sindone e sudario

Pagina 17 di 20 Precedente  1 ... 10 ... 16, 17, 18, 19, 20  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: sindone e sudario

Messaggio Da Mandalay il Lun 30 Mar - 9:08

Minsky ha scritto:
Spoiler:

Nadine ha scritto:
Rasputin ha scritto:
Minsky ha scritto:
Cazzo, ma che razza di domanda è? Le credo perché non ha alcuna ragione di mentirmi, non lo ha mai fatto, inoltre per questioni così irrilevanti non mi fa alcuna differenza che abbia incontrato tizio o caio. Che vuoi dire con questo?

Le credi perché hai ragione di crederle, cosa che fa la differenza tra la fiducia e la fede.

Non ti far fregare

@Minsky: Nel Credere che tua moglie non abbia mai mentito, compi un atto di fede(f minuscola), infatti non tutto ciò che ti ha detto e ti dice può essere da te direttamente verificato.
E dove mai avrei scritto che io credo che "mia moglie non abbia mai mentito"? Certo che ha mentito. Come chiunque altro, nella vita, ha avuto occasione di ricorrere a sotterfugi, pietose menzogne, falsità, omissioni etc. Potrebbe aver mentito anche a me, se è questo che intendevi dire. Però io posso fare una stima della sua affidabilità.

Vediamo per esempio come posso fare, in generale, per capire quanto posso fidarmi di quello che trovo scritto su di un giornale o una rivista. Io ho sempre avuto molto interesse per le discipline scientifiche, in particolare la fisica. Poi si dà il caso che il mio campo professionale abbia finito per toccare molti ambiti tecnologici in cui sono applicati diversi rami della fisica. Posso dire di essere competente in quei rami. Allora, quando prendo in mano una testata di divulgazione scientifica che non ho mai visto prima, cerco un articolo che parli di qualcosa di cui sono competente. Se in quell'articolo la materia è trattata con sufficiente correttezza e rigore, ne deduco che anche gli altri argomenti, di cui non sono competente, molto probabilmente siano trattati con la stessa correttezza, e quindi leggo con attenzione tutti i contenuti, fiducioso di ottenere un valido aggiornamento delle mie conoscenze al riguardo. Ma se nell'articolo che tratta la materia di cui sono competente, vedo che sono scritte delle puttanate e che l'autore è un cialtrone che non sa nemmeno di cosa sta parlando, ne traggo la conclusione che anche gli altri articoli siano spazzatura, e butto via la rivista senza perderci altro tempo. Lo stesso criterio si applica benissimo anche ai moderni supporti d'informazione non cartacei, ovviamente, come dire che mi basta leggere tre righe sul sito degli ufosciachimisti per capire che è tutta merda schietta. E lo stesso criterio si può ampliare e applicare similarmente in molti diversi ambiti.

Facciamo ora un esempio di tipo più personale. C'è un mio carissimo amico che ho incontrato parecchi anni fa quando lui era ancora un alpinista inesperto. Nel corso degli anni, mentre il giovane progrediva perfezionandosi e migliorando le proprie prestazioni alpinistiche con incremento entusiasmante, e io invece declinavo lungo la china degli acciacchi dell'età e dello scarso allenamento, si è raggiunto un punto in cui lui mi ha "sorpassato" ed era ormai ben più esperto di me. Attualmente è istruttore in due diverse scuole di alpinismo, e pratica ogni specialità, dall'alta montagna all'arrampicata, sci alpinismo anche con lo snowboard, piolet traction, artificiale, dry tooling, cascate ghiacciate etc. Siamo rimasti in contatto anche se da tempo non abbiamo più occasione di fare attività insieme. Quando mi capita di tirare fuori dal cassetto un vecchio "sogno" di una salita che non ho ancora fatto, mi consulto con lui. Se lui ha fatto quell'itinerario che mi interessa, mi dà tutti i consigli del caso. Poiché io so con molta precisione quanto lui è forte, se mi dice che "non è banale" vuol dire che saranno sorci verdi per me. Se mi dice che "è duretto" vuol dire che per me sarebbe un bagno di sangue. E così via.

Quindi, il credito che posso dare alle persone, o alle informazioni trasmesse da persone conosciute o sconosciute, si fonda sempre su nozioni oggettive che mettono in relazione la competenza e l'attendibilità della fonte con dati verificati o verificabili. Io peraltro potrei anche non dar retta al mio amico che mi ha detto che una certa salita è difficile e andare lo stesso ad affrontarla, per poi trovarmi a stringere vanamente le chiappe sospese su centinaia di metri di vuoto mentre cerco di tenermi aggrappato ad una scaglietta con due polpastrelli. Un'altra volta, se sopravvivo, mi ricorderò di tener conto delle sue indicazioni. Questa è una verifica a posteriori, ma nell'esempio della rivista di divulgazione scientifica è possibile una verifica per induzione, che è più semplice e meno traumatica.

Poi, è chiaro che non si può verificare tutto. Molte cose bisogna accettarle per vere anche senza averle potute verificare, per motivi pragmatici. Ma c'è sempre un grado di ragionevolezza e di plausibilità, che riusciamo a valutare a "colpo d'occhio", in tutto ciò che assumiamo per vero.

Ad esempio, esiste la California? C'era una bellissima canzone, ai tempi della mia gioventù, che si intitola "Hotel California", degli Eagles. Oggi posso aprire Google Earth e vedere la California fotografata dal satellite. Ci sono anche molte carte geografiche in cui compare la California. È sufficiente ciò perché io possa essere sicuro che la California esiste davvero, pur non essendoci mai stato? Sono stato in molti Paesi del mondo. Ho fatto centinaia di viaggi in aereo. Ho visto la curvatura dell'orizzonte dal finestrino a 10.000 metri. Sono stato a est e a ovest, a sud e a nord. Dopo tutte queste esperienze, la plausibilità della California mi sembra decisamente alta. Posso credere che esista, senza troppi patemi. Oltretutto, non dovendomi recare in California (anche se mi piacerebbe visitarla), che esista o meno non è un fatto cruciale per me.

Ora, tornando a mia moglie, dopo vent'anni di conoscenza ho una cognizione molto approfondita della sua affidabilità. Se mi dovesse parlare della radiazione di sincrotrone, prenderei le sue affermazioni con le molle, ma se mi racconta il suo pomeriggio con le amiche non ho alcun problema a prendere per buono tutto quello che dice senza alcuna necessità di verifiche. Vogliamo proprio essere precisi? Direi che la probabilità che mi stia mentendo è di uno su un milione.

Nadine ha scritto:“(…), nella vita di un uomo le verità semplicemente credute rimangono molto più numerose di quelle che egli acquisisce mediante la personale verifica. Chi, infatti, sarebbe in grado di vagliare criticamente gli innumerevoli risultati delle scienze su cui la vita moderna si fonda? Chi potrebbe controllare per conto proprio il flusso delle informazioni, che giorno per giorno si ricevono da ogni parte del mondo e che pure si accettano, in linea di massima, come vere? Chi, infine, potrebbe rifare i cammini di esperienza e di pensiero per cui si sono accumulati i tesori di saggezza e di religiosità dell'umanità? L'uomo, essere che cerca la verità, è dunque anche colui che vive di credenza.” - Fides et ratio, n. 31.

Avere Fede significa credere alla Testimonianza di Dio almeno con la stessa certezza con cui credi alla parola di tua moglie, infatti: « Se accettiamo la testimonianza degli uomini, la testimonianza di Dio è maggiore» (1 Giov. 5:9).

Dunque riallacciandomi al commento di Rasputin: “Le credi perché hai ragione di crederle, cosa che fa la differenza tra la fiducia e la fede. Non ti far fregare.” rispondo che è sempre una questione di fiducia e di credibilità del testimone, sia che si tratti degli innumerevoli atti di fede che ognuno di noi compie ogni giorno, sia che si tratti dell’atto di Fede, cioè dell’assenso dell’intelletto ad una verità rivelata da Dio(=aver fiducia in Dio).

Quindi, tutto questo discorso: "... le verità semplicemente credute rimangono molto più numerose di quelle che egli acquisisce mediante la personale verifica... etc." è una enorme puttanata. Specialmente la conclusione, che confonde a bella posta, tendenziosamente, maliziosamente e con grande disonestà intellettuale la credenza "operativa" e pragmatica con la credenza in presunte verità assolute e trascendenti.

Tu dici che dovrei credere alla "testimonianza di dio" almeno con la stessa certezza con cui credo a mia moglie, ma, torno a ripetere, mia moglie esiste, il tuo dio no. Definisci il tuo dio se ne sei capace, o almeno provaci: non riuscirai a costruire altro che una balbuzie contrologica e assurda, un aborto concettuale che, per quanto ci si siano masturbati sopra per secoli i cosiddetti teologi e "dottori" della chiesa, o in generale qualsiasi clero di qualunque religione, sempre un nulla rimane, mero riflesso dell'ancestrale paura del buio e delle forze della natura.

C'è una domanda a cui nessun credente ha mai risposto, e sono sicurissimo che anche tu non risponderai: se pure il tuo dio esistesse, e tutta la teologia fosse vera, ad eccezione però della sopravvivenza dell'anima, per cui dopo la morte la coscienza svanisce nell'oblio, ti fregherebbe ancora qualcosa del tuo dio? Continueresti a seguire le funzioni, preghiere, seduti - in ginocchio - in piedi - mangiare la particola con gli occhi chiusi e le mani sulla faccia - etc. etc.?

Cosa ti assicura che il tuo dio non ti abbia mentito - ammesso che esista e che abbia davvero trasmesso la sua parola attraverso le scritture? Cosa ti dà la sicurezza che non sia un dio malevolo e cattivo, che gode della sofferenza dell'umanità? In effetti, visti i risultati mi pare un'ipotesi molto più verosimile questa, che non quella contraria. Solo perché tu hai deciso che dio deve essere buono, non è detto che lo sia. In realtà tu vorresti che fosse buono solo perché, se è buono, allora forse ti salverà le chiappe e ti farà fare un eterno giro in giostra là nel suo ultramondo. Speranza ridicolmente patetica che più di così davvero non ce n'è.

Nadine ha scritto:I testimoni di Dio, gli Apostoli, ci dicono:

"Vi abbiamo fatto conoscere la potenza e la venuta del nostro Signore Gesù Cristo, non perché siamo andati dietro a favole abilmente inventate, ma perché siamo stati testimoni oculari della sua maestà." 2 Piet. 1,16

“La fede dunque viene dall'udire, e l'udire viene dalla parola di Dio.” Romani 10,17
 
La Verità in cui crediamo è arrivata sino a noi attraverso innumerevoli testimoni, che i cristiani reputano affidabili.
Gli "innumerevoli testimoni" in realtà sono... nemmeno uno! Non esistono testimonianze certe di nulla, e soprattutto, quelle che tu chiami "testimonianze", sono scritti che non significano niente, non contengono nulla di nuovo, di sorprendente, di "fuori dal mondo". Il contenuto ideologico dei vangeli è di una povertà totale. Qualche storia buffa, magheggi, stronzate, "siate buoni" anzi no, sono venuto a portare la spada, salvo tutti o forse solo quelli che mi stanno simpatici, deliri e nonsensi a iosa. Ma di che stiamo a parlare? Quelle scemenze potrebbe averle scritte chiunque. La storia infatti è ben diversa, e il cristianesimo si è imposto solo quando ha potuto avvalersi del potere politico e temporale. Un potere che non ha più perduto.

Nadine ha scritto:Testimoni degni di fiducia sono coloro che incarnano l’insegnamento di Cristo, questi sono la Chiesa; non fate mai l’errore di confondere coloro che si macchiano di crimini orrendi con i veri testimoni di Cristo.
Ecco, appunto. Avete lasciato una scia di sangue e di orrori lunga secoli e secoli; e ancora oggi perpetrate i peggiori crimini: allora non siete testimoni di cristo, l'hai scritto tu.

Nadine ha scritto:I Santi Martiri che han preferito morire torturati piuttosto che rinnegare Cristo.
Veniamo ai giorni nostri: San Giovanni Paolo II, Santa Teresina, San Massimiliano Kolbe, San Giovanni Bosco… 
Avete mai letto le storie delle loro vite?! Loro sono quei testimoni degni di fiducia per i quali ho scelto di essere cristiana.

Chi si burla del Cristianesimo non lo conosce.
Pazzi deliranti che "hanno preferito" morire torturati sono i tuoi modelli di vita? Benissimo, accomodati.

Per me, direi che chi conosce il cristianesimo non può che sbeffeggiarlo.

Nadine ha scritto:Rasputin sono in trepidante attesa che anche solo uno di voi mi dimostri che ad usare il Cervello siete VOI...
Sì, anche tu usi il cervello, non c'è dubbio, ma lo usi male. Questo è il tuo problema, e, indirettamente, anche di tutti quelli che devono subire l'invadenza delle persone religiose.

Nadine ha scritto:Ho finito di rispondere alle tue domande Minsky. Non aggiungerò altro. Saluti.
Bene, non hai risposto affatto, ma se batti in ritirata vuol dire che non sai più cosa dire e del resto non è che questo scambio fosse un gran brainstorming.


Minsky  Quando non ti parte l'embolo anticlericale sei di una chiarezza sconvolgente.

   ok
avatar
Mandalay
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 479
Età : 56
Località : Bologna
Occupazione/Hobby : tentare di capire
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 10.07.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: sindone e sudario

Messaggio Da Justine il Lun 30 Mar - 9:16

Minsky è sempre chiarissimo :D Indipendentemente dall'argomento che affronta

_________________
Smettetela di bistrattare e misinterpretare la Scienza per fingere di dare plausibilità alle vostre troiate
Grazie
avatar
Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15568
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: sindone e sudario

Messaggio Da Minsky il Lun 30 Mar - 9:53

Mandalay ha scritto:

Minsky  Quando non ti parte l'embolo anticlericale sei di una chiarezza sconvolgente.

   ok

Justine ha scritto:Minsky è sempre chiarissimo :D Indipendentemente dall'argomento che affronta

Grazie! Troppo buoni. inchino
avatar
Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 14238
Età : 62
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: sindone e sudario

Messaggio Da Hara2 il Lun 30 Mar - 20:39

Minsky ha scritto:Ph'nglui mglw'nafh Cthulhu R'lyeh wgah'nagl fhtagn.


avatar
Hara2
-----------
-----------

Numero di messaggi : 1763
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: sindone e sudario

Messaggio Da matem il Mar 31 Mar - 10:28

Nadine ha scritto:I Santi Martiri che han preferito morire torturati piuttosto che rinnegare Cristo.
Veniamo ai giorni nostri: San Giovanni Paolo II, Santa Teresina, San Massimiliano Kolbe, San Giovanni Bosco… 
Avete mai letto le storie delle loro vite?! Loro sono quei testimoni degni di fiducia per i quali ho scelto di essere cristiana.

Chi si burla del Cristianesimo non lo conosce.


anche i kamikaze e fanatici dell'islam si fanno ammazzare facendosi saltare in aria  uccidendo altre persone ma non per questo significa che Allah esiste
avatar
matem
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 429
Località : salerno
Occupazione/Hobby : ex insegnante -lettura libri sulla religione cristiana-collezionista di oggetti storici
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: sindone e sudario

Messaggio Da Minsky il Mar 7 Apr - 10:42

Nuovi esami sulla sindone: Gesù si addormentò sotto la lampada

_________________
avatar
Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 14238
Età : 62
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: sindone e sudario

Messaggio Da primaverino il Mar 7 Apr - 10:48

Questa è buona ok2
avatar
primaverino
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4755
Età : 52
Località : variabile
Occupazione/Hobby : sedentario
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 18.10.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: sindone e sudario

Messaggio Da Rasputin il Mar 7 Apr - 11:00

Minsky ha scritto:Nuovi esami sulla sindone: Gesù si addormentò sotto la lampada

Ma noooo....stanno facendo confusione, quello era l'uomo del Similáun hysterical

TORINO – Negli ultimi mesi i consulenti del Vaticano hanno potuto esaminare la sacra Sindone di Torino con tecniche più avanzate, finora proibite dalla Chiesa perché ritenute una perversione della tecnologia moderna. Usando la lente d’ingrandimento, lo scienziato americano Jeffrey Mitovich, ha notato delle nuove macchie sulla sindone che in seguito a un esame tattile e gustativo sono risultate essere liquido seminale.

Nessuno sa ancora dire con certezza come ci siano finite. La spiegazione più ovvia sarebbe che appena risorto, Gesù abbia avuto una tipica erezione da risveglio, e abbia dovuto trovare un modo per farla sparire prima di presentarsi di nuovo a donne e discepoli. Ma nei vangeli non c’è traccia di questo passo.

In Vaticano ora c’è grande entusiasmo per il ritrovamento dello sperma di Gesù: “Abbiamo la grande occasione di far nascere il figlio del figlio di Dio: il nipote di Dio”, ha dichiarato un eccitatissimo cardinale Spritzen ahahahahahah , responsabile dei programmi di ingegneria genetica della Santa sede.

Fonte: http://www.lercio.it/trovate-tracce-di-liquido-seminale-sulla-sacra-sindone/ mgreen

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)
avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49733
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: sindone e sudario

Messaggio Da Minsky il Lun 20 Apr - 9:18

Il Fatto Quotidiano ha scritto:Sindone: lo Stato sponsorizza la pseudoscienza

di Marco Bella | 19 aprile 2015

Un comunicato stampa dell’Uaar (Unione degli Atei e Agnostici Razionalisti) solleva un’interessante questione riguardo ai costi dell’ostensione della Sindone che inizia oggi. Secondo questo documento, per l’evento sono stati stanziati 800mila euro dalla Regione Piemonte, altrettanti dal Comune di Torino e 100mila euro dalla Provincia, per un totale di 1,7 milioni di euro. Si può obiettare che i benefici economici generati dal turismo potrebbero superare i costi. Tuttavia, osserva il presidente dell’associazione, Roberto Carcano, “…come tutti i grandi eventi cattolici insegnano, i pellegrini mangiano, bevono e dormono in strutture cattoliche. Non c’è e non ci sarà dunque l’indotto dei grandi eventi, che peraltro si concludono quasi sempre in perdita ovunque si svolgano”.

Al di là dei costi certi e dei ricavi ipotetici, la domanda vera è perché mai sponsorizzare questo evento, di cui mi ero già occupato qui, con soldi pubblici. La Chiesa Cattolica non si è mai espressa in modo chiaro sull’autenticità o meno di quest’oggetto, che gli studi storici e scientifici sono concordi nel ritenere un artefatto medioevale. Da un lato, considera la Sindone un’icona della passione di Cristo, un’immagine come le altre. Dopo la datazione del tramite il radiocarbonio che ne ha confermato, casomai ce ne fosse ancora bisogno, l’origine medioevale (12 analisi eseguite presso tre tra i più prestigiosi laboratori mondiali, tutte che indicano una data attorno al 1200-1300), il cardinale Ballestrero aveva espresso considerazioni di grande ragionevolezza: “Penso non sia il caso di mettere in dubbio i risultati. E nemmeno è il caso di rivedere le bucce agli scienziati se il loro responso non quadra con le ragioni del cuore”. Le sue parole sono rimaste purtroppo inascoltate da chi all’interno chiesa cattolica continua a sponsorizzare improbabili studi sindonologici autenticisti, che propongono teorie pseudoscientifiche per dimostrare che la datazione sarebbe sbagliata. Tra le più famose, pollini vecchi di 2000 anni raccolti con un rotolo di scotch sulla Sindone e identificati come provenienti dalla Palestina, presunte tracce di monete sugli occhi (che però scompaiono quando si esaminano le foto ad alta risoluzione), improbabili arricchimenti di carbonio 14 o contaminazioni batteriche invisibili che perciò nessuno vede. Per capire l’assurdità dell’ultima teoria, la contaminazione dovrebbe pesare più del telo stesso (se questa fosse moderna) per spostare la datazione del carbonio 14 di 1300 anni.

Proprio in questi giorni arriva una buona notizia: è stato ritirato dalla rivista (insieme con altri 10, degli stessi autori) l’articolo che espone una delle teorie più fantasiose, la sindone generata tramite una reazione piezonucleare in seguito a un terremoto nel 33 D.C. (non c’è traccia storica di questo enorme terremoto, ma questo è evidentemente un dettaglio trascurabile per chi l’ha scritto). Bravissima la giornalista Sylvie Coyaud a tirare fuori la questione, che le è costata una denuncia per diffamazione e blasfemia (!). La sindonologia autenticista è una pseudoscienza come l’astrologia: non c’è un sindonologo bravo e uno che sbaglia, come non c’è l’astrologo che legge il futuro nelle stelle correttamente e quello che lo prevede in modo errato.

Infine, sarei dispiaciuto se il mio post fosse letto per quello che non è: un attacco alla religione. Pur non condividendo alcune posizioni, ho grande rispetto per la Chiesa Cattolica, e credo che le persone di grande cultura e capacità critica che la costituiscono dovrebbero essere le prime a essere perplesse sulla kermesse di Torino e far sentire la propria voce.

Il problema quindi non è tanto sui costi, ma piuttosto su quanto sia opportuno che lo Stato sponsorizzi la pseudoscienza a qualsiasi livello. In ogni caso, c’è un miracolo scientificamente verificato che la Sindone di Torino ripete nei secoli: la capacità di attrarre denaro dalle persone con mente semplice.

PS: Mi permetto di ricordare l’evento che si terrà mercoledì 29 aprile presso la facoltà di Lettere, dell’Università Sapienza di Roma (ore 15.00) nel quale si discuterà di storia e pseudoscienza.

http://www.ilfattoquotidiano.it/2015/04/19/sindone-sponsorizza-pseudoscienza/1605064/
Beata ingenuità. Ma si capisce benissimo che gli hanno concesso di pubblicare l'articolo solo a patto che inserisse questo disclaimer.

_________________
avatar
Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 14238
Età : 62
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: sindone e sudario

Messaggio Da Rasputin il Lun 20 Apr - 9:44

Minsky ha scritto:
Beata ingenuità. Ma si capisce benissimo che gli hanno concesso di pubblicare l'articolo solo a patto che inserisse questo disclaimer.

Se ha un minimo di pudore, si sta ancora facendo lo shampoo alla lingua

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)
avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49733
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: sindone e sudario

Messaggio Da Justine il Lun 20 Apr - 9:50

Prima o poi dovranno anche smetterla con questo artificio relativo al "rispettare le idee altrui". E' deleterio, in molte circostanze. Io posso rispettare che mi si dica che X preferisce il blu e Y il viola, ma non che la Terra è piatta... Mah, ormai tanto è rimasto poco da falsificare, tutto è stato stravolto da wishful thinker di ogni genere

_________________
Smettetela di bistrattare e misinterpretare la Scienza per fingere di dare plausibilità alle vostre troiate
Grazie
avatar
Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15568
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: sindone e sudario

Messaggio Da Rasputin il Lun 20 Apr - 9:55

Justine ha scritto:Prima o poi dovranno anche smetterla con questo artificio relativo al "rispettare le idee altrui". E' deleterio, in molte circostanze. Io posso rispettare che mi si dica che X preferisce il blu e Y il viola, ma non che la Terra è piatta... Mah, ormai tanto è rimasto poco da falsificare, tutto è stato stravolto da wishful thinker di ogni genere

Ti copincollo un estratto dall'intervento di un vecchio utente UAAR, che secondo me sintetizza bane il concetto (Del rispetto dovuto alle persone e non alle loro idee) e del quale personalmente ho fatto una bandiera:

Beldin ha scritto:Se dici delle banalità, dei non sequitur o delle semplici puttanate, non vedo perché le si debba rispettare. Rispettiamo il tuo diritto a esprimere queste considerazioni, ma rispettare le considerazioni in quanto tali è tutt'altra cosa.

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)
avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49733
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: sindone e sudario

Messaggio Da Justine il Lun 20 Apr - 10:11

Il guaio è che pur rispettando un diritto simile, vengono presi di mezzo migliaia (milioni a volte, vedi il discorso sul thread parallelo degli sciachimisti & co.) di persone che magari se ne sarebbero state nella loro "beata" ignoranza...
Non sono per la censura di alcun contenuto: però la gente dovrebbe imparare a pensare e verificare, siamo sempre lì... Altrimenti diventa una pazzia anche pubblicare una sola congettura di quelle incriminabili dal buonsenso, non si sa mai a cosa potrebbe portare...

_________________
Smettetela di bistrattare e misinterpretare la Scienza per fingere di dare plausibilità alle vostre troiate
Grazie
avatar
Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15568
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: sindone e sudario

Messaggio Da Sun Tzu il Lun 20 Apr - 10:33

Rasputin ha scritto:
Beldin ha scritto:Se dici delle banalità, dei non sequitur o delle semplici puttanate, non vedo perché le si debba rispettare. Rispettiamo il tuo diritto a esprimere queste considerazioni, ma rispettare le considerazioni in quanto tali è tutt'altra cosa.

Dipende pure a che cosa potrebbero riferirsi queste affermazioni per es già:

Calunniare non è un diritto.
Non hai diritti a calunniare per esempio una persona.

E di certo non si può pavimentare in questo senso: il diritto a non essere censurati o alla libertà di espressione in nessun tribunale.La libertà di espressione è sempre circoscritta poi dal buon senso e dalla Ragione.

Dire stupidaggini invece più in generale,per esempio "un triangolo ha quattro lati" sarà pure non censurabile,ma rimane sempre un ignorantaggine  di fondo,e non solo la considerazione in sè ,anche l'individuo che la propugna è semplicemente ,o in malafede o un ignorante salvo non lo dica con chiari intenti ironici dunque non prendendo sul serio la frase o l'affermazione stessa.
avatar
Sun Tzu
-------------
-------------

Numero di messaggi : 643
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: sindone e sudario

Messaggio Da Hara2 il Lun 20 Apr - 12:59

E intanto
avatar
Hara2
-----------
-----------

Numero di messaggi : 1763
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: sindone e sudario

Messaggio Da Minsky il Lun 20 Apr - 14:21


_________________
avatar
Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 14238
Età : 62
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: sindone e sudario

Messaggio Da primaverino il Lun 20 Apr - 14:40

Ma chi è Roberto Carcano?
avatar
primaverino
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4755
Età : 52
Località : variabile
Occupazione/Hobby : sedentario
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 18.10.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: sindone e sudario

Messaggio Da jillo il Gio 14 Mag - 13:16

capo guerriero ateo Minsky ha scritto:





Gesù è il Cristo, è il salvatore. Quindi occorreva pensare a qualcosa da cui salvarci.
Comunque non significa che salverà proprio tutti. Ma alcuni si, per forza, sennò non sarebbe il Cristo o non sarebbe un Dio di Parola. Ma nel Dio che abbiamo in testa non c’è menzogna, questo nelle nostre favole è attributo che qualifica il suo malvagio oppositore cornuto.
Quindi Dio è salvatore… di alcuni e di qualcosa.



Tranquilli amici, la cosa comunque non vi riguarda, non avete nulla da temere in quanto voi sarete scampati e salvi dalla Sua ingombrante volontà salvifica


Con Lui infatti non avete nulla a che fare. Cioè non volete averci “ragionevolmente” nulla a che fare perché Lui non ha nulla a che fare con voi. Ma poi chi è Lui? Boh, appunto. Nessuno, niente, non esiste, Lui non esiste. Qualcuno ha mai conosciuto e ha mai fatto esperienza  di qualcosa che non esiste? No. Impossibile. Vien da sé che di Lui, voi, non avete mai fatto logicamente conoscenza. L’ateo non conosce Dio.

 

e sarà dannato in eterno

Caro Minsky, tu non sarai condannato da Lui, ma da TE STESSO!

Ora, siccome questa tu l’hai già sentita, perché stravolgi le favole che ci tramandiamo noi credenti postando l’irriverente vignetta nella quale presenti un Dio minaccioso che fa la parte del vendicativo?

Forse le parole semplici dell’autorevole nostro Papa Francesco ti aiuteranno a fare un ripassino
 «All’inferno non ti mandano, ci vai tu, sei tu che scegli. L’inferno è volere allontanarsi da Dio perché io non voglio l’amore di Dio. Il diavolo è all’inferno perché lui ha voluto. Va all’inferno solo chi dice a Dio “non ho bisogno di te”, come ha fatto il diavolo, l’unico che siamo sicuri ci stia». Questo quanto disse Papa Francesco nel 2013 ad una bimba dopo la sua prima Via Crucis.


Se vuoi parlare la nostra lingua in maniera comprensibile devi usare il nostro linguaggio e le nostre regole. Lo sai in quali condizioni un astutissimo maestro di scacchi esce da una gabbia dei piccioni?



Mi sarebbe proprio piaciuto leggere i tuoi interventi su Cattolici Romani e soprattutto le risposte ricevute





justine ha scritto:
...gira e volta è sempre la storia della salvezza da un fasciame di peccati inculcati dalla medesima entità da cui ci si potrebbe sentire "salvati".

tratta dal vangelo secondo justine

jillo
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1832
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.08.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: sindone e sudario

Messaggio Da Justine il Gio 14 Mag - 13:56

Perché, sono io che decido che essere gay è peccato, o che osannare delle statuette in plexiglas lo è pure?

_________________
Smettetela di bistrattare e misinterpretare la Scienza per fingere di dare plausibilità alle vostre troiate
Grazie
avatar
Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15568
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: sindone e sudario

Messaggio Da Justine il Gio 14 Mag - 13:59

Se poi vien fuori che pregare i sassi anziché le divinità "ufficiali", che il sesso prematrimoniale e che l'ira contro le persone e mill'altre cose non son peccati per il fantasmacosmico, ben venga! Non si vedrebbe quindi nemmeno il motivo del confessarsi o pentirsi o costringersi al "bene"

_________________
Smettetela di bistrattare e misinterpretare la Scienza per fingere di dare plausibilità alle vostre troiate
Grazie
avatar
Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15568
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: sindone e sudario

Messaggio Da jillo il Gio 14 Mag - 14:31

Justine ha scritto:Se poi vien fuori che pregare i sassi anziché le divinità "ufficiali", che il sesso prematrimoniale e che l'ira contro le persone e mill'altre cose non son peccati per il fantasmacosmico, ben venga! Non si vedrebbe quindi nemmeno il motivo del confessarsi o pentirsi o costringersi al "bene"


Si partiva da qui,

justine ha scritto:
...gira e volta è sempre la storia della salvezza da un fasciame di peccati inculcati dalla medesima entità da cui ci si potrebbe sentire "salvati".

...dal peccato inculcato all'uomo da Dio.

Peccato è un termine che assume significato esclusivamente entro la sfera religiosa.
Il contrario del peccato non è la virtù, è la fede (Kierkegaard). Il peccato ha a che fare con la fede, ossia col rapporto tra Dio e l'uomo. Peccare è rifiuto al richiamo di Amore.
Come è ammissibile (ovviamente secondo un credente...) che sia Dio ad "inculcare", infondere, il peccato nell'uomo?
Asserire che sia Dio ad "inculcare" il peccato è un controsenso.

"Pregare i sassi" costituisce un atto antireligioso, "adirarsi verso il prossimo" costituisce offesa contro il fratello,  certamente per un credente questi comportamenti sono peccato in quanto offesa che colpisce Dio personalmente...   ma non è Dio ad istruirci a questo.

Ammessa per qualche istante l'esistenza del Dio cristiano,  cosa intendi col termine "inculcati"? E che cosa Dio inculcherebbe?

Intendi il peccato o forse il senso di colpa?

jillo
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1832
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.08.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: sindone e sudario

Messaggio Da Justine il Gio 14 Mag - 14:37

Non è affatto un controsenso, se si impone una "salvezza" (che non si è ancora inteso che sia,se non fluttuare in giro per l'eternità a cogliere caramelle per i nove regni come dicevo a Cattolico sul suo post recente, sta di fatto che è un concetto predisposto ex ante a cui si vorrebbero subordinare gli individui), si inculca anche il concetto di peccato, che ovviamente al di fuori di sfere religiose, dove gli vengono date tinte sopraffinamente vacue, non è altro che un presunto attentato alla specie, vedi l'omicidio o l'essere screanzati.
Se poi citi fratelli e sorelle e istruxioni divine e dei come poco sopra è chiaro che si tratta di una configurazione già in partenza religiosa del tutto, vera e propria lezione "inculcata", per l'appunto, dalla dottrina.

_________________
Smettetela di bistrattare e misinterpretare la Scienza per fingere di dare plausibilità alle vostre troiate
Grazie
avatar
Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15568
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: sindone e sudario

Messaggio Da jillo il Gio 14 Mag - 15:32

"O fai quello che ti dico o ti butto all'inferno!"
questo è un dio che impone la salvezza.
"convertitevi e Dio vi perdonerà!" questo è un dio ricattatore.

ora, il Dio dei cattolici non è né nessuno dei due e il paradiso non è il premio per chi ha ottemperato per bene alle istruzioni per la salvezza.


 tradizionalmente leggiamo del peccato come disobbedienza alla legge di Dio, questa espressione di una volontà dispotica impostaci dall'alto. Diversamente il credente dovrebbe percepire questa legge come una persona che vuole la sua felicità. Dio esiste soltanto per amare e non ha altro potere che questo. Per i credenti, la morale, la legge di Dio ha il solo scopo di divinizzare l'uomo e farlo cresce come figlio di Dio. La vita dell'uomo è vedere Dio (s.Ireneo) Dio non ha altra volontà né altra legge.
Come potrebbe Dio inculcare senso del peccato ed incutere timore mediante l'amore?
Noi presuntuosi credenti abbiamo poi la pretesa di ritenere che la legge d'amore di Dio sia insita nel cuore di ogni uomo. il peccato è violazione consapevole libera e volontaria di quell'amore che è Dio e di quella legge che più esigente di tutti i codici.

D'altra parte riteniamo che la remissione dei peccati non risponda al pentimento dell'uomo ma lo precede. Il perdono di Dio precede il pentimento e lo fa senza condizioni
..."non siamo stati ad amare noi Dio ma è Lui che ci ha amati..."(1GV 4,10) , "... la nostra fede è una remissione dei peccati gratuita, donata anticipatamente..."(Rm 5...)

jillo
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1832
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.08.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: sindone e sudario

Messaggio Da Justine il Gio 14 Mag - 15:42

Ah, dio è amore. Mi domando se tu metta mai il naso fuori di casa, ma per tutte le epoche storiche fino ad oggi; comprendendo anche alcuni eventi come lo sterminio del 99% delle specie su Terra causato dalla comparsa dell'ossigeno,e di miliardi di morie che non cesseranno fino a quando questo teatrino non si sarà richiuso conflagrando su se stesso.
Quello che la maggior parte di chi crede non intende è che ci potrebbe benissimo essere anche un dio di odio (visto quel che ci insegna il tempo, bisognerebbe propender per questo), non cambia nulla. Si passa dalla imposizione eterodiretta ad omodiretta: ovvero un'entità che non può sussistere senza impiegare il tempo per fare qualcosa, sia essa amare/odiare/essere indifferente. Ci vedo molto poco scopo,che per sua definizione non è concepibile per quanti dei si possano e vogliano inventare. Si parla bene dell'amore perché è collante sociale, se fossimo una specie in cui alla base dell'unione e della sopravvivenza ci fossero le mazzate in testa, stiamo pur certi che la rispettiva divinità immaginata premierebbe tali soverchianti comportamenti.

_________________
Smettetela di bistrattare e misinterpretare la Scienza per fingere di dare plausibilità alle vostre troiate
Grazie
avatar
Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15568
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: sindone e sudario

Messaggio Da Minsky il Gio 14 Mag - 21:45

jillo ha scritto:
capo guerriero ateo Minsky ha scritto:





Gesù è il Cristo, è il salvatore. Quindi occorreva pensare a qualcosa da cui salvarci.
Comunque non significa che salverà proprio tutti. Ma alcuni si, per forza, sennò non sarebbe il Cristo o non sarebbe un Dio di Parola. Ma nel Dio che abbiamo in testa non c’è menzogna, questo nelle nostre favole è attributo che qualifica il suo malvagio oppositore cornuto.
Quindi Dio è salvatore… di alcuni e di qualcosa.



Tranquilli amici, la cosa comunque non vi riguarda, non avete nulla da temere in quanto voi sarete scampati e salvi dalla Sua ingombrante volontà salvifica


Con Lui infatti non avete nulla a che fare. Cioè non volete averci “ragionevolmente” nulla a che fare perché Lui non ha nulla a che fare con voi. Ma poi chi è Lui? Boh, appunto. Nessuno, niente, non esiste, Lui non esiste. Qualcuno ha mai conosciuto e ha mai fatto esperienza  di qualcosa che non esiste? No. Impossibile. Vien da sé che di Lui, voi, non avete mai fatto logicamente conoscenza. L’ateo non conosce Dio.

 

e sarà dannato in eterno

Caro Minsky, tu non sarai condannato da Lui, ma da TE STESSO!

Ora, siccome questa tu l’hai già sentita, perché stravolgi le favole che ci tramandiamo noi credenti postando l’irriverente vignetta nella quale presenti un Dio minaccioso che fa la parte del vendicativo?

Forse le parole semplici dell’autorevole nostro Papa Francesco ti aiuteranno a fare un ripassino
 «All’inferno non ti mandano, ci vai tu, sei tu che scegli. L’inferno è volere allontanarsi da Dio perché io non voglio l’amore di Dio. Il diavolo è all’inferno perché lui ha voluto. Va all’inferno solo chi dice a Dio “non ho bisogno di te”, come ha fatto il diavolo, l’unico che siamo sicuri ci stia». Questo quanto disse Papa Francesco nel 2013 ad una bimba dopo la sua prima Via Crucis.


Se vuoi parlare la nostra lingua in maniera comprensibile devi usare il nostro linguaggio e le nostre regole. Lo sai in quali condizioni un astutissimo maestro di scacchi esce da una gabbia dei piccioni?



Mi sarebbe proprio piaciuto leggere i tuoi interventi su Cattolici Romani e soprattutto le risposte ricevute





justine ha scritto:
...gira e volta è sempre la storia della salvezza da un fasciame di peccati inculcati dalla medesima entità da cui ci si potrebbe sentire "salvati".

tratta dal vangelo secondo justine
Ma dài!!! Jillo sei tornato! eeeeeeek  Quando si dice la sincronicità... ti ho appena citato in un altro thread rispondendo a Jessica.

Bene, bene, mi fa piacere. Adesso è tardi e non ho tempo di leggere i tuoi interventi, ma prossimamente torno e poi ti rispondo. Se c'è qualcosa da rispondere, ben s'intende. Intanto buona permanenza.

_________________
avatar
Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 14238
Età : 62
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 17 di 20 Precedente  1 ... 10 ... 16, 17, 18, 19, 20  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum