Se i neaderthal esistessero ancora...

Pagina 4 di 8 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Se i neaderthal esistessero ancora...

Messaggio Da Faria il Sab 19 Gen - 4:16

@jessica

sulla questione del tempo necessario perchè la pelle si adatti all'ambiente: "Jablonski e Chaplin notarono che quando popolazioni indigene compivano migrazioni, portavano con loro un pool genico sufficiente a consentire variazioni significative del colore in periodi di circa mille anni." (http://it.wikipedia.org/wiki/Colore_della_pelle_umana)

Faria
-------------
-------------

Numero di messaggi : 587
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 06.01.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Se i neaderthal esistessero ancora...

Messaggio Da SergioAD il Sab 19 Gen - 6:57

4-be', la divisione in razze èer me è necessaria èer saòvaguardare la diversità umana e le singole popolazioni.

Read more: http://atei.forumitalian.com/t4857p70-se-i-neaderthal-esistessero-ancora#ixzz2IOt4NVAy

Questo giovine evidentemente riporta il pensiero famigliare oppure del branco d'appartenenza (si dice così) - per fortuna che parla della sua opinione.

Da quel che si vede il futuro dell'umanità prevede di avere la pelle color cannella, gli occhi leggermente a mandorla e un livello di civiltà sociale che non terrà conto della suddetta "diversità umana e le singole popolazioni".

Quello che fa la differenza è il livello di civiltà, evidentemente chi teme di perdere i vantaggi della propria posizione sociale, culturale o qualunque cosa reputi un privilegio in qualche modo promuove l'apartheid.

L'abitante della penisola italica appartiene alla etnia originaria relativamente meno dalle invasioni barbariche. Ostacolare ciò avrebbe determinato la propria non esistenza.

¿quien es el sambo creole?

In caso di apartheid culturale, per stare dalla parte giusta oltre ad essere colti bisogna sconfiggere le moralità derivanti dal contesto ambientale.

Grazie per verdi di prima Raspa e Darrow!

SergioAD
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6602
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 30.01.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Se i neaderthal esistessero ancora...

Messaggio Da Faria il Sab 19 Gen - 7:10

SergioAD ha scritto:
4-be', la divisione in razze èer me è necessaria èer saòvaguardare la diversità umana e le singole popolazioni.

Read more: http://atei.forumitalian.com/t4857p70-se-i-neaderthal-esistessero-ancora#ixzz2IOt4NVAy

1-Questo giovine evidentemente riporta il pensiero famigliare oppure del branco d'appartenenza (si dice così) - per fortuna che parla della sua opinione.

2-Da quel che si vede il futuro dell'umanità prevede di avere la pelle color cannella, gli occhi leggermente a mandorla e un livello di civiltà sociale che non terrà conto della suddetta "diversità umana e le singole popolazioni".

3-Quello che fa la differenza è il livello di civiltà, evidentemente chi teme di perdere i vantaggi della propria posizione sociale, culturale o qualunque cosa reputi un privilegio in qualche modo promuove l'apartheid.

4-L'abitante della penisola italica appartiene alla etnia originaria relativamente meno dalle invasioni barbariche. Ostacolare ciò avrebbe determinato la propria non esistenza.

¿quien es el sambo creole?

5-In caso di apartheid culturale, per stare dalla parte giusta oltre ad essere colti bisogna sconfiggere le moralità derivanti dal contesto ambientale.

Grazie per verdi di prima Raspa e Darrow!

1- sbagli, nella mia famiglia non sono razzisti, e non faccio parte di alcun branco

2-improbabile e non auspicabile. Inoltre, se no soi tenesse conto della diversifizazione umana, ci sono alucni fasrmaci e alcune terapie che funzionano solo su alcune etnie umane. C'è anche un progetto xhe studia le differenze tra le vaie etnie per fini medici.

3-La mia posizione sociale non è intaccata dall'immigrazione, e non sto promuovendo l'apartheid

4-Questo è un non-sense

5-e chi ha parlato di apartheid culturale?

Faria
-------------
-------------

Numero di messaggi : 587
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 06.01.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Se i neaderthal esistessero ancora...

Messaggio Da Guin il Sab 19 Gen - 8:14

Faria ha scritto:
Per me il sidcorso sulle razze potrebbe concludersi leggendo la definizione che si da di arazza in biologia: Insieme di individui, animali o vegetali, che si differenziano da altri gruppi della stessa specie per uno o più caratteri ereditari.
Definizione parziale e quindi errata.

Faria ha scritto:Quindi o cambi la definizione di razza o cambi il sistema tassonomico
Il sistema tassonomico va benissimo così come è non vi è alcun taxon chiamato razza.

Sul Neanderthal e il perchè si sia estinto ci sarebbe un bel po da dire, di certo non era uno scimmione stupido come molti credono anzi.
avatar
Guin
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 958
Località : Asgard
Occupazione/Hobby : Fancazzista
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 30.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Se i neaderthal esistessero ancora...

Messaggio Da Faria il Sab 19 Gen - 8:21

Loki ha scritto:
Faria ha scritto:
Per me il sidcorso sulle razze potrebbe concludersi leggendo la definizione che si da di arazza in biologia: Insieme di individui, animali o vegetali, che si differenziano da altri gruppi della stessa specie per uno o più caratteri ereditari.
Definizione parziale e quindi errata.

Faria ha scritto:Quindi o cambi la definizione di razza o cambi il sistema tassonomico
Il sistema tassonomico va benissimo così come è non vi è alcun taxon chiamato razza.

Sul Neanderthal e il perchè si sia estinto ci sarebbe un bel po da dire, di certo non era uno scimmione stupido come molti credono anzi.

Puoi riportare la definizione completa?

Razza o sottospecie sono la stessa cosa

Faria
-------------
-------------

Numero di messaggi : 587
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 06.01.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Se i neaderthal esistessero ancora...

Messaggio Da Guin il Sab 19 Gen - 8:52

Faria ha scritto:
Puoi riportare la definizione completa?

Razza o sottospecie sono la stessa cosa


La sottospecie è un taxon la razza no. Prima di tutto è necessario conoscere la differenza tra il genotipo e il fenotipo. La tassonomia divide gli organismi a seconda del genotipo. La razza al contrario si basa sul fenotipo ed è un insieme di organismi appartenenti alla stessa specie, selezionati artificialmente per farli avere delle caratteristiche fenotipiche identiche e nette rispetto agli altri individui. Se prendi un bassotto e un pastore tedesco per la zootecnia hai due razze diverse, ma per la biologia e tassonomia sono entrambi due esemplari di Canis lupus. Le razze sono state create dall’uomo al fine di selezionare degli animali domestici con delle caratteristiche adatte a soddisfare al meglio determinate esigenze. In una popolazione naturale dove gli accoppiamenti avvengono in maniera random questo non avviene.
avatar
Guin
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 958
Località : Asgard
Occupazione/Hobby : Fancazzista
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 30.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Se i neaderthal esistessero ancora...

Messaggio Da Giampy il Sab 19 Gen - 8:55

guarda faria ho rivisto il filmato e commette un solo errore: 3000. per il resto non sbaglia nulla. 1- se in una popolazione ampia internamente avvengono scambi genici frequenti e continui, la qualita' genomica sara' onogenea avviamente. se invece non ci sono scambi genici, si osservera' una stasi genomica e l'omogeneita' sara' minata da eventi esterni che potrebbero determinare isoamenti di sotto popolazioni rispetto alla principale. poiche' homo sapiens ha conquistato il mondo recentemente e recentemente, e'quello che e'successo. homo di flores rappresenta proprio la conferma, una popolazione isolata che mostra forti differenze fisiche. 2- quando dice che la variabilita' biologica ci ha pernesso di conquistare il mondo e' vero. se il mondo deve essere conquistato vuol dire che vuoto. quando viene conquistato dalle prime forme homo che escono con la prima out of africa, ci sono homo habilis, ergaster, erectus, antecessor, heidelbergensis e neandertal: piu' variabilita' di questo, sono tutte specie differenti! detto questo viene il primo punto descritto sopra: esce sapens con la seconda out of africa e soppoanta le prime forne homo e quindi si abbassa enormemente la variabilita' genetica perche' si ha una sola popolazione homo.
Per quanto riguarda la pelle, e' ovvio e palese che si tratti di adattamento ambientale e cmq la selezione potrebbe avere un certo peso. i caratteri della pelle come quelli dei capelli sonodeterminati da tanti geni non da uno, e' un carattere multi fattoriale e non si puo' studiare con la genetica classica ma con la genetica quantitativa.
scrivi alla prof.ssa e vedi che ti dice ma contattarla per dirgli che ha sbagliato a dire 3.000....
quello che dice non fa una griza e sappi che a me e a lei non interessa se le razze esistano ancora oppure no, ma l'affermazione non ha senso scientifico.
avatar
Giampy
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 393
Età : 34
Località : Roma
Occupazione/Hobby : Ex paleoantropologo
SCALA DI DAWKINS :
68 / 7068 / 70

Data d'iscrizione : 04.04.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Se i neaderthal esistessero ancora...

Messaggio Da Rasputin il Sab 19 Gen - 9:00

Faria ha scritto:
4-be', la divisione in razze èer me è necessaria èer saòvaguardare la diversità umana e le singole popolazioni.

E - anche se Sergio mi ha preceduto - a quale scopo, di grazia, è necessario "Salvaguardare la diversità umana e le singole popolazioni"?

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 50055
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Se i neaderthal esistessero ancora...

Messaggio Da jessica il Sab 19 Gen - 11:49

Faria ha scritto:in patagonia 13000 anni fa,in nuova zelanda un nmigliao di anni.

Sulla N.Z. ti do ragione; sulla patagonia no, dato che i primi insediamenti in scandinavia risalgono a 10000 anni fa.

Inoltre ci sono altre zone da prendere in condiserazione: il sudafrica, le popolazioni inuit e siberiane.
beh, premesso che di queste cose ne so più o meno niente, mi pare che i tempi di dipartita dall'africa siano circa 10 volte superiori, inoltre stiamo parlando di popolazioni con numero di persone assai diverso...

*ah, comunque mi sono un attimo persa: gli europei si sono sbiancati e i selknam no... quindi cosa ne dovevamo concludere?
avatar
jessica
---------------------
---------------------

Numero di messaggi : 6698
Occupazione/Hobby : alta sacerdotessa della GVR, non collezionatrice di francobolli
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 23.06.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Se i neaderthal esistessero ancora...

Messaggio Da Masada il Sab 19 Gen - 11:54

Faria ha scritto:

L'unica cosa che cambiarebbe sarebbe che si riconoscerebbe il fatto che si tende a viverebe con membri della propria razza, e che le società multirazziali sono problematiche e portano solo a tensioni. (come dimostrano gli esempi francesi, statuntensi ecc.)

Vedi che allora le impressioni di alcuni di noi nel leggere fra le righe di ciò che scrivi erano corrette?!
Io non credo proprio che i problemi siano razziali, ma semplicemente culturali.
Se io adotto un inuit o un newzelandese e lo educo da italiano, le sue differenze genetiche non avranno alcun peso.
Si DEVE accettare che l'uomo è più cultura che natura!


Ultima modifica di Masada78 il Sab 19 Gen - 12:54, modificato 1 volta
avatar
Masada
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1559
Occupazione/Hobby : havanagloria e refusismo
SCALA DI DAWKINS :
36 / 7036 / 70

Data d'iscrizione : 17.05.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Se i neaderthal esistessero ancora...

Messaggio Da silvio il Sab 19 Gen - 12:17

Il problema grosso è che l'integrazione non è sempre possibile, non tanto per problemi razziali ma quanto per problemi di diversa struttura mentale e sociale.
In Sud Africa, il territorio tenuto dai Boeri e Inglesi, nonché gli immigrati Europei era un paese industriale, potente, florido, efficiente, inoltre all'inizio era praticamente disabitato.
Permettere ai neri di partecipare e prendere il potere sarebbe stato il declino del Sud Africa, cosa che oggi sta accadendo sia pur con lentezza per una politica relativamente moderata.
Lo stesso vale per Israele, l'integrazione comporterebbe la sua fine.
In USA, Canada, hanno risolto il problema eliminando i nativi, inoltre le altre culture vengono ammesse solo se si omologano completamente alla loro (Anglosassone).
Dove c'è stata l'integrazione culturale c'è stato un certo ritardo di sviluppo, vedi America Latina, anche se il Brasile ha fatto grandi e bellissimi passi.
Fermo restando il punto fermo che tutti gli uomini e donne della terra devono avere una vita degna e umana, rimane un punto da chiarire, l'integrazione come deve avvenire ?
Noi vogliamo tenere punti fermi, la società deve essere civile, democratica, rispettosa dei diritti dei singoli, libertaria, tecnologicamente avanzata, fa brutto dirlo ma è un concetto nato e in parte sviluppato nel cerchio di poche nazioni europee, a cui si aggiungono USA e Canada.
Gli altri si devono adeguare, divenire di fatto come noi, razionali, libertari, ecc...
avatar
silvio
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4411
Età : 57
Località : roma
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.11.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Se i neaderthal esistessero ancora...

Messaggio Da loonar il Sab 19 Gen - 13:44

Masada78 ha scritto:
Faria ha scritto:

L'unica cosa che cambiarebbe sarebbe che si riconoscerebbe il fatto che si tende a viverebe con membri della propria razza, e che le società multirazziali sono problematiche e portano solo a tensioni. (come dimostrano gli esempi francesi, statuntensi ecc.)

Vedi che allora le impressioni di alcuni di noi nel leggere fra le righe di ciò che scrivi erano corrette?!
Io non credo proprio che i problemi siano razziali, ma semplicemente culturali.
Se io adotto un inuit o un newzelandese e lo educo da italiano, le sue differenze genetiche non avranno alcun peso.
Si DEVE accettare che l'uomo è più cultura che natura!

Intanto VERDE a Masada poi...

Ecco...esattamene dove sapevo sarebbe andato a parare Faria, cioè confondere natura e cultura! O meglio dare parvenza di "patente genetica" a differenze solamente culturali (e quindi: il messicano è naturalmente portato a sonnecchiare, il terrone è naturalmente portato a delinquere, l'europeo del nord è naturalmente portato a elevare il resto dell'umanità, il francese è naturalmente portato a mangiare lumache, il nero è naturalmente portato a fare lo schiavo, il cinese è naturalmente portato a ingannare, ecc... )

loonar
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 17394
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Se i neaderthal esistessero ancora...

Messaggio Da Giampy il Sab 19 Gen - 13:50

infatti e' riuscito a trovare errori di genetica durante l'intervento dekk prof.ssa Rickards, docente di antropologia molecolare. Errori trovati ovviamente inventati.
avatar
Giampy
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 393
Età : 34
Località : Roma
Occupazione/Hobby : Ex paleoantropologo
SCALA DI DAWKINS :
68 / 7068 / 70

Data d'iscrizione : 04.04.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Se i neaderthal esistessero ancora...

Messaggio Da SergioAD il Sab 19 Gen - 15:06

Sono le comunalità che ci fanno dibattere insieme, ci deve essere qualcosa che spinge a considerare le persone in un dibattito tanto da accettare il confronto. Anzi con alcuni accade anche che non si debba necessariamente rispondere proprio per affinità e tutti sanno chi sono quelli con cui ciò avviene, non è vero?

Se nella vita c'è gente con cui la distanza è tale che si applica l'invisibilità reciproca allora può essere ovunque. Ciò che ho scritto, per il quale Raspa ha dato il verde, thanks buddy, evidenzia solo che la parità in rete permette di iniziare scambi che altrove non possono accadere. Allora anche dissentire diventa noioso.


SergioAD
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6602
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 30.01.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Se i neaderthal esistessero ancora...

Messaggio Da Faria il Sab 19 Gen - 19:06

jessica ha scritto:
Faria ha scritto:in patagonia 13000 anni fa,in nuova zelanda un nmigliao di anni.

Sulla N.Z. ti do ragione; sulla patagonia no, dato che i primi insediamenti in scandinavia risalgono a 10000 anni fa.

Inoltre ci sono altre zone da prendere in condiserazione: il sudafrica, le popolazioni inuit e siberiane.
beh, premesso che di queste cose ne so più o meno niente, mi pare che i tempi di dipartita dall'africa siano circa 10 volte superiori, inoltre stiamo parlando di popolazioni con numero di persone assai diverso...

*ah, comunque mi sono un attimo persa: gli europei si sono sbiancati e i selknam no... quindi cosa ne dovevamo concludere?

Che la pelle chiara degli europei è dovuta ala selezione sessuale, non a quella naturale

Faria
-------------
-------------

Numero di messaggi : 587
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 06.01.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Se i neaderthal esistessero ancora...

Messaggio Da Faria il Sab 19 Gen - 19:08

Giampy ha scritto:guarda faria ho rivisto il filmato e commette un solo errore: 3000. .

Non è un errore giustificabile, visto il ruolo che ricopre.

Faria
-------------
-------------

Numero di messaggi : 587
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 06.01.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Se i neaderthal esistessero ancora...

Messaggio Da Giampy il Sab 19 Gen - 19:11

madon a che palle che sei... e che cazzo nn sbagli mai te... diffidente
avatar
Giampy
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 393
Età : 34
Località : Roma
Occupazione/Hobby : Ex paleoantropologo
SCALA DI DAWKINS :
68 / 7068 / 70

Data d'iscrizione : 04.04.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Se i neaderthal esistessero ancora...

Messaggio Da Faria il Sab 19 Gen - 19:11

Masada78 ha scritto:
Faria ha scritto:

L'unica cosa che cambiarebbe sarebbe che si riconoscerebbe il fatto che si tende a viverebe con membri della propria razza, e che le società multirazziali sono problematiche e portano solo a tensioni. (come dimostrano gli esempi francesi, statuntensi ecc.)

Vedi che allora le impressioni di alcuni di noi nel leggere fra le righe di ciò che scrivi erano corrette?!
Io non credo proprio che i problemi siano razziali, ma semplicemente culturali.
Se io adotto un inuit o un newzelandese e lo educo da italiano, le sue differenze genetiche non avranno alcun peso.
Si DEVE accettare che l'uomo è più cultura che natura!

Non è come dici.

Tu parli senza avere dati, mantre io posso riportarne quanti ne vuoi.

Negli stati multietnici come gli usa o la Francia ci sono molti problemi dovuti alle differenze razziali

Faria
-------------
-------------

Numero di messaggi : 587
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 06.01.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Se i neaderthal esistessero ancora...

Messaggio Da Faria il Sab 19 Gen - 19:14

Darrow ha scritto:
Masada78 ha scritto:
Faria ha scritto:

L'unica cosa che cambiarebbe sarebbe che si riconoscerebbe il fatto che si tende a viverebe con membri della propria razza, e che le società multirazziali sono problematiche e portano solo a tensioni. (come dimostrano gli esempi francesi, statuntensi ecc.)

Vedi che allora le impressioni di alcuni di noi nel leggere fra le righe di ciò che scrivi erano corrette?!
Io non credo proprio che i problemi siano razziali, ma semplicemente culturali.
Se io adotto un inuit o un newzelandese e lo educo da italiano, le sue differenze genetiche non avranno alcun peso.
Si DEVE accettare che l'uomo è più cultura che natura!


Non capisci, coninui ad avere una visione caricaturale della cosa
Intanto VERDE a Masada poi...

Ecco...esattamene dove sapevo sarebbe andato a parare Faria, cioè confondere natura e cultura! O meglio dare parvenza di "patente genetica" a differenze solamente culturali (e quindi: il messicano è naturalmente portato a sonnecchiare, il terrone è naturalmente portato a delinquere, l'europeo del nord è naturalmente portato a elevare il resto dell'umanità, il francese è naturalmente portato a mangiare lumache, il nero è naturalmente portato a fare lo schiavo, il cinese è naturalmente portato a ingannare, ecc... )

Faria
-------------
-------------

Numero di messaggi : 587
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 06.01.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Se i neaderthal esistessero ancora...

Messaggio Da Faria il Sab 19 Gen - 19:15

Giampy ha scritto:infatti e' riuscito a trovare errori di genetica durante l'intervento dekk prof.ssa Rickards, docente di antropologia molecolare. Errori trovati ovviamente inventati.



Io ho riportata il minuto delle parti che ritengo sbaglaite o incomplete, spiegandone i motivi. Chiunque può controllare e giudicare.

Faria
-------------
-------------

Numero di messaggi : 587
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 06.01.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Se i neaderthal esistessero ancora...

Messaggio Da Faria il Sab 19 Gen - 19:22

Giampy ha scritto:madon a che palle che sei... e che cazzo nn sbagli mai te...

Guarda è un errore gravissimo. Poi se si considera che lo porta come prova a sostegno delle sue tesi, la cosa diventa anche irritante.

Hai detto di esssere stato un suo studente, non ti eri accorto dell'errore?

Faria
-------------
-------------

Numero di messaggi : 587
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 06.01.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Se i neaderthal esistessero ancora...

Messaggio Da Rasputin il Sab 19 Gen - 19:27

Faria ha scritto:
Non è come dici.

Tu parli senza avere dati, mantre io posso riportarne quanti ne vuoi.

Fallo.

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 50055
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Se i neaderthal esistessero ancora...

Messaggio Da Faria il Sab 19 Gen - 19:35

Rasputin ha scritto:
Faria ha scritto:
Non è come dici.

Tu parli senza avere dati, mantre io posso riportarne quanti ne vuoi.

Fallo.

che dati vuoi?

Faria
-------------
-------------

Numero di messaggi : 587
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 06.01.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Se i neaderthal esistessero ancora...

Messaggio Da Rasputin il Sab 19 Gen - 19:41

Faria ha scritto:
Rasputin ha scritto:
Faria ha scritto:
Non è come dici.

Tu parli senza avere dati, mantre io posso riportarne quanti ne vuoi.

Fallo.

che dati vuoi?

Quelli a sostegno delle tue tesi.

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 50055
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Se i neaderthal esistessero ancora...

Messaggio Da Giampy il Sab 19 Gen - 19:58

ma faria, ti ho risposto io alle tue osservazioni sbagliate dandoti appropriate spiegazion. cosa vuoi di piu' . pensa quello che vuoi... amen
avatar
Giampy
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 393
Età : 34
Località : Roma
Occupazione/Hobby : Ex paleoantropologo
SCALA DI DAWKINS :
68 / 7068 / 70

Data d'iscrizione : 04.04.11

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 4 di 8 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum