Un credente deve credere a qualunque cosa

Pagina 4 di 10 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Un credente deve credere a qualunque cosa

Messaggio Da delfi68 il Mer 6 Mar - 0:38

..russell, semplicemente sostiene, logicamente, che dio non esiste..ma non va oltre a una semplice constatazione/opinione, poichè di dio non v'è nemmeno un attributo da valutare e non si dimostra l'inesistenza di ciò che non esiste.

Piuttosto dice, con maggiore decisione, che è razionalmente convinto che dopo la morte non vi sia nulla..gli attributi della vita, umana, li conosce bene, e razionalmente non vede ragione per cui un anima dovrebbe esistere scollegata dalla fisicità del corpo.
Russell, data l'oggettività dei presupposti che generano delle manifestazioni biologiche, deduce, a ragion logica, che senza dati presupposti la vita non abbia luogo: e' provato che solo un cervello sano e formato produce le manifestazioni dell'intelletto umano, da X lesioni derivano X deficit..fino alla perdita della coscienza. A Lesione massima, ovvero l'ischemia necrotizzante il deficit è massimo, ossia la cessazione delle manifestazioni dell'intelletto umano.

Muore il cervello, svaniscono le sue funzioni e manifestazioni. Mi pare semplice e logico..Russell, semplicemente accetta la realtà dei fatti.

Non crede, razionalmente e logicamente, alla vita dopo la morte..che è già un paradosso grammaticale oltre che biologico!

Su dio, che potrebbe benissimo esistere anche se, invece, l'uomo muore e non ha un'anima eterna, ne prenderà atto solo quando chi lo professa lo dimostra, o per lo meno ne rende plausibile un'ipoteca esistenza.


Ateo, la razionale proposizione mentale dell'homo sapiens B.
http://atei.forumitalian.com/t4445-ricerca-cesnur#165943

..per tutti gli altri sapiens..bè..è sufficiente prenderli per il culo, immagino che selettivamente ed evoluzionisticamente parlando, servano proprio a questo. presi per il culo e indotti a fare le cose più assurde a beneficio di pochissimi furbi, molto spesso , oltretutto, sapiens B..quelli che una volta loro bruciavano!
avatar
delfi68
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11250
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Un credente deve credere a qualunque cosa

Messaggio Da mix il Mer 6 Mar - 1:10

questa storia del sapiens B mi lascia sempre molto perplesso.
c'è qualche ricerca scientifica a supporto?
oppure è solo una congettura da forum generalista?
avatar
mix
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6583
Località : .
Occupazione/Hobby : .
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Un credente deve credere a qualunque cosa

Messaggio Da Lucatortuga il Mer 6 Mar - 9:54

delfi68 ha scritto:
Lucatortuga ha scritto:
Minsky ha scritto:
Quindi vediamo che l'agnostico non può escludere alcun prodotto della fantasia dall'ambito degli oggetti del suo agnosticismo, pena la necessità di ricorrere ad una classificazione arbitraria per distinguere gli oggetti verso cui essere agnostico e quelli verso cui non esserlo.
Da agnostico, confermo l'assoluta correttezza e l'incontrovertibile logicità di questa parte del ragionamento. ok

.. vorrei proprio leggere delle tue riflessioni sulla fata dei dentini..
Sinceramente, non perdo tempo a riflettere su personaggi la cui natura immaginaria è pressochè certa (questo ragionamento vale per tutti, divinità comprese).
Al limite, quel che faccio è divertirmi a discutere con chi ne parla utilizzando le categorie assolute di "esistenza" e/o "non esistenza".
avatar
Lucatortuga
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 185
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 31.01.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Un credente deve credere a qualunque cosa

Messaggio Da jillo il Mer 6 Mar - 12:34

Minsky ha scritto:La tua versione del dio non esclude, per esempio, che tu non debba credere che il mago Mario Pacheco Do Nascimento, avendo tanto pregato dio, non abbia ricevuto la grazia di saper predire i numeri del lotto. C'è qualcosa nella tua dottrina che porta ad escluderlo? Come fai a sapere che dio non approva le televendite? Te lo ha detto lui?

«Guardatevi dai falsi profeti che vengono a voi in veste di pecore, ma dentro son lupi rapaci. Dai loro frutti li riconoscerete.
Si raccoglie forse uva dalle spine, o fichi dai rovi? Così ogni albero buono produce frutti buoni e ogni albero cattivo produce frutti cattivi; un albero buono non può produrre frutti cattivi, né un albero cattivo produrre frutti buoni.”


A cosa tendeva e che fine fece o brasilero platinato?

Minsky ha scritto: Pensaci bene, non puoi non credere che dio abbia fatto la grazia a Pacheco. Dio può farlo, se Pacheco lo prega di farlo: dunque lo farà. Perché dio, essendo Verità (l'hai scritto sopra tu) non può non mantenere la parola data. E se ha promesso "chiedete e vi sarà dato" (vedi Luca 11,1-13), deve dare ciò che gli viene chiesto.



«Chiedete», esorta il Signore. Ma noi non sappiamo neppure che cosa chiedere. Per questo noi cristiani diciamo che Gesù ci viene incontro con la preghiera del «Padre Nostro», viene come maestro del desiderio, come guarigione del nostro domandare.

Il Dio cristiano non è il genio della lampada.
Cosa significa il tuo grassetto? Il fatto che Dio sia Verità non significa che si impegni ad esaudire tutto. Perché il tutto accoglie tanto la verità quanto la menzogna.




Minsky ha scritto:
Dunque non avere vergogna e confessa, che hai comprato le bustine di sale della Vanna Marchi!


Io non ho mai comprato le bustine di Vanna Marchi. Ma i clienti di Vanna Marchi non credo fossero necessariamente credenti.
Per stimare la bontà di una proposta commerciale non ci si deve consultare con Dio.

jillo
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1832
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.08.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Un credente deve credere a qualunque cosa

Messaggio Da loonar il Mer 6 Mar - 12:41

Jillo non conosce nemmeno la definizione di "credente"

loonar
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 17394
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Un credente deve credere a qualunque cosa

Messaggio Da Minsky il Mer 6 Mar - 12:52

jillo ha scritto:
Minsky ha scritto:La tua versione del dio non esclude, per esempio, che tu non debba credere che il mago Mario Pacheco Do Nascimento, avendo tanto pregato dio, non abbia ricevuto la grazia di saper predire i numeri del lotto. C'è qualcosa nella tua dottrina che porta ad escluderlo? Come fai a sapere che dio non approva le televendite? Te lo ha detto lui?

«Guardatevi dai falsi profeti che vengono a voi in veste di pecore, ma dentro son lupi rapaci. Dai loro frutti li riconoscerete.
Si raccoglie forse uva dalle spine, o fichi dai rovi? Così ogni albero buono produce frutti buoni e ogni albero cattivo produce frutti cattivi; un albero buono non può produrre frutti cattivi, né un albero cattivo produrre frutti buoni.”

A cosa tendeva e che fine fece o brasilero platinato?
Ha fatto che se ne è tornato in Brasile a godersi i soldi. È riuscito a prendere il volo proprio un momento prima che spiccassero il mandato d'arresto contro di lui... che lo abbia avvisato il suo angelo custode? Succede, eh! Una parte del malloppo, costituita da varie suppellettili che aveva acquistato in Italia, purtroppo per lui non è riuscito a portarsela a casa, perché la GdF ha intercettato il container appena prima che fosse caricato sulla nave.
Quanto alle nozioni di botanica di Gesù, mi paiono alquanto lacunose... se non risibili!
Ribadisco: nulla nel vangelo o nell'A.T. contro le televendite. Non una parola. NULLA!!!

jillo ha scritto:
Minsky ha scritto: Pensaci bene, non puoi non credere che dio abbia fatto la grazia a Pacheco. Dio può farlo, se Pacheco lo prega di farlo: dunque lo farà. Perché dio, essendo Verità (l'hai scritto sopra tu) non può non mantenere la parola data. E se ha promesso "chiedete e vi sarà dato" (vedi Luca 11,1-13), deve dare ciò che gli viene chiesto.

«Chiedete», esorta il Signore. Ma noi non sappiamo neppure che cosa chiedere. Per questo noi cristiani diciamo che Gesù ci viene incontro con la preghiera del «Padre Nostro», viene come maestro del desiderio, come guarigione del nostro domandare.

Il Dio cristiano non è il genio della lampada.
Cosa significa il tuo grassetto? Il fatto che Dio sia Verità non significa che si impegni ad esaudire tutto. Perché il tutto accoglie tanto la verità quanto la menzogna.
Eh no, se c'è scritto che esaudirà tutto quello che gli viene chiesto, deve esaudire tutto, altrimenti quello che ha detto non è vero. Non c'entra niente il sofisma "tutto comprende la verità e la menzogna". Se Gesù intendeva dire che sarà esaudito tutto quello che secondo lui va bene chiedere, allora le cose stanno ben diversamente, e doveva essere più chiaro. Comunque, non ha detto che non avrebbe esaudito i maghi brasiliani televenditori.

jillo ha scritto:
Minsky ha scritto:
Dunque non avere vergogna e confessa, che hai comprato le bustine di sale della Vanna Marchi!


Io non ho mai comprato le bustine di Vanna Marchi. Ma i clienti di Vanna Marchi non credo fossero necessariamente credenti.
Per stimare la bontà di una proposta commerciale non ci si deve consultare con Dio.
Tranquillo, ovviamente non lo penso, era una facezia, ho messo anche la faccina... se ti reputassi così scemo starei qui a discorrere con te?

_________________
avatar
Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 14218
Età : 62
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Un credente deve credere a qualunque cosa

Messaggio Da jessica il Mer 6 Mar - 13:16

Minsky ha scritto:Se non mi stai tontonando, e lo dici seriamente, questa per me è la massima onorificenza a cui potessi mai aspirare sul forum A.I.
ma stiamo scherzando... tontonarti io?????? ecco, c'è solo il piccolo problema che, dovendo io credere a tutto, credo anche al contrario di quello che hai detto, ma non mi pare tu avessi espresso pretese di unicità... per cui puoi ritenerti onorificenzicato... o almeno credo
avatar
jessica
---------------------
---------------------

Numero di messaggi : 6695
Occupazione/Hobby : alta sacerdotessa della GVR, non collezionatrice di francobolli
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 23.06.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Un credente deve credere a qualunque cosa

Messaggio Da Lucatortuga il Mer 6 Mar - 13:22

jillo ha scritto:
A cosa tendeva e che fine fece o brasilero platinato?
A cosa tendeva non possiamo saperlo e, comunque, (tu m'insegni) "le vie del signore sono infinite".
jillo ha scritto:
«Chiedete», esorta il Signore. Ma noi non sappiamo neppure che cosa chiedere. Per questo noi cristiani diciamo che Gesù ci viene incontro con la preghiera del «Padre Nostro», viene come maestro del desiderio, come guarigione del nostro domandare.
Magari voi cristiani non lo sapete, e invece il mago lo sapeva benissimo.
jillo ha scritto:
Il Dio cristiano non è il genio della lampada.
Cosa significa il tuo grassetto? Il fatto che Dio sia Verità non significa che si impegni ad esaudire tutto. Perché il tutto accoglie tanto la verità quanto la menzogna.

Quindi se dio esaudisce il mago, significa che ciò che il mago ha chiesto era cosa buona e giusta. E non credo proprio che tu, Jillo, dal basso del tuo essere umano possa permetterti di giudicare l'operato divino.
jillo ha scritto:
Io non ho mai comprato le bustine di Vanna Marchi. Ma i clienti di Vanna Marchi non credo fossero necessariamente credenti.
I clienti di Vanna credevano a Vanna, no?
avatar
Lucatortuga
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 185
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 31.01.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Un credente deve credere a qualunque cosa

Messaggio Da jillo il Mer 6 Mar - 14:47

Lucatortuga ha scritto:
jillo ha scritto:
A cosa tendeva e che fine fece o brasilero platinato?
A cosa tendeva non possiamo saperlo e, comunque, (tu m'insegni) "le vie del signore sono infinite".

Possiamo saperlo invece.
Tendeva a farsi i soldi rubandoli a qualche sprovveduto opportunamente raggirato.
Che fine fece? Contumace.
Di certo tendeva a quanto, noi cristiani, riteniamo stia fuori dalla volontà di Dio.
Non rubare.
Le vie del Signore sono infinite. Ma la via non è il "fine". E se ci chiediamo a cosa un uomo "tende", non intendiamo quale strada percorre tra le tante possibili, ma quale fine. Il fine, la destinazione, è una sola, è il Signore.
Il maghetto ha percorso una strada che non porta al Signore...
Si può sempre ravvedere... le vie del Signore...sono infinite.
ma... non sono infinite le vie per il Signore.


Lucatortuga ha scritto:
jillo ha scritto:
«Chiedete», esorta il Signore. Ma noi non sappiamo neppure che cosa chiedere. Per questo noi cristiani diciamo che Gesù ci viene incontro con la preghiera del «Padre Nostro», viene come maestro del desiderio, come guarigione del nostro domandare.
Magari voi cristiani non lo sapete, e invece il mago lo sapeva benissimo.

Lo sapeva, certo. Lo pensano anche i giudici. Quelli alla cui sentenza il mago si è sottratto.

Lucatortuga ha scritto:
jillo ha scritto:
Il Dio cristiano non è il genio della lampada.
Cosa significa il tuo grassetto? Il fatto che Dio sia Verità non significa che si impegni ad esaudire tutto. Perché il tutto accoglie tanto la verità quanto la menzogna.

Quindi se dio esaudisce il mago, significa che ciò che il mago ha chiesto era cosa buona e giusta. E non credo proprio che tu, Jillo, dal basso del tuo essere umano possa permetterti di giudicare l'operato divino.

Dio non ha esaudito il mago. Perché il mago non agito in Verità, egli ha agito ab coglionandum. Ossia prendendosi gioco di qualche tonto. Gli uomini (almeno i cristiani) possono e devono discernere cosa è secondo Verità, cioè secondo gli insegnamenti di Dio, e cosa no. Abbiamo (noi credenti) il Vangelo oltre che il buon senso… ma lasciamo stare il buon senso. Quello proprio perché dovrebbe essere patrimonio di tutti è orami un bene inflazionato.
Diversamente potremmo arrivare asserire che pure l’ascesa di Hitler potrebbe essere stata sostenuta da Dio.


Lucatortuga ha scritto:
jillo ha scritto:
Io non ho mai comprato le bustine di Vanna Marchi. Ma i clienti di Vanna Marchi non credo fossero necessariamente credenti.
I clienti di Vanna credevano a Vanna, no?

Si certo, ma solo dopo che Vanna disse: Io sono la Verità, la Via, la Vita

jillo
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1832
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.08.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Un credente deve credere a qualunque cosa

Messaggio Da Sorel1980 il Mer 6 Mar - 15:12

Jillo, che differenza c'è tra Do Nascimento e qualunque Chiesa? Do Nascimento prometteva miracoli in cambio di denaro, e tutte le chiese del mondo lo hanno sempre fatto, fin dall'inizio dei tempi... che differenza c'è fra il sangue di San Gennaro e le bustine miracolose? Le chiese non chiedono forse del denaro? E come sai ciò che sai dal Signore? Non deriva forse da un testo ratificato da svariate chiese in 2000 anni di storia?
E' vero che la chiesa non obbliga la gente a versare loro le offerte, ma nemmeno Do Nascimento lo faceva, si limitano entrambi a minacciare cosa assurde e inverosimili, come l'Inferno o il Malocchio.

Il discorso di Mynski è inattaccabile, penso che l'unico modo per salvarsi sia quello di non riconoscere la razionalità oppure accettare l'esistenza di qualunque cosa, come ad esempio Lord Zarak o Ra.

Sorel1980
-------------
-------------

Numero di messaggi : 188
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 13.01.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Un credente deve credere a qualunque cosa

Messaggio Da Minsky il Mer 6 Mar - 15:15

jessica ha scritto:
Minsky ha scritto:Se non mi stai tontonando, e lo dici seriamente, questa per me è la massima onorificenza a cui potessi mai aspirare sul forum A.I.
ma stiamo scherzando... tontonarti io?????? ecco, c'è solo il piccolo problema che, dovendo io credere a tutto, credo anche al contrario di quello che hai detto, ma non mi pare tu avessi espresso pretese di unicità... per cui puoi ritenerti onorificenzicato... o almeno credo
Bene, bene... non affliggerti, non è un problema tuo, la dimostrazione riguarda solo i credenti. Tu sei agnostica, no? Per gli agnostici devo ancora elaborare una prova definitiva. Quando sarà pronta sarai la prima a saperlo! Grazie!

_________________
avatar
Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 14218
Età : 62
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Un credente deve credere a qualunque cosa

Messaggio Da Akka il Mer 6 Mar - 15:18

a ma perché questa sarebbe ''definitiva''??
avatar
Akka
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4118
Età : 117
Località : L' Appennino emiliano
Occupazione/Hobby : Sindacalista/Fioraio
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 07.01.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Un credente deve credere a qualunque cosa

Messaggio Da Minsky il Mer 6 Mar - 15:18

Sorel1980 ha scritto:Jillo, che differenza c'è tra Do Nascimento e qualunque Chiesa? Do Nascimento prometteva miracoli in cambio di denaro, e tutte le chiese del mondo lo hanno sempre fatto, fin dall'inizio dei tempi... che differenza c'è fra il sangue di San Gennaro e le bustine miracolose? Le chiese non chiedono forse del denaro? E come sai ciò che sai dal Signore? Non deriva forse da un testo ratificato da svariate chiese in 2000 anni di storia?
E' vero che la chiesa non obbliga la gente a versare loro le offerte, ma nemmeno Do Nascimento lo faceva, si limitano entrambi a minacciare cosa assurde e inverosimili, come l'Inferno o il Malocchio.

Il discorso di Mynski è inattaccabile, penso che l'unico modo per salvarsi sia quello di non riconoscere la razionalità oppure accettare l'esistenza di qualunque cosa, come ad esempio Lord Zarak o Ra.
Ecco Sorel: non ha passato il tempo a scaldare il banco di scuola. A differenza di JJ.

_________________
avatar
Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 14218
Età : 62
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Un credente deve credere a qualunque cosa

Messaggio Da Lucatortuga il Mer 6 Mar - 15:18

jillo ha scritto:
Possiamo saperlo invece.
Tendeva a farsi i soldi rubandoli a qualche sprovveduto opportunamente raggirato
Questo è quello che asserisce un tribunale e che hai sentito raccontare in tv.
La "verità" è tutt'altra cosa. Solo il mago può saperlo davvero (oltre a dio, naturalmente).
jillo ha scritto:
Che fine fece? Contumace.
Di certo tendeva a quanto, noi cristiani, riteniamo stia fuori dalla volontà di Dio.
Non rubare.
Le vie del Signore sono infinite. Ma la via non è il "fine". E se ci chiediamo a cosa un uomo "tende", non intendiamo quale strada percorre tra le tante possibili, ma quale fine. Il fine, la destinazione, è una sola, è il Signore.
Il maghetto ha percorso una strada che non porta al Signore...
Si può sempre ravvedere... le vie del Signore...sono infinite.
ma... non sono infinite le vie per il Signore.
Ma tu credi in dio, nei giudici o nei giornalisti?
La domanda che ti faccio é: puoi tu escludere che il mago, contrariamente alle apparenze, sia stato strumento utilizzato da dio nel portare a compimento una parte del suo superiore disegno? Puoi tu escludere di non riuscire semplicemente, in quanto misero mortale, a comprendere la complessità del progetto divino?
jillo ha scritto:
Lo sapeva, certo. Lo pensano anche i giudici. Quelli alla cui sentenza il mago si è sottratto.
Anche Gesù fu condannato dai giudici-sacerdoti del sinedrio. Avevano ragione loro?
jillo ha scritto:
Dio non ha esaudito il mago.
Questo lo dici tu. Sei dio?
jillo ha scritto:Perché il mago non agito in Verità, egli ha agito ab coglionandum.
Ossia prendendosi gioco di qualche tonto.
Anche questa è una tua supposizione.
jillo ha scritto:
Gli uomini (almeno i cristiani) possono e devono discernere cosa è secondo Verità, cioè secondo gli insegnamenti di Dio, e cosa no. Abbiamo (noi credenti) il Vangelo oltre che il buon senso… ma lasciamo stare il buon senso. Quello proprio perché dovrebbe essere patrimonio di tutti è orami un bene inflazionato.
Beh, nel Vangelo, purtroppo non si dice nulla dei progetti di dio in merito ad un mago brasiliano residente in italia verso la fine del xx secolo.
jillo ha scritto:
Diversamente potremmo arrivare asserire che pure l’ascesa di Hitler potrebbe essere stata sostenuta da Dio.
Infatti possiamo, cosa ce lo impedisce?
Di sicuro lo sostenevano i nazisti stessi, quando utilizzavano il motto "Gott mit uns".
Magari avevano ragione loro e tu ti sbagli.
avatar
Lucatortuga
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 185
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 31.01.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Un credente deve credere a qualunque cosa

Messaggio Da Minsky il Mer 6 Mar - 15:21

Lucatortuga ha scritto:...
Superba replica di Luca.


Akka ha scritto:a ma perché questa sarebbe ''definitiva''??
Vabbé, intendevo "definitiva" nel senso di "incontrovertibile", una pietra miliare, un risultato da archiviare nel patrimonio nozionale dell'umanità.


Ultima modifica di Minsky il Mer 6 Mar - 15:25, modificato 1 volta

_________________
avatar
Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 14218
Età : 62
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Un credente deve credere a qualunque cosa

Messaggio Da Minsky il Mer 6 Mar - 15:23

jillo ha scritto:
Si certo, ma solo dopo che Vanna disse: Io sono la Verità, la Via, la Vita


Ecco infatti Vanna Marchi nella sua ultima presentazione televisiva.


Ultima modifica di Minsky il Mer 6 Mar - 15:30, modificato 1 volta

_________________
avatar
Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 14218
Età : 62
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Un credente deve credere a qualunque cosa

Messaggio Da Paolo il Mer 6 Mar - 15:28

Lucatortuga ha scritto:
Anche Gesù fu condannato dai giudici-sacerdoti del sinedrio. Avevano ragione loro?

Si! Gesù aveva infranto la legge di allora e l'autorità costituita l'ha condannato secondo giustizia. Almeno così dice la leggenda!!
avatar
Paolo
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 8629
Età : 62
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Un credente deve credere a qualunque cosa

Messaggio Da Lucatortuga il Mer 6 Mar - 16:12

Paolo ha scritto:
Lucatortuga ha scritto:
Anche Gesù fu condannato dai giudici-sacerdoti del sinedrio. Avevano ragione loro?
Si! Gesù aveva infranto la legge di allora e l'autorità costituita l'ha condannato secondo giustizia. Almeno così dice la leggenda!!
Esatto.
Quello che cercavo di spiegare a Jillo è che non si può usare una sentenza "terrena" di condanna per dedurre che il condannato non si sia comportato in conformità al volere divino.
Equivarrebbe a sostenere che Gesù, in quanto condannato dal sinedrio, fosse "condannabile" anche dal punto di vista della "giustizia divina".
In quest'ultimo caso, secondo la leggenda, i giudici stessi sono stati strumento di dio.
E su questo, certamente, il nostro amico Jillo non potrà che concordare.
Come potrà, quindi, escludere che la medesima cosa non sia avvenuta anche nel caso del mago brasiliano?
avatar
Lucatortuga
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 185
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 31.01.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Un credente deve credere a qualunque cosa

Messaggio Da Minsky il Mer 6 Mar - 16:52

Lucatortuga ha scritto:...
E con questo, Jillo resta infilzato come un tordo, si dice dalle mie parti!

_________________
avatar
Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 14218
Età : 62
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Un credente deve credere a qualunque cosa

Messaggio Da JACK_JOHN il Mer 6 Mar - 17:05

Minsky ha scritto:
JACK_JOHN ha scritto:
quale dimostrazione migliore dell'impossibilità di poter affermare la verità di due cose opposte allo stesse tempo e nello stesso modo.

che dimostrazione in più ti serve per concludere che la persona sta dicendo un idiozia di chi dice "Dio esiste e non esiste al tempo stesso".

in ogni caso, che minsky si sbaglia l'ho già dimostrato:
http://atei.forumitalian.com/t5002p30-un-credente-deve-credere-a-qualunque-cosa#212802

  1. La mia dimostrazione derivata dall'esempio di Bertrand Russel afferma che tu e dio non esistete entrambi.
  2. Una collezione di esempi non è una dimostrazione di alcunché, in logica.

1. Non è quello che avevi detto... vai a rileggerti quello che hai scritto

2. altra stuppidata. se tu fai un affermazione come "tutto" allora basta un solo esempio contrario, uno solo, per mostrarti che hai torto. per esempio: se dici "tutti gli uccelli sono neri", basta un solo uccello bianco per dimostrarti che ti sbagli.

tu hai detto "I credenti devono credere in tutto". Io ti ho dimostrato alcune cose che non credono. Potevo aggiungere tantissimi altri.

Ma anche uno solo era sufficiente.

di nuovo: smettila di dire idiozie.
avatar
JACK_JOHN
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 617
Età : 33
Località : Milano
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 16.01.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Un credente deve credere a qualunque cosa

Messaggio Da JACK_JOHN il Mer 6 Mar - 17:07

Minsky ha scritto:
JACK_JOHN ha scritto:
dubito molto che russell abbia portato un ragionamento che poi porterebbe a dire che io e dio non esistiamo... la mia idea è che tu semplicemente non hai capito qualunque cosa lui abbia detto e hai finito per dire un idiozia (ripeto, non lo dico per offendere, ma è l'unica qualifica che posso dare all'argomento di questo thread)

ma anche supponendo per assurdo che russell avesse detto qualcosa che implichi che io e dio non esistiamo, allora anche lui ha detto un idiozia... ripeto: io non credo che russell l'abbia detto o implicato. ma anche supponendo che l'avesse fatto, allora ha detto un idiozia.

il suo ragionamento (se mai l'avesse fatto... ma dubito molto) sicuramente aveva per forza qualche problema, per il semplice motivo che io esisto.

in ogni caso, controllerò questa cosa e poi ti farò sapere...
Ti aiuto: http://it.wikipedia.org/wiki/Ex_falso_sequitur_quodlibet

ah la bibbia degli utenti di AI... l'unica fonte di conoscenza... nota tra altro per la sua grande affidabilità
avatar
JACK_JOHN
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 617
Età : 33
Località : Milano
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 16.01.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Un credente deve credere a qualunque cosa

Messaggio Da Minsky il Mer 6 Mar - 17:11

JACK_JOHN ha scritto:ah la bibbia degli utenti di AI... l'unica fonte di conoscenza... nota tra altro per la sua grande affidabilità
Invece la bibbia che usi tu è affidabilissima. Ma per piacere! Non renderti sempre più ridicolo. Leggi, informati e poi confuta se hai argomenti, anziché sgagazzare battutine in giro.

_________________
avatar
Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 14218
Età : 62
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Un credente deve credere a qualunque cosa

Messaggio Da Niques il Mer 6 Mar - 21:05


So che sono ingiusta, giacché non ho mai "incontrato" personalmente l'utente JJ, non ho avuto modo di confrontarmici e seguirlo... Io cerco sempre di leggere tutto, anche i credenti, di dare equo spazio nei miei ragionamenti a tutti, però...
io tutte le volte che incappo in un post di questo JJ sento il cervello che mi cola dalle orecchie...
Scusate l'intromissione (e bravo Tortuga!)
avatar
Niques
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6786
SCALA DI DAWKINS :
12 / 7012 / 70

Data d'iscrizione : 26.11.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Un credente deve credere a qualunque cosa

Messaggio Da JACK_JOHN il Mer 6 Mar - 21:15

Niques ha scritto:
So che sono ingiusta, giacché non ho mai "incontrato" personalmente l'utente JJ, non ho avuto modo di confrontarmici e seguirlo... Io cerco sempre di leggere tutto, anche i credenti, di dare equo spazio nei miei ragionamenti a tutti, però...
io tutte le volte che incappo in un post di questo JJ sento il cervello che mi cola dalle orecchie...
Scusate l'intromissione (e bravo Tortuga!)

leggi con calma e senza pregiudizi

penso che le troverai ragionevoli se ci raggioni su.
avatar
JACK_JOHN
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 617
Età : 33
Località : Milano
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 16.01.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Un credente deve credere a qualunque cosa

Messaggio Da Niques il Mer 6 Mar - 21:17

JACK_JOHN ha scritto:

leggi con calma e senza pregiudizi

Dove?
avatar
Niques
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6786
SCALA DI DAWKINS :
12 / 7012 / 70

Data d'iscrizione : 26.11.10

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 4 di 10 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum