Se i neaderthal esistessero ancora...

Pagina 1 di 8 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Se i neaderthal esistessero ancora...

Messaggio Da Faria il Gio 17 Gen - 13:07

... sarebbero condiderati come facenti parte della specie sapiens sapiens?

questo è un uomo di neaderthal:




questi sono 2 esempi di etnie considerate come facenti parte della nostra dspecie:

un africano:


un aborigeno:

Faria
-------------
-------------

Numero di messaggi : 587
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 06.01.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Se i neaderthal esistessero ancora...

Messaggio Da Masada il Gio 17 Gen - 13:13

Faria ha scritto:... sarebbero condiderati come facenti parte della specie sapiens sapiens?


Credo che dipenda solo dal fatto che riproducendosi gli ibridi siano fertili.
Allora saremmo della stessa specie.
No?
Non credo centri la fisionomia delle persone.
Basta notare la differenza fra un san bernardo e un pechinese...


avatar
Masada
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1559
Occupazione/Hobby : havanagloria e refusismo
SCALA DI DAWKINS :
36 / 7036 / 70

Data d'iscrizione : 17.05.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Se i neaderthal esistessero ancora...

Messaggio Da Faria il Gio 17 Gen - 13:25

Masada78 ha scritto:
Faria ha scritto:... sarebbero condiderati come facenti parte della specie sapiens sapiens?


Credo che dipenda solo dal fatto che riproducendosi gli ibridi siano fertili.
Allora saremmo della stessa specie.
No?
Non credo centri la fisionomia delle persone.
Basta notare la differenza fra un san bernardo e un pechinese...





Avrfei dovuto scrivere razza al posto di specie.

Se non vado errato i neaderthal sono considerati una subspecie, mentre tutte le sttuali etnie umane sono considerate senza alcuna distinzione.

La mia domanda è: se i neaderthal ci fossero ancora, sarebbero considerarti ancora una subspecie o verrebbero considerati come sapiens sapiens?

Questo thread si riallaccia in parte a quello della superiorità bianca (attenzione: in parte). Serve a riflettere: rifiutiamo di dividere gliumani in razze perchè non applicabili nel caso uomo o per motivi storico-culturali?

Faria
-------------
-------------

Numero di messaggi : 587
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 06.01.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Se i neaderthal esistessero ancora...

Messaggio Da Paolo il Gio 17 Gen - 13:30

Faria ha scritto:
Questo thread si riallaccia in parte a quello della superiorità bianca (attenzione: in parte). Serve a riflettere: rifiutiamo di dividere gli umani in razze perchè non applicabili nel caso uomo o per motivi storico-culturali?

Solo perchè le razze non esistono. Ti riporto quello che ho già messo nell'altro mio intervento. Prima però di farsi certe domande sarebbe meglio che ti documentassi un po'. L'idea delle razze umane è un bel po' che la scienza l'ha abbandonato e questo a seguito di ricerche genetiche sul DNA delle varie popolazioni del mondo!!

Per la scienza il razzismo non ha alcun fondamento, anzi è un’assurdità. Pochi giorni fa, uno dei più autorevoli genetisti al mondo, Luca Cavalli Sforza, ha dichiarato: «Il razzismo è un fenomeno universale. Bisogna imparare a evitarlo, come si impara a non rubare e non uccidere». Cavalli Sforza ha dimostrato che l’uomo appartiene a una sola e unica razza (la specie “Homo sapiens sapiens”) e che due gruppi etnici che presentano un aspetto esteriore diverso (come il colore della pelle o la forma del viso) possono essere invece molto simili dal punto di vista genetico. Viceversa gruppi con caratteristiche somatiche simili possono presentare grandi differenze genetiche al loro interno. Risultato: esiste una sola razza.
avatar
Paolo
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 8776
Età : 62
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Se i neaderthal esistessero ancora...

Messaggio Da Faria il Gio 17 Gen - 13:34

Paolo ha scritto:
Faria ha scritto:
Questo thread si riallaccia in parte a quello della superiorità bianca (attenzione: in parte). Serve a riflettere: rifiutiamo di dividere gli umani in razze perchè non applicabili nel caso uomo o per motivi storico-culturali?

Solo perchè le razze non esistono. Ti riporto quello che ho già messo nell'altro mio intervento. Prima però di farsi certe domande sarebbe meglio che ti documentassi un po'. L'idea delle razze umane è un bel po' che la scienza l'ha abbandonato e questo a seguito di ricerche genetiche sul DNA delle varie popolazioni del mondo!!

Per la scienza il razzismo non ha alcun fondamento, anzi è un’assurdità. Pochi giorni fa, uno dei più autorevoli genetisti al mondo, Luca Cavalli Sforza, ha dichiarato: «Il razzismo è un fenomeno universale. Bisogna imparare a evitarlo, come si impara a non rubare e non uccidere». Cavalli Sforza ha dimostrato che l’uomo appartiene a una sola e unica razza (la specie “Homo sapiens sapiens”) e che due gruppi etnici che presentano un aspetto esteriore diverso (come il colore della pelle o la forma del viso) possono essere invece molto simili dal punto di vista genetico. Viceversa gruppi con caratteristiche somatiche simili possono presentare grandi differenze genetiche al loro interno. Risultato: esiste una sola razza.



come volevasi dimostrare....

Faria
-------------
-------------

Numero di messaggi : 587
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 06.01.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Se i neaderthal esistessero ancora...

Messaggio Da jessica il Gio 17 Gen - 14:27

Faria ha scritto:
Questo thread si riallaccia in parte a quello della superiorità bianca (attenzione: in parte). Serve a riflettere: rifiutiamo di dividere gliumani in razze perchè non applicabili nel caso uomo o per motivi storico-culturali?
per motivi storico-socio-culturali
avatar
jessica
---------------------
---------------------

Numero di messaggi : 6699
Occupazione/Hobby : alta sacerdotessa della GVR, non collezionatrice di francobolli
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 23.06.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Se i neaderthal esistessero ancora...

Messaggio Da mix il Gio 17 Gen - 23:38

jessica ha scritto:
Faria ha scritto:
Questo thread si riallaccia in parte a quello della superiorità bianca (attenzione: in parte). Serve a riflettere: rifiutiamo di dividere gliumani in razze perchè non applicabili nel caso uomo o per motivi storico-culturali?
per motivi storico-socio-culturali
vuoi argomentare di più?
io direi per motivi biologici (rifiutiamo di dividere gli umani in razze. come oggettivamente descrive L. Cavalli Sforza)
avatar
mix
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6583
Località : .
Occupazione/Hobby : .
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Se i neaderthal esistessero ancora...

Messaggio Da Masada il Ven 18 Gen - 0:34

mix ha scritto:
jessica ha scritto:
Faria ha scritto:
Questo thread si riallaccia in parte a quello della superiorità bianca (attenzione: in parte). Serve a riflettere: rifiutiamo di dividere gliumani in razze perchè non applicabili nel caso uomo o per motivi storico-culturali?
per motivi storico-socio-culturali
vuoi argomentare di più?
io direi per motivi biologici (rifiutiamo di dividere gli umani in razze. come oggettivamente descrive L. Cavalli Sforza)

non è il mio campo e magari sparo cazzate, ma mi va di sparare.
magari mi correggete le mie idee fumose sull'argomento e i contenuti della parte coi dati pseudo-scientifici.

io direi che inevitabilmente per motivi storico-socio-culturali noi coniamo termini come specie o razza perchè la nostra mente ha bisogno di trovare un ordine al caos apparente e alla diversità che ci circonda e sovrasta, il ricondurro il molteplice all'uno, i fenomeni alla legge. la logica e la razionalità fanno questo di default, sia che lo facciano col metodo scientifico (maggiore attenzione al dato empirico misurabile e sperimentabile) filosofico (rigore sistematico razionale) mitologico (causa-effetto spiegato attraverso una fantasia-esperienziale coerente nella sua visione di insieme).
poi sempre per motivi sto-soc-cul... diamo un'aura a quei concetti, li inseriamo in meta-teorie di senso, come la selezione della specie, o il nazismo.
chiaramente tutto questo lo facciamo osservando il mondo, il dato biologico, ma insomma, stiamo parlando di questo:
Dominio (o Superregno)
Regno
Sottoregno
Infraregno
Superphylum
Phylum (o divisione)
Subphylum
Infraphylum
Superclasse
Classe
Sottoclasse
Infraclasse
Parvclasse
Supercohorta
Cohorta
Sottocohorta
Infracohorta
Magnordine
Superordine
Granordine
Mirordine
Ordine
Sottordine
Infraordine
Parvordine
Divisione (animali)
Sottodivisione (animali)
Sezione (animali)
Sottosezione (animali)
Superfamiglia
Serie (per Lepidoptera)
Gruppo (per Lepidotteri)
Famiglia
Sottofamiglia
Infrafamiglia
Supertribù
Tribù
Sottotribù
Infratribù
Genere
Sottogenere
Sezione (piante)
Sottosezione (piante)
Specie
Sottospecie
Varietà (botanica)
Forma (botanica)
Razza (zoologia)
Ceppo (batteri)
Biovar
Morfovar
Serovar
Forma Specialis (fungi)

considerando che differiscono molto di più un pastore tedesco e un pechinese che un pastore tedesco e un lupo... che i tre possono farsi una bella orgia, ingravidarsi e fare cuccioli non sterili...
direi che non ci sono ragioni per sostenere una differenza biologica qualitativamente sostanziale nell'uomo.
apparteniamo a una sola "x"... soprattutto considerando la differenza esistenziale che abbiamo con qualsiasi altro primate... poco importano il 3-4-5% di differenza genetica.
un down, cazzo, ha quasi un cromosoma in più, ma è uomo!
è inutile che ci ostiniamo a riempirci la bocca di paroloni come gene, genetica,... quando, oggettivamente non ne sappiamo ancora molto, e forse noi del forum poco e nulla.
abbiamo appena scoperto un complicatissimo meccanismo di replicazione, talmente perfetto che noi non riusciremmo a creare dal nulla neppure il più piccolo essere unicellulare... abbiamo appena trascritto il genoma umano... potrebbero bastare una manciata di geni a stravolgere l'esistenza di un animale e a separarlo dalla sua specie o cambiarne moltissimi ed essere della stessa, risultare accoppiabili.

star lì, in mezzo a tale ignoranza, a voler trovare ordine e stabilire ora una differenza biologica che esistenzialmente non trova riscontro nella vita dell'uomo, mi pare una cazzata... poi visto che chi ci ha provato un 80 anni fa ci ha fatto poi una figura di merda (il nostro hitlerone coi suoi scienziatoni) lo storico-socio-culturale vince!
nell'uomo, vince quasi sempre.

siamo più cultura che natura, istinto, ...
ma restiamo comunque più "pancia e cuore" che matematica e razionalità...
tuttavia la nostra psiche può dominare persino il corpo...
e con la scienza e la tecnica impiantare protesi, iniettare ormoni, cambiare il dna...

e tutto questo casino lo è un solo cazzo di animale chiamato uomo...

gli altri animali, tutti, sono 5 kilometri indietro ad annusarsi il culo...
avatar
Masada
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1559
Occupazione/Hobby : havanagloria e refusismo
SCALA DI DAWKINS :
36 / 7036 / 70

Data d'iscrizione : 17.05.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Se i neaderthal esistessero ancora...

Messaggio Da jessica il Ven 18 Gen - 0:54

mix ha scritto:
jessica ha scritto:
Faria ha scritto:
Questo thread si riallaccia in parte a quello della superiorità bianca (attenzione: in parte). Serve a riflettere: rifiutiamo di dividere gliumani in razze perchè non applicabili nel caso uomo o per motivi storico-culturali?
per motivi storico-socio-culturali
vuoi argomentare di più?
io direi per motivi biologici (rifiutiamo di dividere gli umani in razze. come oggettivamente descrive L. Cavalli Sforza)

guarda, di solito questi discorsi vanno a finire sempre con accuse di razzismo, comunque...

premetto che non è roba in cui io sia un'esperta, anzi, tutt'altro. però per come la vedo io la questione è molto semplice: la suddivisione in razze nasce ben prima della scoperta del dna, dell'invenzione della genetica e di chissà cos'altro ed è una divisione puramente arbitraria (come qualsiasi divisione in tassonomia tranne -forse- la divisione in specie, dico forse perchè poi ci sono quelle cose tipo le caprecore che linkavo oggi...). è, anzi era, una semplice divisione fenotipica.

questi qui:







sono comunemente considerati facenti parte di razze diverse non tanto in funzione della loro differenza genetica, del fatto che abbiano il 97 piuttosto che il 99 percento dei geni corrispondenti, la varianza intraspecifica maggiore di quella interspecifica ecc ecc ma semplicemente perchè a vederli sono diversi. diversi e facilmente riconducibili a determinati gruppi di classificazione.

ciò che li rende diversi è sostanzialemnte il colore del pelo (pelle) le dimensioni, il muso un po' più o un po' meno schiacciato, il colore degli occhi e poco altro.

cioè esattamente quello che nel linguaggio comune definisce le "razze" umane.
ora, la normale suddivisione fenotipica in razza fino al secolo scorso si attuava per qualunque vivente, ma per gli umani ha purtroppo prodotto tutto quello che sappiamo. purtroppo la pagina di wiki italiana è chiaramente stata scritta da uno studente che ha fatto la tesina su cavalli sforza (basta andare a leggersi le discussioni\rosik per capirlo), mentre, al solito, la pagina in inglese è molto più illuminante a riguardo:

Race is a classification system used to categorize humans into large and distinct populations or groups by anatomical, cultural, ethnic, genetic, geographical, historical, linguistic, religious, or social affiliation. In the early 20th century the term was often used, in a taxonomic sense, to denote genetically differentiated human populations defined by phenotype.[1][2][3]



While biologists sometimes use the concept of race to make distinctions among fuzzy sets of traits, others in the scientific community suggest that the idea of race is often used[4] in a naive[5] or simplistic way, i.e. that among humans, race has no taxonomic significance: all living humans belong to the same species, Homo sapiens and subspecies, Homo sapiens sapiens.[6][7] Social conceptions and groupings of races vary over time, involving folk taxonomies [8] that define essential types of individuals based on perceived traits. Scientists consider biological essentialism obsolete,[9] and generally discourage racial explanations for collective differentiation in both physical and behavioral traits.[5][10][11][12][13]

Since the second half of the 20th century the associations of race with the ideologies and theories that grew out of the work of 19th-century anthropologists and physiologists has led to the use of the word race itself becoming problematic. Although still used in general contexts, it is now often replaced by other words which are less ambiguous and emotionally charged, such as populations, people(s), ethnic groups or communities depending on context




avatar
jessica
---------------------
---------------------

Numero di messaggi : 6699
Occupazione/Hobby : alta sacerdotessa della GVR, non collezionatrice di francobolli
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 23.06.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Se i neaderthal esistessero ancora...

Messaggio Da jessica il Ven 18 Gen - 0:57

ecco.. masada mi ha preceduto.
pur essendo quasi d'accordo su tutto, faccio notare che orge tra pechinesi e lupi non danno vita a prole infertile ma a normalissima prole, infatti sono considerate solo razze diverse, non lo fossero si parlerebbe di specie.
avatar
jessica
---------------------
---------------------

Numero di messaggi : 6699
Occupazione/Hobby : alta sacerdotessa della GVR, non collezionatrice di francobolli
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 23.06.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Se i neaderthal esistessero ancora...

Messaggio Da mix il Ven 18 Gen - 1:08

OT
questo gatto socchiude leggermente gli occhi mentre "scrollo" col mouse ! ! ! cat
fa lo stesso anche a voi? carneval mgreen
se avesse gli occhi arancioni sarebbe uguale ad uno dei miei 2 (Sphynx aka Mij-Mij)
si può fare un profilo FaceBook ad un gatto?
/OT

interessante la tua posizione
io la penso diversamente
l'articolo in inglese mi pare dire in modo contraddittorio rispetto al tuo argomento
ripeto: interessante. . . . . . per me.
avatar
mix
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6583
Località : .
Occupazione/Hobby : .
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Se i neaderthal esistessero ancora...

Messaggio Da jessica il Ven 18 Gen - 1:18

mix ha scritto:
interessante la tua posizione
io la penso diversamente
l'articolo in inglese mi pare dire in modo contraddittorio rispetto al tuo argomento
ripeto: interessante. . . . . . per me.

il mio gatto rimane con gli occhi aperti...

comunque, non vedo cosa ci sia di contraddittorio tra quanto dico e quanto dice wiki inglese. anzi il punto di fondo per la risposta al quesito del 3d mi pare si possa trovare proprio là :
Since the second half of the 20th century the associations of race with the ideologies and theories that grew out of the work of 19th-century anthropologists and physiologists has led to the use of the word race itself becoming problematic. Although still used in general contexts, it is now often replaced by other words which are less ambiguous and emotionally charged, such as populations, people(s), ethnic groups or communities depending on context.
avatar
jessica
---------------------
---------------------

Numero di messaggi : 6699
Occupazione/Hobby : alta sacerdotessa della GVR, non collezionatrice di francobolli
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 23.06.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Se i neaderthal esistessero ancora...

Messaggio Da mix il Ven 18 Gen - 1:31

questo:
Since the second half of the 20th century the associations of race with the ideologies and theories that grew out of the work of 19th-century anthropologists and physiologists has led to the use of the word race itself becoming problematic. Although still used in general contexts, it is now often replaced by other words which are less ambiguous and emotionally charged, such as populations, people(s), ethnic groups or communities depending on context
avatar
mix
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6583
Località : .
Occupazione/Hobby : .
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Se i neaderthal esistessero ancora...

Messaggio Da mix il Ven 18 Gen - 1:33

jessica ha scritto:il mio gatto rimane con gli occhi aperti...
che schermo hai? LCD?
avatar
mix
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6583
Località : .
Occupazione/Hobby : .
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Se i neaderthal esistessero ancora...

Messaggio Da uiui il Ven 18 Gen - 5:06

Verrebbe considerato una razza differente di certo nel caso lo si facesse rientrare nei sapiens sapiens, anche perché abbiamo una differenza di capienza cranica evidente. Comunque non abbiamo abbastanza conoscenze su di loro ora come ora per poter dare un giudizio definitivo, secondo il mio modestissimissimo parere. Non dimentichiamoci però che senza di loro la maggiorparte delle etnie oggi esistenti non esisterebbe... Come ho già sottolineato solo gli africani non si sono divertiti a scoparsi questa sub-specie! Magari dovremmo clonarli estraendo il materiale genetico dai corpi ritrovati ibernati solo per rimediare e vedere se magari nasce un negro con i capelli rossi... Poi possiamo classificarlo come una nuovissima razza a parte e crearne un casino da mettere negli zoo per la gioia di tutti i bambini! mgreen
avatar
uiui
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 89
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 17.01.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Se i neaderthal esistessero ancora...

Messaggio Da mix il Ven 18 Gen - 7:46

uiui ha scritto:Verrebbe considerato una razza differente di certo nel caso lo si facesse rientrare nei sapiens sapiens, anche perché abbiamo una differenza di capienza cranica evidente. Comunque non abbiamo abbastanza conoscenze su di loro ora come ora per poter dare un giudizio definitivo, secondo il mio modestissimissimo parere. Non dimentichiamoci però che senza di loro la maggiorparte delle etnie oggi esistenti non esisterebbe... Come ho già sottolineato solo gli africani non si sono divertiti a scoparsi questa sub-specie! Magari dovremmo clonarli estraendo il materiale genetico dai corpi ritrovati ibernati solo per rimediare e vedere se magari nasce un negro con i capelli rossi... Poi possiamo classificarlo come una nuovissima razza a parte e crearne un casino da mettere negli zoo per la gioia di tutti i bambini! mgreen
iuiu, il colore rosso è riservato alla moderazione
avatar
mix
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6583
Località : .
Occupazione/Hobby : .
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Se i neaderthal esistessero ancora...

Messaggio Da Cosworth117 il Ven 18 Gen - 8:55

Il colore rosso sarebbe riservato allo spigolo dove gli si dovrebbe spaccare la testa.

Menomale che ieri mi sono perso quel topic che ho visto chiudere oggi. Ancora non l'avete bannato?

_________________
There's always a plane B!
avatar
Cosworth117
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 9096
Età : 24
Località : Dove se magna
Occupazione/Hobby : Manager NWO
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 04.09.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Se i neaderthal esistessero ancora...

Messaggio Da mix il Ven 18 Gen - 9:12

Cosworth117 ha scritto:Il colore rosso sarebbe riservato allo spigolo dove gli si dovrebbe spaccare la testa.

Menomale che ieri mi sono perso quel topic che ho visto chiudere oggi. Ancora non l'avete bannato?
ad un po' di utenti risulta simpatico
come un buffone di corte carneval
secondo me è inelegante scendere al suo infimo livello
can che abbaia non morde: meglio si sfoghi nel virtuale
piuttosto che vada in giro a fare danni (e a prendere legnate) nel mondo reale
avatar
mix
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6583
Località : .
Occupazione/Hobby : .
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Se i neaderthal esistessero ancora...

Messaggio Da Cosworth117 il Ven 18 Gen - 9:24

mix ha scritto:ad un po' di utenti risulta simpatico
come un buffone di corte carneval

Sì mix. Ma come dice Masada è lo stesso motivo che ha spinto gli italiani a votare e rivotare Berlusconi. È da incorniciare quello che ha detto Masada.

mix ha scritto:secondo me è inelegante scendere al suo infimo livello
can che abbaia non morde: meglio si sfoghi nel virtuale
piuttosto che vada in giro a fare danni (e a prendere legnate) nel mondo reale

Sì, ma questo non è un manicomio virtuale. È un forum di razionalisti, o è quello che dovrebbe cercare di essere. Non ci possiamo prestare a questo servizio... Il regolamento parla chiaro. Ha assunto palesemente comportamenti di odio e razzismo, per cui andrebbe almeno, come minimo, ammonito, e poi bannato. Ma qui mi sarò perso qualcosa... Nessuna polemica eh, ma salviamo un pò l'immagine.

P.S. Tanto le legnate prima o poi se le prende. wink..

_________________
There's always a plane B!
avatar
Cosworth117
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 9096
Età : 24
Località : Dove se magna
Occupazione/Hobby : Manager NWO
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 04.09.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Se i neaderthal esistessero ancora...

Messaggio Da mix il Ven 18 Gen - 9:50

Cosworth117 ha scritto:
mix ha scritto:ad un po' di utenti risulta simpatico
come un buffone di corte carneval

Sì mix. Ma come dice Masada è lo stesso motivo che ha spinto gli italiani a votare e rivotare Berlusconi. È da incorniciare quello che ha detto Masada.
sembra dunque un individuo numericamente diffuso nel suo ambiente, visto che quella tipologia ha portato all'elezione di quel degno rappresentante per 15 anni, e chissà fra un mese ...
come imposteresti la soluzione di questa questione?
l'eliminazione fisica della spazzatura umana è in contrasto con i principi civili.
il confinamento è economicamente insostenibile.
Cos, fai una proposta



mix ha scritto:secondo me è inelegante scendere al suo infimo livello
can che abbaia non morde: meglio si sfoghi nel virtuale
piuttosto che vada in giro a fare danni (e a prendere legnate) nel mondo reale
Sì, ma questo non è un manicomio virtuale.
è un "contenitore" dove i "casi" non sono per niente rari boh



È un forum di razionalisti, o è quello che dovrebbe cercare di essere. Non ci possiamo prestare a questo servizio... Il regolamento parla chiaro. Ha assunto palesemente comportamenti di odio e razzismo, per cui andrebbe almeno, come minimo, ammonito, e poi bannato. Ma qui mi sarò perso qualcosa... Nessuna polemica eh, ma salviamo un pò l'immagine.
fare queste considerazioni fuori dall'ambito del thread "COMUNICAZIONI alla MODERAZIONE" può essere percepito come
  • un'infrazione alle regole
  • un'invasione di campo
  • una perdita di immagine

tutte le cose che tu lamenti rivolgendoti ad altro utente


P.S. Tanto le legnate prima o poi se le prende. wink..
le sta già prendendo
ma ci sono elementi che sono abituati alla sofferenza e sanno che possono resistere.
se le cercano perché dimostrarsi di resistere è per loro, nel profondo, tranquillizzante
una logica un po' perversa ma non così infrequente. . . . . . guardati bene attorno.
avatar
mix
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6583
Località : .
Occupazione/Hobby : .
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Se i neaderthal esistessero ancora...

Messaggio Da jessica il Ven 18 Gen - 11:58

mix ha scritto:questo:
Since the second half of the 20th century the associations of race with the ideologies and theories that grew out of the work of 19th-century anthropologists and physiologists has led to the use of the word race itself becoming problematic. Although still used in general contexts, it is now often replaced by other words which are less ambiguous and emotionally charged, such as populations, people(s), ethnic groups or communities depending on context
eh... ma non capisco cosa ci sia di contraddittorio...

mix ha scritto:
jessica ha scritto:il mio gatto rimane con gli occhi aperti...
che schermo hai? LCD?
lcd. ma tanti.

Cosworth117 ha scritto:
Sì mix. Ma come dice Masada è lo stesso motivo che ha spinto gli italiani a votare e rivotare Berlusconi.
fischio.. hem... ma non eri quello che berlusconi lo sosteneva fino a un paio d'anni fa?
avatar
jessica
---------------------
---------------------

Numero di messaggi : 6699
Occupazione/Hobby : alta sacerdotessa della GVR, non collezionatrice di francobolli
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 23.06.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Se i neaderthal esistessero ancora...

Messaggio Da Cosworth117 il Ven 18 Gen - 14:06

mix ha scritto:sembra dunque un individuo numericamente diffuso nel suo ambiente, visto che quella tipologia ha portato all'elezione di quel degno rappresentante per 15 anni, e chissà fra un mese ...
come imposteresti la soluzione di questa questione?
l'eliminazione fisica della spazzatura umana è in contrasto con i principi civili.
il confinamento è economicamente insostenibile.
Cos, fai una proposta

Io non ho mai parlato di eliminazione. Se ne ho parlato ho parlato di strage, ma di politici, non di elettori. Per costruire un popolo ci vuole la cultura. Da lì si parte... Ma siamo OT.

mix ha scritto:è un "contenitore" dove i "casi" non sono per niente rari boh

Mix, io non ricordo discussioni in questo forum riguardanti razzismo, e in passato non ne ho viste neanche riguardanti l'omofobia, ecc... Su razzismo, emofobia e diritti umani non transigo, poi potete pure prendervi a parole su Gesù & Co.

mix ha scritto:fare queste considerazioni fuori dall'ambito del thread "COMUNICAZIONI alla MODERAZIONE" può essere percepito come
  • un'infrazione alle regole
  • un'invasione di campo
  • una perdita di immagine

tutte le cose che tu lamenti rivolgendoti ad altro utente

Giusto, meglio tornare al razzismo... Facciamo parlare quello con cazzo nell'avatar che è più interessante.

@Jessica: Sostenevo Berlusconi è una parola grossa. Non ho avuto internet fino a, mi pare, 15 o 16 anni. Sono arrivato in questo forum da simpatizzante per Berlusconi, non avendo mai avuto dati in mano e avendo sempre guardato il TG senza spirito critico. Cosa ti aspettavi? Appena ho avuto qualche dato ho preso atto di tutto.

_________________
There's always a plane B!
avatar
Cosworth117
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 9096
Età : 24
Località : Dove se magna
Occupazione/Hobby : Manager NWO
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 04.09.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Se i neaderthal esistessero ancora...

Messaggio Da jessica il Ven 18 Gen - 14:26

Cosworth117 ha scritto:@Jessica: Sostenevo Berlusconi è una parola grossa. Non ho avuto internet fino a, mi pare, 15 o 16 anni. Sono arrivato in questo forum da simpatizzante per Berlusconi, non avendo mai avuto dati in mano e avendo sempre guardato il TG senza spirito critico. Cosa ti aspettavi? Appena ho avuto qualche dato ho preso atto di tutto.

hihihihih ne sono felice.
avatar
jessica
---------------------
---------------------

Numero di messaggi : 6699
Occupazione/Hobby : alta sacerdotessa della GVR, non collezionatrice di francobolli
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 23.06.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Se i neaderthal esistessero ancora...

Messaggio Da davide il Ven 18 Gen - 15:28

Faccio notare che è quasi certo che tutti noi indoeuropei abbiamo circa il 4% di DNA Neandertal, e che gli i sapiens "puri" sono gli africani.

davide
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11205
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 14.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Se i neaderthal esistessero ancora...

Messaggio Da Giampy il Ven 18 Gen - 18:27

Al momento, la comunità scientifica (la maggior parte) ritiene che siano due specie distinte e da qui ne deriva la differente nomenclatura: Homo neandertalensis e Homo sapiens.

L'antropologia molecolare, sfruttando le indagini genomiche, negli ultimi anni sta contribuendo enormemente ad aiutare la paleoantropologia a fare luce sulla sotria evolutiva dell'uomo. Sono state proprio le indagini molecolari, da circa 5-6 anni, a suggerire che molto probabilmente le due sono specie differenti e che le differenze fenotipiche ovviamente apprezzabili fra noi e loro in realtà dipendono da altre cause, come ad esempio le condizioni climatiche.

Per quato riguarda il discorso delle razze, sempre l'antropologia molecolare, ci ha permesso di affermare con certezza scientifica che, le razze appunto, non esistono, ma sarebbe più corretto parlare di ecotipi.
avatar
Giampy
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 393
Età : 34
Località : Roma
Occupazione/Hobby : Ex paleoantropologo
SCALA DI DAWKINS :
68 / 7068 / 70

Data d'iscrizione : 04.04.11

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 8 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum