun 15 Ott - 20:29

delfi68 ha scritto:Credo che dio e le religioni siano insostituibili..
eppure in ineluttabile cambiamento, come tutto nell'universo
l'andamento delle vocazioni è un segnale importante: senza preti come fanno?
passano al virtuale? (se il modello è quel che gira su questo forum, siamo a posto )

quindi io ipotizzo una possibile sostituzione futuristica delle religioni con componenti differenti, più laiche.
le funzioni da te ricordate sono solo alcune di quelle svolte dalla religione
una maggior conoscenza, istruzione, delle persone secondo me libera gradualmente anche dalle necessità da te ricordate.
seppur diverse, sono opinioni che credo egualmente lecite e sostenibili e/o opinabili in quanto tali.
o NO?
avatar
mix
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6583
Località : .
Occupazione/Hobby : .
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Conviene eliminare le religioni?

Messaggio Da delfi68 il Lun 15 Ott - 20:50

Ah..certo! ..con il sopravvanzare della circolazione delle informazioni, della scolarizzazione e del progresso in genere, queste religioni iniziano a diventare roba vecchia..poco digeribile anche per i meglio disposti..

Non so se ci sono statistiche a riguardo delle nuove religioni emergenti e le loro caratteristiche..
Ad ogni modo penso che la New Age, forse rispondeva gia' qualche hanno fa a questa necessita' di ammodernamento delle dottrine..
avatar
delfi68
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11250
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Conviene eliminare le religioni?

Messaggio Da Tomhet il Lun 15 Ott - 20:59

In effetti sembra che si vada, perlomeno qui in occidente, grazie soprattutto alla cultura media, verso forme di religiosità perlomeno più aperte e meno legate a qualche dottrina.
C'è da chiedersi se però questa roba non sia il prodotto di scarto della ormai poco digeribile religione cristiana classica o qualcosa che effettivamente nasce nelle persone senza influenze passate.

Tomhet
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 2672
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 30.08.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Conviene eliminare le religioni?

Messaggio Da Rasputin il Lun 15 Ott - 21:37

mix ha scritto:(se il modello è quel che gira su questo forum, siamo a posto )

Finché ci scrivi, ne fai parte.

_________________
Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)



I know I'm like a horse, I could kill myself exercising if I wanted to (Lionel Sanders)

Demokratie hat nichts mit Freiheit, Menschenrechten oder Meinungsfreiheit zu tun. Es ist einfach nur die Herrschaft der Mehrheit. (La democrazia non ha nulla a che vedere con libertà, diritti umani o libertà di opinione. È semplicemente solo la dominazione della maggioranza).
avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 51361
Età : 57
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante, islamofobo praticante, libido post eroina amplificata da alcol e anfetamine
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Conviene eliminare le religioni?

Messaggio Da mix il Lun 15 Ott - 22:23

Rasputin ha scritto:
mix ha scritto:(se il modello è quel che gira su questo forum, siamo a posto )

Finché ci scrivi, ne fai parte.
sveglia ! ! ! !


il riferimento era a don alberto carneval
avatar
mix
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6583
Località : .
Occupazione/Hobby : .
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Conviene eliminare le religioni?

Messaggio Da Rasputin il Lun 15 Ott - 22:43

mix ha scritto:
Rasputin ha scritto:
mix ha scritto:(se il modello è quel che gira su questo forum, siamo a posto )

Finché ci scrivi, ne fai parte.
sveglia ! ! ! !


il riferimento era a don alberto carneval

Non tange. Finché ci scrivi ne fai parte (Aggiorna i contatori)

_________________
Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)



I know I'm like a horse, I could kill myself exercising if I wanted to (Lionel Sanders)

Demokratie hat nichts mit Freiheit, Menschenrechten oder Meinungsfreiheit zu tun. Es ist einfach nur die Herrschaft der Mehrheit. (La democrazia non ha nulla a che vedere con libertà, diritti umani o libertà di opinione. È semplicemente solo la dominazione della maggioranza).
avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 51361
Età : 57
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante, islamofobo praticante, libido post eroina amplificata da alcol e anfetamine
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Conviene eliminare le religioni?

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum