Senza dio ci resta una cosa. La morte.

Pagina 9 di 10 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Senza dio ci resta una cosa. La morte.

Messaggio Da niko95py il Lun 20 Mag - 18:55

Sorel1980 ha scritto:Buonasera a tutti,
sono ateo da quando avevo 14 anni e attualmente ne ho 32... mi chiedo spesso perchè un credente sia meno felice di me. E' meno consapevole certamente, accetta soluzioni infantili certamente, ma almeno non ha il terrore della morte.
Per chi è ateo come me e come molti di voi, come può essere sopportato il pensiero della propria fine o della fine dei propri genitori o della propria amata? Come si può accettare, seppur atei, la propria distruzione e la fine di tutto ciò che conosciamo? Come si può accettare questo dolore, anche solo dicendo "è una cosa naturale"? La naturalità della morte può forse risparmiarci l'agghiacciante pensiero della nostra inesistenza?
Siamo una nave in fiamme che si dirige verso un gorgo... perchè dobbiamo sopportare il peso dell'ateismo? Se potessi vorrei credere in dio, una bella favola infantile... tuttavia non posso quindi sono condannato a questo pensiero... voi no?

Secondo me in realtà hanno paura.
Se non hanno paura della morte perchè si disperano quando muore loro una persona molto vicina? Tanto va in un posto migliore...no?! Dovrebbero esserne tutti contenti in quanto è un progetto del divino.
avatar
niko95py
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 94
Età : 22
Località : Bari
Occupazione/Hobby : Studente
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 18.01.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Senza dio ci resta una cosa. La morte.

Messaggio Da san.guasto il Mer 22 Mag - 18:10

Sorel1980 ha scritto:Buonasera a tutti,
sono ateo da quando avevo 14 anni e attualmente ne ho 32... mi chiedo spesso perchè un credente sia meno felice di me. E' meno consapevole certamente, accetta soluzioni infantili certamente, ma almeno non ha il terrore della morte.
Per chi è ateo come me e come molti di voi, come può essere sopportato il pensiero della propria fine o della fine dei propri genitori o della propria amata? Come si può accettare, seppur atei, la propria distruzione e la fine di tutto ciò che conosciamo? Come si può accettare questo dolore, anche solo dicendo "è una cosa naturale"? La naturalità della morte può forse risparmiarci l'agghiacciante pensiero della nostra inesistenza?
Siamo una nave in fiamme che si dirige verso un gorgo... perchè dobbiamo sopportare il peso dell'ateismo? Se potessi vorrei credere in dio, una bella favola infantile... tuttavia non posso quindi sono condannato a questo pensiero... voi no?

Ciao!
Cominciamo dalle cose facili: l'agghiacciante pensiero della mia inesistenza non è agghiacciante visto che.... non sarò niente, non saprò di non esistere! E quindi sarà come prima di nascere e quella volta la cosa non mi spaventava granchè :D
Della morte di per sè non ho paura. Mi dispiacerebbe morire adesso, questo è sicuro: ho 28 anni, ho ancora un sacco di cose che mi piacerebbe fare prima di morire, un sacco di posti da vedere, un sacco di libri da leggere, un sacco di persone da conoscere, figli da crescere (spero)! Però sono consapevole del fatto che anche se dovessi morire all'istante il problema finirebbe nel momento stesso in cui comincia visto che, come ho già detto, poi non avrei più coscienza.
Ciò che un po' mi spaventa sarebbe la sofferenza prima della morte. Però in questo momento, se dovessi decidere tra una morte istantanea ed indolore ed un'agonia di... diciamo un paio d'ore (non di più, non sono un masochista ;) ), ma con la mente funzionante, forse (FORSE... FORSE) sceglierei la seconda perchè penso alla morte come una parte integrante della mia esistenza, un evento unico che, come tale, vorrei... vivermi (se mi passate l'ossimoro) al meglio. Insomma, vorrei avere il tempo per tirare le somme, ricordare i momenti belli, le persone che amo e gioire per quello che ho passato. E quindi arrivare al momento con serenità.

Problema diverso ancora è la morte delle persone che ci stanno intorno. Per questo purtroppo c'è poco da fare, se non ricordare i momenti belli passati assieme. Anche il dolore della perdita piano piano, per fortuna, riusciamo ad accettarlo ed a metabolizzarlo. Poi la vita continua e bisogna continuare a viverla al meglio!
Infatti, tornando alla mia di morte, mi spiace più per chi mi sopravvive che non per me. E spero che superino la cosa in fretta. Una bevuta alla mia, magari una volta all'anno, ridendo delle cose che abbiamo vissuto assieme, e basta. Se potessi lascierei in eredità a tutti i miei conoscenti una risata di gusto. E una birra (o una bozza di cabernet) da bere alla mia! brilli
avatar
san.guasto
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 475
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 07.05.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Senza dio ci resta una cosa. La morte.

Messaggio Da *Valerio* il Mer 22 Mag - 18:39

quoto.. S.G

Io la vedo esattamente come te.

*Valerio*
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6950
Età : 43
Località : Bologna
Occupazione/Hobby : Pc-barbecue-divano-gnocca
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 15.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Senza dio ci resta una cosa. La morte.

Messaggio Da Griiper McCloubit il Mer 22 Mag - 19:24

*Valerio* ha scritto: quoto.. S.G

Io la vedo esattamente come te.

E allora siamo in due, con annesso verde a SanGuasto. ok
Con la differenza che io di anni non ne ho più 28 (sigh!) e che i figli non devo più crescerli ma solo seguirli a distanza con orgoglio.
Per il resto tante cose ancora da fare, libri da leggere, luoghi da vedere... tutta la vita non basterà ma va bene così, sono in pace con me stesso e tanto basta.
avatar
Griiper McCloubit
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 977
Età : 55
Occupazione/Hobby : in viaggio nello spazio-tempo
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 14.02.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Senza dio ci resta una cosa. La morte.

Messaggio Da Paolo il Mer 22 Mag - 19:30

La morte non esiste. E' solo la vita che termina.
avatar
Paolo
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 8687
Età : 62
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Senza dio ci resta una cosa. La morte.

Messaggio Da Minsky il Mer 22 Mag - 19:34

3X

_________________
avatar
Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 14568
Età : 62
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Senza dio ci resta una cosa. La morte.

Messaggio Da Griiper McCloubit il Mer 22 Mag - 19:46

Paolo ha scritto:La morte non esiste. E' solo la vita che termina.

Verde! e la incollo in "citazioni"
avatar
Griiper McCloubit
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 977
Età : 55
Occupazione/Hobby : in viaggio nello spazio-tempo
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 14.02.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Senza dio ci resta una cosa. La morte.

Messaggio Da Paolo il Mer 22 Mag - 20:11

Possiamo paragonare la nostra vita ad una corda. Può essere più o meno lunga ma prima o poi termina. E finita la corda non c'è la "corda morta" ma è solo la corda (ovvero la vita) che è terminata. Ha senso dire cosa c'è quando finisce la corda? Questo è forse uno dei concetti che più caratterizza il credente dall'ateo. Per il credente la "corda" cambia status ma continua, per l'ateo no!
avatar
Paolo
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 8687
Età : 62
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Senza dio ci resta una cosa. La morte.

Messaggio Da mix il Mer 22 Mag - 20:20

Paolo ha scritto:La morte non esiste. E' solo la vita che termina.
forse può essere accettabile dire che per il soggetto della frase, la "propria" morte non esiste.
quella degli altri esiste eccome.
e per gli altri la morte del soggetto che era vivo esiste certamente.

quindi ... d i pe n d e, dal punto di vista da cui si osserva il fenomeno.

come spesso accade, quando il soggetto è sia osservatore che attore, oppure sia coinvolto nell'azione transitiva che in quella intransitiva dell'osservazione, dell'analisi, ... , sorgono paradossi logici.
nulla di nuovo sotto il cielo.
avatar
mix
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6583
Località : .
Occupazione/Hobby : .
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Senza dio ci resta una cosa. La morte.

Messaggio Da Paolo il Mer 22 Mag - 20:27

No mix non esiste lo status di morto. E questo vale per tutti. Gli altri terminano di vivere nè più nè meno come per te stesso. Come termina la vita l'individuo non esiste più ti rimane solo un ammasso di cellule più o meno vive.
avatar
Paolo
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 8687
Età : 62
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Senza dio ci resta una cosa. La morte.

Messaggio Da mix il Mer 22 Mag - 20:37

Paolo ha scritto:No mix non esiste lo status di morto. E questo vale per tutti. Gli altri terminano di vivere nè più nè meno come per te stesso. Come termina la vita l'individuo non esiste più ti rimane solo un ammasso di cellule più o meno vive.
SI, lo chiamiamo "un morto".
e poiché non sono un cultore della necrofilia per me questa masturbazione mentale finisce qui.
avatar
mix
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6583
Località : .
Occupazione/Hobby : .
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Senza dio ci resta una cosa. La morte.

Messaggio Da Halftrack il Dom 26 Mag - 17:11

Sorel1980 ha scritto:Buonasera a tutti,
sono ateo da quando avevo 14 anni e attualmente ne ho 32... mi chiedo spesso perchè un credente sia meno felice di me. E' meno consapevole certamente, accetta soluzioni infantili certamente, ma almeno non ha il terrore della morte.
Per chi è ateo come me e come molti di voi, come può essere sopportato il pensiero della propria fine o della fine dei propri genitori o della propria amata? Come si può accettare, seppur atei, la propria distruzione e la fine di tutto ciò che conosciamo? Come si può accettare questo dolore, anche solo dicendo "è una cosa naturale"? La naturalità della morte può forse risparmiarci l'agghiacciante pensiero della nostra inesistenza?
Siamo una nave in fiamme che si dirige verso un gorgo... perchè dobbiamo sopportare il peso dell'ateismo? Se potessi vorrei credere in dio, una bella favola infantile... tuttavia non posso quindi sono condannato a questo pensiero... voi no?

Dici bene "Come si può accettare?"
Per noi "accettazione" è la parola più difficile di tutte!
In molti casi, al suo posto usiamo le parole "rifiuto" o "rimozione" oppure "tolleranza" quando si tratta di relazionarci con gli altri.
Dal mio punto di vista io vengo da una incoscenza per andare verso un'altra incoscenza.
Per me il principio non può essere il Verbo, il principio è il sesso.
Prima che mamma e papà andassero a letto insieme noi non esistevamo.
Non portiamo con noi l'esperienza della nostra fecondazione anche se è capitata a tutti.
Figuriamoci avere la conoscenza del prima!
E se nessuno di noi ha la conoscenza del prima perchè qualcuno pretende di avere la conoscenza del dopo?
Del resto cos'è più importante: vincere la morte o vivere la vita?
Gli atei sanno qual'è la risposta giusta.
Nessuno di noi ha mai vissuto la sua morte, nessuno ne ha l'esperienza, mentre la vita, almeno fino a ora, l'abbiamo vissuta tutti.
Rimane il grande dolore di non poter più vedere e sentire, anche sentimentalmente, le persone amate.
Non sono in grado di dirti niente su questo.
Il nostro Presidente Pertini diceva: "Di fronte alla morte non c'è che il silenzio."
avatar
Halftrack
------------
------------

Maschile Numero di messaggi : 17
Età : 68
Località : Padova
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Senza dio ci resta una cosa. La morte.

Messaggio Da delfi68 il Dom 26 Mag - 20:23

..la morte e' un problema solo mentre si e' vivi..
avatar
delfi68
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11250
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Senza dio ci resta una cosa. La morte.

Messaggio Da Rasputin il Dom 26 Mag - 21:38

delfi68 ha scritto:..la morte e' un problema solo mentre si e' vivi..
eeeeeeek quoto..

Mi sa che va in citazioni ed anche in firma ok

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49978
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Senza dio ci resta una cosa. La morte.

Messaggio Da Fux89 il Dom 26 Mag - 21:39

delfi68 ha scritto:..la morte e' un problema solo mentre si e' vivi..


Tutti i problemi sono un problema solo mentre si è vivi.

Fux89
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 16173
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 20.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Senza dio ci resta una cosa. La morte.

Messaggio Da Paolo il Dom 26 Mag - 21:47

Fux89 ha scritto:
delfi68 ha scritto:..la morte e' un problema solo mentre si e' vivi..


Tutti i problemi sono un problema solo mentre si è vivi.

Si !! Se però per caso avesse ragione il Don ... vedi tu quanti cazzi di problemi avrai dopo!! mgreen mgreen
avatar
Paolo
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 8687
Età : 62
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Senza dio ci resta una cosa. La morte.

Messaggio Da Fux89 il Dom 26 Mag - 21:50

Ma tanto non ha ragione il Don.

Fux89
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 16173
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 20.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Senza dio ci resta una cosa. La morte.

Messaggio Da delfi68 il Dom 26 Mag - 22:01

Se avesse ragione il Don, i problemi sarebbero pure suoi!

Io fux e rasp saremmo a ballare L'alligalli sui carboni, e siam daccordo, ma il don dovrebbe stare appecoroni per tutta l'eternita' a pregare e santificare un pazzoide..non so alla lunga quale delle due situazioni sarebbe l'inferno peggiore..
avatar
delfi68
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11250
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Senza dio ci resta una cosa. La morte.

Messaggio Da Fux89 il Dom 26 Mag - 22:05

delfi68 ha scritto:Io fux e rasp saremmo a ballare L'alligalli sui carboni, e siam daccordo, ma il don dovrebbe stare appecoroni per tutta l'eternita' a pregare e santificare un pazzoide..non so alla lunga quale delle due situazioni sarebbe l'inferno peggiore..
E ti ri-

Fux89
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 16173
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 20.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Senza dio ci resta una cosa. La morte.

Messaggio Da delfi68 il Dom 26 Mag - 22:08

inchino
avatar
delfi68
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11250
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Senza dio ci resta una cosa. La morte.

Messaggio Da Rasputin il Dom 26 Mag - 22:10

delfi68 ha scritto:Se avesse ragione il Don, i problemi sarebbero pure suoi!

Io fux e rasp saremmo a ballare L'alligalli sui carboni, e siam daccordo, ma il don dovrebbe stare appecoroni per tutta l'eternita' a pregare e santificare un pazzoide..non so alla lunga quale delle due situazioni sarebbe l'inferno peggiore..

All'inferno i diavoli ti violentano 2 volte al giorno, in paradiso ti trapanano i buchi per l'aureola e le ali...meglio giù, almeno il buco ce l'hai già mgreen

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49978
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Senza dio ci resta una cosa. La morte.

Messaggio Da cofee il Mar 28 Mag - 16:22

"Ce n'est rien de mourir. C'est affreux de ne pas vivre" (cit. da Les Miserables)
avatar
cofee
-----------
-----------

Femminile Numero di messaggi : 1762
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 06.03.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Senza dio ci resta una cosa. La morte.

Messaggio Da Minsky il Mar 28 Mag - 20:15

La vecchiaia è brutta, non la morte!

_________________
avatar
Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 14568
Età : 62
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Senza dio ci resta una cosa. La morte.

Messaggio Da Rasputin il Mar 28 Mag - 20:17

Minsky ha scritto:La vecchiaia è brutta, non la morte!

Non glie lo dire, che se no si guarda allo specchio mgreen

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49978
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Senza dio ci resta una cosa. La morte.

Messaggio Da Niques il Mar 28 Mag - 20:25

Rasputin ha scritto:
Minsky ha scritto:La vecchiaia è brutta, non la morte!

Non glie lo dire, che se no si guarda allo specchio

Tu non cominciare...
avatar
Niques
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6786
SCALA DI DAWKINS :
12 / 7012 / 70

Data d'iscrizione : 26.11.10

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 9 di 10 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum