Thomas Bruderer , leader dei Piraten svizzeri dice che la religione è un disturbo mentale

Pagina 3 di 8 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Thomas Bruderer , leader dei Piraten svizzeri dice che la religione è un disturbo mentale

Messaggio Da Akka il Sab 8 Dic - 20:51

io capisco cosa intendi delf, anche a me molte cose delle religioni sembrano totalmente folli, però una malattia mentale è un' altra casa da una convinzione religiosa, il fatto è che non conta nulla come io, darrow, rasp, o tu, interpretiamo la situazione mentale della gente, non ne abbiamo le competenze e tantomeno le qualifiche, quindi conta ciò che succede nella pratica, e nella pratica(non lo per certo a dire il vero, ma mi pare una cosa ovvia, ma smentitemi se sapete non essere così, perchè sarebbe una cosa importante, credo) non tutti i credenti sottoposti a giudizio psihiatrico vengono classificati pazzi

ti dirò di più, e anche qui non lo so per certo, e vi invito a smentirmi pure su questo, neppure credo vi sia una percentuale più alta di credenti con malattie mentali rispetto agli atei...

quindi la tesi, credenza religiosa=malattia mentale, non tiene sotto nessun punto di vista, anzi forse tiene sotto il punto di vista degli atei che vogliono denigrare i credenti, matutto qui, nulla di serio

Akka
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4118
Età : 116
Località : L' Appennino emiliano
Occupazione/Hobby : Sindacalista/Fioraio
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 07.01.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Thomas Bruderer , leader dei Piraten svizzeri dice che la religione è un disturbo mentale

Messaggio Da Akka il Sab 8 Dic - 20:53

be rileggendo i post mi sono reso conto di avere usato un tono antipatico come la merda, mi scuso è che ho le balle un po' girate per cose mie...però confermo il succo del mio discorso

Akka
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4118
Età : 116
Località : L' Appennino emiliano
Occupazione/Hobby : Sindacalista/Fioraio
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 07.01.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Thomas Bruderer , leader dei Piraten svizzeri dice che la religione è un disturbo mentale

Messaggio Da loonar il Sab 8 Dic - 20:57

Oltre al tono non ha mai risposto ai miei post, sarò nella sua blacklist?

loonar
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 17394
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Thomas Bruderer , leader dei Piraten svizzeri dice che la religione è un disturbo mentale

Messaggio Da loonar il Sab 8 Dic - 21:01

Akka ha scritto:io capisco cosa intendi delf, anche a me molte cose delle religioni sembrano totalmente folli, però una malattia mentale è un' altra casa da una convinzione religiosa, il fatto è che non conta nulla come io, darrow, rasp, o tu, interpretiamo la situazione mentale della gente, non ne abbiamo le competenze e tantomeno le qualifiche, quindi conta ciò che succede nella pratica, e nella pratica(non lo per certo a dire il vero, ma mi pare una cosa ovvia, ma smentitemi se sapete non essere così, perchè sarebbe una cosa importante, credo) non tutti i credenti sottoposti a giudizio psihiatrico vengono classificati pazzi

ti dirò di più, e anche qui non lo so per certo, e vi invito a smentirmi pure su questo, neppure credo vi sia una percentuale più alta di credenti con malattie mentali rispetto agli atei...

quindi la tesi, credenza religiosa=malattia mentale, non tiene sotto nessun punto di vista, anzi forse tiene sotto il punto di vista degli atei che vogliono denigrare i credenti, matutto qui, nulla di serio

chiamsi divagazione bella e buona la tua.
Ma è chiaro che gli psichiatri non diagnosticano la religione come malattia, cosa dovrebbero fare diagnosi di massa? Ma se li prendi uno per uno (i credenti) e gli fai sostituire la parola dio con un altra tipo alieni o elohim vedrai la quantità esorbitante di diagnosi positive!

loonar
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 17394
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Thomas Bruderer , leader dei Piraten svizzeri dice che la religione è un disturbo mentale

Messaggio Da delfi68 il Sab 8 Dic - 21:14

..no, no..secondo me hai scritto molto correttamente..

Comunque sono sempre dell'idea che la religiosita' non viene letta come malattia mentale solo perche' e' una situazione mentale talmente radicata e insita nella cultura dei sapiens che non la si "vede" piu' per cio' che e'.

C'e' anche un nome per questa cosa: Rispetto Automatico.

Il rispetto automatico prescinde dall'analisi dei contenuti, cio' che riguarda dio, benche' assurdo, viene accettato come "normale".

Ed e' normale proprio perche' il sapiens e' un animale pazzo.

Quando una balena si spiaggia e muore si dice che s'e' disorientata, forse malata..ma se la balena potesse spiegare che l'ha fatto per un atto di fede verso dio, sono sicuro che molti vedrebbero nell'atto suicida della balena un atto che non puo' ESSERE GIUDICATO come un atto di follia o di malattia..

L'uomo compie atti di un'assurdita' impressionante, anche il solo farsi il segno della croce o inchinarsi verso la mecca, ma lo fa per dio..se un tizio per strada si toccasse invece la punta del naso e saltasse facendo la giravolta, verrebbe tacciato come un pazzo..anche se, giustificandosi, ci spiegasse che e' in segno di saluto al solstizio d'inverno.

Solo se rivolti all'indirizzo di dio tutti gli atti di follia diventano "normali".

Non e' normale ritenere che sia vero che il figlio di dio abbia moltiplicato pani e pesci..e' da pazzi. Ma siccome era il figlio di dio..diventa una "credenza religiosa da rispettare"
E' forse normale far imparare il corano a memoria a un bimbo di 5 anni?

Se facessi imparare a memoria, con coercizione insistenza fanatica, a un bambino il "capitale" di C. Marx? ..sarei normale?

Se tagliassi un pezzettino di prepuzio a mio figlio perche' sta' scritto nella costellazione del Carro, e io lo leggo chiaramente?
Eppure c'e' chi lo fa perche' lo legge in un libro che l'avrebbe scritto un visionario sotto la detattura di dio..

Si tratta di predisposizione mentale a rispettare una follia solo perche' e' RELIGIONE E FEDE. Non si giudica piu' l'atto in se, ma la SACRALITA' religiosa dell'atto..

..e' follia Akka, e purtroppo siamo animali pazzi.. come se un branco di cani sbranasse un altro branco solo perche' non ululano alla luna come loro, e la luna se ne rammarica..la luna manda flagelli e poi mandera' i cani infedeli nell'inferno popolato dai gatti..

Sarebbero cani pazzi! ..ma i cani, cosi come nessunissimo altro essere in natura, compie atti per compiacere un ente che non sia la natura.
Qualunque animale che compie un'atto innaturale viene ingabbiato, vaccinato e abbattuto..

Solo l'animale umano fa immense inutilita', sciocchezze e violenze per contrarre i favori di un dio..e se ci sembra normale o comunque un comportamento da inquadrare in una sorta di "rispettabilita' di una credenza o di una religione" e' solo perche' siamo davvero pazzi. Tutti. Non solo chi crede, ma anche chi non trova assurdo chi crede e che si esibisce in riti..

E' il sapiens ad essere pazzo..ma ce lo puo' dire solo qualcuno che non sia un sapiens, ( e gli psichiatri sono dei sapiens, senno' dovrebbero dircelo in faccia che la diagnosi e' infausta) e su questo pianeta pare non ci sia nessuno in grado di dircelo. Se venisse giu' un extraterrestre, magari sarebbe la primissima cosa che noterebbe: una specie animale folle in mezzo a una serie di altre specie perfettamente logiche e coerenti con l'ambiente che le ospita..

delfi68
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11250
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Thomas Bruderer , leader dei Piraten svizzeri dice che la religione è un disturbo mentale

Messaggio Da Akka il Sab 8 Dic - 21:30

Darrow ha scritto:
Akka ha scritto:io capisco cosa intendi delf, anche a me molte cose delle religioni sembrano totalmente folli, però una malattia mentale è un' altra casa da una convinzione religiosa, il fatto è che non conta nulla come io, darrow, rasp, o tu, interpretiamo la situazione mentale della gente, non ne abbiamo le competenze e tantomeno le qualifiche, quindi conta ciò che succede nella pratica, e nella pratica(non lo per certo a dire il vero, ma mi pare una cosa ovvia, ma smentitemi se sapete non essere così, perchè sarebbe una cosa importante, credo) non tutti i credenti sottoposti a giudizio psihiatrico vengono classificati pazzi

ti dirò di più, e anche qui non lo so per certo, e vi invito a smentirmi pure su questo, neppure credo vi sia una percentuale più alta di credenti con malattie mentali rispetto agli atei...

quindi la tesi, credenza religiosa=malattia mentale, non tiene sotto nessun punto di vista, anzi forse tiene sotto il punto di vista degli atei che vogliono denigrare i credenti, matutto qui, nulla di serio

chiamsi divagazione bella e buona la tua.
Ma è chiaro che gli psichiatri non diagnosticano la religione come malattia, cosa dovrebbero fare diagnosi di massa? Ma se li prendi uno per uno (i credenti) e gli fai sostituire la parola dio con un altra tipo alieni o elohim vedrai la quantità esorbitante di diagnosi positive!

cioè acosa non ho risposto? alla domanda di rasp del link? ho detto che non ho le qualifiche per stabilire chi sia pazzo e chi no, posso solo dare giudizi personali, non provati e soprattutto non probanti

perchè divagazione scusa? io non parlo di diagnosi di massa, ho proposto un esperimento però(che io non ho ne il tempo ne la voglia di fare, anche perchè il risultato mi pare scontato, ma non si sa mai), io dico, prendiamo 1000 credenti a caso(devono essere presi a caso ovviamente) che per qualche motivo una volta nella vita si siano posti a perizia psichiatrica, e vediamo a quanti è stata diagnosticata una malattia mentale, se a tutti è stata diagnosticata hai ragione tu, se almeno uno è sano ho ragione io, ma io azzardo e dico qualcosa di più, dico cioè che a molti meno della metà di quei mille sarà sata diagnosticata una maattia mentale, il che invaliderebbe del tutto l' uguaglianza ''credenza=malattia''

e non solo, vado ancora oltre con le ipotesi, ipotizzo infatti che se prendiamo un campione di 1000 atei(sempre presi a caso) che si siano sottoposti a perizia psichiatrica, più o meno la percentuale di malati sarà uguale...ma qusta è un po' azzardata forse...

tra le altre non sei per niente nella mia black list, c'è un' altra persona per ora nella mia black list...

Akka
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4118
Età : 116
Località : L' Appennino emiliano
Occupazione/Hobby : Sindacalista/Fioraio
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 07.01.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Thomas Bruderer , leader dei Piraten svizzeri dice che la religione è un disturbo mentale

Messaggio Da loonar il Sab 8 Dic - 21:36

Akka, ma sai leggere? A me pare che ci stai a prendere per il culo! Scusa l'eufemismo! mgreen
Leggiti che ha scritto Delfi e prova a rispondere.
Qua non ti si sta dicendo che i credenti sviluppano malattie mentali in percentuale maggiore rispetto ai non credenti (sbagli a definire atei... gli atei non tutti, ma molti credono a delle stronzate tipo oroscopo, medicine alternative, ecc... che rientrano anch'essi nella casistica di disturbo mentale) ma che l'atto del credere in divinità soprannaturali è essa stessa un sintomo di malattia mentale. I tuoi esperimenti non c'entrano una sega con il nostro (e di Bruderer) discorso.

loonar
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 17394
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Thomas Bruderer , leader dei Piraten svizzeri dice che la religione è un disturbo mentale

Messaggio Da Akka il Sab 8 Dic - 21:42

delfi68 ha scritto:..no, no..secondo me hai scritto molto correttamente..

Comunque sono sempre dell'idea che la religiosita' non viene letta come malattia mentale solo perche' e' una situazione mentale talmente radicata e insita nella cultura dei sapiens che non la si "vede" piu' per cio' che e'.

C'e' anche un nome per questa cosa: Rispetto Automatico.

Il rispetto automatico prescinde dall'analisi dei contenuti, cio' che riguarda dio, benche' assurdo, viene accettato come "normale".

Ed e' normale proprio perche' il sapiens e' un animale pazzo.

Quando una balena si spiaggia e muore si dice che s'e' disorientata, forse malata..ma se la balena potesse spiegare che l'ha fatto per un atto di fede verso dio, sono sicuro che molti vedrebbero nell'atto suicida della balena un atto che non puo' ESSERE GIUDICATO come un atto di follia o di malattia..

L'uomo compie atti di un'assurdita' impressionante, anche il solo farsi il segno della croce o inchinarsi verso la mecca, ma lo fa per dio..se un tizio per strada si toccasse invece la punta del naso e saltasse facendo la giravolta, verrebbe tacciato come un pazzo..anche se, giustificandosi, ci spiegasse che e' in segno di saluto al solstizio d'inverno.

Solo se rivolti all'indirizzo di dio tutti gli atti di follia diventano "normali".

Non e' normale ritenere che sia vero che il figlio di dio abbia moltiplicato pani e pesci..e' da pazzi. Ma siccome era il figlio di dio..diventa una "credenza religiosa da rispettare"
E' forse normale far imparare il corano a memoria a un bimbo di 5 anni?

Se facessi imparare a memoria, con coercizione insistenza fanatica, a un bambino il "capitale" di C. Marx? ..sarei normale?

Se tagliassi un pezzettino di prepuzio a mio figlio perche' sta' scritto nella costellazione del Carro, e io lo leggo chiaramente?
Eppure c'e' chi lo fa perche' lo legge in un libro che l'avrebbe scritto un visionario sotto la detattura di dio..

Si tratta di predisposizione mentale a rispettare una follia solo perche' e' RELIGIONE E FEDE. Non si giudica piu' l'atto in se, ma la SACRALITA' religiosa dell'atto..

..e' follia Akka, e purtroppo siamo animali pazzi.. come se un branco di cani sbranasse un altro branco solo perche' non ululano alla luna come loro, e la luna se ne rammarica..la luna manda flagelli e poi mandera' i cani infedeli nell'inferno popolato dai gatti..

Sarebbero cani pazzi! ..ma i cani, cosi come nessunissimo altro essere in natura, compie atti per compiacere un ente che non sia la natura.
Qualunque animale che compie un'atto innaturale viene ingabbiato, vaccinato e abbattuto..

Solo l'animale umano fa immense inutilita', sciocchezze e violenze per contrarre i favori di un dio..e se ci sembra normale o comunque un comportamento da inquadrare in una sorta di "rispettabilita' di una credenza o di una religione" e' solo perche' siamo davvero pazzi. Tutti. Non solo chi crede, ma anche chi non trova assurdo chi crede e che si esibisce in riti..

E' il sapiens ad essere pazzo..ma ce lo puo' dire solo qualcuno che non sia un sapiens, ( e gli psichiatri sono dei sapiens, senno' dovrebbero dircelo in faccia che la diagnosi e' infausta) e su questo pianeta pare non ci sia nessuno in grado di dircelo. Se venisse giu' un extraterrestre, magari sarebbe la primissima cosa che noterebbe: una specie animale folle in mezzo a una serie di altre specie perfettamente logiche e coerenti con l'ambiente che le ospita..

molto bello il post delfi, come molti che scrivi, offri un sacco di spunti, fai pensare, che è la cosa più utile, forse l' unica

sostanzialmente ti do ragione, io non credo sia possibile definire nè la pazzia ne lasaluta mentale, andando ancora oltre ti dirò che non credo sia possibile definire entro limiti precisi neppure la ragione

è vero, la gran parte dei comportamenti rituali, propiziatori, liturgici ecc sono assurdità, è vero siamo folli, ma lollia, come la ragione sono concetti umani, che si sono sviluppati all' inteno delle dinamiche evolutive umane, sono solo uno dei tanti comportamenti umani, secondo me non possiamo pretendere che ci offrano criteri veritativi per stabilire cosa sia assurdo e cosa ragionevole in via definitiva, per poter fare questo, come dici bene tu, dovremmo poter uscire dalla nostra umanità, che ci imprigiona nei nostri particolari sistemi di pensiero

insomma è stupido pregare 4 volte al girno in direzione della mecca, ma è anche assurdo criticare questo gesto, non so se mi spiego

per me hai ragione in toto, siamo stupidi e folli, e siamo condannati a restarci, perchè la nostra condizione è questa, però almeno ce ne rendiamo conto entro certi limiti, forse è questo l' unico barlume a cui aggrapparsi, e forse è da li che bisogna partire per poter apprezzare la vita, altrimenti insostenibile, almeno per me

io è questo che non condanno mai nessuno, neppure i riti sciamanici cretini o le panzane newage, infondo sono solo persone come me che cercano una via perchè questo mondo possa risultargli vivibile

Akka
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4118
Età : 116
Località : L' Appennino emiliano
Occupazione/Hobby : Sindacalista/Fioraio
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 07.01.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Thomas Bruderer , leader dei Piraten svizzeri dice che la religione è un disturbo mentale

Messaggio Da Akka il Sab 8 Dic - 21:47

Akka ha scritto:si ok non mi interessa sapere in checategoria rientro, non me intendo di ste minchiate e non mi interessa nemmeno approfondirle, credenti, atei, agnostici, indecisi...non me ne frega un tubo

stavamo parlando di altro, io dico che i credenti non sono necessariamente malati mentali, voi dite(ma correggetemi se non è così, perchè allora stiamo discutendo del nulla) che i credenti sono malati mentali

la vostra affermazione si basa su dei documenti medici? su delle proposte di teorie mediche? su tesi o dottorati di qualche psichiatra? su cosa si basa questa tesi? sulle vostre impressioni e convinzioni personali? ma non siete voi che dite che conta solo ciè che è dimostrato scientificamente?

Darrow ha scritto:Akka, ma sai leggere? A me pare che ci stai a prendere per il culo! Scusa l'eufemismo!
Leggiti che ha scritto Delfi e prova a rispondere.
Qua non ti si sta dicendo che i credenti sviluppano malattie mentali in percentuale maggiore rispetto ai non credenti (sbagli a definire atei... gli atei non tutti, ma molti credono a delle stronzate tipo oroscopo, medicine alternative, ecc... che rientrano anch'essi nella casistica di disturbo mentale) ma che l'atto del credere in divinità soprannaturali è essa stessa un sintomo di malattia mentale. I tuoi esperimenti non c'entrano una sega con il nostro (e di Bruderer) discorso.

è no caro darrow stai furbescamente cambiando le carte in tavola, io avevo avvertito fin da subito come puoi vederi, questa osservazione dovevi farla quando ho scritto il messaggio di cui sopra, invece hai taciuto e sai andato avanti a sostenere che i credenti sono matti...

Akka
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4118
Età : 116
Località : L' Appennino emiliano
Occupazione/Hobby : Sindacalista/Fioraio
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 07.01.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Thomas Bruderer , leader dei Piraten svizzeri dice che la religione è un disturbo mentale

Messaggio Da loonar il Sab 8 Dic - 21:51

Akka ha scritto:
sostanzialmente ti do ragione, io non credo sia possibile definire nè la pazzia ne lasaluta mentale, andando ancora oltre ti dirò che non credo sia possibile definire entro limiti precisi neppure la ragione

....

insomma è stupido pregare 4 volte al girno in direzione della mecca, ma è anche assurdo criticare questo gesto, non so se mi spiego
et voilà! un colpo al cerchio, una alla botte e via così in allegria!
è un piacere disquisire con Akka... trovo più soddisfazioni con un muro, se devo essere sincero, almeno segue un filo logico! ahahahahahah

loonar
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 17394
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Thomas Bruderer , leader dei Piraten svizzeri dice che la religione è un disturbo mentale

Messaggio Da Akka il Sab 8 Dic - 21:54

guarda che nessuno ti ha incollato il culo allasedia, puoi purealzarti e dedicarti ad altro...

Akka
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4118
Età : 116
Località : L' Appennino emiliano
Occupazione/Hobby : Sindacalista/Fioraio
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 07.01.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Thomas Bruderer , leader dei Piraten svizzeri dice che la religione è un disturbo mentale

Messaggio Da Akka il Sab 8 Dic - 21:58

tipo dialogare col muro...

Akka
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4118
Età : 116
Località : L' Appennino emiliano
Occupazione/Hobby : Sindacalista/Fioraio
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 07.01.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Thomas Bruderer , leader dei Piraten svizzeri dice che la religione è un disturbo mentale

Messaggio Da delfi68 il Sab 8 Dic - 22:00

..condivido tutto.

Voglio solo specificare meglio questo tuo passaggio e credo che sarai d'accordo:

io è questo che non condanno mai nessuno, neppure i riti sciamanici cretini o le panzane newage, infondo sono solo persone come me che cercano una via perchè questo mondo possa risultargli vivibile

Read more: http://atei.forumitalian.com/t4759p50-thomas-bruderer-leader-dei-piraten-svizzeri-dice-che-la-religione-e-un-disturbo-mentale#ixzz2EV1rgsSE

Io piu' che non condannare, ho capito che bisogna "accettare" che i sapiens hanno dei limiti insormontabili. Retaggi genetici e insiti profondamente nella sua mente (funzionamento e organizzazione) che gli fanno fare e pensare cose, all'analisi oggettiva, assolutamente illogiche e irrazionali.

Io ho abbandonato l'idea che sia possibile per qualunque individuo, comprendere questi suoi limiti e quindi gestirli. E quindi non mi aspetto che Buddisti o ebrei smettano di esserlo..
Io sono un sapiens, ho lo stesso vincolo genetico di tutti, la mia mente e' sempre soggetta alla credenza spirituale..in fondo forse, non sono neppure ateo.
Ma almeno, il vincolo, per alcuni e' meno stringente che per altri. (teoria dei sapiens A e sapiens B)

Alcuni di noi, a prescindere dalla cultura e dalle informazioni possedute (io sono un incolto ad esempio) riescono almeno a comprendere di soffrire di un debito mentale della nostra specie. Quindi pur convivendo con la "malattia" (e identifico una malattia (mentale) quando essa ci induce in atti e convincimenti falsi e irrazionali) la riusciamo almeno a gestire e reprimere nei suoi effetti piu' deleteri e assurdi. E spesso pericolosi e nocivi per se e per gli altri..

Il famoso detto: conosci te stesso. Da cui deriva il mio NIk nel web, vuole dire proprio questo!
Comnoscere se stessi non significa divenire diversi da se stessi, nel bene o nel male, nel migliorarsi o meno. No. Non e' possibile modificare se stessi.

Ma qui, anche senza poter o voler modificare se stessi, conoscendosi, si riesce a modificarci nei COMPORTAMENTI, nelle SCELTE..negli atti.
Pur essendo pazzo, sapendo di esserlo, cerco di non comportarmi come tale.

Ma resto un pazzo. Un pazzo lucido, che perlomeno, alle volte, riesce a vincere con la logica e l'esercizio della razionalita' certi comportamenti istintivi che invece mi farebbero fare e dire cose, OGGETTIVAMENTE, sbagliate. Non umanamente sbagliate! Ma oggettivamente sbagliate.

Ad esempio riesco a non pregare Yhave' e odiare chi prega Allah! ..ad esempio riesco a comprendere un omosessuale e a non farmi condizionare nell'odiarlo da gente che dice di rappresentare dio in terra..riesco a riconoscere se qualcuno mi induce a votare o spendere o muovere guerra contro qualcuno per dei motivi non del tutto necessari e oggettivamente utili a me e ai miei vicini..


Insomma, siamo pazzi, ma se impariamo a riconoscere i segni della nostra pazzia, almeno possiamo evitare di farci gestire e manovrare da altri pazzi! ..che e' l'unica cosa piu' pericolosa del fatto di essere pazzo...


Ultima modifica di delfi68 il Sab 8 Dic - 22:09, modificato 1 volta

delfi68
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11250
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Thomas Bruderer , leader dei Piraten svizzeri dice che la religione è un disturbo mentale

Messaggio Da delfi68 il Sab 8 Dic - 22:08

sorry ho aggiunto un edit importante:


Io sono un sapiens, ho lo stesso vincolo genetico di tutti, la mia mente e' sempre soggetta alla credenza spirituale..in fondo forse, non sono neppure ateo.
Ma almeno, il vincolo, per alcuni e' meno stringente che per altri. (teoria dei sapiens A e sapiens B)


Ultima modifica di delfi68 il Sab 8 Dic - 22:09, modificato 1 volta

delfi68
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11250
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Thomas Bruderer , leader dei Piraten svizzeri dice che la religione è un disturbo mentale

Messaggio Da Paolo il Sab 8 Dic - 22:09

Delfi io l'ho scritto nel topic su babbo natale. E' solo questione di cultura e educazione. Chi racconta la favola di babbo natale, della befana o di santa lucia ...come veri facendolo realmente credere al bambino che sia così crea un disturbo mentale che te lo porti dietro tutta la vita! Non c'è scampo!!

Paolo
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 8606
Età : 61
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Thomas Bruderer , leader dei Piraten svizzeri dice che la religione è un disturbo mentale

Messaggio Da delfi68 il Sab 8 Dic - 22:13

..vero.

Alcuni se ne accorgono e smettono di raccontarle e far del male. Altri no.

Figurati che seguendo lo stesso meccanismo del Babbo Natale, alcuni racocntano che e' giusto tagliare la gola a chi non crede in Allah..una volta bruciavano chi non credeva in Cristo..

Saper gestire la follia insita in noi stessi sarebbe gia' un buon passo avanti..ma ripeto, qui si sviluppa un ragionamento logico e plausibile sulla faccenda che esistano sapiens A e sapiens B, ovvero quelli che non riescono nemmeno a comprendere la possibilita' della propria follia, e quelli che invece ci riescono.
L'ateo, ovvero il sapiens B, e' un credente (in spiriti ed enti sovranaturali) che sa di esserlo. E si regola di conseguenza utilizzando la razionalita' e le altre potenzialita' mentali del sapiens per arginare e contenere questo suo deficit mentale..

delfi68
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11250
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Thomas Bruderer , leader dei Piraten svizzeri dice che la religione è un disturbo mentale

Messaggio Da Dottor Parapine il Sab 8 Dic - 22:21

Scusate l' intromissione, ma l'argomento è particolarmente stimolante.
Per vaga analogia, io, come alcuni sanno, sono vegano e sono perfettamente conscio di avere un problema mentale.Infatti è solo per qualcosa che si è modificato all' interno del mio cervello che ho assunto questo comportamento alimentare.
Per mia fortuna ritengo sperando di non sbagliarmi, trattarsi di un disturbo di lieve entità in quanto mi astengo rigorosamente dall' imporrre ad altri simile limitazione. Il mio eccesso si limita a volte a difendere le mie motivazioni o quelle di altri (presunti) malati al mio pari, ove attaccati pesantemente su questo argomento che vi pregherei di mettere subito da parte e di considerarlo semplicemente come analogia di quello del 3d.
Alla stessa maniera considererei i cosiddetti credenti di una qualsiasi religione, disturbati in maniera lieve ove adottassero il mio stesso principio di non interferenza.
Quelli più gravi, e ne ho conosciuti parecchi..., fanno i predicatori e anche di peggio.
Quindi direi che sommariamente dovremmo considerare i disturbi mentali nelle varie gradazioni di gravità.
Per me non ha senso pensare che un credente non sia stato in qualche modo danneggiato nel suo percorso di crescita mentale dalle influenze esercitate dalla moltitudine di altri malati del medesimo disturbo.
E qui forse si pone un problema di maggioranze.
Sono(relativamente) pazzi i più o sono (sempre relativamente ai numeri) pazzi i pochi che dissentono?
Se dò del folle a un credente, dovrei fare la stessa cosa con un onnivoro solo per questioni di numero o dovrei considerare me stesso malato facendo io parte in entrambe i casi parte di esigua minoranza?
O forse è follia un minoritario veganesimo (che insisto e vi prego di non attaccarmi su questo punto, non ha niente a che vedere con qualsiasi religione!) come lo è un maggioritario religionismo (che cazzo di termini sto usando?)?
Personalmente ritengo di essere un pò folle a dar retta al mio cervello piuttosto che alle trippe e che le fedi religiose sono, nei vari stadi, pura deformazione della razionalità indotta da potenti forze, purtroppo, sociali.

Dottor Parapine
------------
------------

Maschile Numero di messaggi : 45
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.07.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Thomas Bruderer , leader dei Piraten svizzeri dice che la religione è un disturbo mentale

Messaggio Da delfi68 il Sab 8 Dic - 22:25

Grande Parapine.

Sei un ottimo esempio di sapiens B..

Tralascio tutto il resto del casino (che potevi e dovevi evitare!! birbantello!!) di questo tuo post e segnalo la parte splendida:

sono vegano e sono perfettamente conscio di avere un problema mentale.Infatti è solo per qualcosa che si è modificato all' interno del mio cervello che ho assunto questo comportamento alimentare.
Per mia fortuna ritengo sperando di non sbagliarmi, trattarsi di un disturbo di lieve entità in quanto mi astengo rigorosamente dall' imporrre ad altri simile limitazione.

Read more: http://atei.forumitalian.com/t4759p60-thomas-bruderer-leader-dei-piraten-svizzeri-dice-che-la-religione-e-un-disturbo-mentale#ixzz2EVBOJe2c

..e spero pure io che non ti sbagli..ma ho fiducia nel tuo raziocinio, benche' vegano, sai di esserlo. Sai di esserlo? ok


delfi68
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11250
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Thomas Bruderer , leader dei Piraten svizzeri dice che la religione è un disturbo mentale

Messaggio Da Paolo il Sab 8 Dic - 22:27

Quello che voglio dire è che è un processo che si trasmette come un istinto. Io sono dell'idea che la necessità di avere un "capo" di riferimento è scritto nei nostri geni. Un tempo era una caratteristica necessaria e vincente. Oggi no. Solo la ragione può permettere di farci superare questo. Però se tu nella educazione del bambino imponi questo è ovvio che tale istinto permane e viene poi trasmesso ai figli che verranno in futuro. Perciò credenti generano credenti non in senso genetico ma culturale. Solo rompendo questo processo elimini questo disturbo mentale.

Paolo
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 8606
Età : 61
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Thomas Bruderer , leader dei Piraten svizzeri dice che la religione è un disturbo mentale

Messaggio Da Akka il Sab 8 Dic - 22:28

delfi secondo me sei un grande, per me sei davvero una persona che ha capito un sacco di cose, e soprattutte le cose ''giuste'', quelle che riguardano la posizione di noi uomini nel mondo, lo dico sinceramente, e sono daccordo con quasi tutto ciò che hai sostenuto fin ora

l' unica cosa su cui non ci incontriamo è il fatto che tu hai fiducia nella ragione, e nelle sue qualità oggettive, io per nulla, proprio non mi riesce di capire cosa sia questa ragione, questa ragione può davvero salvarci da tutta questa immensa follia?

la scienza è meno folle delle religioni? certamente si, oppure no, dipnde come ragioniamo, non c'è un ragonamento più giusto dell altro, o meglio la scienza è più giusta perchè ci permette un' interazione più efficace sulla natura, ma solo per questo, solo perchè è più efficace, non più vera

quindi ci serviamo della scienza perchè è utile, funzionale, non perchè costituisce un criterio di verità, so che sembra folle ai più, ma lo penso

a noi è preclusa ogni verità, forse oggi è pure un concetto ingenuo e pedante quello di ''verità'', dovremmo emanciparcene forse...io non ne sono in grado, quindi per me se c'è qualcosa di vero, di sincero, che effettivamente è(passami le espressioni ambigue), c'è, questo è proprio questa nostra consapevolezza della nostra condizione, come diceva spinoza, siamo qui e siamo il risultato degli accadimenti del mondo fisico e non possiamo farci nulla, come un sasso che rotola da una rupe, noi siamo questo sasso, però in più del sasso abbiamo la consapevolezza di noi stessi, e ci illudiamo di brutto che il nostro rotolare sia dato dalle nostre scelte(libero arbitrio), però ad un certo punto possiamo renderci conto che il nostro rotolare è il risultato di forze e leggi che non controlliamo, ma almeno possiamo esserne consapevoli, e da qui nasce, in me almeno, un senso di compassione, verso me stesso e verso gli altri, mi fa sorridere delle stupidaggini, e mi fa accettare serenamente(più o meno) le porcate che avvengono nel mondo

questa consapevolezza/compassione mi fa guardare con affetto il mio fratellino scemo che va a messa a fare il chirichetto ed è contento, perchè so che prima o poi dovrà pure lui affrontare i miei dubbi, i miei drammi esistenziali, che poi sono quelli di tutti prenso...

magari sembra un modo di pensare passivo e lascivo...non me ne riescono altri, men che meno lo scientismo oggettivante che vorrebbe tutto semplice, chiaro, evidente, ordinato, logico...per me non è così

Akka
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4118
Età : 116
Località : L' Appennino emiliano
Occupazione/Hobby : Sindacalista/Fioraio
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 07.01.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Thomas Bruderer , leader dei Piraten svizzeri dice che la religione è un disturbo mentale

Messaggio Da Paolo il Sab 8 Dic - 22:33

Parapine, il tuo discorso non regge. Chi si dichiara matto non può esserlo. Il matto vero non sa di esserlo. In altro caso non è matto!

Paolo
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 8606
Età : 61
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Thomas Bruderer , leader dei Piraten svizzeri dice che la religione è un disturbo mentale

Messaggio Da delfi68 il Sab 8 Dic - 22:55

Grazie Akka, anch'io sto imparando ad apprezzarti, merito tuo che ti sforzi molto per essere letto e compreso senza malintesi..tempo fa non ti capivo, ma poi mi sono accorto che invece pensi cose molto complesse e non e' facile trasmetterlo senza malintesi..


l' unica cosa su cui non ci incontriamo è il fatto che tu hai fiducia nella ragione, e nelle sue qualità oggettive, io per nulla, proprio non mi riesce di capire cosa sia questa ragione, questa ragione può davvero salvarci da tutta questa immensa follia?

Read more: http://atei.forumitalian.com/t4759p60-thomas-bruderer-leader-dei-piraten-svizzeri-dice-che-la-religione-e-un-disturbo-mentale#ixzz2EVDRz8tJ

..no, tranquillo, non ho cosi grande fiducia..anzi.. la ragione, proprio per i suoi contorni indefiniti e indefinibili non puo' essere mai invocata come un libro sacro o come le tavole scolpite dal fulmine..

Preambolo: Ragione non e' uguale a scienza!
La scienza prescinde dalla ragione, la scienza procede seguendo solo il "metodo scientifico" ..il quale non sempre collima perfettamente con la ragione.

La ragione per come la vedo io..

Cerco sempre di definire la ragione con pochi termini, per poterla gestire nella sua scarsa e difficilissima praticabilita'.javascript:emoticonp('Royales')
Per me la ragione e' quell'insieme di pensieri e ragionamenti che portano a delle scelte, le quali scelte non devono comportare del dolore per se o per altri. Questo e' usare la ragione..
Troppo vago? ..no, non pensarlo cosi d'acchito..in realta' e' una cosa di una complessita' immensa e coinvolge grandissimi processi di valutazione di se e dei prorpi atti.
In tutti i campi della relazione sociale per giunta.

L'abilita' e' solo identificare cosa sia il dolore, e non dico il male, ma il dolore!

Qui anche le parole sono importanti. Non male, ma dolore!

Il bene o il male tornerebbe ad essere un concetto ineffabile quanto la ragione che vorrebbe deterninare.
Il dolore e' invece una cosa piu' oggettivizzabile, sebbene non saremo mai al sicuro dagli errori.

Se una mia scelta, atto o fatto, provoca una sensazione di dolore, fisico o psichico a qualcuno, allora cio' che ho scelto di fare, molto probabilmente e' sbagliato..e se lo sto facendo seguendo un mio istinto, forse in quel momento mi accorgo di sbagliare..o anche di essere pazzo, quando specificatamente, faccio e dico seguendo un'inclinazione fideistica.

La ragione, quindi, per me, e' capire (comprendere) la differenza che c'e' fra MALE e DOLORE, IMPORTANTE sostanzialmente per un unico e fondamentale motivo: cio' che e' male posso deciderlo io, ma cio' che fa male ad un qualcuno, necessariamente me lo dice lui! ..se non lo capisco da solo, ovviamnete.

Questo e' importante attento:

Se includo, nella comprensione di cosa e' giusto o sbagliato, male o bene, la dichiarazione e l'opinione di colui che e' coinvolto nella mia azione/decisione/scelta e NON SOLO basandomi sulla mia percezione, inetlligenza o convinzione, ecco che amplifico grandemente la possibilita' che evitero' di fare del MALE. Perche' se cagiono dolore a qualcuno, cio' e' male.

Se e' male o bene, lo determina grandemente colui che soggiace agli effetti di una mia decisione/scelta/atto..l'opinione dell'altro diventa IMPORTANTE!

Questa per me e' il massiomo della ragione che mi posso permettere in quanto sapiens! Saper includere l'opinione dell'Altro, che mi comunica il suo dolore, per determinare il bene e il male.

Determinarlo da solo e' irragionevole!

Se determino dolore a qualcuno, molto probabilmente cio' che faccio e' male!..anche se ero convinto di fare del bene, seguendo magari i depositi lasciati dal mio Dio, e quindi perfettamente sereno e convinto di fare la cosa giusta.

In sintesi, se e' vero che non si puo' determinare il bene o il male, il giusto o lo sbagliato, e' altrettanto vero che si puo' fare qualcosa di accettabile nel determinarlo se lo si fa in due..
Ecco perche' Nietzche si ingarbugliava..perche' si ostinava a voler determinare la questione usando solo se stessi, quando invece serve sapere in merito al dolore o meno dell'Altro.

La ragione massima prevedibile ed esigibile, per me, prevede l'inclusione della comunicazione dell'Altro in merito al fatto che prova o meno dolore a causa nostra.

..aff.. mi fermo.

Troppo prolisso...e sinceramente troppo "pippato" per proseguire senza esagerare nelle possibilita' di essere frainteso..


Ultima modifica di delfi68 il Sab 8 Dic - 23:15, modificato 2 volte

delfi68
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11250
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Thomas Bruderer , leader dei Piraten svizzeri dice che la religione è un disturbo mentale

Messaggio Da loonar il Sab 8 Dic - 23:09

Akka ha scritto:guarda che nessuno ti ha incollato il culo allasedia, puoi purealzarti e dedicarti ad altro...
Et voilà mr.simpatia! inchino
Grazie del consiglio ma faccio quello che cazzo mi pare!
(Rimango sul tuo tono, per farti sentire a tuo agio) wink..

loonar
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 17394
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Thomas Bruderer , leader dei Piraten svizzeri dice che la religione è un disturbo mentale

Messaggio Da delfi68 il Sab 8 Dic - 23:14

Chiedo ancora scusa..c'e' un edit importante sul mio post sopra..

..no, tranquillo, non ho cosi grande fiducia..anzi.. la ragione, proprio per i suoi contorni indefiniti e indefinibili non puo' essere mai invocata come un libro sacro o come le tavole scolpite dal fulmine..

Preambolo: Ragione non e' uguale a scienza!
La scienza prescinde dalla ragione, la scienza procede seguendo solo il "metodo scientifico" ..il quale non sempre collima perfettamente con la ragione.

La ragione per come la vedo io..

Read more: http://atei.forumitalian.com/t4759p70-thomas-bruderer-leader-dei-piraten-svizzeri-dice-che-la-religione-e-un-disturbo-mentale#ixzz2EVNbLmPL

delfi68
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11250
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Thomas Bruderer , leader dei Piraten svizzeri dice che la religione è un disturbo mentale

Messaggio Da loonar il Sab 8 Dic - 23:17

be' comunque, al di là dei filosofismi che non portano a niente, per me uno che crede che mangiando dei frutti in un giardino incantato si crea un incantesimo su tutta l'umanità che per annullare il quale bisogna mangiare delle cialde che si trasformano in carne umana grazie alle formule magiche di un tizio vestito da pagliaccio medievale, sarà sempre una persona con una rotella che gira a vuoto! DSM, psichiatri e seghe mentali che si vogliano o no!

loonar
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 17394
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 3 di 8 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum