Se dio non esiste bisogna ammettere la matematica platonica

Pagina 7 di 7 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Se dio non esiste bisogna ammettere la matematica platonica

Messaggio Da mix il Sab 23 Mar - 19:01

pseudo nimo ha scritto:questo fatto cambierebbe la vita almeno ai matematici atei perché:
"...se l'unico dio fosse la matematica, i matematici atei oltre che con l'incoerenza di Gödel, avrebbero a che fare anche con un'incoerenza esistenziale!"
invece esseri soprannaturali non esistono ed a far fronte all'incoerenza esistenziale sono i matematici credenti.
avatar
mix
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6583
Località : .
Occupazione/Hobby : .
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Se dio non esiste bisogna ammettere la matematica platonica

Messaggio Da pseudo nimo il Sab 23 Mar - 19:42

Tomhet ha scritto: "Prendo R³ affine su se stesso come mio spazio, imposto un riferimento affine dipendente dal tempo con origine sul corpo e imposto che le coordinate in questo sistema non siano funzione del tempo".

scusa io non sono un ingegnere, mi occupo di tutt'altro, ma secondo te con questo sistema si riuscirebbe a trovare meglio le effemeridi dei satelliti del GPS che girano intorno alla Terra, oppure migliorare il posizionamento di chi usa il servizio?

pseudo nimo
-------------
-------------

Numero di messaggi : 57
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Se dio non esiste bisogna ammettere la matematica platonica

Messaggio Da massi76 il Sab 23 Mar - 19:49

"Prendo R³ affine su se stesso come mio spazio, imposto un riferimento
affine dipendente dal tempo con origine sul corpo e imposto che le
coordinate in questo sistema non siano funzione del tempo".


io lo faccio sempre per scaldare i saccottini del mulino bianco alla mattina. lo ripeto anche per il the mentre per un buon cappuccio con tanta schiuma non c'è trippa per gatti, scendo al bar....
avatar
massi76
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1385
Località : Massa
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 27.09.12

http://massalinux.forumfree.it/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Se dio non esiste bisogna ammettere la matematica platonica

Messaggio Da Tomhet il Sab 23 Mar - 20:40

pseudo nimo ha scritto:
Tomhet ha scritto: "Prendo R³ affine su se stesso come mio spazio, imposto un riferimento affine dipendente dal tempo con origine sul corpo e imposto che le coordinate in questo sistema non siano funzione del tempo".

scusa io non sono un ingegnere, mi occupo di tutt'altro, ma secondo te con questo sistema si riuscirebbe a trovare meglio le effemeridi dei satelliti del GPS che girano intorno alla Terra, oppure migliorare il posizionamento di chi usa il servizio?
E io non sono un astronomo ma il modello del corpo rigido è quello e come ho spiegato è sicuramente più facile farlo con la matematica che non utilizzando per esempio il linguaggio umano. A quei livelli magari si usa qualcosa di più avanzato, magari si fa uso dei quaternioni, ma il principio è quello.

L'esempio era volto a far capire che, per come la penso io, la matematica è questo, un linguaggio estremamente più potente e oggettivo del linguaggio naturale, che si appresta quindi alla descrizione di cose troppo complicate da descrivere naturalmente, ma pur sempre un linguaggio, scelto in base a quello che si vuole fare.

Tomhet
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 2672
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 30.08.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Se dio non esiste bisogna ammettere la matematica platonica

Messaggio Da Tomhet il Sab 23 Mar - 20:42

massi76 ha scritto:"Prendo R³ affine su se stesso come mio spazio, imposto un riferimento
affine dipendente dal tempo con origine sul corpo e imposto che le
coordinate in questo sistema non siano funzione del tempo".


io lo faccio sempre per scaldare i saccottini del mulino bianco alla mattina. lo ripeto anche per il the mentre per un buon cappuccio con tanta schiuma non c'è trippa per gatti, scendo al bar....

Eh, metti che tu voglia creare un sistema di carrucole che quando suona la sveglia ti fa trovare i saccottini sul tavolo, essendo i saccottini in prima approssimazione "rigidi", potresti aver bisogno di queste cose mgreen

Tomhet
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 2672
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 30.08.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Se dio non esiste bisogna ammettere la matematica platonica

Messaggio Da Rasputin il Ven 20 Ott - 17:49

pseudo nimo ha scritto:Non dovrei dirlo, ma oggi non sono a casa mia, quindi qui accedono centinaia di persone. Appena andrò a casa stasera, vedrete che ho un indirizzo IP diverso Fastweb. Comunque se volete  la certezza della buonafede scrivete qualcosa su cancellato su richiesta utente e io la riscrivo qui.

Fra 3 minuti cancello questo post quindi sbrigatevi.

Tu non cancelli nulla. (Ho trovato ora questa vecchissima risposta in bozze ah ah)


Ultima modifica di Rasputin il Ven 20 Ott - 21:54, modificato 1 volta

_________________
Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)



Daremo fuoco a queste stanze prima che sia Natale

Demokratie hat nichts mit Freiheit, Menschenrechten oder Meinungsfreiheit zu tun. Es ist einfach nur die Herrschaft der Mehrheit.
avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 51030
Età : 57
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante-libido post eroina amplificata da alcol e anfetamine
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Se dio non esiste bisogna ammettere la matematica platonica

Messaggio Da pseudo nimo il Ven 20 Ott - 19:48

Prego il moderatore di cancellare la mia mail. Grazie

pseudo nimo
-------------
-------------

Numero di messaggi : 57
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Se dio non esiste bisogna ammettere la matematica platonica

Messaggio Da Admin il Ven 20 Ott - 19:52

pseudo nimo ha scritto:Prego il moderatore di cancellare la mia mail. Grazie

Cioè da quattro anni stai lurkando senza collegarti e adesso pretendi?

No, non cancello niente, come ho già detto.
avatar
Admin
----------
----------

Numero di messaggi : 2652
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 11.11.08

http://atei.forumitalian.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Se dio non esiste bisogna ammettere la matematica platonica

Messaggio Da pseudo nimo il Ven 20 Ott - 20:18

E' tanto tempo che non accedo, non ho mai dato fastidio, la mail mi serve x lavoro, per pieta' un moderatore comprensivo la cancelli, grazie.

pseudo nimo
-------------
-------------

Numero di messaggi : 57
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Se dio non esiste bisogna ammettere la matematica platonica

Messaggio Da Rasputin il Ven 20 Ott - 21:33

pseudo nimo ha scritto:E' tanto tempo che non accedo, non ho mai dato fastidio, la mail mi serve x lavoro, per pieta' un moderatore comprensivo la cancelli, grazie.

Questo è già un altro tono.

Ma da dove vuoi che ti si cancelli la mail? Non capisco, ricevi spam? Guarda che se vai sul tuo profilo, sotto "Informazione" puoi modificare tu stesso l'indirizzo mail che hai inserito a suo tempo, e se ti va inserirne un'altro, anche fittizio.

Non ti serve l'aiuto di un moderatote!

Poi ho dato un'occhiata ai tuoi interventi, a parte il fatto che qui vanno benissimo anche utenti che "danno fastidio", nel tuo caso io avrei piacere che rimanessi. Cos'è, ti ha dato fastidio ricevere una mail di notifica da un sito che non visitavi da anni? Non capisco il problema.

_________________
Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)



Daremo fuoco a queste stanze prima che sia Natale

Demokratie hat nichts mit Freiheit, Menschenrechten oder Meinungsfreiheit zu tun. Es ist einfach nur die Herrschaft der Mehrheit.
avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 51030
Età : 57
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante-libido post eroina amplificata da alcol e anfetamine
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Se dio non esiste bisogna ammettere la matematica platonica

Messaggio Da pseudo nimo il Ven 20 Ott - 21:45

Oggi alle 17,49 in questo thread e' apparso un vecchio post dove x sbaglio avevo messo la mia mail, chiedo solo che venga cancellata la mail del post delle 17,49. Grazie. Mi piace questo forum e continuerò a partecipare.

pseudo nimo
-------------
-------------

Numero di messaggi : 57
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Se dio non esiste bisogna ammettere la matematica platonica

Messaggio Da Rasputin il Ven 20 Ott - 21:53

pseudo nimo ha scritto:Oggi alle 17,49 in questo thread e' apparso un vecchio post dove x sbaglio avevo messo la mia mail, chiedo solo che venga cancellata la mail del post delle 17,49. Grazie. Mi piace questo forum e continuerò a partecipare.

Mentre scrivevo me ne sono accorto, il post l'ho quotato io perché oggi rovistando nella roba vecchia l'ho trovato nelle mie bozze. Quello lo posso fare subito, anzi di norma la moderazione avverte gli utenti in tali casi che l'indirizzo è praticamente visibile in tutto il pianeta.

Se rimani mi fa piacere ok

_________________
Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)



Daremo fuoco a queste stanze prima che sia Natale

Demokratie hat nichts mit Freiheit, Menschenrechten oder Meinungsfreiheit zu tun. Es ist einfach nur die Herrschaft der Mehrheit.
avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 51030
Età : 57
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante-libido post eroina amplificata da alcol e anfetamine
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Se dio non esiste bisogna ammettere la matematica platonica

Messaggio Da pseudo nimo il Ven 20 Ott - 21:57

Grazie :-)

pseudo nimo
-------------
-------------

Numero di messaggi : 57
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Se dio non esiste bisogna ammettere la matematica platonica

Messaggio Da FdS il Sab 28 Ott - 15:19

mix ha scritto: Question sarà questa? Question
Realismo matematico, ovvero platonismo

Il realismo matematico sostiene che le entità matematiche esistono indipendentemente dalla mente umana. Quindi gli umani non inventano la matematica, ma piuttosto la scoprono, e ogni altro essere intelligente dell'universo presumibilmente farebbe lo stesso. Per questa posizione spesso si usa il termine platonismo in quanto essa si avvicina molto al credere di Platone in un "mondo delle idee", una realtà superiore immutabile che il mondo che ci si presenta quotidianamente può approssimare solo imperfettamente. Probabilmente la concezione di Platone deriva da Pitagora e dai suoi seguaci, i pitagorici, che pensavano che il mondo fosse, letteralmente, fatto di numeri. Questa idea può avere origini ancor più antiche che ci sono sostanzialmente sconosciute.

Molti matematici militanti sono realisti per quanto riguarda la matematica e si vedono come degli scopritori. Due esempi famosi sono Paul Erdös e Kurt Gödel. Sono state suggerite motivazioni psicologiche per questa preferenza: sembra molto duro impegnarsi per lunghi periodi in investigazioni sopra entità nella cui esistenza non si crede con una certa fermezza. Gödel credeva in una realtà matematica obiettiva che potrebbe essere percepita in un modo analogo alla percezione dei sensi. Certi principi (ad es., per ogni due oggetti matematici, esiste una collezione di oggetti costituita precisamente da quei due oggetti) potrebbero essere direttamente considerati come veri, ma alcune congetture, come l'ipotesi del continuo, potrebbero dimostrarsi indecidibili proprio sulla base di tali principi. Gödel suggerisce che si potrebbe usare una metodologia quasi empirica per fornire una evidenza sufficiente a renderci capaci di assumere ragionevolmente una tale congettura.

Il maggiore problema che incontra il realismo matematico può formularsi con le seguenti richieste: "Dove e come precisamente esistono le entità matematiche? Esiste un mondo completamente separato dal nostro mondo fisico che è occupato dalle entità matematiche? Come si può accedere a questo mondo separato e scoprire le verità relative alle entità matematiche?" Le risposte di Gödel e di Platone a ciascuna di queste questioni sono oggetto di molte critiche.

Un'importante argomentazione a favore del realismo matematico, formulata da W. V. Quine e Hilary Putnam, è detto Argomento di indispensabilità: la matematica è indispensabile per tutte le scienze empiriche, e se vogliamo credere nella realtà dei fenomeni descritti dalle scienze, dobbiamo credere anche nella realtà delle entità richieste per la loro descrizione. Secondo le posizioni filosofiche generali di Quine e Putnam, questo è un argomento naturalistico. Esso sostiene l'esistenza delle entità matematiche come la migliore spiegazione per l'esperienza, spogliando in tal modo la matematica di parte del suo status epistemico.

Gran parte delle forme di logicismo (v. qui di seguito) sono forme di realismo matematico. Per una filosofia della matematica che cerca di colmare alcune delle insufficienze degli approcci di Quine e Gödel mantenendo alcuni aspetti di ciascuno dei due si veda l'opera di Maddy dal titolo Realismo in matematica. L'intuizionismo è il classico esempio di filosofia antirealista della matematica.

Putnam ha aspramente rifiutato il termine "platonista" in quanto implica una ontologia di copertura specifica che non risulta necessaria per la pratica della matematica in alcun senso reale. Egli ha sostenuto una forma di "realismo puro" che respinge nozioni mistiche di verità e accetta molto quasi empirismo in matematica. Putnam ha contribuito a coniare il termine "realismo puro" (vedi oltre). Un esempio di teoria che abbraccia il realismo e respinge il platonismo è la teoria della mente incorporata (vedi oltre).
fonte
Premessa: non sono manco lontanamente una matematica, solo l'anno prossimo mi iscriverò alla facoltà di Matematica perciò il mio punto di vista è lontano anni luce dal considerarsi autorevole.
Specifico che non ne so praticamente nulla di meccanica quantistica, è già tanto se siamo arrivati a studiare il campo elettrico nel programma di Fisica fin'ora...

Il concetto di essere umano mero scopritore della Matematica ce l'avevo già che mi frullava per la testa un paio d'anni fa, partendo da una considerazione banale ai massimi livelli: 1+1=2
Mi spiego: prendete un essere umano qualsiasi vissuto nella preistoria, a un certo punto avrà magari avuto l'esigenza di contare un piccolo insieme di oggetti/animali finiti. Sorvolando sul nome dato alla quantità numerica 1 e sul nome dato alla quantità numerica n in genere, per una semplice esigenza pratica si sarà accorto che 1+1=2 (chiaramente non formulata così), cioè che due oggetti qualitativamente uguali hanno la caratteristica di potersi sommare per trovare un unico nome (numero) che descriva l'insieme. A ben pensarci questo concetto è anche alla base della fisica, noi sommiamo ad esempio masse con masse, non masse con volumi. Che la Matematica abbia grande successo nel mondo fenomenico non mi stupisce affatto, la vedo come un'espressione rigorosa della Natura stessa, nemmeno tanto come una cosa astratta che se ne sta comoda nel suo "Iperuranio", ma in qualche maniera è come se fosse insita alla Natura stessa. 
In tutto ciò continuo a non vedere la necessità di ammettere l'esistenza di al meno (sì, al meno, so che in italiano si scrive attaccato ma nel linguaggio matematico è staccato, così giusto per prevenire eventuali precisazioni fuori luogo... burl ) un dio qualsiasi. 

Ribadisco, non sono una matematica e non mi permetterei mai di arrogarmi questo titolo in modo improprio, potete notare dall'esempio che ho fatto quanto sia rudimentale il mio ragionamento. Anzi sarei ben felice di leggere il parere di qualcuno che ne mastichi un (bel) po' più di me. book
avatar
FdS
-------------
-------------

Femminile Numero di messaggi : 121
Età : 18
Località : A un paio di isolati dagli schemi
Occupazione/Hobby : In fase di definizione
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.17

Tornare in alto Andare in basso

Re: Se dio non esiste bisogna ammettere la matematica platonica

Messaggio Da Minsky il Sab 28 Ott - 15:43

FdS ha scritto:[...] sarei ben felice di leggere il parere di qualcuno che ne mastichi un (bel) po' più di me. book
In tal caso ti suggerisco una lettura che per me a suo tempo è stata illuminante. È un testo un po' datato (1975), ma in matematica come sai ci sono concetti che godono di grande longevità... wink..


_________________
avatar
Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 15943
Età : 63
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Se dio non esiste bisogna ammettere la matematica platonica

Messaggio Da FdS il Sab 28 Ott - 16:18

Molte grazie. inchino bacio
avatar
FdS
-------------
-------------

Femminile Numero di messaggi : 121
Età : 18
Località : A un paio di isolati dagli schemi
Occupazione/Hobby : In fase di definizione
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.17

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 7 di 7 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum