Una prova razionale dell' insensatezza del monoteismo

Pagina 2 di 3 Precedente  1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Una prova razionale dell' insensatezza del monoteismo

Messaggio Da Comunistaguevara il Mer 13 Mar - 13:27

mix ha scritto:
Comunistaguevara ha scritto:La maggiorparte degli atrofisici considera l' universo come uno dei moltissimi.
puoi confermare le tue parole con dati?

Mi limito a citarti Wikipedia:

<< Ci sono varie teorie del multiverso, nelle quali cosmologi e fisici suggeriscono che il nostro universo sia solo uno tra i molti universi che possono esistere.>>

Hai letto L' Illusione di Dio?
avatar
Comunistaguevara
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 694
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 05.03.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Una prova razionale dell' insensatezza del monoteismo

Messaggio Da Comunistaguevara il Mer 13 Mar - 13:29

SergioAD ha scritto:Dal momento che tutto è relativo allora in quel contesto ha senso il monoteismo per chi lo volesse.

Questo aldilà dalla sua esistenza o meno e relative prese per il culo vestite di "sapere".

Poi si dice fa un po' come ti pare, comprese le discussioni intorno a verità/non verità - trascurando quasi sempre che nella testa possono esistere cose che mancano nella realtà, come infinito, vuoto, etc...

Ok lo ammetto, sono stupido, non ho capito niente di quello che hai scritto.
Comunque ricorda che stiamo argomentando sullo scientifico e sul razionale.
avatar
Comunistaguevara
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 694
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 05.03.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Una prova razionale dell' insensatezza del monoteismo

Messaggio Da SergioAD il Mer 13 Mar - 13:54

Non do dello stupido e non mi piace che nessuno ci si senta, a quasi 60 anni questa battuta dovrebbe far male a chi la dice e chi la sente. A meno che non si è abbastanza giovani per giocare sulla linea di confine tra sapere, età e specializzazione deve valere ciò che dico.

Va bene se dico che per il monoteismo a) una divinità si è rivelata ad una determinata religione e b) per quella stessa religione esiste una sola divinità. Ciò va bene che sia un'associazione biunivoca? - Dio è assoluto ma solo relativamente ad una determinata religione.

Il resto che scrivo è ancora ciò che l'uomo sa già essere astratto ma anche irrazionale. Io mi riferisco al titolo del tema ed anche se sono in grado di aprire un ufficio per complicare le cose semplici - per ora accomuno ciò che è scientifico anche a ciò che è razionale.

Che ne dici compagno? Mi sono spiegato meglio?

SergioAD
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6602
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 30.01.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Una prova razionale dell' insensatezza del monoteismo

Messaggio Da Comunistaguevara il Mer 13 Mar - 14:00

Puo anche essere assoluto per una religione ma è comunque insensato. Io definisco dio come un creatore, e da qui sviluppo l' argomento. Se è assoluto è cnhe finito ergo che ne dovrebbero esssere altri, se è infinito non puo essere vivo.

SergioAD ha scritto:
Il resto che scrivo è ancora ciò che l'uomo sa già essere astratto ma anche irrazionale. Io mi riferisco al titolo del tema ed anche se sono in grado di aprire un ufficio per complicare le cose semplici - per ora accomuno ciò che è scientifico anche a ciò che è razionale.

Che ne dici compagno? Mi sono spiegato meglio?

No mi spiace, sarà che sono stanco ma non mi è chiaro.
avatar
Comunistaguevara
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 694
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 05.03.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Una prova razionale dell' insensatezza del monoteismo

Messaggio Da SergioAD il Mer 13 Mar - 14:56

Ok, seguo te e Dio è insensato come dici tu ed il suo (del divino) primo comandamento dice che ci sono altri come lui ma che lui e tanto geloso e pertanto è vera anche la tua seconda affermazione ovvero che sono pure tanti questi qua.

L'altra roba sulla mente umana io la scrivo anche da altre parti e vuol dire che se e quando ti andrà parteciperai ed io ti risponderò con piacere. Comunque preferisco la tua risposta cordiale rispetto a chi ignora completamente ciò che non è chiaro.

SergioAD
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6602
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 30.01.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Una prova razionale dell' insensatezza del monoteismo

Messaggio Da delfi68 il Mer 13 Mar - 15:38

Un creatore deve automaticamente essere piu improbabile della sua creazione, in piu deve essere vivo e consciente e gia questo è altamente improbabile (guarda la rarita, ma non unicita della vita) e in piu se ci aggiungiamo altro..

Read more: http://atei.forumitalian.com/t5036p10-una-prova-razionale-dell-insensatezza-del-monoteismo#ixzz2NQy2qCd6

A onor del vero gli attributi di un creatore non sono quelli di un dio. Un creatore potrebbe benissimo essere un extraterrestre che sta sperimentando una simulazione di vita e cosmo.
In fin dei conti chi ti dice che non siamo unita' senzienti in una realta' virtuale. Una gigantesca SIM City sullo schermo di un qualche programmatore con la pelle verde?

Gia' Penrose, in "la strada che porta alla realta'" postulava che non ci sono confutazioni scientifiche a un'ipotesi del genere. Penrose, mica Cicciobombacannoniere eh!

Penrose sostiene che l'unico modo per scoprire di essere all'interno di un programma sarebbe rilevare un "bug", infatti un programma per quanto elaborato e "pesante" non puo' per definizione essere perfetto.
E allora quali "bug" di sistema potrebbero essere evidenti in questo sistema?
il principio di indeterminazione ad esempio?..l'anomalia del buco nero, e il suo collasso delle leggi di natura?

In effetti se proviamo a misurare la materia, ci ritroviamo come un omino di un software, un MarioBros ad esempio, che a furia di misurare sempre il piu' piccolo arriva alla grandezza minima del pixel e tutto diviene fosco, vago, indeterminabile..

Ecco, in questo senso, un creatore e non un dio,potrebbe essere plausibile, sebbene, spero, poco probabile..
avatar
delfi68
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11250
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Una prova razionale dell' insensatezza del monoteismo

Messaggio Da mix il Mer 13 Mar - 16:49

Comunistaguevara ha scritto:
mix ha scritto:
Comunistaguevara ha scritto:La maggiorparte degli atrofisici considera l' universo come uno dei moltissimi.
puoi confermare le tue parole con dati?

Mi limito a citarti Wikipedia:

<< Ci sono varie teorie del multiverso, nelle quali cosmologi e fisici suggeriscono che il nostro universo sia solo uno tra i molti universi che possono esistere.>>
Hai letto L' Illusione di Dio?
il fatto che vi siano varie teorie del multiverso secondo te dimostra che la maggior parte degli astrofisici considera di vivere in un multiverso?
secondo me NO
per favore, quando citi, puoi mettere a disposizione il link?
da smartphone viene scomodo quel che da PC è banale.

i tuoi ragionamenti presuppongono necessariamente un multiverso?
direi che sarebbe una premessa da mettere in risalto subito.
sai, l'abitudine a pensare a questo come universo unico è radicata e diffusa (ho provato a chiedere intorno a me)
avatar
mix
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6583
Località : .
Occupazione/Hobby : .
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Una prova razionale dell' insensatezza del monoteismo

Messaggio Da PaperJack il Mer 13 Mar - 19:01

Sapete una volta ho visto un unicorno rosa invisibile. Era rosa ed aveva un corno. Ma era anche invisibile!
Per me non riuscite a vedere i Rosicorni Invisibili perchè non ci ci credete davvero, con tutto il vostro cuore. E allora decidono di non mostrarsi!
avatar
PaperJack
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 271
Età : 24
Località : Bulgaria, Sofia
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 08.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Una prova razionale dell' insensatezza del monoteismo

Messaggio Da delfi68 il Mer 13 Mar - 20:49

Per quel poco che ho capito sul multiverso, non si tratta tanto di mondi paralleli con le caratteristiche del nostro, ma di un unico mondo le cui realta' sono "tagli trasversali di esso".

Ad esempio il nostro e' (dovrebbe essere) una visione "frattale" di una parte del multiverso..
Mi spiego (forse) meglio.

Se un elefante fosse l'universo intero, e noi vivessimo in una "sfoglia" frattale di questo, "vedremmo l'elefante come 4 forme ovaliformi che in qualche modo interagiscono fra loro, ma non capiamo come.
Quelle 4 forme ovaliformi che compiaono nella nostra "fetta" di universo sono le sezioni delle gambe, della panciotta e della proboscide..posto che la nostra fettina sia, diciamo, a 50 cm d'altezza..vediamo un "taglio dell'elefante"..come una scansione TAC a 50 cm d'altezza.
Non percepiamo l'interezza multidimensionale dell'elefante ma solo cio' che ci appare nella nostra fettina.


..gli infiniti "fogli" sovrapposti di cui alle volte accennano i fisici per descrivere un universo che si sviluppa oltre le 4 dimensioni che possiamo percorrere sul nostro foglietto di realta' percepibile..


avatar
delfi68
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11250
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Una prova razionale dell' insensatezza del monoteismo

Messaggio Da Comunistaguevara il Gio 14 Mar - 13:16

delfi68 ha scritto:
Un creatore deve automaticamente essere piu improbabile della sua creazione, in piu deve essere vivo e consciente e gia questo è altamente improbabile (guarda la rarita, ma non unicita della vita) e in piu se ci aggiungiamo altro..

Read more: http://atei.forumitalian.com/t5036p10-una-prova-razionale-dell-insensatezza-del-monoteismo#ixzz2NQy2qCd6

A onor del vero gli attributi di un creatore non sono quelli di un dio. Un creatore potrebbe benissimo essere un extraterrestre che sta sperimentando una simulazione di vita e cosmo.
In fin dei conti chi ti dice che non siamo unita' senzienti in una realta' virtuale. Una gigantesca SIM City sullo schermo di un qualche programmatore con la pelle verde?

Gia' Penrose, in "la strada che porta alla realta'" postulava che non ci sono confutazioni scientifiche a un'ipotesi del genere. Penrose, mica Cicciobombacannoniere eh!

Penrose sostiene che l'unico modo per scoprire di essere all'interno di un programma sarebbe rilevare un "bug", infatti un programma per quanto elaborato e "pesante" non puo' per definizione essere perfetto.
E allora quali "bug" di sistema potrebbero essere evidenti in questo sistema?
il principio di indeterminazione ad esempio?..l'anomalia del buco nero, e il suo collasso delle leggi di natura?

In effetti se proviamo a misurare la materia, ci ritroviamo come un omino di un software, un MarioBros ad esempio, che a furia di misurare sempre il piu' piccolo arriva alla grandezza minima del pixel e tutto diviene fosco, vago, indeterminabile..

Ecco, in questo senso, un creatore e non un dio,potrebbe essere plausibile, sebbene, spero, poco probabile..
Hai visto troppe volte Matrix...
Comunque hai ragione, potrebbe essere cosi, ma ciò no toglie che il creatore rimarrebbe piu improbabile di tutta la sua creazione. Sarebbe piu improbabile del computer e dei file all' interno di esso. In piu "Da dove viene il creatore?".
E' un altro aggiueggio di un altro softwar?.
E quindi chi lo ha creato un creatore ancora piu improbabile, virtuale o reale che sia?

Vedi: Per questo è piu probabile prendere noi come i veri e non immaginare nostri creatori ne extraterrestri ne divini che siano
avatar
Comunistaguevara
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 694
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 05.03.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Una prova razionale dell' insensatezza del monoteismo

Messaggio Da Comunistaguevara il Gio 14 Mar - 13:19

mix ha scritto:
Comunistaguevara ha scritto:
mix ha scritto:
Comunistaguevara ha scritto:La maggiorparte degli atrofisici considera l' universo come uno dei moltissimi.
puoi confermare le tue parole con dati?

Mi limito a citarti Wikipedia:

<< Ci sono varie teorie del multiverso, nelle quali cosmologi e fisici suggeriscono che il nostro universo sia solo uno tra i molti universi che possono esistere.>>
Hai letto L' Illusione di Dio?
il fatto che vi siano varie teorie del multiverso secondo te dimostra che la maggior parte degli astrofisici considera di vivere in un multiverso?
secondo me NO
per favore, quando citi, puoi mettere a disposizione il link?
da smartphone viene scomodo quel che da PC è banale.

i tuoi ragionamenti presuppongono necessariamente un multiverso?
direi che sarebbe una premessa da mettere in risalto subito.
sai, l'abitudine a pensare a questo come universo unico è radicata e diffusa (ho provato a chiedere intorno a me)

Gli universi sono olti, per me per quel discorso dei sassi che ho fatto prima. Oppure l' universo è infinito, ma questo non danneggia la ia teoria. Se consideriamo l' universo come TUTTO. Sono certo che la maggior parte degli astrofisici ritiene che ci siano piu universi. Appena la trovo ti cito la fonte e il link (il link di prima è semplicemente la pagina "universo" di Wiki). Un altra prova a sostegno del multiverso è quelle delle costanti (Hai letto L' Illusione di Dawkins?)
avatar
Comunistaguevara
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 694
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 05.03.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Una prova razionale dell' insensatezza del monoteismo

Messaggio Da Paolo il Gio 14 Mar - 14:47

delfi68 ha scritto:
A onor del vero gli attributi di un creatore non sono quelli di un dio. Un creatore potrebbe benissimo essere un extraterrestre che sta sperimentando una simulazione di vita e cosmo.
In fin dei conti chi ti dice che non siamo unita' senzienti in una realta' virtuale. Una gigantesca SIM City sullo schermo di un qualche programmatore con la pelle verde?

Il buon senso e la logica!

avatar
Paolo
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 8770
Età : 62
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Una prova razionale dell' insensatezza del monoteismo

Messaggio Da SergioAD il Gio 14 Mar - 14:59

Delfi ha detto: chi ti dice che non siamo unita' senzienti in una realta' virtuale.
Nessun problema purché finché non si dimostri quella diversa a quella in cui siamo cresciuti che effettivamente è diversa.

Questo riporta a ciò che crediamo quando invece non è ed è estremamente simile a ciò che esiste e non esiste ed io ne starei lontano per non andare a finire negli interstizi dell'agnosticismo.

Io dunque non ho dubbi finché non mi si dimostri il contrario.

Ma ragazzi io ho prelevato lo stimolo dal post di Paolo qui sopra ma non è che ho decontestualizzato una decontestualizzazione "Paolenta" perché tu Delfi a meno di momenti di poesia pura non ne fai di questi salti!

Antorcigliamenti dei rivoli direi!

SergioAD
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6602
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 30.01.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Una prova razionale dell' insensatezza del monoteismo

Messaggio Da mix il Gio 14 Mar - 15:56

Comunistaguevara ha scritto:
mix ha scritto:
Comunistaguevara ha scritto:
mix ha scritto:
Comunistaguevara ha scritto:La maggiorparte degli atrofisici considera l' universo come uno dei moltissimi.
puoi confermare le tue parole con dati?

Mi limito a citarti Wikipedia:

<< Ci sono varie teorie del multiverso, nelle quali cosmologi e fisici suggeriscono che il nostro universo sia solo uno tra i molti universi che possono esistere.>>
Hai letto L' Illusione di Dio?
il fatto che vi siano varie teorie del multiverso secondo te dimostra che la maggior parte degli astrofisici considera di vivere in un multiverso?
secondo me NO
per favore, quando citi, puoi mettere a disposizione il link?
da smartphone viene scomodo quel che da PC è banale.

i tuoi ragionamenti presuppongono necessariamente un multiverso?
direi che sarebbe una premessa da mettere in risalto subito.
sai, l'abitudine a pensare a questo come universo unico è radicata e diffusa (ho provato a chiedere intorno a me)

Gli universi sono olti, per me per quel discorso dei sassi che ho fatto prima. Oppure l' universo è infinito, ma questo non danneggia la ia teoria. Se consideriamo l' universo come TUTTO. Sono certo che la maggior parte degli astrofisici ritiene che ci siano piu universi. Appena la trovo ti cito la fonte e il link (il link di prima è semplicemente la pagina "universo" di Wiki). Un altra prova a sostegno del multiverso è quelle delle costanti (Hai letto L' Illusione di Dawkins?)
per esempio la fonte che citi tu (Wikipedia) conclude così:
Vi sono alcune speculazioni sul fatto che universi multipli possano esistere in un multiverso di livello più alto. Per esempio, la materia che cade in un buco nero di questo universo potrebbe emergere come un Big Bang che fa iniziare un nuovo universo. Oppure, l'universo potrebbe essersi sviluppato a "raggiera" rispetto al big bang, unico punto in comune per una rosa infinita di universi paralleli che differiscono per una qualche costante universale. Tutte queste idee non sono testabili, e devono essere quindi considerate per adesso pura speculazione.
andare al fondo dell'articolo.
dal che si può dedurre che la tua idea si fonda su pura speculazione per ciò che riguarda il multiverso.
ed è logicamente corretto considerare la tua costruzione anch'essa pura speculazione, per estensione.
che non è un problema.
basta saperlo ed esplicitarlo subito, mentre si va speculando.
avatar
mix
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6583
Località : .
Occupazione/Hobby : .
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Una prova razionale dell' insensatezza del monoteismo

Messaggio Da SergioAD il Gio 14 Mar - 16:15

Anche qui rendersi conto che si tratta di fisica teorica...



Intanto...


Non ingannatevi sono affascinato sul serio dalla fisica teorica poi però per funzionare si fa ingegneria.

SergioAD
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6602
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 30.01.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Una prova razionale dell' insensatezza del monoteismo

Messaggio Da Comunistaguevara il Gio 14 Mar - 19:15

mix ha scritto:
Comunistaguevara ha scritto:
mix ha scritto:
Comunistaguevara ha scritto:
mix ha scritto:
Comunistaguevara ha scritto:La maggiorparte degli atrofisici considera l' universo come uno dei moltissimi.
puoi confermare le tue parole con dati?

Mi limito a citarti Wikipedia:

<< Ci sono varie teorie del multiverso, nelle quali cosmologi e fisici suggeriscono che il nostro universo sia solo uno tra i molti universi che possono esistere.>>
Hai letto L' Illusione di Dio?
il fatto che vi siano varie teorie del multiverso secondo te dimostra che la maggior parte degli astrofisici considera di vivere in un multiverso?
secondo me NO
per favore, quando citi, puoi mettere a disposizione il link?
da smartphone viene scomodo quel che da PC è banale.

i tuoi ragionamenti presuppongono necessariamente un multiverso?
direi che sarebbe una premessa da mettere in risalto subito.
sai, l'abitudine a pensare a questo come universo unico è radicata e diffusa (ho provato a chiedere intorno a me)

Gli universi sono olti, per me per quel discorso dei sassi che ho fatto prima. Oppure l' universo è infinito, ma questo non danneggia la ia teoria. Se consideriamo l' universo come TUTTO. Sono certo che la maggior parte degli astrofisici ritiene che ci siano piu universi. Appena la trovo ti cito la fonte e il link (il link di prima è semplicemente la pagina "universo" di Wiki). Un altra prova a sostegno del multiverso è quelle delle costanti (Hai letto L' Illusione di Dawkins?)
per esempio la fonte che citi tu (Wikipedia) conclude così:
Vi sono alcune speculazioni sul fatto che universi multipli possano esistere in un multiverso di livello più alto. Per esempio, la materia che cade in un buco nero di questo universo potrebbe emergere come un Big Bang che fa iniziare un nuovo universo. Oppure, l'universo potrebbe essersi sviluppato a "raggiera" rispetto al big bang, unico punto in comune per una rosa infinita di universi paralleli che differiscono per una qualche costante universale. Tutte queste idee non sono testabili, e devono essere quindi considerate per adesso pura speculazione.
andare al fondo dell'articolo.
dal che si può dedurre che la tua idea si fonda su pura speculazione per ciò che riguarda il multiverso.
ed è logicamente corretto considerare la tua costruzione anch'essa pura speculazione, per estensione.
che non è un problema.
basta saperlo ed esplicitarlo subito, mentre si va speculando.

Anche le teorie contrarie sono speculazioni.

Ma ti ripeto che la maggior parte dei fisici ritiene l' universo non come unico (vuoi la fonte? ancora non la trovo ma prima o poi te la linkero)
Ci sono molte prove di questo (Numeri di Reens, teorie di Hawking, buchi neri, e PROBAILITA: il mio stesso discorso). TI RIPETO: HAI LETTO IL BESTSELLER DI DAWKINS?
avatar
Comunistaguevara
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 694
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 05.03.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Una prova razionale dell' insensatezza del monoteismo

Messaggio Da SergioAD il Gio 14 Mar - 20:30

Suppongo che chi no avesse letto l'illusione di dio del biologo menzionato abbia perso l'occasione di smentire il professore che insegna fisica teorica al City College di New York di cui ho inserito il breve filmato.

Potresti dettagliare meglio il tuo approccio, perché tu stai parlando di prove.

Se nel libro di Dawkins c'è la risposta evidentemente finisce qui ma se tu voi, potresti rafforzare il tuo punto di vista.

Ora leggi qua.

Molti di noi qui siamo "atei forte" ovvero solo a valle di prove concrete ammettiamo qualcosa, per esempio basta averla vista una volta.

Capisci che se un agnostico dicesse le stesse cose noi tentiamo di definire i confini entro cui muoversi e per molti di noi non avendo senso gli assoluti 0 e 1 nel calcolo delle probabilità allora ci sembra che "ateo forte" sia la migliore approssimazione dell'estremo accettabile diverso a 1 che escluda l'esistenza delle divinità. Dio non c'è al 0.999999 implica Dio non c'è (1).

100 anni fa si teorizzò quello che si sa del fotone oggi ma è oggi e solo oggi che si può dire quello che si sa del fotone. La stessa cosa vale per ogni cosa di cui non si hanno le prove - io rispettosamente ti invito a riformulare il tuo pensiero... senza alzare la voce per favore.

SergioAD
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6602
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 30.01.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Una prova razionale dell' insensatezza del monoteismo

Messaggio Da Akka il Gio 14 Mar - 20:52

a be tutto molto giusto, persino einstein non poteva sapere se la sua teoria, seppure così convincente, fosse vera prima che eddington non osservò l' effettva curvatura dei raggi luminose durante un' eclissi

fino a che non c'è la prova tutto rimane congettura, però su alcune cose non possono esserci prove, tipo nessuno può dire, restando nel campo scientifico, cosa accadde nell' istante 0 del big bang, si può solo speculare, congetturare, magari alcune ipotesi saranno più convincenti, più ragionevoli e coerenti, ma il fatto che non possano essere provate le esclude dall' ambito scientifico

almeno questo lessi qualche tempo fa...quindi, io credo, dovremmo accontentarci di dire che non possiamo sapere, cioè sospendere il giudizio, cioè agnosticismo...adesso mi aspetto le bastonate
avatar
Akka
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4118
Età : 117
Località : L' Appennino emiliano
Occupazione/Hobby : Sindacalista/Fioraio
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 07.01.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Una prova razionale dell' insensatezza del monoteismo

Messaggio Da SergioAD il Gio 14 Mar - 21:27

Certo che si (non le bastonate)! Si lavora sul pezzo finché non sarà possibile verificare.

Trovare il sistema di mettere le condizione per verificare qualcosa e farlo per livelli di verosimiglianza è diverso rispetto alle non ipotesi ma ad evidenze di condizionamenti ambientali.

Poni i confini ed esprimi l'opinione - qui ho sentito di madri aliene transessuali ebbene chi ha il coraggio di discutere quello? Ho messo una tabella coi dadi, ma io rispetto le opinioni ma di una cosa mai osservata gradirei avere almeno un tentativo di ipotesi o di definizione.

Come si può salire 5 gradini, mettersi davanti alla gente e offrire dei non lo so? Si va per delle proposte ed è normale discuterle quelle comunque si può sospendere il giudizio senza necessariamente giustificarlo.

SergioAD
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6602
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 30.01.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Una prova razionale dell' insensatezza del monoteismo

Messaggio Da Akka il Gio 14 Mar - 22:01

ecco si io concordo con te sergio, mi pare giusto che alla luce di certi dati consolidati si tirino certe conclusioni, ma con la consapevolezza che queste sono solo congetture, dopotutto quante volte nella storia della scienza cose che sembravano evidenti sono poi state smentite dagli esperimenti? quindi il dubbio è indispensabile sempre, persino sulle cose che diamo per ovvie

quindi si dovrebbe dire: ok, siamo giunti fin qui, i dati dicono questo e quest' altro, e si possono ragionevolmente interpretare in questo modo

però prima di conoscere la relatività era ragionevole pensare che fosse possibile misurare la velocità della terra in base alla differenza di velocità rispetto ad un raggio luminoso, oggi non lo è

quindi ciò che è ragionevole oggi non è detto che lo sarà domani, per questo io mi guardo bene da chiunque cerchi di dispensare ''verità''
avatar
Akka
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4118
Età : 117
Località : L' Appennino emiliano
Occupazione/Hobby : Sindacalista/Fioraio
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 07.01.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Una prova razionale dell' insensatezza del monoteismo

Messaggio Da mix il Gio 14 Mar - 22:04

Comunistaguevara ha scritto:Ma ti ripeto che la maggior parte dei fisici ritiene l' universo non come unico (vuoi la fonte? ancora non la trovo ma prima o poi te la linkero)
prima erano gli astronomi, ora sono i fisici?
stai forse cercando una categoria che renda vera la tua affermazione, invece che semplicemente riconoscere che hai detto una cosa imprecisa?
guarda che l'unico effetto pratico è mostrarci il tuo modo di operare, poco lineare ed onesto.


Ci sono molte prove di questo (Numeri di Reens, teorie di Hawking, buchi neri, e PROBAILITA: il mio stesso discorso). TI RIPETO: HAI LETTO IL BESTSELLER DI DAWKINS?
ohi ohi, perché cominci ad alzare la voce? carneval mgreen
io non ritengo significativo il fatto che io abbia letto o meno un qualsiasi testo che tu voglia.
cosa vuoi dire rispetto a questo libro?
ti conviene dirlo, indipendentemente dal fatto che io lo abbia letto oppure no.
oltretutto è rischioso che tu punti così tanto della tua credibilità rispetto ad un dettaglio di cui tu non controlli nulla ed invece io so perfettamente come stanno le cose.
non sarebbe ora che sciogli il mistero invece che continuare a fare inutilmente dei quiz che poco hanno da dimostrare rispetto all'argomento sul tavolo di discussione?
smettendo di alzare la voce, che non serve proprio a nulla, in un contesto virtuale?
avatar
mix
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6583
Località : .
Occupazione/Hobby : .
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Una prova razionale dell' insensatezza del monoteismo

Messaggio Da Akka il Gio 14 Mar - 22:08

ma scusate mix e comunistaguevara, ma non ho capito di cosa state discutendo...sono un po' scemo...mi spiegate in poche parole le vostre tesi?Sad
avatar
Akka
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4118
Età : 117
Località : L' Appennino emiliano
Occupazione/Hobby : Sindacalista/Fioraio
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 07.01.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Una prova razionale dell' insensatezza del monoteismo

Messaggio Da mix il Gio 14 Mar - 23:15

prima una domanda: hai letto il thread?

sono solo 5 pagine, di cui un paio con interventi tuoi.
te ne restano al massimo 3 da leggere ... le prime.
avatar
mix
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6583
Località : .
Occupazione/Hobby : .
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Una prova razionale dell' insensatezza del monoteismo

Messaggio Da Comunistaguevara il Ven 15 Mar - 17:20

mix ha scritto:
Comunistaguevara ha scritto:Ma ti ripeto che la maggior parte dei fisici ritiene l' universo non come unico (vuoi la fonte? ancora non la trovo ma prima o poi te la linkero)
prima erano gli astronomi, ora sono i fisici?
stai forse cercando una categoria che renda vera la tua affermazione, invece che semplicemente riconoscere che hai detto una cosa imprecisa?
guarda che l'unico effetto pratico è mostrarci il tuo modo di operare, poco lineare ed onesto.


Ci sono molte prove di questo (Numeri di Reens, teorie di Hawking, buchi neri, e PROBAILITA: il mio stesso discorso). TI RIPETO: HAI LETTO IL BESTSELLER DI DAWKINS?
ohi ohi, perché cominci ad alzare la voce?
io non ritengo significativo il fatto che io abbia letto o meno un qualsiasi testo che tu voglia.
cosa vuoi dire rispetto a questo libro?
ti conviene dirlo, indipendentemente dal fatto che io lo abbia letto oppure no.
oltretutto è rischioso che tu punti così tanto della tua credibilità rispetto ad un dettaglio di cui tu non controlli nulla ed invece io so perfettamente come stanno le cose.
non sarebbe ora che sciogli il mistero invece che continuare a fare inutilmente dei quiz che poco hanno da dimostrare rispetto all'argomento sul tavolo di discussione?
smettendo di alzare la voce, che non serve proprio a nulla, in un contesto virtuale?

Alzare la voce? se ti riferisci al maiuscolo, l' ho scritto cosi per fartelo notare, è la terza volta che te lo chiedevo. Quando scrivo in maiscolo è per evidenziare i concetti.

io so perfettamente come stanno le cose
Fiùùùùùù, meno che c'è un genio in questa sezione, sono a tutte orecchie (anzi occhi).

A rigor di logica l' universo è chiuso e ce ne sono tanti. Se non fosse cosi non esisteremmo perchè l' universo sarebe troppo improbabile per esistere e ce ne sarebbero tanti. I numeri di Reens sono costanti che "permettono" la vita al carbonio (potrebbero essercene altre). Come si spiega questa improbabilità (e ora parlo capisci perchè ti ho chiesto di Dawkins, quasi lo citerò). Il teista dice che dio ha manipolato i numeri in modo che permettessero la vita. Risposta insoddisfacente; un dio capace di cio dovrebbe essere ancor piu improbabile della formazione casuale di tutte le costanti disposte in modo vitale. Le risposte del fisico sono tante, eccole alcune_

- Le costanti non sono mai state libere di variare

- Esistono tanti universo ognuno con sue costanti, e solo in un piccolissimo numero di questi la vita è possibile, inoltre potrebbe essere che le costanti anche se possano variare non lo possao fare piiu di tanto o l' universo non esisterebbe. Cercare gli universi giusti sarebbe come cecare un ago in pagliaio, ma noi che siamo viv non ne abiamo bisogno perchè ci roviamo gia seduti su esso.

- Altri sostengono che i buchi neri generino universi. Siccome le costanti di questo universo sono favorevole allo sviluparsi dei buchi neri, il buco nero farà un unverso simile a quello padre. Questo universo sarebbe automaticamente vicino alle costanti, se non preciso su di esse. Una sorta di selezione naturale cosmica.

- Altri pensano a un universo UNICO ma solo perchè INIFITO, quindi l' universo sarebbe TUTTO. In questo caso si pensa che le costanti variano da regione dell' universo ad altre

L' argomento è anche trattato in altri libri come La prova matematica dell' inesistenza di dio.

Ci sono un sacco di terie a sostegno di queste visioni. uno di questi sostenitori è Hawking.

Che poi si usi il termine, fisici, astrofisici o astronomi non mi crea differenze.

Direi che le speculazioni vanno piu a favore dela mia visione sulla tua.

Non capisco perchè questo nervosismo sull' argomento.
avatar
Comunistaguevara
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 694
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 05.03.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Una prova razionale dell' insensatezza del monoteismo

Messaggio Da Comunistaguevara il Ven 15 Mar - 17:32


100 anni fa si teorizzò quello che si sa del fotone oggi ma è oggi e solo oggi che si può dire quello che si sa del fotone. La stessa cosa vale per ogni cosa di cui non si hanno le prove - io rispettosamente ti invito a riformulare il tuo pensiero... senza alzare la voce per favore.



Prove infinite, tempo infinito, è ovvio che assemblando casulamente degli oggetti possa anche venire fuori un drago. Ma non mi sembra il modo per osservare la realta.
avatar
Comunistaguevara
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 694
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 05.03.13

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 3 Precedente  1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum