Sefarditi, ashkenaziti e QI

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Sefarditi, ashkenaziti e QI

Messaggio Da Rasputin il Mer 28 Nov - 20:22

Avalon ha scritto:Adesso vado a 'friendarti'. Hm. Ora che ci penso... le ascendenze ebraiche ce lo ho io! Sefardite, per la precisione mgreen

Ecco spiegato il tuo IQ

Però

wall2 carneval

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49393
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sefarditi, ashkenaziti e QI

Messaggio Da Avalon il Gio 29 Nov - 5:45

Rasputin ha scritto:
Avalon ha scritto:Adesso vado a 'friendarti'. Hm. Ora che ci penso... le ascendenze ebraiche ce lo ho io! Sefardite, per la precisione mgreen

Ecco spiegato il tuo IQ

Però

wall2 carneval

Non avevo mai fatto il collegamento mgreen
Da qualche parte del '600 un soldato di ventura marrano venuto al seguito delle compagnie mercenarie spagnole si stabilì a Ferrara e poi molto dopo sono scappata fuori io. La tigna però è romagnola, viene dal ramo paterno ihihihih ahahahahahah

Avalon
-------------
-------------

Femminile Numero di messaggi : 7619
Età : 42
Località : Cagli
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 22.02.10

http://www.avalon451.blogspot.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sefarditi, ashkenaziti e QI

Messaggio Da Rasputin il Gio 29 Nov - 9:21

Avalon ha scritto:
Rasputin ha scritto:
Avalon ha scritto:Adesso vado a 'friendarti'. Hm. Ora che ci penso... le ascendenze ebraiche ce lo ho io! Sefardite, per la precisione mgreen

Ecco spiegato il tuo IQ

Però

wall2 carneval

Non avevo mai fatto il collegamento mgreen

Non me lo invento io, Sefarditi ed Askenaziti pare che registrino tra le più alte medie IQ in assoluto. Adesso non ho tempo, ma forse se faccio una ricerchina trovo qualcosa wink..

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49393
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sefarditi, ashkenaziti e QI

Messaggio Da Avalon il Gio 29 Nov - 12:31

Della serie, per sopravvivere il cervello bisogna potenziarlo, eh?

...non girare il coltello nella piaga, il mio QI è in diminuzione da quando mi sono ammalata! Sta' bon che almeno partivo ben alta carneval

Avalon
-------------
-------------

Femminile Numero di messaggi : 7619
Età : 42
Località : Cagli
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 22.02.10

http://www.avalon451.blogspot.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sefarditi, ashkenaziti e QI

Messaggio Da Rasputin il Gio 29 Nov - 12:40

Infatti, mi pare proprio che ci sia stato un fattore evolutivo. Sergio aveva postato qualcosa di più documentato a suo tempo, ma deve stare in un thread mammut ricerca difficile

_________________
Too late to debate, too bad to ignore,
quiet rebellion leads to open war

La ragione è la sola cosa che può salvare un essere umano da una vita miserabile (Armok).

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49393
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sefarditi, ashkenaziti e QI

Messaggio Da loonar il Gio 29 Nov - 13:42

Faccio fatica a credere che i tempi storici possano essere sufficienti per mutazioni genetiche di questa portata. Io penso che l'intelligenza si "coltivi" e si "alleni" con particolari pratiche, semplici, come leggere, fare di conto, ecc... la religione ebraica se da una parte ha costretto gli ebrei ad essere un popolo perseguitato (avendo una religione come quella dei loro vicini amorrei adesso sentiremmo parlare degli ebrei solo durante l'ascolto di documentari storici), dall'altra li ha costretti ad un introspezione speculativa che ha predisposto molti di loro allo studio della matematica, della letteratura e della scienza in generale. Sul perchè siano esperti finanzieri lo sappiamo tutti, questa volta fu a causa di un'altra religione (e al contempo della loro) la cattolica proibiva o limitava il contatto col denaro ai suoi seguaci, cosa che l'ebraismo non contemplava fra le sue centinaia di divieti, fu giocoforza per loro diventare gli schiavi preposti al maneggio di denaro, e si sa che chi ha il denaro ed in più è anche intelligente (per le cause che sopra abbiamo visto) ci mette poco a gabbare il padrone e prenderne di sottobanco il posto. Cosa che gli ebrei fecero in svariati casi.

Ecco spiegate le percentuali alte (rispetto al numero totale) di ebrei nei vari campi dell'arte, della scienza e della finanza. Nessun complotto, ma "svincoli" storici sfruttati egregiamente per cause indeterminate.

loonar
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 17394
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Sefarditi, ashkenaziti e QI

Messaggio Da Avalon il Gio 29 Nov - 14:30

C'è anche da dire che:
1) è ora che sposto la divagazione in un nuovo thread...

2) l'ebraismo ha sempre posto l'accento sullo studio, sull'istruzione non solo religiosa, sul dibattito critico e interpretativo delle scritture... insomma sulla messa a punto delle capacità tetrapiloctomiche e girofrittatiche che danno una dimensione attiva più efficace all'intelligenza logico-astratta (l'unica componente misurata dai test di QI standard).

Di certo questo ha inciso sullo sviluppo delle capacità intellettive; in realtà non parliamo di mutazioni genetiche, ma di un potenziamento delle capacità insite nel cervello umano: ad esempio, non ricordo quale fosse lo studio che negli U.S.A. ha misurato un sensibile aumento del QI degli studenti di colore nella seconda metà del ventesimo secolo...
Non è conseguenza della selezione, ma del potenziamento degli strumenti intellettivi dovuto alla maggiore accessibilità all'istruzione (non solo, ma semplifico).

Consideriamo che in tempi storici era un dovere di ogni buon ebreo istruirsi ben oltre il saper leggere e scrivere, quando al buon cristiano la chiesa si guardava bene dall'insegnare a leggere, a scrivere, a far di conto e men che meno a ragionare...

(adesso vado a fare il mio dovere di moderatorA e metto tutta questa roba interessante in un argomento nuovo nuovo)

Avalon
-------------
-------------

Femminile Numero di messaggi : 7619
Età : 42
Località : Cagli
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 22.02.10

http://www.avalon451.blogspot.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sefarditi, ashkenaziti e QI

Messaggio Da Rasputin il Gio 29 Nov - 14:41

Avalon ha scritto:ad esempio, non ricordo quale fosse lo studio che negli U.S.A. ha misurato un sensibile aumento del QI degli studenti di colore nella seconda metà del ventesimo secolo...
Non è conseguenza della selezione, ma del potenziamento degli strumenti intellettivi dovuto alla maggiore accessibilità all'istruzione (non solo, ma semplifico).

Interessante, uno studio simile - ma forse è lo stesso - viene menzionato da Martin E. P. Seligman (Sulla versione in inglese ovviamente c'è molto di più) se non ricorso male nel suo libro "Helplessness", un saggio sulle possibili cause/fasi previe della depressione.

Suggerisce che gli inferiori punteggi IQ dei neri rispetto ai bianchi potevano ricondursi proprio alla scarsa autostima causata da secoli di oppressione, me lo ricordo bene perché ho letto il libro in 3 lingue znaika

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49393
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sefarditi, ashkenaziti e QI

Messaggio Da PaperJack il Gio 29 Nov - 14:55

Noto, che il punteggio IQ non significa nient'altro che la tua abilità a completare certi tipi di quiz logici.

PaperJack
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 271
Età : 23
Località : Bulgaria, Sofia
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 08.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sefarditi, ashkenaziti e QI

Messaggio Da Avalon il Gio 29 Nov - 15:22

Il quoziente intellettivo misurato dalle battierie di test comunemente applicate non è altro che la componente logico-astratta delle facoltà intellettive.

Si va diffondendo la consapevolezza che vi sono numerose altre componenti nell'intelligenza umana, e al di là dei casi eclatanti di un Mozart o un Nureyev, possono essere riconosciute e misurate mediante esami appositi.

Non so quanto l'autostima influisca sul QI (oh cavolo! dovrei avercelo stratosferico allora mgreen ) e tendo a ritenere più importanti fattori direttamente incidenti come la mancanza di abitudine al ragionamento logico e all'approccio matematico - che fanno la differenza nel risultato di un test QI standard.

Avalon
-------------
-------------

Femminile Numero di messaggi : 7619
Età : 42
Località : Cagli
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 22.02.10

http://www.avalon451.blogspot.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sefarditi, ashkenaziti e QI

Messaggio Da silvio il Gio 29 Nov - 17:15

In effetti il contributo del minuscolo popolo ebreo alla cultura, alla scienza, ecc..., è piuttosto evidente e notevole.
Una bella percentuale di geni.

silvio
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4411
Età : 56
Località : roma
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.11.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sefarditi, ashkenaziti e QI

Messaggio Da Akka il Gio 29 Nov - 23:43

si ma di sicuro il QI non ha nulla a che vedere con la razza, ha ragione darrow, l' ultima mutazione genetica dell uomo risale a 150000 anni fa, quindi un bambino che nasceva a betlemme duemila anni fa(tanto per dirne una) ha lo stesso genome di uno che nasce oggi

se gli ebrei sono cervelloni forse è perchè le loro possibilità economiche, certamente storicamente favorevoli, hanno consentito che un gran numero di individui abbia potuto dedicarsi ad attività intellettuali, anche li insomma è questione di numeri

Akka
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4118
Età : 117
Località : L' Appennino emiliano
Occupazione/Hobby : Sindacalista/Fioraio
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 07.01.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sefarditi, ashkenaziti e QI

Messaggio Da primaverino il Gio 29 Nov - 23:49

Akka ha scritto:si ma di sicuro il QI non ha nulla a che vedere con la razza, ha ragione darrow, l' ultima mutazione genetica dell uomo risale a 150000 anni fa, quindi un bambino che nasceva a betlemme duemila anni fa(tanto per dirne una) ha lo stesso genome di uno che nasce oggi

se gli ebrei sono cervelloni forse è perchè le loro possibilità economiche, certamente storicamente favorevoli, hanno consentito che un gran numero di individui abbia potuto dedicarsi ad attività intellettuali, anche li insomma è questione di numeri

Considerazione rispettabile, a mio parere; però se prendi uno stupido e lo metti a studiare, poniamo, dieci ore al giorno non è che diventa più intelligente, al massimo più istruito...

primaverino
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4755
Età : 52
Località : variabile
Occupazione/Hobby : sedentario
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 18.10.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sefarditi, ashkenaziti e QI

Messaggio Da Akka il Ven 30 Nov - 0:09

quello che dico è che non c'entra l' intelligenza, il fatto è che se tanta gente ha la possibilità di studiare, qualche genio salta fuori, se pochi hanno possibilità di studiare, sicuramente verranno scoperti meno geni, ma non perchè non ci siano, perchè non avrebbero la possibilità di mettere a frutto le loro capacità

per esempio, i francesi hanno i migliori matematici del mondo attualmente, ma questo non erchè i francesi siano particolarmente portati per la matematica, ma perchè, evidentemente, lo stato mette a disposizione più borse di studio, univrsità di alto livello ecc

se lo stesso facesse il governo del burundi, pure li salterebbero fuori i geni della matematica

Akka
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4118
Età : 117
Località : L' Appennino emiliano
Occupazione/Hobby : Sindacalista/Fioraio
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 07.01.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sefarditi, ashkenaziti e QI

Messaggio Da primaverino il Ven 30 Nov - 0:24

Fuori discussione: ero io che non avevo compreso bene il senso del discorso...

primaverino
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4755
Età : 52
Località : variabile
Occupazione/Hobby : sedentario
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 18.10.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sefarditi, ashkenaziti e QI

Messaggio Da Avalon il Ven 30 Nov - 4:42

Akka ha scritto:si ma di sicuro il QI non ha nulla a che vedere con la razza, ha ragione darrow, l' ultima mutazione genetica dell uomo risale a 150000 anni fa, quindi un bambino che nasceva a betlemme duemila anni fa(tanto per dirne una) ha lo stesso genome di uno che nasce oggi

se gli ebrei sono cervelloni forse è perchè le loro possibilità economiche, certamente storicamente favorevoli, hanno consentito che un gran numero di individui abbia potuto dedicarsi ad attività intellettuali, anche li insomma è questione di numeri

In base a cosa fai queste affermazioni circa le mutazioni genetiche?
(un aumento statistico dei qi misurabile, e misurato nel tempo non è una mutazione genetica)

Né mi risulta che le possibilità economiche degli ebrei (pochissime famiglie escluse in tempi moderni/attuali, ma dalle quali non mi risulta siano uscite menti eccelse) siano state così favorevoli, anzi.
La maggioranza assoluta degli ashkenaziti erano poveri abitanti di shtetl sempre sotto minaccia di pogrom.






Edit: Qui la news di Le Scienze che riassume un articolo di Nature:


La 'giovane età' delle mutazioni del genoma umano
Moltissime varianti del nostro genoma si sono accumulate in tempi relativamente recenti, tra 5.000 e 10.000 anni fa, ovvero nel periodo di crescita accelerata della popolazione. Lo dimostra un'analisi sui dati genetici di migliaia di cittadini americani. Lo studio rivela anche che gli afroamericani sono portatori di un minor numero di varianti dannose

Nel genoma umano, lo spettro di un particolare tipo di varianti genetiche codificanti per proteine, cioè di mutazioni a carico di geni che sono ancora funzionali, è notevolmente differente da quello di “appena” 5000 anni fa: è quanto sostiene Joshua Akeye, del Dipartimento di scienze del Genoma dell'Università di Washington a Seattle. In un articolo pubblicato sulla rivista “Nature”, Akeye e colleghi analizzano i dati di 6515 cittadini statunitensi per calcolare l' “età evolutiva” delle varianti di oltre 15.300 geni, corrispondenti a circa un milione di coppie di basi.
La ricerca è focalizzata sulla valutazione quantitativa delle varianti di singolo nucleotide (SNV), cioè delle variazioni del materiale genetico che riguardano una sola delle quattro basi del DNA: adenina, timina, citosina o guanina. Le analisi hanno permesso di evidenziare un dato sorprendente, e cioè che circa il 73 per cento delle SNV che codificano per proteine sono emerse entro gli ultimi 5.000-10.000 anni. Un arco di tempo assai breve in una prospettiva evoluzionistica, ma che ha un'enorme importanza per la storia filogenetica dell'uomo, poiché coincide con un periodo di crescita accelerata della popolazione.
Nello stesso periodo ha avuto origine anche l'86 per cento delle SNV che si ritiene abbiano un effetto deleterio sull'organismo. Di grande interesse inoltre la differenza riscontrata tra le due sottopopolazioni considerate, cioè da americani di origine europea e da afroamericani. L'età media di tutte le SNV riscontrate nei due gruppi è stata, rispettivamente, di 34.200 anni e di 47.600 anni, mentre per le variazioni dannose sono di 3.000 e 6.200 anni.
Il fatto che gli afroamericani siano portatori di un minor numero di mutazioni dannose può essere spiegato, secondo gli autori, tenendo conto che essi discendono in massima parte da antenati arrivati negli Stati Uniti con la tratta degli schiavi, e quindi rimasti per moltissime generazioni nel continente africano, dove una pressione selettiva molto elevata ha agito eliminando gli alleli dannosi.
I risultati dello studio contribuiscono a delimitare cronologicamente le varianti che codificano per proteine. In particolare, è emerso un aumento della capacità mutazionale delle popolazioni umane recenti, che non ha mancato di produrre una maggiore diffusione delle malattie e dei disturbi genetici dovuti a un singolo gene. Ma è anche probabile che questa aumentata variabilità possa produrre cambiamenti genetici positivi per le generazioni a venire.

Avalon
-------------
-------------

Femminile Numero di messaggi : 7619
Età : 42
Località : Cagli
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 22.02.10

http://www.avalon451.blogspot.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sefarditi, ashkenaziti e QI

Messaggio Da Sally il Ven 30 Nov - 10:43

Beh, per giustificare la base genetica si dovrebbe mettere in relazione l'IQ (e quindi la capacita' logico-astrattiva) con un innalzamento delle probabilita' di accoppiamento e quindi di figliazione... insomma, esiste il "fascino del matematico francese"??

Sally
-------------
-------------

Femminile Numero di messaggi : 4886
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 30.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sefarditi, ashkenaziti e QI

Messaggio Da interessato2 il Ven 30 Nov - 10:47

Diva ha scritto:Beh, per giustificare la base genetica si dovrebbe mettere in relazione l'IQ (e quindi la capacita' logico-astrattiva) con un innalzamento delle probabilita' di accoppiamento e quindi di figliazione... insomma, esiste il "fascino del matematico francese"??

Io ttrovo una donna attraente (n.b. attraente é diverso da bello) solo se oltre una certa soglia di intelligenza e conoscenza.
Al dio sotto, nn potrei mai neanche pensare di avere prole con una che nn soddisfa quei requisiti.

ho avuto 3 donne importanti nella mia vita
1° intelligentissima, davvero fuori dall ordinario
2° due tette esagerate, una sesta misura...
3° intelligentisisma, davvero fuori dall ordinario.
Io ho saltato dalla 2° alla 3° senza remore, anzi carneval

sulla questione principale del post, nn credo che jew sian chissá quanto piú intelligenti di coreani o negracci mangiabanane.
Semplicemente, vien da quanto una comunitá storicamente da peso alla "cultura" e all "educazione".
Essere giudeo é essere imbevuti di una certa tradizione cultirale.. Mi sembra evidente che le ore in piú investite nei secoli per mantenere quel senso di appartenenza culturale (e quindi extra ore di studio rispetto al bimbo dello stesso villaggio che nn riceveva le extra ore di insegnamento abbiano portato i loro frutti

interessato2
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 151
Località : Alemania
Occupazione/Hobby : ricerca
SCALA DI DAWKINS :
65 / 7065 / 70

Data d'iscrizione : 27.11.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sefarditi, ashkenaziti e QI

Messaggio Da Sally il Ven 30 Nov - 10:55

Sicuramente, infatti il fattore fisico non conta tanto come quello mentale. Poi anche sul bello ci sarebbe da discorrere parecchio... non e' solo l'apparenza, l'armonia delle forme, ma anche gli atteggiamenti e i modi di porsi, che comunque dipendono piu' dalla mente che da una predisposizione fisica.

Sally
-------------
-------------

Femminile Numero di messaggi : 4886
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 30.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sefarditi, ashkenaziti e QI

Messaggio Da interessato2 il Ven 30 Nov - 11:00

Diva ha scritto:Sicuramente, infatti il fattore fisico non conta tanto come quello mentale. Poi anche sul bello ci sarebbe da discorrere parecchio... non e' solo l'apparenza, l'armonia delle forme, ma anche gli atteggiamenti e i modi di porsi, che comunque dipendono piu' dalla mente che da una predisposizione fisica.

vedo che siam perfettamente d accordo ok


interessato2
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 151
Località : Alemania
Occupazione/Hobby : ricerca
SCALA DI DAWKINS :
65 / 7065 / 70

Data d'iscrizione : 27.11.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sefarditi, ashkenaziti e QI

Messaggio Da interessato2 il Ven 30 Nov - 11:15

Akka ha scritto:
per esempio, i francesi hanno i migliori matematici del mondo attualmente, ma questo non erchè i francesi siano particolarmente portati per la matematica, ma perchè, evidentemente, lo stato mette a disposizione più borse di studio, univrsità di alto livello ecc


esatto. La migliore scuola di chimica al mondo, é quella tedesca. Ma nn perché i tedeschi siano "geneticamente" favoriti per la chimica e l ingegneria chimica, ma solo perché negli ultimi 150 anni la chimica ha avuto un ruolo cosí imponente sulla societá tedesca che essere un chimico industriale = avere prestigio sociale e lo stato sa che se perde il settore chiave chimica inizia ad avere dei problemi davvero seri (sul PIL tedesco, la chimica ha in % piú peso anche del comparto meccanica...)

interessato2
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 151
Località : Alemania
Occupazione/Hobby : ricerca
SCALA DI DAWKINS :
65 / 7065 / 70

Data d'iscrizione : 27.11.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sefarditi, ashkenaziti e QI

Messaggio Da loonar il Ven 30 Nov - 13:09

interessato2 ha scritto:
sulla questione principale del post, nn credo che jew sian chissá quanto piú intelligenti di coreani o negracci mangiabanane.
Semplicemente, vien da quanto una comunitá storicamente da peso alla "cultura" e all "educazione".
Essere giudeo é essere imbevuti di una certa tradizione cultirale.. Mi sembra evidente che le ore in piú investite nei secoli per mantenere quel senso di appartenenza culturale (e quindi extra ore di studio rispetto al bimbo dello stesso villaggio che nn riceveva le extra ore di insegnamento abbiano portato i loro frutti
quoto..

loonar
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 17394
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sefarditi, ashkenaziti e QI

Messaggio Da Rasputin il Ven 30 Nov - 13:51

Darrow ha scritto:
interessato2 ha scritto:
sulla questione principale del post, nn credo che jew sian chissá quanto piú intelligenti di coreani o negracci mangiabanane.
Semplicemente, vien da quanto una comunitá storicamente da peso alla "cultura" e all "educazione".
Essere giudeo é essere imbevuti di una certa tradizione cultirale.. Mi sembra evidente che le ore in piú investite nei secoli per mantenere quel senso di appartenenza culturale (e quindi extra ore di studio rispetto al bimbo dello stesso villaggio che nn riceveva le extra ore di insegnamento abbiano portato i loro frutti
quoto..

Toh, uno che al primo colpo ha centrato il punto di un argomento sul quale tu ed io ci siamo scannati per settimane boxed

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49393
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sefarditi, ashkenaziti e QI

Messaggio Da Avalon il Ven 30 Nov - 13:53

Vado ad accendere un cero a Godel... grazieeee

Avalon
-------------
-------------

Femminile Numero di messaggi : 7619
Età : 42
Località : Cagli
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 22.02.10

http://www.avalon451.blogspot.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sefarditi, ashkenaziti e QI

Messaggio Da loonar il Ven 30 Nov - 13:54

Evidentemente noi due non ci siamo spiegati bene, anzi! Ho l'impressione che infatti sugli ebrei & co. la pensiamo uguale, solo che tu eri troppo preso a darmi dell'ebreo e non ci avevi nemmeno provato ad ascoltare dove volevo arrivare (con i miei discorsi a lunghissima gittata)

loonar
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 17394
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum