Uomini, donne e statistiche...

Pagina 6 di 9 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Uomini, donne e statistiche...

Messaggio Da gedeone il Lun 24 Mar - 12:34

Sono 6 milioni 743 mila le donne tra i 16 e i 70 anni che hanno subito almeno una violenza fisica o
sessuale nel corso della vita, il 31,9% della classe di età considerata (Tavola 1). 5 milioni di donne
hanno subito violenze sessuali (23,7%), 3 milioni 961 mila violenze fisiche (18,8%).
booooooooooommmm.
invece , che l'86% degli stupri denunciati in corso di sepoarazione/divorzio,   nisba

gedeone
-----------
-----------

Numero di messaggi : 1353
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 02.02.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Uomini, donne e statistiche...

Messaggio Da gedeone il Lun 24 Mar - 12:35

Admin ha scritto:
gedeone ha scritto:
paolo1951 ha scritto:
gedeone ha scritto:...
Quello che ho postato è la 1 pagina di 40.
tale statistica non afferma apertamente che la violenza maschile è la 1 causa di morte delle donne, ma tale assunto è passato sui media principali e l'Istat non ha MAI smentito di aver detto tale assurdità.
...
Non so se la cosa possa essere o no successa in questo caso.... però vorrei far notare che eventualmente non sarebbe la prima volta che diventa impossibile ritrovare a distanza di tempo documenti originali "scomodi", "imbarazzanti"... non mi riferisco specificatamente all'ISTAT ma dico che questi documenti spariscono spesso misteriosamente... malgrado molti affermino di averli letti.
Comunque concordo con jessica, giuridicamente quando le prove non ci sono più... non importa per quale motivo, quelle prove non sono mai esistite.


la statistica Istat esiste,  perchè l'ho scaricata.
posso anche inviartela per posta, sono 40 pg.

qui un altro estratto
Le violenze domestiche sono in maggioranza gravi. Il 34,5% delle donne ha dichiarato che la
violenza subita è stata molto grave e il 29,7% abbastanza grave. Il 21,3% delle donne ha avuto la
sensazione che la sua vita fosse in pericolo in occasione della violenza subita

molto oggettivo ahahahahahah  ahahahahahah  ahahahahahah



Cosa ha impedito di oggettivizzare la statistica, ad esempio usando come base diagnosi e rapporti di medici cliniche e sentenze in sede giudiziaria?

il fatto che la netta maggioranza di queste violenze non esiste

gedeone
-----------
-----------

Numero di messaggi : 1353
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 02.02.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Uomini, donne e statistiche...

Messaggio Da Admin il Lun 24 Mar - 13:00

Beh a questo punto sarebbe interessante sapere con che criteri e da chi vengono stabiliti i parametri sui quali si basano poi le statistiche

Admin
----------
----------

Numero di messaggi : 2630
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 11.11.08

http://atei.forumitalian.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Uomini, donne e statistiche...

Messaggio Da ToninoScalzo il Lun 24 Mar - 13:05

“Jessica” ha scritto:sai paolo, non esistono soltanto le opinioni.
se dico che secondo me paolo è un assassino, questa è un'opinione senza alcun fondamento.
se dico che paolo è un assassino perchè sul forum difende gli assassini, questa è un'opinione con qualche giustificazione ma pur sempre infondata.
Io invece non credo nelle opinioni, ma credo invece esistano le sincerità e le ipocrisie. Cioè in base alle nostre conoscenze deduciamo alcune cose, eppoi asseconda delle circostanze possiamo dire quello che abbiamo dedotto oppure mentire.
Il concetto dell'opinione invece serve a nascondere le oggettive contraddittorietà degli ipocriti.
Io credo sia giusto “Non ammazzare” e dunque credo sia pure giusto bruciare Giordano Bruno … È una mia opinione, prova a negarlo?

Fatta questa doverosa premessa, è noto che un assassino può ammazzare per crudeltà e può ammazzare per legittima difesa e quindi non è sempre detto che l’assassino debba essere internato. Tuttavia, quando è appurata la crudeltà perché parlare di un aggravante femminicidio? Se le donne valgono quanto i maschi?
 
---------------------------------------------------------------------------------

Da bambini (questo dalle mie parti) si praticava un gioco crudele e che io detestavo (io non ci ho mai giocato): ammazzare lucertole.

Perché si ammazzavano le lucertole?
Non si può parlare di malvagità o di menti malate, ma più semplicemente di disprezzo per una vita che le legge umane di fatto confermano: ad ammazzare lucertole non si fa alcun male … non si commette reato.

Voler cambiare quella mentalità con una legge appropriata significherebbe introdurre una pena (meno pesante dell'omicidio) affinché la gente capisca che le lucertole hanno pari dignità di vita degli uomini.
Perché dico che il lucertolicidio dovrebbe (all’inizio) essere punito meno severamente dell’omicidio? Perché una pena deve tener conto dell’effettiva malvagità della persona che ha commesso quel particolare reato e non è giusto punire allo stesso modo l’inconsapevolezza con la consapevolezza di quel che si è fatto.

Ad ogni modo, punire più severamente il lucerticidio dell’omicidio significherebbe … porre le lucertole più degne di vita dell’uomo. Io non discuto che non sia così, discuto però che chi è favorevole a quella legge poi possa sostenere il contrario: è solo un modo per frenare la frenesia umana nell’ammazzar lucertole.

Se mai esistesse una frenesia in tale direzione, quella non sarebbe un’aggravante ma sarebbe il sospetto della reiterazione del reato, che è un'altra cosa o sbaglio?

ToninoScalzo
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 558
Età : 50
Località : Mantova
Occupazione/Hobby : Impiegato
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 18.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Uomini, donne e statistiche...

Messaggio Da jessica il Lun 24 Mar - 13:20

paolo1951 ha scritto:jessica, veramente circa la questione della trave io non mi riferivo specificatamente alla tua attuale querelle con Gedeone... semplicemente quando ho letto quell'espressione "avendo fatto tabula rasa di tutti gli interventi che dimostravano la loro insussistenza"... mi è venuto in mente il brutto libro di Cascioli "Inconfutabile dimostrazione della non esistenza di Gesù"... brutto libro ma con un titolo ancora peggiore specie per un sedicente "razionalista".

Ora puoi avere pure ragione a dire che esistono opinioni infondate e opinioni che invece hanno un fondamento, ma nessuna opinione (tranne i dogmi della Chiesa  carneval ) è "inconfutabile" e nemmeno sicuramente fondata su fatti così certi che sia obbligatorio considerare conclusa la discussione...

Un filmato dove il sottoscritto compare nell'atto di ammazzare una persona può essere un'abile elaborazione elettronica, può essere che l'assassino sia uno che mi assomiglia moltissimo, ... e comunque è probabile che quel filmato non dimostri molte cose assolutamente importanti per concludere che io sono effettivamente un assassino: per esempio non dimostri se la vittima è davvero morta e non solo svenuta, se i colpi da me inferti siano stati la causa del decesso o se contemporaneamente si sia beccato una pallottola in testa da un altro diverso da me... forse non ci dice i motivi della mia aggressione: era in corso una battaglia? sono intervenuto per difendere qualcuno che a sua volta stava per essere ucciso... ecc. ecc,
dunque, si tratta di sottili precisazioni oppure alla luce di quello che dici dovrei dedurne che dovremmo rimettere a piede libero tutti gli assassini seriali perchè il fatto che siano assassini non è assolutamente certo?

paolo1951 ha scritto:
Non so se la cosa possa essere o no successa in questo caso.... però vorrei far notare che eventualmente non sarebbe la prima volta che diventa impossibile ritrovare a distanza di tempo documenti originali "scomodi", "imbarazzanti"... non mi riferisco specificatamente all'ISTAT ma dico che questi documenti spariscono spesso misteriosamente... malgrado molti affermino di averli letti.
Comunque concordo con jessica, giuridicamente quando le prove non ci sono più... non importa per quale motivo, quelle prove non sono mai esistite.
intendi dire che un documento così importante finisce in rete e nessuno dei famosi machitaliani.com ne salva una copia?


gedeone ha scritto:la statistica Istat esiste,  perchè l'ho scaricata.
posso anche inviartela per posta, sono 40 pg.
non capisco la resistenza a mettere un pubblico link, comunque no problem, ti mando in mp la mail... se il documento esistesse avresti risolto la questione 1 anno fa.


Admin ha scritto:Beh a questo punto sarebbe interessante sapere con che criteri e da chi vengono stabiliti i parametri sui quali si basano poi le statistiche
e sapere con che criteri e da chi viene stabilito che le statistiche sono cazzate, non ti incuriosisce?

jessica
---------------------
---------------------

Numero di messaggi : 6695
Occupazione/Hobby : alta sacerdotessa della GVR, non collezionatrice di francobolli
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 23.06.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Uomini, donne e statistiche...

Messaggio Da jessica il Lun 24 Mar - 13:29

gedeone ha scritto:
allora anche io lo scriverò per l'ultima volta :
le donne per legge, a parità di mansione e orario di lavoro, devono guadagnare come l'uomo.
Anzi, vanno in pensione prima.
Come mai non avviene ?
Come mai la maggio r parte dei big della finanza sono ebrei ?
C'è un complotto ?  ( rasputin , fai finta di non leggere  mgreen )
e io continuerò a darti la stessa risposta:
http://atei.forumitalian.com/t5186p60-uomini-donne-e-statistiche#308014

riguardo i big della finanza, non ne ho idea, ma se mi interessasse qualcosa, come primo passo bisognerebbe vedere se è vero quanto affermi (ma è un ot, ovviamente)

invece mi piacerebbe avere una risposta:
jessica ha scritto:ora, per favore, te lo chiedo per la cinquantesima volta:
-mi indichi dove avrei detto queste cose?
-mi indichi il documento istat che certifica che la prima causa di morte in italia siano i mariti che battono le mogli?[in attesa di riceverlo]
perchè se no anche io posso scrivere "gedeone ha detto che 2+2 fa 7" quindi dice cazzate.

vorresti inoltre gentilmente spiegarmi perchè prima dici che l'onu non ha considerato l'italia e poi che l'onu dice che l'italia è sicura? come ha fatto? si è inventato i dati come te? vorresti spiegarmi perchè il fatto che l'italia non sia stata campionata dallo studio da te citato dimostrerebbe in qualche modo l'inaffidabilità dell'istat? vorresti dirmi che dati sono usati dall'oms per calcolare il rate di omicidi in italia? e dall'istat quali?

jessica
---------------------
---------------------

Numero di messaggi : 6695
Occupazione/Hobby : alta sacerdotessa della GVR, non collezionatrice di francobolli
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 23.06.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Uomini, donne e statistiche...

Messaggio Da Admin il Lun 24 Mar - 13:36

Beh Jessica se si scoprisse che certe statisiche si basassero sussondaggi anonimi compilazione di moduli meladettomiocuggino/salcazz ecc ecc allora a dire che sono cazzate bastiamo tu ed io mgreen 

Admin
----------
----------

Numero di messaggi : 2630
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 11.11.08

http://atei.forumitalian.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Uomini, donne e statistiche...

Messaggio Da jessica il Lun 24 Mar - 13:50

Admin ha scritto:Beh Jessica se si scoprisse che certe statisiche si basassero sussondaggi anonimi compilazione di moduli meladettomiocuggino/salcazz ecc ecc allora a dire che sono cazzate bastiamo tu ed io mgreen 
su cosa si basano le statistiche è descritto nelle notule metodologiche ai report.
ad esempio (mi rispondo da sola, tanto ora che aspetto...) per quella dell'onu citata poco fa, i dati per l'italia sono stati forniti dalla polizia. per quella che sta riportando gedeone a pezzetti, si tratta esattamente di questionari. ora bisognerebbe che questo discorso fosse fatto con un mnimo di onestà, purtroppo se da una delle due parti c'è un continuo flusso di palate di merda buttate solo per sport, il tempo va tutto buttato nello scartare la merda senza prendere in esame le cose interessanti.
ad esempio abbiamo già parlato altrove di sistema giudiziario e divorzi e come sai son ben lungi dal poter essere definita "femminista" in queste discussioni (con femminista che nel nuovo gergo vndgedeoniano significa una che mira alla distruzione del genere maschile), però prima di far discorsi seri bisogna scremare le cazzate...

jessica
---------------------
---------------------

Numero di messaggi : 6695
Occupazione/Hobby : alta sacerdotessa della GVR, non collezionatrice di francobolli
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 23.06.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Uomini, donne e statistiche...

Messaggio Da primaverino il Lun 24 Mar - 13:59

Forse basterebbe affrontare un argomento alla volta.
Se si mescolano i dati presunti sul cosiddetto femminicidio con le differenze fattive in termini retributivi (che è cosa ben diversa dal sostenere che la mia cameriera donna "prende meno" del mio cameriere uomo, dato che NON è vero)  poi si mischia la superficialità con la quale vengono trattate a livello massmediatico le c.d. statistiche di genere (la famosa storia del gioielliere che guadagna meno dell'operaio) coi divorzi e le differenza di età pensionabile non si va (comunque) da nessuna parte perché (banalmente) stiamo sommando pere e bulloni...

primaverino
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4750
Età : 52
Località : variabile
Occupazione/Hobby : sedentario
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 18.10.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Uomini, donne e statistiche...

Messaggio Da Admin il Lun 24 Mar - 14:05

Però secondo me anche i dati forniti dalla polizia andrebbero scremati. Dovrebbero - da tutte le denunce, l'unica cosa mi pare che la polizia puó fornire - rimanere solo quelli relativi alla specifica violenza su donne, supportati quantomeno dalle rispettive condanne meglio se queste ultime a loro volta appoggiate da diagnosi cliniche.
Temo non sia granché fattibile

Admin
----------
----------

Numero di messaggi : 2630
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 11.11.08

http://atei.forumitalian.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Uomini, donne e statistiche...

Messaggio Da jessica il Lun 24 Mar - 14:07

Admin ha scritto:Però secondo me anche i dati forniti dalla polizia andrebbero scremati. Dovrebbero - da tutte le denunce, l'unica cosa mi pare che la polizia puó fornire - rimanere solo quelli relativi alla specifica violenza su donne, supportati quantomeno dalle rispettive condanne meglio se queste ultime a loro volta appoggiate da diagnosi cliniche.
Temo non sia granché fattibile
no, infatti.
e stai dimenticando le violenze non denunciate.
ecco che già puoi cominciare ad intravvedere i problemi del confronto italia\svezia.

jessica
---------------------
---------------------

Numero di messaggi : 6695
Occupazione/Hobby : alta sacerdotessa della GVR, non collezionatrice di francobolli
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 23.06.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Uomini, donne e statistiche...

Messaggio Da Admin il Lun 24 Mar - 15:01

Eh lo so anche io che esistono le violenze non denunciate, e mi pare anche plausibile che siano maggiori in centroeuropa che in Scandinavia. Ma nemmeno mi pare corretto mischiare le statistiche con le stime eh
O peggio farsi delle statistiche con le stesse

Admin
----------
----------

Numero di messaggi : 2630
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 11.11.08

http://atei.forumitalian.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Uomini, donne e statistiche...

Messaggio Da jessica il Lun 24 Mar - 15:02

basta dire chiaramente cosa stai misurando e come.

jessica
---------------------
---------------------

Numero di messaggi : 6695
Occupazione/Hobby : alta sacerdotessa della GVR, non collezionatrice di francobolli
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 23.06.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Uomini, donne e statistiche...

Messaggio Da paolo1951 il Lun 24 Mar - 15:04

jessica ha scritto:...
dunque, si tratta di sottili precisazioni oppure alla luce di quello che dici dovrei dedurne che dovremmo rimettere a piede libero tutti gli assassini seriali perchè il fatto che siano assassini non è assolutamente certo?
No dovresti dedurne semmai che anche una sentenza che ha attraversato tre gradi di giudizio ed è passata in giudicato, può essere discutibile e forse ancor più ingiusta di un giudizio sommario... solo che per convenzione e per necessità pratica, ad un certo punto bisogna scrivere la parola fine.
jessica ha scritto:...
intendi dire che un documento così importante finisce in rete e nessuno dei famosi machitaliani.com ne salva una copia?
Questo senz'altro!
Vammi per esempio a cercare in rete l'articolo del "Fatto quotidiano" in cui si affermava che abolendo per 20 anni i rimborsi elettorali ai partiti si sarebbe azzerato il debito pubblico...  carneval 

paolo1951
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 5278
Età : 65
Località : Ovada (AL)
Occupazione/Hobby : imprenditore/viaggi, storia, filosofia, subacquea, fotografia
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 09.12.08

http://www.benazzo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Uomini, donne e statistiche...

Messaggio Da jessica il Lun 24 Mar - 15:35

paolo1951 ha scritto:
No dovresti dedurne semmai che anche una sentenza che ha attraversato tre gradi di giudizio ed è passata in giudicato, può essere discutibile e forse ancor più ingiusta di un giudizio sommario... solo che per convenzione e per necessità pratica, ad un certo punto bisogna scrivere la parola fine.
quindi non capisco perchè non ci teniamo il giudizio sommario... è sicuramente più pratico e se è almeno altrettanto attendibile, sai soldi e tempo che si risparmierebbero...

Questo senz'altro!
Vammi per esempio a cercare in rete l'articolo del "Fatto quotidiano" in cui si affermava che abolendo per 20 anni i rimborsi elettorali ai partiti si sarebbe azzerato il debito pubblico...  carneval 
senz'altro sparito?
mah...
e per l'articolo del fatto, vuoi anche qui dirmi che nessun liberalliberista tuo collega ha messo un link ora non funzionante, fatto uno screenshot, nessun abbonato si è tenuto quella copia?
arimah...

jessica
---------------------
---------------------

Numero di messaggi : 6695
Occupazione/Hobby : alta sacerdotessa della GVR, non collezionatrice di francobolli
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 23.06.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Uomini, donne e statistiche...

Messaggio Da paolo1951 il Lun 24 Mar - 15:48

jessica ha scritto:
paolo1951 ha scritto:
No dovresti dedurne semmai che anche una sentenza che ha attraversato tre gradi di giudizio ed è passata in giudicato, può essere discutibile e forse ancor più ingiusta di un giudizio sommario... solo che per convenzione e per necessità pratica, ad un certo punto bisogna scrivere la parola fine.
quindi non capisco perchè non ci teniamo il giudizio sommario... è sicuramente più pratico e se è almeno altrettanto attendibile, sai soldi e tempo che si risparmierebbero...

Questo senz'altro!
Vammi per esempio a cercare in rete l'articolo del "Fatto quotidiano" in cui si affermava che abolendo per 20 anni i rimborsi elettorali ai partiti si sarebbe azzerato il debito pubblico...  carneval 
senz'altro sparito?
mah...
e per l'articolo del fatto, vuoi anche qui dirmi che nessun liberalliberista tuo collega ha messo un link ora non funzionante, fatto uno screenshot, nessun abbonato si è tenuto quella copia?
arimah...
Circa la prima domanda... perché non ci fermiamo all'istruttoria, mah a volte mi viene da pensare che dovremmo proprio fare così... comunque si va avanti perché se il gioco è (fosse) "onesto" facendo la media di più misurazioni ci si dovrebbe avvicinare maggiormente alla "verità"... ma quando come da noi lo strumento di misura è mal tarato... tutto si risolve spesso in uno spreco di tempo e di soldi.

Per quanto riguarda la seconda domanda... forse siamo arrivati troppo tardi, e almeno io l'ho cercato ma è stata una ricerca assolutamente vana.  carneval

PS: ... poi può darsi che qualche "copia" sia rimasta, l'importante è che ce ne siano così poche in giro che presto tutti di dimentichino del "fatto"... e continuino a credere ai grillini.

paolo1951
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 5278
Età : 65
Località : Ovada (AL)
Occupazione/Hobby : imprenditore/viaggi, storia, filosofia, subacquea, fotografia
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 09.12.08

http://www.benazzo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Uomini, donne e statistiche...

Messaggio Da jessica il Lun 24 Mar - 15:56

capisco, non ti stupirai vero se mi pare più plausibile che tu abbia letto quello che hai voluto...

jessica
---------------------
---------------------

Numero di messaggi : 6695
Occupazione/Hobby : alta sacerdotessa della GVR, non collezionatrice di francobolli
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 23.06.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Uomini, donne e statistiche...

Messaggio Da gedeone il Lun 24 Mar - 16:20

primaverino ha scritto:Forse basterebbe affrontare un argomento alla volta.
Se si mescolano i dati presunti sul cosiddetto femminicidio con le differenze fattive in termini retributivi (che è cosa ben diversa dal sostenere che la mia cameriera donna "prende meno" del mio cameriere uomo, dato che NON è vero)  poi si mischia la superficialità con la quale vengono trattate a livello massmediatico le c.d. statistiche di genere (la famosa storia del gioielliere che guadagna meno dell'operaio) coi divorzi e le differenza di età pensionabile non si va (comunque) da nessuna parte perché (banalmente) stiamo sommando pere e bulloni...
vero anche questo, e in effetti dal discorso sulle retribuzioni siamo passanti ( anche per causa mia ) sulle violenze.
Però , nel titolo ci starebbero ( uomini, donne e statistiche ) mgreen .
Detto questo, la legge vieta le differenze retributive a parità di mansione.
la verità è che si parte da risultati ( talvolta presunti ) per trovare una causa, senza nessuna correlazione causale.
L'età pensionabile differente tra uomo e donna è un fatto, per legge.
Così come le quote rosa .

gedeone
-----------
-----------

Numero di messaggi : 1353
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 02.02.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Uomini, donne e statistiche...

Messaggio Da primaverino il Lun 24 Mar - 17:10

gedeone ha scritto:
primaverino ha scritto:Forse basterebbe affrontare un argomento alla volta.
Se si mescolano i dati presunti sul cosiddetto femminicidio con le differenze fattive in termini retributivi (che è cosa ben diversa dal sostenere che la mia cameriera donna "prende meno" del mio cameriere uomo, dato che NON è vero)  poi si mischia la superficialità con la quale vengono trattate a livello massmediatico le c.d. statistiche di genere (la famosa storia del gioielliere che guadagna meno dell'operaio) coi divorzi e le differenza di età pensionabile non si va (comunque) da nessuna parte perché (banalmente) stiamo sommando pere e bulloni...
vero anche questo, e in effetti dal discorso sulle retribuzioni siamo passanti ( anche per causa mia ) sulle violenze.
1) Però , nel titolo ci starebbero ( uomini, donne e statistiche ) mgreen .
2) Detto questo, la legge vieta le differenze retributive a parità di mansione.
3) la verità è che si parte da risultati ( talvolta presunti ) per trovare una causa, senza nessuna correlazione causale.
4) L'età pensionabile differente tra uomo e donna è un fatto, per legge.
5) Così come le quote rosa .

1) Lo so... Ho aperto io il thread...  mgreen 
2) Fuori discussione.
3) Mi pare uno degli oggetti del contendere.
4) Infatti è una legge del menga. A partire dal 1962 in Svizzera, si va tutti in pensione a 65 anni. L'avessimo fatto pure noi...(*)
5) Una stronzata colossale, seconda solo all'istituzione del ministero par le (dis)pari opportunità.

(*) "noi" invece abbiamo i baby-pensionati...
Ciò escluso, va pur detto che alcuni lavori ritenuti "usuranti" (camionista, muratore etc.) anche colà prevedono il pensionamento a 60 anni (e comunque non a 51 con 35 anni di contribuzione, come è avvenuto da noi sino almeno ai primi "anni novanta"...).
Una volta vedevo in TV una signora che aveva lavorato per trentadue anni alla catena di montaggio (mi pare alla Fiat, ma potrei sbagliare) a "braccia alzate e con dieci minuti di pausa per turno", reclamare la disumanità di una forzatura nel merito, pretendendo altri dieci anni di lavoro a parità di condizioni... Mi parve un'obiezione legittima.
Ebbene in un mercato del lavoro meno "ingessato" la signora sarebbe stata destinata ad altre mansioni (magari presso altre ditte o enti) ma comunque fino al sessantacinquesimo anno di età.

primaverino
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4750
Età : 52
Località : variabile
Occupazione/Hobby : sedentario
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 18.10.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Uomini, donne e statistiche...

Messaggio Da gedeone il Lun 24 Mar - 17:28

per carità, sui lavori usuranti ( non gli insegnanti o le infermiere mexican ) siamo perfettamente d'accordo

gedeone
-----------
-----------

Numero di messaggi : 1353
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 02.02.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Uomini, donne e statistiche...

Messaggio Da paolo1951 il Lun 24 Mar - 17:37

jessica ha scritto:capisco, non ti stupirai vero se mi pare più plausibile che tu abbia letto quello che hai voluto...
No, non mi stupisco... semplicemente non capisco cosa tu voglia dire.

PS: semmai mi stupirò o meno, DOPO!

paolo1951
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 5278
Età : 65
Località : Ovada (AL)
Occupazione/Hobby : imprenditore/viaggi, storia, filosofia, subacquea, fotografia
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 09.12.08

http://www.benazzo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Uomini, donne e statistiche...

Messaggio Da gedeone il Lun 24 Mar - 17:43

paolo1951 ha scritto:
gedeone ha scritto:...
Quello che ho postato è la 1 pagina di 40.
tale statistica non afferma apertamente che la violenza maschile è la 1 causa di morte delle donne, ma tale assunto è passato sui media principali e l'Istat non ha MAI smentito di aver detto tale assurdità.
...
Non so se la cosa possa essere o no successa in questo caso.... però vorrei far notare che eventualmente non sarebbe la prima volta che diventa impossibile ritrovare a distanza di tempo documenti originali "scomodi", "imbarazzanti"... non mi riferisco specificatamente all'ISTAT ma dico che questi documenti spariscono spesso misteriosamente... malgrado molti affermino di averli letti.
Comunque concordo con jessica, giuridicamente quando le prove non ci sono più... non importa per quale motivo, quelle prove non sono mai esistite.

sono andato sul sito dell'Istat qui

http://www.istat.it/giustizia/sicurezza/,

Sul web Istat, all’indirizzo http://www.istat.it/giustizia/sicurezza/, sono
disponibili le note inerenti la metodologia di indagine, la strategia di
campionamento e il livello di precisione delle stime.

e, in effetti, il link non funziona più.
Questo mi conferma della scarsa serietà dell' Istat.
però, io ho il testo della ricerca , 40pg in pdf .
Se vuoi, te la mando per email

gedeone
-----------
-----------

Numero di messaggi : 1353
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 02.02.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Uomini, donne e statistiche...

Messaggio Da paolo1951 il Lun 24 Mar - 18:21

gedeone ha scritto:...

e, in effetti, il link non funziona più.
Questo mi conferma della scarsa serietà dell' Istat.
però, io ho il testo della ricerca , 40pg in pdf .
Se vuoi, te la mando per email
Gedeone, il mio indirizzo e-mail credo si legga anche sul mio profilo, comunque è paolo1951@cogestweb.eu
Ma non è il caso che mi mandi 40 pagine che probabilmente non leggerei... ti credo sulla parola!

Questo del resto è niente, ci sono ben altre questioni di cui il "regime" preferisce non parlare... ci sono molte domande destinate inevitabilmente a restare senza risposta, senza spiegazione ... oppure ci sono assurdità a cui la risposta è semplicemente un'alzata di spalle.

Io, qualche tempo fa postai qui, ma anche in altri forum, e ancora su twitter...  la domanda perché lo stato butta via miliardi IVA quando con un semplicissimo intervento legislativo potrebbe recuperare questi soldi... http://atei.forumitalian.com/t6010-si-potrebbe-risparmiare-un-miliardo-ma-non-sembra-interessi-a-nessuno
Era una questione, un caso preciso, concreto... mi aspettavo sinceramente che qualcuno mi spiegasse che sono un cretino... che la cosa non era assolutamente vera e comunque non era semplice come la facevo io... invece non ho ricevuto nessuna risposta.
Allora ho capito che avevo preso proprio nel segno... carneval

paolo1951
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 5278
Età : 65
Località : Ovada (AL)
Occupazione/Hobby : imprenditore/viaggi, storia, filosofia, subacquea, fotografia
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 09.12.08

http://www.benazzo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Uomini, donne e statistiche...

Messaggio Da gedeone il Mer 26 Mar - 8:17

hai ragione Paolo1951

a proposito, un'altra bella impresa dell'ineffabile Istat

http://www.studiocataldi.it/news_giuridiche_asp/news_giuridica_11773.asp

Sabbatini, smettila con le statistiche genere e comincia con le statistiche esatte carneval

gedeone
-----------
-----------

Numero di messaggi : 1353
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 02.02.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Uomini, donne e statistiche...

Messaggio Da jessica il Mer 26 Mar - 11:21

dunque intanto volevo rassicurare paolo, la ricerca incriminata che gedeone mi ha gentilmente spedito in mp non è stata fatta sparire dai poteri occulti, ma ancora tranquillamente scaricabile qui:
http://www3.istat.it/salastampa/comunicati/non_calendario/20070221_00/

naturalmente, come si diceva, non parla affatto di "prime cause di morte" anzi, non parla proprio di morti. quindi che l'istat quoti come prima causa di morte femminile in italia la violenza fisica subita rimane una palla colossale anche alla luce del nuovo (non tanto nuovo, era lo stesso su cui abbiamo discusso un anno fa) documento acquisito.

jessica
---------------------
---------------------

Numero di messaggi : 6695
Occupazione/Hobby : alta sacerdotessa della GVR, non collezionatrice di francobolli
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 23.06.10

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 6 di 9 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum